30 November, 2021
Home2021Luglio

Sono 330 i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 10.031 test eseguiti (3,29%). Salgono a 62.051 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza.

Si registra 1 decesso (1.502 in totale). I ricoveri ospedalieri sono 75 in area medica (+5 rispetto al report precedente) e 13 in terapia intensiva (+2).

Attualmente in Sardegna sono 4.856 le persone in isolamento domiciliare.

Sul territorio, 17.797 (+189) casi sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 9.670 nel Sud Sardegna (+102), 5.429 a Oristano, 11.119 a Nuoro (+17), 18.022 (+22) a Sassari, 14 fuori Regione.

Le problematiche legate alla transizione energetica e quindi al futuro del polo industriale di Portovesme, saranno al centro della riunione dei quadri e dei delegati industria delle segreterie territoriali di CGIL, CISL e UIL, che si terrà lunedì 2 agosto, dalle 9.30 alle 12.00, presso la Sala Riunioni del Consorzio Industriale di Portovesme

«In merito all’incontro col MISE e la viceministro Alessandra Todde svoltosi lo scorso 26 luglio, al quale hanno partecipato i principali attori coinvolti nel progetto di ripresa produttiva del polo industriale di Portovesmesi legge in una nota dei segretari Antonello Congiu, Salvatore Vincis ed Andrea Lai -, dobbiamo registrare le seguenti note positive:
– il costante impegno della viceministro Todde per tener viva l’attenzione e per il metodo concertativo adottato di coinvolgimento di tutte le parti interessate, anche se portatrici di interessi diversi;
– che anche da parte del MITE vi è attenzione e consapevolezza della particolarità delle problematiche sul polo industriale di Portovesme e di tutto il territorio del Sulcis, prospettando provvedimenti ad hoc che tengano conto di tali peculiarietà;
– la valutazione quasi corale dei players, già da tempo proposta da CGIL CISL e UIL, è che allo stato attuale l’arrivo del GNL sia l’unica soluzione in grado di garantire il rilancio delle attività produttive e rendere più competitive quelle già attive.»
«Registriamo peraltro una forte perplessità sul ruolo che sta svolgendo la giunta regionale in merito alla vertenza senza una diretta partecipazione alla cabina di regia e senza una chiara e netta presa di posizione propulsiva e costruttiva.- aggiungono Antonello Congiu, Salvatore Vincis ed Andrea Lai -. Allo stesso modo continua a destare non poca preoccupazione la constatazione che davanti a date certe e scolpite nella roccia quali i termini entro i quali si devono riportare in produzione attività importanti quali Eurallumina e Sider Alloys, i termini fissati per la transizione energetica, per la presentazione dei piani sul JTF e PNRR, ci troviamo ancora dinanzi all’incertezza delle date di avvio di tutte quelle procedure e attività propedeutiche all’arrivo del GNL. A queste date sono direttamente collegate le sorti di centinaia di posti di lavoro, di lavoratori e le loro famiglie, con una ripercussione devastante sulla ripresa economica del territorio delle speranze di veder sorgere nuove e innovative attività produttive ed economiche auspicate da tutti. Il tutto probabilmente con conseguenze e ripercussioni anche a livello dell’intera economia e rilancio della Sardegna.»
«La video conferenza concludono Antonello Congiu, Salvatore Vincis ed Andrea Lai si è conclusa con l’impegno della viceministro Alessandra Todde nel proseguire nell’azione concertativa perché sin dai prossimi incontri possa emergere una programmazione calendarizzata e certa per l’avvio di tutte le azioni indispensabili per la ripresa economica e produttiva del polo industriale.»

Nuovo rinvio per l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2020 del comune di Carbonia. Anche in seconda convocazione la maggioranza che sostiene la Giunta guidata dal sindaco Paola Massidda, non avendo i numeri per l’assenza di uno dei dodici consiglieri (il tredicesimo voto che compone la maggioranza è quello del sindaco), ha dovuto rinviare ancora la votazione.

Il Consiglio è stato già riconvocato questa mattina dalla presidente Daniela Marras, in prima convocazione per venerdì 6 agosto, alle 18.30, ed in seconda convocazione per lunedì 9 agosto, sempre con inizio alle 18.30.

L’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2020 figura al primo punto dell’ordine del giorno. Gli altri quattro punti riguardano l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2020; l’approvazione dello studio comunale di assetto idrogeologico; l’approvazione del regolamento per la manomissione ed il successivo ripristino del suolo pubblico e, infine, la modifica dell’articolo 42 dello Statuto comunale.

La Rete Sarda Difesa Sanità Pubblica fa proprio l’appello di Ivan Melis, noto Luca, un malato di Sclerosi Multipla che non vuole arrendersi. Luca è un combattente e lotta con tutti noi per il diritto inalienabile alla Salute.
I nostri malati piegati e discriminati dalla malattia e dai tagli impietosi alla Sanità e al settore sociale, lesi anche nella propria dignità, sono costretti ad appellarsi alla solidarietà di chi sa interpretare il loro dramma, per coprire l’assenza colpevole delle istituzioni predisposte. Sottoscriviamo per l’acquisto di una sedia che consenta a Luca di far le scale:

IBAN: IT45S3608105138254120654139

Ciao a tutti,
mi chiamo Ivan Melis noto Luca, sono affetto da Sclerosi Multipla progressiva, diagnosticata da 10 anni. Purtroppo, questa malattia ogni giorno mi riserva delle novità molto problematiche. Oramai non cammino più senza l’aiuto degli ausili e senza l’aiuto costante dei familiari. Ho fatto tante domande, ma tutte senza risposta. Le forze fisiche iniziano a venir meno con il progredire veloce della patologia e ciò si ripercuote anche sulle condizioni di salute di chi mi assiste. Questa situazione mi costringe a stare chiuso in casa, senza poter godere della luce del sole.
Tutti i giorni ripeto a me stesso: «Non può continuare così». Ho solo 45 anni. Con profondo pudore e con l’orgoglio ferito, mi rivolgo alla Rete Sarda Difesa Sanità Pubblica. Solo una sedia particolare può permettermi di scendere e salire le scale. Le scale costituiscono davvero una barriera che seppur insormontabile, è invisibile solo alle Istituzioni miopi.
Grazie di tutto
Ivan, per tutti Luca

Domenica 1 agosto proseguono gli appuntamenti con I Tramonti di Porto Flavia, i suggestivi concerti al calare del sole organizzati dall’associazione Anton Stadler davanti all’incantevole scenario dell’ex miniera di Porto Flavia, a Masua.

Alle 20,30, salirà sul palco il duo composto dalla talentuosa chitarrista Adalisa Castellaneta e dal rinomato flautista Lello Narcisi che proporrà una serata dal titolo Toward the sea: musiche da T. Tokimitsu a R. Schumann, da F. Schuber ad A. Piazzolla, sino all’omaggio a Nino Rota di A. Mastrandrea per un concerto interamente costruito sul potere evocativo della musica.

Nuove musiche e grandi classici insieme, Lieder senza parole e vecchie pellicole, senza immagini appaiono nitide e portano lontano l’orecchio ed il cuore dell’ascoltatore.

Il costo del biglietto per ogni concerto è di 15 euro (ridotto 5 euro, per bambini sino ai 12 anni). La prenotazione è obbligatoria e può essere fatta esclusivamente online sul sito www.associazioneantonstadler.it .  

E’ disponibile anche un servizio di navetta da Iglesias.

I Tramonti di Porto Flavia non è solo musica: prima del concerto è possibile partecipare a una visita guidata (info e prenotazioni al numero 0781 274507 e 348 3178065) curata dal Consorzio turistico per l’Iglesiente ad un prezzo riservato solo al pubblico della rassegna.

David Suazo allenerà il Carbonia Calcio nel prossimo campionato di serie D 2021/2022. Il Carbonia calcio ha annunciato alcuni minuti fa di aver raggiunto l’accordo col mister David Suazo per la conduzione della prima squadra.
Nella sede del sodalizio bianco blu è stato firmato un accordo biennale. Massimiliano Pusceddu sarà il preparatore atletico, mentre Matteo Crobeddu è stato confermato preparatore dei portieri.

Per David Suazo si tratta di una conferma sulla panchina del Carbonia, dove era arrivato la scorsa Primavera, a sei giornate dalla conclusione del campionato, dopo le dimissioni di Marco Mariotti, accettando un compito non facile, con la squadra già matematicamente salva e conseguentemente priva di particolari stimoli, e con un calendario assai complicato davanti. Il bilancio finale è stato di 1 vittoria con la Vis Artena, 3 pareggi con Arzachena, Afragolese e la capolista Monterosi, 2 sconfitte a Muravera e Latina (in entrambi i casi dopo il vantaggio iniziale).

In poco più di un mese David Suazo si è fatto apprezzare per il lavoro svolto, con grande entusiasmo, lo stesso entusiasmo con il quale ha accolto questa nuova proposta del Carbonia Calcio, cosciente del compito che l’attende insieme alla società, per ricostruire completamente la squadra in vista del prossimo campionato di serie D. E l’aver sottoscritto un contratto biennale, è l’ulteriore conferma della sua volontà di costruire un progetto di squadra importante.

Giampaolo Cirronis

 

Sono 308 i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 4.117 test eseguiti (7,48%). Salgono a 4.659 gli attualmente positivi, 61.721 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.499.806 tamponi.

Si registra 1 decesso (1.501 in totale). I ricoveri ospedalieri sono 70 pazienti in area medica (+9 rispetto al report precedente) e 11 in terapia intensiva.

Attualmente in Sardegna sono 4.578 le persone in isolamento domiciliare.

Sul territorio, 17.608 (+193) casi sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 9.568 nel Sud Sardegna (+55), 5.429 a Oristano (+23) , 11.102 a Nuoro (+16), 18.000 (+21) a Sassari, 14 fuori Regione.

Anteprima della 36esima edizione del festival Internazionale “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”, sabato 31 luglio, alle 21.30,  in Piazza del Nuraghe, a Sant’Anna Arresi, con il progetto Direction Zappa, diretto da Daniele Sepe.

Sul palco si esibiranno Daniele Sepe (sax) con Dean Bowman (voce), Mario Nappi (piano e tastiere), Hamid Drake (batteria),  Joe Cristiano (chitarra), Davide Costagliola (basso).

E’ il primo evento della rassegna “Ai Confini tra Sardegna e Jazz” dopo la scomparsa del fondatore Basilio Sulis, cui è dedicata la 36esima edizione.

Ingresso gratuito con prenotazione all’indirizzo puntagiara@santannarresijazz.it .

Sabato 31 luglio, dalle 10.30, la Biblioteca comunale di Calasetta, ospiterà la tavola rotonda “In che acque navighiamo?”, organizzata in collaborazione con il comune di Calasetta  – nell’ambito del progetto Cul-TURE d’@amare con: Piero Addis, professore di ecologia, Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente presso l’Università di Cagliari, esperto in biologia marina dell’arcipelago del Sulcis; Francesco Nacinovich, comandante di Progetto Mediterranea, spedizione nautica, scientifica, sociale e culturale ideata da Simone Perotti che ha già percorso 20mila miglia e coinvolto 16 Paesi – da quest’anno in collaborazione con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) – che farà tappa a Calasetta sabato 31 luglio; Susanna Lavazza, giornalista e scrittrice, presidente della Libera Università di Carloforte; Roberto Sinzu, vicesindaco e assessore dell’Ambiente e della Cultura del comune di Calasetta.

Progetto Mediterranea, in collaborazione con università e centri di ricerca, italiani e internazionali, dal 2014 svolge attività di monitoraggio e documentazione dello “stato del mare” sia dal punto di vista ambientale che culturale e scientifico. Dalla mappatura del plancton e delle microplastiche allo studio sull’alimentazione mediterranea fino all’osservazione astronomica.
Progetto Mediterranea è una sorta di laboratorio galleggiante per la Scienza e una spedizione per la tutela del nostro mare.
Il Mediterraneo, il Mare Nostrum, ospita un’area ambientale con un’incredibile diversità biologica (l’8% della flora mondiale, l’8% della biodiversità marina mondiale, il 28% di specie endemiche), eppure è continuamente minacciata dall’uomo, inquinata e sfruttata oltre misura. Il consumo del suolo, la perdita di habitat, la desertificazione, la pesca eccessiva e l’inquinamento nelle sue molteplici forme sono fattori capaci di innescare impatti diretti e indiretti sulla biodiversità, amplificati a loro volta dai cambiamenti climatici.
Mediterranea è il braccio operativo: la barca per la Ricerca, per studiare i cambiamenti climatici, l’inquinamento delle acque e dell’aria, la biologia marina, le correnti e tutto quanto possa ritenersi utile per preservare l’integrità ecologica del Mediterraneo.

Durante la Rotta 2021, che vede Mediterranea navigare intorno alla Sardegna, alcuni ragazzi con varie disabilità e i loro gli accompagnatori saranno a bordo, con imbarco a Oristano e Calasetta. Tra le finalità sociali di Progetto Mediterranea c’è quello di organizzare altri due incontri/festa con tutto il gruppo degli Equilibristi, le famiglie e i volontari dell’associazione realizzando proiezione di videoclip, interviste, racconti e relazioni.

Gli Equilibristi, con sede a San Giovanni Suergiu, è un’associazione di volontariato nata nel 2015 dall’idea di alcuni giovani desiderosi di creare nuove opportunità di aggregazione, di divertimento e di promozione sociale in favore di persone portatrici di disabilità sia fisiche che intellettive che variano dalla sindrome di Down, all’autismo ai ritardi intellettivi medio/gravi, comprese patologie di natura genetica (da 3 a 62 anni).

La presidente dell’associazione, Nadia Massaiu, 40 anni, è laureata in scienze motorie, educatore professionale area disabilità, european social sport coach, psicomotricista-pedagogica, applicatore del metodo Feuerstein per il potenziamento cognitivo, attualmente iscritta al master in disturbi specifici dell’apprendimento. Si utilizza lo sport – in questo caso la vela – come azione di sviluppo, pace, educazione, cambiamento sociale, migliorando al contempo le abilità e l’integrazione sociale.

La tavola rotonda verrà preceduta dalla presentazione del libro Siamo stati naviganti: i diari di bordo e le straordinarie vite di sette anziani marittimi carlofortini narrati da sette scrittori della Libera Università di Carloforte.

Per la prima volta si raccontano come un coro le vite emozionanti e avventurose di tabarchini che hanno fatto del mare la loro scelta umana e professionale. Le storie di sette marittimi dell’isola di San Pietro, nel Sud Sardegna. Nonni, padri, fratelli, mariti, fidanzati, amici a volte rimanevano a bordo anche 18 mesi, e in un certo senso naviganti erano anche quelli che li aspettavano a terra, come raccontano sette scrittori della Libera Università di Carloforte che hanno raccolto le loro testimonianze. Ancora oggi tra i marittimi carlofortini è forte il senso di solidarietà, il grande amore per il mare, l’alternarsi di arrivi e partenze, il brivido di una vita tra le onde.

Cul-TURE d’@mare è un progetto della Cooperativa Millepiedi, finanziato dalla Regione Sardegna, in continuità con Raixe, spazi digitali per la cultura tabarchina (www.raixe.it)

 

 

Martedì 3 agosto, in piazza Umberto, alle 21.30, a Sant’Antioco si terrà il concerto vocale – strumentale “Spartiti e memorie” che vedrà protagonisti Alice Madeddu: soprano, Francesca Matta: soprano, Manuel Cossu: baritono, Giancarlo Salaris: pianoforte.
L’appuntamento musicale sarà caratterizzato dall’esecuzione di celebri brani di autori, epoche e stili vari, tratti dal repertorio dell’operetta, dell’opera e della canzone, interpretati in forma colta ed in modo cameristico con un organico appositamente ideato per ottenere un sound d’insieme in grado di produrre un effetto ed una timbrica di particolare e coinvolgente impatto sonoro.
Il concerto predetto è promosso ed attuato dall’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e la collaborazione e la compartecipazione finanziaria della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” di Sant’Antioco), nell’ambito del progetto “Suoni e Voci per l’Isola” e della produzione, distribuzione e circuitazione concertistica che l’Associazione sta realizzando in Sardegna nell’anno 2021 (la cui direzione artistica è a cura del maestro Ignazio Perra).
Il concerto sarà aperto al pubblico (con ingresso gratuito) e si terrà nel rispetto delle norme e disposizioni anti-Covid.