20 January, 2022
Home2021Luglio (Page 3)

La CISL FP ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori della Società Cooperativa solidarietà di Domusnovas, che ormai da anni lamentano il cronico ritardo con cui ricevono le retribuzioni, ad oggi gli stessi devono ancora ricevere le mensilità del mese di maggio e giugno c.a. e l’ultimo stipendio, saldato il 16 di giugno 2021, era relativo alla mensilità di aprile 2021. Inoltre ad oggi non si ha nessuna notizia di quando gli stessi potranno ricevere quanto loro dovuto. Questo personale, non riesce a far fronte ai numerosi adempimenti fiscali la cui scadenza è prevista durante il mese corrente quali: (mutui – scadenza semestrale, tasse ed imposte nazionali e locali, ecc.), ha chiesto alla segreteria della CISL Funzione pubblica. di attivare le procedere di legge necessarie che consentano la manifestazione della loro insoddisfazione e la tutela dei propri diritti contrattuali.

La CISL FP per queste ragioni, ferme restando le prerogative personali di ciascuno degli interessati di adire per vie legali per i danni patrimoniali subiti e l’aggravio di spese,  ha proclamato lo stato di agitazione del personale della Società Cooperativa Solidarietà impiegato presso i servizi resi nel Sulcis iglesiente.

La consigliera regionale e segretaria della commissione Sanità e Politiche sociali del Movimento Cinque stelle, Carla Cuccu ha presentato un’interrogazione al governatore Christian Solinas ed agli assessori regionali competenti per chiedere conto della mancata attivazione, dopo ben 23 anni, della Zona Franca a Cagliari e Portovesme.
«Sarebbe interessante capire ha dichiarato Carla Cuccu quali siano le motivazioni per le quali, dopo quel 7 giugno del 2001, data in cui venne emanato il decreto della Presidenza del Consiglio che dava il via libera allo stesso documento legislativo del 1998, quest’ultimo non sia stato reso ancora attuativo dalla Regione Sardegna.»
Il 16 maggio del 2019 lo stesso procedimento ha interessato il porto di Portovesme. Inoltre Carla Cuccu continua ad avere interlocuzioni con comitati ed associazioni che, da tempo ormai, si battono per la Zona Franca, tuttavia, ancora in attesa di esiti circostanziati. In qualità di avvocato, ancor prima di essere eletta consigliera regionale, inviai all’allora Governatore della Regione Sardegna, dott. Ugo Cappellacci, una formale richiesta per dare attuazione a quanto la normativa prevedeva in materia.
«Chiedo immediatamente di avere risposte sia da parte del governatore Solinas che dagli assessori competentiha concluso Carla Cuccudel perché di tali ritardi. Tutto ciò va a danno dei residenti in questi territori che, qualora venissero attuati i decreti, avrebbero numerosi vantaggi dal punto di vista sociale, economico ed ambientale.»

Confermato il taglio del 30% in bolletta per le categorie che lo hanno ricevuto nel 2020 (emergenza Covid), esenzioni per chi si sposa e per chi recupera abitazioni in disuso e agevolazioni per nuclei numerosi, studenti e lavoratori fuori sede. Nella seduta del 27/07/2021 il Consiglio comunale di Sant’Antioco ha approvato il nuovo regolamento sulla Tari e il piano finanziario, mantenendo i costi della gestione del servizio fermi ai livelli dell’anno scorso (1 milione e 700mila euro circa). Le novità sostanziali arrivano dal nuovo metodo di calcolo delle tariffe imposto a tutti i Comuni dalle regole ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Un sistema di calcolo che, nell’ambito della cornice normativa, Uffici comunali e Amministrazione hanno adattato alle esigenze della città, producendo sconti rispetto agli anni precedenti per diverse categorie di contribuenti, dalle attività produttive (commercio, beni non deperibili) ai professionisti, dalle aree scoperte alle concessioni demaniali (specchi acquei), dai nuclei familiari fino a 3 componenti alle camere d’albergo.

Il sistema di tariffazione imposto da ARERA prevede nuovi coefficienti e, soprattutto, il superamento del metodo di pagamento sulla base dei soli metri quadri a favore dell’introduzione di un meccanismo che contempla invece il rapporto tra i metri quadri e i componenti il nucleo familiare. Un sistema che, nel caso specifico di Sant’Antioco, dove gli uffici hanno compiuto un lavoro certosino, in tanti pagheranno meno rispetto agli anni scorsi e solo alcune categorie pagheranno qualcosa in più, e nel quale si inseriscono ben 135mila euro di aiuti finanziari che equivalgono al taglio del 30% direttamente in bolletta per le attività che lo hanno ricevuto anche nel 2020 (emergenza Covid), e un bando pubblico per consegnare agevolazioni sulla Tari ai nuclei familiari da 4 a più componenti (a compensazione, dato che con il nuovo metodo pagano qualcosa in più rispetto al passato) e quelli meno abbienti.

Previsti, inoltre, bonus e sconti: «Grazie anche alla collaborazione con le opposizioni commenta il sindaco Ignazio Locci abbiamo inserito un anno di esenzione per le nuove coppie che convolano a nozze, ben tre anni di esenzione per coloro che andranno a vivere in case recuperate e ristrutturate, e agevolazioni per i nuclei familiari con studenti o lavoratori fuori sede, che dovranno interfacciarsi con gli uffici per certificare la sussistenza dei requisiti e “rimodulare” così il nucleo familiare. Confermate, ancora, le esenzioni per le abitazioni a “uso saltuario”. Guardiamo con fiducia all’anno 2021 perché il lavoro prodotto sulla Tari è la dimostrazione che, nonostante le difficoltà, si può giungere ad abbassare la pressione tributaria, seppur legata a un servizio così importante e oneroso quale è la Tari».

Poste Italiane comunica che, a partire da oggi, 28 luglio, nell’ufficio postale con sportello filatelico di Iglesias Centro (corso Colombo) sarà disponibile una cartolina filatelica dedicata alla “Giornata internazionale dell’Amicizia” istituita nel 2011 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e che si celebra il 30 luglio di ogni anno. Fino al 4 agosto, a Iglesias Centro, sarà disponibile anche un annullo speciale dedicato alla ricorrenza.
L’idea è quella di celebrare l’amicizia tra le nazioni, come fonte di ispirazione per tutti per rafforzare la pace tra i popoli. Le crisi e le sfide della vita si possono affrontare promuovendo uno spirito di solidarietà umana che assume diverse forme e la più semplice è proprio quella dell’amicizia.
Il 30 luglio è anche il giorno perfetto per dimostrare agli amici e alle persone care quanto valgono per noi. Poste Italiane ha voluto dare un contributo realizzando una cartolina “Caro amico ti scrivo”. Un gesto semplice, ma pieno di significato, è quello di spedire una cartolina scritta a mano che rappresenta, nell’epoca dei social network, un oggetto che può essere custodito nel tempo.

Il sindaco di Iglesias Mauro Usai, a nome dell’Amministrazione comunale e di tutta la città esprime cordoglio per la scomparsa del dott. Luciano Ottelli.
Iglesias perde una figura di grandissima rilevanza sia nel campo professionale che in quello della cultura, un geologo unanimemente apprezzato per i suoi lavori e per le sue pubblicazioni, con le quali ha dato un importante contributo all’analisi storiografica e agli approfondimenti tecnici sulle attività estrattive nel nostro territorio.
«Luciano Ottelli negli anni cruciali in cui è stato direttore di Miniere Iglesiente e poi del Parco Geominerario della Sardegna, ha dato un notevole impulso al recupero ed alla riconversione delle aree ex minerarie», ha messo in evidenza il sindaco Mauro Usai.
«Oltre a questo, partecipando agli incontri dell’Associazione Mineraria Sarda e della Scuola Civica di Storia, ha approfondito gli aspetti tecnici e quelli legati alle scienze della terra, presentando con chiarezza la vita ed il lavoro degli uomini e delle donne di miniera.»
«Grazie al suo fondamentale contributo il sito di Porto Flavia ha potuto riaprire le porte ai tantissimi visitatori che ogni giorno scoprono un gioiello del nostro territorio. Da lunedì prossimo potremo riaprire anche il secondo livello di Porto Flavia, con la galleria di base, rendendo il sito visitabile nella sua interezza.
Credo che non esista omaggio migliore di visitare Porto Flavia e di rivolgere lo sguardo al cielo, ricordando Luciano Ottelli e tutto il patrimonio di conoscenze e di passione che ha lasciato dietro di sé.»

Si moltiplicano le manifestazioni di solidarietà per le popolazioni colpite dagli incendi e, nello specifico, gli agricoltori. Il Rotary Club di iglesias ieri ha comprato 45 rotoballe di fieno e le ha spedite a Santu Lussurgiu. La ditta di autotrasporti Deidda di Villamassargia ha fatto il viaggio gratis, ad attendere le balle c’era il sindaco di Santu Lussurgiu Diego Loi e su sua indicazione le rotoballe sono state consegnate alla comunità e distribuite secondo i bisogni rappresentati.

 

E’ morto oggi, all’età di 80 anni (era nato il 30.01.1941), il dottor Luciano Ottelli. Geologo, uomo di grande cultura, docente universitario, è stato negli anni direttore di diverse miniere e società minerarie, amministratore di società pubbliche e private, coordinatore del progetto del Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna, di cui è stato anche direttore.

È autore di diverse pubblicazioni di libri ed articoli sulla cultura mineraria, ha tenuto numerose conferenze presso Centri ed Università italiane e straniere.

La cerimonia funebre si terrà domani, 29 luglio, alle 16.30, alla Cattedrale di Santa Chiara d’Assisi, a Iglesias.

Il presidente del Consiglio Michele Pais ha incontrato i rappresentanti sindacali dei lavoratori della Riverso Spa, azienda che opera nel settore dello smaltimento dei rifiuti.
I sindacalisti hanno evidenziato con preoccupazione i problemi che attraversa l’azienda, a loro giudizio dovuti principalmente all’importo eccessivo, all’incirca pari al fatturato, delle fidejussioni bancarie richieste dalla Regione per il ripristino post-dismissione del sito. L’applicazione rigorosa della normativa di riferimento, basata su un sistema di calcolo matematico che considera la superficie occupata dalla discarica e la sua volumetria, determina secondo i sindacalisti sia l’oggettiva difficoltà di individuare nel mercato creditizio una società disposta a sottoscrivere un contratto di fidejussione sia, di conseguenza, l’impossibilità dell’azienda di proseguire la sua attività.
Dopo gli interventi dei consiglieri regionali Giorgio Oppi (Udc-Cambiamo), Michele Ennas (Lega) e Fabio Usai (Psd’Az), il presidente del Consiglio regionale ha assicurato il massimo impegno per la difesa dell’azienda e dei posti di lavoro, individuando gli strumenti tecnici e normativi più adatti per arrivare in tempi ragionevoli ad una soluzione positiva.

Ci sono anche gli uffici postali di Arbus, Barumini, Burcei, Cortoghiana, Giba, Gonnosfanadiga, Iglesias Centro (Serra Perdosa), Iglesias 1 (via Emanuela Loi), Lunamatrona, Mandas, Maracalagonis, Samassi, San Vito, Sardara, Sarroch, Siliqua, Tratalias, Villaputzu e Villasor oltre alla sede direzionale di via Simeto a Cagliari e ai centri di distribuzione della corrispondenza e dei pacchi di Pula e Quartu Sant’Elena tra quelli interessati dai due progetti progetti, “Led” e “Serbatoi”, finalizzati ad accrescere la sostenibilità ambientale.
«A conferma della rilevanza dei temi ambientali per la nostra strategia, Poste Italiane diventerà un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030aveva ricordato l’amministratore delegato Matteo Del Fante -. L’impegno che abbiamo assunto per la sostenibilità e l’innovazione è un supporto importante per raggiungere gli obiettivi del Paese e dell’Europa.»
Antonio Caria

Ma misi me per l’alto mare aperto…” Si chiude così, sabato 31 luglio, la XIII edizione di Notti a Monte Sirai, con uno spettacolo dedicato al Sommo Poeta, Dante Alighieri, nel 700° anniversario della morte. Uno spettacolo composito, composto ed elegante allo stesso tempo, che andrà in scena il 31 luglio alle ore 21.30, sotto il cielo stellato del parco archeologico di Carbonia, a Monte Sirai. Sarà Michele Mirabella a deliziare il pubblico per l’ultima data in cartellone della manifestazione targata 2021. Il “professore” dallo stile accattivante della televisione italiana, condurrà infatti gli spettatori in un coinvolgente percorso su Dante: un viaggio arricchito da molteplici riferimenti ad altri “grandi” della tradizione letteraria, che fa di questo spettacolo un vero e proprio excursus nella storia della letteratura italiana nei secoli. La narrazione, che si struttura nella forma di chiacchierata con il pubblico, si unisce alla lettura di alcuni passi immortali.

La manifestazione è stata organizzata dall’Amministrazione comunale di Carbonia, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica e il sostegno della Fondazione di Sardegna e della Regione. Lo spettacolo, organizzato dall’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo, aveva tre appuntamenti in calendario: il 18 luglio Stefania Rocca, il 25 luglio Ascanio Celestini, e si chiuderà appunto il 31 luglio, con lo spettacolo di Michele Mirabella.