30 September, 2022
HomeDifesaGuardia CostieraScongiurato il declassamento dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte

Scongiurato il declassamento dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte

Alla fine dello scorso ottobre l’Isola ha ospitato una delegazione composta da rappresentanti del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e dell’Agenzia del Demanio, in visita atta a verificare la situazione logistica dello storico Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte e le condizioni di vita e di impiego del personale militare stanziato.

Al termine dell’incontro, verificate l’esiguità e la vetustà delle strutture a disposizione del Circomare, si era addivenuti all’esigenza di procedere in sinergia per individuare percorribili soluzioni alla rilevata non ottimale situazione logistica dell’Ufficio della Guardia Costiera di Carloforte; l’eventuale inerzia, di converso, avrebbe portato alla necessità di operare un declassamento dell’Ufficio a Ufficio Locale Marittimo, gerarchicamente subordinato, con consequenziali riduzioni numeriche dei militari in servizio e perdita della motovedetta di soccorso in uso al Circomare, utilizzata anche per garantire gli essenziali collegamenti di emergenza con l’Isola madre, frequentemente richiesti dalle autorità sanitarie in mancanza di utili partenze dei traghetti, soprattutto in orario notturno.

A distanza di circa nove mesi, nella giornata del 6 luglio, il sindaco, dott. Stefano Rombi ed il comandante del porto di Carloforte, tenente di vascello Giulio Martorella, hanno nuovamente accolto sull’Isola, analoga delegazione di visita del Comando generale della Guardia Costiera, rappresentata dal Capo Reparto V, Amministrazione e Logistica, capitano di vascello Paolo Lavorenti, accompagnato dal direttore marittimo di Cagliari, capitano di vascello Mario Valente, unitamente al direttore della Direzione Servizi al Patrimonio dell’Agenzia del Demanio di Roma, Ingegnere Massimo Babudri ed alla dott.ssa Rita Soddu, Direttrice dell’Agenzia del Demanio della Sardegna.

La delegazione, nel prendere atto dell’avanzato stato procedurale connesso all’implementazione infrastrutturale del comprensorio militare tabarchino, focalizzato alla razionalizzazione delle strutture disponibili con sensibile attenzione alla gestione dell’energia ed all’efficientamento energetico, ha assistito alla formalizzazione del primo step migliorativo, ossia alla consegna del cantiere di lavoro sito presso l’Osservatorio astronomico alla Ditta, individuata dall’Agenzia del Demanio, che si occuperà dei lavori di riqualificazione dei locali da asservire ad accasermamento dei militari della Guardia Costiera di Carloforte, migliorandone sensibilmente le condizioni di vita.

Successivamente, la delegazione si è spostata presso l’immobile “Villa Gandolfo”, attualmente in consegna a ditta individuata dal Comune per l’ultimazione di lavori di ripristino infrastrutturale propedeutici alla riconsegna all’Agenzia del Demanio e, successiva definitiva assegnazione al Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte, per il trasferimento degli uffici adibiti allo svolgimento dei servizi di istituto del Corpo delle Capitanerie di porto.

Il Sindaco ed il Comandante del porto, a margine del momento di condivisione e di incontro, hanno espresso estrema soddisfazione sull’andamento del processo di potenziamento infrastrutturale dell’Ufficio Circondariale Marittimo, garantendo, come sinora fatto, il massimo sinergico impegno a cooperare per l’imprescindibile mantenimento dei servizi di Guardia Costiera nell’ambito del Circondario marittimo a beneficio della comunità tabarchina, riqualificando, al contempo, infrastrutture sinora non utilizzate.

Al via, a Iglesias,
La comunità di Giba

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT