10 August, 2022
HomeCronacaIncendi ad Assemini e Decimomannu: un 41enne finisce agli arresti domiciliari

Incendi ad Assemini e Decimomannu: un 41enne finisce agli arresti domiciliari

Il Corpo forestale ha eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 41enne di Assemini ritenuto responsabile di almeno due incendi boschivi​ ad Assemini e Decimomannu. I fatti risalirebbero allo scorso 28 giugno, quando sei​ incendi hanno interessato i territori comunali di Assemini, Uta e​ Decimomannu.​
Tra le varie segnalazioni al 1515, ne è pervenuta una da una coppia di cittadini, i quali si trovavano in località Terramaini – agro di​ ​Decimomannu, in prossimità della strada statale 130. ​In tale sito, i segnalanti, riferiscono dal Corpo forestale, avevano distintamente notato una persona china sul piano di campagna, intenta ad appiccare delle fiamme evolutesi in incendio. I cittadini fornivano all’operatore del 1515 una serie di ulteriori preziose informazioni circa il veicolo fuoristrada​ con il quale​ l’individuo si allontanava dalla zona.

Poco dopo, in località Grogastu, ​diversi incendi interessano l’agro di Uta ed Assemini. I componenti di una squadra di volontari​ di Capoterra,​ chiamati​ dal Centro Operativo Provinciale per lo spegnimento,​ sempre secondo il loro racconto, avrebbero notato un veicolo uscire a forte velocità da una strada di penetrazione rurale. Dalla direzione di provenienza del mezzo, in​ pochi istanti si sarebbe sviluppato un ulteriore incendio​ che presto assumeva vaste proporzioni. L’auto avvistata dai volontari, un fuoristrada, era la stessa​ guidata dal presunto incendiario, notata poco tempo prima dalla coppia.​
Con gli incendi ancora in corso,​ è intervenuto il nucleo specialistico investigativo del Corpo forestale dell’Ispettorato di Cagliari, che ha raccolto le informazioni individuando l’auto e la persona. A seguito di un’accurata​ perquisizione nel mezzo fuoristrada,​ oltre a diversi accendini​ tutti funzionanti, è stata trovata una bustina aperta contenente tre frammenti di materiale infiammabile tipo “diavolina”. L3 immagini delle telecamere di sorveglianza​ della zona, avrebbero confermato le segnalazioni.​

Gli elementi probatori​ raccolti​ dal nucleo investigativo​ univoci e concordanti nell’individuare l’uomo come presunto responsabile di almeno due dei 6 incendi che tra le ore 14.00 e le ore 16.00 hanno interessato l’agro di Decimonannu, Uta ed Assemini.

Antonio Caria

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Sono 1.873 i nuovi p
Venerdì 5 agosto, 

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT