7 December, 2022
Home2022Novembre (Page 3)

Si terrà domani, lunedì 28 novembre, alle 15.00, nella sala conferenze del Consorzio Ausi di Iglesias (palazzina Bellavista Monteponi), la conferenza stampa di presentazione del VI Laboratorio internazionale di architettura e paesaggio (VI International workshop of landscape and architecture).

In programma fino al 3 dicembre, l’iniziativa è promossa dall’Ausi in collaborazione con il Dipartimento di ingegneria Civile, Ambientale e Architettura dell’Università degli studi di Cagliari.

Il laboratorio verrà presentato da Mauro Usai, presidente del Consorzio AUSI e sindaco di Iglesias, Pietro Morittu, sindaco di Carbonia, e dal professor Giorgio Massacci, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura dell’Università di Cagliari.

Ieri mattina un gruppo di volontari coordinati dal Comitato di quartiere di Serbariu ha iniziato i lavori di pulizia del cimitero monumentale di Serbariu.

In poche ore di lavoro sono riusciti a ridare dignità ad un bene storico identitario che rappresenta un’importante testimonianza del nostro passato. In questo camposanto riposano centinaia di serbariesi e carboniensi dalla metà dell’ottocento al 1942 circa.

«Siamo convinti che la pulizia dei luoghi pubblici debba essere fatta dagli organi preposti (comune o ditte) e per questo chiederemo al Comune di includere il vecchio cimitero all’interno delle aree da valorizzare e sottoporre a periodica manutenzione si legge in una nota del Comitato di quartiere -. Allo stesso modo chiederemo ai cittadini del quartiere di adottare questo “luogo del cuore” e di prendersene cura, ritornando periodicamente sul posto e vigilando affinché venga rispettato da tutti. Ci vorranno ancora diverse ore di lavoro e per questo ci ritroveremo nuovamente sabato 3 dicembre alle 8.00 per continuare l’opera di sistemazione.»

 

Sono 296 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 967 tamponi eseguiti, 1 diagnosticato da molecolare, 295 da antigenico.

E’ rimasto ancora invariato il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, 3.

I pazienti ricoverati in area medica sono 93 (+1).

Sono 6.554 le persone in isolamento domiciliare (+104).

Si registra un decesso nella ASL di Sassari.

Sono 352 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 2.212 tamponi eseguiti, 14 diagnosticati da molecolare, 338 da antigenico.

E’ rimasto invariato sia il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, 3, sia quello dei pazienti ricoverati in area medica, 92.

Sono 6.450 le persone in isolamento domiciliare (-26).

Si registra un decesso nella ASL di Sassari.

La prova scritta, relativa al concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di un posto a tempo pieno e indeterminato di ingegnere ambientale al comune di Carbonia, è stata fissata martedì 13 dicembre 2022 alle ore 10 presso la sala polifunzionale in piazza Roma. I candidati devono presentarsi muniti di valido documento di identità. Per i dettagli si può consultare l’avviso integrale pubblicato sul sito del comune di Carbonia al seguente link:

https://www.comune.carbonia.su.it/amministrazione-trasp/bandi-di-concorso/item/4726-concorso-pubblico-per-titoli-ed-esami-per-la-copertura-di-n-1-posto-a-tempo-pieno-e-indeterminato-di-istruttore-direttivo-tecnico-ingegnere-ambientale-categoria-d1

La Giunta regionale istituisce l’Unità di Progetto “PNRR Sardegna”, che resterà operativa fino al 31 dicembre del 2026 in linea con l’articolazione temporale del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

«Pronti a cogliere ogni opportunità offerta dal PNRR, a spendere al meglio tutte le risorse disponibili per la crescita economica della Sardegna. In un momento delicato e in un contesto storico difficile come quello attualespiega il presidente della Regione, Christian Solinassiamo chiamati a gestire nel modo migliore, piu’ rapido ed efficiente le risorse e a promuovere i progetti riconducibili a questo fondamentale strumento ideato dall’Europa per rimuovere il grande gap infrastrutturale tra Nord e Sud del Paese. Il PNRR prevede una importante dotazione finanziaria a fondo perduto affinché l’indice che segna questo gap venga ridotto. Il PNRR – prosegue il presidente Christian Solinas – rappresenta certamente un’occasione storica per la nostra Isola, e  proprio per questo ci chiama alla responsabilità, richiede fermezza e competenza nelle decisioni, lungimiranza nell’azione. Nasce da queste esigenze la necessità di costituire una Unità di progetto temporanea dedicata all’attuazione del Piano nazionale e dei progetti strategicievidenzia il presidente della Regione in maniera tale che ci sia un’articolazione organica capace di gestire al meglio le risorse. Criticità, suggestioni, proposte, interrogativi passeranno da un soggetto unico strutturato che sarà il riferimento più vicino e utile a tutti i soggetti coinvolti nell’attuazione dei progetti.»

Incardinata presso la Presidenza della Regione, l’Unità di progetto avrà infatti competenze dirette e fondamentali per la gestione delle risorse e gli investimenti che ne scaturiranno, tra cui la gestione unitaria del PNRR impattante sul territorio regionale; le attività di coordinamento unitario dei finanziamenti PNRR delegati alla Regione Sardegna; le attività di coordinamento tecnico e di monitoraggio dei progetti di cui risultano titolari la Regione o gli enti e società regionali; la verifica della coerenza delle attività in relazione ai programmi nazionali ed europei; la partecipazione alla Cabina di Regia per la programmazione unitaria per le politiche di sviluppo; la gestione della comunicazione, in coordinamento con il Servizio Comunicazione istituzionale della Direzione generale della Presidenza.

Per garantire la piena ed immediata funzionalità della struttura e dare continuità all’attività finora svolta verrà assegnato un contingente, in fase di primo funzionamento, composto da 4 unità di personale interno, oltre al responsabile dell’Unità che verrà scelto tramite apposito avviso, al momento individuato nell’attuale coordinatore della Segreteria Tecnica.

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Carbonia Iglesias è più volte entrato nel merito della figura dell’infermiere di famiglia e di comunità, prevista dal DL 34/2020, che sta crescendo un po’ ovunque in Italia tranne che in regione Sardegna.

Per il raggiungimento degli obiettivi del Piano Socio Sanitario 2022/2024, vi sono risorse economiche da stanziare con la prossima ed imminente Legge Regionale Omnibus 2 per i Master “Infermiere di Famiglia e di Comunità”, formazione post laurea di I e/o II livello.

La Regione Sardegna ha previsto un infermiere di comunità ogni 2.000-2.500 abitanti, per il Sulcis Iglesiente ne occorrerebbero quindi almeno n. 50, e sul punto abbiamo il 23 novembre scorso chiesto alla Direzione Generale dell’Assessorato della Sanità, durante uno specifico incontro, di dedicarci e riservare attenzione a garanzia della formazione degli IFeC che ci sono necessari.

A sostegno dei Master “Infermiere di Famiglia e di Comunità” ci eravamo in tempi non sospetti già mossi nel 2019 con il consorzio AUSI di Iglesias e l’Università di Cagliari, arrivando quasi in dirittura d’arrivo prima dell’esplosione della pandemia.

Il Master per l’Infermiere di Famiglia e Comunità rappresenta lo sviluppo di competenze specialistiche, ha certezza di spendibilità operativa, è immediatamente attivabile e finanziabile, certifica abilità avanzate, è di impatto e utilità notevole per il territorio che insiste in ASL 7 Sulcis Iglesiente.

Confidiamo che tutti i portatori d’interesse nel Sulcis Iglesiente ad iniziare dai 23 Sindaci possano sostenere la tenuta del Master direttamente nel territorio e per il territorio piuttosto che in sedi lontane dagli ambiti che insistono nel confini della nostra Azienda Socio Sanitaria Locale.

Per il Consiglio Direttivo, il presidente Graziano Lebiu, infermiere

Dopo il successo dell’edizione 2021, si ripete l’appuntamento benefico con l’Arte della Tavola, la cena di beneficenza a favore dell’associazione BePositive che si terrà venerdì 2 dicembre nell’elegante palazzo del “Conservatorio delle figlie della divina provvidenza” in piazza Indipendenza 8, in Castello, a Cagliari.

Nel bellissimo scenario storico risalente al 1830 sarete accolti con un cocktail di benvenuto. Si potrà degustare l’aperitivo ammirando il panorama della città dalle meravigliose terrazze della struttura, messa a disposizione dall’Istituto di radiologia Deriu. A seguire. si terrà la cena preparata dallo chef Alessandro Taras, le cui creazioni saranno abbinate ai vini offerti dalla cantina Ferruccio Deiana, presentati per l’occasione dalla sommelier Rossella Casula. Per concludere in dolcezza Manolo Fenza della Pasticceria Eden offrirà il dolce.

La serata sarà accompagnata in musica dal maestro Juri Deidda al sax e dalle voci di Veronica Perseo, vincitrice del programma televisivo “Tale e quale show” e del direttore artistico Marco Marongiu.

«Siamo grate di venire ospitate dall’”Istituto Radiologia Deriu”, che ha messo a disposizione gratuitamente l’intero palazzo per la magica serata», sottolineano dall’associazione BePositive. L’evento è organizzato dalla food blogger Vannisa Biggio e dall’organizzatrice di eventi Antonella Carta, grazie al supporto di tanti fornitori sardi che hanno contribuito con la loro generosità alla riuscita del progetto.

Il ricavato della serata verrà in parte devoluto all’associazione BePositive (per il Progetto Mammografie) e in parte alla Caritas di Cagliari.

Il derby del Sulcis Iglesiente ha detto Carbonia. La squadra di Diego Mingioni ha centrato la seconda vittoria esterna in 6 giorni, dopo l’impresa compiuta sul campo della capolista Sassari Calcio Latte Dolce, ottavo risultato utile consecutivo, che la proietta al sesto posto in classifica, a pari punti con Ghilarza e Bosa.
L’Iglesias ha perso la sesta partita consecutiva, la quinta della nuova gestione tecnica di Andrea Marongiu, che non modifica la posizione di classifica, 15ª, ma acuisce la crisi di gioco e, soprattutto, d’identità. Il derby, al di là del risultato finale di 3 a 1, maturato nel secondo tempo, ha confermato quanto si sapeva già alla vigilia:
oggi il Carbonia è una squadra, giovane e fresca, che gioca un bel calcio e, con il passare delle giornate, cresce e riesce a mettere sempre più a frutto quanto produce;
l’Iglesias, viceversa, è una squadra non ancora sbocciata, costruita sull’onda dell’entusiasmo creato dalla promozione, con grande generosità dalla società guidata dal presidente Giorgio Ciccu, ma priva delle fondamenta che oggi deve avere un progetto vincente nel campionato di Eccellenza regionale. Tra qualche giorno si apre il mercato di riparazione e l’Iglesias sarà protagonista. La rosa verrà profondamente cambiata e, soprattutto, ringiovanita, alcune operazioni sono state già concluse, sia in entrata sia in uscita e verranno ufficializzate nei prossimi giorni. L’Iglesias ha ritrovato l’Eccellenza regionale dopo quindici anni e non vuole assolutamente perderla.
Nonostante l’evidente diverso stato in cui si trovano le due squadre, la partita nel primo tempo è stata sostanzialmente equilibrata. Il Carbonia si è fatto vedere dalle parti di Fabio Toro al 7′ con Niccolò Agostinelli, fermato da un intervento del capitano rossoblù Daniele Porcu, ma è stata l’Iglesias ad andare per prima vicinissima al vantaggio al 10′ con Silvio Fanni che con una splendida rovesciata ha esaltato le doti acrobatiche del portiere biancoblù Adam Idrissi, che con un balzo felino ha spedito in calcio d’angolo.
Il Carbonia ha replicato quattro minuti dopo con Andrea Porcheddu con una conclusione molto insidiosa, neutralizzata dalla risposta sicura di Fabio Toro.
Poche emozioni fino al riposo, con il Carbonia abile nella fase di costruzione ma scarsamente incisivo davanti, se si eccettua un colpo di testa di Mattia Pitzalis che ha spedito il pallone poco alto oltre la traversa a portiere battuto, e l’Iglesias più disposta al gioco in verticale, con la difesa del Carbonia sempre pronta nelle chiusure con la coppia di centrali formata da Federico Cappelli e Ayrton Hundt.
Al 10′, l’episodio che dà la svolta alla partita: Fabio Toro e Daniele Porcu contrastano Niccolò Agostinelli, l’arbitro sembra non intervenire, in area si crea un parapiglia con una grande confusione, che il direttore di gara risolve estraendo il cartellino rosso per Fabio Toro, pare per un fallo di reazione, e decretando il calcio di rigore per il Carbonia.
Fabio Toro lascia il campo protestando per le decisioni dell’arbitro ma viene ripreso duramente dal tecnico Andrea Marongiu che capisce l’importanza dell’accaduto, destinato a compromettere tutti gli sforzi fatti fin lì per cercare di interrompere la serie negativa con almeno un punto, assai prezioso per la classifica e per risollevare il morale di tutto l’ambiente. Dentro il secondo portiere, l’ex Valerio Bigotti, nelle ultime due stagioni al Carbonia in serie D. Si porta sul dischetto Niccolò Agostinelli che con freddezza trasforma e porta in vantaggio il Carbonia.
La partita è nervosa, l’Iglesias in dieci uomini non vuole perdere, Andrea Marongiu fa alcuni cambi e proprio uno dei nuovi entrati, Stanislao Lepore, alla mezz’ora, trova il varco giusto e, approfittando di una delle poche distrazioni della difesa del Carbonia, mette il pallone alle spalle di Adam Idrissi.
Il Carbonia accusa il colpo ma reagisce immediatamente ed impiega solo 3′ a riportarsi avanti nel punteggio: calcio d’angolo da sinistra di Andrea Porcheddu, Mattia Mura non riesce a controllare Nicola Muscas che senza neanche saltare impatta di testa con grande forza il pallone e lo spedisce alle spalle di Valerio Bigotti.
Per l’Iglesias, che dopo il goal del pareggio sperava addirittura di poter tentare il clamoroso sorpasso, è una mazzata tremenda, da ko. I rossoblù ci provano ancora ma in contropiede, con la superiorità numerica, il Carbonia va alla ricerca del terzo goal che trova al 92′ con lo scatenato Fabio Mastino, per il definitivo 3 a 1!
Iglesias: Toro, Sirigu, Mura Mattia, Piras, Porcu, Mancusi, Kouadio, Illario, Suella, Fanni, Luciano. A disposizione: Bigotti, Todde, Biancu, Mura Samuel, Murtas, Lepore, Fadda, Doneddu, Cubadda. All. Andrea Marongiu.
Carbonia: Idrissi, Mastino, Serra, Hundt, Cappelli, Mancini, Agostinelli, Porcheddu, Porru, Pitzalis, Muscas. A disposizione: Kirby, Orrù, Prieto, Dore, Pintus, Deluna, Monteiro, Cocco, Sartini. All. Diego Mingioni.
Arbitro: Claudio Pili di Cagliari.
Assistenti di linea: Francesco Serusi di Oristano e Nicolò Pili di Cagliari.
Reti: 57′ Agostinelli (C) su calcio di rigore, 75′ Lepore (I), 78′ Muscas (C), 92′ Mastino (C).
Note: espulso al 55′ Toro (I).
Interviste agli allenatori Andrea Marongiu (Iglesias) e Diego Mingioni (Carbonia).

Ritorna il derbyssimo del Sulcis Iglesiente, tra Iglesias e Carbonia, nella sedicesima giornata del girone d’andata del campionato di Eccellenza regionale. Le due squadre si ritrovano in Eccellenza a distanza di oltre tre lustri, mentre si sono affrontate quattro anni fa in Promozione regionale e, nel corso dell’attuale stagione, nella prima fase eliminatoria della Coppa Italia, con una vittoria per parte e la qualificazione del Carbonia al turno successivo grazie al goal realizzato in trasferta (3 a 0 in casa, 1 a 3 in trasferta).

Le due squadre arrivano a questo appuntamento con un diverso ruolino di marcia. Il Carbonia è in serie positiva da sette giornate (3 vittorie e 4 pareggi) ed è reduce dall’impresa sul campo della capolista Latte Dolce. E’ ottavo in classifica, con 20 punti. L’Iglesias è reduce da ben cinque sconfitte consecutive, quattro sotto la nuova gestione tecnica di Andrea Marongiu, grande ex di turno (alla guida del Carbonia tre anni fa ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza ed ha conquistato la promozione in serie D), e con 14 punti è scivolata al 15° posto in classifica.

Dirige Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Francesco Serusi di Oristano e Nicolò Pili di Cagliari.

Riparte il testa a testa al comando della classifica tra Latte Dolce e Budoni, ma gli ultimi risultati hanno riportato sotto l’Ossese che ora vede da vicino le due capolista, distanziata di due soli punti.

La sedicesima giornata del campionato di Eccellenza, anticipata quasi interamente al sabato, vede le tre squadre impegnate in trasferta: il Latte Dolce, desideroso di riscattare la prima sconfitta stagionale subita domenica scorsa in casa con il Carbonia, affronta il derby sassarese con il Li Punti; il Budoni, appena ritornato in vetta, gioca sul difficile campo della Tharros di Giampaolo Murru; l’Ossese, unica a giocare domenica, sarà di scena a Monastir, contro una Kosmoto rilanciata dalla vittoria ottenuta sul campo del Li Punti.

Il Taloro Gavoi di Mario Fadda, in crescita, gioca sul campo del Sant’Elena, la Villacidrese cerca il riscatto, in casa con il Bosa, dopo lo 0 a 4 di Calangianus. Quest’ultima gioca sul difficile campo del Ghilarza.

Completano il programma della giornata, le partite San Teodoro Porto Rotondo-Arbus e Ferrini-Nuorese. Riposa il Lanusei.