6 February, 2023
HomeTrasportiL’Amministrazione comunale di Carloforte ha parzialmente ridefinito gli importi del contributo di sbarco per l’anno 2023

L’Amministrazione comunale di Carloforte ha parzialmente ridefinito gli importi del contributo di sbarco per l’anno 2023

L’Amministrazione comunale di Carloforte ha parzialmente ridefinito gli importi del contributo di sbarco per l’anno 2023.

I nuovi importi sono i seguenti:

– mesi di aprile, maggio e ottobre 2,50 euro;

– mesi di giugno, luglio e settembre 4,00 euro:

– mese di agosto 5,00 euro;

– mesi di gennaio, febbraio, marzo, novembre e dicembre 1,50 euro (invariato).

Rimangono invariate tutte le indicazioni sulle esenzioni attualmente in vigore, reperibili nel sito del comune di Carloforte.

A tal fine, per poter consentire agevolmente il rinnovo annuale dei certificati di esenzione per l’anno 2023, possono essere utilizzati i documenti rilasciati nel 2022 limitatamente ai mesi di gennaio e febbraio 2023. Improrogabilmente, dal 1° marzo 2023, verranno ritenute valide le sole certificazioni rilasciate nell’anno 2023.

Dal 9 gennaio 2023 è possibile procedere per il rinnovo delle esenzioni, rivolgendosi presso l’Ufficio tributi sito al Piano Terra del Palazzo comunale, in via Garibaldi 72, ai seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30; il martedì ed il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30; o contattando lo stesso ufficio ai numeri: 0781 8589271 – 8589274 o tramite mail: g.peloso@comune.carloforte.ca.it .

Anche per l’anno 2023 a seguito del finanziamento della Regione Sardegna, verranno rese disponibili le tariffe scontate per i non residenti con modalità e tempistiche che verranno successivamente comunicate.

Gli aumenti degli importi del contributo di sbarco sono stati motivati dall’Amministrazione comunale da «la necessità di voler procedere all’implementazione sulla qualità degli interventi in materia di: raccolta e smaltimento dei rifiuti, interventi di recupero e salvaguardia ambientale nonché interventi relativamente ai servizi turistici offerti nell’ambito dei settori turismo, cultura, polizia locale, mobilità nonché dei relativi servizi pubblici locali»; e dalla «necessità per quanto succitato di garantire un gettito in Entrata stimato intorno alla somma di 650.000 euro, tenuto conto dell’andamento della riscossione del contributo nell’annualità 2022 che si attesta intorno alla cifra di euro 420.000».

FOLLOW US ON:
Sono 576 i nuovi pos
Poste Italiane ha in

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT