18 July, 2024
HomeSpettacoloSarà Matteo Leone ad aprire la nuova edizione di Jazzin’ Family – La Musica che gira in Tondo

Sarà Matteo Leone ad aprire la nuova edizione di Jazzin’ Family – La Musica che gira in Tondo

Sarà Matteo Leone ad aprire la nuova edizione di Jazzin’ Family – La Musica che gira in Tondo dedicato all’inizio della vita e che quest’anno per la prima si rivolge completamente alle mamme in gravidanza, domenica 16 giugno, al Teatro Massimo di Cagliari, ore 11.00 (M3).

. Un progetto prezioso e originale per Jazzin’ Family, inserito nel segmento di Jazz in Sardegna, e che sin dai suoi esordi è dedicato all’inizio della vita e alla primissima infanzia.

Come sempre in prima linea la musicoterapeuta Francesca Romana Motzo, ideatrice della rassegna, che indaga su come la musica, percepita come esperienza fruita dal vivo, debba essere scelta e proposta pensando a un pubblico così delicato e importante per il futuro di una comunità. Il concerto è il primo di una rassegna musicale dedicata alle madri in gravidanza, aperta anche alle sorelle e ai fratelli maggiori, che si occupa dell’inizio della vita fin dal momento dell’attesa e che fa dell’inclusione, una condotta fortemente rappresentativa a livello culturale.

«L’ascolto della musica durante la gestazione è un’esperienza totalizzante che produce benessere, ancor più se avviene dal vivo – spiega Francesca Romana Motzo – L’esperienza di fruizione condivisa, attiva infatti il corpo percettivo della madre rafforzando la relazione sia col feto che col bambino. La musica diviene forte espressione di comunità e di identità, segnando ogni momento importante della vita, sia individuale che gruppale, generando connessioni a più livelli. Fino ad oggi abbiamo pensato di coinvolgere in modo intenso il pubblico dei bimbi più piccoli e dei loro genitori, ma in questa occasione, interagiremo in modo sensibile sulla prenatalità.»

In questo primo concerto dedicato ai genitori in attesa, si è dunque cercato collaborare con musicisti sensibili, disposti ad onorare la vita stessa con uno strumento profondo, intenso e poetico, come solo la musica può risultare. A salire sul palco sarà il tabarchino Matteo Leone con Saada, gruppo di studio di musica tradizionale che molto velocemente si è evoluto in un collettivo di world music e che fa capo alla musica Magrebina, con particolare riguardo verso la musica Marocchina e la musica Gnawa. Il quartetto in scena è composto da Matteo Leone (chitarra, guembri, percussioni, voce), Brahim Khamlichi (khamanjah, oud, percussioni, voce), Vincenzo Mazza (percussioni) Carlo Spiga (launeddas e live electronic).

La Musica che gira in Tondo, progetto nato dalla collaborazione tra l’associazione Contattosonoro e l’etichetta S’Ardmusic, intende narrare la storia di un viaggio in grado di aprire orizzonti, portando con sé il concetto di musica come strumento dinamico, relazionale, capace di comporre, scomporre e ricomporre forme esperienziali musicali che aderiscono profondamente alla natura umana.

 

Nora, archeologia e
E' stato inaugurato

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT