25 June, 2021
HomePosts Tagged "Ada Lai"

«Una squadra di donne per la ripresa della Sardegna dopo il Covid-19.»

È questo il tema della conferenza stampa promossa da Azzurro Donna Sardegna. Ad annunciare l’iniziativa è la coordinatrice regionale di Azzurro Donna, Ada Lai. Il “battesimo” della nuova squadra vede la partecipazione della coordinatrice nazionale di Azzurro Donna, Catia Polidori, del coordinatore regionale di Forza Italia, Ugo Cappellacci, dell’assessore regionale al Lavoro Alessandra Zedda e degli altri rappresentanti locali e regionali di Forza Italia.

«Azzurro Donna nasce dalla volontà del presidente Silvio Berlusconi di affidare alle donne del partito non solo la valorizzazione dei temi che concernono l’universo femminile, ma anche un moderno contatto col territorio, fatto di ascolto e di proposte, di impegno e di idee, per migliorare la nostra comunità – afferma Ada Lai -. >Valorizzeremo quindi il ruolo della donna, nell’ottica della parità di genere, e lotteremo contro ogni disparità, ingiustizia, violenza. Venti donne “guerriere”, affiancate da tutte le elette nelle istituzioni e da tutti gli uomini del partito, che hanno alle spalle storie professionali e politiche che spaziano in tutti i settori della società.»

Ada Lai prosegue annunciando “Sardegna Respira”, la proposta di Azzurro Donna Sardegna: «Il rilancio della Sardegna parte dai valori liberali e progressisti di Forza Italia, che concernono il Lavoro, la fiscalità, la burocrazia, l’efficienza dei servizi, la valorizzazione dell’Ambiente, la formazione la sicurezza, la Sanità e la Famiglia. In tale ottica la proposta innovativa che intendiamo portare avanti riguarda uno “shock fiscale”, che interessa chi voglia aprire qualsiasi nuova attività e dia la possibilità di creare lavoro senza l’incubo dell’oppressione statale. A tal fine – prosegue Ada Lai – prendendo esempio dalla lotta che Ugo Cappellacci ha condotto contro la fiscalità fino ad arrivare alla Zona Franca, e dall’impegno dell’assessore del Lavoro Alessandra Zedda nel tutelare l’occupazione in tutti i settori, proporremo l’esclusione totale da ogni tassa, imposta o balzello per i primi tre anni a ogni nuova attività produttiva, compresi i contributi dei nuovi lavoratori. Una norma innovativa – conclude Ada Lai -, che si affianchi ai doverosi aiuti a favore di tutte quelle attività già in essere e fortemente provate da questa crisi, che non necessita di ulteriori stanziamenti pubblici, e che consentirà alla Sardegna di respirare, tutelando soprattutto donne e giovani, gli anelli più deboli della catena lavorativa».

[bing_translator]

Arriva in Sardegna il fenomeno editoriale della Nicla Edizioni, casa editrice d’arte nata nella community dell’Horticultural System italiano, l’affascinante mondo che ruota intorno ai giardini storici, al gardening e ai coloratissimi flower show. Incontri e scambi d’idee per promuovere la cultura del verde e riscoprire il patrimonio botanico italiano.

Venerdì 13 settembre alle ore 18.00 presso le strutture del garden center Sgaravatti Group a Capoterra (Cagliari) il Garden Club Associazione Amici del Giardino di Sardegna, presenterà l’ultimo libro di Nicoletta Campanella “Grandi giardiniere d’Italia – I volti, le essenze, la storia” edito da Nicla edizioni e dedicato ad alcune tra le più grandi personalità femminili protagoniste del giardinismo italiano.

A fare gli onori di casa, Rosi Sgaravatti – in veste di presidente dell’Associazione Amici del Giardino di Sardegna – che presenterà il volume insieme all’autrice Nicoletta Campanella. L’incontro vedrà anche la presenza di Maria Sias, Ada Lai e dell’Assessore al Verde del Comune di Cagliari Paola Piroddi.
L’incontro sarà moderato dalla giornalista Rai Flavia Corda.
L’ingresso è libero.

 

[bing_translator]

Sabato 8 giugno, alle 10.30, a Villa Carboni (Via San Michele, 60), verrà presentato “Memorie di un anello”, il nuovo libro di Ada Lai, edito da Palabanda Edizioni.

Dalla Corsica alla Sardegna, prima in Gallura e, infine, a Cagliari, con i sentimenti più profondi che solo il capoluogo isolano sa stimolare e coltivare.

Un racconto che parte dal 1700, con vicende appassionanti e personaggi che si intrecciano con un robusto filo che li tiene insieme, e con un simbolo, un anello, che passando di mano in mano narra la sequenza di generazioni in un percorso dettato da una tradizione familiare divenuta nel tempo una romantica legge da rispettare con orgogliosa convinzione.

Alla presentazione del libro, insieme all’autrice, interverranno Maria Francesca Chiappe e Gianni Filippini, celebri giornalisti e scrittori, mentre le letture saranno affidate a Lia Careddu, con l’accompagnamento della preziosa musica di Nicola Agus e i video realizzati da Daniela Zedda, autrice anche della copertina del libro.

“Memorie di un anello” è la seconda opera di Ada Lai, già autrice de “La straordinaria storia Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna”, libro che ha ricevuto numerosi consensi.

[bing_translator]

La straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis diventa uno spettacolo teatrale. Domenica 22 aprile, a Cagliari, alle ore 18,30, presso il Centro di Produzione per lo Spettacolo “Intrepidi Monelli” (Viale Sant’Avendrace, 100) andrà infatti in scena “Un dono prezioso”, opera musico teatrale dedicata alla figura di Donna Francesca, protagonista del romanzo di Ada Lai (Palabanda Edizioni) da cui lo spettacolo trae spunto.

Un altro importante omaggio che viene fatto all’incredibile ed affascinante vita di Francesca Sanna Sulis, testimonianza di eccellenza e di talento. Una figura complessa, da scoprire e rivalutare anche alla luce del suo impegno in favore dei diritti delle donne. Una nobildonna vissuta nel Settecento in Sardegna. Nata a Muravera nel 1716, morì a Quartucciu nel 1810, e fu un’importante imprenditrice della seta, benefattrice, abile comunicatrice e stilista famosa in tutta Europa. Alla sua morte lasciò tutti i suoi beni ai poveri con un Pio Legato. 

La rappresentazione che andrà in scena domenica prossima, nata da un’idea dell’associazione culturale “Casa di Suoni e Racconti” in coproduzione con l’associazione “La Fabbrica Illuminata” e la preziosa collaborazione di Palabanda Edizioni, è tratta dal libro di Ada Lai “La Straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis, Donna di Sardegna”.

Uno spettacolo ispirato dall’incontro artistico tra il musicista e compositore Andrea Congia e l’attrice e cantante Elena Pau, grazie anche alle preziose ricerche dello studioso Lucio Spiga, ai componimenti dei poeti di Quartucciu Olata e Raffaele Piras, e al testo in versi di don Antonio Purqueddu dedicato alla coltivazione dei bachi da seta in Sardegna nel ‘700.

[bing_translator]

“Trame di vita”, l’evento di Palabanda Edizioni, torna a Cagliari per una serata all’insegna della cultura. Il 4 maggio alle ore 17,30, presso la sala della Società degli Operai, in via XX Settembre 80, verrà presentato il libro “La straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna”, scritto da Ada Lai.

Una serata targata Gli Amici del Libro, visto che il romanzo storico, che sta riscuotendo sempre più successo, verrà presentato proprio nella sede dell’associazione che da anni punta i riflettori su quel che arte, letteratura, storia, tradizioni raccontano di Cagliari e della Sardegna.

Il libro di Ada Lai rappresenta un omaggio alla straordinaria figura di Donna Francesca (famosa stilista, grande imprenditrice e abilissima comunicatrice), tramandata oralmente dalle donne di Muravera e Quartucciu.

Nel corso della serata interverranno, oltre all’autrice del romanzo, anche la presidente de “Gli Amici del Libro”, Maria Grazia Vescuso, mentre le letture saranno affidate alla magistrale interpretazione di Lia Careddu, attrice che opera nel territorio regionale della Sardegna, nazionale e internazionale da oltre trent’anni.

[bing_translator]

Si terrà a Cagliari, domenica 2 aprile, presso il “Parco di Monte Claro”, il Lions Day 2017, evento che racchiude una serie di manifestazioni con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi e sulle attività che vengono portate avanti dai Lions in ogni distinta realtà territoriale.

Anche quest’anno l’evento è organizzato dal Lions del Distretto 108L, e sarà incentrato sui temi dell’Ambiente, dell’Alimentazione, dei Giovani, della Vista e del terremoto (Amatrice e Norcia).

Grande importanza, nel corso della giornata a Monte Claro, rivestirà la campagna “Prevenzione sanitaria”, con l’esecuzione di specifici screening tra i quali tonometria e pachimetria (glaucoma), dermatologia, diabetica, diabete, massa grassa/massa magra.

Importante anche la campagna per la raccolta dei medicinali e per la raccolta degli occhiali usati.

Il Lions Day del Centenario, grazie al corale coinvolgimento di tutti i Lions delle due Circoscrizioni della Sardegna che con il loro lavoro contribuiranno alla riuscita della manifestazione, avrà una significativa rilevanza regionale e costituirà degno preambolo al prossimo Congresso di Primavera, che si terrà a Cagliari all’inizio del mese di maggio, e che avrà la sua massima espressione con l’elezione di Rocco Falcone quale nuovo Governatore del Distretto 108L.

Sarà una giornata di festa, dunque, con l’obiettivo di rendere visibile a tutti l’importante attività svolta dai Lions, e sono invitati tutti i cittadini che in questo modo, a partire dalle ore 9.00, potranno trascorrere una giornata all’aria aperta in famiglia, grandi e piccini.

Le attività che sono state inserite nel cartellone della manifestazione sono molteplici e risultano articolate in sei sezioni.

Sezione Ambiente e Cultura:

Esperienze maturate dai Lions con i Service: “Casa Accoglienza Lions“, “ALITEMO”, “La terra continua a tremare -Amatrice e Norcia”, “Help Emergenza Lavoro”, “Brigata Sassari”, “Lions Quest”, “Raccolta occhiali usati”, “Cani Guida dei Lions dal 1959″, “Libro parlato”, “Vediamo insieme – Adotta un ipovedente”, “Recupero di strutture storiche, monumentali ed artistiche”;

Momenti d’intrattenimento in ambito culturale;

Esposizione essenze arboree e arbustive tipiche della nostra isola che verranno messe gratuitamente a disposizione dall’Ente Foreste;

Esposizioni florovivaistiche da parte di Aziende leader nel settore;

Mostre arti e mestieri (pittura, ceramica, cestineria, intarsio, scultura, etc.);

Esposizioni enogastronomiche ed artigianali con la partecipazione di produttori locali;

Esposizioni e sfilate produzioni artistiche con la partecipazione delle eccellenze isolane con particolare riguardo agli stilisti, agli artigiani orafi, produttori di gioielli, di sculture in legno, in fusione e ceramiche a cui farà seguito una sfilate di abiti etnici.

Sezione Alimentazione:

Esperienze maturate dai Lions con l’attuazione di Service in campo alimentare;

Produzioni tipiche locali (Aziende specializzate);

Corner Degustazione (Aziende locali vitivinicole -casearie);

Prodotti a km 0 (Aziende artigianali leader nel settore).

Sezione Giovani:

Esperienze maturate dai Lions con i Service: “Lions Quest”, “Poster della Pace”, “Viva Sofia”, “un libro per tutti”, “Passeggiata a sei zampe”, “I giovani ed il loro habitat”;

Premiazione dei vincitori del premio nazionale “Poster della Pace 2017”;

Favolando -Letture di fiabe;

Laboratorio Ceramica, Carte Riciclata e Pittura;

Momenti musicali(Bande Musicale, Gruppi Folk, Cori voci bianche, Gruppi musicali e spettacoli di   

danze (balli sardi, moderni e orientali);

Mini torneo (triangolare) di calcio con la partecipazione di squadre costituite da atleti diversamente abili e normodotati.

Sezione Cani Guida

Questa Sezione si svilupperà in tre distinti momenti; i primi due si terranno il 14 maggio 2017 sul Lungomare Poetto:

Passeggiata cinofila aperta alla partecipazione di tutti gli amanti dei cani con esibizione dei cani guida con un’articolata dimostrazione delle tecniche di addestramento dei Cani di Pronto Soccorso e con uno spettacolo di “Agility Dog”;

Manifestazione occhiali usati e tentativo di raggiungere il record della catena di occhiali più lunga del mondo.

Servizio d’accompagnamento a favore degli ipovedenti che, grazie alla disponibilità dei soci Lions che dedicano agli ipovedenti alcune ore del proprio tempo, potranno essere accompagnati per riscoprire emozioni sopite e per acquisire, attraverso un vedente, uno spaccato di un mondo per loro in parte nebuloso.

Sezione Prevenzione Sanitaria

Anche quest’anno avranno grande rilevanza:

La campagna “Prevenzione sanitaria” con l’esecuzione di specifici screening, quali: tonometria e pachimetria (glaucoma); dermatologia; diabetica; diabete; massa grassa/massa magra.

La campagna “Raccolta Medicinali” e “Raccolta Occhiali usati”.

Sezione Attività di ristoro

All’interno del Parco ci saranno specifici allestimenti (cucina da campo e piccolo punto ristoro). Le derrate alimentari non consumate saranno donate alle organizzazioni che erogano pasti ai bisognosi residenti nella Città Metropolitana di Cagliari e nelle aree contermini.

Per informazioni:

Responsabile del Lions Day per la Sardegna

Gabriele Asunis: 339 2668348

Presidente del Lions Club Villanova

Ada Lai: 329 8311795

[bing_translator]

Non una semplice conferenza, ma un vero e proprio spettacolo dove la conoscenza con l’autore avviene attraverso esperienze diverse: dalla lettura alla musica, dalla recitazione alla moda. Si è svolta ieri sera al Caffè Letterario di Villacidro la presentazione de La straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna, libro scritto da Ada Lai ed edito da Palabanda Edizioni.

Arte, cultura e tradizione si sono dunque intrecciate, creando un evento emozionante e ricco di spunti di riflessione. L’autore e il libro al centro di un vero e proprio spettacolo, con la contaminazione di generi artistici differenti tra loro, ma tutti legati da un unico filo: la cultura e la sete di conoscenza.

Nel corso dell’incontro si è parlato soprattutto dell’incredibile vita di Francesca Sanna Sulis, testimonianza di eccellenza e di talento. Una figura complessa, da scoprire e rivalutare anche alla luce del suo impegno in favore dei diritti delle donne. Una nobildonna vissuta nel Settecento in Sardegna. Nata a Muravera nel 1716, morì a Quartucciu nel 1810, e fu un’importante imprenditrice della seta, benefattrice, abile comunicatrice e stilista famosa in tutta Europa. Alla sua morte lasciò tutti i suoi beni ai poveri con un Pio Legato.

Nel corso della serata hanno avuto un ruolo da protagoniste le affascinanti melodie di Irene Nonis, volto noto della scena musicale italiana e internazionale, che ha addolcito l’appuntamento con le sue incantevoli interpretazioni, tra cui la commovente No potho reposare.

A dare maggior fascino all’evento anche Rita Cossu, prestigiosa artigiana di costumi sardi e abiti da cerimonia che ha esposto alcune delle sue più belle creazioni e ha raccontato trame della sua vita che hanno appassionato il pubblico presente.

Particolarmente emozionanti le letture di Giuditta Sireus, giovane imprenditrice con esperienze nel campo della Cultura, del Turismo e del Management, in grado di regalare ancora più lustro all’incontro.

Una scelta non certo casuale quella di presentare il libro a Villacidro. La città del Medio Campidano è, infatti, sede di una delle Farmacie dell’Arte, ed è per questo che Cristina Fanni, moderatrice del blog Medicina per l’Anima, ha coordinato l’incontro. Luoghi alternativi che la casa editrice Palabanda cerca per i propri autori, e che integrano momenti dedicati alla lettura e all’arte in genere, in un territorio nel quale la divulgazione culturale è molto attiva.

[bing_translator]

Muravera rende omaggio a una delle donne più importanti della storia sarda. Si è svolta ieri l’inaugurazione del MIF (Museo dell’Imprenditoria Femminile) dedicato alla figura di Francesca Sanna Sulis, preceduta dalla presentazione del nuovo romanzo di Ada Lai La Straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna, edito da Palabanda Edizioni.

Uno straordinario omaggio che l’Amministrazione muraverese ha fatto a Donna Francesca per i 300 anni dalla sua nascita. Un simbolo, specchio di tutte le donne di allora come quelle di oggi e del futuro, impegnate nel lavoro e nel costante riscatto sociale. Un’occasione imperdibile per far conoscere la sua storia. 

Nel corso della serata è stato prima presentato il libro di Ada Lai nell’aula consiliare del comune di Muravera, grazie alle emozionanti letture di Lucia Muzzetto e alla presenza del sindaco Marco Sebastiano Falchi, del vice sindaco Noemi Manca, della stessa autrice del romanzo, con Riccardo Laria del Parco letterario Sanna Sulis e l’editore di Palabanda Edizioni Maria Gabriella Ranno. 

Subito dopo si è svolta l’inaugurazione del Museo dell’Imprenditoria Femminile. Un vero e proprio gioiello intriso di modernità e tradizione, all’interno del quale è possibile ammirare i tradizionali costumi femminili sarrabesi, gli antichi telai per la tessitura ma anche i lavori di artisti e artigiani di tutto il Sarrabus, con uno spazio espositivo a loro dedicato. Un luogo aperto al racconto del lavoro al femminile, dove grazie ai laboratori didattici e al dialogo con la comunità sarà protagonista il saper fare delle donne sarde di ieri e di oggi.

«Donna Francesca era un personaggio straordinario, una grande donna sarda – spiega Ada Lai -. Aveva idee moderne sull’imprenditoria, sul sociale, sui giovani e sulla formazione professionale. Per me è una grande emozione aver presentato il mio libro qua a Muravera e aver partecipato all’inaugurazione di questo meraviglioso Museo a lei dedicato.»

[bing_translator]

Si è tenuta nello splendido scenario di Villa Carboni, a Cagliari, la presentazione del libro “La Straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna“, scritto da Ada Lai, alla sua opera di esordio, edito da Palabanda Edizioni.

Un romanzo storico, che rappresenta un omaggio alla straordinaria figura di Donna Francesca, tramandata oralmente dalle donne di Muravera e Quartucciu.

Ada Lai si è avvalsa del prezioso contributo del giornalista Lucio Spiga, che in quarant’anni di ricerca ha trovato e donato al comune di Muravera molti documenti di grande rilevanza, i quali hanno rappresentato una preziosa base per ricostruire la storia di questa meravigliosa donna.

La firma di Ada Lai su questo libro non è dunque casuale. La scrittrice, nella sua pluridecennale carriera nelle più alte sfere della Pubblica Amministrazione, ha sempre combattuto per l’indipendenza della donna e il suo diritto di mantenere se stessa e vivere per se stessa.

Nel corso della mattinata sono intervenuti il direttore editoriale de L’Unione Sarda, Gianni Filippini, e la responsabile della cronaca, Maria Francesca Chiappe.

«La vita di Francesca Sanna Sulis è una testimonianza di eccellenza e di talento, era un dovere scriverla – ha spiegato Ada Lai -. Stiamo parlando di un personaggio unico, diverso, immortale. Questo libro è solo una prima edizione – ha aggiunto l’autrice – perché la sua grande figura, il contesto storico e i tanti personaggi collaterali alla sua vita meritano ulteriori ricerche e approfondimenti. Ci stiamo lavorando.»

un-momento-della-presentazione-foto-di-elisa-donato

[bing_translator]

Si terrà domenica 27 novembre, alle ore 11.00, presso Villa Carboni (Via San Michele 60, a Cagliari), la presentazione del libro “La Straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna”, edito da Palabanda Edizioni e scritto da Ada Lai, alla sua opera di esordio.

Nel corso della mattinata sono previsti gli interventi del Direttore Editoriale de L’Unione Sarda, Gianni Filippini, e della responsabile della Cronaca di Cagliari de L’Unione Sarda, Maria Francesca Chiappe.

Un romanzo storico che rappresenta un omaggio alla straordinaria figura di Donna Francesca, tramandata oralmente dalle donne di Muravera e Quartucciu.

Ada Lai si è avvalsa del prezioso contributo del giornalista Lucio Spiga, che in quarant’anni di ricerca ha trovato e donato al Comune di Muravera molti documenti di grande rilevanza, i quali hanno rappresentato una preziosa base per ricostruire la storia di questa meravigliosa donna.

La firma di Ada Lai su questo libro non è dunque casuale. La scrittrice, nella sua pluridecennale carriera nelle più alte sfere della Pubblica Amministrazione, ha sempre combattuto per l’indipendenza della donna e il suo diritto di mantenere se stessa e vivere per se stessa.

Donna Francesca Sanna Sulis era proprio questo: una figura complessa, da scoprire e rivalutare anche alla luce del suo impegno in favore dei diritti delle donne. Una nobildonna vissuta nel Settecento in Sardegna.

Nata a Muravera nel 1716, morì a Quartucciu nel 1810, e fu un’importante imprenditrice della seta, benefattrice, abile comunicatrice e stilista famosa.