5 July, 2022
HomePosts Tagged "Alberto Carta"

Si è svolta ieri, in videoconferenza con l’Austria, una determinante videoconferenza alla quale hanno partecipato, oltre all’Amministrazione comunale di Iglesias rappresentata dall’assessore Francesco Melis, il prof. Aldo Accardo presidente del Comitato Sardo Grandi Eventi, il dott. Alberto Carta ideatore ed animatore della cooperazione italo – austriaca per l’Asinara, i rappresentanti della Croce Nera Austriaca nelle persone del Dott. Hermann Hotter presidente della Croce Nera del Tirolo, dott. Phd Franz Birkfellner, dott.ssa Karin Mascher ed il dottor Ernest Murrer tutti appartenenti al prestigioso Ente austriaco, alla videoconferenza ha partecipato inoltre una rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Porto Torres.
La Croce Nera Austriaca (OSK) costituita sin dal 1919 è un’associazione che, per conto del Ministero della Difesa della Repubblica d’Austria, cura i luoghi di sepoltura e i sacrari militari dove sono sepolti soldati austriaci, al fine di preservarne la memoria.
Il Comune di Iglesias nell’imminente allestimento del Memoriale nel Parco della Rimembranza, oltre ai nomi dei caduti iglesienti, ha voluto ricordare i nominativi dei prigionieri di guerra austro ungarici nonché gli internati civili appartenenti all’Impero asburgico morti in Città durante la Grande Guerra.
La Croce Nera Austriaca ha espresso vivo apprezzamento per il gesto dell’Amministrazione Comunale di Iglesias, assicurando la partecipazione di una propria delegazione all’inaugurazione del percorso della memoria stabilita per la seconda decade del mese di novembre.
Un grande gesto di civiltà e amicizia tra i popoli che, ad oltre cento anni dalla conclusione del tragico conflitto, realizza ponti di pace e consentirà agli austriaci e agli altri paesi che costituirono l’ex Impero austro ungarico di rendere omaggio alla memoria dei loro connazionali caduti in Città.
Dall’incontro è inoltre emersa la volontà dei comuni di Iglesias e Porto Torres di farsi capofila e avviare delle relazioni finalizzate alla realizzazione in Sardegna di un percorso della memoria che coinvolga i paesi che hanno visto l’impiego nei diversi lavori dei prigionieri di guerra austro ungarici e, in numerosi casi, persino la loro prematura morte.

[bing_translator]

Gianni Cadoni è stato confermato all’unanimità presidente del Comitato regionale della FIGC, nel corso dell’Assemblea Ordinaria elettiva relativa al quadriennio 2021- 2024 svoltasi al palazzetto dello sport “Sa Rodia”, ad Oristano.

«Non è mai scontato essere riconfermati. Sono molto contento che le società abbiano espresso il piacere che io proseguissi questa avventura – ha detto Gianni Cadoni –. Significa che abbiamo fatto un buon lavoro. Avevo promesso che le società sarebbero state al centro di questo progetto e così è stato. Ribadisco che questo sarà sempre di più il nostro obiettivo e lo faremo in maniera ancora più forte e determinata. Come presidente sento il dovere di rafforzare il Comitato Regionale, dando speranza e futuro alle società della Sardegna. Ho calzato e vestito questa maglia del CR Sardegna. La sento mia, la devo tenere con onore, piacere, voglia, determinazione, coraggio, sempre a favore del calcio sardo che sento nel cuore fortemente.»

Era presente ai lavori l’assessore regionale dello Sport, Gianni Chessa: «Da uomo di sport è un piacere ritornare a Oristano ed essere qui oggi a questa importante riconferma del presidente Cadoni, a cui faccio i miei complimenti. Una giornata che ha tanti significati, compreso quello simbolico di ripartenza. Con coraggio e a testa alta prepariamoci a vivere un’intensa stagione sportiva internazionale che avrà come sede la nostra isola. Tutta la Sardegna può crescere e può farlo anche attraverso gli eventi sportivi».

E’ intervenuto anche il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu: «Oggi a Oristano, al centro della Sardegna, siete qui riuniti per rinnovare le cariche elettive e per ripartire col prossimo quadriennio del CR Sardegna. È un messaggio molto bello di speranza e di ripartenza, questo è il mio auspicio e faccio i più sinceri auguri al presidente del Comitato regionale Gianni Cadoni».

Presenti anche i presidenti delle componenti Aia, Marcello Angioni e SGS, Mauro Marras.

Erano presenti 202 società avanti diritto al voto (19 di calcio a 5, 183 calcio a 11. Di quest’ultime presenti 150 presenti, 33 con delega). L’assemblea si è regolarmente svolta nel rispetto delle norme anticovid, con ingressi contingentati, distanziamento, rilevamento della temperatura, gel sanificanti, uso delle mascherine.

Gli eletti alle varie cariche:

Presidente: Giovanni Cadoni;

Consiglieri: Antonio Begliutti, Luca Caschili, Andrea Contini, Roberto Desini, Francesco Mereu, Giampiero Pinna, Giorgio Rubiu;

Collegio dei revisori: Giuseppe Caddeo, Michele Caracciolo, Gianluigi Galletta, Giorgio Orrù, Antonio Serreli;

Delegati assembleari: Francesco Addis, Rossana Boe, Gianluca Manca, Francesco Marongiu, Marco Zedda;

Delegato Calcio a 5: Alberto Carta.

 

[bing_translator]

L’obiettivo è mettere in campo quanto prima una stretta collaborazione con il Gal Logudoro e Goceano quindi con la Collectivitè territoriale de Corse per avviare, attraverso l’accesso a progetti europei, azioni comuni in diversi ambiti. Da una parte scambi scolastici transfrontalieri, dall’altra azioni di educazione allo sport, con la realizzazione di manifestazioni sportive transfrontaliere, quindi ancora azioni comuni transfrontaliere in settori affini e di reciproco interesse.

Sono stati questi i temi principali dell’incontro che si è svolto qualche giorno fa a Stintino e che ha visto riuniti attorno al tavolo gli amministratori del Comune costiero, quindi del Gal Logudoro e Goceano e della Collectivitè territoriale de Corse.

Una riunione tecnica durante la quale i consulenti della Qcs Consulting e l’esperto dell’Università di Sassari Alberto Carta hanno da subito messo sul piatto le opportunità da sfruttare per l’accesso a fondi europei.

I settori che sembrano aprire da subito opportunità da sfruttare sono quelli del turismo ecosostenibile, della sharing economy e ancora del turismo storico evocativo e religioso. Ambiti di azioni nei quali, è stato fatto presente, il comune di Stintino ha già avviato alcune azioni in collaborazione con il Gal Logudoro-Goceano e con il Parco nazionale dell’Asinara.

Azioni che possono e danno vita a un’alleanza tra paesi costieri e interni, con particolare attenzione alla valorizzazione delle vocazioni tipiche dei territori, oltre che a un turismo archeologico, rurale e religioso.

È stato ricordato quindi il progetto per il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale 1918-2018 che il comune di Stintino ed il Parco nazionale dell’Asinara sottoporranno nel programma Europa per i Cittadini 2014-2020, la cui scadenza per la partecipazione è prevista per il 1° marzo prossimo.

«Abbiamo costruito un’importante rete di partner con Serbia, Ungheria, Austria, Germania, Slovacchia, Repubblica Ceca – hanno ricordato il primo cittadino Antonio Diana e l’assessore Francesca Demontis – e vorremmo che la Collectivitè territoriale de Corse fosse parte del nostro progetto.»

I possibili punti di incontro potrebbero prevedere il coinvolgimento delle scuole, degli studenti e delle associazioni giovanili della Corsica in un “Laboratorio della Casa Comune Europa” sull’isola dell’Asinara.

«Il laboratorio – è stato spiegato ancora – potrà coinvolgere anche giovani e studenti di scuole e università dei paesi europei contattati e che hanno già aderito, o stanno aderendo, alla nostra iniziativa.»

Si potrà puntare, inoltre, ad azioni di valorizzazione e promozione delle identità linguistiche e nazionali. Il progetto del Centenario, poi, potrebbe essere anche arricchito da quello già portato avanti in Corsica e dedicato ai caduti del 173° reggimento di fanteria, detto anche reggimento Corso, conosciuto anche per il suo motto: “Aiò Zitelli”.

Alla riunione hanno partecipato anche la presidente del Consiglio comunale Marilena Gadau, quindi il vicepresidente del Gal Logudoro-Goceano Giovanni Antonio Sanna, ed i rappresentanti della Collectivitè territoriale della Corsica, Direzione gioventù e sport, Alain Pasqualini e Jean-Louis de Zerbi, oltre agli esperti della Qcs Consulting Aldo Panti e Piero Cossu.

 

[bing_translator]

Giovanni Cadoni sfida Silvano Balloi per la presidenza del Comitato regionale della FIGC. La campagna elettorale, nonostante le elezioni siano state fissate dal reggente Giuseppe Caridi, su disposizione del presidente della Lega Nazionale Dilettanti, prof. Antonio Cosentino, per sabato 26 novembre 2016 ad Oristano, per il rinnovo di tutte le cariche regionali nonché per le designazioni delle cariche nazionali, è già iniziata. Mercoledì sera, a Carbonia, ha presentato la sua squadra uno dei candidati, Silvano Balloi. Il  secondo candidato è Giovanni Cadoni, uno dei quattro consiglieri uscenti (gli altri tre sono Alberto Carta, Roberto Desini ed Alessandro Piras) che, con le loro dimissioni, hanno provocato lo scioglimento dell’organismo e l’indizione di nuove elezioni.

Fanno parte della squadra di Giovanni Cadoni, Giampiero Pinna, Roberto Desini (consigliere uscente), Luca Caschili, Checco Mereu, Andrea Contini, Mauro Barlini, Maria Elena Dessi ed Alberto Carta (consigliere uscente). Nelle prossime settimane Giovanni Cadoni parteciperà ad incontri organizzati nelle diverse sedi territoriali per far conoscere la squadra ed il programma.

Giovanni Cadoni

[bing_translator]

Ieri sera, nella sala convegni del Lù Hotel, a Carbonia, Silvano Balloi, candidato alla presidenza del comitato regionale della FIGC, ha presentato la squadra con la quale si presenterà alle elezioni. Ne fanno parte 3 consiglieri uscenti: Paolo Manca, il dirigente della Ferrini Chicco Ruggeri e l’ex allenatore del Carbonia e della Primavera del Cagliari Checco Fele; il medico sociale Giorgio Demuro; l’ex presidente del Borore Valerio Tola; il gallurese Lucio Deiana e l’ex presidente del Latte Dolce Alessio Marras.

Silvano Balloi, una lunga esperienza di dirigente federale alle spalle, ha spiegato le motivazioni che lo hanno portato a candidarsi, dopo la traumatica conclusione dell’esperienza precedente, che ha registrato le dimissioni di metà dei consiglieri: Giovanni Cadoni, Alberto Carta, Roberto Desini ed Alessandro Piras.

Paolo Manca ha presentato il programma, composto da 15 punti, in parte innovativi, e si è poi sviluppato un dibattito, con gli interventi di alcuni dirigenti di società presenti. I problemi sul tappeto ai quali urge mettere mano sono numerosi, per fermare l’abbandono di moltissime società (un centinaio quelle che hanno rinunciato a proseguire l’attività negli ultimi anni) e rilanciare il movimento calcistico sardo.

L’altro candidato alla presidenza è uno dei quattro consiglieri dimissionari: Giovanni Cadoni.

Il reggente Giuseppe Caridi, su disposizione del presidente della Lega Nazionale Dilettanti, prof. Antonio Cosentino, ha convocato per sabato 26 novembre 2016 ad Oristano, l’Assemblea elettiva per il rinnovo di tutte le cariche regionali nonché per le designazioni delle cariche nazionali.

Silvano Balloi 1 Silvano Balloi 2Silvano Balloi

 

[bing_translator]

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti ha nominato oggi il dr. Giuseppe Caridi reggente del Comitato Regionale Sardegna ai sensi dell’art. 14, comma 7, del Regolamento.

E’ stata quindi revocato, sempre dal presidente, il precedente provvedimento di cui al C.U. n. 4, pubblicato dal C.R. Sardegna in data 18 luglio 2016 (questo il testo integrale: 2.1. Commissariamento Comitato Regionale Sardegna Il Consiglio Direttivo della Lega Dilettanti, nella riunione svoltasi a Campobasso il 15 luglio u.s., preso atto delle dimissioni del Presidente Andrea Delpin in data 1° luglio 2016 e le successive dimissioni di quattro consiglieri del Consiglio Direttivo del C.R. Sardegna (i sigg. Giovanni Cadoni, Alberto Carta, Roberto Desini e Alessandro Piras), ha conferito delega al Presidente della Lega Nazionale dilettanti ad assumere i provvedimenti di competenza in ordine alla gestione del Comitato Regionale Sardegna in quanto si è venuta a determinare oltre alla vacanza della carica del Presidente anche quella della maggioranza dei Consiglieri eletti in seno al Comitato stesso. Pertanto, attese le disposizioni contenute nel Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, il Presidente della Lega, prof. Antonio Cosentino, dichiara la decadenza del Consiglio Direttivo del C.R. Sardegna e ne dispone il commissariamento a decorrere dalla data odierna (18 luglio 2016) e fino al 18 gennaio 2017. Il prof. Antonio Cosentino assumerà le funzioni di Commissario Straordinario e sarà coadiuvato dal Consigliere Federale L.N.D., area centro, il dr. Giuseppe Caridi, in qualità di Vice Commissario Straordinario).

Nel comunicato 26 della LND, riportato dal comunicato n° 7 del Comitato Regionale Sardegna, viene confermata la decadenza del Consiglio Direttivo del C.R. Sardegna.

Il presidente quindi ha deliberato di «affidare l’ordinaria amministrazione del C.R. Sardegna al Reggente, il Consigliere Federale Dr. Giuseppe Caridi, dotato delle necessarie capacità professionali, il quale dovrà altresì provvedere al puntuale compimento degli adempimenti federali di fine quadriennio mediante convocazione dell’Assemblea regionale anche per l’elezione, entro novanta giorni dalla data odierna, dei nuovi Organi direttivi del Comitato».

Giuseppe Caridi.

Giuseppe Caridi. Fonte http://www.figc-sardegna.it/