27 January, 2022
HomePosts Tagged "Alessandro Lorefice"

La Città di Iglesias, anche quest’anno, partecipa al Miracolo di Natale, la grande raccolta di solidarietà nata da un’idea del conduttore televisivo in collaborazione con la Caritas Diocesana di Cagliari.
Nei giorni scorsi, grazie all’impegno delle associazioni aderenti all’iniziativa, dei Centri Diocesani, delle scuole e di tante persone, è iniziata la raccolta di generi alimentari a lunga conservazione e di articoli per bambini, destinati alle famiglie ed alle persone in situazione di necessità.
Giovedì 16 dicembre, nel corso dell’intera giornata, presso l’Emporio della Solidarietà (ex Mattatoio), in Via Crocifisso, verranno consegnati i beni raccolti, in una maratona della solidarietà che unirà Iglesias alle città di Cagliari, Bosa, Burcei, Decimomannu, Domusnovas, Elmas, Guasila, Maracalagonis, Monserrato, Olbia, Porto Torres, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Sassari, Selargius, Sestu, Suelli, Villacidro, Villamassargia e Villaputzu.
«Anche quest’anno – ha sottolineato il Sindaco Mauro Usai grazie all’impegno degli organizzatori, si potrà portare un aiuto concreto a chi ne ha più bisogno. Un ringraziamento al mondo dell’associazionismo, alle scuole, ed a tutte le persone che stanno dando un contributo fondamentale alla raccolta del Miracolo di Natale.»
Alla raccolta ed alla consegna dei beni, che avverrà nel rispetto della normativa anti COVID e delle prescrizioni sanitarie, parteciperanno anche gli istituti scolastici.
«A partire dai giorni scorsispiega l’assessore della Pubblica istruzione Alessandro Lorefice – è iniziata una pre-raccolta presso le scuole, un’iniziativa utile a sensibilizzare gli studenti su quanto possa essere prezioso un contributo a sostegno delle persone che vivono momenti di difficoltà.»
«E’ importante sottolineare l’importanza di aver creato una rete di solidarietà – conclude  l’assessora delle Politiche sociali Angela Scarpa , mettendo al centro i bisogni dei singoli cittadini, in un’ottica di collaborazione tra le Istituzioni ed il mondo dell’associazionismo, colonna portante della società civile.»

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, a Iglesias, riaprirà la Scuola dell’Infanzia di Nebida, in via S’Argiola. Chiusa da diversi anni, ora, con l’inizio dell’attività didattica, 11 bambini (8 di 3 anni e 3 di 4 anni), potranno nuovamente frequentare la scuola senza doversi recare nei Comuni vicini.

«Ci siamo adoperati in questi mesi, in sinergia con l’Ufficio Scolastico Regionale, con gli Uffici comunali e con gli abitanti di Nebida, per riportare nella Frazione un servizio fondamentale, senza costringere le famiglie a spostarsi nelle Scuole dell’Infanzia degli altri Comuniha spiegato il sindaco Mauro Usai -. E’ necessario garantire la massima attenzione alle frazioni, con maggiori servizi ed interventi qualificanti in grado di incidere sulla vita delle persone.»

«I bambini che frequenteranno la Scuola dell’Infanzia – aggiunge l’assessore della Pubblica Istruzione, Alessandro Loreficeavranno a disposizione un plesso scolastico recentemente ristrutturato, funzionale, confortevole e con nuovi arredi. Gli studenti della Scuola Primaria, che avevano usufruito fino allo scorso anno del plesso in via S’Argiola, faranno ritorno nella scuola di via Laveria Lamarmora, interessata in questi mesi da importanti interventi di manutenzione, per i quali l’Amministrazione Comunale, nell’ultima variazione di bilancio, ha stanziato 140.000 euro.»

Per la dott.ssa Emanuela Pispisa, dirigente dell’Istituto Comprensivo Eleonora d’Arborea, «una riapertura importante per i bambini e le loro famiglie che in questo modo non dovranno recarsi in altre scuole. In questo modo verrà tutelata la continuità didattica tra la Scuola dell’Infanzia e quella Primaria, con il gruppo classe che potrà procedere insieme».

«Gli abitanti di Nebidaaggiunge l’assessore Alessandro Loreficepotranno usufruire della Scuola dell’Infanzia, di una Scuola Primaria più moderna e funzionale, di un servizio mensa di qualità e di nuovi scuolabus per il trasporto scolastico, una maniera per rendere concreta l’attuazione del diritto allo studio, in vista di un normale svolgimento delle attività didattiche. Ritengo doveroso un ringraziamento particolare alla dirigente dott.ssa Emanuela Pispisa – conclude Alessandro Lorefice -, per la preziosa collaborazione e per l’ottimo lavoro svolto presso l’Istituto Scolastico Regionale, per l’ottenimento dell’autorizzazione all’apertura del punto di erogazione dell’Infanzia.»

Il comune di Iglesias, anche quest’anno, patrocinerà il “Miracolo di Natale”, la raccolta solidale arrivata alla 24ª edizione e nata da un’idea di Gennaro Longobardi, volto noto di Sardegna 1.

Grazie alle donazioni, è già iniziata nei giorni scorsi la raccolta di generi alimentari a lunga conservazione e di prodotti per bambini, destinati alle famiglie in difficoltà economica.
Appuntamento a venerdì 18 dicembre, presso l’Emporio della Solidarietà (ex Mattatoio), in Via Crocifisso 99, per una giornata intera dedicata alla solidarietà, realizzata in contemporanea con le città di Cagliari, Bosa, Domusnovas, Guasila, Monserrato, Olbia, Porto Torres, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Sassari, Selargius, Sestu, Villacidro, Villamassargia e Villaputzu.

Per il sindaco Mauro Usai, «un’importante iniziativa di solidarietà, ancora più rilevante in un anno nel quale l’emergenza sanitaria ha aggravato la situazione economica di tante persone».
Giudizio condiviso anche dall’assessore delle Politiche sociali Angela Scarpa, che ha sottolineato come «il Natale di quest’anno dovrà essere, ancor di più, orientato verso la solidarietà, un valore da mettere al centro di ogni iniziativa».

Nonostante le limitazioni imposte dai protocolli di prevenzione sanitaria, anche gli studenti delle scuole cittadine parteciperanno attivamente alla raccolta del “Miracolo di Natale”.
«In un periodo di grande difficoltà come quello attuale è sempre importante sensibilizzare gli studenti e le loro famiglieha detto l’assessore della Pubblica Istruzione Alessandro Lorefice –. Un piccolo contributo infatti può diventare un grande aiuto per tante persone.»

[bing_translator]

Sono stati consegnati ieri dal presidente del Rotary Club Iglesias, nella sala riunione del centro direzionale in via Isonzo, i tre defibrillatori acquistati grazie a una raccolta fondi e che saranno destinati al Liceo Scientifico Asproni, all’Ipia Ferraris e alla palestra polifunzionale “Il Pallone” di Serra Perdosa, che fa parte dell’Istituto Comprensivo Costantino Nivola.
«Abbiamo consegnato i dispositivi a tre Istituti scolasticiha dichiarato il presidente, Pierluigi Castiglione -, che utilizzano per l’attività didattica delle palestre, strutture in cui è indispensabile avere in dotazione presidi medici che garantiscano un pronto intervento in caso di necessità, fondamentale per la sopravvivenza delle persone. Oltre a questo vogliamo ricordare l’importanza di sostenere il mondo della scuola con iniziative come l’assegnazione delle borse di studio a studenti meritevoli, attraverso il progetto “Solidarnosu” ed il “Premio Mariella Maggio Slavik”.»
«È fondamentale investire sulla sicurezza – ha aggiunto l’assessore alla Pubblica istruzione, Alessandro Loreficegrazie alla dotazione nelle scuole e negli impianti sportivi di dispositivi salva vita, e alla formazione di persone addette al primo soccorso. Ringraziamo il Rotary Club per la donazione e per l’impegno costante nel campo del sostegno alla studio, con borse di studio e iniziative dedicate al mondo della scuola.»
Antonio Caria

[bing_translator]

Da martedì 21 aprile, presso i plessi scolastici dell’Istituto Comprensivo Pietro Allori in via Roma, via Crispi e via Isonzo, a Iglesias, verrà consegnato il primo lotto degli arredi scolastici acquistati grazie al bando regionale Iscol@.
La consegna proseguirà fino a venerdì 24 aprile, e rappresenterà la prima parte degli interventi finanziati dalla Regione Sardegna con un importo di 795.000,00 euro, stanziati per l’acquisto di materiale di arredo destinato alle scuole del comune di Iglesias, come nuovi banchi modulari, sedie ergonomiche e attrezzature multimediali adattabili alle esigenze didattiche di docenti e studenti.
Successivamente, le consegne dei materiali di arredo riguarderanno gli Istituti Comprensivi Nivola ed Eleonora d’Arborea.

«Stiamo creando le migliori condizioni per rafforzare il diritto allo studio – ha detto il sindaco, Mauro Usai – e per preparare nel miglior modo possibile il rientro a scuola dei nostri ragazzi.»

Soddisfazione espressa anche dall’assessore della Pubblica istruzione, Alessandro Lorefice, che ha spiegato come «l’’attività amministrativa non si sia fermata in questo momento di emergenza. Malgrado la chiusura delle scuole si è proceduto ad utilizzare le risorse disponibili per assicurare agli studenti e alle loro famiglie strutture più adeguate, per un servizio scolastico di qualità».

L’assessore dei Lavori pubblici Vito Didaci, il cui Assessorato ha collaborato all’installazione dei nuovi arredi nei plessi scolastici, sottolinea come «l’intervento sia un ulteriore passo in avanti nella realizzazione di quanto era stato individuato nelle linee programmatiche per l’adeguamento e l’ammodernamento delle strutture scolastiche, indispensabili per chi vive ogni giorno la realtà della scuola».

[bing_translator]

Il comune di Iglesias ha deciso di aderire e concedere il proprio patrocinio al progetto di educazione finanziaria, sostenibilità ambientale ed economia circolare “SAVE – Sostenibilità, Azione, Viaggio, Esperienza”, organizzato congiuntamente dal Museo del Risparmio di Torino, l’European Investment Bank Institute e da Italscania.
L’iniziativa, oggetto di un protocollo d’intesa con il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, propone un’esperienza didattica itinerante, rivolta in particolare agli studenti delle scuole, indirizzata ad aumentare la consapevolezza nella gestione delle risorse, siano esse finanziarie o ambientali.
«Un progetto di grande interesse, che intende favorire un approccio educativo coerente con un’idea di crescita sostenibile – ha spiegato il sindaco Mauro Usai – offrendo anche la possibilità di imparare utilizzando lo strumento del gioco, con numerosi momenti ludici e con l’utilizzo di materiali multimediali.»
Un camion dotato di un rimorchio speciale, sarà allestito, presso il piazzale del Centro Direzionale del comune di Iglesias in via Isonzo 7, il 3 dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 16.00, ed il 4 dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, in modo da proiettare contenuti multimediali e offrire laboratori didattici elaborati dal Museo del Risparmio di Torino.
«Considerata la preziosa occasione per gli studenti della nostra città e le meritevoli finalità del progetto, confido nella più ampia partecipazione – ha detto l’assessore della Pubblica istruzione Alessandro Lorefice – coinvolgendo i docenti, i dirigenti e gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, in continuità con quanto avviene in tante realtà d’Italia e di tutta l’Europa.»

[bing_translator]

Il comune di Iglesias ha concesso il patrocinio al progetto di educazione stradale “La strada non è una pista”, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado, e proposto dal Moto Club Lorenzo Motorbike Sardegna con il contributo della Fondazione di Sardegna.

Il progetto ha lo scopo di educare i giovani circa il corretto comportamento da adottare in strada, sia in qualità di pedoni che di conducenti di ciclomotori o motocicli, ed in particolare, si vogliono sensibilizzare i destinatari circa l’osservanza della segnaletica stradale, il rispetto del Codice della Strada, l’importanza dell’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e su come affrontare manovre di emergenza in tutta sicurezza.
«Nel corso dell’anno scolastico, verranno organizzati incontri collettivi negli Istituti cittadini, della durata di due ore, nel corso dei quali gli istruttori qualificati potranno interloquire con gli studenti – ha spiegato l’assessore della Pubblica Istruzione Alessandro Lorefice -. Considerate le meritevoli finalità del progetto, alla luce anche del recente incidente stradale in via Pacinotti, costato la vita ad una nostra concittadina, riteniamo di fondamentale importanza investire nell’educazione stradale e confidiamo nella più ampia partecipazione.»

[bing_translator]

Sabato 28 settembre, il comune di Iglesias aderirà alla manifestazione organizzata da Legambiente “Spiagge e Fondali Puliti 2019” – Clean Up The Med”. La manifestazione è organizzata in collaborazione con gli Istituti Comprensivi della città, con la società che si occupa dei servizi di igiene urbana e ambientale e con le associazioni del territorio impegnate nella tutela ambientale e paesaggistica.
«Con questa iniziativa si vogliono ripulire le spiagge di Portu Banda, Porto Ferro, Porto Corallo, Masua e Bega sa Canna, nonché il tratto di mare che va da Portu Banda a Porto Flavia – ha spiegato l’assessore dell’Ambiente Francesco Melis -. L’appuntamento è fissato per le ore 09:00 presso il parcheggio delle spiagge di Masua dove verrà distribuito il kit necessario alle operazioni di pulizia. Parteciperanno anche 20 sub che daranno il proprio contributo per la pulizia del fondale marino.»
«Sarà un’importante occasione di educazione ambientale, alla quale parteciperanno 140 alunni degli Istituti Comprensivi della città – ha messo in evidenza l’assessore della Pubblica Istruzione Alessandro Lorefice -. Ringrazio la Coldiretti, che fornirà ai partecipanti una merenda con i tipici frutti di stagione.
Oltre a questa iniziativa, nei prossimi mesi metteremo in atto anche altre iniziative di sensibilizzazione sulla tutela dell’ambiente, sul clima e sulla sostenibilità, riproponendo anche appuntamenti nei quali si parlerà dell’importanza del verde pubblico e si procederà a piantare nuovi alberi.»

[bing_translator]

Sabato 28 settembre, il comune di Iglesias aderirà alla manifestazione organizzata da Legambiente “Spiagge e Fondali Puliti 2019 – Clean Up The Med”. La manifestazione è organizzata in collaborazione con gli Istituti Comprensivi della città, con la società che si occupa dei servizi di igiene urbana e ambientale e con le associazioni del territorio impegnate nella tutela ambientale e paesaggistica.

«Con questa iniziativa si vogliono ripulire le spiagge di Portu Banda, Porto Ferro, Porto Corallo, Masua e Bega sa Canna, nonché il tratto di mare che va da Portu Banda a Porto Flavia – ha spiegato l’assessore dell’Ambiente Francesco Melis -. L’appuntamento è fissato per le ore 9.00 presso il parcheggio delle spiagge di Masua dove verrà distribuito il kit necessario alle operazioni di pulizia. Parteciperanno anche 20 sub che daranno il proprio contributo per la pulizia del fondale marino.»

«Sarà un’importante occasione di educazione ambientale, alla quale parteciperanno 140 alunni degli Istituti Comprensivi della città – ha messo in evidenza l’assessore della Pubblica Istruzione Alessandro Lorefice -. Ringrazio la Coldiretti, che fornirà ai partecipanti una merenda con i tipici frutti di stagione.
Oltre a questa iniziativa, nei prossimi mesi metteremo in atto anche altre iniziative di sensibilizzazione sulla tutela dell’ambiente, sul clima e sulla sostenibilità, riproponendo anche appuntamenti nei quali si parlerà dell’importanza del verde pubblico e si procederà a piantare nuovi alberi.»

L’anno scolastico 2019/2020 ha preso il via nelle scuole cittadine di Iglesias, per gli Istituti Comprensivi Allori e Nivola la campanella è suonata rispettivamente il 13 e 14 settembre, mentre il 16 settembre per l’Istituto Comprensivo Arborea. Le lezioni termineranno il 6 giugno 2020 per la Scuola Primaria e per la Secondaria di I e II grado; il 30 giugno 2020 per la Scuola dell’Infanzia. Le sospensioni dell’attività didattica saranno, oltre alle festività nazionali: 2 novembre per la commemorazione dei defunti, vacanze natalizie dal 23 dicembre al 6 gennaio, 25 febbraio martedì grasso, vacanze pasquali dal 9 al 14 aprile, 28 aprile Sa Die de Sa Sardinia e 2 giorni a disposizione del Consiglio d’Istituto. Da calendario scolastico regionale si contano 203 giorni di lezione. Gli interventi di edilizia scolastica, per una spesa di circa 2,5 milioni di euro, completati nel corso del precedente anno scolastico (ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamenti impiantistici alla normativa antincendio, sostituzione infissi e corpi luminanti, ecc.), che hanno reso i vari plessi più confortevoli e sicuri per gli occupanti, permetteranno un regolare avvio delle attività didattiche. Gli ultimi interventi (luglio e agosto 2019) hanno riguardato la sostituzione della caldaia della Scuola Elementare di via Roma (ex Femminili), che ora potrà godere di un impianto di ultima generazione. Inoltre, a breve, al suddetto Istituto, sarà concesso l’uso del Chiostro di San Francesco per l’attività sportiva degli studenti. Tutt’ora sono in corso piccoli interventi nelle Scuole dell’Infanzia ma i lavori termineranno a breve. Gli interventi più rilevanti programmati per l’anno scolastico corrente riguardano la “riqualificazione energetica” della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Nivola. Grazie al bando Iscol@ sono stati concessi ben € 2.780.000,00 per i suddetti interventi. Anche la Scuola Primaria di Via Calabria potrà beneficiare di un cospicuo finanziamento dalla Regione Sardegna per interventi di “messa a norma dell’edificio”, in totale € 455.000,00 (di cui € 175.000,00 cofinanziati dal comune di Iglesias). Altre novità che caratterizzeranno questo nuovo Anno Scolastico riguarderanno la fornitura dei nuovi arredi scolastici da distribuirsi nei tre Istituti Comprensivi (banchi, tavoli, sedie, cattedre, sgabelli, panche, divanetti, poltroncine, cuscini-pouf, armadi, casellari, librerie, carrelli porta oggetti, appendiabiti, materassini, tappeti, tende oscuranti, specchi, ecc.). Nei giorni scorsi sono state aperte le buste dei partecipanti alla gara d’appalto e si sta già provvedendo all’aggiudicazione del miglior offerente. Considerati i tempi necessari per l’aggiudicazione definitiva e la fornitura (circa 60 gg.) si prevede di sostituire gli arredi durante le festività natalizie in modo da non ostacolare l’attività didattica. Il rinnovo degli arredi e attrezzature scolastiche conta un importo complessivo dell’appalto di € 589.766,98 (IVA esclusa) così suddiviso: Lotto 1: – Istituto Comprensivo “Eleonora D’Arborea” € 163.356,60 Lotto 2: – Istituto Comprensivo “Pietro Allori” € 196.123,25 Lotto 3: – Istituto Comprensivo “Costantino Nivola” € 230.287,13. Nei giorni scorsi ho avuto modo di conoscere e dare il benvenuto ai nuovi dirigenti scolastici che si sono insediati il 2 settembre: Istituto Nivola prof.ssa Gabriella Picci – Istituto E. D’Arborea prof.ssa Emanuela Pispisa – Istituto Allori riconferma la prof.ssa Franca Fara. Per quanto riguarda l’Istituto Nivola, l’unico in grado di offrire il servizio di “tempo pieno” per gli studenti, le nuove iscrizioni non hanno subito rilevanti variazioni rispetto al precedente anno scolastico. La nuova dirigente scolastica mi riferisce che ci sarebbe solo una classe in meno nella scuola secondaria di primo grado (media). Per i plessi del Comprensivo Nivola la situazione è la seguente: – Secondaria di primo grado di Via Pacinotti – 200 studenti – 11 classi; – Primaria di Via Pacinotti: 400 studenti – 21 classi di cui 10 faranno il tempo pieno; – Primaria di Campo Romano: 80 studenti – 4 classi; – Infanzia Serra Perdosa: 96 bambini – 4 sezioni; – Infanzia Campo Romano: 60 bambini. Relativamente all’Istituto Comprensivo E. D’Arborea, la dirigente scolastica darà inizio al nuovo anno scolastico con una classe prima in più nella secondaria di primo grado che conta 112 alunni e 7 classi. Nel resto dei plessi, le iscrizioni sono rimaste pressoché invariate. Di seguito i dati comunicati dalla scuola: – Infanzia Via Brescia – 62 bambini – 3 sezioni; – Infanzia Via Pullo – 16 bambini – 1 sezione; – Primaria Via Calabria – 146 alunni – 10 classi; – Primaria Nebida – 18 alunni – 2 pluriclassi; – Secondaria di primo grado Via Isonzo – 112 studenti – 7 classi. Per quanto riguarda il Comprensivo Allori, l’unico a vantare un corso ad indirizzo musicale con quattro strumenti ed un corso di batteria, la dirigente scolastica Franca Fara conta un aumento degli iscritti nella secondaria di primo grado. Il suddetto Istituto offre ancora la “scuola in ospedale”, con un docente a tempo pieno in grado di seguire gli studenti temporaneamente impossibilitati a seguire le lezioni a scuola per via dei ricoveri ospedalieri. Nei plessi la situazione ad oggi risulta la seguente: – Infanzia Monteponi – 21 bambini – 1 sezione; – Infanzia Via Grazia Deledda – 33 bambini – 2 sezioni; – Primaria Via Roma – 133 studenti – 8 classi; – Primaria Via Grazia Deledda – 157 studenti – 10 classi; – Secondaria di primo grado Via Isonzo – 250 studenti – 14 classi. L’assessore della Pubblica Istruzione del comune di Iglesias – Alessandro Lorefice