18 May, 2024
HomePosts Tagged "Anton Stadler"

Dopo il grande successo dello straordinario “Concierto doble” realizzato il 14 aprile al Conservatorio di Cagliari, nell’ambito di ARTango&Jazz Festival, ritornano I Concerti di Primavera, rassegna cameristica realizzata nell’ambito del cartellone “Iglesias classica”, anteprima del Festival Internazionale di Musica da Camera in programma in autunno. L’evento è organizzato dall’Associazione Anton Stadler sotto la direzione artistica del compositore e bandoneonista Fabio Furia.

Dal 12 maggio al 9 giugno, al Teatro Electra di Iglesias, andranno in scena tre speciali appuntamenti (tutti in programma alle ore 19.30) nel segno della grande musica dal vivo, dove si alterneranno sul palco affermati musicisti e giovani talenti emergenti.

Il sipario sulla rassegna si alzerà domenica 12 maggio con il concerto “Blu Tango” del Duo Maclé formato dalle pianiste Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi che presenteranno un repertorio raffinato e coinvolgente che ripercorrerà le più celebri composizioni da Piazzolla a Gershwin.

Il secondo appuntamento è in programma invece domenica 26 maggio, quando sul palco del Teatro Electra salirà il giovane e talentuoso pianista Edoardo Mancini, vincitore del Concorso Giangrandi-Eggmann che, con il concerto “Sogni Fantastici”, accompagnerà la platea in un viaggio tra i compositori ottocenteschi come Schumann, Chopin e Scriabin.

Il sipario sulla rassegna concertistica dei Concerti di Primavera calerà domenica 9 giugno con il concerto “Virtuosismo e belcanto”, eseguito dal flautista Giuseppe Nova e il pianista Giorgio Costa. Il programma spazierà tra i grandi compositori italiani con musiche di Mozart, Donizetti, Verdi, Doppler e Saint-Saens.

Nella foto di copertina, Fabio Furia

Dopo il successo dei precedenti appuntamenti, cala il sipario sulla XXV edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera, al Teatro Electra di Iglesias. La rassegna cameristica, organizzata dall’associazione Anton Stadler con la direzione artistica del bandoneonista e compositore Fabio Furìa, propone l’ultimo concerto domenicale dedicato alla grande musica interpretata da prestigiosi ensemble di caratura internazionale.

Il 17 dicembre è in programma l’evento clou della rassegna: in programma un concerto per solisti ed orchestra. Sul palco del teatro Electra di Iglesias, alle 19.00, salirà l’Orchestra Anton Stadler, che accompagnerà i prestigiosi solisti Massimo Mercelli (flauto traverso), Benedetto Munzone (violoncello). Ksenia Dubrovskaya (violino) e diretta dal maestro Juan José Navarra.

Sulle note magiche del concerto “La Tempesta”, i presenti saranno coinvolti in una doppia riflessione che vede da un lato la natura tra le melodie di alcuni brani di Vivaldi che la compongono come “La tempesta di mare”, “La notte” e “Il Gardellino”; e dall’altro un processo di ricerca sul doppio Concerto in re minore per violino e violoncello BWV 1043 di J.S. Bach, rivisitato da G. Ferrauto che, attraverso prove storiche e musicologiche, offre all’ascoltatore una piacevole opportunità di godere di brani famosi sotto una luce completamente diversa.

La musica, dunque, sarà ancora una volta la protagonista, attraverso l’esaltazione delle capacità virtuosistiche del flauto, violino e violoncello e raccontando una profondità abissale di contenuti emotivi.

Al termine del concerto seguiranno i festeggiamenti in occasione del 25° anno del Festival Internazionale Musica da Camera, che ricade proprio il 17 dicembre, con il taglio della torta e un brindisi coi calici di vino offerti dalla Cantina Aru di Iglesias.

Il costo dei biglietti per il concerto del 17 dicembre è di 17,50 (platea) e 10 euro (loggia), ridotto per i bambini sotto i 10 anni: 7.50, oltre la prevendita.

L’associazione Anton Stadler, sempre sensibile ed attenta alla fasce più deboli, devolverà in beneficenza una quota del biglietto, a favore dell progetto “Un euro per una matita”, promosso dal movimento dei Focolari in Sardegna attraverso l’associazione di promozione sociale “Link-legami di fraternità”. Il progetto è finalizzato ad aiutare i bambini libanesi accolti attraverso il centro sociale “Together” presso il Vicariato Apostolico dei Latini in Libano.

Dopo il successo degli appuntamenti trascorsi, continuano i concerti della XXV edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera, al Teatro Electra di Iglesias. La rassegna cameristica, organizzata dall’associazione Anton Stadler con la direzione artistica del bandoneonista e compositore Fabio Furìa, propone il penultimo concerto domenicale dedicato alla grande musica interpretata da prestigiosi ensemble di caratura internazionale.

Il 10 dicembre sul palco del teatro Electra di Iglesias, alle 19.00, salirà la prestigiosa formazione cameristica composta da Lorenzo Parisi (violino) e Giuseppe Maiorca (pianoforte). Il concerto dal titolo: “Il suono del tempo”, vedrà protagonista proprio quest’ultimo. Il titolo non rappresenta semplicemente la varietà di epoche e stili del repertorio musicale proposto, ma piuttosto la volontà di offrire un’occasione di riflessione sui molteplici significati che questo termine, il Tempo, nasconde in sé. Sarà quindi un viaggio attraverso un elemento tanto astratto, quanto reale, che come la musica, si offre a diverse declinazioni.

Prosegue con grande successo il Festival Internazionale di Musica da Camera, giunto alla XXV edizione e protagonista al teatro Electra di Iglesias dal 12 novembre al 17 dicembre. La rassegna cameristica, organizzata dall’associazione Anton Stadler con la direzione artistica del bandoneonista e compositore Fabio Furìa, propone il secondo dei sei concerti domenicali dedicati alla grande musica interpretata da prestigiosi ensemble di caratura internazionale.

Il 19 novembre sul palco dell’Electra salirà il Duo formato da Davide Alogna (violino) e Ivan Donchev (pianoforte). Il concerto dal titolo “Pagine d’Album” presenta un programma originale e accattivante. Sarà una vera e propria promenade nella forma della sonata per pianoforte e violino con un omaggio ai grandi geni del classicismo viennese: Mozart, Beethoven e Schubert. Il duo renderà omaggio anche ad un piccolo capolavoro poco conosciuto, del padovano Guido Alberto Fano, compositore italiano di inizio novecento, “Pagine d’Album”. Si tratta di tre autentici aforismi musicali dal sapore romantico ottocentesco.

All’interno della rassegna cameristica, inoltre, sono in programma anche tre incontri corali appartenenti alla sezione “Il Festival incontra…”. Il primo avrà luogo sempre al Teatro Electra il 18 novembre dove andrà in scena il Concerto del Coro di Iglesias, diretto dal maestro Stefano Pisano.

Il Festival Internazionale di Musica da Camera, giunto alla XXV edizione, torna protagonista al teatro Electra di Iglesias dal 12 novembre al 17 dicembre. La rassegna cameristica, organizzata dall’associazione Anton Stadler con la direzione artistica del bandoneonista e compositore Fabio Furìa, propone sei concerti domenicali dedicati alla grande musica interpretata da prestigiosi ensemble di caratura internazionale.

Sarà un viaggio nella musica crossover adatto a tutti i gusti che intreccerà molteplici generi musicali. Il sipario si alzerà il 12 novembre, alle ore 19.00, con il concerto “Il violoncello visto dai grandi pianisti” del duo formato da Silvia Chessa (violoncello) e Maurizio Baglini (pianoforte). I solisti tra i più apprezzati sulla scena internazionale, proporranno un originale programma costruito su composizioni per violoncello e pianoforte create da quattro tra i più virtuosi ed interpreti del pianoforte.

Il 19 novembre sul palco dell’Electra salirà invece il Duo formato da Davide Alogna (violino) e Ivan Donchev (pianoforte). Il concerto dal titolo “Pagine d’Album” presenta un programma originale e accattivante.

L’ultimo appuntamento per il mese di novembre è in programma domenica 26, con il Trio formato da Giovanni Mareggini (flauto traverso), Claude Hauri (violoncello), Corrado Greco (pianoforte), per un concerto dal titolo “L’altra metà del cielo”. Il trio proporrà un programma che spazierà tra musiche di Louise Ferrenc, Clémence de Grandval, Mel Bonis, Giacomo Scaramuzza.

La grande rassegna cameristica proseguirà il 3 dicembre, quando sul palco del teatro saliranno Guillaume Barli, (violino) e Claudia Peres (pianoforte). Il duo terrà un concerto dal titolo “Le Printemps”. Sarà un viaggio intorno alle sonate per violino e pianoforte che spazierà tra Mozart, Beethoven e Fauré.

Il penultimo appuntamento andrà in scena invece il 10 dicembre con la prestigiosa formazione cameristica composta da Lorenzo Parisi (violino) e Giuseppe Maiorca (pianoforte). Il concerto dal titolo: “Il suono del tempo”, vedrà protagonista proprio quest’ultimo. Il titolo non rappresenta semplicemente la varietà di epoche e stili del repertorio musicale proposto, ma piuttosto la volontà di offrire un’occasione di riflessione sui molteplici significati che questo termine, il Tempo, nasconde in sé.

Il sipario sul XXV Festival Internazionale di Musica da Camera calerà il 17 dicembre con l’evento clou che vedrà sul palco del teatro Electra l’Orchestra Anton Stadler diretta da Juan José Navarro alla presenza dei solisti: Massimo Mercelli (flauto traverso), Benedetto Munzone (violoncello), Ksenia Dubrovskaya (violino), sulle note magiche del concerto “La Tempesta”.

All’interno della rassegna cameristica, sono in programma anche tre incontri corali appartenenti alla sezione “Il Festival incontra…”. Sempre al Teatro Electra il 18 novembre si terrà il Concerto del Coro di Iglesias, diretto dal maestro Stefano Pisano. Il 25 sarà invece la volta del Concerto del Coro Caterina Cittadini e del Coro Concordia Villa Ecclesiae, diretti rispettivamente dal maestro Mariano Garau e dal maestro Paolo Autelitano. Gli incontri si chiuderanno il 3 dicembre alle ore 11.30 con “La Traviata”, a cura del Circolo Musicale Giuseppe Verdi di Iglesias composto dai solisti: Beatrice Murtas (soprano), Giampaolo Ledda (tenore), Gionata Gilio (baritono), Claudio Secci (voce narrante). Dirige il maestro Fabio Diana con arrangiamento di Lorenzo Pusceddu.

Come ogni anno, anche quest’anno, il Festival Internazionale di Musica da Camera al fine di diffondere la cultura musicale tra i più giovani, punta al coinvolgimento delle scuole. Infatti, è in programma, sempre al Teatro Electra, un “Mini Festival” con due prestigiosi appuntamenti il 4 e l’11 dicembre, alle ore 10.00. Il primo incontro dal titolo “Sentire Sentirsi. Musica come umana esperienza” vedrà la partecipazione di Veronica Maccioni e Ottavio Farci. Si tratterà di un momento di esplorazione dell’arte dell’ascoltare, un “musicare” i propri sentimenti anche attraverso un percorso semplice che via via consolida e affina un’attitudine forse nascosta.

Il secondo invece dal titolo “Il suono del tempo” sarà un incontro con l’ensemble formato da Lorenzo Parisi (violino) e Giuseppe Maiorca (pianoforte) dove il Tempo, un elemento tanto astratto quanto reale, proprio come la Musica, si offre a diverse declinazioni, che saranno svelate durante il concerto.

Tutti i sei concerti serali e i due corali inizieranno alle ore 19.00.

 

Dopo il grande successo dei concerti precedenti, cala il sipario sulla rassegna concertistica ARTango&Jazz Festival, organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore.

Il 2 settembre è in programma un evento originalissimo e straordinario in sinergia tra musica e territorio. Ad Iglesias, presso il suggestivo scenario di particolare pregio architettonico di Pozzo Sella nella Miniera di Monteponi, alle ore 21.00, andrà in scena il concerto di punta della stagione 2023: “Le otto stagioni. Vivaldi e Piazzolla”. Ad interpretare “Le otto stagioni” saranno due prestigiosi solisti: il bandoneonista Fabio Furia e il violinista Ettore Pellegrino accompagnatidall’Orchestra Anton Stadler.

L’evento, inizialmente previsto nell’eclatante piazzale della Grotta Santa Barbara, ha subito un cambio di location a causa dell’allerta meteo per il forte vento.

Sarà un’occasione unica per visitare uno dei luoghi più emblematici della storia mineraria del Sulcis Iglesiente, testimonianza del patrimonio di archeologia industriale mineraria.

Il concerto prevede l’esecuzione alternata delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi (1725) e delle Cuatro Estaciones Porteñas di Astor Piazzolla (1965-1970).

 

Dopo il grande successo dei concerti precedenti, prosegue la rassegna concertistica ARTango&Jazz Festival, organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore, il 26 agosto l’appuntamento è nel suggestivo scenario del Castello Salvaterra di Iglesias.

A partire dalle 21.30, l’orchestra tipica di tango del Conservatorio di musica di Cagliari, con la partecipazione del bandoneonista Fabio Furia, terrà un concerto dal titolo “Melancolico Buenos Aires”. A esibirsi saranno i docenti e gli allievi delle classi di pianoforte, violino, viola, violoncello, fisarmonica e bandoneon del Conservatorio di Cagliari: «Il timbro degli archi dell’orchestra classica si unisce a quello dei bandoneones creando un suono unico e di grande impatto emotivo».

Il programma della serata prevede l’esecuzione di capolavori del Tango firmati da autori del calibro di Plaza, Ruggero, Piazzolla, De Marco, Ventura, Melo, Mores, Rovira, Balcarce.

Il sipario sulla XIV edizione dell’ARTang&Jazz Festival calerà il prossimo 2 settembre con un evento originalissimo e straordinario. A Iglesias, presso la Miniera di San Giovanni (Piazzale d’ingresso grotta Santa Barbara), alle ore 21.00, andrà in scena il concerto di punta della stagione 2023: “Le otto stagioni. Vivaldi e Piazzolla”. Ad interpretare “Le otto stagioni” saranno due prestigiosi solisti: il bandoneonista Fabio Furia e il violinista Ettore Pellegrino accompagnati dall’orchestra Anton Stadler, diretta da Maurizio Dones.

 

Dopo il grande successo con l’Orchestra tipica di tango, in arrivo un nuovo appuntamento con la quattordicesima edizione di ARTango&Jazz Festival, rassegna concertistica organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore.

Il 21 agosto ARTango&Jazz Festival ritorna nel suggestivo scenario della Tonnara Su Pranu di Portoscuso. Alle 22.00 andrà in scena il concerto “Fusione Musicale tra America e Europa”.” del Duo Shardana formato dal flautista Tony Chessa e il chitarrista Alberto Falcione.

Concertisti di grande sensibilità e caratura internazionale proporranno un viaggio tra le musiche di autori di varie nazionalità come Machado, Boutros, Piazzolla, Pujol, De Palma, che hanno saputo unire la musica colta europea con generi differenti di folklore. I presenti verranno travolti dalla musica tradizionale spagnola a quella brasiliana, passando per quella argentina, italiana, francese, ecc. Il loro stile compositivo unico ed originale, creerà un’atmosfera di piacevole ascolto.

Il sipario sulla rassegna concertistica calerà il 2 settembre con un evento originalissimo e straordinario. Ad Iglesias, presso la Miniera di San Giovanni (Piazzale d’ingresso grotta Santa Barbara), alle ore 21.00 andrà in scena il concerto di punta della stagione 2023: “Le otto stagioni. Vivaldi e Piazzolla”. Ad interpretare “Le otto stagioni” saranno due prestigiosi solisti: il bandoneonista Fabio Furia e il violinista Ettore Pellegrino accompagnati dall’Orchestra Anton Stadler, diretta da Maurizio Dones.

 

 

Dopo il grande successo dei primi due concerti, cala il sipario sulla rassegna musicale “I tramonti di Porto Flavia”, anteprima estiva del Festival Internazionale di Musica da Camera (in programma ad autunno ad Iglesias). La manifestazione, organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore, avrà luogo nello spazio antistante l’ingresso dell’ex Area mineraria di Masua, dove i presenti potranno godere non solo della musica più raffinata, ma anche di un’incantevole ambientazione che si affaccia sul panorama costiero del Sulcis Iglesiente, davanti al Pan di Zucchero, lo scoglio più alto del Mediterraneo.

Domenica 20 agosto, alle 20.30, salirà sul palco il Duo Shardana composto dal flautista Tony Chessa e il chitarrista Alberto Falcione per un concerto dal titolo “Fusione Musicale tra America e Europa”. Il Duo eseguirà musiche di autori di varie nazionalità che hanno saputo unire la musica colta europea con generi differenti di folklore, spaziando dalla musica tradizionale spagnola a quella brasiliana, passando per quella argentina, italiana, francese ecc. Il loro stile compositivo unico ed originale, creerà un’atmosfera di piacevole ascolto.

Dopo il grande successo dei primi due appuntamenti, prosegue la rassegna concertistica ARTango &a Jazz Festival, organizzata dall’associazione Anton Stadler, sotto la direzione artistica di Fabio Furia, bandoneonista e compositore.
Il 10 agosto l’appuntamento è nel suggestivo scenario della Tonnara su Pranu di Portoscuso. A partire dalle ore 22, l’Orchestra tipica di tango del Conservatorio di Musica di Cagliari, con la partecipazione del bandoneonista Fabio Furia, terrà un concerto dal titolo “Melancolico Buenos Aires”. Il programma della serata prevede l’esecuzione di capolavori del Tango firmati da autori del calibro di Plaza, Ruggero, Piazzolla, de Marco, Ventura, Melo, Mores, Rovira, Balcarce: «Il timbro degli archi dell’orchestra classica si unisce a quello dei bandoneones creando un suono unico e di grande impatto emotivo».
L’orchestra replicherà l’esibizione il 19 agosto, alle ore 21.30, nell’affascinante scenario del S’Olivariu, a Gonnesa, e il 26 agosto al Castello Salvaterra di Iglesias (ore 21.30).