9 December, 2021
HomePosts Tagged "Antonio Vigo"

[bing_translator]

Ieri, a Genova, all’età di 89 anni è morto Bruno Rombi, docente, poeta, scrittore, saggista, giornalista, opinionista, pittore.

Uomo di grande cultura, dotato di non comune sensibilità ed umanità. Sono tanti i suoi scritti, peraltro tradotti e pubblicati anche all’estero. Pur essendo vissuto a Genova, è rimasto sempre intimamente legato alla Sardegna e, soprattutto, a Calasetta, dove è nato e ha vissuto fino all’età di 31 anni. A lui si deve l’istituzione della Pro Loco calasettana e l’invenzione della Festa dell’Uva, la manifestazione più importante del paese, fintanto che la viticoltura è stata la principale attività lavorativa dei Calasettani.

«Come spesso capita alle persone più illuminate, a volte non e stato compreso da chi non era abbastanza aperto mentalmente al nuovo, ma la passione che ha sempre provato per Calasetta non gli è mai venuta meno, come emerge dalle diverse sue operedicono gli ex sindaci di Calasetta Remigio Scopelliti ed Antonio Vigo -. Bruno Rombi è stato colui che per primo ha fatto conoscere Calasetta in Liguria, dove era universalmente nota soltanto Carloforte come realtà tabarchina. Con i suoi scritti e le sue poesie rimane e rimarrà il poeta e lo scrittore cantore di Calasetta. La sua scomparsa ci addolora e ci lascia tutti più poveri, anche se resta la ricchezza delle sue opere. Passati i tempi critici che purtroppo stiamo attraversando, e che al momento ci impediscono di rendergli il dovuto estremo saluto, sarà per noi doveroso ricordarne in modo adeguato la figura e l’operaconcludono Remigio Scopelliti ed Antonio Vigo -. Ai suoi amatissimi figli la nostra partecipazione al loro dolore.»

Bruno Rombi presentò il suo ultimo libro, “Il mare è una sirena”, il 28 luglio 2017, su iniziativa dell’Auser di Calasetta – Sezione Agostino Cincotti, dell’assessorato della Cultura del comune di Calasetta e di Sardegna Solidale Centro Servizi per il Volontariato, in una sala consiliare strapiena.

Pubblichiamo il racconto della serata, a cura di Toni Cirronis Mercenaro.

Venerdì 28 luglio, presso l’aula consigliare del comune di Calasetta, lo scrittore e poeta calasettano Bruno Rombi, ha presentato in anteprima nazionale, il suo ultimo libro di racconti: “Il mare è una sirena”, in cui la rievocazione di luoghi e avvenimenti, della massima parte degli anni del secolo scorso, riporta in primo piano una serie di figure mitiche, fondamentalmente legate al côte marino di Calasetta, Bruno Rombi fa rivivere un mondo che il tempo, inesorabilmente, ha tentato di cancellare.
Riemergono dall’ombra e ritornano a vivere su una pagina bianca, che acquista un senso, profili semplici e leggendari di personaggi noti alla cronaca, come Masino Manunza, o del tutto inediti, come il mitico simbolico Francesco: tutti personaggi che trasmettono qualche brivido di nostalgia e più di un rimpianto.
Oramai genovese d’adozione (da quasi 60 anni trasferito a Genova), ma con sempre nel cuore e nella mente la sua Calasetta, Bruno ha voluto raccogliere la richiesta dell’Auser Calasetta di organizzare la presentazione di questa ultima opera.
Non senza emozione, vista l’importanza letteraria dell’autore, e l’amicizia che sin dagli ultimi anni ’60 li lega, Toni Cirronis Mercenaro ha cercato di coinvolgere autore e pubblico presente in una rivisitazione dei tempi e dei luoghi che vengono vissuti e attraversati da Francesco, personaggio che è il filo conduttore dei racconti.
Tra brevi letture per entrare in alcuni capitoli e che servivano da input per parlare dei personaggi scelti, la serata è trascorsa in leggerezza ma con una attenzione incredibile, come se tutti i presenti avessero “sete” di sentire, di conoscere e apprezzare quest’ultima opera di questo artista estroverso e a volte fin troppo discusso.
Certo è che l’affetto dimostrato durante le dediche personali che lo stesso ha voluto fare ad ognuno dei presenti, ripagano autore e organizzatori dell’impegno profuso.
Particolare dimostrazione d’affetto è giunta dal vicesindaco Remigio Scopelliti, che ha sottolineato il suo “amore” di lunga data per Bruno, definendolo «poeta che pur allontanandosi dalla sua terra, conserva ed esplica nelle sue opere in desiderio di ritornare sempre sul suolo natio».
Molto graditi ed oculati gli interventi del pubblico, tra i quali abbiamo avuto il piacere e l’onore di avere tra gli altri, lo scrittore Massimo Carlotto e l’editrice di origine calasettana Colomba Rossi.
Tutte le copie a disposizione sono volate via come il maestrale calasettano, ma abbiamo subito richiesto all’editore altre copie per soddisfare la richiesta di tutti, e presto organizzeremo un incontro-chiacchierata con Bruno, in location e giorno da definire, per la distribuzione dei volumi con dedica dedica dell’autore.
Ancora un ringraziamento all’Amministrazione comunale per averci ospitato, al C.S.V. Sardegna Solidale per la collaborazione all’evento, all’amico Peppino Biggio per il contributo fotografico, e a tutti coloro che hanno raccolto il nostro invito.

 

[bing_translator]

I q4 consiglieri di minoranza, Antonio Vigo, Remigio Scopelliti, Angelo Serrenti ed Alessandro Murru, hanno inviato una lettera aperta al neo sindaco di Calasetta, Claudia Murru.

«A seguito della tornata elettorale del 16 giugno 2019 a Calasetta è stata eletta sindaco la dott.ssa Claudia Mura mentre la lista antagonista, con candidato sindaco Remigio Scopelliti, ottiene una percentuale di voti del 45,7 % con la conseguente posizione di minoranza rappresentata con quattro seggi – scrivono Antonio Vigo, Remigio Scopelliti, Angelo Serrenti ed Alessandro Murru -. Recentemente, è stato pubblicizzato dall’attuale Amministrazione un incontro pubblico nell’Aula Consiliare del comune di Calasetta, aperto a tutta la cittadinanza. La maggioranza parlava di un libero confronto con i cittadini, e immaginavamo tale dovesse essere, con domande e risposte sulle scelte e gli indirizzi operativi della nuova Amministrazione. in realtà è stata semplicemente una esposizione unilaterale di fatti, progetti e decisioni assunte in questo ultimo mese dal sindaco e dagli assessori. Il fatto nuovo che noi riteniamo fortemente negativo è che la minoranza consiliare non è stata invitata e che la maggior parte degli interventi sono stati di critica a quanto realizzato dalle amministrazioni precedenti che oggi siedono sui banchi della minoranza.»

«Non vogliamo dilungarci sul ruolo fondamentale che rivestono i consiglieri di minoranza all’interno del dibattito democratico, critico e costruttivo nella vita politica di una piccola cittadina come Calasetta, concetto ribadito più volte nei comizi pre-elettorali e il ruolo del Sindaco che deve rappresentare tutta la comunità a prescinde delle scelte politiche fatte – aggiungono Antonio Vigo, Remigio Scopelliti, Angelo Serrenti ed Alessandro Murru -. Appare a nostro parere umiliante per il nostro ruolo istituzionale non essere stati invitati all’Assemblea cittadina tenutasi in quello che dovrebbe essere il “Tempio Sacro” della politica della nostra comunità. Riteniamo che l’Aula Consiliare non possa essere usata per esporre criticamente l’operato politico di una parte in assenza dell’interlocutore.»

«Non è mai successo, a memoria degli scriventi, che la minoranza consiliare non sia stata invitata in quelle manifestazioni pubbliche che in qualche modo hanno coinvolto la cittadinanza e le autorità pubbliche – sottolineano i 4 consiglieri di minoranza -. L’aula consiliare è di sicuro l’ambiente naturale, in cui attraverso il dialogo e il confronto si può e si deve contribuire al progresso della nostra Comunità, vedendo garantito il rispetto dei ruoli istituzionali, il confronto, il dialogo civile.»

«Confidando nell’intelligenza del Sindaco e nel giuramento solenne di servire la nostra comunità e le istituzioni che l’ha commossa lo scorso 16 giugno – concludono Antonio Vigo, Remigio Scopelliti, Angelo Serrenti ed Alessandro Murru – chiediamo a nome nostro e dei cittadini che rappresentiamo che fatti così incresciosi non debbano più accadere.»

 

[bing_translator]

Si è insediato questa sera il nuovo Consiglio comunale di Calasetta, eletto lo scorso 16 giugno. Qualche minuto dopo le 18.00, in una sala consiliare gremita (nonostante il caldo intenso) il nuovo sindaco Claudia Mura, avvocato 35enne, ha indossato la fascia tricolore, visibilmente emozionata, e dopo la votazione sulle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità del sindaco e dei consiglieri comunali, ha prestato giuramento, ancora più emozionata, come lei stessa ha riconosciuto.

Subito dopo, Claudia Mura ha annunciato la composizione della nuova Giunta: vicesindaco ed assessore dell’Ambiente è Roberto Sinzu, il più votato, con 205 preferenze; assessore del Bilancio, Cultura e Spettacolo, Pubblica istruzione, è Igor Lobascio; assessore delle Attività produttive, Commercio e Turismo, è Claudio Mercenaro; assessore dei Lavori pubblici ed Urbanistica, è Simone Baghino.

Ricordiamo la composizione del nuovo Consiglio comunale, con le preferenze ottenute da ciascun consigliere il 16 giugno.

Maggioranza (lista Calasetta 250), 8 consiglieri: Roberto Sinzu 205, Claudio Mercenaro 117, Matteo Cabras 100, Laura Farris 70, Igor Lobascio 55, Giuseppe Scopelliti noto Peppino 54, Simone Baghino 49, Ambra Cincotti 37.

Minoranza (Noi per Calasetta), 4 consiglieri: Remigio Scopelliti, (candidato sindaco non eletto), Alessandro Murru 113, Antonio Vigo 101, Angelo Serrenti 94.

                             

[bing_translator]

Lunedì 1 luglio, alle 18.00, si insedia il nuovo Consiglio comunale di Calasetta, eletto lo scorso 16 giugno. Sono sei i punti all’ordine del giorno della seduta convocata dal neo sindaco Claudia Mura: insediamento del Consiglio comunale con l’esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità del sindaco e dei consiglieri comunali; giuramento del sindaco; comunicazione della nomina dei componenti della Giunta e del vicesindaco; presentazione al Consiglio degli indirizzi di governo; presa d’atto dei capigruppo consiliari e, infine, nomina della commissione elettorale.

Ricordiamo la composizione del nuovo Consiglio comunale.

Maggioranza (lista Calasetta 250), 8 consiglieri: Matteo Cabras, Giuseppe Scopelliti noto Peppino, Roberto Sinzu, Igor Lobascio, Laura Farris, Claudio Mercenaro, Simone Baghino ed Ambra Cincotti.

Minoranza (Noi per Calasetta), 4 consiglieri: Remigio Scopelliti, Antonio Vigo, Alessandro Murru ed Angelo Serrenti.

 

 

[bing_translator]

Claudia Mura, 35 anni, avvocato, dipendente del comune di Carbonia, candidata della lista “Calasetta 250”, è il nuovo sindaco di Calasetta. Ha battuto con ampio margine, 959 (54,30%) a 807 (45,70%), Remigio Scopelliti, vicesindaco uscente, già sindaco dal 2004 al 2009, candidato della lista “Noi per Calasetta“, eletto consigliere comunale insieme ai tre più votati della lista, il sindaco uscente Antonio Vigo, Alessandro Murru ed Angelo Serrenti. Gli 8 consiglieri eletti della lista vincitrice, “Calasetta 250”, sono: Matteo Cabras, Giuseppe Scopelliti noto Peppino, Roberto Sinzu, Igor Lobascio, Laura Farris, Claudio Mercenaro, Simone Baghino ed Ambra Cincotti.

[bing_translator]

Il Municipio di Calasetta.

Il Municipio di Sant’Anna Arresi.

Urne aperte dalle 7.00 in 28 Comuni sardi, tra i quali Sant’Anna Arresi e Calasetta, per l’elezione dei sindaci e dei Consigli comunali. Ricordiamo che si vota fino alle 23.00. Sono previste tre rilevazioni dell’affluenza, alle 12.00, alle 19.00 e alla chiusura dei seggi.

Ricordiamo che sia a Sant’Anna Arresi sia a Calasetta, le liste in campo sono due.

A Sant’Anna Arresi si confrontano la lista “Insieme per Sant’Anna Arresi”, con candidato alla carica di sindaco Antonio Costantino Granella, 68 anni, già consigliere ed assessore nell’ultima Giunta Dessì ed assessore tecnico nella Giunta Pintus; e la lista “Arresinus”, con candidata sindaco Maria Teresa Diana, 69 anni, già sindaco del paese per un decennio, dal 1980 al 1990, oggi presidente della Coop Mediterranea.

A Calasetta la lista “Noi per Calasetta”, espressione della maggioranza uscente, è guidata dal candidato sindaco Remigio Scopelliti, 64 anni, dipendente AIAS, vicesindaco nelle ultime due consiliature con Antonio Vigo sindaco (oggi candidato alla carica di consigliere) ma già sindaco dal 2004 al 2009; la lista “Calasetta 250”, ha come candidata sindaco Claudia Mura, 35 anni, avvocato, dipendente del comune di Carbonia, e candidati alla carica di consigliere comunale molti debuttanti (il solo Roberto Sinzu si candidò anche cinque anni fa nella lista “Calasetta cambia” guidata dal candidato sindaco non eletto Gian Luca Boy).

Le liste in campo nei due Comuni.

Lista civica “Insieme per Sant’Anna Arresi”.
Candidato alla carica di sindaco: Antonio Costantino Granella noto “Tonino”.
Candidati alla carica di consigliere comunale: Renzo Argiolas, Filippo Atzori, Valter Caschili, Alessandro Gallus, Valerio Lecca, Armando Linzas, Maura Piras, Mariella Pistis, Susanna Potettu, Angelo Romano, Nando Uccheddu, Simona Zanda.

Lista civica “Arresinus”.

Candidato alla carica di sindaco: Maria Teresa Diana.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Titti Podda, Claudio Mei, Adriana Lobina, Elisabetta Rossu, Francesco Scano, Elisabetta Cosa, Samuele Mei, Antonello Scanu, Luca Culurgioni, Daria Uccheddu, Damiano Cruccu, Cristiana Caredda.

Lista civica “Noi per Calasetta”.

Candidato alla carica di sindaco: Remigio Scopelliti.

Candidati alla carica di consigliere comunale sono i seguenti: Salvatore Altadonna, Maria Carla Armeni, Giovanni Battista Barabino noto Gianni, Sandro Dessì, Marilisa Granara, Roberto Lusci noto Robi, Giovanna Manunza, Cristiano Mercenaro noto Kicco, Alessandro Murru, Maurizio Sedda, Angelo Serrenti, Antonio Vigo (sindaco uscente).

Lista civica “Calasetta 250“.

Candidata alla carica di sindaco: Claudia Mura.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Matteo Cabras, Giuseppe Scopelliti noto Peppino, Ambra Cincotti, Roberto Sinzu, Igor Lobascio, Roberto Casula, Laura Farris, Claudio Mercenaro, Sergio Lai, Anna Cuneo, Simone Baghino, Diego Fisanotti.

Giampaolo Cirronis

I candidati di Sant’Anna Arresi, Antonio Costantino Granella e Maria Teresa Diana.

I candidati di Calasetta, Remigio Scopelliti e Claudia Mura.

[bing_translator]

Il Municipio di Sant’Anna Arresi.

Il Municipio di Calasetta.

Si chiude a mezzanotte la campagna elettorale per le Amministrative di domenica 16 giugno. Sono 28 i Comuni sardi chiamati all’elezione dei nuovi sindaci e dei Consigli comunali, tra questi ci sono Cagliari, Sassari, Alghero e due dell’ex provincia di Carbonia Iglesias: Sant’Anna Arresi e Calasetta. A Sant’Anna Arresi si confrontano la lista “Insieme per Sant’Anna Arresi”, con candidato alla carica di sindaco Antonio Costantino Granella, 68 anni, già consigliere ed assessore nell’ultima Giunta Dessì ed assessore tecnico nella Giunta Pintus; e la lista “Arresinus”, con candidata sindaco Maria Teresa Diana, 69 anni, già sindaco del paese per un decennio, dal 1980 al 1990, oggi presidente della Coop Mediterranea. Gli elettori di Sant’Anna Arresi tornano alle urne un anno prima della scadenza naturale, per lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale. Dal 28 giugno 2018 il Comune è guidato da un commissario nominato dalla Giunta regionale.

Anche a Calasetta le liste in campo sono due: la lista “Noi per Calasetta”, espressione della maggioranza uscente, guidata dal candidato sindaco Remigio Scopelliti, 64 anni, dipendente AIAS, vicesindaco nelle ultime due consiliature con Antonio Vigo sindaco (oggi candidato alla carica di consigliere) ma già sindaco dal 2004 al 2009; e la lista “Calasetta 250”, con candidata sindaco Claudia Mura, 35 anni, avvocato, dipendente del comune di Carbonia, e candidati alla carica di consigliere comunale molti debuttanti (il solo Roberto Sinzu si candidò anche cinque anni fa nella lista “Calasetta cambia” guidata dal candidato sindaco non eletto Gian Luca Boy).

Domani, sabato 15 giugno, è prevista la giornata di riflessione, si voterà domenica 16 giugno, dalle 7.00 alle 23.00.

Le liste in campo nei due Comuni.

Lista civica “Insieme per Sant’Anna Arresi”.
Candidato alla carica di sindaco: Antonio Costantino Granella noto “Tonino”.
Candidati alla carica di consigliere comunale: Renzo Argiolas, Filippo Atzori, Valter Caschili, Alessandro Gallus, Valerio Lecca, Armando Linzas, Maura Piras, Mariella Pistis, Susanna Potettu, Angelo Romano, Nando Uccheddu, Simona Zanda.

Lista civica “Arresinus”.

Candidato alla carica di sindaco: Maria Teresa Diana.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Titti Podda, Claudio Mei, Adriana Lobina, Elisabetta Rossu, Francesco Scano, Elisabetta Cosa, Samuele Mei, Antonello Scanu, Luca Culurgioni, Daria Uccheddu, Damiano Cruccu, Cristiana Caredda.

Lista civica “Noi per Calasetta”.

Candidato alla carica di sindaco: Remigio Scopelliti.

Candidati alla carica di consigliere comunale sono i seguenti: Salvatore Altadonna, Maria Carla Armeni, Giovanni Battista Barabino noto Gianni, Sandro Dessì, Marilisa Granara, Roberto Lusci noto Robi, Giovanna Manunza, Cristiano Mercenaro noto Kicco, Alessandro Murru, Maurizio Sedda, Angelo Serrenti, Antonio Vigo (sindaco uscente).

Lista civica “Calasetta 250“.

Candidata alla carica di sindaco: Claudia Mura.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Matteo Cabras, Giuseppe Scopelliti noto Peppino, Ambra Cincotti, Roberto Sinzu, Igor Lobascio, Roberto Casula, Laura Farris, Claudio Mercenaro, Sergio Lai, Anna Cuneo, Simone Baghino, Diego Fisanotti.

Giampaolo Cirronis

I candidati di Sant’Anna Arresi, Antonio Costantino Granella e Maria Teresa Diana.

I candidati di Calasetta, Remigio Scopelliti e Claudia Mura.

[bing_translator]

Sono due le liste presentate per l’elezione del nuovo Sindaco e del Consiglio comunale di Calasetta, in programma il prossimo 16 giugno.

La lista civica “Noi per Calasetta”, espressione della maggioranza uscente, candida a sindaco Remigio Scopelliti, 64 anni, dipendente AIAS, vicesindaco uscente, già sindaco dal 2004 al 2009.

I 12 candidati alla carica di consigliere comunale sono i seguenti: Salvatore Altadonna, Maria Carla Armeni, Giovanni Battista Barabino noto Gianni, Sandro Dessì, Marilisa Granara, Roberto Lusci noto Robi, Giovanna Manunza, Cristiano Mercenaro noto Kicco, Alessandro Murru, Maurizio Sedda, Angelo Serrenti, Antonio Vigo (sindaco uscente).

La lista civica di “Calasetta 250 candida a sindaco Claudia Mura, 35 anni, avvocato, dipendente del comune di Carbonia.

I 12 candidati alla carica di consigliere comunale sono i seguenti: Matteo Cabras, Giuseppe Scopelliti noto Peppino, Ambra Cincotti, Roberto Sinzu, Igor Lobascio, Roberto Casula, Laura Farris, Claudio Mercenaro, Sergio Lai, Anna Cuneo, Simone Baghino, Diego Fisanotti.

 

[bing_translator]

Scadono alle 12.00 i termini per la presentazione delle liste per le Amministrative del prossimo 16 giugno. I Comuni sardi interessati al voto sono 29: Cagliari, Monserrato, Sinnai, Calasetta, Esterzili, Genoni, Guasila, Samatzai, San Gavino Monreale, Sant’Anna Arresi, Serrenti, Villasimius, Bosa, Magomadas, Sini, Sorradile, Austis, Onanì, Ortueri, Sarule, Tortolì, Villagrande Strisalisi, Alghero, Castelsardo, Golfo Aranci, Illorai, Putifigari, Sassari e Sorso.

A Sant’Anna Arresi, al momento, le liste dovrebbero essere due: “Insieme per Sant’Anna Arresi” e “Arresinus”. All’ultimo momento potrebbe inserirsi una terza lista, anche se i tempi sono ristrettissimi… Anche a Calasetta le liste dovrebbero essere due.

In entrambi i Comuni sulcitani il 16 giugno verrà eletto un nuovo sindaco, perché i sindaci uscenti Teresa Pintus (sindaco fino allo scioglimento anticipato del Consiglio comunale) ed Antonio Vigo (sindaco negli ultimi 10 anni) non saranno ricandidati alla carica di primo cittadino.

[bing_translator]

A Calasetta il mercato cittadino del mercoledì mattina cambia location. Con l’imminente inizio dei lavori di riqualificazione e potenziamento del porticciolo turistico di Calasetta, l’area del lungomare destinata all’appuntamento settimanale di stand e bancarelle di venditori locali dovrà essere liberata.

Ma l’amministrazione comunale guidata da Antonio Vigo ha studiato – e definito nei dettagli – una soluzione: trasferire il mercato nell’ampio piazzale davanti all’edificio “Mare Produce”, a poca distanza dalla zona originaria.

«Partendo dalla volontà di salvaguardare l’insieme delle attività commerciali che appartengono al nostro consueto mercato di metà settimana – spiega il sindaco Vigo – abbiamo individuato un’area consona allo svolgimento dell’iniziativa, senza che il trasferimento richiedesse spostamenti ad ampio raggio.»

La scelta è pertanto ricaduta sull’area di fronte a “Mare Produce”, a pochi metri di distanza dal lungomare Colombo.

Il provvedimento, che ha richiesto specifici accordi con la Regione (per quanto concerne le concessioni) e la formulazione di una planimetria per garantire un’assegnazione dei posti razionale e ordinata, entrerà in vigore con l’inizio ufficiale degli interventi al porticciolo: «Saranno garantiti 25 stalli di 40 metri quadrati ciascuno – conclude Antonio Vigo – siamo certi che questo cambiamento non comprometterà in alcun modo il buon andamento di una delle attività consuete dell’economia locale, nonché appuntamento frequentato dalla comunità».