4 February, 2023
HomePosts Tagged "Cristiano Mercenaro"

[bing_translator]

Prenderà il via domani, venerdì 10 maggio, la Sagra del Pilau Calasettano, la grande festa di primavera consacrata al piatto protagonista del panorama gastronomico tabarchino: la fregola con granseola e salsa di pomodoro fresco.

La kermesse, articolata in tre giornate – da venerdì 10 a domenica 12 maggio – taglierà il nastro della quinta edizione portando in scena un cartellone di eventi fittissimo, capace di spaziare dall’enogastronomia alla cultura, dallo sport allo spettacolo, ritagliando uno spazio ampio anche alle iniziative di turismo attivo ed intrattenimento per i piccoli.

Domani 10 maggio, alle 18.00, in aula consiliare, apertura ufficiale degli appuntamenti con il convegno sul Pilau che, tra gli altri, vedrà la partecipazione della biologa nutrizionista Francesca Toni, chiamata ad illustrare le proprietà del piatto tipico tabarchino. E, a seguire, in piazza Belly, le associazioni locali (Ancilla Domini e Calasetta Basket) saranno ai fornelli per cucinare e servire la pietanza di mare a tutti i visitatori. Non mancherà, infine, lo show – sempre in piazza – della band Poohniverse, con un tributo ai Pooh.

A partire da sabato 11, e per tutta la giornata di domenica 12, si entrerà nel vivo della manifestazione con una variegata serie di proposte al pubblico: «L’intento è sempre stato quello di intrattenere in maniera trasversale i visitatori – commenta il consigliere comunale di Turismo, Comunicazione e Pro loco Sergio Porseo – pur mantenendo la centralità del Pilau, perno indiscusso della kermesse».

Al Pilau, non a caso, è stata consacrata l’intera area di Piazza Belly: in un innovativo progetto di mappatura di Calasetta in occasione dell’evento sono state infatti individuate quattro maxi zone “tematiche”.

«Oltre alla centrale Piazza Belly denominata “Area Pilau” – spiega Cristiano Mercenaro, assessore allo Sport e ai Servizi Tecnologici – avremo la zona “Expo” in via Umberto per espositori e hobbisti, la zona “Food&Wine” in via Roma con tanto street-food e il Wine Festival, infine la zona “Sport” in via Principato di Monaco».

Alla scoperta di Calasetta, quindi, ma senza disdegnare le escursioni. Per gli appassionati del genere, sabato e domenica verranno organizzate delle passeggiate in paese (gratuite) con partenze personalizzate. Per i più sportivi, il trekking sulla costa (anche questo gratuito) con partenze alle 10.00 ed alle 16.00.

E, dopo un anno di pausa, torna alla Sagra il trenino turistico che porterà i viaggiatori a spasso per il paese bianco e blu lungo un tour della durata di 45 minuti. Basterà scegliere l’orario più gradito per salire a bordo (sabato, alle 13.30, 14.20; 15.10; 16.00 e 17.00 – domenica, ogni ora dalle 11.00 alle 18.00).

Per le prenotazioni e i ticket trenino, basterà rivolgersi all’Info Point della Pro loco di Piazza Belly, servizio costantemente attivo durante le giornate di festa anche per fornire ogni altro tipo di info e aiuto ai visitatori.

Grandissimo spazio, poi, agli show con ospiti speciali: sabato sera, alle 21.00, sul palco di piazza Belly sarà il momento dello spettacolo di due star di Radio 105 – de “Lo zoo di 105” – i dj Squalo e Marco Dona, e di Gianluca Scintilla Fubelli direttamente da “Colorado” di Italia 1.

Un altro volto noto della televisione, Tessa Gelisio, farà ritorno alla Sagra del Pilau per la quarta volta consecutiva per condurre il cooking-show “Il Pilau a modo mio”: quest’anno lo spettacolo non avrà alcuna valenza competitiva e consisterà nelle prove dimostrative di 7 chef divisi in due gruppi (uno impegnato nel round delle 11.00, l’altro nella fase serale delle 18.00).

[bing_translator]

A partire dalla settimana scorsa, gli impianti sportivi del comune di Calasetta dispongono di due defibrillatori, apparecchi salvavita fondamentali per controllare il ritmo della frequenza cardiaca degli atleti in caso di necessità.

«È una notizia di grande importanza per la nostra realtà sportiva – commenta l’assessore dello Sport Cristiano Mercenaro – pur essendo una piccola comunità, vantiamo un defibrillatore per il palazzetto e, da qualche giorno, uno per il campo di calcio.»

L’installazione del nuovo dispositivo è stata resa possibile in seguito al bando di gara per la pulizia e la manutenzione degli impianti sportivi: «Tra i progetti presentati dalle varie cooperative – conclude Cristiano Mercenaro – una di queste, “La Locomotiva”, ha inserito il defibrillatore come premialità, aggiudicandosi poi il bando: siamo soddisfatti che le condizioni di sicurezza dei nostri sportivi siano garantite da due questi irrinunciabili macchinari».

 

[bing_translator] 

 

La quinta edizione della “Sagra del Pilau” si terrà sabato 11 e domenica 12 maggio 2019. L’amministrazione comunale di Calasetta guidata da Antonio Vigo è già al lavoro per mettere a punto il programma della grande festa di primavera.

«È nostra precisa volontà allestire un evento che fonda la formula forte della manifestazione enogastronomica con alcune novità capaci di impreziosire una rassegna apprezzata da cittadini e visitatori», annuncia Sergio Porseo, consigliere delegato del Turismo e della Pro loco.

Gli spunti innovativi (dagli ospiti ai convegni a tema, senza dimenticare l’intrattenimento) non mancheranno: «Questo evento, nato appena quattro anni fa, sta crescendo: i numeri lo testimoniano», aggiunge Porseo. Il 2018 ha registrato, in relazione al comune di Calasetta, un’impennata del flusso di visitatori nel mese di maggio (fonte Sired: +33,74% di arrivi rispetto al 2017) e la Regione ha premiato la “Sagra del Pilau” con un fondo di 11.700 euro, in qualità di “manifestazione pubblica di grande interesse turistico”.

Sulla stessa linea, Cristiano Mercenaro, assessore dello Sport e dei Servizi tecnologici: «La rilevanza gradualmente conquistata dall’evento ci ha consentito di presenziare a iniziative del gusto e della cultura in Italia e all’estero: dopo Milano Expo e Madrid, di recente siamo stati alla Giornata Storica Pegliese in Liguria, dove il pilau ha rappresentato il nostro paese in un contesto internazionale».

Il piatto di fregola insaporito con la granseola, infatti, come sottolinea ancora Cristiano Mercenaro, «è una pietanza simbolo: riassume in sé una nostra risorsa produttiva, ovvero la pesca, e rievoca il mare come coordinata storica ancora all’epopea dei tabarchini».

In attesa delle novità della prossima edizione, gli amministratori confermano la volontà di fortificare il sodalizio con le realtà associative locali: «Per la buona riuscita della prossima edizione, contiamo sulla inestimabile collaborazione di associazioni, società sportive, commercianti e naturalmente cittadini», conclude Cristiano Mercenaro.

Una vetrina internazionale per mettere in bella mostra le eccellenze enogastronomiche locali, ma anche un’occasione per fare il punto sul progetto di riconoscimento dell’epopea tabarchina come patrimonio immateriale dell’umanità presso l’Unesco. Per il comune di Calasetta, presente con una delegazione alla “XXVIII Giornata Storica Pegliese” tra il 19 e il 21 ottobre scorsi, la trasferta ligure d’autunno ha avuto una duplice valenza. «Anzitutto il nostro Comune ha avuto l’opportunità di partecipare attivamente a un evento incentrato sulla cultura tabarchina – commenta l’assessore dello Sport e dei Servizi tecnologici Cristiano Mercenaro – portando in dote il piatto tipico della nostra tavola: il pilau». La Giornata Storica Pegliese, quest’anno, ha imperniato il suo focus sulla cucina tabarchina, chiamando a raccolta delegazioni (composte non solo da autorità politiche, ma anche da esperti e chef) dalle aree culturali e geografiche su cui ancora è incisa l’impronta della “tabarchinitudine”: Spagna, Francia, Tunisia e Italia. «Questo ci ha consentito di

consolidare i rapporti con le realtà connesse alla storia dell’epopea
tabarchina contribuendo, attraverso la pluralità di gusti e sapori portati in
tavola, di rafforzare il nostro sentimento di appartenenza a una compagine culturale multisfaccettata ma unitaria», aggiunge Cristiano Mercenaro. E proprio in nome di questo radicamento alla grande storia dei tabarchini, l’iniziativa di Pegli ha permesso un confronto concreto e produttivo in relazione a un’istanza molto cara alle amministrazioni ospiti in Liguria: lo stato di avanzamento della richiesta all’Unesco, profilata dal 2010, di riconoscere l’epopea di Tabarca come patrimonio immateriale e intangibile dell’umanità. «In rappresentanza del comune di Calasetta – precisa Cristiano Mercenaro – ho preso parte ad una tavola rotonda durante la quale la studiosa Monique Longerstay, referente all’Unesco, ci ha informato circa la necessità di completare la nostra richiesta di riconoscimento con alcune integrazioni documentarie». La “XXVIII Giornata Storica Pegliese” è stata organizzata dal circolo culturale “Norberto Sopranzi” e la delegazione calasettana, oltre all’assessore Cristiano Mercenaro, ha incluso il delegato del Turismo Sergio Porseo e lo chef Tony Porseo.

[bing_translator]

Venerdì 19 ottobre il pilau, il piatto principe del panorama culinario calasettano approderà a Pegli, in Liguria, in vista della “XXVIII Giornata Storica Pegliese” in programma fino a domenica 21 ottobre.

Per l’occasione, una delegazione tutta isolana (composta dall’assessore dello Sport del comune di Calasetta Cristiano Mercenaro, dal consigliere delegato del Turismo Sergio Porseo e dallo chef Tony Porseo), presenzierà all’evento che, quest’anno, si incardina sul convegno internazionale “La gastronomia tabarchina raccontata e degustata”.

Nel parterre internazionale di ospiti non mancheranno chef e studiosi provenienti dai “luoghi-tassello” del grande mosaico tabarchino: Tunisia, Spagna, Francia, Genova, Carloforte e Calasetta.

«Dopo la tappa a Milano Expo e a Madrid, proporremo il Pilau accompagnato da una degustazione di vini della Cantina di Calasetta – spiega il Sergio Porseo – prosegue senza sosta la promozione di questo piatto di punta, unito alla divulgazione della nostra cultura attraverso i sapori.»

Per l’assessore Cristiano Mercenaro, la partecipazione all’evento consente anche il consolidamento dei rapporti con le altre realtà culturali contraddistinte dall’impronta tabarchina (Calasetta è gemellata con Pegli): «In attesa di svelare la data della quinta edizione della Sagra del Pilau, cogliamo con piacere l’invito dei “cugini” liguri: saranno due giorni densi di appuntamenti sotto il segno di storia, tradizioni ed enogastronomia».

Entusiasmo anche da parte dello chef Tony Porseo, esperto indiscusso della preparazione del piatto tipico a base di fregola con granseola: «Sono onorato di far parte della delegazione in partenza per Pegli: ho la certezza che il Pilau non sfigurerà affatto di fronte alle pietanze tipiche portate in scena dagli altri Paesi ospiti».

La “XXVIII Giornata Storica Pegliese” è organizzata dal circolo culturale “Norberto Sopranzi”.

[bing_translator]

Domenica 9 settembre si terrà l’ottava edizione della “Calasetta in bike”, escursione cicloturistica in mountain bike. Quest’anno l’iniziativa sarà davvero speciale perché allo scopo ricreativo e sportivo che da otto anni la contraddistingue, si unirà la volontà di onorare la memoria di Giorgio Pani, vero cuore pulsante dell’iniziativa, venuto a mancare di recente.

«Giorgio Pani ha creato e fatto crescere la “Calasetta in Bike” – commenta l’assessore dello Sport e dei Servizi tecnologici Cristiano Mercenaro – è un dispiacere enorme non averlo più tra noi: per questo non abbiamo esitato un attimo a tributargli un ricordo rendendo l’evento un vero e proprio memorial in suo onore».

L’escursione partirà alle 9.30 dagli impianti sportivi di Calasetta, tuttavia l’incontro con i partecipanti è previsto per le 8.30, mentre il rientro è fissato per le 13.00.

Sono previsti due percorsi: uno, lungo 40 chilometri fra strade sterrate, scogliera, asfalto, è adatto a persone con una buona preparazione tecnica. L’altro, di 30 chilometri, risulta più leggero e adatto ai principianti.

A fine escursione, si avrà la possibilità di unirsi al pranzo conviviale (organizzato dalla cooperativa locale “Calasetta Basket”) con opzione di menù per vegetariani. Per ogni dettaglio sulle quote di partecipazione e sulla dotazione sportiva consigliata, si può visitare la pagina Facebook “Calasetta in Bike”.

«È tuttavia possibile iscriversi all’iniziativa anche la mattina dell’escursione – conclude l’assessore Cristiano Mercenaro – basta presentarsi agli impianti sportivi alle 8.30: spero davvero che saremo tanti.»

[bing_translator]

Sono approdati nell’isola di Sant’Antioco sabato primo settembre, pronti per una settimana intensa di allenamenti negli impianti sportivi di Calasetta. Si tratta della schiera dei giovani sciabolatori della prestigiosa “Sala scherma Società del Giardino” di Milano, impegnati in un camp estivo nato dalla collaborazione con l’Amministrazione comunale.

«Gli atleti svolgeranno la preparazione agonistica nel palazzetto di Calasetta – spiega l’assessore dello Sport Cristiano Mercenaro – e per una settimana soggiorneranno in una struttura alberghiera del paese: ne siamo estremamente entusiasti».

Accanto al piacere di aprire le porte della struttura sportiva alle giovani promesse di una società di scherma rinomata (la “Società del Giardino” è nata nel 1783), si pongono considerazioni sulla possibilità di fare di Calasetta meta di preparazioni sportive anche nel futuro: «Favorire l’arrivo in paese di società e squadre per ritiri ed allenamenti può portare benefici molteplici – commenta ancora Cristiano Mercenaro – basti pensare che il gruppo appena arrivato, formato da 30 persone tra allievi e preparatori, alloggerà a sue spese in un hotel locale».

In quest’ottica, si colloca il progetto di ospitalità alle formazioni sportive per consolidare, quindi, la fama di Calasetta come sede di camp e allenamenti agonistici, nonché per favorire un circuito di “turismo sportivo” che coinvolga le attività ricettive non solo nel periodo estivo.

«La destagionalizzazione in chiave sportiva è una prospettiva sulla quale stiamo lavorando – conclude l’assessore dello Sport – per questo stiamo prendendo contatti con società, non solo di scherma, italiane e straniere: vorremmo averle a Calasetta nei vari periodi dell’anno».

Calasetta non è nuova ai rapporti con la scherma: nel maggio del 2016 il palazzetto aveva ospitato la nazionale femminile e maschile, nell’ambito di un raduno in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

 

[bing_translator]

Via al bando per i contributi alle società sportive di Calasetta. Fino al 28 settembre le associazioni potranno presentare la candidatura per ottenere il sostegno economico da parte del Comune.

«Anche quest’anno, l’amministrazione si è battuta per non ridurre i fondi di un solo centesimo, mantenendo intatta la cifra di diecimila euro -. spiega Cristiano Mercenaro, assessore dello Sport e dei Servizi tecnologici – non poca cosa per un Comune di neppure tremila abitanti.»

Per poter beneficiare di un contributo, è necessario essere iscritti all’albo comunale delle associazioni (o società) sportive.

«L’appartenenza all’elenco – aggiunge Cristiano Mercenaro – oltre alla possibilità di ottenere i contributi, consente l’utilizzo degli impianti sportivi comunali e l’accesso al patrocinio del Comune per manifestazioni e iniziative promosse dall’associazione o società.»

Il termine ultimo per presentare la domanda di iscrizione o conferma nell’albo comunale è invece fissato per venerdì 31 agosto.

«Crediamo nello sport e nella sua capacità di esercitare un’influenza sana e positiva sulla vita di chi lo pratica – conclude Cristiano Mercenaro – per questo difendiamo i fondi alle associazioni da qualsiasi forma, seppur minima, di taglio.»

[bing_translator]

Una vita per il basket. Franca Spila e Sandro Spinetti, romani, sono due grandi campioni che sui campi di basket hanno trascorso la loro gioventù, si sono conosciuti ed innamorati, nella primavera del 1966 si sono uniti in matrimonio ricevendo con un telegramma l’apostolica benedizione del Pontefice, Papa Paolo VI, ed hanno continuato a vivere lo sport nel senso più puro del termine, in Sardegna. Ora, non più giovanissimi, hanno deciso di trasferire in un libro la loro straordinaria esperienza di sport e di vita.

«Il nostro racconto non vuole essere solo una semplice biografia di due comunissimi ragazzi, ma anche e, soprattutto, uno stimolo per chi ha avuto la pazienza e la bontà di leggerlo, nella speranza che possa cogliere i valori e lo spirito con i quali si praticava e si viveva lo sport tanti anni fa. Siamo nati e cresciuti certamente in un’altra epoca, sono trascorsi quasi 80 anni, la società è profondamente cambiata per effetto delle nuove impensabili tecnologie e lo sport non fa eccezione ed anzi, è da qualche anno ormai inteso più come opportunità di lavoro ed attraente obiettivo economico, che per i valori e gli insegnamenti che sa trasmettere e dare alle nuove generazioni. Lo Sponsor ed i Media lo esaltano e lo sfruttano, con le stesse Olimpiadi che sono oggi una vetrina da milioni di dollari, più che un’arena dove gli atleti si incontrano e si confrontano.»

«Noi lo sport lo abbiamo abbracciato perché lo sentivamo dentro, perché era innanzi tutto divertimento, perché ci consentiva di aggregarci e misurarci con altri giovani e realtà diverse ed ha rappresentato la strada maestra del nostro cammino di vita.»

Franca Spila, brillante cestista dell’Altius Roma, diede l’addio allo sport attivo quando si unì in matrimonio a Sandro Spinetti, allora atleta della Stella Azzurra di Roma, nella cappella del Collegio San Giuseppe in piazza di Spagna, a Roma, e lo seguì in Sardegna, quando lui si trasferì al Brill, nelle cui fila fu grande protagonista del grande ciclo della squadra cagliaritana.

Sabato 30 giugno, Franca Spila e Sandro Spinetti presenteranno il loro libro a Calasetta, nella sala consiliare del Comune, ospiti del caro amico Gianni Sernagiotto e dell’Amministrazione comunale.

Gianni Sernagiotto ha annunciato così l’evento, nel suo profilo facebook.

«Ti piace la pallacanestro? Sei in Sardegna? Vieni a Calasetta, nell’isola di Sant’Antioco, domani alle ore 18,30 ci sarà la presentazione di un libro veramente interessante, parla di due campioni romani della pallacanestro che hanno deciso di rimanere a vivere in Sardegna, due Signori della pallacanestro che fu, sono Franca Spila e Sandro Spinetti. Modererà l’incontro, il giornalista ed editore Giampaolo Cirronis, ti aspetto alla sala consiliare del comune di Calasetta, sarà presente anche l’assessore dello Sport, il vulcanico Cristiano Mercenaro.»

[bing_translator]

Palasport Calasetta 3 copiaPalasport Calasetta 4 copia

Ieri sera il Consiglio comunale di Calasetta ha istituito la commissione dello Sport, in attuazione della L.R. 17 maggio 1999 n° 17 art. 5.

La commissione formulerà proposte ed esprimerà pareri preventivi sugli atti di programmazione comunale degli interventi nel settore sportivo, per i quali il comune di Calasetta benefici di finanziamenti pubblici o destini risorse del proprio Bilancio e su ogni altro argomento inerente alla materia sportiva.
La commissione è 
così composta: Antonio Vigo, sindaco, presidente; Cristiano Mercenaro, assessore dello Sport; Sergio Porseo, consigliere di maggioranza; Sandro Dessì, consigliere di minoranza, un rappresentante degli operatori di settore, scelto dalla Giunta comunale su un elenco di persone designate dalle società sportive operanti nel comune di Calasetta.

«Con l’istituzione della commissione comunale – dice Cristiano Mercenaro -, possiamo immediatamente perfezionare l’albo delle società sportive, atto necessario per l’erogazione dei contributi pubblici. Inoltre, procederà con la pianificazione dei prossimi eventi.»