18 August, 2022
HomePosts Tagged "Francesca Giangrandi"

[bing_translator]

Giovedì 31 ottobre il IX Festival pianistico del Conservatorio, dedicato quest’anno agli 80 anni dell’istituzione musicale cagliaritana, propone alle 18.00, nell’aula magna, con “Gli allievi raccontano”, una conversazione guidata dal pianista Giulio Biddau attorno alle figure della pianista Arlette Giangrandi Eggmann e del violinista Renato Giangrandi.

Ginevrina lei, fiorentino lui, Arlette Giangrandi Eggmann e Renato Giangrandi sono stati una coppia sia nel lavoro sia nella vita: negli anni ’50 avviarono una intensa attività concertistica come duo chiamato a suonare non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Successivamente la coppia affiancò all’attività concertistica quella didattica, insegnando nel Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina”.

Ai due musicisti è dedicata anche la serata di lunedì 4 novembre, con il concerto, in programma alle 18.00 nell’auditorium, che vedrà il violinista Attilio Motzo, i pianisti Francesca Giangrandi, Giulio Biddau, Marcella Murgia, Stefano Curto, Romeo Scaccia e i percussionisti Paolo Susnik ed Andrea Peddis, affrontare partiture di Mozart, Ravel, Debussy e Scaccia.

L’ingresso è libero e gratuito.

[bing_translator]

Sarà il Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” ad ospitare, sabato 11 maggio alle 10,30, l’inaugurazione della 23ª edizione di Cagliari Monumenti aperti, la manifestazione che per l’intero fine settimana toglie i lucchetti ai tesori della città. L’evento è il frutto dell’accordo firmato a febbraio tra l’istituzione musicale e la Onlus Imago Mundi, organizzatrice di Monumenti aperti. Un accordo che prevede una collaborazione sempre più stretta tra i due enti.

Non è tutto, perché in occasione della manifestazione anche quest’anno il “Da Palestrina” propone una nutrita proposta di eventi: nelle due giornate di sabato e domenica l’istituzione sarà presente in diversi siti per proporre dei momenti musicali che vedranno protagonisti i suoi studenti. Nella sola giornata di sabato sarà inoltre possibile partecipare a delle visite guidate organizzate all’interno dei suoi spazi di piazza Porrino.

Le visite guidate. Sono in programma nella giornata di sabato dalle 9.00 alle 18.00. E’ previsto un percorso a tappe lungo il quale sarà raccontato come è fatto il Conservatorio, come si svolgono le lezioni, quale aria si respira nella vita di tutti i giorni dell’istituzione musicale.

I concerti. Nel Castello di San Michele la chitarrista Giulia Piga musicherà i racconti degli studenti dell’istituto tecnico De Sanctise proporrà un repertorio di diversi brani per chitarra. Nel Ghetto di Santa Croce si esibiranno l’ensemble di Fiati guidato dal maestro Luigi Muscio e quello di chitarre guidati dal maestro Flaviano Dessalvi. E’ in programma anche l’esibizione di launeddas del giovane Nicola Agus, che proporrà musiche da lui stesso composte. Musica anche nella Chiesa di Santa Rosalia con i concerti d’organo curati dalle docenti Antonella Ferru e Livia Sandra Frau. L’organo risuonerà anche nella Chiesa del Santo Sepolcro con i concerti a cura del Maestro Angelo Castaldo.

Anche l’auditorium del Conservatorio ospiterà dei concerti: sono previste esibizioni degli studenti delle classi di Pianoforte guidate da Rares Saghin, Teresa Zanda, Francesca Giangrandi, Giulio Biddau, Gabriela Mereu, Marcella Murgia, Stefano Figliola e Francesca Carta. Nella due giorni l’Auditorium ospiterà anche i concerti delle classi di violino di Maria Elena Runza e Francesco Vargiu e di quelle di Musica da camera guidate da Alessandra Giura Longo e Michele Nurchis.

Durante i concerti, saranno proposte le pagine più belle della musica di tutti i tempi da Bach a Mozart, da Prokfiev a Scott Joplin sino alle composizioni scritte per le launeddas.

[bing_translator]

Domani, venerdì 25 maggio, gli appuntamenti con “I talenti del Conservatorio”, la rassegna che vede protagonisti nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari i suoi migliori allievi, proseguono con una serata interamente dedicata al pianoforte.

Si comincia alle 18.00 con i migliori allievi della classe guidata da Elisabetta Dessì e si prosegue con gli studenti di pianoforte della classe di Francesca Giangrandi.

Il programma della serata spazierà da F. Chopin a F. Prokofiev, da C. Debussy a W.A. Mozart e J. Brahms.

[bing_translator]

Doppio appuntamento con i saggi degli studenti la prossima settimana nel Conservatorio di Cagliari.

Lunedì 29 maggio, alle 18,30, nell’Auditorium si esibiranno i migliori allievi delle classi di Pianoforte e di Corno guidate dai docenti Aurora Cogliandro, Gabriella Mereu, Efisio Lilliu e Mario Seoni. Il concerto proporrà brani di J.S. Bach, W.A. Mozart, L.V. Beethoven, R. Strauss, S. Rachmaninoff e L. Janacek.

Mercoledì 31 maggio, sempre alla stessa ora, l’Auditorium ospiterà invece i saggi delle classi di pianoforte e canto, tenute dai maestri Francesca Giangrandi, Angela Tangianu ed Elisabetta Scano. Sono in programma musiche di J.S. Bach, J. Brhams, G. Puccini, G. Verdi, W.A. Mozart, F. Chopin, S. Rachmaninoff, A.N. Scriabin.

I Saggi del Conservatorio sono un momento importante del percorso di studi dei migliori allievi, ai quali viene data la possibilità di mostrare le capacità maturate davanti a un pubblico, in uno spazio prestigioso come quello dell’Auditorium.

L’ingresso è libero e gratuito.

[bing_translator]

Auditorium 2Conservatorio

Ultimi due appuntamenti la prossima settimana con “L’autunno musicale del Conservatorio”, la rassegna pensata per dare agli studenti dell’istituzione musicale cagliaritana la possibilità di mostrare davanti a un pubblico le capacità acquisite nell’ultimo anno di corso.

Lunedì 10 ottobre, alle 1.800, negli spazi dell’Auditorium si esibiranno gli allievi della classe di pianoforte di Francesca Giangrandi, quelli della classe di Violino di Sandro Medda, che si misureranno con partiture di L. V. Beethoven e R. Schumann J.S. Bach e N. Paganini.

Giovedì 13 ottobre, alla stessa ora, sempre nell’Auditorium, sarà la volta degli studenti di Pianoforte dei docenti Gabriella Artizzu, Aurora Cogliando e Stefano Figliola. Il programma della serata spazierà da W.A. Mozart a Schubert, passando per F. Mendhelsson e F. Chopin.

 

 

[bing_translator]

Conservatorio di Cagliari 35 copia

Con la conferenza dal titolo “Busoni teorico e musicologo”, tenuta da Laura Quattrini, docente di Storia della musica nel conservatorio “G. P. da Palestrina di Cagliari”, lunedì 16 maggio, alle 18.00, nell’aula magna dell’istituzione musicale cagliaritana (in piazza Porrino), prenderà il via la VI edizione del “Festival Pianistico del Conservatorio” dedicato quest’anno, nel 150° anniversario dalla nascita, alla figura di Ferruccio Busoni, sommo pianista e compositore, personalità tra le più versatili e stimolanti del panorama musicale internazionale.

Sino all’11 luglio, e poi di nuovo da settembre alla fine di ottobre, l’aula magna e l’auditorium del Conservatorio  ospiteranno conferenze, concerti, lezioni aperte e, per la prima volta, conversazioni pianistiche, che ripercorreranno la figura di Busoni restituendo al pubblico le tante sfaccettature dell’uomo e del musicista.

Nato da un progetto di Stefano Figliola, docente di pianoforte al Conservatorio di Cagliari, il Festival Pianistico è divenuto negli anni un sicuro riferimento per quel pubblico che, sempre più numeroso e attento, ne ha seguito le precedenti edizioni dedicate rispettivamente a Dino Ciani, Claudio Arrau, all’esecuzione integrale delle 32 sonate di Beethoven, a Frydrich Gulda e ad Alexis Weissenberg.

Per questa VI edizione, il cartellone delle manifestazioni, nella sezione “Itinerari Busoniani”, propone anche due conferenze curate dal Dipartimento di “Teoria e Analisi, Composizione, Direzione e Musicologia”. Si tratta di “Busoni operista” (lunedì 23 maggio alle 18.00), tenuta da Gianluigi Mattietti, docente di Storia della musica all’Università di Cagliari, e di “Busoni: pensiero estetico e prassi compositiva” (il 30 maggio alle 18) conversazione a tre voci tra Marco Vincenzi, direttore artistico del Centro studi musicali “Ferruccio Busoni” di Empoli, Mario Carraro, docente di Armonia al Conservatorio e Mirko Atzori, brillante allievo dell’istituzione musicale cagliaritana. Completerà il ciclo degli “Itinerari Busoniani” la conferenza “Busoni: uno “sguardo lieto” o inquieto sul pianismo e l’arte?” (lunedì 3 ottobre, alle ore 18.00) che vedrà protagonista Aurora Cogliandro, docente di pianoforte nel Conservatorio cagliaritano.

Le “Lezioni aperte”, rivolte prevalentemente ad un pubblico esterno, saranno tenute il 6 e il 13 giugno, alle 18.00, nell’aula magna dai due docenti di pianoforte Maurizio Moretti e Francesca Giangrandi.

Novità per questa VI edizione del Festival Pianistico sono le “Conversazioni pianistiche” curate e condotte da Mirko Atzori, che avranno per protagonisti due docenti di Pianoforte – Stefano Figliola (10 ottobre) e Francesco Giammarco (17 ottobre), sempre alle 18.00 e sempre nell’aula magna.

Le manifestazioni concertistiche, invece, prenderanno il via lunedì 11 luglio nell’auditorium, con un concerto dedicato interamente a musiche di Ferruccio Busoni per poi riprendere mercoledì 21 settembre.

La manifestazione è organizzata dai Dipartimenti “Strumenti a Tastiera” e “Teoria e Analisi, Composizione, Direzione e Musicologia”,  in collaborazione col Dipartimento di “Musiche d’insieme”.

Angelica Perra (2) Angelica Perra foto per locandina  Claudio Mosca Claudio Mosca (2m)

Domenica 31 maggio, a Cagliari, per la 18ª rassegna Forma e Poesia nel Jazz, sono in programma due appuntamenti.

In mattinata, consueto appuntamento domenicale della serie “(Con) Fusion”, progetto nato da un’idea condivisa con la Cooperativa Sant’Elia 2003 e Sustainable Happiness, che prevede musica, interazioni e installazioni artistiche al borgo nei pressi del mercato. Di scena, intorno alle 11, un protagonista della scena rock isolana, Alberto Sanna, poliedrico cantautore e musicista, qui in versione “one man band”: voce, chitarra, armonica e grancassa.

Nel tardo pomeriggio, alle 18, tappa invece al Jazz’Art in via Lamarmora, nello storico quartiere di Castello, dove è di scena il duo “EveryWhere flute & piano” della flautista Angelica Perra e del pianista Claudio Mosca: un progetto nato alla fine del 2013 con l’obbiettivo di compiere un ideale viaggio in musica attraverso i brani di compositori del periodo a cavallo tra Otto e Novecento come Claude Debussy, Carlos Gardel, Erik Satie, Bela Bartok, George Enescu, Gabriel Fauré e Scott Joplin.

Nata nel 1989, Angelica Perra ha iniziato lo studio del flauto traverso all’età di cinque anni, per poi laurearsi a diciannove al conservatorio di Cagliari, sotto la guida di Elena Cecconi. Ha partecipato a numerose masterclass e stage di alto perfezionamento accademico dedicate al flauto solo e alla musica contemporanea, esibendosi in prestigiose sale italiane come solista, con ensemble cameristici e orchestre. Fondatrice del trio “Le muse del flauto” nel 2012, è musicista protagonista di uno spot pubblicitario internazionale e ospite di importanti manifestazioni culturali come solista. La formazione classica le consente di coltivare l’interesse e approfondire la conoscenza del tango, ma anche di frequentare generi come jazz, pop e bossa nova collaborando con la cantante Adele Grandulli e il cantautore Flavio Secchi.

Percorso di formazione analogo, quello di Claudio Mosca: cagliaritano, anche lui classe 1989, intraprende gli studi di pianoforte a cinque anni, nel 2009 si diploma al conservatorio della sua città sotto la guida di Francesca Giangrandi, e nel 2012 conclude col massimo dei voti il biennio di secondo livello a indirizzo solistico presso il conservatorio “Nino Rota” di Monopoli sotto la guida di Benedetto Lupo. Ha frequentato corsi con docenti di fama internazionale tra cui Oscar Martin, Claudio Martinez Mehner, Fabio Bidini, Paola Bruni, Marisa Somma, Beatrice Antonioni, e si è distinto in diversi concorsi nazionali e internazionali nei quali ha ottenuto il primo premio. Oltre all’attività solistica e da camera, Claudio Mosca svolge quella di Maestro Collaboratore, Maestro accompagnatore e Pianista in Orchestra. Ha collaborato con direttori di fama internazionale quali Claudio Martinez Mehner, Fabio Bidini, Paola Bruni, Marisa Somma, Beatrice Antonioni, e, dal 2009 al 2013, ha fatto parte dell’Ensemble del XX secolo dell’Accademia del Teatro alla Scala.

Prossimo appuntamento in calendario per la rassegna Forma e Poesia nel Jazz giovedì 4 giugno: in arrivo al “Jazzino” (ore 21.45) il sassofonista americano (ma da tempo di casa in Spagna) Paul Stocker, in quartetto con Juan Vinuesa al sax tenore, Hector Oliveira al contrabbasso e Dani Garcia alla batteria.