23 June, 2024
HomePosts Tagged "Gesuino Nemus" (Page 2)

[bing_translator]

Dopo le anteprime del 20 e del 22 luglio, venerdì 3 agosto a Calasetta prende il via la settima edizione di LiberEvento, il festival tra letteratura, musica e teatro organizzato dall’associazione culturale Contramilonga in collaborazione con il Comune di Calasetta.

Sino al 19 agosto, davanti al suggestivo scenario della Torre Sabauda, sono in programma sei appuntamenti tutti declinati al femminile: per l’edizione 2018 LiberEvento ha deciso di parlare di libri che raccolgono nelle loro pagine storie di donne.

Organizzato sotto la direzione artistica dello scrittore e giornalista Claudio Moica, e per la parte musicale del compositore e bandoneonista Fabio Furìa, il festival venerdì 3 agosto alle 21,45 sarà inaugurato da “Incantamenti dal vecchio al nuovo mondo”, concerto che vedrà sul palco il trio formato da Gennaro Minichiello (violino), Giovanna d’Amato (violoncello) e Pasquale Coviello (fisarmonica). Il concerto proporrà un repertorio trasversale, che passerà in rassegna i più bei capolavori della musica dall’Ottocento al Novecento con brani da Astor Piazzolla a Gioacchino Rossini, da Carlos Gardel a Johannes Brahms. Alle 22,45 si entra nel vivo con il primo ospite della rassegna: l’autrice cagliaritana Vanessa Roggeri presenterà il suo libro “La cercatrice di corallo” uscito nei primi mesi dell’anno per Rizzoli. A dialogare con la scrittrice sarà il giornalista Andrea Corda.

Il giorno dopo, sabato 4 agosto, alle 22.00, arriva l’attrice e regista Francesca D’Aloja per presentare “Cuore sopporta”, la sua terza fatica da scrittrice. Il libro, attraverso il racconto della storia di Adele, che ha deciso di rifugiarsi in una villa isolata sul mare, fruga tra le pieghe dell’animo umano. Dialogherà con l’autrice Cinzia Micheletti, già assessore alla Cultura dell’ex provincia di Carbonia-Iglesias.  

Durante l’incontro è prevista una performance dal vivo del vignettista Massimo Piga che realizzerà in tempo reale un disegno ispirato al libro di D’Aloja.

La serata prosegue con la pièce teatrale “Quotidianamente insieme”, la storia di una crisi coniugale messa in scena dagli attori Carlo Angioni e Floriana Ancis.

Domenica 5 agosto LiberEvento ospita il veterinario- scrittore Marcello Introna, autore nel 2017 di “Castigo di Dio”, libro edito da Mondadori, ambientato a Bari durante la seconda guerra mondiale. L’incontro, moderato dallo scrittore Francesco Fiabane, vedrà ancora una volta all’opera il vignettista Massimo Piga. Alle 23.00 spazio alla musica con il concerto “Tangata”. Protagonista sarà il quartetto d’assi composto da Fabio Furìa (bandoneon), Gianmaria Melis (violino), Marcello Melis (pianoforte) e Giovanni Chiaramonte (contrabbasso). In programma musiche di Fabio Furìa, Astor Piazzolla, e altri.

Lunedì 6 agosto alle 22, ultimo appuntamento prima della pausa ferragostana: ospiti della serata saranno Cesare Bocci e Daniela Spada che presentano il libro, uscito nel 2016 per Sperling e Kupfer, “Pesce d’aprile. Lo scherzo del destino ci ha reso più forti”, la drammatica storia vissuta da Daniela Spada dopo essere stata colpita da un ictus. Modera lo storico dell’arte Marco Loi.

Gli appuntamenti della rassegna riprendono venerdì 17 agosto alle 22 quando sotto la Torre Sabauda arriva Cristina Caboni: nell’incontro moderato da Luca Sarriu, esperto di storia dell’arte, e che vedrà ancora una volta la partecipazione di Massimo Piga, l’autrice parlerà del suo lavoro “La rilegatrice di storie perdute”, storia di due donne, Sofia e Clarice, i cui destini si incrociano grazie a un libro.

Sabato 18 agosto, sempre alle 22.00, è in arrivo invece Gesuino Nemus, scrittore rivelazione nell’edizione 2016 del Premio Campiello. L’autore a Calasetta presenterà l’instant book “I bambini sardi non piangono mai” (Elliot 2017). A dialogare con lui ci sarà il giornalista Carlo Martinelli.

Domenica 19 agosto, alle 22.00, arriva la scrittrice cagliaritana Anna Melis che presenta il suo terzo libro, “Lunissanti”, uscito pochi mesi fa per Sperling e Kupfer. Dialoga con l’autrice l’insegnante Enrico Scano.

La serata prosegue alle 23.00 con il chitarrista Gavino Loche protagonista di un concerto dal titolo “Contemporary fingerpicking guitar” con cui calerà il sipario sull’edizione 2018 di LiberEvento.

[bing_translator]

La voce più originale della letteratura sarda approda al festival Street Books – Scrittori, lettori e libri, a Dolianova per una serata da non perdere. Giovedì 22 giugno appuntamento alle 21.30 presso il Circolo Dolia di corso Repubblica 58 con Gesuino Némus. Il vincitore lo scorso anno del Premio Campiello Opera Prima con il suo romanzo d’esordio “La teologia del cinghiale”, presenterà la sua ultima fatica “Ora Pro Loco” (Elliot). Insieme a lui, a parlare di libri, Sardegna e letteratura, ci sarà un altro nome emergente della scena isolana, lo scrittore Cristian Mannu, vincitore dell’edizione 2015 del Premio Calvino con il romanzo “Maria di Ísili” (Giunti).

Gesuino Némus (al secolo Matteo Locci, nato a Jerzu 59 anni fa ma da tantissimi anni residente a Milano) ha raggiunto il successo in maniera sorprendente due anni fa con il suo romanzo d’esordio “La teologia del cinghiale” che ha vinto il Premio Campiello Opera Prima, il Premio Selezione Bancarella, il Premio letterario Osilo, POP16 Premio Opera Prima della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e il Premio John Fante 2016. Con il suo secondo romanzo “I bambini sardi non piangono mai” (Elliot, 2016) Gesuino Némus si è invece aggiudicato il Premio Franco Fedeli miglior giallo dell’anno.

“Ora Pro Loco” è un giallo ambientato nel paesino immaginario di Telévras. In una terra devastata dallo spopolamento e dall’abbandono scolastico, un gruppo di disoccupati cronici decide di ricreare una realtà da cartolina che possa compiacere i turisti. Nuraghi trasformati in squallidi motel senza uso bagno, pecorino con i vermi, femmine tettute e baffute, velenosissimo miele d’oleandro, cannonau tagliato con la varechina e mirto corretto alla cicuta diventano così le adrenaliniche attrazioni per gitanti garruli e festosi. L’enclave di Telévras sembra rinascere ma in questo gioco di luoghi comuni ci scappa il morto per davvero e le indagini dei carabinieri si avviano per i soliti, tortuosi sentieri della mentalità dei suoi abitanti, a dimostrazione che la fantasia può essere superata dalla realtà.

L’incontro con Gesuino Némus rientra nella sessione del festival dal tema “Sardinia Export” che dà spazio a scrittori isolani che con i loro libri hanno varcato il Tirreno ottenendo il successo editoriale nel nostro paese e all’estero e che a Dolianova incontrano i lettori e presentano le loro opere.

La giornata di giovedì si aprirà con l’iniziativa “Libri al mercato”, inserita nella sezione “Tutti lettori”. A partire dalle 9.30 e fino alle 12.00, tra le bancarelle di piazza Brigata Sassari l’associazione Circolo dei Lettori Miele Amaro organizza iniziative di promozione della lettura per condividere, scambiare e giocare coi libri. Non mancheranno le sorprese, con molti titoli, messi a disposizione della Biblioteca comunale, che verranno regalati ai partecipanti.

[bing_translator]

Trentotto serate di letteratura, musica, cinema, arte, cibo e buon vino. Prende il via venerdì 16 giugno la seconda edizione del festival Street Books – Scrittori, lettori e libri a Dolianova, organizzato dall’associazione Circolo dei Lettori Miele Amaro con la direzione artistica di Gianni Stocchino e sostenuto dall’amministrazione comunale di Dolianova e dall’assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport. 

Fino al 23 luglio saranno oltre settanta gli ospiti che daranno vita ad un festival letterario itinerante tra monumenti, vie, piazze e case storiche del centro del Parteolla, per più di cinquanta appuntamenti (tutti ad ingresso gratuito) suddivisi in sei diverse sezioni tematiche (“Sardinia Export”, “Sardinia Import”, “Km 0”, “Libri a merenda”, “Tutti lettori” e “Lo spettacolo della letteratura”) che vedranno protagonisti scrittori e artisti del calibro di Iaia Forte, Davide Enia, Syusy Blady, Gesuino Némus, Bruno Tognolini, Otto Gabos, Barbara Casini e Massimo Carlotto, senza dimenticare la scrittrice e ispiratrice della serie tv “L’allieva” Alessia Gazzola, il noirista Enrico Pandiani e Francesco Fry Moneti dei Modena City Ramblers.

Non mancheranno inoltre le iniziative collaterali, ospitate nelle sezioni Cineletture, Exibition, Itinerari ed escursioni e Focus.

«Abbiamo voluto confermare l’impegno della nostra amministrazione favore del festival perché crediamo nell’investimento in cultura e perché riteniamo che possa essere un volano di sviluppo sia per il nostro centro che per l’intero territorio», ha spiegato il sindaco di Dolianova, Ivan Piras, intervenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione dello Street Books svoltasi stamane in piazzetta Savoia a Cagliari. «La cultura è sempre stata in qualche modo ‘cagliaricentrica’ – ha puntualizzato l’assessore della Cultura, Chicco Fenu – e nei paesi si è fatto soprattutto intrattenimento. Noi invece vogliamo puntare sulla cultura di qualità, valorizzando al contempo le capacità organizzative delle associazioni e delle professionalità che operano nel nostro comune».

Ogni giorno Dolianova offrirà dunque un appuntamento in cui non solo scrittori, artisti, attori, musicisti ma anche semplici lettori saranno protagonisti delle numerose iniziative intorno alla lettura e alla letteratura promosse e sostenute dall’amministrazione comunale di Dolianova e organizzate dall’associazione Miele Amaro il Circolo dei Lettori.

Street Books – Scrittori, lettori e libri a Dolianova mette infatti al centro i libri, proponendosi di creare intorno a questi occasioni di ritrovo, scambio, condivisione e cultura. Niente grandi eventi ma tanti scrittori che presentano le loro opere e chiacchierano con i lettori quasi vis à vis, in luoghi non convenzionali, magari utilizzati per la prima volta come sede di incontri pubblici.

 

[bing_translator]

Incontri, laboratori enogastronomici e sul paesaggio, dimostrazioni e degustazioni culinarie, presentazioni letterarie, concerti, spettacoli, mostre ed esposizioni di prodotti tipici locali: questi gli ingredienti di Licanìas de Barigadu, la manifestazione enogastronomica e culturale, quest’anno alla sua settima edizione, in programma da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre a Neoneli.

Un programma fitto e variegato animerà ancora una volta il paese dell’Oristanese, uno dei Borghi Autentici d’Italia e delle Città del vino. Promossa dal comune di Neoneli, la manifestazione è pensata per valorizzare in chiave innovativa, con la presenza di esperti di promozione territoriale, studiosi del cibo e del vino, chef, ma anche di scrittori e artisti, le “licanìas” (ovvero le leccornie) del territorio, dalle risorse culturali a quelle ambientali e paesaggistiche, a quelle enogastronomiche.

Tra gli altri ospiti della quattro giorni, lo scrittore camerunese e attivista per i diritti dei braccianti stranieri in Italia Yvan Sagnet, Gesuino Nemus, una delle rivelazioni della letteratura sarda più recente, e il dj, musicista, scrittore ed enogastronomo Don Pasta. E ancora, domenica 2 ottobre, a suggello di “Licanìas de Barigadu”, un finale all’insegna della musica con ospiti prestigiosi: il cantautore Ugenio Finardi, Elio (delle Storie Tese) e quattro nomi illustri della tradizione musicale sarda – il tenore Francesco Demuro, i maestri di lanuneddas Orlando ed Eliseo Mascia, il fisarmonicista Bruno Camedda – in concerto con i Tenores di Neoneli, per omaggiare i quarant’anni di carriera dello storico coro.

In serbo tanti altri appuntamenti, come l’immancabile gara di cucina con la presenza di otto chef, impegnati nella rielaborazione di un succulento piatto del territorio: la fregula. La tradizionale pasta di semola, nella sua versione classica “sa fregula istuvada”, e “sa cassola”, preparazione a base di carne di pecora, sono al centro di una degustazione nella tradizionale festa che si rinnova anche quest’anno.

Neoneli (m) Foto Adriano Mauri Don Pasta Fregula (s) Gesuino Némus-3Deb & Rose - copyright Ilario Botti (m) Neoneli (m) - Foto Adriano MauriChiara Effe