4 February, 2023
HomePosts Tagged "Isangela Mascia"

Tra le patologie che hanno conosciuto un aumento preoccupante negli ultimi due anni, ci sono i disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (DAN). Sono quasi 4 milioni gli italiani che ne soffrono, il 70% di loro sono adolescenti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nella fascia d’età tra i 12 e i 25 anni questo tipo di patologie rappresenta la seconda causa di morte, con circa 4 mila decessi l’anno nel nostro Paese.

È ormai certo che la possibilità di avere accesso in tempi brevi alle cure può fare la differenza tra la vita e la morte. In Italia, purtroppo, la risposta non corrisponde alla richiesta e molti centri per la cura di queste patologie chiudono. “Lo Specchio DAN”, realtà che si occupa da anni di questi disturbi – accogliendo pazienti da tutta Italia tramite il SSN – ha deciso di invertire la rotta ed inaugura una nuova struttura, per poter curare un maggior numero di persone.

Mercoledì 9 novembre, alle ore 11.00, a Domunovas, nel corso di una conferenza stampa, in via Cagliari 83, verrà presentata questa nuova realtà, alla presenza di rappresentanti istituzionali, medici, operatori e testimonianze di pazienti.

Saranno presenti:

  • Dott. Mario Nieddu Assessore alla Sanità della Regione Sardegna
  • Dott.ssa Isangela Mascia, Sindaco Domusnovas
  • Dott. Mauro Usai, Sindaco di Iglesias
  • Dott.ssa Francesca Locci, Assessore Servizi Sociali Domusnovas
  • Dott. Giovanni Salis, Direttore Struttura Complessa del Distretto di Cagliari Area Vasta – ASL n. 8 di Cagliari.
  • Francesca Fialdini, conduttrice televisiva
  • Giovanna Grillo, Presidente e Responsabile legale de Lo Specchio
  • Ingegnere Emanuele Fresa, Direttore aria Piemonte Istituto Auxologico Italiano IRCCS
  • Dott. Leonardo Mendolicchio medico psichiatra direttore scientifico de Lo Specchio. Responsabile U.O.C. Riabilitazione DAN, Direttore U.O. Auxologia dell’Istituto Auxologico Italiano di Piancavallo. Uno dei maggiori esperti di DAN in Italia.
  • Dott. Pablo Belfiori, Medico Chirurgo specialista in scienze dell’alimentazione – Direttore Sanitario Lo Specchio
  • Fabrizia Falco, psicologa coordinatrice de Lo Specchio
  • Aurora Caporossi, Founder Associazione Animenta
  • Maria Giovanna Masala, Presidente dell’Associazione Canne al Vento  Sassari
  • Testimonianze di pazienti

L’identificazione di una nuova variante di Omicron fa temere una nuova ondata di contagi per i prossimi mesi e, nonostante non si conosca ancora il livello di trasmissibilità, gli esperti rilanciano l’importanza della vaccinazione preventiva, anche tra i bambini.

Nel Sulcis a partire dal 30 ottobre sarà operativo il Centro vaccinale di Domusnovas presso la Residenza del Parco, dopo la chiusura dell’hub di Iglesias.

La decisione è scaturita dalla necessità di restituire al comune di Iglesias i locali della Palestra di via Enrico Toti, che a partire dal 1 maggio 2021 avevano ospitato l’HUB vaccinale. A tal fine, sono stati effettuati numerosi sopralluoghi tecnici nel comune di Iglesias, in strutture sia pubbliche che private, nel tentativo di trovare un altro centro idoneo. Le ricerche hanno però dato esito negativo in termini di requisiti richiesti per ospitare una simile attività.

E’ stato quindi deciso di spostare il Punto di Vaccinazione nel vicino comune di Domusnovas, grazie alla proposta del sindaco Isangela Mascia che ha reso disponibile parte di una struttura socio sanitaria, ritenuta idonea ad ospitare il servizio. Si tratta di parte del piano terra della “Residenza del Parco”, in via Firenze 15, una struttura completamente indipendente dal resto dell’edificio in uso, che consente di poter vaccinare un massimo di 400 persone al giorno, numero sufficiente per soddisfare le attuali richieste.

Il Nuovo Centro vaccinale avvierà l’attività domenica 30 ottobre 2022 e sarà operativo tutte le domeniche ferma restando la possibilità di un’ulteriore apertura settimanale qualora le richieste lo rendessero necessario.

La direzione della Asl Sulcis ringrazia le amministrazioni comunali di Iglesias (per la collaborazione mostrata durante il periodo di massimo impegno vaccinale) e di Domusnovas per l’attuale disponibilità della struttura che consentirà insieme al Centro di vaccinazione territoriale di Carbonia (presso la Grande Miniera di Serbariu) di gestire al meglio le vaccinazioni durante i prossimi mesi.

La splendida chiesa di San Francesco ha ospitato ieri pomeriggio, a Iglesias, l’ordinazione episcopale di mons. Walter Erbì, nominato lo scorso 16 luglio da Papa Francesco arcivescovo titolare di Nepi e Nunzio Apostolico in Liberia e in Sierra Leone.

La celebrazione, con il rito di ordinazione, è stata presieduta dal cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità Papa Francesco, ed è stata officiata alla presenza del neo cardinale Arrigo Miglio, già vescovo della diocesi di Iglesias dal 25 aprile 1992 al 5 settembre 1999 ed arcivescovo di Cagliari dal 25 febbraio 2012; il vescovo Antonello Mura, presidente della Conferenza episcopale sarda; dall’attuale vescovo di Iglesias Giovanni Paolo Zedda e da numerosi altri vescovi e parroci.

Presenti alla cerimonia, con i familiari di mons. Walter Erbì, numerose autorità civili (in testa i sindaci di Iglesias Mauro Usai, di Carbonia Pietro Morittu, di Domusnovas Isangela Mascia, di San Giovanni Suergiu Elvira Usai e di Perdaxius Gianluigi Loru) e militari.

Sono stati numerosi, nel corso della cerimonia di ordinazione, inserita all’interno della Santa Messa, i momenti carichi di emozione per mons. Walter Erbì che al termine, nel messaggio dei ringraziamenti e dei saluti, ha ricordato le numerose esperienze vissute in diverse parrocchie del Sulcis Iglesiente, in particolare a Domusnovas, Iglesias e Carbonia.

Alleghiamo un ricco album fotografico e alcuni video che documentano le fasi della cerimonia.

       

La drammatica situazione in cui versa la Sanità nel Sulcis Iglesiente, precipitata negli ultimi giorni nel servizio di emergenza-urgenza, è emersa ancora una volta questa mattina davanti al Centro direzionale della Asl 7, in via Dalmazia, a Carbonia. All’arrivo di un corridoio di ambulanze e di decine di volontari del 118 provenienti da tutto il Sulcis Iglesiente, ha voluto essere presente il sindaco di Carbonia Pietro Morittu, affiancato dalla sindaca di Domusnovas Isangela Mascia e dal vicesindaco di Teulada Alessandro Serafini.

«Ci tenevo ad accogliervi e a supportarviha detto il sindaco Pietro Morittu -: sentiamo tutti la pressione di dover affrontare il tema della salute e dell’assistenza primaria. Per questo motivo volevo esserci per manifestare la vicinanza che ogni Amministrazione ha nei confronti di chi si impegna e ha una vocazione assistenziale verso il prossimo. Il problema investe tutti noi, continuiamo le interlocuzioni su più fronti e credo che l’emergenza possa essere risolta con l’apertura di un tavolo di confronto serio.»

«Per i volontariha spiegato il presidente del Socor Pier Paolo Emmolo -, è sempre più difficile prestare servizio, a causa di una serie di problematiche segnalate da tempo come le lunghe attese a cui i pazienti vengono sottoposti. Da qui l’iniziativa del tutto pacifica e volta a trovare una soluzione con i vertici della Asl n. 7 che hanno accolto una delegazione di volontari per un confronto.»

In via Dalmazia, dopo una prima tappa all’ospedale Sirai, c’erano i volontari dell’Auser di Carbonia e quelli di numerose altre associazioni di volontariato provenienti da Calasetta, Carloforte, Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu, Narcao, Giba, Sant’Anna Arresi, Domusnovas, Portoscuso, Gonnesa ed Iglesias.

E’ stata inaugurata stamane nella biblioteca comunale di viale Arsia, a Carbonia, la mostra fotografica “Io apro all’Unesco”. Sarà visitabile fino a giovedì 10 marzo.

Alla conferenza stampa di presentazione, nella sala Mediateca, hanno partecipato l’archeologo Nicola Dessì; il sindaco di Carbonia Pietro Morittu; il presidente del Consiglio comunale Federico Fantinel; assessori e consiglieri comunali; per l’associazione La Sardegna verso l’Unesco, il presidente Pierpaolo Vargiu; il presidente della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara Giampiero Pinna. All’evento hanno partecipato anche le sindache di Domusnovas, Isangela Mascia e di Buggerru, Laura Cappelli, il vice sindaco di Piscinas Gianluca Trastus e numerosi consiglieri dei Comuni del territorio.

L’associazione “La Sardegna verso l’Unesco”, il cui obiettivo è il sostegno della candidatura dei monumenti della civiltà nuragica ai fini dell’inserimento tra i beni tutelati dall’organizzazione mondiale, ha promosso l’iniziativa “Io apro all’Unesco” dal 5 al 10 marzo, organizzata in collaborazione con il comune di Carbonia.

La conferenza stampa è stata anticipata da una lezione dell’archeologo Nicola Dessì, alle classi del Liceo Classico “Amaldi Gramsci” e dell’istituto tecnico ad indirizzo turistico “Cesare Beccaria”.

Il Museo “Casa Pirinu”, in corso Repubblica, a Domusnovas, ospiterà per una settimana la mostra fotografica “Io apro all’Unesco”.
L’associazione “La Sardegna verso l’Unesco”, il cui obiettivo è quello di sostenere la candidatura dei monumenti della civiltà nuragica ai fini dell’inserimento tra i beni tutelati dall’organizzazione mondiale, ha promosso l’iniziativa “Io apro all’Unesco,” dal 26 febbraio fino al 4 marzo organizzata in collaborazione con il comune di Domusnovas.
Alla conferenza stampa che si terrà a “Casa Pirinu” alle ore 10.30, saranno presenti: l’archeologo Andrea Forresu, l’archeologa Cristina Concu, la sindaca di Domusnovas Isangela Mascia e per l’associazione La Sardegna verso l’Unesco, il presidente Pierpaolo Vargiu.
Nella stessa giornata, la scuola media F. Meloni (via Musei), alle ore 9.30, ospiterà la dott.ssa Cristina Concu che terrà una lezione alle classi prime.

Le sindache di San Giovanni Suergiu Elvira Usai, di Villamassargia Debora Porrà e di Domusnovas Isangela Mascia, hanno fatto visita, in segno di solidarietà e sostegno, al sindaco di Iglesias Mauro Usai, che ha iniziato ieri sera una forte protesta all’ospedale CTO, dopo la sospensione di tutte le sedute chirurgiche e dell’assistenza anestesiologica per la grave carenza di medici anestesisti.

«Gli ospedali del nostro territorio vanno difesi così come la dignità dei nostri cittadini che hanno diritto a curarsi nel Sulcis Iglesiente dice Elvira Usai -. La mancanza di personale sanitario, i tagli indiscriminati alla medicina di prossimità e notizia di oggi il servizio di guardia medica che non sarà garantito per le festività natalizie. Non basta più la resilienza dei sindaci!»

Domani, venerdì 3 dicembre, alle 17.30,  la sala consiliare del comune di Domusnovas ospiterà un convegno sul diabete, organizzato dalla federazione italiana associazioni donatori di sangue, in collaborazione con Sardegna solidale, Diabete Sulcis Iglesiente Odv ed il patrocinio del comune di Domusnovas.

Interverranno: il presidente Fidas Domusnovas Gianluigi Loi; il sindaco e assessore della Sanità del comune di Domusnovas Isangela Mascia; l’assessora dei Servizi sociali Francesca Locci; l’infermiera capo sala del reparto di Diabetologia di Iglesias e Carbonia Annamaria Cardia; la dottoressa Ilaria Pelligra, del Servizio di diabetologia e malattie del metabolismo dell’ospedale Santa Barbara di Iglesias, che interverrà sulle patologie di tipo 01 e 02. 

I lavori verranno coordinati da Annamaria Cardia.

Sabato 4 dicembre, dalle 8.00 alle 12.00, in piazza Matteotti, a Domusnovas, verrà effettuata una raccolta di sangue.

A Domusnovas sono quattro i candidati alla carica di sindaco, espressione di altrettante liste.

Lista “Domusnovas cresce 2021”.

Candidato alla carica di sindaco: Massimiliano Ventura.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Matteo Moi, Daniela Villasanta, Natascia Tamara Porcu, Valentina Mascia, Angelo Mocco, Antonio Congiu, Francesca Fulgheri, Attilio Melis, Anita Angei, Raffaele Antonio Lebiu, Marco Lancellotti, Marco Vargiu, Alessio Caredda, Claudia Farris, Simona Ledda, Pietro Brau.

Lista “Esperienza e Professionalità Di Romano Sindaco”.

Candidata alla carica di sindaco: Anna Maria Di Romano.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Simone Marroccu, Martina Spiga, Alessandro Peddis, Flavia Pinna, Patrizia Neziti, Stefania Piscedda, Mariano Porcu, Ilaria Pisu, Franco Melis, Simona Deidda, Gianpaolo Garau, Giampaolo Atzori, Raffaela Melis, Alessio Pilloni, Stefania Cardinale, Rossano Catzeddu.

Lista “DomusInnovas”.

Candidata alla carica di sindaco: Isangela Mascia.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Davide Aru, Fabiola Barranca, Stefania Carta, Matteo Concas, Maria Franca Floris, Francesca Locci, Maria Elena Lusci, Maria Rosaria Mascia, Simone Murru, Daniele Palmas, Matteo Pinna, Giuseppe Pintus, Arianna Porcu, Fabrizio Saba, Stefano Soru, Attilio Usai.

Lista “Noi per Domusnovas”.

Candidata alla carica di sindaco: Maria Giovanna Carta.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Antonio Saiu, Carletto Steri, Claudia Cau, Duilio Murgia, Emerenziana Mura, Maria Grazia Villassanta, Luca Induni, Luigi Bacchis, Maria Chiara Pambianco, Michele Suella, Rita Mannu, Roberto Pintore, Rossana Serafini, Sandra Barranca, Valentina Zonca, Mariano Fais.

 

 

[bing_translator]

Municipio Domusnovas 3 copia

Il nuovo Consiglio comunale, eletto il 5 giugno, è stato convocato dal sindaco, Massimiliano Ventura, per mercoledì 22 giugno, alle 16.30 in 1ª e per venerdì 24 giugno, alle 16.30, in 2ª convocazione. All’ordine del giorno figurano cinque punti: l’esame delle condizioni di eleggibilità dei consiglieri comunali; il giuramento del sindaco; la comunicazione da parte del sindaco della nomina degli assessori; l’elezione della commissione elettorale comunale; e, infine, la perimetrazione delle aree relative ad interventi di aumento della manutenzione e valorizzazione del patrimonio boschivo in prossimità di aree interessate da forme gravi di deindustrializzazione, da cave dimesse, da impianti di incenerimento da rifiuti solidi urbani o di produzione di energia da fonte fossile, annualità 2015.

Massimiliano Ventura, candidato della lista civica “Domusnovas 2016” è stato eletto sindaco con 1.379 voti, il 32,77%; alle sue spalle, nell’ordine: Fabrizio Saba, candidato della lista civica “ProDomusnovas per cambiare”, con 1.113 voti, il 24,07% dei voti; Stefano Soru, candidato della lista civica “Aria Nuova”, 984 voti, il 23,38%; e, infine, Attilio Stera, candidato della lista civica “Utile per una Domusnovas migliore“, con 831 voti, il 19,75%.

Il nuovo Consiglio comunale sarà composto da 11 consiglieri di maggioranza della lista civica“Domusnovas 2016” e 5 di una minoranza distribuiti in tre liste: 2 consiglieri della lista civica“ProDomusnovas per cambiare”, 2 della lista civica “Aria Nuova” e 1 della lista civica “Utile per una Domusnovas migliore”.

Di seguito gli eletti con relative preferenze.

Lista “Il Comune che vorrei” : Angelo Deidda 471, Alessio Stera 202, Matteo Moi 212, Daniela Villasanta 200, Ilaria Ottavia Pisu 185, Martina Melis 138, Ilenia Congiu 128, Rossano Catzeddu 87, Attilio Usai 59, Natascia Tamara Porcu 47, Erizio Pranteddu 41.

Lista “ProDomusnovas”: Fabrizio Saba (candidato sindaco non eletto), Isangela Mascia 230.

Lista “Aria nuova”: Stefano Soru (candidato sindaco non eletto), Daniela Cocco 225.

Lista “Utile, per una Domusnovas migliore”: Attilio Stera (candidato sindaco non eletto).