7 July, 2022
HomePosts Tagged "Laura Pilloni"

La sala polifunzionale del comune di Carbonia ha ospitato l’Assemblea elettiva del CCN Carbonia Produce. Erano presenti il vicesindaco ed assessore delle Attività produttive Michele Stivaletta, il presidente ed il vicepresidente della terza commissione consiliare, Giuseppe Vella e Luca Grussu.
I soci del Centro Commerciale Naturale hanno votato i loro rappresentanti per il prossimo triennio.
Alla carica di presidente è stato confermato Massimo Fadda. I sei eletti nel Consiglio direttivo sono risultati Nicola Cossu, Laura Pilloni, Francesco Costa, Martina Romano, Gian Marco Balia e Lidia Stivaletta.

Secondo l’ultimo rapporto del World Economic Forum, per ancora 136 anni le donne guadagneranno meno degli uomini.
Lo sottolinea lo spot in onda in questi giorni in televisione in vista dell’8 marzo. A questo proposito, per iniziativa del comune di Carbonia, le assessore Antonietta Melas, Giorgia Meli e Katia Puddu hanno organizzato una tavola rotonda per dialogare “sulle professioni della donna nella società moderna” come occasione di riflessione sui divari ingiusti di cui, ancora oggi, le donne sono vittime come la disparità di genere.
L’incontro si tiene domani, martedì 8 marzo, a partire dalle ore 10.00, nella sala convegni della Biblioteca comunale, in viale Arsia, con un parterre tutto al femminile.
«Questo svantaggio che si riscontra da parte delle donne ad ogni livello sociale e su più ambiti va superatohanno affermato le assessore del comune di Carbonia -. Abbiamo quindi pensato di fare il punto insieme a tante donne che ricoprono vari incarichi per avere una prospettiva complessiva aperta e dialogante su un tema di non facile e immediata risoluzione. A prendere in prestito le parole della Cartabia: dobbiamo abbattere il soffitto di cristallo.»
Prenderanno parte alla tavola rotonda la scrittrice Margherita Pellegrini, la componente del Consiglio Nazionale Pubblica istruzione Silvia Messori, la pedagogista Cinzia Micheletti, la blogger Francesca Marongiu, la bibliotecaria e referente Sbis Anna Paola Peddis, la psicologa Sara Elena Floris, l’operatrice culturale Laura Pilloni e l’imprenditrice Elisabetta Fois che modererà l’incontro.
La cittadinanza è invitata a partecipare, oltre che tutte le consigliere e i consiglieri del Consiglio comunale.
Ingresso libero secondo le normative previste in materia di contenimento e distanziamento anti-Covid (Green pass e mascherina FFP2).

Spettacoli, laboratori e incontri animeranno la stagione primaverile ed estiva di “Spazi di Frontiera”, organizzata da La Cernita Teatro insieme al gruppo teatro Albeschida in collaborazione con i centri di salute mentale di Sanluri e San Gavino, Carbonia, Iglesias. Il calendario, parte in streaming e parte in presenza, prevede venticinque appuntamenti tra spettacoli, performance, letture, presentazioni di libri, laboratori e residenze artistiche tra aprile e agosto nel Sulcis, tra Bacu Abis, Carbonia e Sant’Antioco, e il Medio Campidano,

Il primo appuntamento è in programma sabato 24 aprile in streaming dalle 18.00 sulla pagina Facebook La Cernita Teatro: “Riccino e Riccetta”, fiabe di Antonio Gramsci per bambini di e con Rita Atzeri della compagnia Il Crogiuolo e con Marta Gessa e Antonio Luciano; interventi di Riccardo Cardia, presidente dell’Anpi Carbonia, e Laura Pilloni per la libreria Lilith di Carbonia.

Ancora in streaming, in attesa degli appuntamenti dal vivo, venerdì 30 aprile La Cernità presenterà “Le madri”, un omaggio alle Madri costituenti di e con Monica Porcedda e musiche dal vivo di Francesco Manca.

Tra maggio e agosto via ai Cantieri creativi con Marco Nateri, costumista e scenografo, Maria Giulia Cirronis, psicologa e psicoterapeuta di Sant’Antioco e Monica Porcedda, e andranno in scena spettacoli, presentazioni di libri, incontri. Tra questi la presentazione di “Nessun destino è segnato”, libro di Luca Mirarchi che racconta il grande lavoro di Casa Emmaus di Iglesias (venerdì 7 maggio a Bacu Abis), lo spettacolo di Albeschida “Rimedius” sul tema della cura nella malattia mentale e a seguire “Il racconto e la vita” di Antonio Cesare Gerini, psicoterapeuta e medico psichiatra a Carbonia, con Monica Porcedda, (venerdì 11 giugno a Sanluri e poi in replica a Portoscuso, Curcuris, Guasila, Fluminimaggiore).

Il cuore di Spazi di Frontiera è Bacu Abis, piccolo centro del Sulcis in una zona ad alto rischio di marginalità per crisi economica, bassa scolarità, disoccupazione e povertà: è qui che La Cernita ha avviato da anni progetti di Teatro sociale per promuovere  esperienze artistiche ed educative destinate prevalentemente a bambini, anziani, persone in condizioni di difficoltà. Accanto a La Cernita c’è il lavoro di Albeschida, gruppo nato dentro il Centro di Salute Mentale di Carbonia con l’obiettivo di creare percorsi di inclusione e abbattere lo stigma legato al disturbo mentale.

[bing_translator]

SEL attacca la Giunta Massidda sul bando per la riassegnazione dei servizi comunali: Ludoteca, Informagiovani e Sala Prove.

«Con una recente delibera la giunta comunale ha dato mandato agli uffici di pubblicare un bando per associazioni, enti o fondazioni senza scopo di lucro per la gestione dei servizi della ludoteca e della sala prove di Is Gannaus – attacca Laura Pilloni, coordinatrice cittadina di Sinistra Ecologia Libertà Zorba il Gatto -. Teniamo a sottolineare come i fondi previsti dal bando siano irrisori e non garantirebbero al servizio personale qualificato adeguatamente retribuito. Solo pochi mesi fa, la stessa amministrazione si era impegnata a reperire i fondi per far ripartire il servizio nel 2017 mantenendo la qualità che fino ad Agosto è stata offerta ai cittadini di Carbonia.»

«Sinistra Ecologia Libertà prende quindi atto – conclude Laura Pilloni – che l’attuale amministrazione comunale non sia interessata a salvaguardare la qualità dei servizi né tantomeno i posti di lavoro preesistenti.»

Laura Pilloni 5 copia

[bing_translator]

Il circolo di Sinistra Ecologia Libertà Zorba Il Gatto di Carbonia ha promosso un sit-in per venerdì 5 agosto, alle ore 18,30, in piazza I Maggio, a Carbonia, per il mantenimento della Ludoteca, dell’Informagiovani e della Sala Prove di Carbonia.

«Determinandone la chiusura, causa le scelte sul bilancio – dice Laura Pilloni, coordinatrice cittadina di SEL -, la nuova Amministrazione della città decide di licenziare chi ci lavora, con tutte le conseguenze che si possono immaginare, e di chiudere dei servizi fondamentali come questi, che non solo fungono da supporto alla cittadinanza ma che sono anche centri di socializzazione per giovani e giovanissimi.»

«Abbiamo il dovere di difendere i nostri servizi così come le persone che ci lavorano. Con questo sit-in – conclude Laura Pilloni – vogliamo, inoltre, portare sostegno e solidarietà a tutte quelle vertenze aperte che, se non troveranno risoluzione, impoveriranno ulteriormente la nostra città. Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare.»

Laura Pilloni 5 copia

[bing_translator]

Dopo le lettere di licenziamento ricevute, il Circolo di Sinistra Ecologia Libertà di Carbonia in una nota esprime il massimo supporto politico e la massima solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori della Ludoteca, dell’Informagiovani e della sala prove di Carbonia.

«È inaccettabile – sostiene Laura Pilloni – che in città si perdano ulteriori posti di lavoro e servizi fondamentali e largamente utilizzati dai cittadini e dalle cittadine (per fare un esempio la ludoteca dal 2013 a oggi ha ospitato più di duecento bambini, solo per quest’estate la richiesta è stata per ottanta bambini, cifre dunque importanti).»

«Chiediamo all’Amministrazione comunale – conclude Laura Pilloni – che negli equilibri di bilancio, la cui approvazione è prevista oggi 29 luglio 2016, venga garantita la copertura finanziaria fino al prossimo rinnovo di appalto, e quindi di seguito anche per il rinnovo, con l’inclusione della clausola sociale, dunque, mantenendo la continuità occupazionale degli stessi lavoratori e lavoratrici.»

Municipio Carbonia 1 copia

[bing_translator]

La campagna elettorale per le Amministrative del 5 giugno, a Carbonia, registra gravi atti, con le minacce e le intimidazioni ricevute da due candidati: l’ex sindaco Ugo Piano, ricandidatosi alla guida di una coalizione formata da cinque liste civiche, ed il commerciante Manolo Cossu, candidato alla carica di consigliere comunale nella lista del Movimento 5 Stelle.

Il clima che si vive in città ormai da qualche giorno, è tutt’altro che sereno. Poco fa i coordinatori cittadino, federale e regionale di Sinistra, Ecologia e Libertà, Laura Pilloni, Matteo Sestu e Luca Pizzuto, hanno diffuso una nota nella quale sostengono che «i gravi accadimenti di questi giorni e di queste ore sono inaccettabili. L’atto intimidatorio nei confronti di Manolo Cossu e la lettera di minacce nei confronti di Ugo Piano non possono essere ammessi in quella che dovrebbe essere una campagna elettorale civile, dove si misurano posizioni politiche anche molto diverse tra loro».

«Il confronto politico può essere duro ed appassionante – aggiungono i rappresentanti politici di SEL -, ma non si può scendere sul livello di azioni e di minacce che possano ledere le persone coinvolte. Per questo esprimiamo tutta la solidarietà politica ed umana nei confronti delle persone che hanno subito queste intimidazioni. Crediamo che il clima politico di questa campagna elettorale debba rimanere su temi e confronti politici differenti tra loro, ma sempre profondamente rispettosi della vita delle persone. Sulla scia di questo, con molta umiltà, ci sentiamo di proporre a tutti i candidati e le candidate sindaco, e le forze politiche coinvolte, un terzo tempo prima della fine della partita: un incontro conviviale in cui dare il messaggio della differenza e della solidarietà umana tra tutti noi.»

Le considerazioni espresse dai coordinatori di SEL sono pienamente condivisibili. Quando il clima registra questi fatti, è forte il rischio che la situazione possa degenerare in altri atti, anche più gravi. In passato, raramente Carbonia ha vissuto episodi di questo genere e sarebbe assai pericoloso se il confronto politico si spingesse oltre i confini della legalità, come purtroppo è accaduto spesso in altre zone della nostra Isola, dove è sempre più difficile, talvolta quasi impossibile, trovare persone disposte ad impegnarsi in politica e nella gestione della cosa pubblica.

Solidarietà ai candidati vittima di minacce e intimidazioni è arrivata anche dal deputato del Partito Democratico Emanuele Cani.

«Una ferma e dura condanna per gli attentati che sono stati compiuti questa notte a Carbonia e solidarietà alle vittime – ha detto Emanuele Cani -. Quanto accaduto non può essere in alcun modo accettato in un paese civile. Siamo sicuri che l’operato delle forze dell’ordine riuscirà a far luce su quanto accaduto e che quindi a individuare i colpevoli di quanto compiuto.»

In serata il capogruppo dell’UDC in Consiglio regionale, Gianluigi Rubiu, ha dichiarato: «Siamo vicini al candidato alla carica di consigliere comunale per il Movimento 5 Stelle, Manolo Cossu, in vista delle prossime elezioni amministrative di Carbonia e al candidato alla carica di sindaco Ugo Piano per la lettera di minacce ricevuta. Sono delle intimidazioni inaccettabili in un momento in cui dovrebbe prevalere il confronto democratico». «Occorre non abbassare la guardia – aggiunge Gianluigi Rubiu -. Non possiamo fermarci alle parole. Gli attacchi verso le persone che si impegnano nelle istituzioni e nel confronto politico sono inaccettabili». «Una campagna elettorale all’insegna di un civile dibattito tra le forze politiche in campo, perché non si trascenda – conclude Gianluigi Rubiu – in una violenza senza senso o, peggio ancora, intimidazioni illogiche. Deve prevalere la legalità e un confronto all’insegna del rispetto».

Piazza Roma Carbonia 2 1

Sono stati consegnati ieri mattina nella Chiesa di Gesù Divino Operaio, agli operatori della Caritas Diocesana, i giocattoli donati da tanti cittadini solidali a favore dei bambini poveri del territorio nell’ambito dell’iniziativa della segretaria sindacale FSM-CISL. Hanno partecipato in tanti all’iniziativa di grande solidarietà, durata due settimane: Rino Barca, Enea Pilloni, Massimo Cara, Claudia Mariani, Giuseppe Puddu, Franco Sanna, Gianluca Caria, Katiuscia Solinas, Cristina Bullegas, Remo Fantin, Simona Pabis, Marco Pisu, il delegato e responsabile della Caritas Giovanni Busia, Elio Acca, il sindaco di Carbonia Giuseppe Casti, l’assessore dei servizi sociali Maria Marongiu, il sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda, il consigliere regionale Ignazio Locci, la responsabile cittadina di Sel Laura Pilloni, il responsabile della Pastorale per il lavoro Don Salvatore Benizzi, il responsabile cittadino delle Caritas Don Giulio Demontis, il parroco di Gesù Divino Operaio, Don Giampaolo Cincotti, i lavoratori Meridiana che hanno spedito 1.200 giocattoli che uniti a quelli già raccolti permetteranno di accontentare gran parte dei bimbi poveri dell’intero territorio.

Donazione 3 copia Donazione 4 copia Donazione 5 copiaDonazione 2 copia Donazione 6 copia