25 January, 2022
HomePosts Tagged "Luca Argiolas"

Si è insediato questo pomeriggio il nuovo Consiglio comunale di Perdaxius, eletto il 10 e 11 ottobre. La seduta è stata aperta dal neo sindaco Gianluigi Loru con l’esame delle condizioni di eleggibilità dei consiglieri. Il consigliere di minoranza Luca Argiolas, ha sollevato dubbi sulla legittimità dell’elezione del consigliere di maggioranza Sebastian Fadda, consigliere al comune di Narcao nella precedente consiliatura, in relazione ai tempi in cui ha rassegnato le dimissioni da quell’incarico per candidarsi al Consiglio comunale di Perdaxius (anche il Consiglio comunale di Narcao è stato rinnovato il 10 e 11 ottobre).

La seduta è proseguita con il giuramento del sindaco.

L’assemblea ha proceduto alle votazioni per l’elezione dei componenti della commissione elettorale comunale e si è conclusa con la presentazione dei quattro assessori che il sindaco aveva già nominato il 19 ottobre scorso.

Sebastian Fadda, vicesindaco ed assessore dello Spettacolo, Sport ed Agricoltura.

Raffaele Loddi, assessore dei Servizi sociali, Igiene e Sanità, Commercio ed Attività produttive.

Valentina Melis, assessore della Pubblica istruzione, Politiche giovanili e della Terza età.

Alfonso Sanna, assessore dei Lavori pubblici, Urbanistica, Viabilità, Ambiente ed Assetto del territorio, Beni culturali.

 

Gianluigi Loru (Perdaxius Imparis) è il nuovo sindaco di Perdaxius. E’ stato eletto con 520 voti, la maggioranza assoluta, il 53,66%. Alle sue spalle Giacomo Santus (Insieme per Perdaxius) con 241 voti, il 24,87%, e Luca Argiolas (Perdaxius Cambia Luca Argiolas Sindaco) con 208 voti, il 21,47%. La lista del sindaco eletto ha espresso 8 consiglieri, i restanti 4 seggi della minoranza sono divisi equamente tra le due liste battute.

Sono tre le liste presentate a Perdaxius, per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale.

Lista civica “Perdaxius cambia – Luca Argiolas sindaco”

Candidato sindaco: Luca Argiolas.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Sandro Manai, Ignazio Manca, Giorgia Pinna, Eusebio Dessì, Gino Serra, Michela Pasci, Federico Tiru, Vanessa Argiolas, Arianna Meloni, Miriana Serventi, Francesco Piu, Silvia Serventi.

Lista “Perdaxius imparis”

Candidato sindaco: Gianluigi Loru.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Arianna Cara, Sebastian Fadda (noto Sebi), Emanuela Gallus, Raffaele Loddi, Elena Marongiu, Valentina Melis, Gian Franco Monni (noto Franco), Gian Nicola Mulas, Stefano Nocco, Stefano Pinna, Alfonso Sanna, Riccardo Serventi.

Lista “Insieme per Perdaxius”

Candidato sindaco: Giacomo Santus.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Emanuele Cirillo, Alessia Ecca, M. Immacolata Ghessa, Anna Rita Manai, Valentino Montei, Anna Murgioni, Jessica Pateri, Francesco Pisanu, Pierpaolo Porcu, Stefania Pudda, Davide Sacceddu, Verardo Trullu.

Allegate le foto, nell’ordine, dei candidati alla carica di sindaco Luca Argiolas, Gianluigi Loru, Giacomo Santus.

[bing_translator]

«La piattaforma di Villacidro costituisce una realtà importante nel ciclo di gestione dei rifiuti prodotti nel centro-sud della Sardegna e riceve i rifiuti indifferenziati, organico e imballaggi dal Sud Sardegna e dalla Città metropolitana di Cagliari.»

Lo ha ricordato questa mattina l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, durante la visita all’impianto di trattamento dei rifiuti, accompagnato da Franco Gioi, presidente di Villaservice (società pubblica che ha in gestione gli impianti di proprietà del Consorzio industriale di Villacidro), Marta Cabriolu, sindaco di Villacidro e presidente dell’assemblea dei soci, e Luca Argiolas, presidente del Consorzio industriale.

«Per la prima volta un assessore regionale ha deciso di rendersi conto di persona dello stato degli impianti, che ormai hanno vent’anni di vita, con l’obiettivo di individuare adeguate soluzioni per rendere più efficiente la gestione dei rifiuti urbani conferiti – ha aggiunto l’assessore Gianni Lampis -. Nel nuovo Piano regionale dei rifiuti la discarica di Villacidro, dove la gestione dell’umido è già un’eccellenza, avrà un ruolo centrale e grandi investimenti andranno fatti per un’ulteriore specializzazione nel riciclo della plastica e della carta/cartone. Perciò, recentemente, abbiamo approvato un finanziamento di 250mila euro da utilizzare per l‘efficientamento del sistema di differenziazione dei rifiuti.»

«La politica regionale non può trascurare che questo impianto svolge anche un decisivo ruolo sociale, oltre che economico, in un territorio dove si registra una grave crisi occupazionale. Perciò, occorrono progettualità e investimenti nell’ottica del riciclo e del riuso, anche per tutelare i livelli occupazionali garantiti dall’impianto. Seppure mi dispiaccia che due Comuni abbiano deciso di uscire dalla società proprio in questa fase, devo evidenziare con piacere il ritrovato dialogo delle componenti istituzionali con cui la Giunta regionale intende collaborare per il rilancio delle attività della società Villaservice», ha concluso l’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente.

Al termine, l’assessore Gianni Lampis ha incontrato i lavoratori dell’impianto, assicurando il massimo supporto nell’attuare le soluzioni proposte dalla proprietà e dal gestore dell’impianto.

[bing_translator]

La richiesta di riapertura immediata di un tavolo tecnico presso il ministero dello Sviluppo economico con lo scopo di valutare le proposte per la riattivazione del ciclo produttivo della Keller. E’ questo l’elemento caratterizzante del vertice voluto dal presidente della Regione Christian Solinas per fare il punto sull’azienda del Medio Campidano. All’incontro, svoltosi all’assessorato regionale dell’Industria, hanno preso parte, per la Regione, l’assessore Anita Pili, l’assessore del lavoro Alessandra Zedda, il titolare dei trasporti Giorgio Todde e il responsabile della difesa dell’ambiente Gianni Lampis; per il consorzio industriale del Medio Campidano, il presidente Luca Argiolas; per le sigle sindacali erano presenti al tavolo i segretari regionali della Fiom-Cgil e della Fsm-Cisl Roberto Forresu e Marco Angioni e Edoardo Bizzarro, nonché il segretario della Uilm-Uil del Medio Campidano Andrea Farris.

Dopo gli interventi del presidente del consorzio industriale e dei vertici sindacali, che si sono detti soddisfatti per la tempestiva convocazione della riunione, l’assessore del lavoro Alessandra Zedda ha comunicato l’imminente approvazione da parte della giunta regionale del ddl che consentirà di meglio specificare l’articolo della legge di stabilità che di fatto rendeva inapplicabili sia le misure dei  progetti Lavoras, sia l’indennità una tantum.

«A tal proposito – ha specificato Alessandra Zedda – tutti i lavoratori della Keller sono già stati inseriti negli elenchi dei beneficiari profilati dall’agenzia regionale per il lavoro.»

L’assessore della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis ha sottolineato “la straordinaria attenzione che l’esecutivo regionale ha da subito voluto riservare alla “questione Keller”, vista la sua rilevanza sociale ancor prima che economica nella prospettiva di una parziale mitigazione della crisi economica che da anni relega il Medio Campidano, per troppi anni ignorato dalla politica, a fanalino di coda in tutte le classifiche nazionali come area più povera d’Italia”. “In quest’ottica – gli ha fatto eco il titolare dei trasporti Giorgio Todde – deve essere letta la forte volontà della giunta guidata da Christian Solinas  di operare in maniera sinergica tra assessorati per salvaguardare l’occupazione e assicurare uno sviluppo concreto al territorio”.

In conclusione, l’assessore dell’industria Anita Pili ha voluto riaffermare l’esigenza, condivisa dai colleghi di giunta e in accordo con i rappresentanti dei lavoratori e con il consorzio industriale, della veloce riapertura di un tavolo tecnico presso il ministero dello Sviluppo economico per «valutare le due proposte in campo per la riattivazione del ciclo produttivo dell’industria di Villacidro: quella di un consorzio di imprese sarde e quella di un gruppo di interesse iraniano. Non è esclusa tra le altre, la valutazione di ipotesi alternative, come quelle già avviate nel territorio regionale siciliano e che ha consentito lo spostamento del personale ex Keller presso l’azienda del trasporto ferroviario».

La sollecitazione al Ministero – è stato concordato al termine dell’incontro – sarà condotta dall’assessorato dell’industria di concerto con gli altri assessorati coinvolti, con il consorzio industriale provinciale del Medio Campidano e con le parti sindacali.

 

[bing_translator]

Questo pomeriggio, nel palazzo di viale Trento a Cagliari, l’assessore dell’Industria, Maria Grazia Piras, ha incontrato i sindacati per esaminare la vertenza Keller, azienda costruttrice di carrozze ferroviarie. All’incontro erano presenti anche il presidente del Consorzio industriale di Villacidro, Luca Argiolas, e i consiglieri regionali Rossella Pinna e Gianni Lampis. L’assessore Maria Grazia Piras, dopo aver ripercorso le tappe che negli ultimi anni hanno riguardato le ipotesi di riavvio della fabbrica, ha riferito che lo scorso 2 ottobre è stata formalizzata l’offerta presentata da un gruppo imprenditoriale interessato ad acquisire il sito produttivo e attingere dalla forza lavoro ex Keller per la riapertura dello stabilimento. Il presidente del Consorzio Industriale, attuale proprietario della Keller, si è impegnato a incontrare domani i rappresentanti del gruppo imprenditoriale per definire meglio i termini della proposta di acquisto. Lo stesso presidente si è impegnato inoltre a far sì che il Consorzio possa rientrare al più presto nella disponibilità dei beni già venduti, macchinari necessari per l’eventuale riavvio della fabbrica. Un nuovo incontro per l’aggiornamento della situazione, è previsto per la settimana prossima.

[bing_translator]

Il presidente della Regione Francesco Pigliaru, l’assessora dell’Industria Maria Grazia Piras e il presidente del Consorzio Industriale di Villacidro, Luca Argiolas, hanno incontrato questa mattina, nella sala Lussu di Villa Devoto, una delegazione della CRRC Zhuzhou Locomotive Ltd, impresa cinese capofila della CRRC, la più importante azienda al mondo nella produzione di vagoni ferroviari, con un fatturato annuo di 30 miliardi di euro all’anno, 23 filiali in tutti i continenti e intenzionata a espandere il proprio mercato in Europa e in Africa. Il gruppo imprenditoriale ha mostrato interesse ad acquisire lo stabilimento della Keller di Villacidro.
Nel corso dell’incontro, gli esponenti della Giunta hanno illustrato alla delegazione cinese, accompagnata dal consulente Fabrizio Zucca, gli strumenti istituzionali per accompagnare gli eventuali investitori, sia sotto il profilo degli interventi finanziari che su quello delle procedure burocratiche e della formazione dei lavoratori, già altamente qualificati. Il presidente Francesco Pigliaru e l’assessore Maria Grazia Piras hanno inoltre sottolineato che il momento è favorevole per promuovere una nuova opportunità industriale legata al sistema ferroviario nell’isola.
Grazie al Patto per la Sardegna, infatti, la Regione può contare su 400 milioni di euro, sul Fondo di Sviluppo e Coesione, per il rifacimento del sistema ferroviario locale. Mentre, a livello nazionale, gli investimenti previsti nel settore ammontano a 4 miliardi di euro. Intanto, l’azione di scouting della Regione non si ferma. Oltre al gruppo cinese incontrato oggi, infatti, altre aziende si sono fatte avanti con l’intento di investire per un rilancio produttivo della Keller. L’obiettivo della Regione, condiviso più volte anche dai lavoratori, è di arrivare quanto prima alla valutazione di una proposta concreta che consenta di far ripartire lo stabilimento.

[bing_translator]

Ieri mattina, a Cagliari, si è svolto un nuovo incontro sulla Keller di Villacidro. L’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras, presente il presidente del Consorzio Industriale di Villacidro Luca Argiolas, ha illustrato ai rappresentanti sindacali e a una delegazione di lavoratori le ultime tappe del percorso intrapreso per arrivare a un rilancio della fabbrica che produceva carrozze ferroviarie. Dall’incontro è emerso che esistono alcune manifestazioni di interesse per rilevare lo stabilimento del Medio Campidano. L’obiettivo, condiviso anche dai sindacati, è di arrivare quanto prima alla valutazione di una proposta concreta che, tra l’altro, consentirebbe di affrontare le questioni riguardanti l’integrazione al reddito per i lavoratori, così come già avvenuto lo scorso anno.
Martedì, intanto, l’assessore dell’Industria Maria Grazia Piras e l’assessore dei Trasporti, Carlo Careddu, hanno avuto un incontro con Trenitalia che ha comunicato di aver individuato negli ex lavoratori della Keller il bacino privilegiato cui attingere per interventi di manutenzione in Sardegna.