21 April, 2024
HomePosts Tagged "Marco Farci"

L’Atletico Masainas ha vinto 4 a 0 a Cortoghiana e festeggia una “storica” promozione…in Promozione regionale. La squadra di Marco Farci (un ex, avendo raggiunto lo stesso traguardo cinque anni fa alla guida del Cortoghiana) s’è imposta con due goal per tempo, doppiette di Pierluigi Achenza a Momo Cosa, e ha confermato il vantaggio di 19 punti sul Samugheo, prima inseguitrice, che oggi ha vinto 5 a 1 a Seulo e, a 6 giornate dalla fine, deve ancora riposare.

L’Atletico Masainas ha letteralmente dominato il campionato dalla prima giornata, con 23 vittorie e 3 pareggi, nessuna sconfitta, 83 goal realizzati e solo 19 subiti. La società guidata dal presidente Antonello Etzi ha costruito un progetto vincente facendo leva sul lavoro di un vasto gruppo dirigenziale che ha coinvolto tutto il paese, sempre vicino alla squadra anche nelle trasferte. Le ultime sei partite che mancano al termine saranno occasione per festeggiare il traguardo raggiunto e, al tempo stesso, passaggio fondamentale per gettare le basi per le prossima stagione che, in Promozione regionale, sarà sicuramente molto impegnativa.

Giampaolo Cirronis

L’Atletico Masainas vince 3 a 1 il derby con il Perdaxius e vola a +19 sulla seconda in classifica, il Samugheo, a nove giornate dalla conclusione del campionato. I numeri della capolista del girone B della Prima Categoria, sono impressionanti: 20 vittorie, 3 pareggi, 0 sconfitte, 73 goal all’attivo, 18 al passivo.

La vittoria odierna non è stata facile. Sulla panchina del Perdaxius, dopo una parentesi di quattro partite, tutte perse, è tornato Fabio Tinti e la squadra ha mostrato segnali di reazione. La classifica è precaria, cinque sconfitte consecutive hanno fatto precipitare il Perdaxius in piena zona retrocessione, ma l’organico non è da retrocessione e oggi lo ha dimostrato, creando non poche difficoltà alla capolista.

 

L’avvio della partita è stato equilibrato e alla prima vera occasione l’Atletico Masainas ha sbloccato il risultato, al 14′. Claudio Di Meglio ha cercato di fermare Marco Carrus in area, l’intervento è risultato falloso e l’arbitro ha concesso il calcio di rigore. Sul dischetto s’è portato capitan Riccardo Milia che ha spiazzato Emiliano Di Meglio con una trasformazione impeccabile che ha spedito il pallone imparabile sotto la traversa.

 

Il goal subito non ha abbattuto il Perdaxius che ha rialzato subito la testa ed al 33′ ha ristabilito il risultato di parità. Una conclusione di Daniel Manca è stata corretta dalla deviazione di un difensore alle spalle dell’incolpevole Daniele Bove.

Ritrovata la parità, il Perdaxius ha tenuto testa all’Atletico Masainas fino al riposo senza correre particolari rischi.

Nella ripresa, è stata la squadra di casa ad andare per prima vicino al goal con Momo Cosa che dopo aver anticipato capitan Gabriele Curreli, ha trovato sulla sua strada Emiliano Di Meglio, che con un’uscita a valanga, un’autentica prodezza, ha evitato la capitolazione. Subito dopo è stato il Perdaxius a sfiorare il vantaggio, con una deviazione sotto porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che ha spedito il pallone a centimetri dal palo di sinistra della porta difesa da Daniele Bove.

Al 68′ l’Atletico Masainas è tornata in vantaggio: calcio da fermo dalla sinistra, al centro dell’area stacco imperioso di Leonardo Cui, fronte piena e pallone sotto la traversa alle spalle di Emiliano Di Meglio.

 

Sotto di un goal, il Perdaxius ha cercato di reagire e, inevitabilmente, s’è scoperto in difesa ed ha subito il terzo goal in contropiede, autore Momo Cosa, che ha superato Emiliano Di Meglio uscitogli incontro all’altezza della trequarti e, liberatosi sulla destra, ha trovato la porta con un diagonale preciso. Dopo il goal s’è scatenata la gioia in casa Masainas, con lo stesso tecnico Marco Farci che insieme a tutti i suoi calciatori è corso in campo a festeggiare Momo Cosa, ritornato al goal dopo un’astinenza durata sei giornate.

Il Perdaxius non s’è arreso ha continuato a macinare gioco, andando vicinissimo al goal con uno stupendo calcio di punizione destinato all’incrocio dei pali, dove è arrivato con un un grande intervento Daniele Bove. E reclamando poi per uno scontro tra attaccante e difensore che è sembrato meritevole del calcio di rigore, non concesso dal direttore di gara.

Al 94′, dopo 4′ di recupero, è esplosa la gioia dei calciatori dell’Atletico Masainas, sempre più vicina alla realizzazione del grande sogno della promozione in…Promozione regionale.

Giampaolo Cirronis

Atletico Masainas: Bove, Manca, Melis, Milia, Cui, Uccheddu, Pessiu, Carrus, Ballocco, Achenza, Cosa. A disposizione: Lai, Pittoni, Pistis, Borelli, Pilloni, Uccheddu, Soru, Pinna.All. Marco Farci.

Perdaxius: Di Meglio Emiliano, Curreli, Porcu, Cadoni Gian Luca, Cadoni Daniele, Di Meglio Claudio, Congiu, Chia, Manca, De Luna, Miali. A disposizione: Cossu, Fidanza, Piras, Marongiu, Foglia, Vacca, Siddi, Atzeni. All. Fabio Tinti.

Arbitro: Henrique Masu Ruela di Olbia.

Marcatori: 14′ Milia (AM) su calcio di rigore, 33′ Manca (P), 68′ Cui (AM), 80′ Cosa (AM).

Spettatori: 200.

Il giorno dell’Immacolata, nonostante quest’anno sia giunto di mercoledì, sembra quasi una domenica per il girone A del campionato di Promozione regionale di calcio. Sono in programma, infatti, i recuperi di ben cinque partite rinviate nelle ultime settimane a causa del maltempo.

La capolista Monteponi, reduce dalla prima sconfitta stagionale subita domenica sul campo del Quartu 2000 con un goal dell’ex Christian Cacciuto, può riprendere subito la sua marcia contro la Pro Sigma Cagliari. In caso di vittoria, la squadra di Alessandro Cuccu riporterebbe a 7 punti il suo vantaggio sulla prima inseguitrice, il Villasimius.

Tra le altre partite in programma oggi spicca il derby tra Fermassenti e Cortoghiana, sul campo Comunale di Sant’Antioco. La squadra di Fabrizio Caria insegue la quarta vittoria, terza casalinga, quella di Fabio Piras la quinta vittoria che sarebbe la prima esterna (lontano dal proprio campo ha finora raccolto solo 1 punto in cinque partite).

Trasferta molto insidiosa per il Villamassargia di Titti Podda sul campo dell’Atletico Cagliari che la precede di quattro lunghezze a parità di partite giocate, nove. Il Villamassargia in nove partite giocate non ha mai pareggiato (tre vinte e sei perse).

E’ una partita delicatissima quella dell’Atletico Narcao con il Gonnosfanadiga. Sulla panchina narcarese, dopo l’esonero del tecnico Marco Farci, siederà Giagio Medda che ha accettato di guidare la squadra questo pomeriggio ma non ha ancora deciso se proseguirà a farlo fino al termine della stagione. L’Atletico Narcao è reduce da ben otto sconfitte consecutive e se vuole ancora coltivare speranze di salvezza, deve cambiare completamente marcia, ad iniziare dall’incontro odierno con il Gonnosfanadiga che, da parte sua, ha bisogno di punti per allontanarsi dalla zona bassa della classifica.

Il quinto recupero in programma è La Palma Monte Urpinu – Selargius, due squadre divise da un solo punto in classifica.

 

 

Marco Farci non è più l’allenatore dell’Atletico Narcao. Dopo otto sconfitte consecutive che hanno fatto precipitare la squadra all’ultimo posto in classifica con soli 3 punti, a ben 6 lunghezze dalla penultima, la società guidata dal presidente Gianni Lai lo ha sollevato dall’incarico. Domani, nel recupero con il Gonnosfanadiga, in panchina dovrebbe andare Augusto Medda, storica bandiera del calcio narcarese. Sempre domani il recupero del derby Fermassenti- Cortoghiana si giocherà alle 15.00 sul campo in sintetico del Comunale di Sant’Antioco.

Neppure un generoso Atletico Narcao è riuscito a fermare la marcia della Monteponi di Alessandro Cuccu, nel derby della quinta giornata di andata del girone A del campionato di Promozione regionale. La squadra di Marco Farci ha tenuto testa alla capolista per oltre un’ora di gioco, ma quando il bomber rossoblù Michele Suella ha trovato la conclusione vincente che ha sbloccato il risultato, non è riuscita a riprendere il risultato, sciupando un’occasione ghiottissima al 90′, con il calcio di rigore decretato dal direttore di gara dopo un consulto con il suo assistente di destra che gli ha fatto giustamente correggere la sua decisione iniziale indirizzata verso un calcio di punizione dal limite dell’area. Si è incaricato della battuta il capitano Daniel Manca che ha trovato sulla sua strada un super Fabio Toro, bravo ad arrivare sul pallone, ben indirizzato ma non con sufficiente forza per oltrepassare la linea bianca.

E’ stato un bel derby, nel quale l’Atletico Narcao non ha demeritato, a conferma che la quarta sconfitta consecutiva non ha creato grandi problemi ad un gruppo fortemente deciso a tirarsi fuori rapidamente dalla bassa classifica fin dalla prossima partita casalinga con il Gonnosfanadiga che domenica ha pareggiato senza goal il confronto casalingo con il Quartu 2000.

La Monteponi ha confermato il suo valore di squadra completa in ogni reparto, cosciente del proprio potenziale che ne fa una delle due principali favorite per la promozione in Eccellenza, insieme al Villasimius che, vittorioso 2 a 0 nell’anticipo di sabato con il La Palma Monte Urpinu, la insegue a due lunghezze e la sfiderà domenica prossima allo stadio Monteponi di Iglesias.

Tra le due squadre di testa e le inseguitrici è cresciuto il distacco, perché la Pro Sigma ha pareggiato 1 a 1 in casa con l’Atletico Cagliari ed ora pur conservando il terzo posto è distante ben 7 punti dalla Monteponi capolista e 5 dal Villasimius ed è stata agganciata dal Selargius che ha superato 2 a 1 la Fermassenti. Alle loro spalle c’è il Cortoghiana, tornato imbattuto da Orroli ed affiancato dall’Andromeda che ha espugnato per 2 a 0 il campo del Villamassargia.

Allegate le interviste agli allenatori di Monteponi ed Atletico Narcao, Alessandro Cuccu e Marco Farci, ed un ampio album fotografico del derby di Narcao.

 

c

La Monteponi, a punteggio pieno dopo quattro giornate, nel derby di Narcao è chiamata a rispondere al Villasimius che vincendo l’anticipo con il La Palma Monte Urpinu s’è insediato temporaneamente in vetta alla classifica del girone A del campionato di Promozione regionale. I derby nascondono sempre tante insidie, a maggior ragione quello odierno dei rossoblu di Alessandro Cuccu, contro una squadra, quella di Marco Farci, che dopo la vittoria all’esordio con la Fermassenti di Fabrizio Caria, ha subito tre sconfitte consecutive ed ha bisogno di punti per risalire qualche posizione in classifica.

Il Cortoghiana di Fabio Piras, reduce dalla seconda vittoria casalinga, cerca i primi punti esterni sul difficile campo dell’Orrolese; la Fermassenti una conferma a Selargius, dopo la prima vittoria ottenuta nel confronto casalingo con la Pro Sigma Cagliari. Il Villamassargia di Titti Podda, infine, torna in campo, in casa con l’Andromeda, dopo due rinvii determinati dalle problematiche sanitarie che hanno visto tornare per un paio di settimane il paese in zona rossa a causa di un elevato numero di contagi da Covid-19.

Completano il programma della quinta giornata del girone di andata, le partite Gonnosfanadiga-Quartu 2000 e Pro Sigma-Atletico Cagliari.

 

 

Potrebbero essere quattro le squadre sulcitane al via del girone A del campionato di Promozione regionale di calcio 2021/2022. L’Atletico Narcao e la Fermassenti hanno chiesto il ripescaggio al Comitato regionale della Lega nazionale dilettanti. La squadra di Marco Farci comandava la classifica del girone B del campionato di Prima Categoria, in avvio della stagione 2020/2021, quando la pandemia da Coronavirus provocò la sospensione, poi divenuta definitiva. Nelle cinque partite giocate, l’Atletico Narcao aveva ottenuto 4 vittorie iniziali e 1 pareggio (in casa con l’Antiochense).

 

[bing_translator]

E’ una giornata particolarmente attesa, la quarta di andata del girone A del campionato di Promozione regionale, per le tre squadre sulcitane, Monteponi, Villamassargia e Cortoghiana, tutte reduci da una battuta d’arresto: la Monteponi sul campo del La Palma Monte Urpinu, il Villamassargia nel recupero casalingo con il Villasimius, il Cortoghiana prima sul campo della capolista Gonnosfanadiga poi nel recupero sul campo della Tharros.

La Monteponi di Alessandro Cuccu questo pomeriggio ospita l’Andromeda di Siurgus Donigala, formazione che ha tre punti in classifica, conquistati nel vittorioso match casalingo con il La Palma Monte Urpinu. Samuele Curreli e compagni scenderanno in campo molto motivati, fermamente determinati a riscattare l’inatteso passo falso di sette giorni fa. Analoghe motivazioni animeranno il Villamassargia di Titti Podda sul campo del Selargius ed il Cortoghiana di Fabio Piras, in casa, contro l’Arborea.

Completano il programma della giornata, le partite Atletico Cagliari-Paulese, Orrolese-La Palma Monte Urpinu, Seulo 2010-Pro Sigma, Tonara-Villacidrese, Tortolì-Tharros e, infine, il big match della giornata, Villasimius-Gonnosfanadiga.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, l’Atletico Narcao di Marco Farci insegue la terza vittoria sul campo della Libertas Barumini, per confermare l’ottimo avvio di stagione (con 6 punti è a punteggio pieno, non avendo disputato per l’emergenza sanitaria il derby dell’esordio sul campo dell’Atletico Villaperuccio). La Fermassenti gioca sul campo dell’Oristanese, mentre giocano in casa l’Atletico Villaperuccio e l’Antiochense 2013, rispettivamente con Virtus San Sperate e Santa Giusta Calcio.

Completano il programma della giornata, le partite Freccia Parte Montis-Gialeto 1909, Isili-Calcio Capoterra, Pula-Don Bosco Fortitudo, Francesco Bellu-Gioventù Sportiva Sanlurese e, infine, Virtus Villamar-Nuova San Marco.

[bing_translator]

Fabio Piras, 43 anni, è il nuovo allenatore del Cortoghiana. Il presidente Corrado Piras ha annunciato oggi la scelta della nuova guida tecnica, che arriva dopo la felice esperienza con Marco Farci, culminata con la promozione dalla Prima Categoria alla Promozione regionale e la brillante stagione appena conclusa con il settimo posto in campionato al momento delll’interruzione forzata causata dal Coronavirus e la semifinale della Coppa Italia (terminata con una sconfitta di misura casalinga ed un pareggio esterno nel doppio confronto con la Macomerese).
Fabio Piras arriva alla guida del Cortoghiana dopo la positiva anche se breve esperienza alla guida della Monteponi, iniziata alla prima giornata di ritorno, quando è subentrato al dimissionario Nicola Agus, con la squadra all’11° posto con 17 punti, conclusa alla settima giornata al 9° posto con 30 punti, con un bilancio di 13 punti in 7 partite, frutto di 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte, 14 goal realizzati e 6 subiti.

In precedenza, Fabio Piras aveva avuto una lunga esperienza con il Carbonia, prima da calciatore, poi da allenatore delle Giovanili e, infine, nella stagione 2018/2019, alla guida della prima squadra, con la quale ha ottenuto il terzo posto ed ha partecipato senza fortuna alla Coppa Primavera valida per i ripescaggi in Eccellenza, conclusa con un pareggio senza goal a Li Punti (poi ripescato) ed una sconfitta di misura, 4 a 3, ai tempi supplementari, nell’ormai inutile finalina per il 3° e 4° posto con il Thiesi.

L’arrivo di Fabio Piras costituisce il primo tassello del nuovo Cortoghiana, la cui struttura tecnica inizierà a prendere forma nelle prossime settimane.

[bing_translator]

Il Cortoghiana ha mancato l’accesso alla finale ma esce a testa alta dalla Coppa Italia. Dopo aver perso di misura la gara casalinga con la Macomerese, mercoledì pomeriggio la squadra di Marco Farci ha pareggiato 0 a 0 quella di ritorno, giocata senza l’infortunato Devid Pinna e lo squalificato Stefano Demontis e, per 70 minuti, con un uomo in meno per l’espulsione di Matteo Marteddu, maturata per proteste.

Il Cortoghiana è andato vicino al vantaggio al 18′ del primo tempo, con un colpo di testa di Madeddu su calcio di punizione battuto da Bove. Una volta rimasto in dieci, ha controllato senza correre grandi rischi, con Omar Galizia sugli scudi quando ce n’è stato bisogno e, nel finale, ha avuto la grande occasione per passare in vantaggio e riportare la doppia sfida in parità, con Marco Foddi, che solo in area, ha calciato sull’esterno della rete.

La Macomerese, protagonista di una grande partita due settimane fa a Cortoghiana, dove vinse meritatamente, affronterà in finale l’Usinese che nell’altra semifinale ha travolto per 3 a 0 l’Ilvamaddalena, ribaltando il successo di misura ottenuto dalla squadra maddalenina nella gara d’andata, per 3 a 2.

Il Cortoghiana si rituffa ora nel campionato, dove è in piena corsa per la qualificazione ai play-off promozione. Domenica al Comunale arriva la vicecapolista Quartu Sant’Elen.