21 April, 2021
HomePosts Tagged "Marco Farci"

[bing_translator]

E’ una giornata particolarmente attesa, la quarta di andata del girone A del campionato di Promozione regionale, per le tre squadre sulcitane, Monteponi, Villamassargia e Cortoghiana, tutte reduci da una battuta d’arresto: la Monteponi sul campo del La Palma Monte Urpinu, il Villamassargia nel recupero casalingo con il Villasimius, il Cortoghiana prima sul campo della capolista Gonnosfanadiga poi nel recupero sul campo della Tharros.

La Monteponi di Alessandro Cuccu questo pomeriggio ospita l’Andromeda di Siurgus Donigala, formazione che ha tre punti in classifica, conquistati nel vittorioso match casalingo con il La Palma Monte Urpinu. Samuele Curreli e compagni scenderanno in campo molto motivati, fermamente determinati a riscattare l’inatteso passo falso di sette giorni fa. Analoghe motivazioni animeranno il Villamassargia di Titti Podda sul campo del Selargius ed il Cortoghiana di Fabio Piras, in casa, contro l’Arborea.

Completano il programma della giornata, le partite Atletico Cagliari-Paulese, Orrolese-La Palma Monte Urpinu, Seulo 2010-Pro Sigma, Tonara-Villacidrese, Tortolì-Tharros e, infine, il big match della giornata, Villasimius-Gonnosfanadiga.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, l’Atletico Narcao di Marco Farci insegue la terza vittoria sul campo della Libertas Barumini, per confermare l’ottimo avvio di stagione (con 6 punti è a punteggio pieno, non avendo disputato per l’emergenza sanitaria il derby dell’esordio sul campo dell’Atletico Villaperuccio). La Fermassenti gioca sul campo dell’Oristanese, mentre giocano in casa l’Atletico Villaperuccio e l’Antiochense 2013, rispettivamente con Virtus San Sperate e Santa Giusta Calcio.

Completano il programma della giornata, le partite Freccia Parte Montis-Gialeto 1909, Isili-Calcio Capoterra, Pula-Don Bosco Fortitudo, Francesco Bellu-Gioventù Sportiva Sanlurese e, infine, Virtus Villamar-Nuova San Marco.

[bing_translator]

Fabio Piras, 43 anni, è il nuovo allenatore del Cortoghiana. Il presidente Corrado Piras ha annunciato oggi la scelta della nuova guida tecnica, che arriva dopo la felice esperienza con Marco Farci, culminata con la promozione dalla Prima Categoria alla Promozione regionale e la brillante stagione appena conclusa con il settimo posto in campionato al momento delll’interruzione forzata causata dal Coronavirus e la semifinale della Coppa Italia (terminata con una sconfitta di misura casalinga ed un pareggio esterno nel doppio confronto con la Macomerese).
Fabio Piras arriva alla guida del Cortoghiana dopo la positiva anche se breve esperienza alla guida della Monteponi, iniziata alla prima giornata di ritorno, quando è subentrato al dimissionario Nicola Agus, con la squadra all’11° posto con 17 punti, conclusa alla settima giornata al 9° posto con 30 punti, con un bilancio di 13 punti in 7 partite, frutto di 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte, 14 goal realizzati e 6 subiti.

In precedenza, Fabio Piras aveva avuto una lunga esperienza con il Carbonia, prima da calciatore, poi da allenatore delle Giovanili e, infine, nella stagione 2018/2019, alla guida della prima squadra, con la quale ha ottenuto il terzo posto ed ha partecipato senza fortuna alla Coppa Primavera valida per i ripescaggi in Eccellenza, conclusa con un pareggio senza goal a Li Punti (poi ripescato) ed una sconfitta di misura, 4 a 3, ai tempi supplementari, nell’ormai inutile finalina per il 3° e 4° posto con il Thiesi.

L’arrivo di Fabio Piras costituisce il primo tassello del nuovo Cortoghiana, la cui struttura tecnica inizierà a prendere forma nelle prossime settimane.

[bing_translator]

Il Cortoghiana ha mancato l’accesso alla finale ma esce a testa alta dalla Coppa Italia. Dopo aver perso di misura la gara casalinga con la Macomerese, mercoledì pomeriggio la squadra di Marco Farci ha pareggiato 0 a 0 quella di ritorno, giocata senza l’infortunato Devid Pinna e lo squalificato Stefano Demontis e, per 70 minuti, con un uomo in meno per l’espulsione di Matteo Marteddu, maturata per proteste.

Il Cortoghiana è andato vicino al vantaggio al 18′ del primo tempo, con un colpo di testa di Madeddu su calcio di punizione battuto da Bove. Una volta rimasto in dieci, ha controllato senza correre grandi rischi, con Omar Galizia sugli scudi quando ce n’è stato bisogno e, nel finale, ha avuto la grande occasione per passare in vantaggio e riportare la doppia sfida in parità, con Marco Foddi, che solo in area, ha calciato sull’esterno della rete.

La Macomerese, protagonista di una grande partita due settimane fa a Cortoghiana, dove vinse meritatamente, affronterà in finale l’Usinese che nell’altra semifinale ha travolto per 3 a 0 l’Ilvamaddalena, ribaltando il successo di misura ottenuto dalla squadra maddalenina nella gara d’andata, per 3 a 2.

Il Cortoghiana si rituffa ora nel campionato, dove è in piena corsa per la qualificazione ai play-off promozione. Domenica al Comunale arriva la vicecapolista Quartu Sant’Elen.

 

[bing_translator]

Dopo il Carbonia, anche il Cortoghiana sogna la Coppa Italia. Questo pomeriggio, alle 15.00, sono in programma le partite di andata delle semifinali della manifestazione tricolore riservata alla Promozione regionale e tra le quattro squadre ancora in corsa c’è quella allenata da Marco Farci. Quarto in classifica in campionato e semifinalista in Coppa Italia, il Cortoghiana è la più bella rivelazione della stagione. La semifinale oppone ai biancorossi minerari la Macomerese, già avversaria del Carbonia nei quarti di finale nell’edizione 2017/2018, ed eliminata con una vittoria di misura in casa (1 a 0) ed una sconfitta a Carbonia (0 a 3, con goal di un 16enne Fabio Mastino e doppietta di Lorenzo Loi, oggi al Cortoghiana).

Cortoghiana-Macomerese verrà arbitrata da Andrea Senes di Cagliari, l’arbitro che ha diretto Carbonia-Guspini lo scorso 2 febbraio in Eccellenza (assistenti di linea Claudio Deiana e Nicola Mascia di Cagliari)

L’altra semifinale, Ilvamaddalena-Usinese, verrà diretta da Samuele Giudice di Sassari (assistenti di linea Michele Acciaro di Alghero ed Alessandro Cola di Ozieri).

Da notare che il Cortoghiana è l’unica squadra del girone A del campionato di Promozione ancora in corsa per la conquista della Coppa Italia, perché le altre tre sono tutte protagoniste del girone B. L’avversario del Cortoghiana, la Macomerese, attualmente è 9ª con 25 punti (il Cortoghiana è 4° nel girone A con 32 punti); l’Ilvamaddalena comanda la classifica con 53 punti (frutto di 17 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta, 50 goal segnati, 14 subiti), 8 di vantaggio sul Thiesi; l’Usinese è 7ª con 33 punti.

Mercoledì pomeriggio si giocheranno anche gli ultimi 3′ della sfida di campionato tra Sigma De Amicis 1979 e Sant’Elena, che venne sospesa lo scorso 19 gennaio sul risultato di 2 a 1 per la squadra quartese, per un malore al medico-accompagnatore del Sant’Elena. Con una vittoria, assai probabile visto che restano da giocare solo 3′, il Sant’Elena salirebbe dal 7° al 4° posto, con 33 punti, un punto davanti a Cortoghiana e Gonnosfanadiga,  Cortoghiana al quarto posto in classifica, due davanti all’Andromeda.

N.B. Nell’immagine in evidenza, l’arbitro Andrea Senes all’ingresso in campo al Comunale “Carlo Zoboli” per la direzione della partita Carbonia-Guspini, il 2 febbraio 2020.

Giampaolo Cirronis

[bing_translator]

Un goal di Manuele Porru, arrivato al 95′, ha condannato alla sconfitta la Monteponi sul campo della Villacidrese, nella quinta di ritorno del girone A del campionato di Promozione regionale. E’ una sconfitta molto pesante per la squadra di Fabio Piras, che scesa in campo priva dello squalificato Samuele Curreli, era stata capace di portarsi in vantaggio in avvio di ripresa con Sebastian Lamacchia. Un successo avrebbe consentito alla Monteponi di riportarsi a 5 lunghezze dalla seconda posizione, in piena corsa per i play-off, mentre la sconfitta l’ha fatta precipitare a 11 punti dalla Villacidrese e a 10 dalla terza posizione, occupata ora dal Buddusò, la squadra più in forma del girone, reduce da 7 vittorie consecutive. La rincorsa verso i play-off, a questo punto, appare assai problematica…

Chi continua a vincere e a convincere, è il Cortoghiana, impostosi per 3 a 2 sulla Sigma De Amicis 1979 con i goal di Fabio Salis, Marco Foddi e Devid Pinna ed ora al quarto posto, appaiata al Gonnosfanadiga (battuto in casa dall’Arborea), a due lunghezze dalla terza posizione. La squadra di Marco Farci si conferma la più bella sorpresa del girone.

Il Villamassargia è stato fermato sull’1 a 1 dal Sant’Elena Quartu ma mantiene una buona ottava posizione, con 28 punti, distante dalla zona calda, in perfetta linea con i programmi iniziali che puntavano ad una salvezza tranquilla.

Sugli altri campi, l’Andromeda ha superato di misura, 2 a 1, il Selargius, sempre malinconicamente ultimo in classifica; il Buddusò ha vinto ancora, 2 a 1 sul Seulo 2010; la capolista Idolo ha avuto la meglio sul Tonara con il minimo scarto, 1 a 0; l’Orrolese na battuto 3 a 1 il Tonara con una doppietta di Christian Cacciuto.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, è stata sospesa la partita di vertice tra la capolista Tharros ed il Calcio Capoterra, quando la squadra ospite era in vantaggio, ed ora si attende il verdetto del giudice sportivo. La prima inseguitrice, l’Atletico Narcao, ha rifilato un tennistico 6 a 0 alla Virtus Villamar, ed è risalita a 4 punti dalla vetta; la Fermassenti ha espugnato il campo del Gergei, 4 a 3; l’Atletico Villaperuccio ha confermato di essere in crescita, superando 3 a 1 la Freccia Parte Montis; l’Antiochense, dopo la Tharros, ha battuto anche il Sadali, 3 a 1, riaccendendo una fiammella di speranza per rientrare in gioco per la salvezza; il Santa Giusta ha vinto 2 a 1 sul campo della Gioventù Sportiva Samassi;, stesso risultato centrato dalla Nuova San Marco sul campo della Francesco Bellu, a Terralba; è finita in parità, infine, 1 a 1, la partita Libertas Barumini-Virtus San Sperate 2002.

[bing_translator]

La trasferta odierna a Villacidro è probabilmente uno degli ultimi appelli, per la Monteponi, sulla strada di un possibile reinserimento nella lotta per il vertice, alle spalle della capolista Idolo (dirige Lorenzo Casali di Crema, assistenti di linea Nicola Mascia e Matteo Portas di Cagliari). La sconfitta di Arzana ed il successivo pareggio interno con l’Orrolese, hanno frenato la rimonta della squadra di Fabio Piras che oggi contro una delle squadre più quotate del girone, sarà prima del suo giocatore più rappresentativo, Samuele Curreli, appiedato dal giudice sportivo per due turni dopo l’espulsione rimediata sette giorni fa.

Il Cortoghiana di Marco Farci ospita la Sigma De Amicis 1979 (dirige Stefano Dore di Olbia, assistenti di linea Filippo Noschese e Nicola Atzori di Oristano), a caccia dei 3 punti che potrebbero consentirgli di continuare a coltivare il sogno di un piazzamento utile per partecipare ai playoff promozione.

Anche il Villamassargia di Titti Podda ha un impegno casalingo importante, contro il Sant’Elena Quartu (dirige Matteo Manis di Oristano, assistenti i linea Riccardo Loi e Michele Volturo di Oristano).

Sugli altri campi, si giocano le seguenti partite: Andromeda-Selargius, Buddusò Seulo 2010, Gonnosfanadiga-Arborea, Idolo-Tortolì ed Orrolese.Tonara.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, la capolista Tharros ospita il Calcio Capoterra e, in caso di vittoria, metterebbe una grossa ipoteca sulla promozione finale. La prima inseguitrice, l’Atletico Narcao, ospita la Virtus Villamar e, on caso di vittoria, qualora il Calcio Capoterra dovesse perdere ad Oristano, allungherebbe il passo sulle inseguitrici.

La Fermassenti gioca sul campo del pericolante Gergei, l’Atletico Villaperuccio ospita la Freccia Parte Montis, l’Antiochense il Sadali.

Completano il programma della quinta giornata del girone di ritorno, le seguenti partite: Francesco Bellu Terralba-Nuova San Marco Cabras, Gioventù Sportiva Samassi-Santa Giusta Calcio, Libertas Barumini-Virtus San Sperate 2002.

Fabio Piras e Fabio Cau (Monteponi).

[bing_translator]

La Monteponi ospita l’Orrolese, il Cortoghiana ad Arborea, il Villamassargia a Selargius. Il girone A del campionato di Promozione regionale entra nella fase decisiva con le partite della quarta giornata di ritorno.

La squadra di Fabio Piras cerca il riscatto dopo l’immeriatata sconfitta subita in rimonta sul campo della capolista Idolo. Quella di Marco Farci una conferma, dopo la bella vittoria conquistata con una clamorosa rimonta, 9 contro 11, con il Tortolì; l’undici di Titti Podda un nuovo risultato positivo, dopo la bella e meritata vittoria sull’Arborea.

Completano il programma della giornata, le partite Sigma De Amicis 1979-Idolo, Sant’Elena Quartu-Gonnosfanadiga, Tortolì-Villacidrese, Selo 2010-Andromeda e, infine, Tonara-Buddusò.

Il girone B del campionato di Prima Categoria propone sfide molto interessanti. La vicecapolista Atletico Narcao gioca a Sadali che la segue ad un solo punto; la Fermassenti ospita la Libertas Barumini; l’Atletico Villaperuccio cerca una conferma sul campo della Nuova San Marco, dopo la netta vittoria conquistata contro la Virtus Villamar; l’Antiochense, reduce dalla clamoosa vittoria sulla capolista Tharros, gioca sul campo del Calcio Capoterra, squadra che vorrà sicuramente riscattare il pesante 0 a 4 subita stete giorni fa a Narcao.

Comopletano il programma della quarta giornata di ritorno, le seguenti partite: Freccia Parte Montis-Gergei, Virtus San Sperate 2002-Gioventù Sportiva Samassi, Virtus VIllamar-Francesco Bellu e, infine, Santa Giusta Calcio-Tharros.

 

[bing_translator]

Si è conclusa con un’autentica beffa, per la Monteponi, la trasferta sul campo della capolista Idolo. Passata in vantaggio dopo soli 10′ con un goal del solito Samuele Curreli (sesto centro personale in cinque partite), la squadra di Fabio Piras ha controllato la reazione dell’Idolo per tutto il primo tempo e nella parte iniziale del secondo, fino a quando è rimasta in dieci uomini per l’espulsione di Sebastian Lamacchia. A quel punto, l’Idolo ha conquistato un calcio di punizione da posizione propizia ed ha pareggiato con Pietro Staffa. E a soli 4′ dalla fine, è arrivata la beffa del sorpasso arzanese, su calcio di rigore, trasformato da Lamin Jammeh. La Monteponi ha terminato la partita in 9 uomini per l’espulsione del portiere Mariano Atzeni.

La terza giornata di ritorno ha registrato le brillanti vittorie di Cortoghiana (ora quarta in classifica con Sant’Elena e Buddusò) e Villamassargia, su Tortolì ed Arborea. La squadra di Marco Farci ha compiuto una vera e propria impresa, rimontando un goal quando si trovava in 9 uomini contro 11 per le espulsioni di Giorgio Madeddu ed Andrea Bove. A metà ripresa Marco Foddi ha pareggiato su calcio di rigore e nelle battute finali è stato il bomber Devid Pinna a firmare il goal della clamorosa vittoria.

Il Villamassargia s’è imposto nettamente sull’Arboream una delle formazioni più in forma, con il punteggio di 3 a 1. La squadra di Titti Podda ha sbloccato il risultato in avvio con un calcio di rigore di Michel Milia. L’Arborea è rimasta in dieci uomini ad una manciata di minuti dal riposo, per l’espulsione di Luca Peddoni. Con l’uomo in più il Villamassargia è andato in goal altre due volte, con il 18enne Enrico Ardau e solo nel finale, a risultato ormai acquisito, l’Arborea ha realizzato il goal della bandiera con Paolo Atzeni, su calcio di rigore.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, le quattro squadre sulcitane hanno riscattato la giornata nera precedente che le aveva viste tutte sconfitte. Tre hanno vinto in casa, Atletico Narcao, Atletico Villaperuccio ed Antiochense, la quarta ha pareggiato in trasferta, la Fermassenti.

L’Atletico Narcao ha rifilato un rotondo 4 a 0 al Calcio Capoterra, nello scontro tra vicecapolista. Di Alessio Farci, Michele Foglia (doppietta) e Daniel Manca i 4 goal. L’Atletico Villaperuccio ha rifilato un pesante 5 a 2 alla Virtus Villamar, con le doppiette di Fabio Pinna e Chicco Trogu ed un goal di Miali. Di Emanuele Cotza ed Alessio Uras i goal della squadra ospite. L’Antiochense ha compiuto la vera impresa della giornata, conquistando la prima vittoria casalinga stagionale contro la capolista Tharros, con un autogoal ed un goal di Giuseppe Medda. Per la capolista ha segnato Alessandro Tocco. Nonostante i 3 punti, la classifica dell’Antiochense resta assai complicata.

La Fermassenti, infine, ha pareggiato 2 a 2 sul campo della Gioventù Sportiva Samassi, con goal di Diallo Alseny. Di Gabriele Concas (ex Carbonia) il goal della squadra campidanese

[bing_translator]

La Monteponi lancia la sfida alla capolista Idolo. Rilanciata in classifica e nel morale dalle vittorie su Cortoghiana e Gonnosfanadiga, la squadra di Fabio Piras insegue questo pomeriggio il tris sul campo della squadra che ha fin qui dominato il campionato. L’ostacolo è arduo ma rappresenta anche l’occasione ideale per confermare il rilancio della squadra rossoblu e per legittimare le ambizioni di reinserimento nella lotta per le prime tre posizioni della classifica.

La punta di diamante della nuova Monteponi, come ampiamente prevedibile, è Samuele Curreli. Tornato alla corte del presidente Giorgio Ciccu dopo la breve e brillante esperienza con il Carbonia in Eccellenza, il bomber di Narcao ha subito lasciato intendere di essere l’uomo capace di fare la differenza e con 5 goal in 4 partite ha messo la sua firma sul rilancio della Monteponi, in particolare con il goal di Cortoghiana e la tripletta rifilata alla vicecapolista Gonnosfanadiga.

La terza giornata del girone di ritorno propone impegni casalinghi per il Cortoghiana ed il Villamassargia, rispettivamente contro il Tortolì e l’Arborea. Si tratta di ostacoli ricchi di insidie ma per entrambe i punti in palio sono importantissimi e cercheranno di fare bottino pieno, spinti dal sostegno dei loro tifosi.

Completano il programma della giornata, le partite Buddusò-Andromeda, Gonnosfanadiga-Sigma De Amicis 1979, Orrolese-Seulo 2010, Sant’Elena Quartu-Selargius e, infine, Villacidrese-Tonara.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, è in programma il testa coda tra Antiochense e Tharros, sfida quasi impossibile per la squadra isolana che in casa non ha ancora vinto una partita. Le prime inseguitrici, Atletico Narcao e Calcio Capoterra, si affrontano a Narcao, mentre la Fermassenti cerca il rilancio sul campo della Gioventù Sportiva Samassi. Impegno casalingo per l’Atletico Villaperuccio, con la Virtus Villamar.
Completano il programma della terza giornata del girone di ritorno, le partite Gergei-Atletico San Marco, Libertas Barumini-Freccia Parte Montis, Francesco Bellu Terralba-Sadali e, infine, Virtus San Sperate 2020-Santa Giusta.

Marco Farci, allenatore del Cortoghiana.

[bing_translator]

Nel girone A del campionato di Promozione scende in campo il fattore Samuele Curreli e la Monteponi torna a sognare la grande rimonta. Questo pomeriggio, contro la vicecapolista Gonnosfanadiga, la squadra di Fabio Piras, il nuovo tecnico che ha esordito domenica scorsa con la vittoria nel derby di Cortoghiana, era chiamata ad un appello decisivo: vincere per accorciare il ritardo dalla seconda posizione da 10 a 7 punti (una sconfitta avrebbe avuto effetti devastanti, forse definitivi), in attesa del recupero degli ultimi minuti della partita Sigma De Amicis 1979-Sant’Elena Quartu, sospesa ad una manciata di minuti dalla fine per un malore che ha colpito il medico sociale del Sant’Elena che in quel momento si trovava in vantaggio 2 a 1 e vincendo si porterebbe a quota 31 punti, + 8 sulla Monteponi. E la vittoria è arrivata, con una tripletta di Samuele Curreli!

Il bomber di Narcao un anno fa arrivò a Iglesias a dicembre, con la squadra ultima in classifica, e fu il principale protagonista, con il tecnico Andrea Marongiu, della clamorosa rimonta fino al quarto posto finale, con 19 goal realizzati in 17 partite giocate, che gli sono valsi anche il titolo di capocannoniere. A fine stagione, ha lasciato la Monteponi, per seguire Andrea Marongiu nella nuova avventura al Carbonia, nel campionato di Eccellenza.

L’impatto con la categoria superiore è stato devastante: 10 goal nelle prime quattro partite di Coppa Italia contro San Marco Assemini ’80 e Ferrini; 5 goal nelle prime nove giornate del campionato, quasi quattro delle quali saltate per un’espulsione e due squalifiche. Poi qualcosa nella convinzione di Samuele Curreli di continuare l’esperienza a Carbonia si è incrinato, non sono arrivati altri goal anche se in alcune partite ha inciso con dei preziosi assist per i compagni e, alla vigilia di Natale, allo scadere dei termini per i trasferimenti…ha lasciato Carbonia ed è tornato a Iglesias, per cercare di risollevare le sorti della Monteponi.

L’impatto con la maglia rossoblu, indossata per la terza volta in altrettanti campionati non consecutivi, è stato ancora una volta devastante: subito in goal nel derby con il Villamassargia, una domenica di pausa, poi goal decisivo su punizione a Cortoghiana e, infine, oggi, tripletta alla vicecapolista Gonnosfanadiga. Il bilancio è presto fatto, tra Carbonia e Monteponi, 20 goal, 10 nei due campionati, altrettanti in Coppa Italia!

Con i 3 punti conquistati oggi, la Monteponi è salita a quota 23 punti, la vetta resta lontanissima, visto che l’Idolo ha stravinto in trasferta con il Seulo 2010, 5 a 1, ed è salita a quota 35, ma alla fine mancano ancora 13 partite, con 39 punti a disposizione il Gonnosfanadiga è rimasto fermo a quota 30 punti e, con un Samuele Curreli così, la Monteponi può legittimamente riprendere a sognare quantomeno una delle posizioni (2ª e 3ª) che qualificano alla Coppa Primavera, attraverso la quale si può accedere alla categoria superiore.

La giornata, purtroppo, ha registrato la sconfitta di misura del Cortoghiana sul campo del Tonara, trascinato da Simone Stocchino, autore di una doppietta. Alla squadra di Marco Farci non è bastato il goal di Devid Pinna per portare a casa un risultato positivo. Chi è tornato a casa con un pareggio dalla difficile trasferta di Tortolì è il Villamassargia, in goal con Davide Piras.

Sugli altri campi, infine, la Villacidrese ha espugnato il campo dell’Andromeda, 2 a 0; il Buddusò ha battuto l’Orrolese, 2 a 0, terza vittoria consecutiva; l’Arborea ha battuto il Selargius, 2 a 1.