23 May, 2024
HomePosts Tagged "Marco Ligabue"

E’ tutto pronto a Villaperuccio per dare il via ai festeggiamenti in onore della Beata Vergine del Rosario. Da domani (venerdì 19) sino a lunedì 22 agosto, dopo due anni di restrizioni a causa della pandemia, il centro del Basso Sulcis è in festa per la sua patrona. Due i programmi allestiti, nonostante le difficoltà, dagli organizzatori. Quello religioso, domani (venerdì 19) e sabato 20, prevede la celebrazione della Santa Messa. Domenica 21, come tradizione, si terrà la solenne processione con il simulacro della Santa per le vie del centro accompagnata da gruppi folk e suonatori di launeddas. I festeggiamenti religiosi si chiuderanno lunedì 22 agosto con la Santa messa di ringraziamento. I festeggiamenti civili, invece, prevedono sabato 20 agosto con uno spettacolo musicale degli 80 Super Eighties, revival della musica degli anni ’80. Domenica 21 si terrà il concerto di Niera e, infine, gran chiusura lunedì 22 con il concerto di Marco Ligabue.

[bing_translator]

Fa tappa in Sardegna, domenica 7 luglio, a Ollastra (alle 21.30 in piazza Europa, con ingresso libero), in provincia di Oristano, il Sarà Bellissimo tour 2019 di Marco Ligabue.

Tre dischi in cinque anni e ora un nuovo singolo in uscita. Non si ferma il viaggio musicale di Marco Ligabue, cantautore di Correggio con oltre 500 live all’attivo.

Da sempre attento ai cambiamenti di linguaggio nella musica, Marco ha scritto il brano a quattro mani con il giovane amico e autore Leonardo Cristoni ed ha affidato l’arrangiamento ad uno dei produttori più talentuosi del momento, Federico Nardelli. Le sonorità sono ispirate all’indie/folk dei “Mumford & Sons”, di cui Marco è da sempre fan, mentre il testo è fortemente emotivo: l’altalena viene cantata come metafora della vita.

Reduce dall’esperienza televisiva di “All Together Now”, uno dei giudici della trasmissione di Canale 5, Marco ha numeri importanti sui social: oltre 57mila followers su Instagram e 270 mila su Facebook.

Sul palco l’insostituibile chitarrista Jonathan Gasparini, il batterista Diego Scaffidi ed il giovanissimo bassista e sassofonista Luca Spaggiari.

[bing_translator]

Tre dischi in cinque anni e ora un nuovo singolo in uscita. Non si ferma il viaggio musicale di Marco Ligabue, cantautore di Correggio con oltre 500 live all’attivo. Da sempre attento ai cambiamenti di linguaggio nella musica, Marco ha scritto il brano a quattro mani con il giovane amico e autore Leonardo Cristoni ed ha affidato l’arrangiamento ad uno dei produttori più talentuosi del momento, Federico Nardelli. Le sonorità sono ispirate all’indie/folk dei “Mumford & Sons”, di cui Marco è da sempre fan, mentre il testo è fortemente emotivo: l’altalena viene cantata come metafora della vita. “C’è un istinto naturale che porta ognuno di noi a spingersi sempre avanti nella vita,  non ce ne rendiamo conto eppure lo percepiamo sin dalla prima volta che da bambini saliamo sull’altalena. Questo istinto è talmente forte che ci fa pure prendere la rincorsa. Poi, però, la vita di tutti i giorni ci fa fare anche i conti con chi siamo stati finora, con il passato e con i ricordi, riportandoci continuamente indietro, proprio come succede quando andiamo su un’altalena. Amore, amicizia e sogni sono spinte incredibili, danno al nostro tempo un continuo rimbalzo di emozioni tra ciò che è stato e ciò che sarà. Ho capito cos’è il tempo, è un’altalena. E quanto è bello quel vento che ti arriva in faccia quando vai su e giù?” Marco Ligabue.

Reduce dall’esperienza televisiva di “All Together Now”, uno dei giudici della trasmissione di Canale 5, Marco ha numeri importanti sui social: oltre 57mila followers su Instagram e 270mila su Facebook.

Sul palco l’insostituibile chitarrista Jonathan Gasparini, il batterista Diego Scaffidi ed il giovanissimo bassista e sassofonista Luca Spaggiari.

[bing_translator]

Una grande festa lancerà anche quest’anno il progetto “Scuola & Volontariato”, realizzato da Sardegna Solidale in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna con l’obiettivo di avvicinare i giovani ai temi della solidarietà, proponendo loro un percorso formativo all’interno di una associazione di volontariato.

L’appuntamento con l’iniziativa “Una scuola che accoglie: scegli di essere volontario” è per sabato 16 dicembre ad Ozieri, a partire dalle ore 10.00, presso il Palazzetto dello Sport di via San Leonardo. Sarà un momento di note, balli e colori, ma anche di valorizzazione dell’azione svolta dalle scuole e nelle scuole, in collaborazione con le associazioni di volontariato che già operano nel territorio e delle istituzioni che le sostengono.

Alla manifestazione, a cui parteciperanno una quarantina di scuole provenienti da tutta l’isola e che sarà condotta da Matteo Bruni, prenderanno parte anche i migranti ospitati dalla Caritas di Ozieri, i ragazzi dell’Anffas e i minori stranieri non accompagnati. Come sempre non mancheranno poi i momenti di spettacolo, con la partecipazione del cantautore Marco Ligabue, delle Lucide (le attrici Tiziana Troja e Michela Sale Musio che porteranno in scena i personaggi di Tania & Mara) e del gruppo musicale Scacco Matto. All’esterno del palazzetto numerose associazioni di volontariato allestiranno i loro stand, con le dimostrazioni pratiche da parte dei gruppi di soccorso e di protezione civile. 

“Scuola & Volontariato” coinvolge ogni anno migliaia di giovani in progetti educativi che fanno perno sui valori fondamentali su cui si fondano il nostro paese e l’Europa, quali la giustizia, la solidarietà, l’inclusione sociale, la cittadinanza e l’accoglienza, e consente ai ragazzi di sperimentare la pratica del volontariato come forma di apprendimento, di relazione interpersonale e di servizio.

Terminata la manifestazione, dopo un pranzo al sacco, nel pomeriggio i giovani parteciperanno alla XXXI edizione della Marcia della Pace, promossa dalla Diocesi di Ales-Terralba, attraverso la Caritas diocesana, e organizzata dalla Delegazione regionale Caritas Sardegna in collaborazione con Sardegna Solidale. Un doppio appuntamento che premia anche l’impegno delle associazioni di volontariato del Logudoro, che saranno chiamate ad un grande sforzo organizzativo.