26 October, 2021
HomePosts Tagged "Mauro Usai." (Page 37)

[bing_translator]

Mauro Usai, 29 anni, presidente del Consiglio comunale negli ultimi cinque anni, è ufficialmente da oggi il quarto candidato a sindaco della città di Iglesias per le elezioni Amministrative del prossimo 10 giugno. Mauro Usai si è presentato questa mattina, davanti all’ingresso del Municipio, in presenza di un centinaio di persone, tra le quali c’erano il sindaco uscente Emilio Gariazzo (non ricandidato neppure da consigliere), il vicesindaco Simone Franceschi, l’assessore Francesco Melis ed alcuni consiglieri uscenti.

Mauro Usai, al momento, ufficialmente, è il candidato di quattro liste: la lista del candidato sindaco “Rinnova Iglesias”, la lista del Partito democratico e due liste civiche, una nella quale convergono varie componenti della Sinistra ed una composta da candidati di varia estrazione civica. Ufficiosamente, invece, la coalizione è destinata ad allargarsi nelle prossime ore, perché pare ormai definito l’accordo con la lista civica Piazza Sella, ispirata dall’UDC, e con almeno un’altra lista civica, quella che fa riferimento a Giancarlo Mameli, liste che alcune settimane fa avevano proposto la candidatura a sindaco della giornalista Ilenia Mura, poi tramontata per la mancata adesione al progetto di Forza Italia, poi schieratasi a sostegno della candidatura a sindaco di Valentina Pistis (Cas@ Iglesias), sostenuta anche dalla lista civica Iglesias in Comune e da Fratelli d’Italia.

A quattro giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste, appare ormai quasi certo che a contendersi la poltrona di primo cittadino di Iglesias per i prossimi cinque anni, saranno in quattro: Valentina Pistis (32 anni), Mauro Usai (29 anni), Federico Garau (26 anni, candidato del Movimento 5 Stelle) e Carlo Murru (54 anni, candidato di una coalizione di liste civiche).

Mauro Usai ha esposto, in un intervento durato circa 3/4 d’ora, le linee essenziali del programma amministrativo, partendo dal turismo e, non a caso, al termine, ha tenuto una breve conferenza stampa negli spazi dell’Ufficio turistico, sistemati nel Palazzo comunale, nel corso della quale lo abbiamo intervistato.

Stretta di mano tra il sindaco uscente Emlio Gariazzo e Mauro Usai.

                               

 

 

 

[bing_translator]

Dopo il tramonto della trattativa PD-Piazza Sella (UDC), si profila una sfida a cinque per le prossime elezioni Amministrative al comune di Iglesias. Ufficialmente sono già in campo tre candidati alla carica di sindaco: Valentina Pistis, 33 anni, candidata di Cas@ Iglesias, lista Iglesias in Comune, Forza Italia e Fratelli d’Italia (adesione più recente alla coalizione, dopo quella di Forza Italia); Carlo Murru, 54 anni, candidato di tre liste civiche; Federico Garau, 26 anni, candidato del Movimento 5 Stelle.

Altre due candidature verranno ufficializzate nei prossimi giorni. Il Partito democratico per la corsa alla successione al sindaco uscente Emilio Gariazzo che ha annunciato la sua uscita di scena alcune settimane fa, dovrebbe scegliere Mauro Usai, 29 anni, presidente del Consiglio comunale negli ultimi cinque anni, alla guida di una coalizione di almeno tre liste (PD più due civiche, una delle quali dovrebbe essere la lista del candidato sindaco); Piazza Sella scioglierà le ultime riserve entro giovedì, al più tardi venerdì e sarà interessante scoprire se la candidata sarà Ilenia Mura, la giornalista che già due settimane fa era stata scelta come candidata a sindaco di una coalizione di quattro liste (Piazza Sella, Fratelli d’Italia e due liste civiche che farebbero riferimento a Giancarlo Mameli e Pinello Cossu) o se la scelta ricadrà su un altro candidato. La scelta di Ilenia Mura, 42 anni, non era stata condivisa da Forza Italia che di lì a poco aveva annunciato l’abbandono della coalizione di centrodestra ed il sostegno alla candidata a sindaco Valentina Pistis (l’ingresso di Forza Italia alla coalizione non è stato gradito dal PCI di Iglesias che l’ha lasciata con una decisione non condivisa dal consigliere comunale uscente Alberto Cacciarru che, viceversa, ha confermato la sua adesione alla guida della lista civica Iglesias in Comune). La scelta di Forza Italia è stata seguita nei giorni scorsi da Fratelli d’Italia che, inizialmente, aveva stretto alleanza con Piazza Sella e due liste civiche a sostegno di Ilenia Mura.

Come emerge dal quadro suesposto, la situazione politica a Iglesias nelle ultime settimane si è notevolmente ingarbugliata e, a 11 giorni dal termine ultimo per la presentazione ufficiale delle liste (sabato 12 maggio), i colpi di scena potrebbero non essere finiti.

In una situazione così confusa, con cinque candidati alla carica di sindaco ed almeno una dozzina di liste (ma il numero potrebbe anche arrivare a 15), è assai improbabile se non addirittura impossibile, che la partita possa chiudersi con l’elezione del nuovo sindaco al primo turno, domenica 10 giugno, e la corsa sarà quindi quasi certamente orientata a conquistare una delle prime due posizioni utili per arrivare al turno di ballottaggio di domenica 24 giugno.

[bing_translator]

A Iglesias Forza Italia ha ufficializzato ieri sera il sostegno alla candidata a sindaco Valentina Pistis per le elezioni Amministrative del 10 giugno. La decisione è maturata al termine della riunione convocata per ieri sera, con all’ordine del giorno le scelte da fare dopo che le altre forze politiche del centrodestra hanno annunciato la scelta per la candidatura a sindaco della giornalista Ilenia Mura. Lo strappo era nell’aria e ieri è stato sancito definitivamente, con l’adesione di Forza Italia alla coalizione formata da Cas@ Iglesias e dal Partito Comunista di Iglesias.

Ora sarà interessante verificare quale sarà la reazione ufficiale delle forze che hanno indicato Ilenia Mura: Piazza Sella, Fratelli d’Italia e due liste civiche che fanno riferimento a Giancarlo Mameli e Pinello Cossu.

Nessuna decisione ufficiale è arrivata finora dal Partito democratico (si parla con insistenza della candidatura a sindaco del presidente del Consiglio comunale uscente Mauro Usai, ma resta in campo anche il vicesindaco uscente Simone Franceschi), e dal Movimento 5 Stelle.

Il medico Carlo Murru (ex sindaco di Quartucciu), infine, dovrebbe guidare, da candidato a sindaco, tre liste civiche.

[bing_translator]

Questa mattina, poco prima delle 13.00, è stata inaugurata a Iglesias l’opera pittorica “RADICI” realizzata dall’artista Manu Invisible, in una parete della Sala Lepori, in via Isonzo. Con l’artista c’erano il vicesindaco e assessore della Cultura, Simone Franceschi; il presidente del Consiglio comunale, Mauro Usai; alcuni consiglieri comunali; docenti e allievi delle scuole cittadine, che in mattinata avevano partecipato ad una lezione tenuta dall’artista al Liceo Artistico; e, infine, rappresentanti delle associazioni dei minatori di Iglesias, Masua e Nebida.

Vediamo ora le fasi dell’inaugurazione, con l’intervento dell’assessore Simone Franceschi, il taglio del nastro e, infine, un’intervista con lo stesso vicesindaco.

 

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10215982752309577/

 

[bing_translator]

Questa mattina i consiglieri comunali, Valentina Pistis e Alberto Cacciarru, capigruppo di Cas@ Iglesias e Partito Comunista Italiano, hanno protocollato con PEC un’interpellanza sulla situazione dell’appalto dei lavori di costruzione del Centro Intermodale.

Inoltre, vista la grave situazione di stallo creatasi nelle ultime settimane, Valentina Pistis e Alberto Cacciarru, formalizzeranno una richiesta di Consiglio comunale ad hoc per discutere dello stato d’avanzamento dei lavori.

Nell’interpellanza al presidente del Consiglio comunale Mauro Usai, al sindaco Emilio Gariazzo e all’assessore dei Lavori pubblici Barbara Mele, i due consiglieri chiedono  quali somme siano state anticipate e/o erogate a favore della aggiudicataria dell’appalto; quali garanzie il Comune abbia acquisito nell’ipotesi prevista dall’art. 35 comma 18 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i. (anticipazione contrattuale); quale sia è il valore dei lavori attualmente eseguiti e se sono stati eseguiti a regola d’arte, se risulta rispettato il cronoprogramma dei lavori e, comunque, quali controlli gli uffici hanno effettuato; qual è la situazione finanziaria dell’impresa aggiudicataria dell’appalto.

I due consiglieri comunali chiedono altresì se ricorrono le condizioni per la risoluzione del Contratto in danno.

[bing_translator]

Il capogruppo di Cas@ Iglesias Valentina Pistis ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio comunale, Mauro Usai e all’assessore della Pubblica istruzione, Pietro Serio sui “disservizi della mensa scolastica e l’aumento delle tariffe”.

«Premesso che già l’anno scorso sono state molteplici le rimostranze fatte pervenire all’amministrazione comunale dai genitori dei bambini in merito al servizio mensa offerto e che il servizio per l’anno scolastico 2017-2018 è cominciato dallo scorso mese di ottobre , l’utenza ha riscontrato alcuni disservizi e numerosissime famiglie hanno deciso di fornire il pasto da casa – scrive Valentina Pistis –. considerati gli importanti aumenti delle tariffe dei pasti e che le tariffe sono state modificate con determina dirigenziale in un momento successivo rispetto alla scadenza delle iscrizioni ai diversi istituti; e preso atto che la società aggiudicatrice della gara d’appalto avrebbe dovuto costruire e attivare un impianto fotovoltaico presso l’istituto di Serra Perdosa – aggiunge Valentina Pistis -, chiediamo al presidente del Consiglio comunale e all’assessore della Pubblica istruzione di sapere quanti sono gli utenti che hanno richiesto il servizio mensa, quanti utenti hanno richiesto l’autorizzazione per fornire il pasto da casaquanti pasti vengono forniti dalla Markas, come prevede l’amministrazione comunale di procedere visti gli obblighi contrattuali previsti, quanto costa un pasto complessivamente e, infine, quanti sono gli utenti in fascia esente per l’anno scolastico 2016 -2017 e 2017-2018.»

[bing_translator]

La città di Iglesias ha una nuova città gemella. Si tratta di Bobruisk in Bielorussia, una cittadina di circa 220mila abitanti che si trova nella regione di Mogilev, distante 120 chilometri dalla capitale bielorussa Minsk.

Lunedì 23 ottobre, nella sala del Consiglio comunale, il sindaco di Iglesias Emilio Gariazzo ed il sindaco di Bobruisk Aleksandr Studnev, hanno formalmente suggellato il patto di gemellaggio alla presenza del console onorario della Repubblica Bielorussa in Sardegna, Giuseppe Carboni e di Marco Sechi, in rappresentanza della Presidenza della Giunta della Regione Autonoma della Sardegna.

La delegazione della città di Bobruisk era composta da: Aleksandr Studnev, sindaco; Chizh Larisa, ingegnere capo Industria Pellami di Bobruisk SPA in rappresentanza del mondo delle imprese; Vladimir Hatsko, consigliere regionale della Regione di Gomel e responsabile politica sanitaria città di Bobruisk. Il comune di Iglesias era rappresentato da: Emilio Gariazzo, sindaco; Mauro Usai, presidente del Consiglio comunale; Simone Franceschi, vicesindaco ed assessore della Cultura e Turismo; Pietrina Chessa, presidente della commissione comunale della Cultura e del Turismo; Vito Didaci, consigliere comunale.

I legami della città di Iglesias con questa repubblica ex sovietica sono di lunga data, grazie al coinvolgimento dal basso di tanti cittadini iglesienti che hanno ospitato nelle loro case, in questi ultimi vent’anni, centinaia di bambini bielorussi nell’ambito del Progetto Chernobyl, numerosi anche i casi nei quali questi bambini sono diventati cittadini a pieno titolo della città essendo stati adottati da famiglie iglesienti.

La cerimonia ha ufficializzato un impegno di amicizia e cooperazione commerciale, economica e sociale con particolare riferimento ai settori della cultura e del turismo e che trovano le loro fondamenta nei rapporti di solidarietà e amicizia che legano i due territori.

Prima di recarsi in sala consiliare, la delegazione bielorussa ha incontrato le associazioni culturali iglesienti che hanno presentato la loro intensa attività culturale. Al termine della riunione è stata espressa la comune volontà di lavorare su progetti artistici che vedano coinvolte le due città, favorendo i contatti fra le realtà culturali delle due città gemellate.

La delegazione del comune di Bobruisk nella mattinata di martedì 24 ottobre ha incontrato un gruppo di imprenditori locali. La riunione è stata molto costruttiva. In particolare la delegazione bielorussa ha espresso grande interesse per una collaborazione nel settore turistico, con presentazioni mirate dell’offerta turistica del territorio iglesiente presso i propri operatori locali. Particolare attenzione gli ospiti hanno prestato alla produzione enogastronomica del nostro territorio che potrebbe così trovare nuovi potenziali mercati di sbocco.

L’amministrazione comunale di Bobruisk ha, quindi, invitato ufficialmente una delegazione di imprese a visitare la propria città per conoscere meglio la realtà produttiva locale e le opportunità legate alle esportazioni e anche la collaborazione nel settore della produzione eventualmente anche attraverso aziende miste, mettendo in evidenza la posizione strategica della città a cavallo fra Mosca, San Pietroburgo e le capitali orientali dell’Unione europea, e le opportunità offerte dalla partecipazione della Bielorussia all’Unione Doganale con Russia e Kazakistan che apre le porte ad una vasto mercato che va ben oltre la popolazione bielorussa. La proposta è stata accolta dai presenti e con tutta probabilità la visita si svolgerà alla fine del mese di novembre.

[bing_translator]

Il presidente del Consiglio comunale di Iglesias, Mauro Usai, in un post pubblicato nel suo profilo facebook, esprime soddisfazione per le novità emerse nel testo della nuova rete ospedaliera approvato dalla commissione Salute del Consiglio regionale.

«La commissione sanità in Consiglio regionale ha finalmente concluso il suo iter di discussione ed approvazione della rete ospedaliera – scrive Mauro Usai -.
Dopo il ritorno del Punto nascite, la commissione ha deliberato ciò per cui i diversi Consigli comunali convocati per il tema avevano chiesto con forza:
1) DEA di 1° livello dei due stabilimenti principali del Sulcis Iglesiente (Sirai e CTO);
2) Lungodegenza e riabilitazione al Santa Barbara.»
«La sinergia costruttiva tra cittadini, istituzioni e movimenti ha vinto sulle strumentalizzazioni – aggiunge Mauro Usai -. 
Tanta fatica, tanto studio e tanta pazienza, hanno prodotto i risultati sperati. Non abbassiamo la guardia e concludiamo in bellezza con il completamento dei reparti del CTO.»

Nella prima stesura, era previsto il DEA di 1° livello al Sirai di Carbonia; il CTO di Iglesias come stabilimento con funzioni di base e di completamento DEA 1° livello, riabilitative e ospedale di Comunità e il Santa Barbara di Iglesias come stabilimento con ruolo da ridefinire.

La nuova stesura prevede un presidio unico DEA di 1° livello Sulcis Iglesiente; al Sirai di Carbonia uno stabilimento DEA Emergenza – Urgenza; al CTO di Iglesias uno stabilimento DEA attività programma e polo materno infantile; uno stabilimento nodo della rete territoriale regionale, al Santa Barbara di Iglesias, ospedale di Comunità, Casa della Salute con servizi specialistici, polo riabilitativo e hospice.

[bing_translator]

Otto consiglieri di opposizione, primo firmatario e presentatario Luigi Biggio (gli altri firmatari sono Gian Marco Eltrudis, Vito Didaci, Simone Saiu, Valentina Pistis, Giorgio Carta, Alberto Cacciarru ed Andrea Pilurzu), hanno presentato una mozione al presidente del Consiglio comunale Mauro Usai e al sindaco di Iglesias Emilio Gariazzo, per la sistemazione di uno sportello bancomat nella frazione di Nebida.

«Da tempo gli abitanti di Nebida lamentano un annoso disservizio riconducibile alla mancanza di uno sportello bancomat nella frazione che risulta essere la porta verso il mare della città di Iglesias – si legge nella mozione -. Di fatto lo sportello più vicino per poter effettuare un prelievo di contante risulta essere quello situato in Gonnesa, a 9 km di distanza molti dei quali da percorrere sulla S.P. n. 83, non certo un’arteria particolarmente scorrevole. Nei mesi estivi il problema si ripercuote anche sui numerosi turisti che frequentano la location attratti dalla bellezza del litorale e dai meravigliosi scenari minerari, Porto Flavia su tutti.»

Considerato che la frazione di Nebida risulta essere la più popolosa tra quelle di Iglesias, equiparabile a molti comuni autonomi per estensione e numero di abitanti residenti e preso atto della vocazione turistica della frazione e della volontà di questa amministrazione di renderla sempre maggiormente appetibile in questo senso, la mozione, se approvata, impegnerà il sindaco e la Giunta «a contattare ufficialmente degli istituti di credito interessati al fine di richiedere l’installazione, nella frazione di Nebida, di uno sportello automatico bancomat per il prelievo di denaro contante».

[bing_translator]

Il presidente del Consiglio comunale di Iglesias, Mauro Usai, ha convocato l’Assemblea per questa sera, alle ore 19.00, in seduta straordinaria, presso l’Aula Consiliare di Piazza Municipio. Il Consiglio discuterà sul tema dello “Stabilimento R.W.M”.

La riunione del Consiglio è stata richiesta con forza dal Comitato per la riconversione della fabbrica RWM, nato dopo la marcia della pace del 7 maggio ad Iglesias, per chiedere con forza, anche a livello politico locale e non solo, una presa di posizione su questo tema.
Alle 17.00, in attesa della riunione del Consiglio comunale, si terrà un incontro in Piazza Municipio, per un momento di informazione, riflessione e confronto.