26 May, 2022
HomePosts Tagged "Veronica Impera"

Mercoledì 27 aprile scorso, nell’Ufficio del sindaco di Santadi Massimo Impera, la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara ha sottoscritto una convenzione con i signori Ignazio Atzori, Bruno Atzori Langiu e Giorgetto Sais che consentirà di garantire il transito dei pellegrini/escursionisti presso i terreni di loro proprietà con l’impegno della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara di assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria dei percorsi.

Con il positivo contributo dell’Amministrazione comunale di Santadi, i proprietari dei terreni attraversati dal Cammino Minerario di Santa Barbara hanno consolidato la crescente consapevolezza e sensibilità nei confronti del Cammino Minerario di Santa Barbara che viene sempre più percepito come una grande opportunità per lo sviluppo dei territori attraversati.

Anche a seguito dell’ottenimento delle necessarie autorizzazioni amministrative, la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara potrà ora dare avvio agli interventi di manutenzione dei percorsi che consentiranno in pochi mesi di rendere fruibile un itinerario di straordinaria bellezza paesaggistica finora impercorribile che consentirà di ammirare a passo lento la Tomba dei giganti di Barrancu Mannu, una delle più belle ed imponenti della Sardegna.

Si è potuto arrivare a questo risultato grazie alla disponibilità dei proprietari dei terreni, ma anche grazie all’impegno dedicato dal Sindaco e dell’assessore del Turismo del comune di Santadi Veronica Impera, anche nel suo ruolo di vice presidente della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara.

 

Sono stati 1.130, domenica, i vaccini anti Covid-19 somministrati a Santadi, compresi quelli somministrati  a domicilio dai medici di base che assieme ai medici e allo staff di ASL Sulcis hanno consentito di ottenere un ottimo risultato.

«Da parte nostra vanno a loro i nostri più sentiti ringraziamenti per la disponibilità e l’impegno profusi hanno commentato il sindaco Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera -. Ringraziamo anche la dott.ssa Campus per la presenza e l’attenzione mostrata per il nostro territorio.»

«Un forte grazie va a tutte le associazioni che hanno collaborato per la buona riuscita della giornata: Pro Loco Santadi per aver gestito tutta la fase organizzativa delle prenotazioni e dell’ingresso delle persone all’Hub, alla ProcivSantadi-ODV per l’allestimento e la gestione delle attività, le associazioni CRI, Auser, Lass e Pedali Santadesi per il supportohanno aggiunto il sindaco e l’assessore della Sanità -. Grazie anche ai carabinieri della stazione di Santadi per essere stati presenti. Il ringraziamento più grande va a tutte le persone che hanno scelto di vaccinarsi e pazientemente hanno atteso il loro turno nel pieno rispetto dello svolgimento delle attività.»

«Nei dati ufficiali ad oggi sono presenti 23 casi di positività. Di alcuni di questi ci è già giunta notizia, dagli interessati, dell’avvenuta negativizzazione. Siamo inoltre a conoscenza di almeno un’altra quindicina di persone risultate positive al Covid-19.»
Lo hanno comunicato ieri, nella pagina Facebook del comune di Santadi, il sindaco Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera.
«Vi ricordiamo di prestare la massima cautela in quanto siamo tutti consapevoli che in tutta Italia stiamo affrontando un picco epidemico molto importantehanno concluso il sindaco Massimo Impera e l’assessore Veronica Impera -. La prevenzione è sempre il miglior mezzo per tutelarsi dal contagio.»

A Santadi il numero dei positivi al Covid-19 si è dimezzato, ora sono 23, 8 le persone in quarantena. Lo hanno comunicato poco fa il sindaco Massimo Impera e l’assessore della Sanità del comune di Santadi Veronica Impera, sulla base dei dati ufficiali ricevuti da Ats stamane.
«Il numero dei positivi si è dimezzatoaggiungonoma è necessario proprio in questa giornata ricordare che i festeggiamenti spesso portano ad abbassare la guardia e a trascurare le norme di prevenzione. Sarebbe opportuno invece prestare ancor più attenzione affinché questi giorni di festa non causino ulteriori contagi.
Accogliamo questo nuovo anno mantenendo un comportamento responsabile per noi stessi e per gli altri in ogni ambito, compreso quello di prevenzione del Covid-19.»
«Auguriamo a tutti, a nome di tutta l’Amministrazione comunalehanno concluso il sindaco di Santadi Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera -, un buon inizio d’anno e che sia migliore di quello trascorso soprattutto, è il caso di dirlo, per la salute di ciascuno e della collettività.»

I casi attualmente positivi al Covid-19 nel comune di Santadi sono 31. Lo hanno comunicato il sindaco Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera che hanno smentito ufficialmente le notizie infondate circolate circa un eventuale  ritorno del paese in zona rossa.
“Dobbiamo prestare la massima attenzione ma è altrettanto vero che le percentuali non sono così alte da giustificare ulteriori restrizioni oltre a quelle già dettate dalle attuali norme in vigore e dal buon senso che i Santadesi stanno dimostrandohanno sottolineato il sindaco e l’assessore della Sanità -. Chiediamo in tal senso la disponibilità di chi si dovesse trovare in situazione di positività a comunicarla prontamente al nostro Comune, affinché le misure di contenimento possano essere attuate tempestivamente. Ringraziamo chi già l’ha fatto permettendoci di avere un quadro dei contagi nonostante le difficoltà dell’Ats nel farci pervenire le comunicazioni ufficiali in tempo realehanno concluso Massimo Impera e Veronica Impera -. Chiediamo a tutti i cittadini di continuare ad essere attenti al rispetto delle norme di prevenzione del Covid-19.”

Sono 31 i cittadini di Santadi attualmente positivi al Covid-19. Lo hanno comunicato ieri sera il sindaco, Massimo Impera, e l’assessore della Sanità, Veronica Impera.
«Ad oggi i dati ufficiali non risultano ancora aggiornati ma dalle interlocuzioni con Ats siamo a conoscenza del fatto che i casi di positività segnalati sono circa 31 – hanno scritto su Facebook Massimo Impera e Veronica Impera –. Attendiamo i dati ufficiali che perverranno nei prossimi giorni. Nel frattempo chiediamo a tutti i cittadini di essere ancor più attenti nel rispetto delle norme di prevenzione del Covid-19.»

«Dai dati ufficiali di oggi risultano 31 casi positivi al virus, di cui 2 negativizzati ieri quindi ancora presenti nei flussi Ats, possiamo perciò considerare 29 casi positivi e 15 persone ancora in quarantena.»
Lo hanno comunicato il sindaco di Santadi, Massimo Impera, e l’assessora della Sanità Veronica Impera.
L’Hub vaccinale allestita al palazzetto dello sport è stata attiva soltanto oggi dalle 15.00 alle 18.00, perché l’attività di vaccinazione prevista per domani è stata sospesa.
Sindaco ed assessora esortano ancora una volta la cittadinanza a proteggersi attraverso la somministrazione del vaccino dai gravi sintomi che il virus può causare.
Chi ha effettuato la prima dose riceverà la seconda dose il 20 settembre sempre presso il palazzetto dello sport in via Is Collus con la seguente ripartizione:
– dalle ore 15.00 alle ore 16.00 per chi ha ricevuto la prima dose il 22 agosto;
– dalle ore 16.00 alle ore 18.00 per chi ha ricevuto la prima dose il 25 ed il 26 agosto.
«Per chi fosse interessatohanno concluso il sindaco e l’assessora della Sanitàcomunichiamo anche che domenica 29 agosto si svolgerà un Open Day di vaccinazione a Iglesias, in via Toti. Continuiamo a ricordare di tenere alta la guardia rispettando le misure di prevenzione, indossare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere le distanze, evitare qualsiasi situazione di potenziale assembramento o contatto.»

«Dai dati ufficiali di oggi risultano saliti a 16 i casi positivi al virus e a 16 le persone in quarantena. Siamo a conoscenza di altri casi che rimangono in attesa di accertamento da parte dell’Ats o che ancora non sono stati inseriti nei flussi.»
A comunicarlo sono il sindaco di Santadi, Massimo Impera, e l’assessore della Sanità, Veronica Impera.
«Continuiamo a ricordare di tenere alta la guardia rispettando le misure di prevenzione, indossare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere le distanze, evitare qualsiasi situazione di potenziali assembramenti o contatticoncludono Massimo Impera e Veronica Impera -. Invitiamo nuovamente i cittadini ad aderire alla campagna di vaccinazione che partirà Domenica 22 Agosto per tutelarsi dagli effetti peggiori del virus.»

Al Palazzetto dello sport di Santadi quattro giornate di vaccinazioni anti Covid-19, il 22, 25, 26 e 27 agosto. Lo hanno comunicato il sindaco Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera.
Il calendario.
– Domenica 22 agosto dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
– Mercoledì 25 agosto dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
– Giovedì 26 agosto dalle 15.00 alle 18.00;
– Venerdì 27 agosto dalle 15.00 alle 18.00.
La vaccinazione è aperta a tutte le fasce d’età dai 12 anni in su, residenti nel comune di Santadi e nei Comuni limitrofi.
«È necessario presentarsi muniti di documento d’identità e tessera sanitaria per la compilazione della scheda anagrafica e dello stato di salute.
È preferibile arrivare muniti di tali moduli già compilati per rendere le operazioni il più veloci possibile, verranno quindi fornite delle copie cartacee all’esterno del Comune .
I minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore che dovrà anche firmare l’apposito modulo che forniremo in cartaceo sempre all’esterno del Comune .
Si invita la cittadinanza a partecipare in quanto, ad oggi, il vaccino è l’unico mezzo per potersi tutelare da eventuale sintomatologia grave, causata dal Covid-19, che come sappiamo può essere pericolosa per la vita propria e degli altri.»

«Nonostante un lungo periodo in cui si sono registrati zero casi positivi e zero quarantene, emerge oggi dai dati ufficiali che sono presenti tre casi positivi al virus e tre persone in quarantena.»
Lo hanno annunciato questa sera su Facebook, il sindaco di Santadi Massimo Impera e l’assessore della Sanità Veronica Impera che ricordano alla cittadinanza di continuare a tenere alta la guardia e continuare a rispettare le misure di prevenzione.