17 June, 2021
HomeSpettacoloMusicaNuova iniziativa di CAMPOS, domenica 22 aprile a Seneghe: “Is iscolas aberint is ennas”.

Nuova iniziativa di CAMPOS, domenica 22 aprile a Seneghe: “Is iscolas aberint is ennas”.

[bing_translator]

Nuova iniziativa di CAMPOS (Coordinamentu Artes Musicales e Poèticas de traditzioni Orali de Sardigna), l’associazione culturale costituita nel 2015 su iniziativa degli artisti che operano in Sardegna nelle arti musicali e poetiche di tradizione orale. E’ inserita nell’ambito di “Sardigna, aberi-mi sa janna”, il progetto teso a creare una rete intercomunale per tutelare e promuovere i beni culturali della Sardegna, in particolare quelli immateriali, il turismo ad essi legato e quello ambientale.

Dopo la convocazione di sindaci e amministratori, lo scorso dicembre a Solarussa, ora ad essere coinvolto è il mondo della scuola. Domenica 22 aprile, a partire della 9.30, nei locali della Biblioteca comunale di Seneghe, CAMPOS, con “Is iscolas aberint is ennas”, incontra docenti e operatori delle scuole, dalla materna all’università, che hanno tenuto corsi e laboratori scolastici sui temi della cultura, della lingua o della storia della Sardegna. Ma l’invito è esteso a conservatori e scuole civiche di musica, etnomusicologi e operatori degli sportelli linguistici della Sardegna.

L’iniziativa sarà divisa in due momenti, in mattinata e nel pomeriggio, e sarà conclusa dalle 17.30 da esibizioni e laboratori di launeddas con Stefano Pinna, Rocco Melis e Bruno Loi e dai canti in piazza dei Contratos di Seneghe.

CAMPOS considera tappa fondamentale l’appuntamento di Seneghe proprio perché pone al centro della discussione la scuola e il sistema dell’istruzione nel suo complesso, i suoi rapporti con il territorio in cui opera e le azioni didattiche ed educative indirizzate alla cultura ed alla lingua sarda.

E’ convinzione di CAMPOS che occorra intervenire «a partire dalla valorizzazione dei beni culturali e materiali e immateriali e dei riti comunitari ad essi connessi, per ridare forza e credibilità alle comunità stesse, per infondere fiducia nei singoli individui, creando nuove prospettive di sviluppo basate sulle produzioni locali e sul turismo culturale ed ambientale».

L’articolato programma di presentazione e promozione del progetto “Sardigna, aberi-mi sa janna”, proseguirà il prossimo 5 maggio a Belvì con un incontro con le associazioni e gli operatori dei beni culturali materiali.

Nel secondo fine settimana di giugno infine l’evento di sintesi di queste attività con “Sa Corte de is Artis”, a Solarussa.

Un secco no, da part
La vernaccia 2004 di

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT