8 December, 2021
Home2019Marzo (Page 2)

[bing_translator]

I carabinieri di Giba hanno arrestato un 48enne disoccupato, sorpreso a spacciare droga nel parco “Marco Pittoni”.

I militari, da qualche giorno stavano tenendo sotto controllo il parco cittadino intestato alla memoria del Tenente dei Carabinieri Marco Pittoni, medaglia d’oro al Valor Militare, dove ultimamente era stata segnalata un’intensa attività di spaccio di stupefacenti. Questo pomeriggio, avendolo colto in flagranza di spaccio hanno arrestato P.G., che aveva appena venduto una dose di hashish ad un suo compaesano. Durante il controllo, l’uomo ha anche tentato inutilmente di disfarsi di un astuccio contenente ulteriori dieci dosi di hashish, gettandolo dietro un cespuglio ma il repentino gesto non è sfuggito all’attenzione dei carabinieri che lo hanno immediatamente recuperato, procedendo al suo arresto.

La conseguente perquisizione domiciliare ha consentito di acquisire ulteriori elementi a riprova che l’attività di spaccio posta in essere dall’uomo nelle piazze di Giba, non fosse episodica, rinvenendo ulteriore stupefacente per complessivi dodici grammi, un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento.

L’arrestato, lunedì mattina verrà tradotto in Tribunale a Cagliari, per il processo con rito direttissimo e nel frattempo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

 

[bing_translator]

Nell’ambito di servizi preventivi tesi a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti specie nel centro storico di Cagliari, ieri sera i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Cagliari hanno arrestato nella flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio due cagliaritani, un disoccupato 47enne, R.S., ed un operaio 48enne, S.S.
I due sono stati fermati nella via Giardini da due distinte squadre di militari che poco prima avevano notato per strada quello che poteva essere uno scambio di sostanze.
In particolare R.S. è stato bloccato a bordo della sua auto (con a bordo la figlia minorenne) e, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 10 grammi circa di sostanza tipo eroina; di conseguenza la perquisizione è stata estesa all’abitazione dello stesso, dove sono stati rinvenuti materiali per pesatura e confezionamento dello stupefacente oltre a 800 € circa in banconote di vario taglio (ritenute proventi attività spaccio).
S.S., invece, è stato fermato a piedi da solo e la perquisizione personale ha consentito di rinvenire una dose di sostanza stupefacente tipo eroina che, unitamente all’atteggiamento particolarmente preoccupato e al precedente scambio, ha determinato il necessario approfondimento anche presso il suo domicilio all’esito della cui perquisizione è stato rinvenuto poco più di 1 kg di eroina in pietra (che una volta lavorato può essere nel minimo triplicato) oltreché al solito materiale per pesatura e confezionamento.
Il valore commerciale della droga sequestrata si aggira intorno ai 300.000 € (si consideri che attualmente il valore medio di una dose di 0,25 grammi sulla piazza è di circa 25 €).
Gli arrestati sono ristretti presso la casa circondariale di Uta, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

[bing_translator]

Ieri sera un normale controllo alla circolazione stradale operato dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sanluri, ha consentito di arrestare un 62 enne di Villacidro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Subito dopo aver fermato l’uomo, i militari hanno notato alcuni segni evidenti di nervosismo da parte dell’uomo, atteggiamento che ha spinto la pattuglia ad effettuare un controllo più approfondito che ha portato al rinvenimento sull’autoveicolo ed occultati sulla persona di 7 involucri contenenti circa 80 grammi di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire nascosti dietro un mobile 8 involucri termosaldati e sottovuoto, contenenti complessivamente oltre 400 grammi di marijuana ed un interiore involucro con 2 grammi di cocaina, insieme a materiale vario per il confezionamento ed il taglio della sostanza stupefacente. Immediatamente per l’uomo, G.O.,, scattava l’arresto. Condotto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Sanluri.

[bing_translator]

E’ in programma venerdì 12 aprile, dalle 15.30, presso l’Aula Magna della Corte d’Appello di Cagliari, il convegno “Criticità e prospettive per la Avvocatura a sei anni dall’entrata in vigore della legge professionale forense”, organizzato dall’Associazione Unione Avvocati della Sardegna (UN.A.S.), con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Cagliari.

Il programma.

  1. La Legge n. 247/12. Dal Congresso Nazionale Forense di Bari del novembre 2012 al 31 dicembre 2012. In particolare, i requisiti ai fini della permanenza dell’iscrizione all’Albo: Avv. Andrea Loi (Presidente Regionale Associazione Unione Avvocati della Sardegna – Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cagliari).
  2. L’Ordine Circondariale: Avv. Umberto Cossu (Vicepresidente Regionale Associazione Unione Avvocati della Sardegna – Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cagliari).
  3. L’obbligo di iscrizione alla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza forense: Avv. Fabio Basile (Segretario Regionale Associazione Unione Avvocati della Sardegna – Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cagliari).
  4. L’obbligo assicurativo: Avv. Antonio Enna (Formatore della Scuola Superiore della Magistratura – Vicepresidente Collegio Regionale dei Probiviri Associazione Unione Avvocati della Sardegna).
  5. L’accesso al patrocinio davanti alle Magistrature Superiori: Avv. Alberto Putzolu (Associazione Unione Avvocati della Sardegna).

I lavori verranno diretti e moderati dall’Avv. Marina Bardanzellu (Presidente Collegio Regionale dei Probiviri Associazione Unione Avvocati della Sardegna)

Il corso, dedicato agli avvocati e praticanti abilitati, è aperto a tutti gli iscritti all’Albo, sino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

[bing_translator]

Missione compiuta per il Cagliari a Verona: 3 a 0 al Chievo e 3 punti che profumano tanto di salvezza anticipata! Com’era prevedibile, nonostante il risultato finale, non è stata una partita facile. Nel primo quarto d’ora, la formazione allenata da Domenico Di Carlo ha tenuto il controllo del gioco, creando anche alcune favorevoli occasioni per sbloccare il risultato, trovando sulla sua strada un super Alessio Cragno.

Al 16′, il Cagliari è andato a segno al primo affondo nella difesa del Chievo, con un gran colpo di testa di Fabio Pisacane, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Luca Cigarini e perfezionato con un assist perfetto da Luca Cigarini. Il Cagliari si conferma spietato sui colpi di testa nonostante l’assenza forzata di Leonardo Pavoletti, squalificato, autore finora di ben 7 goal di testa.

La partita dopo il vantaggio del Cagliari è cambiata completamente, il Chievo si è sgonfiato, soprattutto nel morale, è per i rossoblu da lì in avanti è stata quasi una passeggiata…

Poco dopo la mezz’ora il raddoppio: al 33’ su grande iniziativa di Nicolò Barella, appena ristabilitosi da una brutta botta che aveva fatto temere dovesse abbandonare il campo, perfetto l’assist per Joao Pedro, impeccabile nel colpo finale che ha spedito il pallone alle spalle di un incolpevole Stefano Sorrentino (40 anni compiuti giovedì 28 marzo). E 10 minuti più tardi, prima del riposo, Artur Ionita ha messo la ciliegina sulla torta, con una splendida deviazione di testa in tuffo, su cross di Paolo Faragò. E’ il 12° goal di testa del Cagliari in 29 partite, come è riuscita a fare solo l’Atalanta, uno in più della Juventus.

Il secondo tempo, inevitabilmente, non ha avuto storia, quasi una formalità.

Il Cagliari con questi 3 punti è salito a quota 33, ora veramente ad un passo dal traguardo della salvezza a 9 giornate dalla conclusione del campionato. In attesa delle altre partite in programma oggi e domani, sono 9 i punti di vantaggio sul Bologna, terz’ultimo, 8 quelli sulla coppia formata da Udinese ed Empoli, 7 sulla Spal.

«Ho visto dei bei segnali che devono darci ulteriore forza e fiducia sul lavoro che stiamo facendo – ha detto a fine partita Rolando Maran -. Abbiamo sviluppato diverse ottime azioni e costruito molte palle gol, i gol sono stati di pregevole fattura. Siamo stati bravi, contro una squadra non facile da affrontare e che nelle ultime partite aveva messo in difficoltà avversarie di valore.»

Fabio Pisacane

[bing_translator]

Il Consiglio comunale di Carbonia ha approvato questa sera il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019/2021, con 13 voti favorevoli, 9 contrari e 1 astensione. Terminato ieri pomeriggio, l’esame dei 17 emendamenti ammessi (7 dei quali sono stati approvati, 5 presentati dai consiglieri di minoranza, 2 da quelli di maggioranza), oggi l’assemblea civica ha registrato l’esposizione delle dichiarazioni di voto e la votazione finale.

Nella maggioranza monocolore del Movimento 5 Stelle, come previsto, sono emersi problemi di numeri, per l’assenza forzata di un consigliere (Mauro Careddu) bloccato da impegni personali, e quella volontaria di un altro consigliere (Elio Loi) da tempo dissidente, che ha portato all’approvazione del bilancio con il voto determinante del sindaco e l’astensione della consigliera Daniela Garau (gruppo Misto) che non ha risparmiato critiche alla maggioranza ma ha poi deciso per l’astensione, riconoscendo le difficoltà determinate dalla limitata possibilità di spesa di un bilancio assai povero. E’ stata determinante anche la presenza in aula del capogruppo Manolo Cossu, che non ha saltato l’importante appuntamento, nonostante fosse convalescente per problemi di salute.

I problemi interni alla maggioranza sono stati rimarcati, nel suo intervento, dal consigliere di maggioranza Massimiliano Zonza.

Al termine della salute, abbiamo intervistato il sindaco, Paola Massidda, anche lei molto critica nei confronti dei consiglieri dissidenti, oltreché di quasi tutta la minoranza.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10218995784993511/

        

[bing_translator]

L’Amministrazione comunale di Carbonia sta effettuando attività di sfalcio con un ampio dispiegamento di risorse umane messo in campo da So.Mi.Ca, la società in house del Comune di Carbonia, e da De Vizia, l’azienda che gestisce il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. In seguito al divieto di utilizzo in ambito urbano di diserbanti chimici ad ampio spettro a partire dal 2017, si è reso necessario incrementare l’attività del servizio di diserbo con un aumento nella frequenza dei passaggi e con l’inserimento delle attività di sfalcio anche all’interno delle aiuole. Il 2018 ha visto un deciso incremento di sfalci e ramaglie conferiti all’Ecocentro Comunale, frutto sia della raccolta domiciliare che delle attività a cura della De Vizia e dei cantieri comunali. Nelle scorse settimane, le attività di sfalcio a cura della So.Mi.Ca hanno interessato diverse zone cittadine ad alta criticità sotto questo profilo: la scuola materna di Barbusi; la scuola materna di via Dante; la scuola elementare di Is Gannaus; la circoscrizione di Is Gannaus; la scuola media di via Deffenu; la piazza di Cannas di Sopra; la piazza e il parco giochi di via Santa Maria delle Grazie a Bacu Abis; lo spartitraffico nell’area tra via Dalmazia e via del Minatore; i parcheggi fronte ASL di via Dalmazia; la scuola elementare di Bacu Abis; la scuola elementare di via Santa Caterina; via Pozzo Nuovo e via Pozzo Castoldi a Bacu Abis. Per quanto attiene alle attività di diserbo a cura della De Vizia, si registrano gli ultimi interventi presso le vie Satta, Curiel, Veneto, Dalmazia, Partigiani, Marconi, Croazia, Toscana, Caresias, Oristano, Cagliari, Brigata Sassari, Grazia Deledda. I lavori stanno proseguendo presso le vie Tirso, Caput Acquas, Bacu Abis, Tanas, Sardegna, Marche e presso la frazione di Cortoghiana.

 

[bing_translator]

Martedì 2 aprile si terrà a Cagliari il seminario “La governance per l’innovazione: modelli e forme organizzative”, penultimo incontro del ciclo organizzato nell’ambito di “cambiaMENTI”, il programma finanziato dal POR FESR Sardegna 2014-2020 che promuove idee d’impresa e progetti d’innovazione sociale, culturale e creativa.

Quali sono i nuovi modelli di governance multilivello, orizzontali e partecipati in Italia e in Europa? Come sostenere i processi di rigenerazione urbana community oriented? Nel corso dell’incontro si cercherà di rispondere a queste domande si parlerà inoltre di come costruire sistemi di gestione del patrimonio integrati e sostenibili, di come coinvolgere le comunità nei processi di riprogrammazione dei territori su base culturale e di come promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale.

Le relazioni saranno svolte da: Umberto Croppi (Federculture servizi, Roma), Marcello Minuti (Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, Roma), Erminia Sciacchitano (MIBACT e Commissione Europea-DG Istruzione e cultura). Introduce e modera l’incontro Marco Fresi (Spettacolosardegna, Cagliari).

L’appuntamento è alle 16.00, alla Manifattura Tabacchi (viale Regina Margherita, 33, Cagliari). La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione online sul sito di Sardegna Ricerche, all’indirizzo www.sardegnaricerche.it , dove è anche possibile scaricare il programma del seminario e una nota biografica sui relatori.

[bing_translator]

Dopo gli Snarky Puppy (attesi a Fordongianus il 18 luglio), il festival Dromos svela un’altra carta della sua ventunesima edizione, in programma come sempre tra Oristano e altri centri della sua provincia; e si annuncia già come uno degli eventi di spicco dell’estate musicale in Sardegna quello del 3 agosto nella città di Eleonora: protagonista Fiorella Mannoia, in concerto alle 21.30 sul palco in Piazza Cattedrale (grazie alla gentile concessione dell’area da parte della Curia Arcivescovile di Oristano) per l’unica tappa sarda del tour all’insegna del suo nuovissimo disco, “Personale” (in uscita proprio oggi, venerdì 29 marzo): tredici brani inediti, tredici storie che raccontano consapevolezze e prese di coscienza, riflessioni su se stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature, e molto altro ancora; un album che è anche – come afferma la cantante romana – una “piccola e umile ‘personale'”, come recita il titolo: a rafforzare il racconto delle canzoni, trovano infatti spazio le fotografie realizzate dalla stessa Fiorella Mannoia in varie parti del mondo, assecondando una passione per l’arte dello scatto che ha recentemente approfondito e condiviso sui social network.

 
I biglietti si possono acquistare su www.ticketone.it e nei punti vendita del circuito BoxOffice Sardegna: un posto nel primo settore costa 40 euro, 30 nel secondo (più diritti di prevendita). Per informazioni, la segreteria di Dromos risponde al numero 0783310490 e all’indirizzo di posta elettronica dromos@dromosfestival.it. Altre notizie ed aggiornamenti sul sito www.dromosfestival.it e alla pagina www.facebook.com/dromosfestivalsardegna.

Fiorella Mannoia va, dunque, ad arricchire il cartellone, ancora da completare, del festival Dromos edizione numero ventuno; un’edizione, come già annunciato, sotto il segno della Luna ed il titolo “Casta Diva”, titolo preso in prestito dalla celeberrima aria della “Norma” di Vincenzo Bellini, una preghiera che la protagonista dell’opera eleva alla Luna, la “Casta Diva”, appunto.
Lo spunto è offerto dalla ricorrenza del cinquantenario del primo sbarco sul nostro satellite: era infatti il 20 luglio del 1969 quando l’astronauta Neil Armstrong mise piede sul suolo lunare nell’ambito della missione Apollo 11, realizzando un sogno coltivato dall’uomo per millenni. Ma il 1969 ha segnato indelebilmente anche la storia della musica: poche settimane dopo l’impresa spaziale, tra il 15 e il 18 agosto, si teneva infatti a Woodstock il più famoso festival rock, quello che è universalmente riconosciuto come l’evento simbolo e l’apice della generazione del flower power. Un evento in parte offuscato, quattro mesi dopo, dell’Altamont Free Concert, una sorta di Woodstock sulla West Coast, che col suo violento epilogo «segnò, per quella generazione, ‘la fine delle illusioni’, divenendo il simbolo delle numerose utopie e delle altrettanto numerose cadute contro le quali si scontrarono i giovani di allora, alla ricerca di una luna conquistata e subito perduta», come scrive il critico d’arte Ivo Serafino Fenu nelle sue note sul tema del festival.
 
Mezzo secolo dopo, e in continuità ideale con la precedente edizione, dedicata al Sessantotto, Dromos renderà dunque omaggio a quella memorabile annata con la consueta formula itinerante nell’Oristanese a base di musica, spaziando tra i generi, dal jazz alle musiche del mondo, e con il consueto spazio per mostre, incontri, proiezioni di film e altri appuntamenti. Preludio il 18 luglio a Fordongianus con il concerto degli Snarky Puppy nel suggestivo scenario delle antiche terme romane, unica tappa sarda del tour italiano all’insegna del loro nuovo disco, “Immigrance”, fresco di stampa (è uscito il 15 marzo). I biglietti (a 20 euro più diritti di prevendita; sconto del venti per cento per under 18 e over 65 sconto 20), come già annunciato, si possono acquistare online e nei punti vendita del circuito Box Office Sardegna (www.boxofficesardegna.it ; tel. 070 657428). 

[bing_translator]

L’undicesima edizione del Porto Cervo Wine&Food Festival sarà all’insegna dei grandi numeri e delle novità: l’evento che inaugura la stagione turistica della Costa Smeralda, in programma dal 16 al 19 maggio al Conference Center di Porto Cervo, è stato presentato ufficialmente stamattina dal team Marriott Costa Smeralda, che organizza il festival. L’edizione 2019, firmata Marriott Costa Smeralda, la catena alberghiera internazionale che gestisce i quattro hotel Cala di Volpe, Cervo, Pitrizza e Romazzino per conto di Qatar Holding, ha già fatto registrare il tutto esaurito: con la conferma della partecipazione di un numero record di produttori in arrivo dall’Italia e dall’isola. Gli organizzatori, inoltre, hanno ricevuto un grande numero di richieste da parte di turisti esteri, che hanno già prenotato una vacanza a Porto Cervo durante il festival. La rassegna quest’anno durerà quattro giorni, uno in più rispetto al canonico format, segnando un’importante passo in avanti dal punto di vista delle collaborazioni internazionali attraverso la partnership con il Miami e il New York Wine and Food Festival: due tra le maggiori rassegne enologiche al mondo. Inoltre, è stata stretta una nuova, importante, collaborazione con Alessandro Torcoli, editore di Civiltà del Bere, che sarà il consulente per i contenuti della manifestazione.

Il programma. Al Porto Cervo Wine&Food Festival parteciperanno, in totale, 75 produttori: 20 aziende legate al food e 55 cantine. La prima giornata, giovedì 16 maggio, sarà dedicata interamente agli operatori del settore, ai buyer internazionali e nazionali e ai giornalisti specializzati: «Quest’anno abbiamo deciso di innovare la rassegna confrontandoci con i produttori – spiega Giulia Mundula, direttore marketing Marriott Costa Smeralda – introducendo dei seminari e anche un talk show, coordinati da Alessandro Torcoli».

«Durante gli incontri si parlerà della Sardegna e del vino come possibilità di investimento – aggiunge Cristina Gattu, Digital e Pr manager Marriott Costa Smeralda –. Inoltre, si parlerà di vino del futuro e degli effetti dei cambiamenti climatici sull’enologia. Le mattine saranno dedicate agli incontri di approfondimento e il pomeriggio alle degustazioni·»

Taste of Sardinia. Il Porto Cervo Wine& Food Festival rappresenta una vetrina per i prodotti sardi, che potranno essere degustati in giro per il mondo attraverso il progetto Taste of Sardinia. Gli chef degli alberghi di Marriott Costa Smeralda porteranno i migliori prodotti dell’isola all’Harry’s Bar di Londra, Miami, Il Cairo e in Kazakistan, costruendo una piattaforma internazionale nel nome delle eccellenze enogastronomiche della Sardegna.

I numeri. Il Porto Cervo Wine&Food Festival inaugura la stagione della Costa Smeralda, che nel 2018 ha fatto registrare numeri da record. Lo scorso anno si è chiuso con un lusinghiero + 8% di camere occupate. «Siamo felici di poter comunicare che l’anno scorso abbiamo registrato 21 milioni di euro come ricaduta complessiva sul territorio – spiega Emanuele Massolini, direttore Revenue e dello Sviluppo Marriott Costa Smeralda -. C’è stato un incremento del 5% rispetto al 2017, nel quale vanno ricompresi i 18 milioni di euro di stipendi versati. Una voce particolarmente rilevante per tutto l’indotto dell’economia sarda”. Per quanto riguarda i mercati di riferimento, particolarmente importante l’incremento di quello italiano: + 30% di presenze dei turisti nazionali, seguiti da un +10% di presenze dagli Stati Uniti d’America e un + 8% dal Regno Unito, nonostante le oscillazioni sul cambio della sterlina dovute all’ipotesi Brexit.