16 September, 2021
Home2021Aprile (Page 7)

L’hub vaccinale di Iglesias si trasferirà stabilmente nella nuova sede della palestra di via Toti in via di allestimento.
«Chi avrebbe mai detto che la palestra di via Toti, ristrutturata durante il nostro primo anno di mandato, sarebbe servita dopo 3 anni per l’allestimento di hub vaccinaleha scritto su Facebook il sindaco, Mauro Usai -. Soccorso Iglesias, Iglesias Servizi e gli operatori della Zona Industriale, da questa mattina, sono al lavoro per montare una tensostruttura di 500 mq a servizio della palestra dove verrà allestito l’hub vaccinale di Iglesias. L’obiettivo è di avere spazi idonei per l’inoculazione di 1.000 vaccini al giorno.»
«Tutti uniti contro questa piaga che ad Iglesias avrà pane per i suoi dentiha aggiunto Mauri Usai -. Grazie davvero a tutti i volontari di Soccorso Iglesias, alla società Iglesias Servizi, agli operatori della ZIC che hanno messo a disposizione mezzi pesanti e abilità per il trasporto della tensostruttura. Tutti indistintamente hanno risposto prontamente alla chiamata. Ultimi non per importanza, i gestori del Cinema Madison che hanno messo a disposizione il locali fino a questo momento. Un gesto nobile che non deve essere dimenticato.»
«Non è il momento delle polemiche, i sardi hanno già elementi sufficienti per fare una valutazione su quanto è accaduto in Sardegna nell’ultimo anno – ha concluso Mauro Usai -. È il momento di mettersi a lavoro. Coraggio Iglesias!»

Oltre alla chiusura precauzionale della Scuola Primaria di via Mazzini e del servizio mensa, il sindaco di Carbonia, Paola Massidda, questo pomeriggio ha ordinato anche la sospensione temporanea del servizio Asilo Nido Comunale “I Colori dell’Arcobaleno” di Via Manzoni.
«Il Sindaco si legge nell’ordinanza prendendo atto delle notizie apprese per vie dirette che segnalano la presenza di positivi che frequentano l’Asilo Nido Comunale “I Colori dell’Arcobaleno” di via Manzoni; ritenuto necessario adottare ogni misura idonea volta a contenere la diffusione del contagio ed a garantire la maggiore sicurezza possibile ai minori e agli adulti così come richiesto da ATS ordina: la sospensione temporanea del servizio Asilo Nido Comunale “I Colori dell’Arcobaleno” di Via Manzoni, limitatamente allo svolgimento delle attività didattiche, da lunedì 26/04/2021 e, comunque, fino a nuove disposizioni, fatto salvo l’accesso per l’espletamento di attività diverse.»

Sono 290 i nuovi casi di positività al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 5.124 test eseguiti (5,66%).

Salgono a 53.455 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.169.560 tamponi.
Si registrano 5 nuovi decessi (1.352 in tutto). Sono 366 (-12) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 48 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.469 e i guariti sono complessivamente 34.220 (+165).
Sul territorio, dei 53.455 casi positivi complessivamente accertati, 13.927 (+130) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.069 (+34) nel Sud Sardegna, 4.719 (+47) a Oristano, 10.459 (+2) a Nuoro, 16.281 (+77) a Sassari.

 

In virtù dell’Ordinanza Sindacale n. 16 del 3 maggio 2019, emessa a riguardo della minimazzione dei rifiuti in plastica sul territorio comunale (a partire dal 1 giugno 2019) e di conseguenza dell’incremento della raccolta differenziata, l’Associazione Culturale Sardinian Events, sensibile a questo provvedimento, intende dare il suo apporto a questa lodevole azione nel recupero dei tappi di plastica. Il dinamismo di Sardinian Events vedo i soci chiamati a collaborare con il Centro Mondialità Sviluppo Reciproco e la Diocesi di Livorno e la Ditta Galletti Ecoservice nella selezione di rifiuti speciali, nel riciclaggio e stoccaggio di materiali plastici nell’individuazione della raccolta dei tappi.

I tappi accumulati vengono venduti a ditte che riciclano la plastica per creare oggetti di uso comune; con il ricavato di questa vendita il Centro Mondiale Sviluppo Reciproco con sede a Livorno, costruisce pozzi e acquedotti nelle regioni aride della Tanzania. Il Progetto idrico vede coinvolte le popolazioni dei villaggi della Tanzania nell’ambiente tipico della savana con grandi problemi di siccità. I pochi pozzi della popolazione non hanno l’acqua potabile.

Tra gli abitanti viene istituito un comitato che ha lo scopo di garantire la manutenzione e la gestione dell’impianto idrico. A seguito di una indagine idrogeologica, per individuare l’acqua nel sottosuolo, la popolazione locale contribuisce attivamente ai lavori di costruzione durante l’escavazione del pozzo. Il Centro Mondiale Sviluppo Reciproco e le popolazioni dei villaggi sono riusciti a portare l’acqua potabile a oltre 84mila persone in Tanzania.

Questo è stato possibile grazie alla promozione di iniziative ed educazione alla mondialità e alla pace, di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza sui temi della sostenibilità ambientale e della solidarietà tra i popoli in particolar modo nel Sud d’Africa in Tanzania dove oltre a questo progetto di cooperazione nel settore idrico si conducono programmi in vari settore quali sanità di base, il sostegno scolastico e la formazione agricola. L’impulso di Sardinian Events si elabora in un’azione efficace attraverso la comunità di Portoscuso a favore della costruzione di una umanità unita e solidale anche attraverso gesti quotidiani come la raccolta dei tappi di plastica che dà alle popolazioni della Tanzania di beneficiare a fonti di acqua potabile.

Questa operazione consente molteplici effetti: un’azione educativa nell’utilità sociale del riciclaggio dei tappi di plastica; la sensibilizzazione sul problema della solidarietà internazionale e della facilità con la quale un gesto semplice come buttare un tappo nel raccoglitore giusto possa cambiare il destino di un altro coetaneo della Tanzania, la salvaguardia dell’ambiente nel nostro territorio comunale e in particolar modo la tutela del nostro mare e delle nostre spiagge.

L’impegno dei sardi vede la loro partecipazione con risultati sorprendenti tanto da essere la terza regione italiana che nel 2020 ha raccolto 11.201 kg di tappi. Questo è un evidente segno di come la gente di Sardegna continua a dimostrare gesti semplici e ricchi di umanità grazie alla con partecipazione ad iniziative umanitarie e che grazie alla generosità contraddistingue i sardi ad avere quelle attenzioni rivolte alle popolazioni più deboli.

I pannelli descrittivi allestiti nella “Vetrina della Cultura” in via don Minzoni, 32 confermano la realizzazione degli impianti idrici nella Regione del Dodoma in Tanzania.

La raccolta dei tappi nel territorio di Portoscuso è curata dall’associazione culturale Sardinian Events; coloro che fossero interessati a favore del progetto idrico in Tanzania potrà consegnarei tappi il primo lunedì del mese dalle ore 17,00 alle ore 18,00 presso le ex Scuole Medie con ingresso via Iglesias, 2 e per informazioni contattare il vicepresidente Kicco Cherchi al 338 965 7942.

Numerosi i partners di questa lodevole iniziativa: AVIS comunale di Portoscuso, Croce Azzurra, Scuole, Ristoratori e Commercianti e soprattutto la cittadinanza di Portoscuso che sensibile all’iniziativa a favore della Tanzania si è distinta in un grande gesto di solidarietà. L’evento è patrocinato dal comune di Portoscuso.

La Sardegna terza regione italiana 2020 a sostegno del Progetto Idrico per la Tanzania

L’accesso all’acqua potabile dovrebbe essere un diritto di tutte le popolazioni ma moltissimi paesi meno sviluppati ancora oggi non lo hanno, tantissime famiglie e bambini sono costretti ad affrontare numerosi ostacoli per procurarsi questa risorsa. Il COVID-19 è una minaccia di ulteriori sofferenze, e per contrastarlo è necessario rendere l’acqua sicura alla portata di tutti, in particolare nei paesi come la Tanzania dove solo il 30% riesce ad accedervi. Lavarsi le mani è uno dei metodi più efficaci per prevenire la diffusione del virus, soprattutto in questa situazione di pandemia, ma nei paesi dove manca l’acqua non è un gesto scontato. Sardinian Events di Portoscuso, grazie alla raccolta dei tappi di plastica, da anni riesce a contribuire alla realizzazione di pozzi di acqua potabile nei distretti della regione di Dodoma, zona molto siccitosa della Tanzania. Nel 2020 grazie ai tappi di plastica abbiamo costruito un pozzo nel villaggio di NHYINILA, Acquedotto con condotti d’acqua che portano l’acqua ad una fontanella, un serbatoio d’acqua per l’orticultura ed un abbeveratoio per gli animali nel villaggio di KAUNDA.

 

E’ del primo pomeriggio l’ordinanza firmata dalla sindaca di Carbonia, Paola Massidda, che dispone la chiusura temporanea della Scuola Primaria di via Mazzini, Istituto Comprensivo Satta, che, fin da domani 26 aprile 2021, va in Dad (Didattica a distanza), fino al 2 maggio 2021. Il 28 aprile e il 1° maggio, giorni in cui si festeggiano Sa Die de Sa Sardigna e la Festa del Lavoro, non si svolgeranno le lezioni in Dad. Verranno comunicati, in seguito, gli orari per i collegamenti con le docenti.

La scuola Primaria di Serbariu continuerà invece le lezioni in presenza. La segreteria andrà in smart working e potrà essere contattata solo via e-mail. Per poter accedere, se sprovvisti di PC e/o tablet, si potranno inoltrare le richieste alla scuola via e-mail.

La chiusura della scuola è stata disposta come misura precauzionale eccezionale per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19.

Nadia Pische

ORDINANZA_N._44_DEL_250421

Luigi Biggio, consigliere comunale di Iglesias, ha lasciato Forza Italia e ha aderito a Fratelli d’Italia. 43 anni, alla terza consiliatura, assessore della Cultura e della Pubblica istruzione nel 2011 e 2012 nella Giunta guidata da Ginetto Perseu, consigliere di minoranza dal 2013 ad oggi, Luigi Biggio ha detto che la sua «è stata una scelta dettata dal cuore, ritorno dove di fatto ho maturato le mie idee politiche e ideologiche in gioventù durante la mia militanza nell’ MSI e in Alleanza Nazionale».

Il rappresentante FdI del Sulcis, Gianluigi Rubiu, ex consigliere regionale, ha accolto con entusiasmo l’adesione al partito di Luigi Biggio: «Siamo orgogliosi che il consigliere comunale Luigi Biggio aderisca a Fratelli d’Italia, ad Iglesias nel 2020 si è costituito il circolo cittadino e ora, grazie alla presenza istituzionale, potranno concretizzarsi molte delle battaglie a favore dei nostri concittadini, questa è per noi una grande vittoria!»

«La scelta del consigliere Biggio è per noi una bella notizia, per lui un ritorno a casa ha aggiunto Antonella Zedda, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia -. Luigi assieme al neo circolo di FdI cittadino e a Gigi Rubiu potranno e dovranno tracciare il solco che il centro-destra dovrà seguire alle prossime elezioni amministrative, affinché ad Iglesias si possa relegare in soffitta l’attuale amministrazione targata Partito democratico.»

«Sono veramente orgoglioso della scelta di Luigi per la sua storia politica e militante che ha sempre rappresentato un punto fermo della destra, il suo ritorno alla casa naturale sarà un contributo fondamentale per il progetto portato avanti da Giorgia Meloni in Italia e in Europa – ha detto Salvatore Deidda deputato di FdI -. Avrò anche un supporto in più nel mio lavoro alla Camera per la città di Iglesias.»

La notte scorsa, a Carbonia, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della locale Compagnia hanno denunciato a piede libero per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti un disoccupato 23enne del luogo, con precedenti denunce a carico. I militari, impegnati in un normale servizio di controllo del territorio, hanno fermato il giovane in via XVIII dicembre e, conoscendolo, a seguito dell’atteggiamento di questi, più nervoso del solito, lo hanno sottoposto a perquisizione personale, rinvenendo, occultati in una tasca dei pantaloni, 2,74 grammi di eroina e 2,26 grammi di marijuana. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro probatorio penale e verrà inviato al laboratorio dell’Agenzia delle Dogane di Cagliari per gli accertamenti di rito.

Migliora la situazione dei contagi da Coronavirus a Carloforte. Sono 2 i nuovi positivi rispetto all’ultimo aggiornamento, 15 persone si sono negativizzate, 4 sono guarite clinicamente e gli attualmente positivi sono scesi a 21, 3 dei quali ospedalizzati. 34 le persone in quarantena. I dati sono stati comunicati nella tarda serata dal sindaco Salvatore Puggioni che ha rinnovato l’appello ai cittadini al rispetto delle misure anti Covid. per evitare il ripetersi delle situazioni più gravi, come quella verificatasi nelle ultime settimane con un focolaio che ha coinvolto diverse persone e provocate altrettanti contagi.

E’ stata prorogata di una settimana la chiusura della sezione E della Scuola dell’Infanzia e in via precauzionale è stato rinviato di un’altra settimana il riavvio del servizio mensa. Martedì riaprirà il cimitero. Fino al 2 maggio la fruizione dell’ecocentro comunale sarà limitata ad una persona per famiglia una volta la settimana. Rimarranno ancora chiusi fino al 2 maggio gli uffici comunali, ad eccezione dei servizi essenziali, stato civile, certificati di nascita e di morte, i servizi cimiteriali ed il servizio di polizia municipale.

«Sono piccoli passi per tornare alla normalità nel mese di maggio, ho grande fiducia», ha detto Salvatore Puggioni.

«Il 15 aprile il signor Giuseppino Pirosu, noto Peppino, ha compiuto cento anni. Ho voluto fargli personalmente i miei auguri e portargli un presente a nome di tutta l’Amministrazione comunale e della comunità santadese. Maggiormente in questo momento, è un segnale di speranza poter assistere a un traguardo così importante a cui il signor Peppino è arrivato conservando una straordinaria tempra.
Ancora Auguri signor Peppino per i suoi 10 anni!»

Lo ha scritto nella tarda serata, sul profilo facebook istituzionale del comune di Santadi, il sindaco Massimo Impera.

«Dobbiamo perseguire una riconversione in chiave ecosostenilbile del territorio del Sulcis, è questa la giusta transizione energetica.»

A sostenerlo è Pippo Oliva, componente del gruppo civico, ex consigliere comunale di Carbonia.

«Riprendo le parole di Papa Francescoaggiunge Pippo Oliva -, tutto è connesso, il mondo si salverà se l’uomo maturerà la consapevolezza dell’ecologia integrale. Questa battaglia campale mi vedrà impegnato in prima persona. Senza indugio.»