28 November, 2021
Home2021Ottobre (Page 9)

Questa mattina, presso l’ingresso della portineria degli appalti, CGIL-CISL-UIL Territoriali, hanno tenuto l’assemblea generale dei lavoratori degli appalti operanti all’interno della Portovesme srl, convocata dopo le dichiarazioni della Portovesme srl sulle difficoltà conseguenti al caro energia.

«Nel corso dell’assembleasi legge in una nota delle segreterie territoriali FIOM – FSM – UILM del Sulcis Iglesiente –, sono emerse le fortissime preoccupazioni legate al “caro energia” che hanno portato la multinazionale ad una modifica-riduzione nelle produzioni, che si è concretizzata in un’immediata fermata del reparto SX, ed un rallentamento delle produzioni nei reparti maggiormente energivori. La conseguenza di ciò, i lavoratori lo hanno potuto vivere immediatamente sulle loro spalle, essendosi ritrovati coinvolti sin da subito, in una rotazione di ferie obbligata, a causa del minor numero di lavoratori coinvolti nelle produzioni; a tal proposito FSM – FIOM – UILM, chiedono di fare il massimo sforzo, affinché l’assegnazione di ogni tipo di lavoro tenga in considerazione quest’ultimo fattore. L’assemblea, nei vari interventi, ha affrontato i temi che negli ultimi due anni hanno coinvolto comunque i lavoratori indiretti, i quali hanno evidenziato che gli stessi, non devono essere assolutamente trascurati, neanche in una situazione emergenziale come l’attuale. FSM – FIOM – UILM territoriali, ringraziano i lavoratori metalmeccanici per l’importante partecipazione all’assemblea tenuta oggi, continueranno a confrontarsi con i delegati e con il coordinamento appalti, affinché le richieste avanzate siano tenute nella giusta considerazione e ribadiscono l’esigenza di superare questo momento, rendendosi disponibili a qualsiasi iniziativa le confederazioni volessero adottare, al fine di sostenere il superamento delle difficoltà esistenti, che devono vedere messo in primo piano la garanzia di marcia l’importante realtà produttiva concludono ls segreterie territoriali FIOM – FSM – UILM del Sulcis Iglesiente. Si ringraziano i delegati degli appalti del Coordinamento dell’Enel per la solidarietà dimostrata con la loro presenza.»

Centinaia di persone tra spettatori, utenti e operatori dei centri di salute mentale, bambini, ragazzi ed adulti, attori, scrittori e poeti sono stati coinvolti nei sette mesi di “Spazi di Frontiera”, stagione teatrale organizzata tra Sulcis e Medio Campidano da La Cernita Teatro insieme al gruppo teatro Albeschida in collaborazione con i Centri di salute mentale di Sanluri e San Gavino, Carbonia, Iglesias. La rassegna di teatro, laboratori, letture e incontri ha chiuso i lavori a Bacu Abis pochi giorni fa con il laboratorio curato da Marco Nateri, costumista e scenografo.

Il programma è stato avviato ad aprile con dirette streaming a causa delle restrizioni legate all’emergenza sanitaria, ed è proseguito in parchi, giardini, strade e spazi all’aperto perché «Il teatro si può fare ovunque se abbiamo qualcosa da direcommenta Monica Porcedda, direttrice artistica della stagione teatrale qualcosa di importante che non riguarda solo noi ma una comunità intera».

Tanti gli appuntamenti in calendario realizzati con il contributo della Fondazione di Sardegna e dell’assessorato alla Cultura della Regione Sardegna, e in collaborazione con enti locali e realtà culturali e sociali del territorio: spettacoli, performance, film, letture, presentazioni di libri, laboratori con le nostre nuove produzioni realizzate insieme al cantautore Francesco Manca e la partecipazione di Fueddu e Gestu di Villasor, Teatro Labotatorio Alkestis ed Il Crogiuolo di Cagliari, la psicologa e psicoterapeuta Maria Giulia Cirronis e l’artista Marco Nateri, che nelle scorse settimane ha coinvolto 31 persone in un laboratorio teatrale ispirato alle storie del repertorio operistico internazionale.

«La nostra intenzione era diffondere, mediante il teatro sociale, una cultura e una pratica artistica e sociale finalizzata a tessere legami e al prendersi cura delle personeha commentato Monica Porcedda in chiusura di Spazi di Frontiera -. I risultati sono arrivati superando le nostre aspettative: grazie a un lavoro realizzato con il costante supporto del Gruppo Teatro Albeschida, siamo riusciti a creare un ponte tra i due territori Sulcis Iglesiente e Medio Campidano e a mettere in rete comuni, centri di salute mentale di Carbonia, Iglesias, Sanluri e San Gavino Monreale, cooperative e associazioni. Un risultato straordinario, che conferma ancora una volta che la cura per le persone sia una risorsa preziosa per la crescita delle nostre comunità.»

Il nuovo Consiglio comunale di Carbonia, eletto il 10 e 11 ottobre, si insedierà mercoledì 3 novembre. Manca ancora l’ufficialità ma la data di convocazione è praticamente certa, anche perché si tratta dell’ultimo giorno utile dei 20 giorni messi a disposizione dalle norme contenute nel testo unico sull’ordinamento degli enti locali, che fissano un termine di dieci giorni dalla proclamazione per la convocazione e di ulteriori dieci giorni per la riunione.

Il neo sindaco, Pietro Morittu, utilizzerà tutto il tempo a sua disposizione per cercare di definire gli assetti in seno alla maggioranza, con l’assegnazione delle deleghe assessoriali a quanti, consiglieri eletti o, eventualmente anche tecnici esterni al Consiglio, che verranno indicati dalle delegazioni delle sei liste della maggioranza: Carbonia Avanti, forte di 5 consiglieri; Partito Democratico e lista Pietro Morittu Sindaco con 3 consiglieri a testa; Sviluppo & Ambiente Cittadini per Carbonia, Ora x Carbonia e Uniti per rinascere, rappresentati nella nuova Assemblea civica da 2 consiglieri ciascuno.

Se c’è ancora incertezza sull’indicazione degli assessori, è pressoché certa, numeri alla mano, la distribuzione tra le sei liste: Carbonia Avanti esprimerà due assessori, un assessore ciascuno le altre cinque liste. Nella partita c’è anche l’individuazione del nuovo presidente del Consiglio comunale.

Sono 24 i nuovi casi di positività al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 4.176 test eseguiti (1.636 molecolari e 2.540 antigenici), lo 0,57%, 1 decesso.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 12 (1 in più rispetto a ieri), quelli in area medica 58 (1 in meno rispetto a  ieri).

Sono 1.350 le persone in isolamento domiciliare (23 in meno rispetto a ieri).

Si registra il decesso di una donna di 95 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari.

Il sindaco Elvira Usai ha convocato la riunione per l’insediamento del nuovo Consiglio comunale di San Giovanni Suergiu, eletto il 10 e l’11 ottobre scorsi, per lunedì 25 ottobre, alle ore 16.30, presso l’aula consiliare di via Roma.

Per l’occasione sarà possibile assistere in presenza ma rispettando le norme anticovid. L’ingresso del pubblico sarà, dunque, contingentato e previa verifica di possesso del green pass. Gli uffici comunali stanno lavorando alla possibilità di trasmissione in diretta del Consiglio comunale attraverso formule legate allo streaming o ai social network.

Tra i punti all’ordine del giorno, figurano la presentazione della nuova Giunta comunale ed il giuramento del sindaco.

“Ci dispiaceha detto Elvira Usai, confermata alla carica di sindaco con il 65,84% dei votinon poter accogliere in quello che è il luogo democratico per eccellenza, ma dobbiamo salvaguardare la salute di tutta la comunità rispettando le regole imposte dalla pandemia.”

La notte scorsa, a Iglesias, i carabinieri del Radiomobile della locale Compagnia hanno denunciato a piede libero per rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro e guida senza patente, un 21enne del luogo disoccupato. Il giovane era stato fermato ad un posto di controllo dell’Arma mentre si trovava in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di bevande alcoliche. Si trovava alla guida di una Peugeot di proprietà di un amico ed era andato ad urtare contro un’Alfa Romeo Giulietta regolarmente parcheggiata, di proprietà di una 53enne del luogo. Nella circostanza i carabinieri hanno accertato come quel conducente fosse sprovvisto di patente di guida, poiché mai conseguita e nel proseguo degli accertamenti hanno ricevuto il rifiuto dell’uomo a sottoporsi ad accertamenti sullo stato etilico che lo caratterizzava in quel momento. Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

E’ in programma giovedì mattina, alle 11.00, nella sala riunioni della Torre Civica, in piazza Roma a Carbonia, la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Io non Rischio” – Buone pratiche di protezione civile che si terrà domenica prossima 24 ottobre. La campagna di comunicazione che riguarda i rischi naturali che interessano il nostro Paese, è curata dai volontari della protezione civile della ODV Terra Mare.
Interverranno il presidente di Terra Mare Andrea Leoni ed il comandante della Polizia locale Andrea Usai. È prevista la partecipazione del sindaco Pietro Morittu.

In Sardegna nelle ultime 24 ore sono stati accertati 28 nuovi casi positivi al Covid-19, sulla base di 1.979 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 29.705 test (numero frutto di un “riallineamento” dei dati) .

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 11 (nessuna variazione rispetto a ieri).

I pazienti ricoverati in area medica sono 59 (10 in più rispetto a ieri).

1.373 sono i casi di isolamento domiciliare (54 in meno rispetto a ieri).

Non si registrano decessi.

 

Media World offre opportunità di lavoro a 100 persone diplomate e laureate da assumerà soprattutto come Addetti alla Vendita e alla Logistica, da inserire nei punti vendita presenti in Italia. La multinazionale, leader nel mercato dell’elettronica di consumo, è alla ricerca di Addetti Vendita/Logistica, i quali dovranno mettere i clienti al centro dell’attenzione poiché essi rappresentano la priorità, assisterli al meglio e soddisfare ogni loro esigenza attraverso i migliori prodotti e servizi. I candidati dovranno essere entusiasti, flessibili, disponibili e avere passione per la vendita, attitudine al problem solving, ottime doti di comunicazione e di relazione con il cliente, approccio proattivo e forte spirito di squadra. Le altre figure ricercate riguardano Team Leader, che dovranno essere responsabili, flessibili e avere passione ed interesse a sviluppare nuove competenze nel settore retail, spiccato senso di iniziativa, forte spirito commerciale, orientamento al cliente, approccio analitico, attenzione al dettaglio, doti organizzative e di problem solving, ottime capacità relazionali e di comunicazione, predisposizione al cambiamento e capacità di gestire e coordinare una squadra. I team leader dovranno incoraggiare e motivare il gruppo a sviluppare con i clienti una relazione unica e duratura, promuovere la vendita assistita, accompagnare il cliente durante la sua esperienza d’acquisto, pianificare strategicamente le attività quotidiane in funzione del bisogno del cliente, sviluppare una politica commerciale in linea con le strategie aziendali ed assicurare il raggiungimento degli obiettivi di vendita dello store. Magazzinieri, con flessibilità, disponibilità e propensione a lavorare in contesti dinamici e forte spirito di squadra, i quali dovranno preparare gli ordini in uscita, sistemare e stoccare la merce all’interno del magazzino, verificare i documenti di trasporto, ricevere, scaricare, imballare e movimentare la merce.
Per verificare tutte le posizioni aperte… 

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/mediaworld.html 

Lunedì mattina si è tenuto un nuovo incontro in videoconferenza all’assessorato regionale del Lavoro, tra Regione, Azienda ed Organizzazioni sindacali, sulle politiche attive per il lavoro (corsi di formazione), con specifico riferimento ai lavoratori ex Alcoa che attendono il loro reinserimento nel ciclo produttivo alla Sider Alloys di Portovesme.
Roberto Forresu, segretario regionale della FIOM CGIL, ha detto che l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, ha confermato la disponibilità a fare partire al più presto il bando regionale per i corsi finalizzati di formazione e «ci si augura ha aggiunto che questo porti al rientro al lavoro di oltre 400 unità e che su richiesta del Sindacato, si è discusso anche dell’integrazione salariale, del pagamento di coloro che ancora non hanno ottenuto la mobilità nel 2021 e della continuità nei pagamenti della mobilità per i rimanenti mesi di novembre e dicembre».
«Sui temi in questione – ha proseguito Roberto Forresu -, c’è la massima disponibilità dell’Assessorato che ha dichiarato l’imminente pubblicazione della circolare e messaggio operativo che possa chiarire il quesito relativo alla corretta applicazione delle percentuali di riduzione rispetto alla prima deroga.»
Sulla stessa linea il commento di Renato Tocco, segretario territoriale regionale UILM-UIL, che ha sottolineato come le tematiche affrontate abbiano fornito una schiarita sui vari problemi che hanno necessità di essere affrontati e risolti, in quanto l’aspetto sociale è di estrema importanza, in quanto non si deve dimenticare quanti lavoratori e famiglie attendano questa mobilità, ossigeno puro per il loro sostentamento.
Identica la posizione della FSM-CISL, che attraverso il suo rappresentante Rino Barca, ha rimarcato come l’aspetto della mobilità in deroga attraverso l’erogazione della stessa sia estremamente importante ed indispensabile per i lavoratori.
«La disponibilità dell’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, è importanteha ribadito Rino Barca e i lavoratori hanno necessità di atti concreti. Le pratiche burocratiche per autorizzazioni ambientali non sono ancora concluse e ci si augura che quanto prima questa annosa vertenza per la ripresa produttiva dello Stabilimento dell’Alluminio Sider-Alloys di Portovesme possa finalmente vedere scritta la parola fine e dare concretezze ad un territorio devastato due volte, dalla disoccupazione e dalla pandemia.»
Armando Cusa