18 July, 2024
HomeSocialeLuttoE’ morto nel primo pomeriggio, all’età di 79 anni, Nino Flore, amministratore delegato del Gruppo Euralcoop

E’ morto nel primo pomeriggio, all’età di 79 anni, Nino Flore, amministratore delegato del Gruppo Euralcoop

E’ morto nel primo pomeriggio, all’età di 79 anni, Nino Flore, amministratore delegato del Gruppo Euralcoop. Era ricoverato da alcuni giorni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Brotzu di Cagliari, per disturbi cardiaci.

L’Amministrazione comunale di Carbonia ha diffuso una nota nella quale sottolinea che si tratta di «una perdita enorme per la città di Carbonia, dove ha sempre operato quale imprenditore illuminato capace di creare centinaia di posti di lavoro nelle imprese da lui gestite con successo nel corso dei decenni. Nino Flore è stato un punto di riferimento per la classe dirigente locale del Sulcis, in grado di cimentarsi in svariati settori, dalla grande distribuzione organizzata a quella specializzata, dal settore della ristorazione a quello turistico-ricettivo, da quello agricolo e vitivinicolo fino alla distribuzione di carburante. Un sistema imprenditoriale a 360 gradi che, con il suo indotto, ha garantito occupazione per tanti nostri giovani concittadini e dei comuni e delle località limitrofe (tra cui Iglesias, Gonnesa, Portoscuso, Sant’Anna Arresi, Narcao, Carloforte, Sant’Antioco-Maladroxia), con benefici e ricadute notevoli per tutto il territorio. Importante anche il suo costante impegno sindacale, politico e sociale, che lo ha visto sempre in prima linea a difesa dei lavoratori e del territorio di cui è stato un importante rappresentante, la cui memoria resterà indelebile.»

Il sindaco Pietro Morittu e l’intera Amministrazione comunale di Carbonia esprimono forte cordoglio per la scomparsa di Nino Flore e si stringono in un forte abbraccio ai familiari e alla grande famiglia formata dai dipendenti e collaboratori operanti nelle aziende da lui dirette.

FOLLOW US ON:
Fabio Usai (Sardegna
Alla Calasetta Sail

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT