17 May, 2022
HomePosts Tagged "Dario Giagoni"

Il Consiglio comunale di Carbonia ha approvato una mozione proposta dalla consigliera della Lega Monica Atzori per sollecitare il Governo ad intervenire con urgenza contro il rincaro dei prezzi dei carburanti.
«Stiamo lavorando affinché in tutti i Consigli comunali della Sardegna, dove sia presente un esponente della Lega, venga depositata ed approvata una mozione che prevede l’assunzione di una misura d’urgenza da parte del presidente del Consiglio dei ministri e del Governo al fine di sospendere temporaneamente l’esigibilità dell’accisa sul carburante fino al ripristino del livello dei prezzi medi comparabili con quelli dell’ultimo trimestre dell’anno 2019, in modo di consentire una tenuta del sistema economico in questo periodo di profonda crisi ed instabilità internazionale ha detto il coordinatore regionale della Lega Dario Giagoni -. Questa è una battaglia che deve essere combattuta coinvolgendo anche gli enti locali, in quanto da sempre più vicini ai cittadini e alle imprese del proprio territorio. Quello di oggi è solo il primo passo, ci attendiamo che ci si muova in modo compatto in ogni parte della nostra isola!»
«Ho voluto riproporre quanto già portato avanti in Consiglio regionale giovedì scorso, fermamente convinta del fatto che  25 centesimi di sgravio rispetto agli aumenti subito non siano assolutamente sufficienti ha detto la consigliera comunale Monica Atzori -. Non si può negare che la Sardegna, così come la Sicilia, siano maggiormente penalizzate e soffrano più di altri della situazione che stiamo vivendo. La condizione di insularità che viviamo spinge a fare una seria riflessione anche per ciò che concerne un serio e concreto abbattimento del costo trasporto merci via mare. L’approvazione della mozione all’unanimità ha concluso Monica Atzori è chiaro segnale che anche i colleghi, siano essi di maggioranza che di opposizione, hanno la mia stessa visione.»

Il gruppo consiliare Lega Sardegna ha presentato una mozione contro il rincaro dei carburanti nella quale si chiede al governo nazionale di tagliare le accise sul carburante per andare incontro alle esigenze di cittadini e imprese.
«È assolutamente necessario sospendere temporaneamente l’esigibilità dell’accisa sul carburante fino al ripristino del livello dei prezzi medi comparabili con quelli dell’ultimo trimestre dell’anno 2019 – dice Michele Ennas, capo dipartimento regionale Energia, primo firmatario della mozione in questione in modo di consentire una tenuta del sistema economico dell’intero Paese in un periodo di profonda crisi ed instabilità internazionale. L’Italia ha la componente fiscale tra le più alte in Europa, con accise e IVA che pesano per oltre il 50% sul prezzo al consumo. Il Governo centrale deve adottare con urgenza ogni misura idonea per sostenere i cittadini e il sistema produttivo in questo momento di profonda crisi.»
Anche il segretario regionale Lega Sardegna per Salvini Premier, Dario Giagoni, interviene sulla questione: «La crisi in Ucraina sta determinando un ulteriore shock energetico all’Europa, con particolare drammaticità per l’Italia e la nostra isola, che già sta subendo in maniera importante gli effetti del caro energia quale minaccia concreta alla ripresa economica del Paese post Covid. Oggi abbiamo assistito alla giusta protesta del settore dell’autotrasporto, domani molto probabilmente sarà un altro comparto a manifestare pubblicamente un malessere che tutti conosciamo e per il quale troppo poco si sta ancora facendo! Stiamo seriamente rischiando di un blocco di intere filiere produttive, con effetti disastrosi per l’economia dell’intero Paese che non possiamo permetterciconclude Dario Giagoni -. Con forza chiediamo al governo a gran voce un concreto impegno a intraprendere ogni possibile azione, anche attraverso il coinvolgimento delle imprese produttrici di carburanti presenti sul territorio regionale, affinché possano essere calmierati i costi del carburante sul territorio sardo

«Sotacarbo: finanziare la ricerca e l’occupazione qualificata è segno di volersi occupare del futuro. Quanto detto da alcuni esponenti dell’opposizione circa le risorse stanziate è assurdo. Le polemiche sterili sollevate da alcuni colleghi consiglieri non sono solo paradossali, soprattutto, se affiancate alle frasi di manifesta vicinanza espresse poco più di dodici mesi fa a favore dell’azienda, ma sono anche il chiaro segnale di una vera e propria mancanza di conoscenza delle realtà regionali.»
Lo dice Dario Giagoni, coordinatore regionale Lega Sardegna per Salvini Premier.
«La Sotacarbo è una vera e propria eccellenza a livello internazionale, membro del consorzio europeo Eccsel e, dal 1989, rappresentate dello IEA Clean Coal Centre per il MISEaggiunge Dario Giagoni -. Può un centro di ricerca di tale livello essere sminuito dalla bramosia di taluni di andar contro le scelte lecite e ponderate della maggioranza? Decisamente no. Faccio mio l’invito rivolto dai sindacati agli esponenti politici dei vari partiti a recarvisi in visita, io e il collega Michele Ennas lo abbiamo già fatto e abbiamo toccato con mano l’importanza di sviluppare correttamente i temi del futuro! La Legaconclude il coordinatore regionale della Legaha garantito allora il massimo impegno e oggi lo ribadisce con ancor più convinzione.»

Ammonta a 400mila euro il nuovo stanziamento previsto dall’emendamento approvato all’unanimità dal Consiglio regionale per l’abbattimento dei costi di trasporto interno sostenuti dai passeggeri non residenti destinati ai comuni di Carloforte e La Maddalena, oltre ai 500mila già previsti in finanziaria.
«Ridurre le tariffe sui collegamenti con le isole minori della Sardegna per sviluppare il turismo, questo è l’obiettivo dell’intervento promosso dal nostro Gruppo e approvato poi all’unanimità dall’Aula commenta Dario Giagoni, consigliere regionale e coordinatore regionale Lega Sardegna per Salvini Premier -. Lo stanziamento di risorse per abbattimento del costo dei biglietti per non residenti si è dimostrato in questi anni uno strumento assai utile e molto atteso tanto dai visitatori quanto dalle stesse amministrazioni comunali, che ne hanno ben compreso la valenza dal punto di vista economico e sociale. In un momento tanto delicato per il turismo e l’economia dell’isola non possiamo che esser fieri di poter dare un contributo, pari a 900mila euro totali per il triennio, così importante per stimolare la ripartenza e le visite a due realtà della nostra terra veramente straordinarie.»

A fargli eco il consigliere leghista del Sulcis Iglesiente Michele Ennas: «L’ulteriore stanziamento previsto in finanziaria è un’immediata risposta alle particolari esigenze di queste due meravigliose isole. Il nostro impegno e le nostre azioni sono mosse sempre dal desiderio di garantire a ogni territorio la possibilità di essere concorrenziali e dal desiderio di fornire a ognuno di loro gli strumenti necessari per trasformare la condizione di svantaggio geografico in un vantaggio. La straordinaria bellezza di cui sono dotate queste isole basta per renderle delle mete ambite, alla politica spetta il compito di renderle facilmente fruibili per tutti!»

Il Senato ha approvato ieri un emendamento presentato dalla Lega, sull’utilizzo del green pass.

“Grazie alla Lega la giusta protesta dei cittadini delle isole minoricommenta il coordinatore regionale Lega Sardegna per Salvini Premier, Dario Giagoninon deve essere confusa con posizioni No Vax o negazionismi vari. Parliamo di casi di necessità per motivi di salute, lavoro, studio, ricongiungimento familiare. Esigenze di vita quotidiana e reali che non possono essere liquidate nel gran calderone degli stereotipi comuni in questo momento. Siamo felici che proprio grazie a una nostra proposta sia stato garantito un diritto fondamentale: quello alla mobilità. Isolani sì, isolati mai!”

“Oltre a questo fondamentale provvedimento il Senato ne ha approvato anche un altro dal Gruppo Lega sulla possibilità consentono in zona bianca le feste popolari e le manifestazioni culturali all’apertoha aggiunto Michele Ennas -. Nel rispetto della situazione epidemiologica ancora in atto, dobbiamo necessariamente consentire agli italiani di riprendere a vivere.”

La palla ora passa alla Camera per l’approvazione definitiva.

Roberto Curreli per Nuxis e Simone Secci per Narcao sono due nuovi coordinatori cittadini della Lega nel Sulcis.
Roberto Curreli è geologo, insegnante di matematica e scienze alle scuole secondarie di primo grado e attualmente consigliere comunale in paese; Simone Secci, è imprenditore agricolo professionale, attualmente consigliere comunale di opposizione al comune di Nuxis e precedentemente assessore alle politiche sociali nel medesimo.
«Con soddisfazione ho riscontrato voglia di confronto e condivisione negli incontri sino ad ora portati avanti nella provincia. Un territorio che vuole crescere lasciandosi alle spalle anni di totale abbandono da parte di tante istituzioni locali e noafferma Dario Giagoni, segretario regionale Lega Sardegna per Salvini Premier – Stiamo lavorando per garantire un nuovo assetto che rafforzerà l’azione politica nei comuni della Sardegna e che garantisca un sempre maggior coinvolgimento dei nostri militanti nei dipartimenti nati a livello nazionale per scandagliare ed analizzare le problematiche dei vari territori, per il rilancio e lo sviluppo della realtà locale,»
«Siamo costantemente al lavoro per proseguire la strutturazione del partito nell’intero territorio del Sulcis Iglesiente come da impulso e volontà della segretaria regionalecommenta il coordinatore provinciale Michele Ennas -. Auguro ai due nuovi coordinatori buon lavoro, saremo sempre pronti ad ascoltare e a essere al loro fianco per ogni istanza o necessità del territorio che ora rappresentano.»

La Lega Sardegna ha depositato una mozione in Consiglio regionale, primo firmatario il responsabile regionale del Dipartimento Energia, Michele Ennas, con la quale si propone il ripristino del servizio di superinterrompibilità.
«Il servizio di superinterrompibilità, reso esclusivamente nei territori delle due isole maggiori (Sardegna e Sicilia), risulta tecnicamente simile all’interrompibilità ma con una remunerazione economica più alta che consente di compensare l’assenza di accesso ad altri strumenti e, nel contempo, soddisfa le esigenze di gestione della rete in sicurezza da parte di Terna ma anche ora, in ottica phase-out, risulta a sostegno del dispacciamento in sicurezza delle rinnovabili non programmabili esistenti e future», ha detto Michele Ennas.

«Oggi le aziende energivore insulari subiscono una pesante penalizzazione dal punto di vista dell’equità elettrica rispetto ai soggetti energivori peninsulariha aggiunto il segretario regionale Lega Sardegna Per Salvini Premier, Dario Giagoni -. Quello della superinterrompibilità è un sistema temporaneo, in passato già realizzato, che consente di venire incontro all’emergenza che si sta affrontando sui costi dell’energia, vista anche la condizione di insularità che la Sardegna vive in materia di competitività. Da parte del nostro Gruppo si sta lavorando per trovare una soluzione che possa risolvere a lunga gittata il problema energetico, un lavoro frutto di continue interlocuzioni con i nostri rappresentanti a Roma in particolare il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, il senatore Paolo Arrigoni e la sottosegretaria al Mite, Vannia Gava, la quale parteciperà al webinar organizzato giovedì con l’esecutivo regionale.»
«In attesa della conclusione dei lavori del cavo sottomarino Tyrrenian Link, abbiamo il dovere di garantire un riequilibrio dei costi per le aziende sardeha concluso il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Pierluigi Saiu -. Il tema dell’Energia, tanto a livello nazionale quanto a livello regionale, è da sempre centrale nel programma del nostro movimento. Lavoriamo per difendere le imprese sarde e su questa battaglia ci auspichiamo di trovare il più largo consenso politiche anche dalle altre forze politiche.»

L’ex sindaco Francesco Loi è il nuovo coordinatore cittadino della Lega a Musei. La sua nomina è stata ufficializzata ieri, alla presenza del vice coordinatore regionale Massimiliano Piu e del coordinatore provinciale Michele Ennas. Francesco Loi, già sindaco del paese per 10 anni e precedentemente consigliere ed assessore comunale, è laureato in Scienze infermieristiche e dipendente dell’ospedale Sirai di Carbonia.
“La Lega continua il suo incessante lavoro di strutturazione sul territorio, partendo dalle zone più periferiche, le zone che sin troppo spesso vengono abbandonate a se stesse! ha detto Dario Giagoni. È stata per me una piacevole sorpresa vedere la coesione e la capacità d’intesa che il gruppo di Musei ha rappresentato ieri alla riunione. Il gruppo è eterogeneo e unisce persone che, come anche il nostro neo coordinatore, possono vantare un’esperienza pluriennale nella politica locale e chi invece è nuovo a questo mondo, pensionati e lavoratori, donne e uomini che si impegnano e lavorano per portare risposte concrete per il proprio paese, per il proprio territorio.”
“A tutti loro va il mio più grosso in bocca al lupo per tutte le sfide future che affronteremo insieme, a Francesco i miei più calorosi auguri di buon lavoro ha concluso Dario Giagoni -, sono certo che il suo altruismo e la sua passione verso la comunità sapranno guidarlo al meglio in questa nuova avventura!”

«Una grande azienda come la Portovesme s.r.l. è andata in crisi a causa del costo dell’energia  troppo alto vedendosi costretta a chiudere temporaneamente una parte dello stabilimento. Nello specifico si sono bloccate le produzioni di zinco, vale a dire quelle che necessitano di un maggior consumo di energia per arrivare alla fine del ciclo produttivo. Purtroppo, se il vertiginoso aumento del costo energia dovesse proseguire a tali inaccettabili ritmi la situazione si aggraverebbe ulteriormente e non è da escludere che potrebbero essere coinvolte dalla sospensione anche altre parti dello stabilimento.»
Lo hanno detto Dario Giagoni coordinatore regionale Lega Salvini Sardegna e la senatrice del Gruppo Lega-Psd’Az Lina Lunesu.
«Oggi non vogliamo solo esprimere la nostra massima vicinanza e solidarietà a tutti i lavoratori coinvolti da questo temporaneo stop dell’attività e alle rispettive famiglie, ma vogliamo anche ribadire il massimo impegno del nostro partito ai fini di una tempestiva riduzione del costo dell’energiahanno concluso Dario Giagoni e Lina Linesu -. Un’azione per il quale il nostro leader Matteo Salvini ha già chiesto la convocazione urgente di un tavolo tecnico.»

ll presidente del Consiglio regionale Michele Pais ed i capigruppo hanno incontrato i rappresentanti sindacali dei lavoratori della Sider Alloys, azienda leader nella produzione di alluminio ora impegnata in una complessa fase di riavvio dopo la chiusura del 2012.
A nome dei sindacati, Rino Barca della Cisl ha spiegato i diversi aspetti della situazione dell’azienda, legati paradossalmente non alla sua capacità produttiva e di reddito, ma alla scadenze dei contratti per la fornitura di energia e soprattutto alle autorizzazioni in materia ambientale che dovranno essere rilasciate dal competente assessorato regionale. «Il prossimo 28 luglio ha ricordato Rino Barca -, si terrà una conferenza di servizi alla quale parteciperanno, oltre ai tecnici dell’assessorato, anche altri gli enti interessati alla procedura a vario titolo, e c’è il rischio che il possibile allungamento dei tempi vanifichi un investimento di circa 150 milioni di euro che permetterebbe la ripresa dell’attività per circa 1000 lavoratori più l’indotto. Chiediamo quindi un impegno forte della politicaha concluso Barca, per fare in modo che la tempistica della procedura sia accelerata con uno spirito costruttivo di collaborazione, in modo da consentire la ripartenza di una azienda strategica per l’economia regionale.»
I rappresentanti dei gruppi, hanno preso la parola Giorgio Oppi dell’Udc-Cambiamo, Michele Ennas e Dario Giagoni della Lega, Gianfranco Ganau del Pd, Sara Canu dei Riformatori sardi e Francesco Agus dei Progressisti, hanno manifestato il massimo impegno unitario per creare le migliori condizioni che consentano le necessarie decisioni ed il rilascio definitivo delle autorizzazioni.
Il presidente Michele Pais, in particolare, ricordando che le modalità informali dell’incontro con i sindacati non hanno consentito l’opportuna convocazione dell’assessore dell’Ambiente Gianni Lampis, ha annunciato l’avvio in tempi brevissimi di interlocuzioni con lo stesso assessore.