12 May, 2021
HomePosts Tagged "Demo Mura"

[bing_translator]

Giornate ancora ricche quelle numero tre e quattro di Street Books  “Il mondo è di chi lo legge”, il festival letterario organizzato a Dolianova dal Circolo dei Lettori Miele Amaro e diretto da Gianni Stocchino.  Domani, venerdì 12 luglio, la rassegna si aprirà in un modo molto particolare: nella Casa circondariale “E. Scalas” di Uta, alle 10.00, lo scrittore romagnolo Cristiano Cavina proporrà Frutti ritrovati (titolo parafrasato di un suo libro, “Frutti dimenticati”, Selezione Premio Strega nel 2009), un reading musicale con la partecipazione dei detenuti che hanno frequentato i laboratori di lettura e scrittura curati dall’Associazione Tusitala. Un confronto su temi come la vita e i rapporti sociali, tra dubbi, difficoltà ed entusiasmi.

A Villa de Villa la serata, condotta da Demo Mura, si aprirà (Palco Don Chisciotte) alle 20 con Pinocchio, storia di un burattino, favola musicale per Narratore e Banda, messa in scena dal Circolo Musicale Parteollese diretto dal maestro Filippo Ledda, con la voce recitante di Andrea Atzori e musicata da Enrico Tiso. Alle 20.45 ancora l’appuntamento con Sintzillu – vino naturale ed enoletteratura a chilometro zero, con Giuseppe Pusceddu, Roberto Enas e la Cantina Sa Defenza di Donori.

Cristiano Cavina sarà, poi, alle 21.00 a Dolianova per parlare del suo ultimo romanzo “Ottanta rose mezz’ora” nell’incontro “La forza delle passioni”, in cui dialogherà con Saverio Gaeta. Una storia d’amore in bilico tra purezza e corruzione, perversione e sesso, fallimento e redenzione. Un omaggio al coraggio di una ragazza, alla sua lotta per mantenere l’integrità a ogni costo. Un libro dolce e spietato, scritto da una delle voci della letteratura italiana ritenute fra le più interessanti di quest’ultimo decennio.

Dalle 21.00 alle 22.15 (Sala Pippi Calzelunghe) torna Bibliositting, con i laboratori creativi e di lettura per bambini condotti da Eliana Aramu e dal suo staff. L’appuntamento è con “Pinna morsicata”, libro di Cristiano Cavina.

Le-Cose-Che-Odio-Renzo-Cugis

[bing_translator]

Dal 10 al 18 luglio, torna a Dolianova il festival letterario “Street Books”, giunto alla quarta edizione organizzato dal Circolo dei Lettori Miele Amaro. Un programma denso, nove giornate fitte di incontri, spettacoli e dibattiti, fra letteratura, musica, arte, cinema, impegno civile e puro intrattenimento. Villa de Villa sarà il fulcro della manifestazione, un vero e proprio villaggio della lettura e dei libri, da vivere ogni sera nel segno della cultura e dell’incontro, così lo definisce il direttore artistico del festival Gianni Stocchino: «Street  Books dà voce e valore a una comunità e a un territorio che cresce e mette in mostra le sue eccellenze rivolgendosi a tutti, sempre più verde e inclusivo. Un nuovo modo di fare cultura che promuove il Parteolla con il sorriso di chi ti accoglie per condividere. Esiste una precisa correlazione tra la percentuale di lettori in una determinata realtà e il suo benessere economico, culturale e sociale. Non sempre il mondo è come lo vorremmo, anzi spesso ci appare proprio sbagliato, ingiusto. Solo se siamo capaci di leggerlo possiamo provare a correggerlo. Ecco perché abbiamo deciso di dare questo titolo IL MONDO È DI CHI LO LEGGE, anche se è scritto male».

Scrittori, musicisti, attori, lettori e libri animeranno, dunque, per nove giorni le strade, le piazze e i monumenti del piccolo centro del Parteolla, in una manifestazione che nelle scorse edizioni ha registrato un grande successo di pubblico. Quaranta gli incontri in cartellone. Tra gli ospiti dell’edizione 2019 l’attore Ascanio Celestini (11 luglio), in un doppio appuntamento tra il teatro e, in dialogo con Gerardo Farrara, il mondo delle barzellette, al quale l’artista romano ha dedicato un’opera letteraria appena pubblicata da Einaudi; i musicisti Gavino Murgia e Luciano Biondini (11 luglio), gli scrittori Cristiano Cavina, che dialogherà con Saverio Gaeta (12 luglio), ed il pluripremiato Andrea Vitali (14 luglio). E poi, il “mitico” allenatore di pallacanestro, giornalista e commentatore televisivo statunitense Dan Peterson (15 luglio), intervistato dalla giornalista, ex cestista, Virginia Saba; Renzo Cugis (12 luglio), i reading e lo spettacolo di Demo Mura (14 luglio), Rossella Faa (16 luglio); Benito
Urgu, intervistato da Filippo Martinez a margine della proiezione del film L’uomo che comprò la luna, di Paolo Zucca (15 luglio), e Porpora Marcasciano, sociologa, attivista per i diritti umani e presidente onorario del Mit (Movimento Identità Transessuale), in dialogo con Francesca Fadda, psicologa e psicoterapeuta (18 luglio). E ancora, concerti di musica sacra e jazz e numerosi appuntamenti dedicati alle famiglie e ai più piccoli, come Kamishibai (11 luglio), un affascinante spettacolo teatrale di carta che trae origine nei templi buddisti nel Giappone del XII secolo, e un’innovativa area Gaming.

Gli spettacoli e gli incontri si terranno in diversi spazi comunali: oltre alla Villa de Villa, la cui costruzione risale probabilmente al 1869, la piazza Brigata Sassari, la cattedrale romanica di San Pantaleo e lo Sporting Club.

L’apertura di Street Books è fissata a Villa de Villa alle 19.30 di mercoledì 10 luglio, con il Circo a tre ruote dell’Associazione Foglivolanti, uno show coinvolgente e divertente con numeri di alta giocoleria, clownerie ed equilibrio.

[bing_translator]

Ancora due giorni di musica, libri e spettacolo, con la travolgente comicità di Francesco Paolantoni che domenica 15 luglio a Dolianova chiuderà la terza edizione del festival Street Books. A Villa de Villa l’attore presenterà alle 21.00 il suo libro “Improvvisamente… Niente”, e poi dalle 22.30 condividerà il palco con lo showman Demo Mura e l’attrice Manuela Zero, per un trio d’eccezione che con lo spettacolo “Le storie siamo noi” completerà nel segno del varietà il programma della manifestazione, organizzata dal Circolo dei Lettori Miele Amaro.

Sabato 14 invece, nella penultima giornata del festival, Street Books tornerà nello splendido scenario del sagrato della cattedrale di San Pantaleo dove alle 21 andrà in scena “Liricanto, letteratura per la musica”, con i cori Inkantos D’Olia di Dolianova e Cantores Mundi di Cagliari, la soprano Paola Spissu ed il pianista Marco Schirru, diretti da Boris Smocovich. Sarà un viaggio attraverso i libretti d’opera e letteratura, alla scoperta del rapporto c’è fra testo e musica nel melodramma. 

Il programma di sabato si aprirà alle 19.00 a Villa de Villa con “Che Musica! 20 rockstar leggendarie”, un appuntamento dove i più piccoli potranno ascoltare la vita e le musiche delle leggende del rock dalle parole di Laura Pusceddu e dai brani eseguiti dal cantante Marco Leo. Dai Nirvana ai Rolling Stones, dai Pink Floyd a David Bowie, fino ai Daft Punk: venti musicisti rivoluzionari, le cui vite sono un grande esempio di volontà, determinazione, libertà e coraggio di essere se stessi.

Dopo il consueto appuntamento con i Racconti DiVini (dedicato a Perlas, un Nuragus di Cagliari DOC delle Cantine di Dolianova), la serata proseguirà alle 22.45 a Villa de Villa con “Street Tube”, un viaggio planetario alla scoperta delle videoproduzioni indipendenti più innovative e all’avanguardia, un’immersione nelle immagini e nei suoni dei videomakers che stanno cambiando i paradigmi della video arte a cura di Video Vision.

La travolgente comicità di Francesco Paolantoni sarà invece al centro dell’ultima giornata dei Street Books. Domenica 15 luglio appuntamento alle 21.00, alla Villa de Villa con la presentazione di “Improvvisamente… Niente”, un libro che rappresenta una vera summa del linguaggio dell’attore e scrittore noto per le sue continue contaminazioni tra il reale e il surreale. La comicità dissacrante che l’ha reso famoso attira sempre l’attenzione sui significati e sui valori delle cose, anche quando sembra che tutto sia solo un gioco volto a strappare una risata. Francesco Paolantoni (che sarà presentato da Gianni Stocchino) cerca di creare una costante interazione tra lettore e scrittore. Un’operetta di rara forza, un incastro perfetto tra impegno e comicità.

«Nella mia carriera ho scritto tanto, per il teatro e per la televisione, ma un libro non mi ero mai sognato di farlo – spiega Francesco Paolantoni –. Ci ho provato. Avevo voglia di raccontare, di emozionare, di esprimermi. Scrivendo ho provato una sensazione diversa dal solito, di libertà di pensiero, di libero sfogo, di benessere mentale. Ho raccontato storie stralunate e surreali, che è un po’ il mio modo di leggere il mondo. Mi sono divertito a scriverle e spero che lo stesso possa accadere a chi le legge. Ormai è fatta, il libro c’è e io ho provato un po’ la sensazione da romanziere. Mi basta. Ecco, forse il senso è proprio questo, raccontare le storie serve, innanzitutto, a chi le scrive. Poi una volta che sono scritte su un libro, rappresentate in scena o raccontate al bar diventano di chi le legge e di chi le ascolta. Diventano di tutti. Perché ognuno ha le sue storie e le storie siamo noi.»

Francesco Paolantoni sarà ancora in scena alle 22.30 per lo spettacolo di chiusura del festival “Le storie siamo noi”, in cui dividerà il palco con l’attrice Manuela Zero e lo showman Demo Mura, e in cui si renderà omaggio alla contaminazione tra le arti sceniche con tre artisti poliedrici, ciascuno con le proprie attitudini ma che sul palco si integrano, dando vita a una sorta di gran varietà intenso, spassoso e travolgente.

Gli appuntamenti finali della terza edizione di Street Books saranno preceduti alle 19 dallo spettacolo “Sogno ad occhi aperti”, esito scenico della Libera Colonia delle Arti (campus estivo teatrale per bambini dai 5 ai 10 della compagnia Il Salto del Delfino) e dal consueto Racconto DiVino che alle 20.45 vedrà protagonista il Moscato di Sardegna DOC delle Cantine di Dolianova.

Sia sabato 14 che domenica 15 sarà inoltre attivo il servizio Bibliositting, mentre Gerardo Ferrara darà l’appuntamento alla prossima edizione proponendo l’Intervallo (con le foto edite e inedite di Dolianova), l’Almanacco di questo giorno e di quello dopo e i Titoli di coda a cura di Video Vision.

 

[bing_translator]

Musica, libri, buon cibo e vino del Parteolla per un incontro nel segno dell’ospitalità e della cultura. Sarà una grande festa, nell’incantevole scenario del sagrato della cattedrale di San Pantaleo, ad aprire venerdì 6 luglio a Dolianovala terza edizione del festival Street Books, organizzato dal Circolo dei Lettori Miele Amaro. A partire dalle 21.00, appuntamento con “Viva Street Books (cun Nuragus)!”. Lo scrittore Ricardo Solinas, il duo musicale de Le Pannistesi, gli alunni della 3C della scuola Primaria di Dolianova, il giornalista Piersandro Pillonca, tutto il cast di Street Books 2018 daranno vita ad una grande festa popolare, organizzata in collaborazione con i maestri dell’accoglienza parteollese de Is Bixinaus. Un appuntamento nel segno della condivisione e dell’allegria per presentare al pubblico il programma del Festival e incontrare Ricardo Solinas con il suo nuovo romanzo, “Nuragus”

Quella di venerdì sarà la prima di dieci serate che, con il tema “Le storie siamo noi”, fino a domenica 15 luglio animeranno i paese del Parteolla alle porte di Cagliari, con nomi di prestigio della letteratura, della musica, della cultura e dello spettacolo, tra cui lo scrittore Stefano Benni, il cantautore Mimmo Locasciulli, l’attore comico Francesco Paolantoni, in scena con lo showman Demo Mura e l’attrice Manuela Zero, e gli scrittori Sara Bilotti, Francesco Abate, Andrea Melis, Cristina Caboni, Vanessa Roggeri e Piergiorgio Pulixi.

La giornata di sabato 7 partirà invece nel segno della musica. A Villa de Villa dalle 19.00 il tema del viaggio e del sogno animeranno “I musicanti di Brema”, la fiaba dei fratelli Grimm musicata da Angelo Sormani e messa in scena dal Circolo Musicale Parteollese diretto dal maestro Filippo Ledda e con le letture di Andrea Atzori. Un’ora di musica e narrazione dedicata ai più piccoli.

Alle 20.45, nello spazio food&drink, primo appuntamento con i Racconti DiVini. Protagonista sarà Arenada, un vino Monica di Sardegna DOC delle Cantine di Dolianova.

La serata entrerà nel vivo con un doppio appuntamento nel segno della letteratura e del teatro. Alle 21.00 la scrittrice Cristina Caboni dialogherà con Elisabetta Fois sul suo ultimo libro “La rilegatrice di storie perdute”. Successo dopo successo, Cristina Caboni è diventata una delle autrici italiane più amate dalla stampa e dai lettori. Dopo “Il sentiero dei profumi” e “Il giardino dei fiori segreti”, bestseller sempre in classifica, la scrittrice proporrà a Dolianova un nuovo romanzo sul potere dei libri e in cui grazie ad essi due donne coraggiose, così lontane nel tempo, si incontrano diventando una la forza dell’altra, nella ricerca della libertà e di un futuro migliore.

Cristina Caboni vive in provincia di Cagliari, con il marito e i suoi tre figli. Oltre a dedicarsi alla scrittura e alla coltivazione di rose, lavora nell’azienda apistica di famiglia. “Il sentiero dei profumi” (Garzanti 2014) è il suo romanzo d’esordio ed è stato un caso letterario, cui sono seguiti “La custode del miele e delle api” (Garzanti 2015), “Il giardino dei fiori segreti” (Garzanti 2016, Premio Selezione Bancarella 2017), ed il recente “La rilegatrice di storie perdute” (Garzanti 2017).

Dopo l’appuntamento con Dario Cosseddu e il suo racconto dello scrittore James Ellroy, la serata si concluderà alle 22.30 con Elio Turno Arthemalle e Rossella Faa protagonisti della commedia “Predi Antiogu e sa perpetua”Tratto da “Sa scomuniga de predi Antiogu”, uno dei testi più conosciuti della tradizione letteraria campidanese, lo spettacolo racconta la storia di un prete derubato che lancia sull’intero paese di Masullas un anatema tanto terribile da muovere al riso e tanto comico da mettere paura. La drammatica invettiva del parroco si trasforma in una commedia, con l’introduzione del personaggio di una petulante e furba perpetua (interpretata da Rossella Faa) che oltre a recitare canta, a modo suo, alcuni brani sacri. Il testo, diretto e rielaborato dalla stessa Rossella Faa, diventa così uno spassoso spettacolo ricco di preziosi riferimenti storici e linguistici, ma comunque godibile da un pubblico di tutte le età.

Da sabato, per ogni giorno del festival, sarà attivo il servizio Bibliositting (grazie al quale anche i più piccoli potranno scoprire il piacere della lettura con Eliana Aramu e Lara Zanda), così come il Bibioterapista Giorgio Polo prescriverà in maniera ironica la lettura di libri ai suoi “pazienti”, tutti i giorni dalle 20.15 alle 21.00, a Villa de Villa.

La serata sarà arricchita dall’Intervallo (con le foto edite e inedite di Dolianova), e verrà chiusa dall’Almanacco di questo giorno e di quello dopo a cura di Gerardo Ferrara, e dai i Titoli di coda a cura di Video Vision.

[bing_translator]

Torna a Dolianova il festival Street Books che dal 6 al 15 luglio proporrà dieci serate all’insegna della letteratura, dell’arte, della musica e del teatro, con un occhio di riguardo anche ai prodotti enogastronomici del territorio. “Le storie siamo noi” sarà il tema di questa terza edizione della manifestazione, i cui ospiti di punta saranno lo scrittore Stefano Benni (protagonista della giornata di domenica 8 luglio), il cantautore Mimmo Locasciulli, in concerto lunedì 9, e l’attore comico Francesco Paolantoni, in scena domenica 15 luglio con lo showman Demo Mura e l’attrice Manuela Zero.

Ma nell’incantevole scenario del sagrato della cattedrale romanica di San Pantaleo e della Villa de Villa ci saranno anche la firma emergente del noir al femminile Sara Bilotti (suo il romanzo “I giorni dell’ombra”) e una nutrita pattuglia di autori isolani che si stanno imponendo all’attenzione del grande pubblico: da Francesco Abate (ora in libreria con “Torpedone trapiantati”) ad Andrea Melis (sue le poesie “Piccole tracce di vita”), da Cristina Caboni a Vanessa Roggeri (note ai lettori di tutt’Italia per i romanzi “La rilegatrice di storie perdute” e “La cercatrice di corallo”), fino a Piergiorgio Pulixi, autore del recente noir rivelazione “Lo stupore della notte”.

Un programma forte di sessantacinque appuntamenti che sarà arricchito anche dagli scrittori Riccardo Solinas e Gianfranco Liori, dagli attori Nicola Michele, Raffaele Chessa, Giacomo Casti ed Elio Turno Arthemalle, dalle cantanti Rossella Faa e Dalila Kayros, dal cantante Marco Leo, dai gruppi musicali Le Pannistesi e I Begli Elementi, dai cori Inkantos D’Olia e Cantores Mundi, dal regista Bepi Vigna, dal Circolo Musicale Parteollese, dai musicisti Danilo Casti, Marco Leo, Raoul Moretti, Matteo Martis, Renzo Cugis, Marco Schirru e Boris Smocovich, dalla soprano Paola Spissu e dall’artista Manuel Carreras.

Organizzato dal Circolo dei Lettori Miele Amaro con la direzione artistica di Gianni Stocchino e sostenuto dall’amministrazione comunale di Dolianova e dall’assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, il festival Street Books – Scrittori, lettori e libri a Dolianova proporrà inoltre ogni giorno dalle 21 alle 22.30 il servizio Bibliositting (grazie al quale anche i più piccoli potranno scoprire il piacere della lettura con Eliana Aramu e Lara Zanda), l’appuntamento con Dario Cosseddu e la sua rubrica “Madame Bovary c’est moi” (dedicato alla vita segreta dei grandi nomi della letteratura) e con il Bibioterapista Giorgio Polo, che in maniera ironica prescriverà la lettura di libri ai suoi “pazienti” tutti i giorni dalle 20.15 alle 21.00 a Villa de Villa. Ma ci sarà spazio anche per i Racconti DiVini, con nove prodotti delle cantine di Dolianova proposti in degustazione e raccontati, tra letteratura e musica, insieme all’Almanacco di questo giorno e di quello dopo a cura di Gerardo Ferrara, all’Intervallo (con le foto edite e inedite di Dolianova) e i Titoli di coda, a cura di Video Vision.

Da ammirare e accarezzare invece saranno i libri di legno, le sculture di Francesco Picciau veri e propri elementi scenografici ma anche comodi arredi, pezzi unici, d’artista, creati appositamente per il palco di Street Books.

Il programma della terza edizione di Street Books si apre venerdì 6 luglio con l’anteprima del Festival. A partire dalle 21.oo, sul Sagrato della Cattedrale di San Pantaleo, appuntamento con “Viva Street Books (cun Nuragus)!”. Lo scrittore Ricardo Solinas, il duo musicale de Le Pannistesi, gli alunni della 3C della scuola Primaria di Dolianova, il giornalista Piersandro Pillonca, tutto il cast di Street Books 2018 daranno vita ad una grande festa popolare, organizzata in collaborazione con i maestri dell’accoglienza parteollese de Is Bixinaus. Un appuntamento nel segno della condivisione e dell’allegria per presentare al pubblico il programma del Festival ed incontrare Ricardo Solinas con il suo nuovo romanzo, “Nuragus”.

[bing_translator]

L’11ª edizione della Fiera va in archivio con un bilancio sicuramente inferiore alle attese, per le già citate ragioni “meteorologiche” e, come ha sottolineato ieri mattina nel suo intervento anche l’assessore regionale del Turismo, Artigianato e Commercio, Barbara Argiolas, vanno rivisti alcuni aspetti organizzativi, per dare ancora maggior impulso all’iniziativa e al lavoro fatto con grande passione e sacrificio dagli organizzatori del Consorzio Fieristico Sulcitano, anche per raggiungere risultati ancora migliori dal punto di vista della promozione turistica del territorio, oltre che di sostegno delle migliori realtà enogastronomiche presenti in Sardegna.
Alleghiamo un ricco album di fotografie scattate ieri sera.

[bing_translator]

E’ stata inaugurata questa mattina, in piazza Roma, a Carbonia, l’11ª edizione di “Il Sulcis Iglesiente espone”, fiera dell’artigianato artistico dell’agroalimentare e del turismo, organizzata dal Consorzio Fieristico Sulcitano, con il contributo del comune di Carbonia, della Fondazione di Sardegna e della Regione autonoma della Sardegna. Prima del taglio del nastro, affidato alla madrina Eva Grimaldi e all’assessore regionale del Turismo, Artigianato e Commercio, Barbara Argiolas, ad aprire la giornata è stato Demo Mura, poi affiancato da Giuliano Marongiu, con il parroco di San Ponziano Amilcare Gambella. Sono poi intervenuti l’assessore delle Attività produttive dl comune di Carbonia, Mauro Manca, e l’assessore regionale Barbara Argiolas. Amilcare Gambella ha dato la sua benedizione all’evento, con l’auspicio generale che, con l’arrivo del maestrale, il caldo torrido possa dare un po’ di tregua, per favorire la solita imponente affluenza di visitatori nel corso della giornata, per visitare i 252 stand espositivi e gli spettacoli inseriti nel programma.

In serata, dalle 18.30, sagra della vitella e del maiale allo spiedo, cucinati secondo l’antica tradizione sarda, in piazza del Minatore; alle 19.00, esibizione itinerante di gruppi folkloristici; alle 20.00, esibizione di Gianfranco D’Angelo, Demo Mura ed Eva Grimaldi, in piazza Roma: alle 21.30, infine, gran finale in musica, con vari artisti, spettacolo condotto da Giuliano Marongiu e Demo Mura, con la straordinaria partecipazione di Gianfranco D’Angelo, Eva Grimaldi, Maria Giovanna Cherchi, Roberto Tangianu e gli Istentales, nell’anfiteatro di piazza Marmilla.

In occasione dell’undicesima edizione della fiera “Il Sulcis Iglesiente Espone”, per ragioni di sicurezza imposte dalle forze dell’ordine, resteranno chiuse al traffico veicolare con divieto di sosta e rimozione, fino alle 24.00, le seguenti strade:

1. Piazza Roma e strade confluenti;

2. Parcheggio adiacente alla Piazza Marmilla;

3. Via Gramsci, nel tratto compreso tra Piazza Matteotti e via Brigata Sassari;

4. Via Nuoro, nel tratto compreso tra Piazza Rinascita e via Gramsci;

5. Piazza Matteotti, vico Matteotti, Piazza San Ponziano e parcheggio ex Inam;

6. Via San Ponziano, nel tratto compreso tra la Piazza Matteotti e via Lucania.

Allegati, con le fotografie, l’intervento dell’assessore regionale Barbara Argiolas e la benedizione di don Amilcare Gambella.

[bing_translator]

E’ stata presentata questo pomeriggio, nella sala riunioni della Torre Civica, in piazza Roma, a Carbonia, l’11ª edizione di “Il Sulcis Iglesiente espone”, fiera dell’artigianato artistico dell’agroalimentare e del turismo, organizzata dal Consorzio Fieristico Sulcitano, con il contributo del comune di Carbonia, della Fondazione di Sardegna e della Regione autonoma della Sardegna. Il sindaco Paola Massidda e l’assessore delle Attività produttive Mauro Manca, hanno spiegato che, dopo le incomprensioni iniziali, l’Amministrazione comunale ha deciso di finanziare l’evento, particolarmente importante per la città, dove arriveranno 252 espositori provenienti da tutta la Sardegna e migliaia e migliaia di visitatori.

L’evento avrà un’anteprima sabato, con una serata danzante in piazza Roma, esibizioni di danza orientale con Rebecca Mascia e le sue allieve.

Il presidente del Consorzio Fieristico Sulcitano, Mauro De Sanctis, ha spiegato che, superate le difficoltà iniziali, si è sviluppata una proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale ed i volontari si sono messi al lavoro per organizzare l’evento. I ridotti finanziamenti hanno richiesto un particolare impegno per garantire un livello elevato sia nella parte espositiva sia in quella di spettacolo che, grazie allo sforzo compiuto dal direttore artistico Demo Mura, ha permesso di portare artisti di livello nazionale con un solo rimborso spese.

Il programma prevede domenica mattina, alle 10.00, una mostra di auto d’epoca a cura dell’associazione Alfa Romeo “Il biscione” di Carbonia, in piazza Roma. Alle 11.00 l’inaugurazione della Fiera con il saluto delle autorità e la straordinaria partecipazione di Eva Grimaldi, Gianfranco D’Angelo e Demo Mura. Alle 13.00, punto di ristoro con maiale allo spiedo, cucinato secondo l’antica tradizione sarda, in piazza del Minatore; dopo la pausa pomeridiana, nelle ore più calde, sfilata cinofila amatoriale, curata dall’associazione Amici del canile, in piazza Roma; dalle 18.30, sagra della vitella e del maiale allo spiedo, cucinati secondo l’antica tradizione sarda, in piazza del Minatore; alle 19.00, esibizione itinerante di gruppi folkloristici; alle 20.00, esibizione di Gianfranco D’Angelo, Demo Mura ed Eva Grimaldi, in piazza Roma: alle 21.30, infine, gran finale in musica, con vari artisti, spettacolo condotto da Giuliano Marongiu e Demo Mura, con la straordinaria partecipazione di Gianfranco D’Angelo, Eva Grimaldi, Maria Giovanna Cherchi, Roberto Tangianu e gli Istentales, nell’anfiteatro di piazza Marmilla.

In occasione dell’undicesima edizione della fiera “Il Sulcis Iglesiente Espone”, per ragioni di sicurezza imposte dalle forze dell’ordine, verranno chiuse al traffico veicolare con divieto di sosta e rimozione, nelle seguenti strade:

1. Piazza Roma e strade confluenti;

2. Parcheggio adiacente alla Piazza Marmilla;

3. Via Gramsci, nel tratto compreso tra Piazza Matteotti e via Brigata Sassari;

4. Via Nuoro, nel tratto compreso tra Piazza Rinascita e via Gramsci;

5. Piazza Matteotti, vico Matteotti, Piazza San Ponziano e parcheggio ex Inam;

6. Via San Ponziano, nel tratto compreso tra la Piazza Matteotti e via Lucania.

La chiusura del traffico è prevista dalle ore 14.00 di sabato 24 giugno fino alle ore 24.00 di domenica 25 giugno.

[bing_translator]

Domani, giovedì 22 giugno, alle ore 17.00, nella sala riunioni della Torre Civica, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’11ª edizione de “Il Sulcis Iglesiente espone”, Fiera dell’artigianato artistico, dell’agroalimentare e del turismo, che si terrà domenica 25 giugno 2017.

Saranno presenti il sindaco di Carbonia Paola Massidda, l’assessore delle Attività produttive Mauro Manca e gli organizzatori del “Consorzio fieristico sulcitano”.

La Fiera prevede la presenza di 250 espositori. Ad animare la giornata ci saranno Demo Mura, Eva Grimaldi, Maria Giovanna Cherchi, Gianfranco D’Angelo, Roberto Tangianu, Giuliano Marongiu e gli Istentales.

[bing_translator]

Domenica 29 maggio, a partire dalle ore 9.30, Carbonia ospiterà la decima edizione de “Il Sulcis Iglesiente Espone”, Fiera dell’artigianato Artistico, dell’Agroalimentare e del Turismo, organizzata dal Consorzio Fieristico Sulcitano.

La Fiera ospiterà i prodotti dell’agroalimentare e dell’artigianato artistico e numerosi altri prodotti e novità, esposti in circa 250 stand. La manifestazione si terrà in Piazza Roma, via Manno, Piazza Marmilla, via Fosse Ardeatine, Piazza Matteotti, via Gramsci e via San Ponziano. Durante la giornata si potranno ammirare la sfilata cinofila amatoriale a cura dell’Associazione Amici del Canile Carbonia, Sos Merdules Bezzos de Otzana e tanto altro ancora. Quest’anno la manifestazione accoglierà ospiti d’eccezione come Samantha De Grenet, Demo Mura e Maria Giovanna Cherchi.

La Fiera è stata presentata nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala polifunzionale di Piazza Roma, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consorzio Fieristico Sulcitano, Mauro De Sanctis; il sindaco di Carbonia, Giuseppe Casti; l’assessore delle Attività produttive del comune di Carbonia, Giampaolo Puddu; il comandante del 1° Reggimento di Teulada, colonnello Giuseppe Mautone; e, infine, il parroco della chiesa di San Ponziano, Amilcare Gambella.

Al termine, abbiamo intervistato il presidente del Consorzio Fieristico Sulcitano, Mauro De Sanctis.

PROGRAMMA:

Domenica 29 maggio

Ore 9.30 – Apertura fiera con 250 stand espositivi

Ore 9.45 – Apertura mostra dei mezzi e materiali utilizzati dall’Esercito Italiano

ORE 10 – Sfilata cinofila amatoriale a cura dell’Associazione Amici del Canile Carbonia (Piazza Roma)

Ore 11.00 – Inaugurazione fiera con la straordinaria presenza di Demo Mura e Samantha De Grenet (Piazza Roma)

Ore 13.00 – Punto di ristoro con vari tipi di carni sarde cucinati alla brace e altri tipi di piatti (Piazza del Minatore)

ORE 18.00 – Balletti sardi itineranti a cura dei gruppi Folk locali

Ore 19.00 – Esibizione itinerante dei Sos Merdules Bezzos de Otzana

Ore 22.00 – Concerto di Maria Giovanna Cherchi e la sua Band (Anfiteatro Piazza Marmilla).

IMG_9623IMG_9630 IMG_9624 IMG_9621 IMG_9620 IMG_9618 IMG_9617 IMG_9616 IMG_9614 IMG_9613 IMG_9612 IMG_9611 IMG_9598 IMG_9597 IMG_9595IMG_9623