31 March, 2023
HomePosts Tagged "Elda Mazzocchi Scarzella"

Verrà presentato domani 15 giugno, a Domusnovas, presso il Parco Scarzella, alle ore 19.00, il progetto “4 stagioni”, un’iniziativa sostenuta dal Plus di Iglesias all’interno del Fondo Nazionale delle Politiche Giovanili. L’intervento è coordinato da Casa Emmaus Società Cooperativa Sociale e nasce  dalla coprogettazione tra il capofila, Piccola Parigi, API, Anffas, L’Idea, Isola Verde, APS Rete Donne Musei, Rimettiamo Radici, Associazione Ambientale Gioiosa Guardia, Elda Mazzocchi Scarzella APS ASD. Le attività, che si svolgeranno nei comuni di Iglesias, Domusnovas, Musei, Villamassargia, Buggerru, Fluminimaggiore, Gonnesa, coinvolgeranno i giovani dai 13 ai 17 anni dal mese di giugno 2022 al mese di maggio 2023.
All’indomani del progetto “Grand Tour”, carovana educativa in bicicletta tra i 7 comuni dell’Iglesiente, sostenuta dal medesimo fondo annualità 2021, le organizzazioni promotrici del progetto, provano a replicare l’esperienza di successo, favorendo la collaborazione e la promozione delle attività in modo equo e complementare in tutti e 7 i comuni.
L’obiettivo è permettere ai giovani di sperimentare diverse esperienze educative e al contempo promuovere il potenziamento delle 8 competenze chiave per l’apprendimento permanente.
Si va dalla gita in barca, alle giornate tematiche dedicate ai giochi, alla pulizia delle spiagge, alle visite ai castelli, alle proiezioni cinematografiche, fino ad arrivare all’ideazione e implementazione di attività di rigenerazione urbana in ognuno dei 7 comuni.
Le attività proseguiranno poi in inverno con dei corsi di ballo sardo e riciclo creativo e proseguiranno in primavera con ulteriori gite e momenti di incontro. Filo conduttore durante i 12 mesi saranno le feste, organizzate periodicamente in ognuno dei 7 comuni. Obiettivo traversale del progetto è promuovere la conoscenza reciproca dei giovani e del territorio attraverso l’ideazione di attività all’aria aperta ed eventi aperti a tutta la cittadinanza, da promuovere anche a livello regionale.

“Fili emozionali” è il titolo dell’iniziativa, promossa dall’associazione “Socialismo Diritti Riforme” e da Casa Emmaus per valorizzare le attività creative delle persone private della libertà della sezione femminile della Casa Circondariale di Cagliari-Uta e delle ospiti della struttura di Iglesias. Ideato e curato da Alma Piscedda, artista del ricamo, originaria di Domusnovas, il progetto, che ha impegnato le donne per alcuni mesi, sarà presentato mercoledì 15 giugno nel Parco Scarzella di Domusnovas, alla presenza della sindaca Isangela Mascia. Inserita nella “Festa del Bambino”, allestita dall’associazione “Elda Mazzocchi Scarzella”, la mostra “Fili emozionali” proporrà ai visitatori pregiati lavori di ricamo. Aldilà della qualità delle proposte, l’iniziativa ha un importante significato sociale e culturale com’è nello spirito di chi è impegnato nella salvaguardia dei valori della solidarietà e dell’impegno civile.
«Nel 2018, quando per la prima volta ho incontrato le detenute della Casa Circondariale, non pensavoricorda Alma Pisceddache il ricamo avrebbe suscitato tanto interesse. Il tempo e la pratica invece hanno sviluppato nelle donne private della libertà il desiderio di appropriarsi di quest’arte e la loro dedizione le ha rese padrone di ago e filo. L’esperienza è stata poi trasferita tra le ospiti di Casa Emmaus dove i risultati sono stati sorprendenti. Nella mostra si potranno vedere i lavori realizzati e spetterà ai visitatori valutare gli esiti. Per chi, come me, ha curato il percorso una grande soddisfazione anche per aver contribuito a alleviare il senso di solitudine che spesso domina in queste persone.»
«L’impegno del volontariato nella Casa Circondariale è sempre particolarmente apprezzatosottolinea il direttore Marco Porcu ancora di più quando gli esiti contribuiscono a creare ponti tra associazioni e Comunità di Recupero. Un plauso dunque alla maestra di ricamo e a SDR che propone iniziative di crescita culturale e integrazione dentro e fuori dal carcere.»
«Siamo particolarmente grati ad Alma Piscedda ha aggiunto Giovanna Grillo, presidente di Casa Emmausper avere coinvolto, con la passione che la contraddistingue, le nostre ospiti. I lavori che sono stati realizzati parlano da soli. Ma siamo soprattutto soddisfatti di avere iniziato un percorso di collaborazione con SDR che siamo certi produrrà ulteriori progetti solidali.»
«Mondi fragili, talvolta poco indagati nelle loro espressioni più profondeosserva Maria Grazia Caligaris, socia fondatrice di “Socialismo Diritti Riforme”si affermano con forza nelle pratiche artistiche e mostrano tutta la loro più intima umanità contribuendo ad arricchire il nostro sguardo. E’ così nei “fili emozionali”, dove ogni creazione è ispirata dall’inclusione e dalla passione civile.»

[bing_translator]
Dal 1° al 4 ottobre con tre giorni di PreFiera (28-29-30 settembre) torna la Fiera del Libro di Iglesias, giunta alla sua quinta edizione, eccezionalmente in autunno e non nelle canoniche date di aprile, a causa dell’emergenza sanitaria.
In parte ridisegnata nel rispetto rigoroso delle normative in materia anti-contagio, sarà una settimina (tre + quattro) dedicata al libro e alla promozione della lettura, diffusa nel centro storico di Iglesias (piazza Municipio, Pichi e La Marmora) con un ricco programma di incontri, masterclass di formazione professionale, mostre, dibattiti, tavoli tecnici, che si succederanno nel corso delle giornate, e saranno incentrati sul tema della Fiera che quest’anno è “La Parola crea Mondi”: il potere della Parola di creare, plasmare e distruggere la realtà.
Quest’anno saranno cinque i comuni partner della Fiera: Iglesias, Gonnesa, Portoscuso, Santadi, Zeddiani, ospiti nella giornata inaugurale, insieme a rappresentanti dell’assessorato della Cultura della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna, e della Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias. Molte le associazioni di rilevanza nazionale, tra cui la FASI Federazione Associazioni Sarde in Italia, Circolo Sardo Sant’Efisio di Torino, Associazione Le Nuvole Barcellona, Fidapa sezione di Iglesias, Casa Emmaus e l’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella con un progetto di raccolta libri a favore delle biblioteche dei  Giardini Possibili, i Musei di Monte Arci, Museo Aquilegia, e il Parc dei Cavallini della Giara; e il Consorzio turistico per l’Iglesiente.
Gli ospiti. Si parte il 1 ottobre a Iglesias con Antonio Manzini (Sellerio) che dialogherà con Piergiorgio Pulixi, il 2 ci sarà Andrea Marcolongo con il nuovo libro in anteprima (“La Lezione di Enea” Laterza), Giuseppe Civati (People) il 3 e Gianluca Ales (Round Robin/SkyTg24) domenica 4.
Tra i molti altri autori: Gianmichele Lisai (NewtonCompton), Roberta Balestrucci (Gallucci), ed alcuni autori del libro dell’estate, la raccolta di racconti “Giallosardo” (PIEMME) tra cui Ciro Auriemma e Francesco Abate protagonista dell’incontro di Radiofiera del 2 ottobre. Annarita Briganti (Cairo editore, Repubblica) con la sua ultima opera Alda Merini l’Eroina del caos sarà protagonista dell’incontro che si terrà il 30 settembre all’Antica Tonnara Su Pranu di
Portoscuso.
Particolare attenzione sarà dedicata alla formazione, con quattro masterclass – una per giornata – tenuti da grandi professionisti: Piergiorgio Pulixi, Luigi Sanciu, Daniela Aretino e Stefano Lamorgese.

Spazio particolare sarà dedicato al giornalismo d’inchiesta, con l’inaugurazione della prestigiosa partnership con il Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo under 30, per la prima volta in Sardegna, rappresentato dal vice-presidente, giornalista e redattore di Report Stefano Lamorgese.
L’area tematica Graphic Novel, diretta da Daniele Mocci, vedrà la partecipazione delle Chine Vaganti e una mostra a cura dell’artista Daniele Serra.
Torna inoltre La Casa degli Autori in Fiera, uno spazio libero e aperto al pubblico, di interazione, incontro e scambio per tutti coloro che abbiano pubblicato un’opera e vogliano farla conoscere.
E torna AltaVoce (seconda edizione) con un cast di lettori che si esibiranno sul palco del teatro Electra.
Grande spazio sarà dedicato all’interazione con i lettori dell’ArgoCircolo Letterario In Libro Veritas che dalla sezione di Iglesias ha già aperto una seconda sezione a Gonnesa e si appresta ad arrivare anche a Portoscuso; e dell’ArgoCircolo Letterario Fantadìa (per i più piccoli) a cura di Erika Carta e Sara Porru con eventi web e dirette nei giorni della Fiera.
Incontri professionali di rilievo, dedicati all’editoria in Sardegna con la partecipazione degli editori Condaghes e S’Alvure, e al “Fare RETE” con la partecipazione di Marco Belli per Elba Book Festival, Aldo dalla Vecchia per GialloGarda (fondatori e partner nella RetePYM di fiere e festival che ha visto la luce proprio nel corso della terza edizione della Fiera del Libro di Iglesias); e Francesca Spanu per il Festival del Monreale.
Evento di chiusura la Favola Sinfonica “Pinocchio” eseguita dalla Banda Verdi di Iglesias.
La vera novità dell’anno saranno i mezzi di diffusione degli eventi: vecchi e nuovi.
Dalle dirette web sui canali social dell’Associazione Argonautilus, a RADIOFIERA (con due appuntamenti quotidiani in diretta dalle frequenze di Radio Arcobaleno Iglesias), alla filodiffusione per le vie della città. Molti modi diversi per restare sempre in contatto con quanto succede alla Fiera del Libro di Iglesias.
La Fiera del Libro di Iglesias® è un progetto dell’Associazione ArgoNautilus.
È parte del Maggio dei Libri (iniziativa di promozione della lettura del Cepell secondo gli auspici del ministero per i Beni e le Attività Culturali) ed è valsa a Iglesias il titolo di Città che Legge.

[bing_translator]

Venerdì 28 giugno, dalle 18.00 alle 20.00, presso Corso Repubblica (fronte Casa Pirinu), a Domusnovas, si terrà l’incontro di divulgazione scientifica dei lavori del prof. Giampaolo Salice dell’Università degli Studi di Cagliari in merito ai fenomeni migratori e coloniali in Sardegna e, nello specifico, nel paese di Domusnovas.

«L’occasione è stata ben accolta dal prof. Salice in quanto spera di riuscire ad avere la collaborazione della comunità di Domusnovas al fine di recuperare maggiori informazioni grazie alla memoria storica del paese, per le sue ricerche. Ne siamo davvero entusiasti», ha detto Alessio Siciliano, presidente dell’associazione APS Progetto Giovani.

«La promozione culturale della storia e della ricerca nel territorio del Sulcis Iglesiente è da considerarsi momento di approfondimento sul nostro passato e sulle nostre radici. I focus sulle comunità locali portano sempre a grandi ed importanti avanzamenti in ambito scientifico e storico-documentale». ha detto Luca Biggio, segretario generale dell’associazione Ersulo.

L’evento è organizzato dall’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, l’APS Circhiola, l’Associazione Francesco Lamieri e la Libera Università della Terza Età di Domusnovas (L.U.T.E.D.), con la collaborazione dell’associazione culturale studentesca Ersulo ed il patrocinio dell’Università degli Studi di Cagliari ed il comune di Domusnovas.

A fine incontro, APS Progetto Giovani e le altre associazioni partecipanti saranno liete di invitare i presenti ad un piccolo rinfresco post conferenza.

[bing_translator]

Domenica 13 maggio, a partire dalle ore 17.00, in Piazza Pichi, a Iglesias, l’associazione Casa Emmaus Impresa Sociale festeggia i suoi primi 30 anni di attività. Lo fa con la collaborazione di due associazioni del territorio: Cherimus e Associazione Elda Mazzocchi Scarzella che, a partire dalle ore 17.00, organizzano in Piazza Pichi due laboratori per bambini e giovani sui temi dell’integrazione e della prevenzione delle dipendenze. Si prosegue alle 19.00, al Teatro Electra, con lo spettacolo teatrale “storie in semicerchio”. I racconti che gli utenti e gli ospiti portano in scena sono frutto del lavoro di ciascun partecipante al laboratorio condotto da Enrica Spada (coreografa e danzatrice), Adrian Fernandez (musicista) ed Elio Turno Arthemalle (attore). L’esito è frutto quindi di un lavoro collettivo in cui musica, danza e parola costruiscono un’armonia entro cui le storie possano prender corpo e trovare un tempo d’ascolto. La parte serale della giornata, a partire dalle ore 21.30, è a cura dei musicisti Adry Fernandez e M’Jali Suso.

             

[bing_translator]

E’ in programma domani, domenica 29 ottobre, alle ore 18.30, presso i locali del Monte Granatico, siti in Piazza Matteotti, a Domusnovas, la presentazione ufficiale del periodico promosso dall’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella grazie alla collaborazione del CSV Sardegna Solidale. 

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di otto giovani con un’età media di 26 anni e altrettanti bambini dai 7 ai 13 anni, con la speciale partecipazione delle quattro scuole materne del paese, che periodicamente invieranno alla giovanissima redazione le loro attività.

Diverse e articolate le motivazioni e le aspirazioni dei giornalisti in erba.

Alla domanda sul perché consigliare ad altre persone di aderire a questo progetto, la visione dei giovani è condivisa. Occorre dare esempi positivi, infondere speranza e trovare delle soluzioni – affermano- per far si che i nostri coetanei non lascino il paese, ma fare in modo che decidano di restare per cambiare insieme ciò che non va bene. 

Territorio, opportunità e cambiamento. Sono queste le parole chiave. Scrivere, è il primo passo per provare a cambiare l’esistente e farlo insieme, accordando voci diverse e diversi sguardi, non può far altro che arricchire tutti.

L’Associazione “Elda Mazzocchi Scarzella” nasce a Domusnovas il 17 giugno 2016, per iniziativa di 5 mamme. A un anno dalla nascita conta già la presenza di 150 socie nel solo comune di Domusnovas. Di natura volontaria e senza scopo di lucro, persegue finalità di solidarietà sociale. Realizza i propri scopi con attività quali: organizzazione di eventi a carattere formativo e divulgativo, mercatini e fiere di diversa natura, attività laboratoriali di varia natura, erogazione di bonus in forma di accesso a servizi di carattere formativo. La sua peculiarità è l’apertura al coinvolgimento attivo delle mamme e delle famiglie nella progettazione e realizzazione delle attività.

Appuntamento per domenica 29 ottobre alle ore 18.30 per scoprire il titolo e le varie sezioni del nuovo periodico Domusnovese. Durante la serata verranno anche premiati i bambini vincitori del concorso per favole ambientate a Domusnovas “Parole sulla pietra”.

[bing_translator]

Nuovo appuntamento con la rassegna “Carbonia Scrive” domani, giovedì 15 giugno, alle ore 18.30, presso la Biblioteca Comunale di Carbonia, in viale Arsia, l’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella presenta il romanzo “Il convegno degli orrori” di Giuliana Carta. Menzione d’onore al Concorso “Delitto d’Autore 2016”.

Sarà presente l’autrice. Presentano: Laura Cadoni e Maria Giovanna Carta.

Nel romanzo “Il convegno degli orrori”, che ha ricevuto la menzione d’onore al Concorso “Delitto d’Autore 2016”, si racconta di due delitti avvenuti a Cagliari, durante un congresso svoltosi in un sontuoso Hotel attorno al tema della psicofarmacologia.

Al convegno sono presenti professori, specializzandi e specialisti in psichiatria. Si tratta di un evento importante in quanto finalizzato al “lancio” nel mondo della psichiatria universitaria, di una giovane psichiatra ed un giovane psicologo. Ma una tragedia irrompe tra le mura dell’albergo: all’improvviso viene rinvenuto il cadavere di Anna Riola, giovanissima specializzanda morta strangolata per mano di uno sconosciuto. Le indagini vengono condotte dal detective Riccardo Conte – fascinoso investigatore privato, dalla barba incolta e vestito quasi sempre in jeans – e la sua principale collaboratrice, Stella Ferranti. Improvvisamente si verifica il secondo delitto: stavolta la vittima è un barman dedito agli studi di ingegneria. La faccenda diviene sempre più complicata e i due detective cercano di risolvere il giallo unendo la professionalità investigativa dell’uno alla conoscenza dell’animo umano dell’altra.

L’autrice, Giuliana Carta, è nata a Domusnovas nel 1977. È laureata in medicina e chirurgia e specialista in Psichiatria. Lavora presso il Dipartimento di Salute Mentale di Carbonia.

Nel 2017 ha pubblicato (tramite self publishing) il romanzo giallo “Il convegno degli orrori”, in cui presenta i suoi principali protagonisti, Riccardo Conte e Stella Ferranti.

[bing_translator]

Sabato 17 dicembre, a partire dalle ore 18.00, presso il Teatro “Casa della Musica” di Domusnovas, si parlerà di bullismo insieme al dott. Stefano Porcu e al dott. Andrea Moi. Un incontro organizzato dall’associazione Elda Mazzocchi Scarzella con la collaborazione dell’agenzia formativa “Alta Formazione e Sviluppo” e il patrocinio gratuito del comune di Domusnovas. La serata, dedicata alle famiglie, sarà l’occasione per presentare anche il libro “Storie di Bullismo” e facilitare i genitori nel complesso compito di prevenire e riconoscere comportamenti a rischio dei propri figli.

Il seminario è il primo di una serie di incontri previsti dal progetto curato  dell’associazione Elda Mazzocchi Scarzella contro la povertà educativa “Con la cultura si mangia” .