1 August, 2021
HomePosts Tagged "Francesco Loi"

Il girone G del campionato di serie D di calcio è alla volata finale. Questo pomeriggio sono in programma le partite della quart’ultima giornata, tra le quali spicca il confronto diretto tra le prime due della classifica, Monterosi e Latina, divise da 15 punti (fischio d’inizio ore 15.00). Considerato che il Latina deve recuperare una partita, con il Muravera, solo vincendo lascerebbe accesa un’esilissima fiammella di speranza, mentre in caso di vittoria o di pareggio, la capolista di David D’Antoni sarebbe matematicamente promossa (all’andata, a Latina, si impose il Monterosi, 1 a 0).

Sono già in campo, dalle 14.30, il Muravera sul campo della Nocerina ed il Lanusei in casa con il Savoia. Sono due partite che hanno in palio punti pesanti per le posizioni utili per l’accesso ai playoff. La squadra di Francesco Loi, dopo il successo sul Carbonia di sette giorni fa, è sesta, a quattro punti dal Savoia e a tre dalla Nocerina. In caso di vittoria, aggancerebbe la Nocerina al quinto posto a quota 48 punti, con una partita da recuperare con il Latina. Il Lanusei di Alfonso Greco per reinserirsi nella corsa playoff dovrebbe superare il Savoia, per portarsi a quota 43 e sperare in una vittoria del Muravera con la Nocerina, per tenere la quota del quinto posto ancora raggiungibile, a tre giornate dalla conclusione della stagione regolare.

Il Carbonia ospita l’Afragolese al campo Is Collus di Santadi (fischio d’inizio alle ore 16.00). David Suazo deve fare a meno di ben tre calciatori squalificati dopo il derby di Muravera: Fabio Fredrich, fermato per tre giornate, Riccardo Cestaro per due e Joseph Tetteh per una (oggi compie 22 anni). I primi due erano stati espulsi dal campo, il terzo è stato fermato per recidività in ammonizioni.

Latte Dolce ed Arzachena cercano punti per la definitiva tranquillità sui campi di Nola ed Insieme Formia. La Torres di Mauro Giorico, infine, deve assolutamente superare il Cassino, a Sassari, per fare un passo avanti verso la salvezza.

Muravera e Carbonia hanno onorato il calcio sardo nel derby più qualificato, classifica alla mano, del girone G del campionato di serie D. Il Carbonia di David Suazo ha giocato alla grande il primo tempo, tenendo testa ad un avversario molto forte. Ha costruito la prima vera palla goal al 13′ con Emmanuel Odianose che ha calciato dal limite dell’area, sfiorando il palo alla destra di Filippo Vandelli. La replica del Muravera al 22′ con Giacomo Demartis, la cui conclusione, a portiere battuto, è stata fermata sulla linea di porta dal provvidenziale colpo di testa di Emmanuel Odianose. Controreplica del Carbonia, al 24′, con Gjuci, fermato in calcio d’angolo.

La partita, equilibrata, ha continuato a regalare bel gioco e grandi emozioni. Al 27′ Nino Pinna, smarcato da un assist di Giacomo Demartis, ha concluso a botta sicura, trovando un piede di Valerio Bigotti che si è superato al 34′, parando un calcio di rigore di Nino Pinna e deviando un calcio di punizione di Giacomo Demartis con i pugni al 38′.

Il finale del tempo è stato tutto del Carbonia che prima ha costretto ad una straordinaria prodezza Filippo Vandelli per togliere dall’incrocio dei pali un pallone di Emmanuel Odianose calciato dalla lunghissima distanza e poi s’è portato meritatamente in vantaggio nel finale del tempo con un tap-in di Ador Gjuci sulla respinta del 20enne portiere del Muravera Filippo Vandelli su una gran botta da fuori area di Lorenzo Isaia.

Il goal ha messo le ali al Carbonia che un minuto dopo ha sfiorato l’immediato raddoppio con Marco Russu, vivacissimo sulla fascia destra.

In avvio di ripresa, dopo una manciata di secondi, Roberto Cappai ha colpito un incrocio dei pali a portiere battuto con un tiro dalla trequarti campo e due minuti dopo Filippo Vandelli ha compiuto un’autentica prodezza per spedire in angolo con un grande balzo sotto la traversa una conclusione di Ador Gjuci, vicinissimo al raddoppio ed alla doppietta personale.

Evitato il doppio svantaggio, il Muravera ha reagito, ed al 55′ Francesco Loi ha messo dentro il bomber Francesco Virdis. La squadra di casa è cresciuta molto, ha pareggiato al 13′ con un grande destro di Kujabi Kalifa all’incrocio dei pali, assolutamente imparabile per Valerio Bigotti.

Il Carbonia ha subito il colpo, il Muravera lo ha capito ed ha insistito, trovando un secondo calcio di rigore per un fallo di Fabio Fredrich su Sergio Nurchi. Il giovane difensore biancoblù ha protestato ed è stato espulso. Francesco Virdis, appena entrato al posto di Vincenzo Visconti, questa volta non ha lasciato scampo a Valerio Bigotti. Muravera in vantaggio, Carbonia in 10 e partita indirizzata dalla parte del Muravera che ha sfiorato subito il terzo goal, con una grande conclusione di Enrico Geroni che ha centrato un palo.

Il Carbonia ci ha provato anche in 10 uomini, David Suazo ha effettuato due cambi, inserendo Fabio Mastino e Nicola Serra per Joseph Tetteh e Lorenzo Isaia, ma all’80’ il Muravera ha chiuso i conti con un super goal di Sergio Nurchi, un diagonale dalla media distanza assolutamente imparabile per Valerio Bigotti.

Altri cambi in entrambe le squadre, finale nervoso che non ha offerto più grandi occasioni per modificare il risultato ed al 92′ l’arbitro ha espulso anche Riccardo Cestaro, lasciando il Carbonia in 9 uomini.

Il Muravera ha vinto il derby e si conferma la migliore squadra sarda del girone, con 45 punti, ora a soli tre punti dal quinto posto che vale la qualificazione ai play-off promozione, occupato dalla Nocerina, fermata sull’1 a 1 ad Arzachena. E la squadra di Francesco Loi deve recuperare una partita a Latina. Il Carbonia resta settimo con l’Insieme Formia (battuto 1 a 0 sul campo del Savoia, quarto a quota 49), a quota 41.

Sugli altri campi, vittoria per 2 a 0 del Latte Dolce nel derby con la Torres, con la squadra di Fabio Fossati ora undicesima con 36 punti e quella di Mauro Giorico ferma a quota 27 con Afragolese (1 a 1 con la capolista Monterosi) e Nola (sconfitto 5 a 4 sul campo del Giugliano), Il Giugliano è ultimo con 20 punti. Il Lanusei ha perso di misura, 1 a 0, a Cassino; il Gladiator ha battuto 3 a 1 il Team Nuova Florida con tripletta di Antonio Del Sorbo.

Muravera: Vandelli; Visconti (dal 55′ Virdis), Legal, Moi (dal 93′ Lampis), Loi; Demartis (dal 75′ Masia), Geroni (dall’85’ Minerba), Kalifa, Pinna (dall’89’ Kadi), Nurchi, Cadau. A disposizione: Floris, Figos, Mereu, Zedda. All. Francesco Loi.

Carbonia: Bigotti; Fredrich, Cestaro, Piras; Russu, Piredda, Tetteh (dal 68′ Serra), Isaia (dal 68′ Mastino), Odianose (dal 55′ Palombi), Gjuci (dall’81’ Soumare), Cappai (dall’89’ Stivaletta). A disposizione: Manis, Moro, Pischedda, Salvaterra. All. David Suazo.

Arbitro: Saverio Esposito di Ercolano.

Assistenti di linea: Daljit Singh e Riccardo Persichini di Macerata.

Reti: al 42′ Gjuci (C), al 58′ Kalifa (M), 64′ Virdis (M) su calcio di rigore, all’80’ Nurchi (M).

Giampaolo Cirronis

Tornano i derby sardi, nella 12ª giornata di ritorno del girone G del campionato di serie D: Carbonia-Arzachena e Lanusei-Latte Dolce. Domenica 16 maggio, fischio d’inizio ore 16.00.

C’è grande attesa, al campo Is Collus di Santadi, per l’esordio di David Suazo sulla panchina del Carbonia. L’ex centravanti del Cagliari è arrivato a metà settimana, a Carbonia, chiamato dal direttore sportivo Andrea Colombino per coprire il vuoto lasciato a inizio settimana dalle improvvise dimissioni di Marco Mariotti. Ha accolto la chiamata con grande entusiasmo, deciso a fare bene nelle ultime sei giornate di campionato e magari gettare le basi per una conferma nella prossima stagione. Ha preparato il derby con l’Arzachena in un pochi giorni ma ha grande fiducia e sembra aver trasmesso in tutto l’ambiente, squadra, società e tifosi, un grande entusiasmo.

L’Arzachena arriva al derby reduce dalla preziosissima vittoria nel recupero con il Cassino che l’hanno portata al 13° posto, a quota 28 punti, con tre partite ancora da recuperare, con Giugliano, Latina, Vis Artena, il 19 e 26 maggio ed il 2 giugno. Il Carbonia è settimo, con Insieme Formia e Lanusei, a quota 40 punti. Domenica pomeriggio dirigerà il derby Francesco Zago di Conegliano, assistenti di linea Marjo Mehilli di Trento e Dejvid Madzovski di Bolzano.

L’altro derby sardo pone di fronte due squadre con interessi diversi. Il Lanusei di Alfonso Greco non ha ancora abbandonato completamente l’ambizione di centrare i play-off e per raggiungere l’obiettivo, deve vincere contro un Latte Dolce che ha bisogno di punti per raggiungere la tranquillità, dopo una prima parte della stagione assai deludente rispetto a quelle che erano le ambizioni iniziali. La squadra sassarese, 12ª, ha solo due punti in più rispetto all’Arzachena e non ha partite da recuperare. Dirigerà Alessandro Recchia di Brindisi, assistenti di linea Cosimo Schirinzi di Casarano ed Ivan Alexandrovic Denisov di Bari.

Il Muravera di Francesco Loi, tornato al sesto posto, prima tra le sarde, a quota 42 punti, con una partita da recuperare a Latina, fa visita alla capolista Monterosi, partita che sarà trasmessa in diretta nazionale da Sportitalia. Dirigerà Gianluca Renzi di Pesaro, assistenti di linea Bruno Galigani di Sondrio e Giuseppe Daghetta di Lecco. Fischio d’inizio ore 15.00.

La Torres, infine, bisognosa di punti per allontanarsi dalla zona più calda della classifica, ospita il Giugliano, fanalino di coda, e l’occasione è propizia per conquistare tre punti di importanza vitale in questo difficile finale di stagione per la squadra di Mauro Giorico.

Completano il programma della 12ª giornata del girone di ritorno, le seguenti partite: Nola-Gladiator, Latina-Team Nuova Florida, Nocerina-Insieme Formia (fischio d’inizio ore 16.00), Savoia-Cassino e Vis Artena-Afragolese.

Giampaolo Cirronis

Il Muravera di Francesco Loi recupera oggi la partita della 20ª giornata del girone G del campionato di serie D, sul campo del Team Nuova Florida. Cassino-Arzachena, il secondo recupero previsto inizialmente oggi, invece, si giocherà il 12 maggio.

Il Muravera, in caso di vittoria, scavalcherebbe il Carbonia al sesto posto, ma cogliere i 3 punti ad Ardea, non sarà un’impresa facile. La squadra laziale, battuta di misura quattro giorni fa a Santadi dal Carbonia di Marco Mariotti, sta vivendo un periodo molto positivo della stagione, che l’ha vista protagonista soprattutto in trasferta, con tre vittorie consecutive sui campi di Nocerina, Torres e Vis Artena (dei 31 punti complessivi, ben 18, frutto di 5 vittorie e 3 pareggi, a fronte di 5 sconfitte, li ha messi insieme lontano dal proprio campo). Bilancio simile in trasferta per il Muravera, con 5 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte, per 17 punti sui 38 complessivi, ottenuti nelle 25 partite fino ad oggi disputate.

La Lega Nazionale Dilettanti, intanto, ha riprogrammato i recuperi delle partite dei vari gironi. L’Arzachena, la squadra che deve recuperare il maggior numero di partite, ben quattro, giocherà mercoledì 12 maggio a Cassino e mercoledì 19 maggio in casa con il Giugliano.

Ricordiamo che il campionato oggi è fermo per la seconda domenica consecutiva per lasciare spazio ai recuperi e ripartirà domenica prossima, 9 maggio, con il seguente programma: Insieme Formia-Carbonia, Team Nuova Florida-Nola 1925, Giugliano-Lanusei, Afragolese-Latina Calcio, Arzachena Academy-Monterosi, Cassino Calcio-Nocerina, Gladiator-Torres, Latte Dolce-Savoia, Muravera-Vis Artena.

 

 

Giornata in chiaroscuro, per le squadre sarde, la quinta di ritorno del girone G del campionato di serie D. Due vittorie e tre sconfitte sono il bilancio, dal quale resta fuori l’Arzachena, che non ha giocato sul campo del Cassino per il rinvio chiesto e ottenuto dalla squadra laziale, alle prese con casi di positività al Covid-19.
Il Carbonia ha perso 2 a 0 sul campo del Savoia, a Torre Annunziata, lo stesso punteggio con il quale la squadra campana si impose al campo Comunale “Carlo Zoboli”, a Carbonia. Il risultato premia il Savoia del neo tecnico Giovanni Ferraro, tornata alla vittoria dopo due mesi, 2 a 0 alla 13ª giornata sul campo dell’Insieme Formia, dopo la quale ha sempre pareggiato, ma punisce oltre i suoi demeriti la squadra di Marco Mariotti.
Il Carbonia, subito il primo goal, autore Dávid Depetris, al 10′ del primo tempo, ha reagito da grande squadra, costruendo tanto e colpendo un palo con Marco Piredda a portiere battuto al 28′. Andata al riposo sullo 0 a 1, la squadra biancoblù ha iniziato la ripresa ancora con grande piglio ma al 12′ una distrazione difensiva ha concesso al Savoia l’opportunità di raddoppiare e di mettere al sicuro il risultato. Autore del goal ancora Dávid Depetris.
Il secondo goal è stato una mazzata, il Carbonia ha provato a riaprire la partita ma, inevitabilmente, si è scoperto in difesa ed ha rischiato di subire anche il terzo goal. Marco Mariotti, ha provato a cambiare qualcosa, con diverse sostituzioni, ma questa volta senza risultati concreti. Il risultato non è più cambiato.
Con i tre punti, il Savoia scavalca il Carbonia al quinto posto e i minerari vengono agganciati al sesto posto, a quota 33 punti, dal Muravera, tornato al successo sul campo del Giugliano, con un goal realizzato da Sergio Nurchi nella ripresa. La squadra di Francesco Loi ha interrotto così una serie negativa di quattro sconfitte consecutive.
Largo successo del Lanusei sull’Afragolese, 6 a 2. Andata al riposo avanti 3 a 0, goal di Mattia Floris e doppietta di Muhamed Varela Djamanca, la squadra di Alfonso Greco nella ripresa ha subito la reazione della squadra campana, che ha trovato il goal con Antonio Energe al 25′. Il Lanusei ha segnato ancora con Muhamed Varela Djamanca, autore del terzo goal personale al 38′, per il 4 a 1. Altra impennata d’orgoglio dell’Afragolese, in goal al 40′ ancora con Antonio Energe, ma il Lanusei, non ancora “sazio”, ha arrotondato il risultato, rendendo il punteggio di dimensioni “tennistiche”, 6 a 2, con altri due goal: di Alessio Virdis al 41′ e Nicola Raimo al 45′.
Hanno perso ancora in casa le due squadre sassaresi. Il Latte Dolce è stato sconfitto dalla Vis Artena, 1 a 0, goal del quasi 37enne Giacomo Iozzi alla mezz’ora del secondo tempo. La sconfitta punisce severamente la squadra di Fabio Fossati, che non ha assolutamente sfigurato al cospetto della terza forza del girone.
La Torres ha perso la 12ª partita stagionale sulle 22 giocate ed ora è penultima in classifica, davanti al solo Giugliano che deve però recuperare tre partite, mentre la squadra di Archimede Graziani ha giocato tutte le partite previste dal calendario.
Passata in vantaggio con Maicol Origlio al 20′, la Torres ha subito il pari laziale di Andrea Giorgini al 32′ ed il sorpasso di Emanuele Allegra al 49′ del primo tempo. Del bomber Luca Di Renzo il terzo goal del Latina, all’11’ del secondo tempo, che ha così regalato la prima gioia al neo tecnico Salvatore Ciullo che in settimana era stato chiamato a sostituire l’esonerato Raffaele Scudieri.
Sugli altri campi, il Gladiator ha superato l’Insieme Formia 2 a 1, goal di Lorenzo Di Finizio e Mario Strianese per i campani nel primo tempo; di Babacar Tounkara per la squadra laziale nella ripresa. Le due squadre hanno concluso la partita rispettivamente in 9 uomini il Gladiator, in 10 l’Insieme Formia.
Nola e Nocerina hanno pareggiato 2 a 2, con il Nola avanti di due goal con Antonio D’Angelo e Gennaro Acampora, raggiunto dagli ospiti con goal di Fayssal El Bakhtaoui e Salvatore Sandomenico, rispettivamente a 10′ e a 2′ dal 90′.
La capolista Monterosi, infine, ha espugnato il campo del Team Nuova Florida con il minimo scarto, 1 a 0.
La partita Cassino-Arzachena è stata rinviata causa Covid-19.
Giampaolo Cirronis

Quarta sconfitta consecutiva, per il Muravera, nel recupero casalingo con la capolista Monterosi, valido per la 12ª giornata di andata del girone G del campionato di serie D. La squadra di Francesco Loi è stata superata con il punteggio di 3 a 2 (primo tempo 2 a 1 per il Monterosi, con vantaggio laziale di Borrelli al 14′, pareggio di Kujabi al 30′, nuovo vantaggio per il Monterosi con Costantini su calcio di rigore al 40′; nella ripresa, goal del 3 a 1 ospite al 17′ di Cancellieri e calcio di rigore di Nuvoli al 46′ per il 2 a 3 definitivo) e resta ferma al 7° posto in classifica, a quota 30 punti. Il Monterosi si isola al comando della classifica, con 46 punti in 19 partite, frutto di 14 vittorie, 4 pareggi e 1 sola sconfitta, sconfitta a Santadi contro il Carbonia di Marco Mariotti, per 2 a 1. Il Latina, con una partita in più giocata, insegue ora a tre lunghezze e la perdita del primato è costata cara al tecnico Raffaele Scudieri, esonerato. La squadra neroazzurra era stata fino a domenica scorsa, quando ha perso il confronto diretto casalingo con il Monterosi con un rigore di Costantini a 10′ dalla fine, dominatrice del girone, con il miglior attacco (40 goal segnati) e la miglior difesa (soli 11 goal subiti).

L’altro recupero disputato, tra Team Nuova Florida e Savoia, è terminato in parità, senza goal. Per la squadra di Torre Annunziata, che aveva in panchina il terzo allenatore dall’inizio del campionato, Giovanni Ferraro, subentrato la settimana scorsa a Mauro Chianese che a sua volta aveva rilevato Salvatore Aronica, si tratta dell’ottavo pareggio consecutivo, alla vigilia della sfida casalinga con il Carbonia, in programma domenica 21 marzo.

[bing_translator]

Un goal del bomber Luca Di Renzo, realizzato al 4′ del secondo tempo, ha deciso la sfida tra il Muravera e la capolista Latina, nel recupero della 10ª giornata di andata del girone G del campionato di serie D. La squadra di Francesco Loi ha giocato in 10 uomini dal 13′ del secondo tempo, per l’espulsione del bomber Francesco Virdis.

Nell’altro recupero disputato questo pomeriggio, valido per la 15ª giornata del girone di andata, il Monterosi ha superato la Vis Artena 3 a 1, con goal di Andrea Costantini su calcio di rigore all’11’ del primo tempo; Davide Borrelli al 1′ e Giacomo Lucatti al 6′ del secondo tempo per il Monterosi; di Cristiano Ingretolli per la Vis Artena al 28′ del secondo tempo.

Insieme Formia-Nocerina, valida per la 12ª giornata del girone di andata, si giocherà domani pomeriggio.

La classifica aggiornata vede il Latina in testa con 43 punti e 19 partite giocate; segue il Monterosi, 37 punti e 16 partite giocate; Vis Artena 33 punti e 18 partite giocate; Carbonia 33 punti e 20 partite giocate; Nocerina 31 punti e 18 partite giocate; Muravera 30 punti e 17 partite giocate; Savoia 30 punti e 19 partite giocate; Lanusei 28 punti e 20 partite giocate.

La partita Carbonia-Team Nuova Florida, in programma domenica prossima 7 marzo, non si giocherà. rinviata a data da destinarsi, su richiesta della squadra laziale, alle prese con casi di positività al Covid-19.

[bing_translator]

Neppure domani la giornata del girone G del campionato di serie D, completerà il programma delle nove partite previste in calendario. E’ stata rinviata, infatti, a causa di cinque casi di positività tra i calciatori del Giugliano, la partita in programma tra la vicecapolista Monterosi ed il Giugliano. La vicecapolista aveva appena superato l’emergenza tra i suoi calciatori, che aveva causato ripetuti rinvii ed è la squadra che ha potuto giocare fin qui il minor numero di partite, 10 su 15, 16 con quella di domani, condizione che rende l’attuale classifica assolutamente interlocutoria. Sulla carta, considerato che il Monterosi ha vinto 8 delle 10 partite giocate, pareggiando le altre due, e che la capolista Latina ha giocato due partite in più, la Nocerina ed il Savoia, squadre con le quali condivide il secondo posto, rispettivamente 4 e 5 partite in più, resta ancora la potenziale capolista.

Il programma prevede due derby sardi: Muravera-Arzachena (dirigerà Luca Selvatici di Rovigo, assistenti di linea Andrea Perali di Chiari e Matteo Cardona di Catania) e Lanusei-Torres (dirigerà Cristiano Ursini di Pescare, assistenti di linea Luca Chiavaroli di Pescara e Manuel Giorgetti di Vasto). Nel Muravera in panchina non ci sarà il tecnico Francesco Loi, squalificato per tre giornate dopo l’espulsione rimediata mercoledì pomeriggio a Formia.

Il Carbonia, privo del tecnico Marco Mariotti in panchina, squalificato per tre giornate dopo la partita Carbonia-Latina di metà settimana, e di Marco Piredda e Riccardo Cestaro, squalificato per una giornata, sarà di scena ad Artena (arbitro Matteo Campagni di Firenze, assistenti di linea Salvatore Damiano di Trapani e Giovanni Battista Citarda di Palermo).

Il Latte Dolce, infine, ospiterà il Gladiator (dirigerà Maksym Frasynyak di Gallarate, assistenti di linea Marco De Simone di Roma 1 e Davide Messina di Cassino.

Completano il programma della 16ª giornata del girone di andata, le seguenti partite: Afragolese-Insieme Formia, Cassino-Team Nuova Florida, Latina-Nocerina e Savoia-Nola. Nel Savoia farò il suo esordio il nuovo tecnico Mauro Chianese, chiamato ieri al posto di Salvatore Aronica, esonerato dopo il pareggio senza goal maturato mercoledì pomeriggio al Vanni Sanna di Sassari con la Torres.

 

[bing_translator]

A distanza di poche ore dal burrascoso finale della partita Carbonia-Latina, con le accese contestazioni  al direttore di gara, Gabriele Sacchi di Macerata, per la mancata concessione del calcio di rigore per un intervento in area su Marco Piredda, ammonito per simulazione e quindi espulso dal campo perché già ammonito in precedenza, e per altre discusse decisioni assunte nel corso della partita. puntuali, sono arrivate le squalifiche. Il giudice sportivo ha inflitto tre giornate di squalifica al tecnico del Carbonia, Marco Mariotti, «per avere, al termine della gara, rivolto espressioni irriguardose all’indirizzo del Direttore di gara. Tale comportamento si protraeva per circa due minuti». Appiedati per una giornata Marco Piredda, per doppia ammonizione, e Riccardo Cestaro, per recidività in ammonizioni. La società Carbonia Calcio ha ricevuto inoltre un’ammenda di 500,00 euro, «per indebita presenza al termine della gara di persona non identificata ma chiaramente riconducibile alla società, la quale nei pressi dello spogliatoio, rivolgeva espressione irriguardosa all’indirizzo del direttore di gara».

Domenica, sul campo della Vis Artena, dunque, il Carbonia non avrà Marco Mariotti in panchina, che salterà anche la sfida successiva con la capolista Monterosi (14 febbraio) e il successivo derby di Sassari con la Torres (la sua ex squadra), in programma il 21 febbraio, a meno che, nel frattempo, non dovesse essere fissato il recupero della partita casalinga con l’Insieme Formia. E il tecnico dovrà ovviare alle assenze di Marco Piredda e Riccardo Cestaro.

Il giudice sportivo ha avuto la mano pesante anche nei confronti del tecnico del Muravera, Francesco Loi, squalificato anche lui per tre giornate, dopo essere stato «allontanato per avere rivolto espressioni irriguardose all’indirizzo del Direttore di gara. Al termine della stessa, all’ingresso nello spogliatoio rivolgeva ulteriori espressioni irriguardose all’indirizzo dell’arbitro».

Il giudice sportivo ha inflitto una giornata Marco Fresi, vice allenatore dell’Arzachena Academy, allontanato dal campo per doppia ammonizione.

Diversi i calciatori delle squadre sarde squalificati.

Calciatori espulsi dal campo:

Due giornate a Luis Kacorri dell’Arzachena Academy, espulso «per avere rivolto espressione irriguardosa all’indirizzo del direttore di gara mentre lanciava davanti a sè una borraccia piena d’acqua in segno di stizza».

Due giornate anche a Enrico Geroni del Muravera, «per avere, a gioco fermo, calciato il pallone con violenza all’indirizzo di un avversario che si trovava a terra colpendolo alla schiena».

Una giornata a Luca Manca dell’Arzachena Academy, «per intervento falloso su un calciatore avversario lanciato a rete senza ostacolo».

Una giornata a Riccardo Pinna della Torres, per doppia ammonizione.

Squalifiche per recidività in ammonizioni:

Samuel Bachini dell’Arzachena Academy

Daniele Bianchi del Latte Dolce Sassari

Ammoniti con diffida:

Augustin Olivera Scalabrini dell’Arzachena Academy

Christian Rutjens Oliva della Torres.

[bing_translator]

Carbonia regina dei derby sardi nel girone d’andata, 11 punti su 15, con 3 vittorie e 2 pareggi. La squadra di Marco Mariotti, oltre a guidare la classifica parziale delle 6 squadre sarde nel girone G del campionato di serie D, dopo 14 giornate, con 23 punti ed una partita da recuperare con l’Insieme Formia (questo primato potrebbe essere messo in discussione, con i recuperi, dal Muravera di Francesco Loi che ha 21 punti ma deve recuperare tre partite, con Latina, Vis Artena e Monterosi), ha già concluso i derby con le altre cinque squadre sarde con un bilancio che va al di là di ogni aspettativa della vigilia: 3 vittorie in casa (a Carbonia, Giba e Santadi), 2 a 0 con la Torres, 3 a 2 con il Latte Dolce e 2 a 0 con il Muravera; 2 pareggi, 1 a 1 a Lanusei e 1 a 1 ad Arzachena.

Solo il Latte Dolce ha già giocato tutti e cinque i derby del girone d’andata, con un bilancio di 1 vittoria, 4 a 0 con la Torres; 2 pareggi, 2 a 2 ad Arzachena e 0 a 0 in casa con il Muravera; 2 sconfitte, 1 a 0 in casa con il Lanusei e 3 a 2 con il Carbonia a Giba. 5 punti su 15 il bilancio complessivo.

L’Arzachena ha disputato tre derby e finora è imbattuta, con una vittoria, 2 a 1 a Sassari con la Torres, e due pareggi casalinghi 2 a 2 con il Latte Dolce e 1 a 1 con il Carbonia. Nel caso vincesse i derby con Lanusei e Muravera, arriverebbe a quota 11 punti su 15, pareggiando il bilancio del Carbonia.

Il Lanusei ha disputato tre dei cinque derby del girone d’andata, con un bilancio di 1 vittoria, 1 a 0 a Sassari con il Latte Dolce, 1 pareggio per 1 a 1, in casa con il Carbonia e 1 sconfitta, 3 a 2 a Muravera all’esordio. Nella migliore delle ipotesi, vincendo i derby con Torres ed Arzachena, arriverebbe ad un bilancio di 10 punti su 15.

Il Muravera ha disputato finora tre derby, vincendone uno con il Lanusei per 3 a 2, pareggiando senza goal quello di Sassari con il Latte Dolce e perdendo 2 a 0 quello con il Carbonia a Santadi. Vincendo i due derby con Arzachena e Torres, arriverebbe ad un bilancio di 10 punti su 15.

La Torres, oltre che in classifica, penultima con 10 punti, è la squadra sarda che fin qui ha fatto peggio nei derby, perdendo tutti e tre quelli disputati: 2 a 0 a Carbonia, 2 a 1 in casa con l’Arzachena e 4 a 0 con il Latte Dolce. Deve ancora giocare i derby con Lanusei e Muravera e vincendoli arriverebbe ad un bilancio di 6 punti su 15.

Il girone di ritorno, con due turni in tre giorni, il 21 ed il 24 febbraio, si aprirà con ben 6 derby: il 21 febbraio Torres-Carbonia, Lanusei-Muravera e Latte Dolce-Arzachena; il 24 febbraio Arzachena-Torres, Carbonia-Lanusei e Muravera-Latte Dolce.

Giampaolo Cirronis