31 January, 2023
HomePosts Tagged "Gabriele Caggiari"

[bing_translator]

Messe alle spalle le prime otto giornate che hanno iniziato a delineare le forze in campo, il girone A del campionato di Promozione regionale entra nel vivo. Le prime tre della classifica, San Marco Assemini ’80, Carbonia e La Palma Monte Urpinu, oggi giocano tutte in trasferta ma con avversari e, di conseguenza insidie, di diversa levatura, almeno sulla carta. Chi rischia di più è la San Marco Assemini ’80, sul campo dell’Arborea (dirige Pasqualino Piras di Alghero (Matteo Laconi di Cagliari e Annamaria Sabiu di Carbonia), capolista solitaria dopo le prime quattro giornate con 10 punti, ed ora quarta in classifica con 14 punti, dopo altre quattro giornate.

Carbonia e La Palma Monte Urpinu cercheranno di approfittare di un eventuale passo falso della capolista, per agganciarla o scavalcarla in testa alla classifica, ma per farlo non dovranno sbagliare nelle sfide con Andromeda e Sant’Elena Quartu. Il Carbonia contro l’Andromeda (dirige Giuseppe Puddu di Oristano, assistenti di linea Alessandro Matta di Cagliari ed Andrea Papalini di Nuoro) insegue la quinta vittoria consecutiva. La squadra biancoblu vive un periodo positivo, sta crescendo a vista d’occhio e, insieme al La Palma Monte Urpinu, ha la difesa meno battuta del girone, con soli tre goal al passivo.

Una delle squadre più attese alla prova in questa nona giornata è la Monteponi, impegnata in casa con la temibile Orrolese (dirige Federico Isu di Cagliari, assistenti di linea Marco Navarra di Carbonia e Valeria Spizuoco di Cagliari). La squadra rossoblu avrà in panchina il nuovo allenatore Andrea Marongiu, chiamato lunedì scorso al posto di Andrea Marras, dopo la sesta sconfitta subita nelle prime otto giornate che ha fatto precipitare la squadra all’ultimo posto in classifica. Il compito che attende l’ex tecnico del Carbonia è indubbiamente assai impegnativo, soprattutto nel breve periodo, considerato che la squadra tra oggi e il 25 novembre è attesa a tre scontri durissimi: dopo l’Orrolese, Rubbiani e compagni giocheranno il derby di Carbonia e sette giorni dopo ospiteranno l’attuale capolista San Marco Assemini ’80.

Il Villamassargia di Giampaolo Murru, fermato sette giorni fa dal maltempo nel match casalingo in programma con il Villasor, affronta la trasferta di Selargius (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Mauro Masia di Sassari ed Alessandra Usai di Oristano) con il morale alto, dopo due vittorie consecutive che l’hanno elevata a metà classifica. Il Carloforte di Massimo Comparetti affronta la trasferta di Villasor (dirige Salvatore Fresu di Sassari, assistenti di linea Riccardo Loi e Mirko Pili di Oristano), contro un avversario sulla carta alla sua portata. Un risultato positivo sarebbe importantissimo, dopo la prima vittoria stagionale ottenuta a spese del Gonnosfanadiga.

Completano il programma della nona giornata, le partite Gonnosfanadiga-Idolo e Seulo 2010-Vecchio Borgo Sant’Elia.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, le due nuove capolista Cortoghiana e Fermassenti, giocano in casa, rispettivamente contro Sadali e Circolo Ricreativo Arborea, mentre la prima inseguitrice Villacidrese ospita l’ex capolista Atletico Villaperuccio. L’Atletico Narcao, fermo da alcune settimane per il rinvio delle partite con Circolo Ricreativo Arborea e Gergei, ospita l’Isola di Sant’Antioco in un derby che mette in palio punti pesanti per allontanarsi dalla zona calda della classifica.

Completano il programma della nona giornata, le partite Freccia Parte Montis-Atletico Sanluri, Gioventù Sportiva Samassi-Gergei, Oristanese-Virtus Villamar e, infine, Seui Arcueri-Villanovafranca.

Andrea Marongiu.

[bing_translator]

Il Carbonia gioca questo pomeriggio ad Arzana, con l’Idolo (dirige Federico Salis di Cagliari, assistenti di linea Matteo Laconi e Paolo Manca di Cagliari) con l’obiettivo di centrare la prima vittoria esterna che potrebbe valere il primo posto, considerato che la capolista Vecchio Borgo Sant’Elia gioca sul difficile campo del Gonnosfanadiga, corsaro sette giorni fa al Monteponi di Iglesias. Le altre tre squadre sulcitane, Monteponi, Carloforte e Villamassargia, appaiate nella zona bassa della classifica con 1 punto, inseguono la prima vittoria, rispettivamente ad Arborea (dirige Stefano Bogo di Oristano, assistenti di linea Marco Navarra ed Annamaria Sabiu di Carbonia), in casa con la SanMarco Sssemini ’80 (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Alberto Renna di Carbonia e Fabrizio Murru di Cagliari) e, infine, in casa con il La Palma Monte Urpinu (dirige Giuseppe Puddu di Oristano, assistenti di linea Alessandro Matta di Cagliari ed Alessandra Usai di Oristano).

Completano il programma della terza giornata, le partite Andromeda-Seulo 2010, Selargius-Sant’Elena e Villasor-Orrolese.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, sulla carta il terzetto di testa formato da Atletico Villaperuccio, Villaciderse e Virtus Villamar, ancora punteggio pieno, dovrebbe continuare la marcia senza scossoni, considerato che giocano tutte e tre in casa, rispettivamente contro Atletico Sanluri, Villanovafranca e Circolo Ricreativo Arborea. Il Cortoghiana, quarto in classifica con 4 punti, insegue la seconda vittoria consecutiva ospitando la Freccia Parte Montis, mentre la Fermassenti, ancora imbattuta, insegue la prima vittoria nel match casalingo con il Seui Arcueri di Giampaolo Grudina. Anche l’Isola di Sant’Antioco cerca la prima vittoria, al Comunale, contro il Gergei; l’Atletico i primi punti nel confronto casalingo con il Sadali.

Completano il programma della terza giornata, le partite Gioventù Sportiva Samassi-Libertas Barumini ed Oristanese-Tharros (derby con tanti ricordi di un calcio più prestigioso per la città di Oristano).

[bing_translator]

Il Carbonia va in vantaggio di due goal dopo soli 7 minuti, chiude il primo tempo avanti sul 3 a 1, ma la Dorgalese rimonta, porta la partita ai supplementari e, dopo aver sprecato un rigore al 120′ (parato splendidamente da Daniele Bove), si impone “cinicamente” alla lotteria dei rigori, per la terza volta fatale al Carbonia in 8 anni tra Eccellenza e Promozione (nel 2010 i minerari persero ai rigori la finale di Coppa Italia di Eccellenza con il Porto Torres; nel 2016 fu il Bosa a negare la gioia di sollevare la Coppa Italia di Promozione, sullo stesso campo del Centro Federale di Sa Rodia a Oristano, teatro della sfida odierna).

E’ stata una grande finale, ricca di goal (3 a 3 al termine dei 90′ regolamentari e dei 30′ supplementari), con mille occasioni da una parte e dall’altra, che avrebbe potuto tranquillamente concludersi 6 a 6, 7 a 7, o con la vittoria di misura, con tantissimi goal, dell’una o dell’altra squadra.

Carbonia e Dorgalese, rispettivamente 6ª e 9ª squadra dei gironi A e B di Promozione, hanno dimostrato di aver un’ottima intelaiatura di squadra ed hanno dato spettacolo nel pomeriggio quasi estivo oristanese. Al Carbonia, alla fine, resta il rammarico per la grandissima occasione mancata, per non aver saputo gestire il doppio vantaggio maturato nel primo tempo, ma anche la consapevolezza di aver dimostrato ancora una volta di saper esprimere un ottimo calcio; analoga la soddisfazione per il bel gioco per la squadra dorgalese, che in più s’è tolta l’enorme soddisfazione di conquistare la prestigiosa Coppa per il secondo anno consecutivo.

Davanti ad un pubblico meno numeroso del previsto (non c’è stato il pieno di due anni fa della finale con il Bosa), al “Tino Carta” di Oristano le due squadre sono scese in campo sotto la direzione del signor Gabriele Caggiari di Cagliari, coadiuvato dagli assistenti di linea Flavio Pisu di Oristano e Francesco Meloni di Cagliari).

L’avvio di partita è stato scioccante per la Dorgalese, sotto di due goal dopo poco più di 7 minuti. Il Carbonia ha sbloccato il risultato con un calcio di rigore di Claudio Cogotti, assegnato per un fallo subito da Momo Cosa, entrato in area dopo una fuga irresistibile sulla fascia sinistra; ed ha raddoppiato dopo una manciata di minuti con Lorenzo Loi, prontissimo ad approfittare ad un errato disimpegno del portiere dorgalese e a superarlo con un diagonale imparabile.

Il doppio svantaggio ha scosso la Dorgalese che al 15′ ha rischiato di subire anche il terzo goal, quando Marco Foddi (alla fine ancora una volta tra i migliori in campo) non è stato abbastanza freddo nella battuta a rete dopo uno scambio con Momo Konatè.

Neanche il tempo di registrare l’occasione mancata dal Carbonia per chiudere il match, che la Dorgalese lo ha riaperto, con un goal del giovane Graziano Malatesta (18 anni), su assist di Giovanni Cadau (36 anni). Un minuto dopo le parti si sono invertite e su assist di Malatesta, Cadau ha sfiorato il pari. Subito dopo, Daniele Bove si è opposto alla grande ad una conclusione di Luca Congiu.

Il Carbonia non è rimasto a guardare e a metà primo tempo ha sfiorato ancora il terzo goal con Momo Cosa, ben servito da Marco Foddi.

Ancora continui capovolgimenti di fronte e al 32′ il Carbonia è andato in goal per la terza volta: l’azione si è sviluppata sulla destra, Simone Giovagnoli si è inserito bene, ha tentato un cross al centro, ne è venuto fuori un pallonetto incredibile che si è infilato sotto l’incrocio dei pali.

La Dorgalese ha sentito il colpo ma ha reagito ancora con orgoglio e buone trame, creando non pochi problemi alla difesa mineraria. Nel finale del tempo, prima Momo Konatè ha sfiorato il quarto goal, poi allo scadere Christian Mameli ha sventato sulla linea di porta un cross di Luca Congiu.

In avvio di ripresa la Dorgalese ha riaperto subito la partita dimezzando lo svantaggio al 3′, con un colpo di testa di Giancarlo Piras (40 anni il prossimo 12 agosto) che ha sorpreso Daniele Bove.

La Dorgalese ha continuato ad attaccare alla ricerca del goal del 3 a 3 che, dopo un’occasione di Riccardo Milia su punizione, ha realizzato al 18′ con un calcio di rigore conquistato e trasformato da Giovanni Cadau.

Al 34′ un episodio che avrebbe potuto cambiare il finale della partita: Alessandro Muggianu, già ammonito, ha commesso un brutto fallo su Francesco Marreddu (16 anni), l’arbitro ha messo mano ai cartellini ed è sembrato pronto ad ammonire il calciatore della Dorgalese ma poi ci ha ripensato, presumibilmente dopo aver ricordato di aver già ammonito lo stesso calciatore ed essersi reso conto che, conseguentemente, lo avrebbe dovuto espellere…

Dopo una serie di sostituzioni da entrambe le parti, al 90′ la Dorgalese ha sfiorato il goal del ko, con Alessio Bruno che ha colpito la parte esterna della traversa su assist di Giovanni Cadau.

Nei due tempi supplementari si sono registrate poche emozioni, con il Carbonia un po’ più vivace con i tanti giovanissimi messi in campo da Andrea Marongiu ma al 120′ l’occasione più clamorosa l’ha avuta la Dorgalese, con un calcio di rigore che Giovanni Cadau non è riuscito a trasformare per la grande reattività di Daniele Bove.

A quel punto, è rimasta solo l’ennesima lotteria dei rigori, che ha visto subito l’errore di Marco Foddi e poi i goal di Fabrizio Lai, Gianni Ruiu, Luca Congiu ed Alessandro Muggianu per la Dorgalese, quelli di Riccardo Milia, Claudio Cogotti ed Alessio Sireus, prima del secondo errore di Simone Giovagnoli che ha reso ininfluente il quinto tentativo della Dorgalese che ha dato sfogo alla grande gioia per la conquista della seconda Coppa Italia consecutiva. Al Carbonia resta tanta amarezza, per la grandissima occasione mancata perché nel giorno in cui l’attacco, non proprio prolifico nel corso di tutta la stagione, si è sbloccato andando a segno ben tre volte, la difesa, autentico punto di forza della squadra, non ha vissuto il pomeriggio migliore, consentendo alla Dorgalese di rientrare in partita, quando questa sembrava quasi chiusa…

Carbonia: Daniele Bove, Simone Giovagnoli, Andrea Bove, Riccardo Milia, Cristian Mameli, Claudio Cogotti, Lorenzo Loi, Marco Foddi, Mohamed Konate, Matteo Cosa, Federico Zucca. A disp. Omar Galizia, Fabio Biccheddu, Fabio Mastino, Luca Orgiana, Alessio Sireus, Francesco Marreddu, Manuele Melis. All. Andrea Marongiu.

Dorgalese: Roberto Sanna, Simone Busu, Ettore Musu, Gianni Ruiu, Franco Solinas, Giancarlo Piras, Giovanni Cadau, Fabrizio Lai, Graziano Malatesta, Alessio Bruno, Luca Congiu. A disp. Salvatore Ruiu, Simone Mameli, Leonardo Nonne, Lorenzo Rodriguez, Alessandro Muggianu, Mauro Loddo, Roberto Fancello. All. Giuseppe Bacciu.

Arbitro: Gabriele Caggiari di Cagliari; assistenti di linea: Flavio Pisu di Oristano e Francesco Meloni di Cagliari.

La Dorgalese martedì 1 maggio affronterà il Tonara, vincitore della Coppa Italia di Eccellenza, per l’assegnazione della Supercoppa regionale.

 

[bing_translator]

Ripartono, dopo una lunga pausa di tre settimane, i campionati regionali di calcio. Nel girone A di Promozione, il calendario propone il big match tra la capolista Arbus ed il La Palma Monte Urpinu, una delle due seconde (l’altra è la San Marco Assemini ’80).

Il Carloforte, deluso per gli ultimi risultati che ormai sembrano averlo tagliato fuori dalla lotta per la promozione, ospita il Sant’Elena (dirige Andrea Senes di Cagliari, assistenti di linea Stefano Siddi e Valeria Spizuoco di Cagliari), mentre il Carbonia gioca sul campo del Vecchio Borgo Sant’Elia (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Flavio Pisu di Oristano ed Annamaria Sabiu di Carbonia), con la testa già alla finalissima della Coppa Italia, in programma il 25 aprile a Oristano, contro la Dorgalese (impostasi ieri in uno dei due anticipi del girone B, sulla Macomerese, per 8 a 1).

Sugli altri campi, si giocano Arborea – San Marco Assemini ’80, Bari Sardo – Gonnosfanadiga, Quartu 2000 – Idolo, Seulo 2010 – Andromeda e, infine, Siliqua – Selargius.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, dopo la vittoria nel confronto diretto, con conseguente sorpasso in vetta alla classifica del Villamassargia sulla Monteponi, la squadra di Giampaolo Murru ospita il Domusnovas, ultimo in classifica, mentre la Monteponi è di scena a Villanovafranca.

Sugli altri campi, sarà derby tra Cortoghiana e Fermassenti, l’Atletico Narcao ospita la Virtus Villamar, l’Atletico Villaperuccio la Gioventù Sarroch, mentre l’Atletico Masainas gioca a Villacidro. Completano il programma della nona giornata di ritorno le partite Libertas – Pula e Senorbì – Gioventù Sportiva Samassi.

Giacomo Sanna (Carloforte).

 

[bing_translator]

Si conclude questo pomeriggio il girone d’andata dei campionati di Promozione e Prima categoria di calcio. Nel girone A di Promozione, la capolista San Marco Assemini ’80, persa l’imbattibilità sette giorni fa nel match casalingo con il La Palma Monte Urpinu, sul campo del Sant’Elena deve assolutamente fare risultato se vuole laurearsi campione d’inverno, considerato che ora la prima inseguitrice, il Carloforte, insegue a soli tre punti ed ha un turno sulla carta favorevole, ospitando il Bari Sardo (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Giovanni Meloni e Diego Massa di Carbonia). L’Arbus ed il La Palma, appaiate al terzo posto a sei punti dalla vetta, giocano rispettivamente sul difficile campo del Selargius, e in casa con l’Idolo di Arzana, una delle formazioni più in forma di questo scorcio di stagione (7 punti nelle ultime 3 giornate, con due larghe vittorie sul Selargius e Gonnosfanadiga, rispettivamente per 3 a 0 e 4 a 0, ed un pari senza goal a Carbonia).

La partita del Carbonia a Gonnosfanadiga (direttore di gara Marco Casula di Ozieri, assistenti di linea Andrea Podda di Cagliari e Michele Volturo di Oristano), è stata posticipata a mercoledì 17 gennaio, alle ore 15.00, a causa di un lutto che ha colpito la società ospitante.

Sugli altri campi, si giocano Andromeda-Arborea, Seulo 2010-Vecchio Borgo Sant’Elia e Siliqua-Quartu 2000.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la capolista Monteponi gioca sul difficile campo della Virtus Villamar, mentre la prima inseguitrice, la Libertas Barumini, affronta l’insidiosa trasferta di Samassi, sul campo della Gioventù Sportiva, terza in classifica e desiderosa di un immediato riscatto dopo l’inattesa sconfitta subita sette giorni fa a Domusnovas.

Il Villamassargia gioca sul campo della Gioventù Sarroch, l’Atletico Villaperuccio ospita il Villanovafranca. Completano il programma dell’ultima giornata del girone d’andata, le partite Senorbì-Cortoghiana, Pula-Fermassenti e Villacidrese-Atletico Narcao.

 

[bing_translator]

Questo pomeriggio il Carbonia affronta uno degli esami più severi della terza parte del campionato che inizia oggi. La squadra di Andrea Marongiu arriva alla sfida con il Guspini Terralba di Sebastiano Pinna con il morale a mille per le tre vittorie consecutive (con 11 goal segnati e nessuno subito) che le hanno permesso di riagganciare il Samassi al comando della classifica, e con la ferma intenzione di riscattare la netta sconfitta subita nella partita del girone d’andata, il 6 novembre al “Carlo Zoboli”, per 2 a 0. La squadra biancoblu avrà al suo seguito, come ogni domenica, il gruppo ultras de “I Briganti”, anche loro con il morale a mille per aver avuto notizia in settimana dell’assegnazione del primo posto alla “Festa biancoblu” nella sezione “Raduni ed Eventi sportivi” al Premio Italive 2016.

Il Guspini Terralba, partito con dichiarate ambizioni di promozione, nelle ultime settimane ha registrato un netto caldo di rendimento e risultati, scivolando a ben 9 punti dalla coppia di testa, anche se ancora al terzo posto, a sua volta con 5 punti di vantaggio sulla quarta in classifica, il Seulo 2010.

Andrea Marongiu ha convocato i seguenti giocatori: Daniele Bove, Alessio Sabiu, Simone Giovagnoli, Michael Graccione, Momo Cosa, Claudio Cogotti, Cristian Mameli, Daniele Guberti, Nicola Serra, Stefano Piredda, Fabio Cuccheddu, Elia Carboni, Mirko Serra, Marco Foddi, Daniele Contu, Stefano Demontis, Alessandro Cosa e Giuseppe Corona. Fischio d’inizio alle ore 15.00, dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Dionigi Mocci e Maurizio Picciau di Cagliari.

Il Samassi gioca in casa contro il Selargius, formazione in salute che domenica scorsa ha battuto per 3 a 2 il Guspini Terralba.

A Iglesias, la Monteponi contro la Frassinetti Elmas (dirige Michele Siro Ibba di Cagliari, assistenti di linea Patrizio Loddi e Andrea Podda di Cagliari) si gioca una buona fetta delle sue speranze di salvezza in questo difficile finale di stagione. Il nuovo tecnico Claudio Sanna ha un compito assai difficile e certamente le prime due partite non hanno dato i risultati sperati, con un pareggio interno con la Villacidrese ed una sconfitta di misura a Carloforte. Oggi i 3 punti costituiscono una tappa obbligata ma la Frassinetti non è certamente un avversario agevole, bisognoso a sua volta di punti per allontanarsi dalla zona più calda della classifica.

Il Carloforte, rilanciato dalla vittoria sulla Monteponi, gioca sul difficile campo del Sant’Elena (dirige Luca Mocci di Oristano, assistenti di linea Andrea Cornacchia e Francesco Usala di Cagliari).

Completano il programma della sesta giornata del girone di ritorno, le partite Siliqua – Barisardo, San Marco – Quartu 2000, Arbus – Tharros e Seulo 2010 – Villacidrese.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, sono in programma le seguenti partite: Virtus Villamar – Atletico Narcao, Gergei – Europa 2008 Domusnovas, Cortoghiana – Gonnosfanadiga, Fermassenti – Guasila, Atletico Villaperuccio – Libertas Barumini, Villamassargia – Sadali e Andromeda – Senorbì.

Il girone C del campionato di Seconda categoria, infine, riparte dopo una nuova giornata di riposo, con le seguenti partite: Teulada – Atletico Masainas, Acquacadda Nuxis – Gonnesa, Antiochense 2013 – Iglesias, Santadi – Is Urigus, Santa Barbara Bacu Abis – Isola di Sant’Antioco e, infine, Perdaxius – Musei.

 

[bing_translator]

Il Carbonia ospita il Quartu 2000 (dirige Eleonora Pili di Cagliari, assistenti di linea Giovanni Meloni di Carbonia e Danilo Gorni di Oristano) a caccia dei 3 punti per tenere il passo del Samassi capolista, nella speranza che magari la stessa possa fare un passo falso nel match casalingo con quel Carloforte (dirige Pasqualino Piras di Alghero, assistenti di linea Mario Pinna e Ilenia Pisano di Oristano) che due settimane fa è stato capace di compiere l’impresa di violare il “Carlo Zoboli” di Carbonia. Il Guspini Terralba, terzo in classifica a 8 lunghezze dal Samassi e a 6 dal Carbonia, ospita la Frassinetti Elmas, prossimo avversario del Carbonia.

Scontro salvezza al Monteponi tra la squadra rossoblu e la Villacidrese (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Mauro Ignazio Cordeddu di Cagliari e Luca Orrù di Carbonia) con punti in palio che valgono doppio se non addirittura triplo.

Completano il programma della giornata le partite: San Marco Assemini ’80 – Selargius, Sant’Elena Quartu – Bari Sardo, San Marco – Selargius, Seulo 2010 – Tharros e Siliqua – Arbus.

Al Comunale “Carlo Zoboli” oggi si rinnova la “festa biancoblu”, con degustazione di specialità culinarie del territorio, musica e divertimento per tutte le età. Organizzano“I Briganti Carbonia 1939”, in collaborazione con il Carbonia calcio e l’associazione “Primavera Sulcitana”.

Ritornando al programma calcistico odierno, per la quarta giornata di ritorno del girone A del campionato di Prima categoria, sono in programma le seguenti partite: Seui Arcueri – Atletico Narcao, Cortoghiana – Europa 2008 Domusnovas, Virus Villamar – Gergei, Fermassenti – Gonnosfanadiga, Atletico Villaperuccio – Guasila, Libetas Barumini – Sadali e Villamassargia – Senorbì.

Per la quinta giornata di ritorno del girone C del campionato di Seconda categoria, infine, si giocano le seguenti partite: Acquacadda Nuxis – Antiochense 1983, Is Urigus – Musei, Iglesias – Perdaxius, Gonnesa – Santa Barbara Bacu Abis, Atletico Masainas – Santadi e, infine, Isola di Sant’Antioco – Teulada.

[bing_translator]

Andrea Marongiu, tecnico del Carbonia.

Andrea Marongiu, tecnico del Carbonia.

Sono in programma questo pomeriggio tre anticipi delle gare di ritorno dei sedicesimi di finale della Coppa Italia dilettanti di calcio. In campo, alle 17.00, San Marco Assemini ’80 – Frassinetti Elmas (andata 0 a 2) e Porto Torres – Stintino (andata 0 a 1), alle 17.30 Dorgalese – Fonni (andata 3 a 1). Tutte le altre partite sono in programma domani, domenica 25 settembre,alle 17.00, tranne Seulo 2010 – Barisardo (andata 3 a 1) e Sef Tempio – Lauras (andata 2 a 0), in programma alle 16.00.

Il Carbonia al Comunale “Carlo Zoboli” ospita la Monteponi (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea William Sunda e Giacono Sanna di Cagliari), forte del netto 3 a 0 maturato 6 giorni fa a Iglesias. La qualificazione pare scontata a favore della squadra di Andrea Marongiu, a una settimana dall’inizio del campionato. Qualificazione pressoché scontata anche tra Siliqua e Carloforte (dirige Giordano Secchi di Carbonia, assistenti di linea Nicola Leoni e Mauro Ignazio Cordeddu di Cagliari), con la squadra di casa che parte dalla netta vittoria per 4 a 2 ottenuta a Carloforte.

Completano il programma le seguenti partite:

Quartu 2000 – Sant’Elena (andata 3 a 3)

Arbus – Guspini Terralba (andata 1 a 3)

Villacidrese – Samassi (andata 0 a 4)

Macomerese – Tharros (andata 3 a 0)

Sorso 1930 – Castelsardo (andata 2 a 1)

Bonorva – Ozierese (andata 1 a 2)

Usinese – Cus Sassari (andata 1 a 1)

Porto Rotondo – Sporting Siniscola (andata 1 a 2).

Il Selargius è già qualificato per il ritiro del Porto Corallo.

 

 

[bing_translator]

Si conclude oggi la stagione regolare dei campionati di Promozione e Prima categoria. Nel girone A di Promozione, già promossa l’Orrolese con una giornata d’anticipo, il Bosa è arbitro del suo destino per la qualificazione al play off promozione con la seconda classificata del girone B, nel quale la situazione è tutta da definire, tra l’Ilvamaddalena al comando con 56 punti, seguita dal Tempio con 53 e dalla coppia Usinese – Sorso 1930 con 52. La squadra vincitrice della Coppa Italia, infatti, ospiterà proprio l’Orrolese (dirige Gianluca Satta di Ozieri, assistenti di linea Gianfilippo Veneruso e Pierluigi Corda di Nuoro) che, sulla carta, non dovrebbe avere più stimoli e potrebbe quindi rivelarsi avversario meno ostico di quel che farebbe pensare il potenziale delle due squadre. Il Carbonia, terzo, gioca a Terralba (dirige Michele Siro Ibba di Cagliari, assistenti di linea Michele Pisano e Filippo Olla di Cagliari) e deve assolutamente vincere per confermare il terzo posto, perché in caso di pareggio o di sconfitta, verrebbe quasi certamente scavalcato dalla Monteponi che dovrebbe avere vita facile con il già retrocesso Senorbì (dirige Giordano Secchi di Carbonia, assistenti di linea Andrea Cornacchia di Cagliari e Luca Orrù di Carbonia).

In coda, retrocesso il Senorbì, il Carloforte, comunque vada a finire la partita interna con il Siliqua (dirige Marco Ambu di Cagliari, assistenti di linea Michele Serra e Maurizio Picciau di Caghliari), disputerà il play out salvezza contro l’Atletico Narcao o il Girasole, con la squadra di Gianni Maricca nettamente favorita, avendo due punti di vantaggio e dovendo giocare in casa con la Tharros (dirige Gabriele Caggiari di Cagliari, assistenti di linea Monica Ortu e Luigi Satta di Cagliari). Il Girasole ospiterà l’Arbus. Completa il programma dell’ultima giornata, la partita Villacidrese-Sant’Elena (Quartu 2000 – Frassinetti Elmas è stata disputata a metà settimana ed è finita in parità, 1 a 1).

Nel girone A di Prima categoria, già promossa la San Marco, il Villamassargia in caso di vittoria nel match casalingo con il Villasimius, verrà ammessa nella graduatoria dei ripescaggi tra le squadre “aventi diritto”. Per la posizione di ogni squadra, all’interno di questa graduatoria, verrà stilata la graduatoria di merito per eventuali ripescaggi al campionato di Promozione fra tutte le cinque squadre seconde classificate secondo i seguenti criteri: 1. anzianità federale da calcolarsi alla stagione in cui è avvenuto l’eventuale ultimo ripescaggio della società interessata; 2. esigenze di territorialità per definizione gironi; 3. preclusione di partecipazione alla graduatoria dei ripescaggi in caso di gravi motivi disciplinari intervenuti nella stagione sportiva 2015/2016.

Per eventuali ripescaggi di ulteriori squadre classificatesi oltre il 2° posto verranno tenuti in considerazione i seguenti criteri: 1. posizione in classifica al termine della stagione sportiva 2015/2016; 2. anzianità federale da calcolarsi alla stagione in cui è avvenuto l’eventuale ultimo ripescaggio della società interessata; 3. preclusione di partecipazione alla graduatoria dei ripescaggi in caso di gravi motivi disciplinari intervenuti nella stagione sportiva 2015/2016.

E’ tutto deciso in coda alla classifica, con la retrocessione diretta in 2ª categoria della 14ª, 15ª e 16ª classificata di ciascuno dei cinque gironi. Con il San Vito, che si è ritirato a inizio stagione, provocando un’alterazione del calendario del girone, con una squadra costretta a riposare ogni domenica (domenica toccherà proprio alla capolista e promossa San Marco), scendono in 2ª categoria Halley Assemini e Iglesias.

 

Il Carbonia deve vincere a Terralba per confermare il terzo posto.

Il Carbonia deve vincere a Terralba per confermare il terzo posto.

[bing_translator]

Sono in programma oggi le partite di ritorno delle semifinali della Coppa Italia Dilettanti di Promozione regionale: Orrolese-Carbonia e Macomerese-Bosa.

Orrolese-Carbonia verrà diretta da Gabriele Caggiari di Cagliari (assistenti di linea Alberto Murru e Luigi Satta di Cagliari), l’inizio è fissato alle ore 15.30. Si parte dal 2 a 2 maturato sette giorni fa a Carbonia.

Macomerese-Bosa verrà diretta da Andrea Pani di Sassari (assistenti di linea Giuseppe Ruzzone e Carlo Sanna di Ozieri), l’inizio è fissato alle ore 18.30. Si p<rte dal 2 a 0 per il Hosa maturato il 2 marzo scorso.

Ricordiamo che sette giorni fa è sfumata a due minuti dalla fine la vittoria del Carbonia sull’Orrolese, capolista del campionato di Promozione, nella partita di andata. Nel primo tempo il Carbonia aveva dominato l’Orrolese, andando in goal prima con Giuseppe Corona, al 13′, poi con Daniele Contu, al 38′. La squadra ospite aveva reagito nel secondo tempo, dimezzando lo svantaggio al 10′ con un calcio di rigore concesso con un discusso fallo di mano in area di Fabiano Todde e trasformato da Alberto Usai.

Il Carbonia aveva poi controllato il gioco e il risultato, rischiando decisamente poco, segnando anche il terzo goal, con Nicola Boi, annullato per fuorigioco di Fabiano Todde, fino al 43′, quando una distrazione del reparto difensivo aveva consentito a Matteo Mura di pareggiare i conti con un bel colpo di testa, su calcio d’angolo battuto da Alberto Usai.

Carbonia - Orrolese 2Goal annullato al CarboniaCarbonia - Orrolese 4 Carbonia - Orrolese 3 Carbonia - Orrolese 1 Giancarlo Porcu Andrea Marongiu copiaStefano Demontis