15 August, 2022
HomePosts Tagged "Massimiliano Grosso"

A distanza di 8 giorni dalle elezioni che lo hanno confermato sindaco di Sant’Antioco, con il 68,06% dei voti validi, Ignazio Locci ha assegnato le deleghe assessoriali ed ha scelto quale suo vice Francesco Garau, il consigliere più votato con 767 preferenze. Il Consiglio comunale si insedierà il 29 giugno prossimo.

Ecco la composizione della nuova Giunta con le relative deleghe:

Francesco Garau: Vice sindaco, Lavori pubblici, Pianificazione urbanistica;

Roberta Serrenti: Coordinamento politiche strategiche per la comunità educante, Turismo e Spettacolo;

Pasquale Renna: Edilizia privata, Suape, Manutenzioni, Verde pubblico, Demanio, Patrimonio, Servizi cimiteriali;

Eleonora Spiga: Politiche sociali;

Luca Mereu: Pubblica Istruzione, Cultura, Beni culturali e archivistici, Parco archeologico e Rapporti con le associazioni.

A queste si aggiungono le deleghe assegnate ai consiglieri comunali: «Benché non componenti formali della Giunta, considero i consiglieri comunali con delega, assessori aggiunti a tutti gli effetti».

Si tratta di:

Rosalba Cossu: delega per la Scuola civica di Musica Don Tore Armeni;

Mario Esu: Protezione civile, Ambiente.

«Il lavoro che ci attendecommenta Ignazio Loccisarà molto più duro ed impegnativo del primo mandato. La città ha riposto grandi aspettative in questo gruppo politico e lo ha dimostrato attribuendoci un consenso senza precedenti. Chiederò a tutti i consiglieri di contribuire al governo di Sant’Antioco. Nessuno deve sentirsi escluso. Dovremo tenere conto delle istanze di tutti.»

Il primo cittadino (che nella formazione della Giunta ha rispettato il mandato popolare attribuendo il ruolo di assessore ai primi cinque in ordine di voti ottenuti) tiene per sé le deleghe al Bilancio, Personale, Tributi e Sport: «Si tratta di incarichi di cui già mi occupavo nella precedente consiliatura ha spiegatoai quali ho aggiunto la delega allo Sport perché desidero un ruolo diretto nella gestione dei rapporti con le nostre associazioni sportive».

Ricordiamo la composizione del nuovo Consiglio comunale, con relative preferenze di eletti e non eletti.

Sindaco Ignazio Locci (3.901 voti, 68,06%).

Maggioranza 11 consiglieri, lista “Nautica, Edilizia e Turismo”: Francesco Garau 767 preferenze, Roberta Serrenti 709, Eleonora Spiga 479, Luca Mereu 389, Pasquale Renna 399, Mario Esu 364, Daniela Massa 339,  Giorgio Corsini 303, Salvatorina Iesu 290, Rosalba Cossu 247, Gianni Inguscio 217. I 5 candidati non eletti: Roberta Manunza 205, Gianni Cauli 167, Valeria Lai 162, Pinello Bullegas 127, Daniela Zara 118.

Minoranza 5 consiglieri, lista “Ester Fadda sindaca”: Ester Fadda (candidata sindaco non eletta con 1.831 voti, 31,94%), Daniela Dessena 522 preferenze, Alberto Fois 460, Mariano Gala 316, Mattia Uccheddu 185. I 12 candidati non eletti: Massimiliano Grosso 158, Monica Matta 114, Irene Pinna 113, Martina Siddi 101, Michela Basciu 97, Enrico Pittau 80, Valentina Tocco 78, Pinella Milia 75, Giorgio Capelli 71, Gianni Carboni 43, Mariagrazia Cabras 26, Adriano Cossa 15.

 

Ignazio Locci, sindaco uscente, eletto cinque anni fa con la lista “Nautica, Edilizia e Turismo” con 2.583 voti (37,96%), davanti ad Alberto Mariano Fois della lista “Genti Noa”), che ottenne 2.334 voti (34,30%), Massimo Melis della lista “Sant’Antioco Attiva”) che ottenne 1.090 voti (16.02%), e Marco Massa della lista “Insieme per Sant’Antioco”), che ottenne 796 voti (11,70%), è candidato sindaco con la stessa lista “Nautica, Edilizia e Turismo”, con 16 candidati alla carica di consigliere comunale (8 uomini e 8 donne): Giuseppe Bullegas noto Pinello, Gianni Cauli, Giorgio Corsini, Rosalba Cossu, Mario Esu, Francesco Garau noto Checco, Salvatorina Iesu, Giovanni Antonio Inguscio noto Gianni, Valeria Lai, Roberta Manunza, Daniela Massa, Gianluca Mereu noto Luca, Pasquale Renna, Roberta Serrenti, Eleonora Spiga, Daniela Zara.
Ester Fadda, imprenditrice titolare di “Prodotti di Sardegna”, consigliera uscente eletta nella lista “Genti Noa”, è la candidata sindaco della lista “Ester Fadda Sindaca”, che propone alla carica di consigliere comunale, 16 candidati (8 uomini e 8 donne): Mariano Emanuele Gala, Mariano Alberto Fois, Daniela Dessena, Massimiliano Grosso, Mattia Uccheddu noto Natuz, Enrico Pittau, Giovanni Carboni noto Gianni, Giorgio Capelli, Martina Siddi, Valentina Tocco, Irene Pinna, Michela Basciu, Monica Matta, Adriano Cossa, Pinella Milia, Maria Grazia Cabras.

[bing_translator]

E’ stato appena istituito, con voto del Consiglio comunale, che il contributo ambientale di soggiorno del comune di Sant’Antioco fa già discutere.

«Davvero pensiamo di risollevare una situazione morta da tempo istituendo come prima cosa una tassa ai danni dei turisti che scelgono Sant’Antioco come meta di vacanza già per l’imminente stagione 2018?» si chiede Massimiliano Grosso, operatore turistico antiochense.

«Credevo che fosse la sinistra l’unica a proporre tasse! Non facciamo altro che lamentare il fatto che vengano imposte nuove tasse, ci si è indignati non poco quando Soru propose la tassa di lusso, e la prima proposta che viene in mente ad un sindaco convintamente di destra è quella di tentare il miglioramento dell’offerta turistica istituendo una tassa che il turismo potrebbe invece penalizzarlo? – aggiunge Massimiliano Grosso -. Io lo trovo bizzarro, se non addirittura da incoscienti. Fra l’altro parliamo di una tassa che, per il fine che dovrebbe avere, è pensata pure male. Sì, perché se, come si è detto, si istituirà una tassa di soggiorno ai danni dei turisti che decideranno di soggiornare per più di una notte a Sant’Antioco, graziando invece coloro che pernotteranno qui per una sola notte, non si incentiveranno certo le persone a trattenersi per più notti da noi, li convinceremo solo che, per evitare di pagare l’obolo, una notte e via sarà più che sufficiente per vedere l’isola. E’ un dato noto a tutti gli operatori turistici che nei mesi di media e bassa stagione viviamo delle briciole di quel turismo itinerante che porta i visitatori a spostarsi da un punto all’altro della Sardegna, con l’obiettivo di vedere il più possibile in una settimana o dieci giorni. Imponendo una tassa a chi sceglierà di trattenersi per due o tre notti a Sant’Antioco, ridurremo ancor di più le possibilità che i turisti scelgano di trascorrere più di una notte da noi e potrebbe addirittura verificarsi che anziché decidere di utilizzare Sant’Antioco come punto di appoggio per vedere anche Calasetta, Porto Pino e altri luoghi limitrofi, gli stessi turisti sceglieranno di soggiornare proprio in queste località del circondario per farne un punto d’appoggio per visitare noi, con un incalcolabile danno economico per chi in quelle poche notti di bassa stagione ancora ci spera… E questo è da rimarcare e da non sottovalutare, soprattutto considerato il fatto che già oggi, visti i costi più bassi dei posti letto in aree come le vicine San Giovanni Suergiu e Matzaccara, ci sono turisti che affittano le case a poco costo nel circondario per poi trascorrere le giornate a costo zero sulle nostre spiagge…»

«Ma anche ammesso che l’istituzione di questa tassa possa avere un senso, abbiamo calcolato, dati alla mano, quanto si stima di ottenere, nel concreto, da questa manovra? Durante la riunione del 18 dicembre fra sindaco, assessore al bilancio e operatori del settore (a cui, però, vorrei rimarcare che, per una falla di comunicazione, erano presenti solo 8 operatori), è emerso un dato che parla di circa 60.000 euro – sottolinea ancora Massimiliano Grosso -. Si tratta di fatto di una cifra veramente irrisoria, con la quale non sarà possibile portare avanti i grandi interventi che la gente si aspetta. Ma anche laddove si puntasse sul discorso che “tutto può fare brodo”, mi fa specie, sinceramente, che un paese a cosiddetta vocazione turistica e una Giunta che nell’acronimo della sua lista elettorale annoverava la voce Turismo fra le tre più importanti, oggi decida, nel capitolo di spesa previsto per il triennio dal 2018 al 2021, di destinare al settore turistico poco più di 35mila euro all’anno su un totale di circa 20 milioni di euro (ne hanno speso quasi il doppio per i dieci giorni di manifestazioni natalizie, per intenderci, che per un’intera programmazione estiva!), salvo poi spacciare per genialata l’idea di recuperare i soldi volutamente destinati ad altro facendo pagare una tassa ai turisti che già pagano cifre esorbitanti per arrivare prima in Sardegna (non dimentichiamo che dal 2011 ad oggi il caro traghetti ha dirottato altrove circa il 70% delle presenze avute fino al 2010) e poi nel nostro territorio (mancando i collegamenti diretti a basso costo con l’aeroporto di Cagliari, il costo di un taxi grava ulteriormente sul bilancio della vacanza).»

«Quindi, dico SI alla tassa di soggiorno, ma dico NO ad attuarla oggi – conclude Massimiliano Grosso –, senza aver prima condotto uno studio adeguato sull’argomento che coinvolga seriamente tutti, e dico tutti, gli operatori del settore.»

 

[bing_translator]

Notte di paura a Maladroxia per il vasto incendio sviluppatosi ieri sera, poco prima delle 21.00, di quasi certe origini dolose, domato solo poco prima dell’alba, intorno alle 4.00, da vigili del fuoco, forestali, barracelli, Assosulcis e volontari. Solo stamane, alle 8.30, sono potuti intervenire due canadair e un elicottero che hanno completato lo spegnimento delle fiamme.

Il fuoco è partito da Funtana Canai, dove l’ex ristorante “L’antico zoppo” è stato evacuato per precauzione. Le fiamme, alimentate dal forte maestrale, hanno trovato facile esca nella vegetazione rinsecchita da mesi di siccità e, una volta superato il canalone, hanno raggiunto la vecchia cava e la borgata di Maladroxia.

Gli incendiari hanno operato con incredibile cinismo, scegliendo l’imbrunire, consapevoli dell’impossibilità di intervenire al buio per i mezzi aerei e spinti dalla volontà di provocare danni molto ingenti, come solo in parte è accaduto solo per lo straordinario impegno profuso dalle squadre intervenute, con mezzi inevitabilmente limitati, per spegnere le fiamme.

A Maladroxia le fiamme hanno minacciato seriamente le prime abitazioni e l’hotel Maladroxia, che è stato evacuato (i 40 ospiti hanno trascorso la notte all’aperto). Intorno alle 3.00 le fiamme sembravano ormai sotto controllo ma di lì a poco sono riesplose con ancora più violenza di prima ed hanno richiesto oltre un’ora di lavoro per evitare il peggio.

La vegetazione della collina sopra Maladroxia è stata letteralmente cancellata, le fiamme hanno raggiunto anche il nuraghe S’Ega de Marteddu. Complessivamente è stata cancellata la vegetazione di ben 100 ettari.

Alleghiamo un ampio album fotografico e video (per il quale ringraziamo Massimiliano Grosso, socio titolare dell’albergo Maladroxia) che documenta il dramma vissuto da centinaia di persone per un’intera notte.

[bing_translator]

Ultime ore di riflessione, prima dell’apertura dei seggi, fissata alle 7.00 di domenica mattina, per l’elezione dei sindaci e dei Consigli comunali. In Sardegna si vota in 64 dei 377 Comuni, 4 nell’ex provincia di Carbonia Iglesias: Sant’Antioco, Carloforte, Portoscuso e Nuxis. Si potrà votare fino alle 23.00. Subito dopo inizierà lo spoglio e dopo un paio d’ore si dovrebbero conoscere i nomi dei nuovi sindaci, mentre l’ufficialità degli eletti nei Consigli comunali si prevede per le prime ore di lunedì.

SANT’ANTIOCO.

Lista “Sant’Antioco Attiva”. Candidato a sindaco: Massimo Melis. Candidati alla carica di consigliere comunale: Luca Cabras, Maria Tiziana Cinquemani, Ilaria Frau, Massimo Giamminelli, Valerio Lecca, Marco Locci, Enrico Marangoni, Salvatore Massa, Daniela Mazzarisi, Michele Mileddu, Filippo Mura, Daniela Pinna, Barbara Piras, Maria Gabriella Piras, Antonio Pittau, Annarella Zedda.

Lista “Genti Noa”. Candidato a sindaco: Alberto Mariano Fois. Candidati alla carica di consigliere comunale: Maria Laura Cara, Sabina Cosseddu, Gabriele Cossu, Daniela Dessena, Jean Francois Dessì, Ester Fadda, Fernando Fois, Massimiliano Grosso, Carlo Lai, Marco Locci, Davide Massa, Marco Matta, Francesco Pani, Alessandra Sanna, Alessandra Ternullo, Mattia Uccheddu.

Lista “Insieme per Sant’Antioco”. Candidato a sindaco: Marco Massa. Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesca Culurgioni, Danilo Crastus, Giovanni Cammilleri, Francesca Mulas, Lucia Pittau, Lino Longu, Paolo Franco Garau, Mario Corongiu, Fernando Volta, Marta Concas, Roberto Lai, Isabella Federico, Enzo Ligas, Bruno Lecca, Mariella Piredda, Tommaso Ennas.

Lista “Nautica, Edilizia e Turismo”. Candidato a sindaco: Ignazio Locci. Candidati alla carica di consigliere comunale: Renato Avellino, Giuseppe Bullegas, Giorgio Corsini, Rosalba Cossu, Mario Esu, Francesco Garau, Salvatorina Iesu, Giovanni Antonio Inguscio, Roberta Manunza, Giangiuseppe Marongiu, Edoardo Mascia, Pasquale Renna, Laura Rubisse, Roberta Serrenti, Eleonora Spiga, Alessandro Vacca.CARLOFORTE.

Lista “Carloforte Rinasce”. Candidato a sindaco: Salvatore Puggioni. Candidati alla carica di consigliere comunale: Aureliana Curcio, Elisabetta Di Bernardo, Antonio Ferraro, Francesco Granara, Gian Franco Grosso, Aureliana Magai, Luigi Migliaccio, Massimo Pala, Gianluigi Mario Penco, Pier Tita Poma, Giambattista Repetto, Cesare Rombi, Stefano Rombi, Sandra Saporito, Angela Marina Strina e Gianni Verderosa.

Lista “Isola di San Pietro”. Candidato a sindaco: Salvatore Biggio. Candidati alla carica di consigliere comunale: Peppino Concas, Giovanni Melis, Anna Maria Valentina Gigli, Giannina Pina Granara, Jennifer Madeddu, Angela Marchetti, Graziella Masala, Giovanni Modaffari, Romualdo Nieddu, Maria Gabriella Olanda, Lorenza Maria del Pilar Parodo, Giuseppe Pascale, Antje Susanne Rath, Anna Maria Scopelliti, Maria Tavella e Carlo Emanuele Volpe.

Lista “Carloforte oltre il 2000”. Candidato a sindaco: Marco Simeone. Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesca Aste, Cesare Biggio, Attilio Borghero, Luz Elena Castano, Nunzia Cimmino, Daniela Concas, Carla Demelas, Luigi Feola, Mariano Froldi, Walter Lalli, Roberto Leinardi, Francesca Leone, Cesare Luxoro, Francesco Opisso, Renzo Rivano, Pierpaolo Porcedda.

PORTOSCUSO.

Lista “Portoscuso insieme”. Candidato a sindaco: Giorgio Alimonda. Candidati alla carica di consigliere comunale: Ignazio Atzori, Stefano Ansaldi, Enrico Atzei, Simona Cappai, Ilaria Dessì, Maria Beatrice Fadda, Salvatore Fois, Roberto Maccioni, Elena Marras, Sara Marrocu, Orietta Mura, Attilio Sanna, Alessio Santus, Attilio Valdes, Ernesto Valdes e Marinella Valdes.

Lista “Portoscuso nel cuore”. Candidato a sindaco: Rossano Loddo. Candidati alla carica di consigliere comunale: Stefano Ariu, Luca Biggio, Federico Cau, Simone Cherenti, Susanna Cuccu, Luca Deidda, Davide Fois, Marinella Rita Grosso, Ilaria Infantino, Marzia Loddo, Erminio Melis, Oriano Melis, Maurizio Nuscis, Laura Serci, Sabrina Tuveri, Daniela Vinci.

NUXIS.

Lista “Prima Nuxis”. Candidato a sindaco: Mariano Nonnis. Candidati alla carica di consigliere comunale: Vincenzo Atzori, Matteo Casula, Ilenia Diana, Anna Maria Rita Fois, Dario Melis, Alessandra Melis, Maria Antonietta Pinna, Gabriele Pintus, Giacomo Pintus, Cristina Puddu, Emanuele Ricciardi, Simone Secci.

Lista “Tempus de cambiamentu”. Candidato a sindaco: Pier Andrea Deias. Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesco Fanutza, Michele Fanutza, Federico Floris, Romeo Ghilleri, Alessandra Lai, Francesco Manca, Roberta Nonnis, Pamela Pubusa, Stefania Satta, Salvatore Secci, Maurizio Vacca.

Lista “Per Nuxis”. Candidato a sindaco: Andrea Pubusa. Candidati alla carica di consigliere comunale: Giangiacomo Aru, Manuela Colaci, Francesco Crobeddu, Roberto Curreli, Martina Lampis, Elisabetta Mele, Alessio Pilisi, Michele Pilisi, Susanna Pilisi, Luciano Pintus, Luca Pisanu, Marta Pisanu.

[bing_translator]

Ultimi giorni di campagna elettorale per le Amministrative in programma domenica 11 giugno. A Sant’Antioco sono quattro i candidati alla carica di sindaco e 64 i candidati alla carica di consigliere comunale.

Tra i candidati a sindaco non c’è il sindaco uscente Mario Corongiu che ha completato i due mandati previsti come limite massimo dal Testo unico per l’ordinamento degli enti locali nei Comuni con una popolazione superiore ai 3.000 abitanti, e si è candidato alla carica di consigliere comunale nella lista “Insieme per Sant’Antioco” che candida a sindaco Marco Massa, vicesindaco uscente.

Gli altri tre candidati sono Ignazio Locci, vicepresidente del Consiglio regionale, che guida la lista “Nautica, Edilizia e Turismo”; Alberto Mariano Fois, candidato della lista “Genti Noa”; e, infine, Massimo Melis, candidato della lista “Sant’Antioco Attiva”.

Di seguito, le quattro liste con tutti i candidati, nell’ordine di pubblicazione sulla scheda elettorale.

Lista “Sant’Antioco Attiva”. Candidato a sindaco: Massimo Melis. Candidati alla carica di consigliere comunale: Luca Cabras, Maria Tiziana Cinquemani, Ilaria Frau, Massimo Giamminelli, Valerio Lecca, Marco Locci, Enrico Marangoni, Salvatore Massa, Daniela Mazzarisi, Michele Mileddu, Filippo Mura, Daniela Pinna, Barbara Piras, Maria Gabriella Piras, Antonio Pittau, Annarella Zedda.

Lista “Genti Noa”. Candidato a sindaco: Alberto Mariano Fois. Candidati alla carica di consigliere comunale: Maria Laura Cara, Sabina Cosseddu, Gabriele Cossu, Daniela Dessena, Jean Francois Dessì, Ester Fadda, Fernando Fois, Massimiliano Grosso, Carlo Lai, Marco Locci, Davide Massa, Marco Matta, Francesco Pani, Alessandra Sanna, Alessandra Ternullo, Mattia Uccheddu.

Lista “Insieme per Sant’Antioco”. Candidato a sindaco: Marco Massa. Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesca Culurgioni, Danilo Crastus, Giovanni Cammilleri, Francesca Mulas, Lucia Pittau, Lino Longu, Paolo Franco Garau, Mario Corongiu, Fernando Volta, Marta Concas, Roberto Lai, Isabella Federico, Enzo Ligas, Bruno Lecca, Mariella Piredda, Tommaso Ennas.

Lista “Nautica, Edilizia e Turismo”. Candidato a sindaco: Ignazio Locci. Candidati alla carica di consigliere comunale: Renato Avellino, Giuseppe Bullegas, Giorgio Corsini, Rosalba Cossu, Mario Esu, Francesco Garau, Salvatorina Iesu, Giovanni Antonio Inguscio, Roberta Manunza, Giangiuseppe Marongiu, Edoardo Mascia, Pasquale Renna, Laura Rubisse, Roberta Serrenti, Eleonora Spiga, Alessandro Vacca.

Nadia Pische ha intervistato i quattro candidati alla carica di sindaco.

 

 

 

 

 

[bing_translator]

Sono quattro, come previsto, le liste presentate a Sant’Antioco per le amministrative dell’11 giugno 2017 che determineranno l’elezione del nuovo sindaco e del nuovo Consiglio comunale. Quattro candidati alla carica di sindaco, dunque, e 64 candidati alla carica di consigliere comunale.

Tra i candidati a sindaco non c’è il sindaco uscente Mario Corongiu che ha completato i due mandati previsti come limite massimo dal Testo unico per l’ordinamento degli enti locali nei Comuni con una popolazione superiore ai 3.000 abitanti, e si è candidato alla carica di consigliere comunale nella lista “Insieme per Sant’Antioco” che candida a sindaco Marco Massa, vicesindaco uscente.

Gli altri tre candidati sono Ignazio Locci, vicepresidente del Consiglio regionale, che guida la lista “Nautica, Edilizia e Turismo”; Alberto Mariano Fois, candidato della lista “Genti Noa”; e, infine, Massimo Melis, candidato della lista “Sant’Antioco Attiva”.

Di seguito, le quattro liste con tutti i candidati.

Lista “Insieme per Sant’Antioco”. Candidato a sindaco: Marco Massa. Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesca Culurgioni, Danilo Crastus, Giovanni Cammilleri, Francesca Mulas, Lucia Pittau, Lino Longu, Paolo Franco Garau, Mario Corongiu, Fernando Volta, Marta Concas, Roberto Lai, Isabella Federico, Enzo Ligas, Bruno Lecca, Mariella Piredda, Tommaso Ennas.

Lista “Nautica, Edilizia e Turismo”. Candidato a sindaco: Ignazio Locci. Candidati alla carica di consigliere comunale: Renato Avellino, Giuseppe Bullegas, Giorgio Corsini, Rosalba Cossu, Mario Esu, Francesco Garau, Salvatorina Iesu, Giovanni Antonio Inguscio, Roberta Manunza, Giangiuseppe Marongiu, Edoardo Mascia, Pasquale Renna, Laura Rubisse, Roberta Serrenti, Eleonora Spiga, Alessandro Vacca.

Lista “Genti Noa”. Candidato a sindaco: Alberto Mariano Fois. Candidati alla carica di consigliere comunale: Maria Laura Cara, Sabina Cosseddu, Gabriele Cossu, Daniela Dessena, Jean Francois Dessì, Ester Fadda, Fernando Fois, Massimiliano Grosso, Carlo Lai, Marco Locci, Davide Massa, Marco Matta, Francesco Pani, Alessandra Sanna, Alessandra Ternullo, Mattia Uccheddu.

Lista “Sant’Antioco Attiva”. Candidato a sindaco: Massimo Melis. Candidati alla carica di consigliere comunale: Luca Cabras, Maria Tiziana Cinquemani, Ilaria Frau, Massimo Giamminelli, Valerio Lecca, Marco Locci, Enrico Marangoni, Salvatore Massa, Daniela Mazzarisi, Michele Mileddu, Filippo Mura, Daniela Pinna, Barbara Piras, Maria Gabriella Piras, Antonio Pittau, Annarella Zedda.

 

[bing_translator]

Alberto Mariano Fois, 45 anni, è il candidato a sindaco della lista “Genti Noa” per le amministrative del comune di Sant’Antioco dell’11 giugno 2017. Alberto Mariano Fois, avvocato, si candidò la prima volta nel 2012, con lo stesso progetto civico, classificandosi  al terzo posto, con 1.382 voti, dietro il sindaco eletto Mario Corongiu (lista Impegno, 2.264 voti) e Gianni Locci (lista Città Nuova, 2.113 voti).

La lista di sedici candidati alla carica di consigliere comunale comprende 10 candidati di genere maschile e 6 candidati di genere femminile; Maria Laura Cara, Sabina Cosseddu, Gabriele Cossu, Daniela Dessena, Jean Francois Dessì, Ester Fadda, Fernando Fois, Massimiliano Grosso, Carlo Lai, Marco Locci, Davide Massa, Marco Matta, Francesco Pani, Alessandra Sanna, Alessandra Ternullo e Mattia Uccheddu.