23 September, 2021
HomePosts Tagged "Michele Volturo"

[bing_translator]

Uno dei migliori arbitri dell’ultima generazione, Alberto Enrico Argiolas di Cagliari (assistenti di linea Andrea Papalini di Nuoro e Michele Volturo di Oristano) è stato designato per dirigere questo pomeriggio Cortoghiana-Sant’Elena, la partita più attesa della settima giornata di ritorno del girone A del campionato di Promozione regionale (è l’arbitro che lo scorso 8 febbraio ha diretto, ad Oristano, la finalissima della Coppa Italia di Eccellenza regionale, tra Carbonia ed Atletico Uri).

Il Cortoghiana, archiviata la Coppa Italia con l’eliminazione in semifinale nel doppio confronto con la Macomerese (0 a 1 in casa, 0 a 0 in 10 uomini per 70′ in trasferta), si rituffa nel campionato deciso a continuare a coltivare il sogno play-off, contro un avversario molto forte, diretto rivale nella lotta al vertice della classifica.

Il Villamassargia gioca sul difficile campo di Gonnosfanadiga, alla caccia dei punti necessari per raggiungere la definitiva tranquillità, in una classifica già abbastanza rassicurante (dirige Alessandro Manno di Cagliari, assistenti di linea Filippo Noschese di Oristano e Nicola Mascia di Cagliari.

La Monteponi ritrova il suo bomber Samuele Curreli, reduce da due giornate di squalifica, su un campo assai ostico qual è quello del Buddusò, una delle formazioni più in forma, reduce da una sconfitta di misura subita sul campo del Tortolì (0 a 1), dopo ben 7 vittorie consecutive (dirige Riccardo Mattu di Oristano, assistenti di linea Giacomo Sanna di Cagliari e Vincenzo Puggioni di Sassari).

Completano il programma della giornata, le partite Andromeda-Tonara, Idolo-Arborea, Orrolese-Tortolì, Seulo 2010-Selargius. Nell’anticipo disputato ieri, la Sigma De Amicis 1979 ha vinto di misura, 1 a 0, sul campo della Villacidrese.

Il girone B del campionato di Prima Categoria riaperte, dopo una giornata di riposo, con Tharros ed Atletico Narcao, divise al vertice della classifica da due soli punti, decise a darsi battaglia per la conquista della promozione diretta alla categoria superiore. La squadra oristanese, reduce a un periodo difficile, ospita la Virtus Villamar, l’Atletico Narcao gioca pure in casa con la Freccia Parte Montis. La Fermassenti cerca di tenere il passo alle spalle delle prime sul campo della Francesco Bellu, a Terralba; l’Atletico Villaperuccio, reduce da una bellissima serie di 7 vittorie nelle ultime 9 giornate che hanno consentito di risalire fino all’11ª posizione con 27 punti, ospita la Virtus San Sperate 2002; l’Antiochense, infine, si gioca probabilmente le ultime speranze di rientrare in corsa per agganciare almeno i play-out per la salvezza, nel match casalingo con la Nuova San Marco di Cabras.

Completano il programma della giornata, le partite Gergei-Gioventù Sportiva Samassi, Calcio Capoterra-Sadali e Libertas Barumini-Santa Giusta Calcio.

 

[bing_translator]

Assimilata “l’ubriacatura di gioia” scaturita dalla “storica” conquista della Coppa Italia, a tre giorni dall’esordio nelle finali nazionali, previsto mercoledì 26 febbraio a Monterotondo Scalo, dopo la convincente vittoria di Li Punti, il Carbonia si rituffa oggi nel campionato di Eccellenza, per affrontare uno degli ostacoli più insidiosi che restano sulla strada che porta alla promozione in serie D: la Ferrini di Sebastiano Pinna (dirigerà Francesco Loiodice di Collegno, assistenti di linea Alessio Evangelisti e Michele Volturo di Oristano). Non devono ingannare i risultati maturati nei tre incontri precedenti disputati tra Coppa Italia e campionato, stradominati dalla squadra di Andrea Marongiu (tre larghe vittorie: 6 a 1 in casa e 4 a 1 in trasferta in Coppa Italia, 2 a 0 in trasferta in campionato), perché la squadra cagliaritana, dopo un periodo di flessione seguito allo splendido avvio di stagione che l’aveva lanciata in testa alla classifica, da alcune settimane ha ripreso a marciare brillantemente e, dopo la sconfitta di misura subita a Castiadas, ha infilato due vittorie consecutive ed un pareggio interno senza goal con l’Ossese (con un calcio di rigore parato dal portiere ospite) ed occupa la quinta posizione in classifica a apri punti con l’Atletico Uri, a cinque lunghezze dalla terza posizione dell’Ossese.

Il Carbonia è cambiato rispetto al girone d’andata e alle sfide dei quarti di Coppa Italia. Nella manifestazione tricolore, le due sfide si svilupparono nel segno di Samuele Curreli, autore di un poker di goal nella partita casalinga e di uno in trasferta, ed oggi al centro dell’attacco biancoblu c’è un altro grande bomber, Giuseppe Meloni, decisivo con una sua prodezza nella finale di Coppa Italia con l’Atletico Uri ed in goal già otto volte nelle sette partite disputate in campionato. Andrea Marongiu deve fare a meno di Federico Boi, squalificato per una giornata dal giudice sportivo per recidività in ammonizioni, al cui posto con ogni probabilità giocherà Matteo Saias, al fianco di Luigi Pinna. Per il resto, dovrebbe essere confermata la squadra che ha iniziato le ultime due partite, con Antonio Fortuna tra i pali, i fuoriquota Fabio Mastino e Gioele Zedda esterni bassi, Stefano Demurtas e Marcello Angheleddu in mezzo al campo, Mattia Cordeddu e Suku Kassama Sariang esterni alti, Giuseppe Meloni ed Alessio Figos coppia d’attacco.

La prima rivale del Carbonia nella lotta al vertice, il Castiadas, ospita l’Atletico Uri, sulla carta uno degli avversari più ostici, battuto con onore nella finale di Coppa Italia dal Carbonia, già capace di battere il Castiadas nella sfida del girone d’andata, 2 a 1 in rimonta.

L’Ossese, scivolata a 7 punti dalla vetta dopo il pari di Carbonia, a seguito della sconfitta interna subita con la Nuorese e del pari sul campo della Ferrini, ospita la San Marco; la Nuorese, priva degli squalificati Matteo Secchi e Fabio Cocco, appiedati dal giudice sportivo per due giornate dopo la sconfitta interna subita con la Kosmoto Monastir, ora a 9 punti dalla vetta, gioca sul campo del Guspini di Giampaolo Murru (dirige Luca Casula di Carbonia, assistenti di linea Francesco Meloni di Cagliari e Pietro Fae di Ozieri). In panchina fa il suo esordio Gianluca Peddio, subentrato al dimissionario Antonio Prastaro.

Sugli altri campi, infine, si giocano Ghilarza-Li Punti, La Palma Monte Urpinu-Bosa, Kosmoto Monastir-Arbus e Porto Rotondo-Taloro.

[bing_translator]

Il Carbonia ritorna sul campo di via delle Aie, a Decimonannu, per affrontare la San Marco Assemini ’80 (dirige Federico Isu di Cagliari, assistenti di linea Michele Volturo e Flavio Pisu di Oristano), a distanza di quasi 5 mesi dalla gara di andata degli ottavi di Coppa Italia, nella quale si impose nettamente per 4 a 1, con una tripletta di Samuele Curreli. Rispetto a quel giorno e anche alla gara di andata in campionato, decisa da un calcio di rigore trasformato da Marcello Angheleddu, tante cose sono cambiate, non tanto per il Carbonia, che ha continuato a marciare con autorità, sia in campionato sia in Coppa Italia (manifestazione nella quale sabato 8 febbraio è attesa dalla finalissima di Oristano con l’Atletico Uri), quanto per la San Marco Assemini ’80, che si è assestata, anche con alcuni nuovi innesti, e in classifica occupa una tranquilla nona posizione con 22 punti, in condominio con l’Arbus. La squadra campidanese arriva all’appuntamento odierno con la capolista reduce dall’impresa esterna sul campo del La Palma Monte Urpinu di Graziano Mannu (tornato sul mercato in settimana con gli inserimenti del brasiliano Matheus Mendes e del nigeriano Salif Moussa).

Il Carbonia arriva a Decimomannu fortemente motivato e deciso a conquistare i 3 punti, dopo il pari interno con l’Ossese che ha parzialmente frenato la sua marcia decisa in testa alla classifica. Le due principali avversarie nella corsa verso la serie D, Castiadas ed Ossese, giocano pure in trasferta, rispettivamente a Bosa e Guspini.

Sugli altri campi, la Nuorese cerca il riscatto, dopo tre sconfitte consecutive, al “Frogheri”, contro l’Arbus; l’Atletico Uri insegue la settima vittoria consecutiva nel match casalingo cin il Porto Rotondo; il La Palma Monte Urpinu cerca punti a…Li Punti; la Ferrini ospita il Ghilarza; il Taloro Gavoi, infine, la Kosmoto Monastir.

[bing_translator]

Il Carbonia tenta un nuovo allungo in testa alla classifica del campionato di Eccellenza regionale. Questo pomeriggio, al Comunale “Carlo Zoboli”, inizio ore 15.00, la squadra di Andrea Marongiu, ospita il Porto Rotondo (dirigerà Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Michele Volturo e Filippo Noschese di Oristano), formazione che occupa il penultimo posto in classifica, mentre le più immediate inseguitrici sono attese, almeno sulla carta, da avversari decisamente più insidiosi: la Ferrini di Sebastiano Pinna ospita l’Atletico Uri, fin qui deludente in campionato e fresca della qualificazione alla finalissima della Coppa Italia, che la vedrà protagonista proprio contro il Carbonia, il prossimo 8 febbraio 2020; il Castiadas giocherà sul campo del Ghilarza, reduce dalla sconfitta di misura subita ad Arbus, ma anche dalle precedenti quattro vittorie consecutive che l’hanno rilanciata in classifica alle spalle delle prime.

Andrea Marongiu alla vigilia ha catechizzato i suoi calciatori per evitare di sottovalutare il Porto Rotondo. Il tecnico biancoblu si attende una nuova prestazione all’altezza, per continuare a tenere a distanza le più dirette concorrenti. La squadra è in salute, lo ha confermato anche nella semifinale della Coppa Italia contro l’Arbus, ed in campionato, dove è l’unica squadra ancora imbattuta, è reduce da sette vittorie nelle ultime otto giornate.

Sugli altri campi, si giocano Guspini-Arbus, La Palma (Franco Giordano esordirà in panchina al posto del dimissionario Paolo Busanca)-Nuorese, Li Punti-Bosa, Ossese-Kosmoto Mopnastir e, infine, San Marco Assemini ’80-Taloro Gavoi.

 

[bing_translator]

E’ un Carbonia orfano di Samuele Curreli, appiedato per due giornate dal giudice sportivo dopo l’espulsione di Ossi, quello che scende in campo alle 16.00 contro la San Marco Assemini ’80. Il più probabile sostituito è il ventenne attaccante gambiano Suku Kassama Sariang, già in goal nella trasferta di Ghilarza. L’avversario odierno, la San Marco Assemini ’80, eliminato agevolmente in Coppa Italia (4 a 1 in trasferta, 3 a 0 in casa), dopo aver rinforzato l’organico con l’inserimento dell’esterno d’attacco camerunense Marcelin Zeutsa, avrà in panchina un nuovo allenatore, perché Gianfranco Ibba s’è dimesso e la società lo ha sostituito con Bebo Antinori. Carbonia-San Marco Assemini 80 sarà diretta Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Riccardo Loi e Michele Volturo di Oristano.

Sugli altri campi, si giocano: Arbus-Nuorese, Castiadas-Bosa, Ghilarza-Ferirni, La Palma Monte Urpinu-Li Punti, Kosmoto Monastir-Taloro Gavoi, Ossese-Guspini e Porto Rotondo-Atletico Uri.

Nel girone B del campionato di Promozione, giunto alla terza giornata, il Cortoghiana cerca una nuova conferma sul campo del Tortolì, la Monteponi una riscossa dopo il negativo avvio di stagione, in casa con l’Idolo, il Villamassargia il secondo risultato positivo ad Arborea. Sugli altri campi si giocano1979 Sigma De Anicis-Gonnosfanadiga, Andromeda-Buddusò, Selargius-Sant’Elena, Seulo 2010-Orrolese e, infine, Tonara-Villacidrese.

Non ci sarà Samuele Curreli, appiedato per due giornate dal giudice sportivo dopo l’espulsione di Ossi, nel Carbonia che domenica ospiterà la San Marco Assemini ’80. Lo stop del bomber originario di Narcao, autore di 7 goal nelle prime tre partite ufficiali (5 nelle due partite di Coppa Italia con la San Marco Assemini ’80, 2 all’esordio in campionato von la Nuorese) era atteso e costringerà il tecnico biancoblu Andrea Marongiu a modificare l’assetto dell’attacco, anche nella successiva trasferta di Guspini. L’avversario di domenica, la San Marco Assemini ’80, eliminato agevolmente in Coppa Italia (4 a 1 in trasferta, 3 a 0 in casa), dopo aver rinforzato l’organico con l’inserimento dell’esterno d’attacco camerunense Marcelin Zeutsa, avrà in panchina un nuovo allenatore, perché Gianfranco Ibba s’è dimesso e la società lo ha sostituito con Bebo Antinori. Carbonia – San Marco Assemini 80 avrà inizio alle 16.00 e sarà diretta Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Riccardo Loi e Michele Volturo di Oristano.

[bing_translator]

Inizia questo pomeriggio, alle 16.00, allo Stadio Comunale “Carlo Zoboli”, contro la Nuorese, la nuova avventura del Carbonia nel campionato di Eccellenza regionale. Dirige (dirige Andrea Senes di Cagliari, assistenti di linea Riccardo Loi e Michele Volturo di Oristano). Ad aprire una stagione che riporta la squadra biancoblu nella massima categoria del calcio regionale, dopo un’assenza di sei stagioni, è la sfida più attesa, quella con la squadra barbaricina, probabilmente la più accreditata per la vittoria finale. Il nuovo Carbonia è stato costruito con l’ambizione di competere ai vertici e, non a caso, gli osservatori accreditano la squadra di Andrea Marongiu come la concorrente meglio attrezzata, insieme all’Atletico Uri, per contrastare il cammino della Nuorese verso l’obiettivo finale della promozione in serie D.

Gli ottavi di finale della Coppa Italia hanno messo subito in mostra Nuorese e Carbonia, qualificatesi senza problemi nel doppio confronto con Porto Rotondo (3 a 1 in trasferta e 7 a 0 in casa per la Nuorese) e San Marco Assemini ’80 (4 a 1 in trasferta e 3 a 0 in casa per il Carbonia), ma anche l’Atletico Uri ha superato il turno, ribaltando in trasferta, 4 a 3, la sconfitta casalinga all’esordio con l’Ossese.

Andrea Marongiu dovrà fare a meno di Marcello Angheleddu, squalificato nella parte finale della scorsa stagione, assenza che probabilmente verrà coperta con l’impiego del fuoriquota Nicola Serra, 19enne con esperienza in serie D e in Eccellenza, con Latte Dolce e Castiadas, cresciuto nel Carbonia, dove è tornato nel mercato autunnale della scorsa stagione.

Tra i tifosi c’è grande attesa per vedere all’opera il nuovo Carbonia e sulla tribunale del “Carlo Zoboli” è atteso il pubblico delle grandi occasioni, attratto anche dal fascino di una sfida che ha scritto pagine prestigiose nella storia del calcio sardo, anche tra i professionisti.

Sugli altri campi, si giocano le seguenti partite: Atletico Uri-Taloro Gavoi, Bosa-Arbus, Ferrini Cagliari-Porto Rotondo, Guspini (all’esordio in panchina il nuovo tecnico Giampaolo Murru)-La Palma Monte Urpinu, Li Punti-Kosmoto Monastir, Polisportiva Ossese-Ghilarza, San Marco Assemini ’80-Castiadas.

 

[bing_translator]

Dopo due settimane di pausa, il campionato di Promozione regionale riparte per lo sprint finale. Questo pomeriggio sono in programma le partite della penultima giornata della stagione regolare, con le maggiori attenzioni concentrate sulla corsa verso il primo posto che assegna la promozione diretta in Eccellenza, per la quale sono in corsa il La Palma Monte Urpinu e la San Marco Assemini ’80, divise da due punti, a sette giorni dal confronto diretto. Oggi, alle 16.00, la capolista La Palma Monte Urpinu ospita il Carbonia di Fabio Piras (dirige Eleonora Pili di Cagliari, assistenti di linea Michele Volturo di Oristano e Marco Ambu di Cagliari), che assorbito la delusione per la mancata qualificazione alla finale della Coppa Italia, poi vinta dal Valledoria sull’Orrolese giovedì 25 aprile, prepara la Coppa Primavera, playoff finale che potrebbe aprire le porte dell’Eccellenza alla prima squadra classificata nel mini torno tra le seconde e le terze classificate dei due giorni. Nel girone d’andata, a Carbonia, la squadra biancoblu si impose di misura con un goal di Fabrizio Casu.

La San Marco Assemini ’80 gioca a Selargius, campo non facile, dove deve assolutamente vincere per non dover legare al risultato di La Palma Monte Urpinu-Carbonia le residue speranze di riagganciare il primo posto.

La Monteponi, protagonista assoluta del girone di ritorno, chiude gli impegni casalinghi ospitando il Villasor (dirige Gianluca Deriu di Oristano, assistenti di linea Fabrizio Murru di Cagliari e Alessandra Usai di Oristano). L’obiettivo della squadra di Andrea Marongiu è vincere per conservare il quarto posto e magari aiutare Samuele Curreli a conquistare il titolo di capocannoniere del girone, attualmente condiviso con il cannoniere della San Marco Assemini ’80 Silvio Fanni con 16 reti, una in più di Salvatorangelo Boi del Seulo 2010.

Il Villamassargia di Giampaolo Murru affronta a Seulo l’ultima trasferta di una stagione brillantissima, andata al di là di ogni più ottimistica previsione dopo la promozione dalla Prima Categoria (dirige Stefano Bogo di Oristano, assistenti di linea Filippo Noschese e Mirko Pili di Oristano). Vincendo, potrebbe giocarsi il quarto posto con la Monteponi, nel derby casalingo dell’ultima giornata.

Il Carloforte di Massimo Comparetti, già retrocesso da diverse settimane, è di scena sul campo del Vecchio Borgo Sant’Elia (dirige Federico Salis di Cagliari, assistenti di linea Martino Fadda e Annamaria Sabiu di Carbonia).

Completano il programma della giornata, le partite Arborea-Andromeda, Orrolese-Idolo e Sant’Elena Quartu-Gonnosfanadiga.

Il girone B del campionato di Prima Categoria è giunto alla quattordicesima giornata del girone di ritorno. La capolista Freccia Parte Montis ospita l’Atletico Villaperuccio, mentre la prima inseguitrice Villacidrese gioca sul difficile campo della Fermassenti, formazione in ripresa ed ancora in corsa per le primissime posizioni (è quarta a 6 lunghezze dalla vetta). Derby tra Cortoghiana ed Atletico Narcao (terza e quarta in classifica) ed impegnativa trasferta per la pericolante Isola di Sant’Antioco sul campo della Libertas Barumini.

Sugli altri campi, si giocano Villanovafranca-Atletico Sanluri, Tharros-Circolo Ricreativo Arborea, Sadali-Gergei, Gioventù Sportiva Samassi-Oristanese e, infine, Seui Arcueri-Virtus Villamar.

[bing_translator]

Il Villamassargia di Giampaolo Murru, 4° in classifica.

Il girone A del campionato di Promozione regionale arriva oggi a due terzi del cammino della stagione regolare. Alle 15.00 si giocano le partite della quinta giornata del girone di ritorno, con alcuni scontri ricchi di motivi di interesse. In evidenza il derby tra Carbonia e Carloforte (dirige Mattia Capotosto di Oristano, assistenti di linea Riccardo Loi e Michele Volturo di Oristano), con la squadra di Fabio Piras decisa a continuare la marcia di riavvicinamento alla vetta della classifica, distante 7 lunghezze, e quella di Massimo Comparetti alla ricerca disperata di punti per evitare la retrocessione anticipata in Eccellenza che l’attuale classifica rende quasi inevitabile. Il Carbonia è in forma, come ha dimostrato sette giorni fa a Villamassargia, dove ha centrato la sesta vittoria nelle ultime sette partite disputate e con i tanti ex non vuole mancare l’occasione favorevole, aspettando magari buone notizie dal campo della San Marco Assemini ’80, dove la capolista ospita il Villamassargia di Giampaolo Murru (dirige Matteo Manis di Oristano, assistenti di linea Martino Fadda di Carbonia e Marco Ambu di Cagliari). Michel Milia e compagni arrivano a questo appuntamento da due sconfitte consecutive con La Palma Monte Urpinu e Carbonia, entrambe per 1 a 0, ma anche con le due grandi avversarie della San Marco Assemini ’80 hanno confermato tutto ciò che di buono hanno fatto in questa straordinaria stagione da matricola.

La Monteponi, una delle squadre più in forma del girone con 7 vittorie nelle ultime 8 partite, ospita il Sant’Elena Quartu (dirige Andrea Senes di Cagliari, assistenti di linea Alessandro Matta di Cagliari e Mirko Pili di Oristano). La squadra di Andrea Marongiu, il tecnico che ha rigenerato la squadra rossoblu, rifatta quasi interamente al mercato di riparazione dopo il disastroso avvio di stagione, ha la grande occasione per continuare a vincere e per fare quindi un ulteriore sostanzioso passo in avanti verso il traguardo finale della salvezza, già ora non lontano (Samuele Curreli e compagni hanno 6 punti di vantaggio sulla quart’ultima posizione).

Il programma della giornata è completato dalle seguenti partite: Idolo-Selargius, La Palma Monte Urpinu-Villasor, Orrolese-Gonnosfanadiga, Seulo 2010-Arborea e, infine, Veccgio Borgo Sant’Elia-Andromeda.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, giunto alla terza giornata di ritorno, la capolista Villacidrese gioca sul campo del Villanovafranca. Cortoghiana e Fermassenti, prima due inseguitrici, giocano entrambe in trasferta, rispettivamente sui campi del Seui Arcueri e della Freccia Parte Montis di Mogoro (quest’ultima, una delle squadre più in forma del girone).

Giocano in trasferta anche le altre tre squadre sulcitane: l’Atletico Villaperuccio sul campo dell’Atletico Sanluri, l’Atletico Narcao a Sadali, l’Isola di Sant’Antioco a Gergei (la squadra che domenica scorsa ha inflitto la prima sconfitta stagionale al Cortoghiana).

Completano il programma della giornata, le partite Libertas Barumini-Gioventù Sportiva Samassi, Circolo Ricreativo Arborea.Virtus Villamar e, infine, il derby della città di Eleonora, tra Tharros ed Oristanese.

[bing_translator]

A distanza di poco più di un mese dalla sfida di Coppa Italia, Carbonia e Villamassargia si ritrovano una di fronte all’altra questo pomeriggio, alle 16.00, al Comunale “Carlo Zoboli” (dirige Eleonora Pili di Cagliari, assistenti di linea Martino Fadda ed Annamaria Sabiu di Carbonia), per la quarta giornata di andata del campionato di Promozione regionale. I biancoblu arrivano a questo derby con un bilancio di 5 punti nelle prime tre giornate e dal vittorioso derby di andata del secondo turno di Coppa Italia con la Monteponi (4 a 2), la squadra di Giampaolo Murru, eliminata dal Carbonia in Coppa Italia, con un bilancio di 2 punti, frutto di due pareggi casalinghi, nelle tre partite disputate in campionato.

La Monteponi ospita il Selargius (dirige Paolo Carta di Oristano, assistenti di linea Fabrizio Murru ed Alessandro Matta di Cagliari) con l’imperativo d’obbligo della vittoria, per superare le incertezze dell’avvio di stagione e riportare fiducia ed entusiasmo nell’ambiente. Il Carloforte ad Arzana, contro l’Idolo (dirige Antonio Pergola di Cagliari, assistenti di linea Michele Volturo e Filippo Noschese di Cagliari), va a caccia di punti per migliorare il magro bilancio delle prime tre giornate.

Sugli altri campi, si giocano La Palma Monte Urpinu – Gonnosfanadiga, Orrolese-Andromeda, San Marco Assemini ’80-Villasor, Seulo 2010-Sant’Elena e Vecchio Borgo Sant’Elia-Arborea.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, calendario alla mano, il terzetto di testa a punteggio pieno potrebbe continuare a marciare spedito. L’Atletico Villaperuccio gioca sul campo del Circolo Ricreativo Arborea (4 punti), la Villacidrese sul campo dell’Atletico Sanluri (3 punti) e la Virtus Villamar a Gergei (0 punti). Il Cortoghiana e la Gioventù Sportiva Samassi, appaiate al quarto posto a due punti dalla vetta, giocano rispettivamente il derby di Sant’Antioco (4 punti) e sul campo del Sadali (6 punti). La Fermassenti (5 punti) gioca sul difficile campo della Libertas Barumini (3 punti); l’Atletico Narcao sul campo della Tharros, scontro tra due squadre ancora a digiuno di punti; l’Oristanese (6 punti), infine, a Villanovafranca (0 punti).