8 December, 2021
HomePosts Tagged "Roberto Bernardini"

Prende il via oggi, a Carloforte, il Girotonno speciale 2021. Non sarà il solito Girotonno, l’evento gastronomico internazionale che dal 2003, ogni anno, tra la fine di maggio e i primi giorni di giugno, attira gourmet e migliaia di turisti nell’isola di San Pietro. La pandemia, che ha fatto saltare l’edizione 2020, ha cambiato tutto. Ma non la voglia di Carloforte e dei suoi abitanti di reagire alle difficoltà. Così, in attesa della diciottesima edizione, in programma nel 2022, ecco
pronto il “Girotonno Speciale 2021”.
«Ancora oggi ci troviamo a doverci proteggere e ad adottare misure idonee a garantire la sicurezza di tutti. Al contempodichiara il sindaco di Carloforte, Salvatore Puggioni – dobbiamo fare tesoro dell’esperienza vissuta e imparare a guardare con occhi diversi ciò che la pandemia non è riuscita a intaccare, lasciandolo immutato e che, forse, proprio per questo, acquista ancora più valore. Tra le tante cose, che Carloforte e la sua comunità possiedono, c’è la pesca del Tonno rosso, che in sé raccoglie tanti aspetti profondi della nostra isola: storia, cultura, tradizione e, ovviamente, cucina locale. Aspetti che la pandemia non potrà mai mutare e che dovremo vivere in maniera differente rispetto a prima.»
«Per questo il Girotonno – sottolinea Aureliana Curcio, assessora comunale al Turismo ritorna in forma “Speciale 2021”, sotto un’altra veste, una veste resiliente e a misura dei tempi. Resta come sempre la manifestazione che racconta di uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno, che si propone di celebrare il Tonno rosso di qualità, la cultura e le tradizioni che ruotano intorno ad esso. Lo scopo dell’edizione 2021 sarà, come sempre, quello di richiamare l’attenzione e gli sguardi dei turisti, su scala internazionale, nazionale e regionale, sull’isola di San Pietro ma, soprattutto, sarà quello di far ripartire le attività economiche locali attraverso il tema del Tonno rosso, prodotto locale di eccellenza mondiale.»

Anche quest’anno la manifestazione è organizzata dal comune di Carloforte in collaborazione con il Flag Sardegna Sud Occidentale, l’agenzia che si occupa dello sviluppo del territorio costiero del Sulcis Iglesiente. Una partnership che segna un
nuovo corso per il “Girotonno”, improntata alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica e candidata ad ottenere la Certificazione ISO 20121 per gli eventi sostenibili.
L’evento sarà incentrato principalmente su due importanti iniziative: – Il contest online “Premio Ricetta Girotonno Speciale 2021”, con la miglior ricetta di tonno elaborata dai ristoranti di Carloforte. La gara gastronomica, a base di piatti di tonno, coinvolgerà i ristoratori locali che proporranno le loro ricette in un video che sarà caricato sulla pagina Facebook “Carloforte Turismo” per essere votati con i like degli utenti. Il video che avrà ottenuto il maggior numero di like verrà premiato simbolicamente come miglior piatto del “Girotonno Speciale 2021”.
I 17 ristoranti in gara per il contest gastronomico sono:
– La Mamasita de San Pe’
– Al Tonno di corsa
– Il Corsaro
– La bottega dell’isola
– Mistral
– Oasi
– U Baracche
– A Ciapeletta
– La cantina
– Ristorante pizzeria La nave
– Niko Bistrot
– Ristorante Da Nicolo
– Ristorante Da Vittorio
– Trattoria La lanterna
– Sandolo Pescheria Ristorante
– 035 – Il grappolo
– 1° Maggio
– L’iniziativa online e in presenza “Food influencer per caso” per coinvolgere turisti e visitatori e fargli raccontare la propria esperienza di viaggio a Carloforte attraverso la degustazione di piatti dove l’ingrediente principale è il Tonno rosso.
L’iniziativa, che non è un concorso a premi, si svolgerà esclusivamente su Instagram.
Per partecipare occorre seguire il profilo Instagram @carloforteturismo e pubblicare una foto a tema con gli hashtag #girotonnospeciale2021 – #tonnorosso #nomepiatto, #nomeristorante e taggare @carloforteturismo. Ogni giorno le due foto con più like saranno selezionate e “repostate” sul profilo instagram di @carloforteturismo.

La Giuria, pertanto, sarà una giuria popolare informale, estesa a tutti coloro che si esprimeranno attraverso i like nei social.
I regolamenti delle due iniziative sono consultabili sul sito www.carloforteturismo.it.
Compatibilmente con le normative in tema di spettacoli e di intrattenimento, si organizzeranno piccoli eventi anche con la collaborazione di associazioni o gruppi locali al fine di intrattenere la comunità e i turisti.

12 luglio, ore 19.15, località Lucaise residenza A Cova

Swing Deluxe in concerto
A cura di Ass. Botti du Shcoggiu

  • 13 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino
    Lopane Guitar solo con Alessandro Lopane

A cura di Ente concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro loco

  • 14 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino
    Corde d’estate 2021 – Harpascapes con Raul Moretti
    A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco
  • 15 e 22 luglio, ore 21.00, Polo linguistico (ex Me)

Laboratorio di tabarchino

A cura dello Sportello linguistico e Asuciasiun Cultürole Tabarchiña

  • 16 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate 2021 – Lampis Sax solo con Cristina Lampis
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 17 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate 2021 – Sax e Piano due con Cristina Lampis e Gianluca Erriu
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 18 luglio, ore 19.00, Giardino di Note – Visioni

Ritornello

Spettacolo teatrale della Compagnia Aretensamble
A cura di Associazione Botti du Shcoggiu

  • 20 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate 2021 – Letterature sonore con Gerardo Ferrara e Diego Deiana
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 21 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate 2021 – “Ondas” con Noemi Balloi e Roberto Bernardini
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 23 luglio, ore 20.00, Giardino di note
    “Siamo stati naviganti”

Presentazione del libro a cura di Libera Università Carloforte

  • 24 luglio, ore 19.30, Tonnara

Tunéa

Indagine narrativa condivisa per la riconnessione della comunità di Carloforte alla Tonnara
A cura di Uboot Lab in collaborazione con Comune e Tonnare PIAMM

  • 25 luglio, ore 19.15, località Lucaise Residenza A Cova
    “Sun d’aixia in ti canti”, concerto dei Les Guappecartò

A cura di Asociazione Botti du Shcoggiu

  • 26 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate 2021 – I Santi Bevitori con Alessandro Lopane
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 27 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino

Corde d’estate – Tramas con Noemi Balloi e Roberto Bernardini
A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 28 luglio, ore 20.30, Giardino di note
    L’Isola dei libri – 6ª edizione.
    “Il battito dei Ricordi” con Vanessa Roggeri
    A cura di Associazione Saphyrina
  • 28 luglio, ore 21.30, Arco via Solferino
    Corde d’estate 2021 – “Ondas” con Noemi Balloi e Roberto Bernardini

A cura di Ente Concerti Sardegna in collaborazione con Comune e Pro Loco

  • 29 luglio, ore 21.30, via Diaz

Visioni

Proiezione di serie di film muti con Buster Keaton

A cura di Associazione Botti du Shcoggiu in collaborazione con Salvatore Lecca

  • 30 luglio 2021, ore 20.30, Giardino di note

L’Isola dei libri 6ª edizione
“Madre Ombra” con Matteo Porru
A cura di Associazione Saphyrina

  • 31 luglio, ore 20.30, Giardino di note
    L’Isola dei Libri 6ª edizione
    “Il vento ci porterà” con Ciro Auriemma
    A cura di Associazione Saphyrina

La via dell’arte – Il mercatino degli hobbisti
Ogni venerdì e sabato del mese dalle 19.00 alle 24.00 in via Solferino

The town of Carloforte on the island of San Pietro in Sardinia, Italy

[bing_translator]

Parte domani, sabato 18 luglio, nella splendida cornice di Cala Sapone, il Sulky Jazz Festival, che vedrà protagonista della prima serata il Carol Mello Quartet.
Un’estate all’insegna della grande musica, con nomi di livello del panorama jazzistico nazionale ed internazionale che si esibiranno, per le prime serate, nelle splendide spiagge di Cala Sapone e Maladroxia, per poi spostarsi nel centro storico di Sant’Antioco.
Arrivato alla seconda edizione, dopo il successo della prima, l’evento si consacra come uno dei più rilevanti nel panorama jazzistico in Sardegna.
L’inizio dei concerti è previsto per le ore 21.00, ma per ragioni di sicurezza e nel rispetto delle disposizioni legate al Covid, l’invito agli spettatori è di recarsi nei luoghi dei concerti alle ore 20.00.
Grande musica, nomi di livello del panorama jazzistico nazionale e internazionale in cornici mozzafiato come le spiagge di Cala Sapone, Maladroxia ed il centro storico di Sant’Antioco. L’emergenza Covid non ferma la voglia di musica e spettacolo e si rinnova anche nel 2020 l’appuntamento con il Sulky Jazz Festival che parte domani con il primo grande concerto. L’evento si consolida come uno dei momenti più importanti per il jazz in Sardegna ed anche quest’anno il cartellone degli appuntamenti, organizzati dall’Amministrazione comunale di Sant’Antioco, è ricco di grandi nomi della musica jazz. Tutti i concerti inizieranno alle ore 21.00, ma per assicurare la massima sicurezza e rispettare le disposizioni previste per il contrasto al Covid-19, gli spettatori sono invitati a recarsi ai luoghi dei concerti alle ore 20.00.
«Andiamo avanti con entusiasmo commenta il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci con l’intento di lasciarci alle spalle i mesi di lockdown e di emergenza: e lo facciamo senza rinunciare agli eventi estivi, che caratterizzano l’estate in salsa antiochense. Puntiamo alla riscoperta dell’isola e delle nostre radici, strizzando l’occhio agli eventi come il Sulky Jazz, che anche quest’anno porta a Sant’Antioco i grandi nomi della musica in location da favola. Saranno appuntamenti che gioco forza dovranno fare i conti con le diverse misure di restrizione anti contagio, che tuttavia non ci impediranno di vivere appieno questa estate, speciale e diversa.»
Si parte, dunque, domani sabato 18 luglio, a Cala Sapone, con il Carol Mello Quartet, ensemble guidata da Carol Mello, cantante e musicista brasiliana accompagnata da Roberto Bernardini alla chitarra classica, Matteo Marongiu al contrabbasso ed Emanuele Pusceddu alla batteria. Il 24 luglio, nella spiaggia di Maladroxia, si prosegue con ‘The in Sound’ – Barend Middlehoff Trio Featuring. Wena. Tra i più quotati tenoristi in terra olandese, ora in pianta stabile in Italia, si avvarrà di una ritmica di eccellenze nel panorama jazzistico europeo, l’organista Emiliano Pintori e l’australiano Adam Pache alla batteria. Con loro Wena, una delle più belle e interessanti voci della scena soul italiana. Il 7 agosto a Cala Sapone saranno in scena Yilian Cañizares Trio. Insieme alla musicista e cantante cubana, si esibiranno Inor Sotolongo alle percussioni e Childo Tomas al Basso. Una settimana dopo, il 12 agosto a Maladroxia, sarà la volta di Mauro Sigura Quartet “Terravetro”. Con Sigura (oud/bouzouky) ci saranno Gianfranco Fedele a piano ed elettronica, Tancredi Emmi al contrabbasso ed Alessandro Cau alla batteria. Il 28 agosto, in piazza De Gasperi, sarà la volta di Alice Ricciardi & Pietro Lussu Duo. Pietro Lussu al Piano-Fender Rhodes ed Alice Ricciardi alla voce oltre alle sonorità del loro primo album in duo “Catch a Falling Star”, proporranno un eclettico programma musicale con il “fil rouge” incarnato dal suono e dall’approccio distintivo del duo. Il Walter Ricci Trio salirà sul palco di piazza De Gasperi il 4 settembre. Insieme all’artista che ha suonato con artisti del calibro di Michael Bublè e Mario Biondi suoneranno Dario Rosciglione al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria. A chiudere la rassegna 2020, saranno Lorenzo Tucci “Touch Trio” il prossimo 11 settembre, in piazza De Gasperi. Tucci, uno tra i batteristi di maggior talento della scena jazzistica nazionale ed europea si esibirà con Claudio Filippini al piano e Daniele Sorrentino al contrabbasso.
In rispetto delle norme anti Covid è consentito l’ingresso ad una persona per volta. Familiari e congiunti potranno accedere insieme. È previsto il mantenimento del distanziamento sociale di un metro, l’obbligo di indossare la mascherina finché non si raggiunge il posto assegnato, il divieto di accesso se la temperatura corporea suoera i 37.5°, l’utilizzo di gel mani disinfettante.
Per prenotazioni: Info Point Welcome to Sant’Antioco: 370 1115900

Federica Selis

[bing_translator]

Si è svolta dal 23 al 28 ottobre la missione a Minsk del Liceo Alberti di Cagliari con una delegazione guidata dal dirigente scolastico, prof. Roberto Bernardini ,che comprendeva anche il direttore del Centro di Lingua Russa e Cultura Slava presso il Consolato onorario bielorusso in Cagliari, d.ssa Inna Naletko, ed accompagnata per l’occasione dal Console onorario Giuseppe Carboni.

Il liceo Alberti rappresenta oggi la più importante realtà sarda a livello di istruzione secondaria superiore dove si studia come materia curriculare la lingua russa, infatti in tutte e tre le sezioni dell’indirizzo di lingue orientali rappresenta la seconda lingua straniera obbligatoria, e le 12 classi di lingua russa dell’anno scolastico 2019/2020 diventeranno già il prossimo anno scolastico 15 coinvolgendo quindi centinaia di studenti.

Negli ultimi anni Il Liceo Alberti ha ospitato la III e IV edizione del “Forum Internazionale della Lingua Russa e Cultura Slava in Sardegna” organizzato dall’Associazione Cittadini del Mondo Onlus e dal Centro di Lingua Russa e Cultura Slava del Consolato onorario bielorusso di Cagliari, al quale hanno preso parte specialisti provenienti dalla Repubblica Belarus (dove il russo è lingua di stato) e dalla Federazione Russa.

Tale attività ha consentito di attivare rapporti diretti con Enti di istruzione della Belarus e favorito l’adesione al programma di scambio e mobilità internazionale denominato MOST finanziato dall’Unione Europea che ha sostenuto la missione nella capitale bielorussa Minsk in sinergia con le attività progettuali della LR 19/96 sulla cooperazione internazionale operanti ormai da innumerevoli anni nel paese.

La missione in terra bielorussa è stata aperta dall’incontro con il Direttore del Centro Relazioni Internazionali del Ministero dell’Istruzione, Aleksandr Samuilich, per proseguire con la visita al Dipartimento di Lingue Slave, al Dipartimento di Lingua Russa per Stranieri e al Dipartimento di Lingua Italiana dell’Università Statale Linguistica di Minsk. Fra gli obbiettivi attivare una collaborazione che offra agli studenti liceali che nel loro percorso studiano il russo opportunità di approfondimento e full immersion linguistica.

Intenso e approfondito il programma di visite dedicato alla conoscenza del sistema bielorusso di istruzione secondaria che ha toccato: il Ginnasio I.O. Achremchyk, la Scuola statale della riserva olimpica di Plescenitsy, il Liceo dell’Università statale bielorussa BGU, il Liceo dell’Università Politecnica bielorussa BNTU, il Ginnasio statale dell’arte di Minsk. Con queste ultime quattro istituzioni scolastiche il dirigente del liceo Alberti, prof. Roberto Bernardini, ha firmato un protocollo di intenti, finalizzato alla creazione di una rete di collaborazione pluriennale, e all’attivazione di un canale di comunicazione tra le scuole aderenti al fine di consentire la conoscenza tra il personale docente e programmare le attività didattiche da proporre agli studenti, prevedendo nella prospettiva anche l’organizzazione di viaggi di istruzione e scambi.

Il soggiorno della delegazione del liceo cagliaritano si è conclusa con la visita al Centro nazionale repubblicano di creatività giovanile, struttura del ministero dell’Istruzione bielorusso finalizzato a proporre attività di aggregazione e crescita culturale attraverso laboratori, gruppi di interesse, manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale.

[bing_translator]

Tappa al Mercato Civico di via Quirra(nel quartiere di Is Mirrionis), domani mattina (sabato 17) a Cagliari, per il terzo appuntamento di “Encuentros”, la rassegna musicale organizzata dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz, che ha scelto come “teatro” i mercati cittadini.

Protagonista, a partire dalle 10.30 (e seguito da una degustazione a base di prodotti del territorio), Nicola Agus, virtuoso delle launeddas già apprezzato nella matinée inaugurale di giovedì al Mercato di Campagna Amica, in piazza dei Centomila, dove ha affiancato i chitarristi Marco Perona e Francesco De Vita e la bailaora “La Nena”. Stavolta il musicista sardo (di Sinnai, classe 1982) si presenta in compagnia dei suoi soli strumenti: le launeddas, naturalmente, che ha iniziato a suonare in giovane età, e che, aperto alla curiosità, porta oltre i confini della tradizione; ma anche cornamuse, il flauto irlandese, l’hulusi cinese e gli altri fiati di varie origini e provenienze con cui esplora un originale connubio tra sonorità e linguaggi musicali diversi, spaziando dal bacino mediterraneo alla Scozia, all’Oriente, in un percorso di ricerca corroborato anche dagli studi in Composizione al Conservatorio di Cagliari.

Nicola Agus è anche reduce dalla performance tra musica, danza e pittura con la “bailaora” spagnola Yolanda Osuna e l’artista visivo Ivan Lucas che ha fatto da corollario alla conferenza stampa di presentazione di “Encuentros”, sabato scorso a Valencia.  

Stamattina (venerdì 16), intanto, per il suo secondo appuntamento, la rassegna ha fatto tappa al Mercato Civico di San Benedetto: a tenere banco nuovamente i chitarristi Marco Perona e Francesco De Vita, artefici del progetto Misticanza, che mescola flamenco, echi moreschi e della tradizione del Sud Italia, insieme ai passi di “baile” di Elena Busatto, in arte “La Nena”.

Per il suo ultimo atto, domenica mattina (18 dicembre), “Encuentros” infrangerà la “regola” dei mercati per andare invece in scena al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia. Due diversi set in programma. Apre, alle 10.30, il progetto Ondas, con la chitarra e l’oud di Roberto Bernardini e la voce di Chuva (Noemi Balloi): un viaggio che spazia dalle sonorità mediterranee a quelle argentine e brasiliane con composizioni originali e non. Spazio poi ai suoni della tradizione sarda di Ballus de prazza con l’organetto e la fisarmonica di Bruno Camedda affiancato dal figlio Asael Camedda alla chitarra.

[bing_translator]

Dopo quella inaugurale di oggi (15 dicembre) in piazza dei Centomila, dove ogni giovedì si tiene il Mercato di Campagna Amica dei produttori agricoli iscritti a Coldiretti, seconda matinée di “Encuentros” domani (venerdì 16) a Cagliari. La rassegna organizzata dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz, che ha scelto come “teatro” i mercati cittadini, fa tappa stavolta in quello di San Benedetto. Ed è ancora flamenco con i chitarristi Marco Perona e Francesco De Vita (artefici del progetto Misticanza, che mescola profumi andalusi, echi moreschi e della tradizione del Sud Italia) ad accompagnare i passi di “baile” di Elena Busatto, in arte “La Nena“. Si comincia alle 10.30.  

Già protagonisti della mattinata odierna (giovedì 15), i tre saranno di scena anche nella serata di domani (venerdì 16), nella vicina Quartucciu, per un appuntamento proposto con il contributo del Comune della cittadina nell’area metropolitana di Cagliari: alle 20 nella sala Sarritzu con ingresso gratuito.

Sabato (17 dicembre) la serie di quattro “Encuentros” approda al mercato di via Quirra(nel quartiere di Is Mirrionis): tiene banco, sempre a partire dalle 10.30, Nicola Agus, virtuoso delle launeddas, qui alle prese anche con cornamusa, flauto irlandese, l’hulusi cinese e altri fiati con cui il musicista sardo (di Sinnai, classe 1982) ricerca un originale connubio tra culture e linguaggi musicali diversi.

L’ultimo atto di “Encuentros”, domenica 18, infrange la regola dei mercati per andare invece in scena al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia. Due diversi set in programma. Apre il progetto Ondas, con la chitarra e l’oud di Roberto Bernardini e la voce di Chuva (Noemi Balloi): un viaggio che spazia dalle sonorità mediterranee a quelle argentine e brasiliane con composizioni originali e non. Spazio poi ai suoni della tradizione sarda di Ballus de prazza con l’organetto e la fisarmonica di Bruno Camedda affiancato dal figlio Asael Camedda alla chitarra.

[bing_translator]

*

Al via a Cagliari “Encuentros”, quattro mattinate di musica (e non solo) proposte nel capoluogo sardo dalla cooperativa Forma e poesia nel jazz: dopo le due anteprime nel segno del flamenco con le danzatrici Yoalnda Osuna (il 25 settembre al Lazzaretto) e Irene La Sentio (il 6 novembre al teatro Intrepidi Monelli), la manifestazione (alla sua terza edizione) vive il suo clou da questo giovedì (15 dicembre) a domenica 18. E saranno in particolare i mercati cittadini, luoghi di incontro, appunto, e di relazioni sociali, a ospitare gli appuntamenti in programma, tutti con inizio alle 10.30 e accompagnati da degustazioni a base di prodotti del territorio. 

Si comincia dalla piazza dei Centomila, dove ogni giovedì si tiene il Mercato di Campagna Amica, l’iniziativa dei produttori agricoli iscritti a Coldiretti. Flamenco e musica popolare nella mattinata inaugurale con i chitarristi Marco Perona e Francesco De Vita (già artefici del progetto Misticanza) e il “baile” di “La Nena” (al secolo Elena Busatto), affiancati per l’occasione da Nicola Agus, virtuoso delle launeddas, a esplorare possibili “encuentros” fra sonorità andaluse, mediterranee e dello strumento simbolo della tradizione musicale sarda.

Ancora flamenco al centro della seconda mattina di “Encuentros”, che venerdì fa tappa nel principale mercato cagliaritano, quello di San Benedetto: protagonisti nuovamente i passi di danza di “La Nena” e le chitarre di Marco Perona (una lunga esperienza nel campo del flamenco, curando le musiche per diverse compagnie di danza) e Francesco De Vita (chitarrista di formazione classica ed esperienze nel jazz oltre che nel flamenco). I tre saranno di scena anche in serata, nella vicina Quartucciu, per un appuntamento proposto con il contributo del Comune della cittadina nell’area metropolitana di Cagliari: alle 20.00, nella sala Sarritzu, con ingresso gratuito.

Torna in azione anche Nicola Agus, che sabato tiene banco al mercato di via Quirra (nel quartiere di Is Mirrionis), stavolta in compagnia dei suoi soli strumenti: le launeddas, naturalmente, ma anche cornamusa, flauto irlandese, l’hulusi cinese e altri fiati con cui il musicista sardo (di Sinnai, classe 1982) ricerca un originale connubio tra culture e linguaggi musicali diversi.

L’ultimo atto di “Encuentros”, domenica 18, infrange la regola dei mercati per andare invece in scena al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia. Due diversi set in programma. Apre il progetto Ondas, con la chitarra e l’oud di Roberto Bernardini e la voce di Chuva (Noemi Balloi): un viaggio che spazia dalle sonorità mediterranee a quelle argentine e brasiliane con composizioni originali e non. Spazio poi ai suoni della tradizione sarda di Ballus de prazza con l’organetto e la fisarmonica di Bruno Camedda affiancato dal figlio Asael Camedda alla chitarra.

Organizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali e Assessorato al Turismo) e del Comune di Cagliari (Assessorato alle Attività produttive e Turismo), con la collaborazione di Unica Radio, Radio X, Mercati Civici di Cagliari, Lazzaretto, Coldiretti Cagliari, Campagna Amica, associazione culturale Botteghe in Piazza, Vector Sounds e Grupo La Sucursal, il cartellone della terza edizione di “Encuentros” è stato presentato sabato scorso (10 dicembre) a Valencia dal patron della cooperativa Forma e poesia nel jazz, Nicola Spiga: a ribadire il legame della manifestazione con la Spagna, dove il sodalizio culturale cagliaritano conta già importanti collaborazioni come quella con il festival Jazz di Chinchilla de Monte-Aragon. Nel corso della serata, allestita col supporto organizzativo di Pablo Correa, è stata proposta “Trimurti”, una performance di musica, danza e pittura della “bailaora” Yolanda Osuna e dell’artista visivo Ivan Lucas con la partecipazione di Nicola Agus alle launeddas.

[bing_translator]

Quattro matinée musicali all’insegna di “Encuentros” tra Sardegna e Spagna proposte a Cagliari dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz (titolare dell’omonima rassegna musicale: diciannove candeline spente lo scorso maggio): dopo le due anteprime nel segno del flamenco con le danzatrici Yolanda Osuna (il 25 settembre al Lazzaretto) e Irene La Sentío (il 6 novembre al teatro Intrepidi Monelli), la manifestazione, alla sua terza edizione, vive ora il suo clou tra il 15 e il 18 di questo mese. E saranno in particolare i mercati cittadini, luoghi di incontro, appunto, e di relazioni sociali, a ospitare gli appuntamenti in calendario (tutti con inizio alle 10.30).

Il primo è in piazza dei Centomila, dove ogni giovedì si tiene il Mercato di Campagna Amica, l’iniziativa dei produttori agricoli iscritti a Coldiretti. Flamenco e musica popolare la mattina del 15 con i chitarristi Marco Perona e Francesco De Vita (già artefici del progetto Misticanza) e la bailaora “La Nena”, più Nicola Agus, virtuoso delle launeddas, a esplorare possibili “encuentros” fra sonorità andaluse, mediterranee e dello strumento simbolo della tradizione musicale sarda. 

Ancora flamenco, l’indomani (venerdì 16), stavolta nel principale mercato cagliaritano, quello di San Benedetto: protagonisti nuovamente le chitarre di Marco Perona e Francesco De Vita, e i passi di danza di “La Nena”. 

Torna in azione anche Nicola Agus, sabato 17 al mercato di via Quirra (nel quartiere di Is Mirrionis), ma ora in compagnia dei suoi soli strumenti: le launeddas, naturalmente, ma anche cornamusa, flauto irlandese, l’hulusi cinese e altri fiati con cui il musicista sardo (di Sinnai, classe 1982) ricerca un originale connubio tra culture e linguaggi musicali diversi. 

L’ultimo atto di “Encuentros”, domenica 18, rompe la regola dei mercati per andare invece in scena al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, a Sant’Elia. Due diversi set in programma. Apre il progetto Ondas, con la chitarra e l’oud di Roberto Bernardini e la voce di Chuva (Noemi Balloi): un viaggio che spazia dalle sonorità mediterranee a quelle argentine e brasiliane con composizioni originali e non. Spazio poi ai suoni della tradizione sarda di Ballus de prazza con l’organetto e la fisarmonica di Bruno Camedda e il figlio Asael Camedda alla chitarra.

Tutte le matinée, con ingresso gratuito, prevedono degustazioni a base di prodotti del territorio.

Anteprima e presentazione del cartellone di “Encuentros” oggi a Valencia, dalle 19.00 al centro Veles e Vents, a ribadire il legame della manifestazione con la Spagna, dove Forma e Poesia nel Jazz conta già importanti collaborazioni come quella con il festival jazz di Chinchilla de Monte-Aragòn. Nel corso della serata, allestita col supporto organizzativo di Pablo Correa, verrà proposta “Trimurti”, una performance di musica, danza e pittura della “bailaora” Yolanda Osuna e dell’artista visivo Ivan Lucas con la partecipazione di Nicola Agus alle launeddas. Previsti anche un aperitivo a base di prodotti tipici sardi e la visione di “Cagliari. The life you want”, il video di Mario Giua Marassi commissionato dal Comune per promuovere le bellezze del capoluogo isolano.

 marco-perona-e-francesco-de-vitaroberto-bernardini nicola-agus encuentros-locandina

[bing_translator]

Venerdì 20 maggio la sala ExMe di via XX settembre, a Carloforte, ospiterà un incontro di musica e poesia, intitolato “Federico en persona”, Federico Garcia Lorca – Canzoni, poesie, immagini, organizzato dall’associazione culturale saphyrina, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Carloforte, nell’ambito de “I Pomeriggi di Lettura”.

Saranno protagonisti della serata Marina Figus alla voce e Roberto Bernardini alla chitarra. Interverranno Lucia Cacciola, Lorenza Garbarino e Luca Navarra.

Marina Figus copia garcia lorca locandina

[bing_translator]

Franco Cerri (foto Dario Guerini) mMarco Argiolas Alessandro Atzori June & the Sionettes

Aperitivo in musica in una nuova matinée domenicale proposta dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz al Lazzaretto, il centro d’arte e cultura nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia: dopo la cantante Manuela Doris e il chitarrista Roberto Bernardini, protagonisti sette giorni prima, domani (domenica 27) è il turno di un altro duo, quello costituito dal clarinettista/sassofonista Marco Argiolas e dal contrabbassista Alessandro Atzori. Nomi affermati nel panorama locale, il loro repertorio spazia dal jazz classico a quello più moderno, strizzando l’occhio anche al genere latino americano. Si comincia alle 11,30 con ingresso libero e aperitivo offerto dalla cantina Is Cherchis di Castiadas.

Il concerto di Marco Argiolas e Alessandro Atzori apre per Forma e Poesia nel Jazz un’intensa tre giorni di fine anno. Lunedì (28 dicembre), sempre a Cagliari, c’è il tradizionale appuntamento natalizio con il gospel: di scena alle 21.00, all’Autoditorium Comunale in piazzetta Dettori, il gruppo americano June & The Sionettes, quattro voci femminili con accompagnamento di tastiere per un mix di musica gospel tradizionale e contemporanea. I biglietti, a 12,50 euro, sono in vendita al Box Office in viale Regina Margherita, 43 (tel. 070657428). Botteghino aperto all’Auditorium Comunale a partire dalle 20.00. Restano validi per l’ingresso e per il posto già assegnato i biglietti venduti per il concerto inizialmente previsto per il 25 dicembre; i possessori che non intendessero utilizzarli possono invece richiederne il rimborso lunedì mattina allo stesso Box Office.

Per June & The Sionettes altro impegno in programma l’indomani (martedì 29) a Quartucciu nella Chiesa di San Pietro Pascasio con inizio alle ore 19,30 e ingresso libero.

Stesse date per due serate da non perdere con un’autentica icona del jazz italiano, Franco Cerri. Il chitarrista milanese (novant’anni il prossimo 29 gennaio) sarà lunedì (28 dicembre, alle 21.00) a Sassari in concerto al (e in collaborazione con il) Birdland (Z.I. Predda Niedda, strada 22; prenotazioni allo 079262556 e al 3208111019), e martedì 29 alle 22.00, a Cagliari, sul palco e con la partecipazione del Jazzino (via Carloforte, 74/76; prenotazioni allo 0708571621). Ad accompagnare Franco Cerri in questa doppia tappa in terra sarda, tre volti noti del jazz isolano: Paolo Carrus (pianoforte), Massimo Tore (contrabbasso) e Roberto Migoni (batteria).

Nino Dejosso 1

Unisulky S’Ischiglia Onlus ha reso noto il calendario dei seminari del mese di ottobre e quello dei concerti fino a gennaio 2016, inseriti nel programma del nuovo anno sociale 2015/2016.

I seminari si svolgeranno dalle 16.30 alle 17.30, con possibilità di breve, eventuale dibattito, presso la nuova sede del CSC della Società Umanitaria, sita nella Grande Miniera di Serbariu.

Lunedì 5 ottobre – Sabrina Sabiu – Storica e ricercatrice

«La bonifica idraulica del Basso Sulcis.»

Mercoledì 7 ottobre – Ignazio Macchiarella – Università di Cagliari

«La musica in scatola. Una discussione su musica e disco/radio/tv, insomma sulle nostre abitudini di ascolto musicale quotidiano.»

Lunedì 12 ottobre – Francesco Capuzzi.

«In Sarda poesia. La poesia estemporanea in Sardegna: protagonisti, modi di esecuzione e forme di accompagnamento.»

Mercoledì 14 ottobre – Antonello Sanna – Preside della Facoltà di Architettura dell’Università di Cagliari.

«Il recupero della Grande Miniera di Serbariu e degli spazi pubblici della città di fondazione»

Lunedì 19 ottobre – Roberto Curreli

«Il carsismo e le grotte del Basso Sulcis.»

Mercoledì 21 ottobre – Silvano Tagliagambe, professore odinario di Filosofia della Scienza presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma.

«Il tramonto della verità. Come nel corso del tempo si sia passati da una concezione statica della verità a una concezione dinamica, vista come processo di accrescimento e di approssimazione al vero.»

Martedì 27 ottobre – Cinzia Grussu – Segretaria cittadina del PD.

«Il codice morale non scritto nella lettura di Antonio Pigliaru. Attualità di uno dei più lucidi intellettuali sardi del Novecento a 46 anni dalla morte.»

Mercoledì 28 ottobre – Sergio Naitza (?)

Calendarizzeremo a settembre perché in questo momento non conosce ancora i suoi impegni.

Francesco Capuzzi – Secondo incontro, data da definirsi:

«Cantu de sei: l’improvvisazione poetica nel Sulcis e nel Campidano.»

Programma di concerti fino a gennaio 2016.

5 ottobre 

Concerto inaugurale del nuovo anno sociale 

(Ancora da decidere. Sicuramente il chitarrista classico Davide Mocci, la flautista Marina Figus e il chitarrista flamenco Roberto Olla. Piú tanti altri)

24 ottobre 

Arpista Paloma Tironi, del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari, e il tenore Mauro Secci.

15 novembre

“In CANTIGAS”- Ensemble vocale formato da artisti del Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

27 dicembre

Concerto di Natale con l’Ensemble Porrino di Elmas, diretto dal maestro Ignazio Perra.

23 gennaio

Duo femminile di arpe del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari.

A seguire:

1- Le canzoni popolari di G. Lorca, con il mezzosoprano Elisa Pais, del Teatro Lirico di Cagliari.

2- Da Piazzolla a Borges e Neruda, con la chitarra di Roberto Bernardini e la voce di Manuela Doris.

3- Recital di un nuovo gruppo vocale e strumentale capeggiato da Marina Figus.

4- Grandi classici napoletani e operetta, con il cantante lirico dell’Opera di Roma Alessandro Scanu.