17 June, 2021
Home2021 (Page 82)

Riparte la consegna dei kit per la raccolta differenziata porta a porta a Iglesias, nell’ambito della campagna “Proteggi l’Ambiente, fai la Raccolta Differenziata”, promossa dal Comune in collaborazione con San Germano Spa – Gruppo Iren, società che gestisce la raccolta rifiuti sul territorio comunale.
Le consegne delle buste per la raccolta differenziata porta a porta si terranno da lunedì 22 aprile a venerdì 30 aprile, nelle giornate di lunedì, giovedì e venerdì dalle 7.00 alle 12.00; martedì e mercoledì dalle 14.00 alle 18.00. È importante ricordare che, per evitare assembramenti, saranno servite un massimo di 150 utenze al giorno. Per accedere al ritiro è obbligatorio l’utilizzo della mascherina, la sanificazione delle mani e il mantenimento della distanza di sicurezza, e avere con se un documento di identità e la tessera sanitaria. È possibile anche ritirare il kit per un solo altro utente, ma solo se muniti di delega e fotocopia del documento di identità del delegante.
Per i residenti ad Iglesias città, la consegna avverrà presso gli uffici della San Germano Spa, in viale Villa di Chiesa 20, a Iglesias, con il seguente calendario e suddivisione delle zone:
•       Lunedì 22 marzo – Venerdì 26 marzo: Zona 1 – 2
•       Lunedì 29 marzo – Venerdì 2 aprile: Zona 3 – 4
•       Martedì 6 aprile – Venerdì 9 aprile: Zona 5 – 6
•       Lunedì 12 aprile – Venerdì 16 aprile: Zona 8 – 9
•       Lunedì 19 aprile – Venerdì 23 aprile: Zona 7 – 10
•       Lunedì 26 aprile – Venerdì 30 aprile: Zona 11
I residenti nelle frazioni di Iglesias potranno ritirare i kit secondo il seguente programma con orario 7.00-12.00:
•       Sabato 27 marzo: Nebida – ritiro presso ex sede circoscrizione via Sandro Pertini
•       Sabato 03 aprile: San Benedetto – ritiro presso ex sede circoscrizione
•       Sabato 10 aprile: Bindua – ritiro presso ex sede circoscrizione
•       Sabato 17 aprile: Corongiu Tani – ritiro presso gazebo fronte chiesa
Importante: sabato 24 aprile tutti i residenti nelle frazioni impossibilitati a ritirare i kit nelle date indicate potranno farlo kit presso gli uffici della San Germano Spa in viale Villa di Chiesa 20 (viale alberato) a Iglesias.
Tutti i cittadini, sia di Iglesias città che delle frazioni, che non potranno ritirare il kit nelle date indicate nel calendario, potranno farlo da lunedì 3 a sabato 15 maggio, presso la sala riunioni “Rita Lepori” in via Isonzo a Iglesias.

«In questa fase è giusto chiudere la Sardegna, come nelle intenzioni del presidente della Regione Solinas. Il numero di abitazioni di proprietà di non residenti nella nostra Isola è nell’ordine delle centinaia di migliaia. Il Governo deve pertanto sostenere la Regione con adeguate risorse per rafforzare i controlli nei porti e negli aeroporti dell’Isola ed evitare così che le vacanze pasquali si trasformino in un pericoloso esodo di massa, con grave rischio di diffusione del contagio nell’isola.»
È quanto affermano Pino Cabras ed Emanuela Corda, deputati sardi de “L’Alternativa c’è”, che ieri hanno presentato un’interrogazione al governo nazionale, nella quale contestano gli ultimi decreti che autorizzano gli spostamenti dalle altre regioni verso le seconde case in Sardegna.
«In una fase in cui l’epidemia registra preoccupanti indici di diffusione a livello nazionale e la campagna di vaccinazione stenta ancora a decollare – spiegano autorizzare spostamenti nelle seconde case, anche in altre regioni, rappresenta un motivo di legittimo allarme per l’alto rischio sanitario che comporta per residenti e non residenti. Tra l’altro, i sistemi di controllo nell’isola non sono affatto pronti a sostenere la pressione prodotta da alti flussi di presenze, considerato che il personale abilitato ai controlli (medici, sanitari, forze dell’ordine) è impegnato nelle campagne di screening e di vaccinazione in tutta l’Isola.»
«Non vogliamo concludono che si riproponga la stessa situazione di rischio della scorsa estate quando la Sardegna, da regione con bassi indici di diffusione del virus, si è trasformata in luogo di contagio con il coinvolgimento di altre regioni.»

«Le persone attualmente positive, tra i domiciliati nel comune di Iglesias, è di 24, con 3 pazienti ospedalizzati.
Rispetto ai precedenti aggiornamenti, i nuovi positivi sono 9, ed una persona risulta essersi negativizzata.
Oltre alle persone positive, altre 107 si trovano precauzionalmente in quarantena.»

Lo ha comunicato il sindaco, Mauro Usai.

«Occorre mantenere alta l’attenzione, da parte di tutti, osservando in maniera scrupolosa le prescrizioni sanitarie relative al distanziamento ed all’utilizzo delle mascherinedice Mauro Usai -. Solo così si possono limitare i nuovi casi e si può tutelare la ripresa delle attività produttive.»

Il segretario regionale di Articolo Uno Luca Pizzuto interviene sulla vertenza che riguarda i lavoratori Delcomar.
«Quando ero in Consiglio regionale, insieme all’altro consigliere del territorio Pietro Cocco, abbiamo fatto una dura battaglia perché il servizio di trasporto marittimo verso le isole minori rimanesse pubblicodice Luca Pizzuto -. Quella battaglia fu, purtroppo, persa. Oggi i fatti ci dicono che le nostre perplessità erano più che fondate. Abbiamo perso ma avevamo, e abbiamo ragione; si ritorni immediatamente ad un servizio pubblico di qualità dove le risorse siano utilizzate per creare lavoro, per questo continueremo a batterci. La giustizia ora faccia il suo corso conclude Luca Pizzuto -. Articolo Uno, in ogni caso, sarà, come sempre è stato, dalla parte dei lavoratori, delle lavoratrici, dei cittadini e delle cittadine, sui quali ricadranno le conseguenze di questa vicenda.»

Sono 121 i nuovi casi di positività al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna su 3.631 test eseguiti (3,33%). Salgono a 42.845 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 889.758 tamponi.

Si registra 1 nuovo decesso (1.201 in tutto). Sono 170 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+7), 28 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.615. I guariti sono complessivamente 28.646 (+126), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 185.

Sul territorio, dei 42.845 casi positivi complessivamente accertati, 10.538 (+54) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.807 (+16) nel Sud Sardegna, 3.536 (+2) a Oristano, 8.436 (+12) a Nuoro, 13.528 (+37) a Sassari.

Quarta sconfitta consecutiva, per il Muravera, nel recupero casalingo con la capolista Monterosi, valido per la 12ª giornata di andata del girone G del campionato di serie D. La squadra di Francesco Loi è stata superata con il punteggio di 3 a 2 (primo tempo 2 a 1 per il Monterosi, con vantaggio laziale di Borrelli al 14′, pareggio di Kujabi al 30′, nuovo vantaggio per il Monterosi con Costantini su calcio di rigore al 40′; nella ripresa, goal del 3 a 1 ospite al 17′ di Cancellieri e calcio di rigore di Nuvoli al 46′ per il 2 a 3 definitivo) e resta ferma al 7° posto in classifica, a quota 30 punti. Il Monterosi si isola al comando della classifica, con 46 punti in 19 partite, frutto di 14 vittorie, 4 pareggi e 1 sola sconfitta, sconfitta a Santadi contro il Carbonia di Marco Mariotti, per 2 a 1. Il Latina, con una partita in più giocata, insegue ora a tre lunghezze e la perdita del primato è costata cara al tecnico Raffaele Scudieri, esonerato. La squadra neroazzurra era stata fino a domenica scorsa, quando ha perso il confronto diretto casalingo con il Monterosi con un rigore di Costantini a 10′ dalla fine, dominatrice del girone, con il miglior attacco (40 goal segnati) e la miglior difesa (soli 11 goal subiti).

L’altro recupero disputato, tra Team Nuova Florida e Savoia, è terminato in parità, senza goal. Per la squadra di Torre Annunziata, che aveva in panchina il terzo allenatore dall’inizio del campionato, Giovanni Ferraro, subentrato la settimana scorsa a Mauro Chianese che a sua volta aveva rilevato Salvatore Aronica, si tratta dell’ottavo pareggio consecutivo, alla vigilia della sfida casalinga con il Carbonia, in programma domenica 21 marzo.

Il presidente della Regione, Christian Solinas, ha firmato questa sera una nuova ordinanza la n° 9, contenente “Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna”. In particolare, disciplina gli ingressi in Sardegna dalle altre regioni.

Art. 1)  L’ingresso in Sardegna con la finalità di recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale (c.d. seconde case) da parte di persone “non residenti” è consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata ovvero per motivi di salute e, comunque, secondo le prescrizioni dell’Ordinanza regionale n. 5/2021.

Art. 2)  I vettori e gli armatori:

  • prima dell’imbarco dei passeggeri acquisiscono e verificano, oltre alla ricevuta dell’avvenuta registrazione dei passeggeri sull’applicazione “Sardegna Sicura”, di cui all’articolo 1 dell’Ordinanza n.5/2021, la documentazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal DPCM 2 marzo 2021 per gli spostamenti dalle Regioni di provenienza e dall’articolo 1 della presente Ordinanza;
  • vietano l’imbarco nel caso in cui la predetta documentazione non sia completa o i passeggeri non siano in possesso dei sopracitati requisiti.
  • Art. 3)  Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale supporta il personale sanitario di ATS nelle attività di monitoraggio e controllo delle certificazioni di avvenuta vaccinazione e di sottoposizione al tampone molecolare o antigenico, dichiarate dai passeggeri sulla piattaforma “Sardegna Sicura” di cui all’articolo 4 dell’Ordinanza n.5/2021.Le Società di gestione degli aeroporti e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, in coordinamento con i competenti organi statali, individuano all’interno degli scali le aree nelle quali il personale di ATS e del CFVA svolge le suddette attività di verifica.
  • Art. 4)  I sindaci, in qualità di Autorità di protezione civile e sanitaria, vigilano sul rispetto delle disposizioni dell’Ordinanza n.5/2021, disponendo idonee misure di monitoraggio e controllo sul rispetto della permanenza domiciliare nei centri abitati, attraverso la Polizia locale e le Compagnie barracellari, e trasmetteranno i dati raccolti alla Sala Operativa Regionale della Direzione Generale della Protezione Civile.Il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale vigila sul rispetto delle disposizioni dell’Ordinanza n. 5/2021, disponendo idonee misure di monitoraggio e controllo sul rispetto della permanenza domiciliare nelle aree rurali e montane, in quelle costiere e negli ambiti non ricompresi nei centri urbani.
  • Art. 5)  I passeggeri che, in attuazione dell’articolo 4 dell’Ordinanza n.5/2021, si sono sottoposti al tampone rapido antigenico al quinto giorno successivo a quello di sottoposizione al primo tampone presso le aree dedicate nei porti e aeroporti, o che si sono sottoposti al tampone molecolare entro 48 ore dall’ingresso nel territorio regionale, devono dare atto dell’avvenuto adempimento attraverso la piattaforma di cui all’articolo 1 della medesima Ordinanza.
  • Art. 6)  Per tutto quanto non espressamente disciplinato dalla presente ordinanza si fa espresso rinvio al DPCM 2 marzo 2021 e relativi allegati.
  • Art. 7)  Le disposizioni contenute nella presente ordinanza avranno validità dal 18 marzo 2021 e fino al 6 aprile 2021, fatto salvo quanto stabilito dall’articolo 5 che avrà decorrenza dal 23 marzo 2021.

 

In una logica di stretta sinergia tra settori operativi della Pubblica Amministrazione nasce l’accordo siglato nei giorni scorsi tra Forestas, l’Agenzia regionale per l’attuazione dei programmi in campo forestale-ambientale ed estrazione mineraria oggi impegnata nella chiusura del sito minerario e nella elaborazione di un piano di riconversione delle aree e delle maestranze.

L’accordo siglato dagli amministratori unici delle due società, Giovanni Caria e Francesco Lippi, riguarda due linee d’intervento: la prima interessa l’attività di ripristino ambientale prevista nel piano di chiusura, con l’inserimento delle prime 10.000 piantine per l’intervento a verde nell’area di Nuraxi Figus.

La seconda invece guarda al riutilizzo in chiave ambientale e sperimentale del prodotto attualmente abbancato nel deposito fini, interessato da un progetto nato e brevettato in Carbosulcis, che prevede la trasformazione, con un processo di lisciviazione, in ammendante per il settore vivaistico che, grazie alla possibile miscela con il compost proveniente dai piazzali di Tecnocasic, si sta sperimentando come fertilizzante ricco di proprietà.

«Carbosulcis – afferma Francesco Lippiè impegnata sul fronte del ripristino ambientale delle proprie aree, così come richiesto dal Piano di chiusura dell’attività mineraria. L’accordo raggiunto con Forestas non solo è strategico per il raggiungimento di questo obiettivo, ma con la sperimentazione del nostro ammendante in campo vivaistico si pone al centro di una nuova sfida per la riconversione industriale della società. Poter sperimentare i benefici di questo prodotto, la cui proprietà intellettuale e brevettuale è interamente Carbosulcis, attraverso Forestas è in assoluto un vantaggio che va valorizzato al massimo.

«Lo scopo dell’accordodice Giovanni Cariaè certamente quello di creare una maggiore sinergia tra la nostra Agenzia e le società di proprietà regionale, per facilitare percorsi di ripristino ambientale, ma anche per concorrere al raggiungimento di obiettivi strategici quale quello del perseguire le nuove tendenze sul paradigma dell’economia circolare.»

Un artigiano 52enne è stato arrestato dai carabinieri di Carbonia, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Cinofili della Compagnia di Cagliari e con l’ausilio di artificieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, in quanto indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di arma da fuoco, nonché detenzione illegale di materiale esplodente.

Quanto rinvenuto a seguito di perquisizione domiciliare eseguita d’iniziativa per la ricerca di armi ed esplosivi, è stato sottoposto a sequestro, assunto in carico e custodito presso idoneo locale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Uta, in attesa dell’udienza di convalida. 

Prende sempre più corpo l’iniziativa “Destinazione Pula” che è stata ufficialmente presentata agli operatori turistici.
«Attraverso il restyling dei portali “Visit Pula” e “Pula va a Nozze”ha dichiarato la sindaca Carla Medau -, oltre a promuovere una nuova immagine accattivante ed elegante della “Destinazione Pula , l’assessorato del Turismo guidato da Ombretta Pirisinu punta a coinvolgere tutte le strutture ricettive dando vita ad un lavoro di interscambio promozionale per fare di Pula una destinazione turistica d’eccellenza.»
«Il nostro obiettivo è rendere sempre più appetibile il territorio, valorizzando tutte le sue peculiarità sia a livello naturalistico e culturale che per servizi offertiha aggiunto Ombretta Pirisinu -. I nuovi siti sono già online e potete visitarli e utilizzarli per pubblicizzare Pula.
Antonio Caria