19 August, 2022
Home2022Luglio (Page 2)

Sono 1.184 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 6.043 tamponi eseguiti, 114 diagnosticati da molecolare, 1.070 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 15 (-1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 175 (+4).

Sono 33.802 le persone in isolamento domiciliare (-870).

Si registra il decesso di un residente nel territorio della ASL di Nuoro.

Un disoccupato 59enne napoletano, noto alle forze dell’ordine per pregresse vicende giudiziarie dello stesso tenore, è stato denunciato a piede libero per truffa aggravata dai carabinieri della stazione di Selargius, a conclusione di un’attività di indagine seguita alla denuncia-querela presentata da un 40enne operaio del luogo. I militari hanno accertato che il 7 giugno scorso il denunciante, tramite un sito online aveva acquistato un ottimo smartphone a prezzi stracciati che però non gli è stato mai recapitato.

Si sono conclusi i lavori di ricostruzione del cavalcavia situato all’altezza dello svincolo di Saccargia, tra la strada statale 131 “Carlo Felice” e la strada statale 597 “di Logudoro”, a Codrongianos. 

Gli interventi, del valore di 2 milioni di euro, hanno riguardato la demolizione del vecchio cavalcavia e la ricostruzione completa dell’opera, costituita da due impalcati con 4 travi d’acciaio ciascuno, della lunghezza di 23,5 metri. Il traffico è stato ora riaperto in entrambe le direzioni.

Antonio Caria

I carabinieri di Nuxis, hanno denunciato a piede libero un impiegato 44enne di San Giovanni Suergiu, indiziato del reato di lesioni personali stradali gravi. In particolare l’uomo, nel sinistro stradale da lui provocato a Cortoghiana alle ore 21.00 del 17 luglio scorso, aveva investito una pensionata 81enne del luogo che, ricoverata nel reparto rianimazione dell’ospedale “Sirai”, aveva riportato lesioni giudicate guaribili in 41 giorni. Non vi è stata omissione di soccorso perché l’uomo aveva immediatamente interrotto la propria marcia dopo l’impatto, per soccorrere la malcapitata. La patente di guida gli è stata ritirata. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro penale ed affidato in custodia a un deposito giudiziario.

«La Uiltec Sardegna esprime forte preoccupazione sul ricorso che la Regione Sardegna ha presentato sul DPCM Sardegna sull’infrastrutturazione e la metanizzazione della Sardegna.»

Lo dichiara il segretario generale della Uiltec Sardegna, Pierluigi Loi, evidenziando l’inopportunità del ricorso in momento così difficile di crisi economica e politica dell’Italia e in particolare della Sardegna.

«Il Dpcmsottolinea Pierluigi Loiprevede l’arrivo del gas nei poli di Sulcis, Oristano e Porto Torres, dando la speranza della ripresa produttiva di aziende come l’Eurallumina o la possibilità di ridurre gli altissimi costi energetici che in questo periodo stanno costringendo aziende come la Portovesme S.r.l. a spegnere le proprie linee produttive. Anche le piccole e medie imprese, in particolare quelle della trasformazione agroalimentare, trarrebbero giovamento dall’arrivo in Sardegna del metano.»

Il sindaco di Carbonia, Pietro Morittu, questa sera ha diffuso una nota per comunicare che alla luce delle rinnovate relazioni e collaborazioni tra Istituzioni, di concerto con l’Ispettorato Forestale di Iglesias è stata pianificata per lunedì prossimo 1 agosto, tra le 7.00 e le 11.00, la messa in sicurezza dell’area compresa tra via Dalmazia e via del Minatore tramite la riduzione delle biomasse combustibili con la tecnica del fuoco prescritto. Tramite l’attività di pianificazione si procederà ad un abbrucciamento controllato nell’area di proprietà della società Fintecna, compresa fra la via Dalmazia e via del Minatore, già luogo di interventi nella prima fase della stagione estiva. Le operazioni avranno luogo previa verifica dei requisiti di sicurezza ed adottando tutte le cautele, modalità e prescrizioni previste dalla normativa vigente. L’attività ricade nella previsione dell’art. 7 delle prescrizioni regionali antincendio 2020-2022 – aggiornamento 2022.

Per esigenze tecniche potranno essere apportate temporanee modifiche alla viabilità in via Dalmazia, via del Minatore e via Castelsardo, durante le operazioni di fuoco prescritto. I residenti delle aree limitrofe alle attività di abbrucciamento controllato sono invitati all’adozione di accorgimenti volti a evitare disagi (chiusura delle finestre, evitare panni stesi, ecc.). Il Centro operativo comunale (C.O.C.) è a disposizione per chiarimenti al numero di telefono 0781 62257.

«Se va avanti cosi, chiudiamo»: è l’allarme lanciato dai 7.900 laboratori alimentari della Sardegna messi in ginocchio dall’impennata dei costi delle materie prime e dell’energia.
«Quello che ci crea più angoscia, in questo momentodichiara Marco Rau, delegato regionale per l’alimentazione di Confartigianato Imprese Sardegna – è sicuramente il rincaro del costo dell’energia: elettricità e gas. Dopo una crescita, da inizio anno che ha già più che raddoppiato i nostri costi, nel solo mese di luglio le nostre analisi nazionali stimano un ulteriore aumento del 55%: una cosa mai vista prima.»
Le attuali quotazioni dei prezzi alla borsa elettrica, infatti, preannunciano un forte incremento della bolletta elettrica nel mese di luglio rispetto al mese precedente.
«A questo, ovviamenteaggiunge Marco Rau -, va aggiunto, ed è sotto gli occhi di tutti, un aumento continuo dei prezzi delle materie prime: farina (+85%), burro (80%), olio girasole (40%), marmellate e cioccolato (+20%).»
Una situazione che viene definita grave dalla stessa Confartigianato Sardegna, anche in previsione dell’autunno. «Da ogni angolo della Sardegna riceviamo telefonate disperate di tanti colleghi artigiani e non dell’alimentare che hanno difficoltà a mantenere gli attuali livelli occupazionaliconclude Marco Raunon possono infatti scaricare tutti questi aumenti sul prezzo del prodotto finito. Che sia pane, pasta, dolciumi ma anche salumi, formaggi, conserve e birra. Ormai lavoriamo tra mille difficoltà per contenere i costi e non gravare sul consumatore e quindi mantenere il rapporto con i clienti.»
Antonio Caria

Alessio Figos è il nuovo centravanti dell’Iglesias. Classe 1984, calciatore di lunga esperienza tra serie C2, D ed Eccellenza, Alessio Figos è reduce da una positiva stagione alla Villacidrese, dopo quella vissuta al Muravera, in serie D.  Nel campionato di Eccellenza regionale 2019/2020, fu tra i grandi protagonisti nella straordinaria stagione del Carbonia, culminata con la promozione in serie D e la conquista della Coppa Italia.

Il tesseramento di Alessio Figos segue quello di un altro attaccante, il brasiliano Rafael Monteiro, classe 1990, proveniente dal Budoni, e le conferme di alcuni dei principali protagonisti della trionfale cavalcata che ha riportato la squadra in Eccellenza regionale dopo 15 anni: Fabio Toro, Daniele Porcu, Silvio Fanni, Angelo Marci, Michele Suella, Federico Sirigu, Fabiano Todde, Alessandro Mancusi e Stanislao Lepore.

Il presidente Giorgio Ciccu, intanto, sta tentando di tesserare Gianluca Illario, figlio di Riccardo, per tanti anni bandiera dell’Iglesias, e un’altra importante operazione, definita “molto complicata”.

Dopo ulteriori verifiche e accertamenti, il comune di Nuoro ha emesso un’ordinanza dirigenziale che ha disposto, a partire da oggi, la riapertura alla viabilità della corsia di via Manzoni con provenienza dalle vie Lamarmora e Ferracciu.
«Eravamo in attesa degli opportuni accertamenti da parte dei tecnicidichiara il vice sindaco e assessore dei Lavori pubblici, Fabrizio Beccu -, l’opzione della riapertura parziale era sul tavolo da qualche giorno, ma avevamo la necessità di avere garanzie che si sarebbe potuto fare in sicurezza per la viabilità.»
Antonio Caria