23 June, 2024
Home2023Aprile (Page 3)

A Bacu Abis mercoledì 3 maggio, nella fascia oraria dalle 9.00 alle 10.00 circa, i tecnici della società ProService SpA – Servizio Antinsetti – effettueranno la disinfestazione da blatte in via Alessandria, via Olbia e via della Libertà. Giovedì 4 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 10.00 circa, la disinfestazione da blatte nelle vie Caltanissetta, Santa Barbara e La Marmora.

Per l’intera durata del trattamento e per almeno 30 minuti dopo lo stesso: è vietato il transito e lo stazionamento di persone, animali e veicoli nell’area interessata; è vietata l’apertura di infissi esterni (porte e finestre); dovranno essere allontanate dalle adiacenze della strada: biancheria, erbe aromatiche coltivate in vaso e quant’altro utilizzabile a scopo alimentare, giocattoli, animali domestici presenti negli spazi interessati all’intervento o prospicienti ad essi.

La sindaca del comune di Villamassargia, Debora Porrà, ha comunicato all’amministratore straordinario della provincia del Sud Sardegna, Mario Mossa, l’intendimento della sua Amministrazione comunale di realizzare “un intervento finalizzato alla riqualificazione e messa in sicurezza del tratto di strada provinciale interferente il centro abitato di Villamassargia”.
L’intervento prevede la realizzazione di una nuova rotatoria all’intersezione con la via Puccini, km. 42 della SP. n. 2, e la riqualificazione delle reti tecnologiche ed in particolare la rete fognaria (acque bianche e nere), illuminazione pubbliche e i marciapiedi.
“Per il reperimento dei fondi necessari alla realizzazione dell’intervento l’assessore regionale ha proposto un contributo di euro 1.000.000,00 a carico della Regione ha aggiunto Debora Porrà -, mentre il comune di Villamassargia cofinanzierebbe con un contributo di euro 200.000,00. Ci si propone inoltre quale soggetto attuatore dell’intervento, così come già attuato per la realizzazione della rotatoria tra la SP. N. 2 e SP. N. 86.”
Debora Porrà, infine, ha chiesto all’amministratore straordinario della provincia del Sud Sardegna la disponibilità ad accogliere favorevolmente la proposta.

“La SP2 rappresenta un’arteria particolarmente importante per la viabilità di collegamento tra il basso Sulcis e Cagliari. L’alto numero di incidenti, con conseguenze talvolta tragiche, giustifica qualunque azione orientata a rendere la strada più sicura attraverso interventi che devono avere la massima priorità, in particolare sul tratto Carbonia-Villamassargia sul quale si registrano le criticità più forti.”

Lo ha detto l’assessore regionale dei Lavori pubblici, Pierluigi Saiu, che ieri pomeriggio ha partecipato alla seduta del Consiglio comunale di Villamassargia. L’incontro è avvenuto dopo il tavolo operativo svoltosi in Assessorato, nel mese di marzo, che ha messo al centro la sicurezza della SP2 e al quale hanno preso parte i sindaci, la provincia del Sud Sardegna e gli esponenti politici del territorio.

“A fine marzoha aggiunto l’assessore Pierluigi Saiula provincia del Sud Sardegna ha ottenuto la deroga dal Ministero per la realizzazione dello spartitraffico e individuato le risorse per i lavori. L’incontro con i rappresentanti del territorio ha avuto l’utilità di portare all’attenzione altri interventi ritenuti necessari, tra questi la realizzazione di una rotatoria nell’intersezione della SP2 nel Comune di Villamassargia. Un’opera riconosciuta da tutti come indispensabile per migliorare la sicurezza in quel tratto e invocata da tempo. Attraverso l’interlocuzione con il Comune abbiamo individuato un fabbisogno di un milione di euro per la realizzazione dell’opera, che verrà finanziata dalla Regione con parte delle risorse stanziate nell’ultima legge di Stabilità per la viabilità provinciale.”

Soggetto attuatore dell’intervento per la realizzazione della rotatoria potrebbe essere lo stesso comune di Villamassargia: “Valutiamo favorevolmenteha concluso Pierluigi Saiula disponibilità dell’amministrazione in questo senso. Con la Provincia, sulla quale ricade la competenza della strada, decideremo chi sarà il soggetto attuatore dell’opera, nell’ottica di una collaborazione tra le istituzioni che ritengo sia indispensabile se si vogliono raggiungere obiettivi importanti”.

Il sindaco Pietro Morittu e l’intera Amministrazione comunale di Carbonia hanno espresso sentite condoglianze e si sono stretti in un forte abbraccio a tutti i familiari e alle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca per la scomparsa, all’età di 79 anni, di suor Eraldina Cacciarru.
Suor Eraldina, nata a Carbonia, è rimasta orfana di padre in tenerissima età, ha vissuto l’infanzia in collegio e a 16 anni ha deciso di prendere i voti da suora. Dopo aver trascorso una ventina d’anni a Roma, nel 1985 si è trasferita a Carbonia, e ha insegnato presso la Scuola Camilla Gritti fino all’età della pensione.
«Una perdita importante per l’intera comunità di Carbonia, molto legata a Suor Eraldina e a tutta la congregazione delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca, presenti a Carbonia da oltre 80 anni. Un punto di riferimento per l’educazione religiosa e la formazione dei nostri giovani ragazzi che frequentano la Scuola Camilla Gritti», ha detto il
sindaco Pietro Morittu.
La cerimonia funebre, molto emozionante e commovente, si è svolta questo pomeriggio presso la Parrocchia di Cristo Re alla presenza di centinaia di fedeli, tra cui numerosi studenti ed ex studenti, il corpo docente e il personale ATA della Scuola Camilla Gritti.

Stamane, alle 9.29, è stato segnalato al numero di emergenza 1515 un incendio all’interno della pineta che sovrasta l’abitato di Villacidro, in località “Narti”. Prontamente è intervenuta una pattuglia della Stazione forestale di Villacidro, che ha diretto le operazioni di spegnimento. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Sanluri e l’Avsad, una squadra locale della Protezione civile.

La direzione delle operazioni di spegnimento del Corpo forestale ha fatto ricorso all’elicottero del servizio antincendi regionale di stanza a Fenosu. Risultava difficoltoso, infatti, raggiungere tutti i punti del fuoco radente, che minacciava di evolversi nelle chiome dei pini.

Il mezzo aereo è stato determinante per lo spegnimento, con 31 lanci d’acqua e lasciando il luogo delle operazioni per fine intervento alle 15.25.

Sono state avviate le indagini del Corpo forestale per individuare le cause e i responsabili dell’evento.

La superficie interessata dalle fiamme ammonta a circa 3 ettari di macchia mediterranea e di pino marittimo.

 

«La Regione ha mantenuto l’impegno di mettere in sicurezza oltre 280 lavoratori e lavoratrici del Parco Geominerario.»

Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro, Ada Lai, nel corso di un incontro, in videoconferenza, con le rappresentanze sindacali.

«L’assessorato del Lavoro ha spiegato Ada Laiindirà, con una procedura celere, la prossima gara, per la quale il Consiglio regionale ha stanziato i fondi per la copertura dei prossimi 3 anni, superando le criticità della precedente gara, per assicurare l’utilizzo del personale impiegato nei territori in cui si estende il Parco. Sarà cura delle istituzioni mettere in campo un vero progetto di sviluppo sostenibile per promuovere le immense risorse ambientali, culturali e minerarie del Parco stesso, che garantisca la stabilizzazione dei lavoratori.»

La congregazione delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca è in lutto per la scomparsa di suor Eraldina Cacciarru, all’età di 79 anni.

L’Istituto religioso, fondato dalle sorelle Caterina e Giuditta Cittadini nella prima metà dell’Ottocento a Somasca di Vercurago (Lecco) nella diocesi di Bergamo, è presente a Carbonia e, più in generale in Sardegna, da ben 80 anni.

Suor Eraldina, nata a Carbonia, è rimasta orfana di padre in tenerissima età, ha vissuto l’infanzia in collegio e a 16 anni ha deciso di prendere i voti da suora. Dopo aver trascorso una ventina d’anni a Roma, nel 1985 si è trasferita a Carbonia, e ha insegnato alla Scuola Camilla Gritti fino all’età della pensione.

La cerimonia funebre si terrà questo pomeriggio, presso la chiesa della parrocchia di Cristo Re, in piazza Iglesias, alle ore 16.00.

6.100 euro: è il frutto della raccolta di fondi fatta in occasione del 3° Memorial Mauro Frongia, destinato all’associazione Donne al traguardo Onlus che gestisce il Centro antiviolenza di Carbonia. L’assegno è stato consegnato ieri dal padre, dalla madre e dal fratello di Mauro, il giovane chef rimasto vittima sette anni fa di un tragico incidente stradale mentre rientrava da una breve escursione a Buggerru, e dagli amici bikers.

Vediamo le interviste con Pietro Frongia, padre di Mauro, la dottoressa Maria Mameli e Igino Soru, in rappresentanza degli amici bikers.

Il sito archeologico di Montessu, a Villaperuccio, ha ospitato sabato 22 aprile la presentazione del libro “Musica, Dimónios!”, di Andrea Atzeni e Alessandro Garau. Sono intervenuti, con i due autori, Marcellino Piras, sindaco del comune di Villaperuccio e la relatrice Maria Antonietta Pinna. Il primo cittadino, collega da alto ufficiale nell’Esercito, ha consegnato ad Andrea Atzeni la cittadinanza onoraria deliberata dal Consiglio comunale nel corso dell’ultima seduta.

La presentazione, organizzata in collaborazione con mondobande.it e il giornale online della Brigata Sassari, è stata arricchita dalla presenza del Coro “Collegium Musicum”, che ha eseguito alcuni brani legati al tema, tra i quali, in conclusione, Dimonios, l’inno della Brigata Sassari. Il libro ricostruisce la storia del primo Capo Musica della Banda Musicale della Brigata Sassari, Andrea Atzeni, che al termine ho intervistato.

https://www.facebook.com/1470973197/videos/1193675084624078/

 

 

Una tappa “marina” di 78 e 104 km veloce, bella dal punto di vista scenografico, essenzialmente pianeggiante e senza centri abitati da attraversare. Ecco gli ingredienti – adatti a tutti – scelti dalla ASD Mari&Monti per la terza tappa del GiroSardegna 2023.
Il confronto, andato in scena questa mattina, ben si prestava a chi voleva tentare fughe da lontano ed in effetti così è stato. La giornata ventosa, con un clima adatto a lunghe fatiche, non ha impedito al gruppo, superati i primi 20 km all’unisono, di avanzare spedito sino alle prime salite. Dopo l’uscita da Olia Speciosa, nel lungo rettilineo, sono però iniziate le spallate tra i big della corsa. Protagonisti dei primi timidi tentativi sono stati Luca Cingi e David Moras.
Intorno al 35° km, nei pressi del punto ristoro panoramico, le prime salite premiano ancora una volta l’attacco di Cingi. Poche migliaia di metri più avanti, però, la fuga è ricucita e in testa stazionano quasi una ventina di corridori. Tra questo, l’ultimo del gruppo è proprio la maglia rosa del Medio Giro, che sembra gestire con acume tattico risorse fisiche e mentali per la parte decisiva della sfida.
Bastano invece altri 5 km per assistere a un attacco in tandem, questa volta di Gianluca Remondi e Roberto Vidoni. I due viaggiano insieme per una buona parte di percorso, conquistando un vantaggio di una trentina di secondi dalla restante parte del gruppo.
Dopo Castiadas ci si sfilaccia ancora, ma si deve anche fare i conti con la fuga ancora più perentoria di Remondi e Vidoni. Cingi, però, sta al passo, e insieme al compagno di squadra Simone Cerio, prima occupa il tandem all’inseguimento poi ricuce lo svantaggio, sempre in accoppiata col compagno di squadra, preparando al meglio i 10 km decisivi da programmare con la volata finale. Come atteso alla vigilia, lo sprint è a quattro con Simone Cerio che sembra cedere, sul traguardo, la prima posizione al compagno di squadra, accendendo una bagarre che sarà, con tutta probabilità utile a puntare i riflettori sul Giro sino ai km finali di venerdì prossimo.
Tra le donne fa il vuoto accanto a sé Payne Antigone, che chiude la contesa con 6’27” di vantaggio da Francesca Sassani e 8’31” da Judith Gerber. Nel Gran Giro Femminile successo di che vale oro quello di Jutta Stienen. I 2’47”409”’di vantaggio da Monica Trinca Colonel (da oggi terza in classifica generale) ma soprattutto i 2’49” da Annalisa Prato permettono all’atleta svizzera di agguantare la maglia gialla del Giro, mettendo anche una buona distanza dalle inseguitrici in vista del rush finale della competizione. La stessa distanza al maschile ha invece premiato il ritorno in Sardegna di Benedikt Elbig. Il tedesco, fenomeno del 2022 e assente nella prima tappa per problemi nei voli aerei, non è voluto mancare all’edizione 2023. Con un gap incolmabile per la caccia alla vittoria finale, pare però deciso a vender cara la pelle, come dimostra il successo di questa mattina ai danni dell’eterno Max Lelli (in ritardo di 4” secondi) e di Roland Var de Sloot, terzo con 5”661”’ di ritardo.
Situazione generale. Cerio conserva dunque la maglia del Medio Giro Maschile. L’accordo col vincitore odierno lascia praticamente immutato il divario con il compagno di squadra Remondi, staccato sempre di 7” e appena un centesimo in meno rispetto a ieri. Nel Medio Giro Femminile Antigone rintuzza ulteriormente il vantaggio che oggi sfiora addirittura i 20′ sulle avversarie. Nel Gran Giro Maschile, sembra scontato il successo di Raggio che allunga il divario a 4’30”. La giornata ha però da segnalare l’ingresso sul podio dell’olandese Var den Sloot e, soprattutto, di Max Lelli, che agguanta il terzo posto con 6’42” da recuperare.
Quarta Tappa. Domani quarta fatica con la consueta Crono a Squadre maschile e femminile, appuntamento che darà respiro alla impegnativa settimana e che si svolgerà su un tracciato pianeggiante di 21,8 km nei pressi dello stagno di Colostrai.
Ordine d’arrivo assoluto.
Medio Giro: 1. Luca Cingi (Team AS Amig) in 1h58’31”; 2. Simone Cerio (Team AS Amig) +1”’; 3. Gianluca Remondi (Team AS Amig) + 2”’; 4. Roberto Vidoni (SC Cottur ASD) +4”’; 5. Lorenzo Maiolo (SC Cottur ASD) + 1’13”408”’.
Gran Giro: Benedikt Elbig in 2h31’52”; 2. Massimiliano Lelli (ASD Max Lelli) + 4”910”’; 3. Roland Var den Sloot (Team Brabant 2000) +5”661”’; 4. Franza Wieser (Rodes Val BadiaRaiffeisen) + 6”500”’; 5. Luca Raggio (Team Piusport Levante) +6”662”’.
Classifiche generali assolute
Medio Giro maschile: 1. Simone Cerio (Team AS Amig) 5h17’31”; 2. Gianluca Remondi
Medio Giro femminile. 1. Payne Antigone (Cavigal Nice Cyclism) 5h24’18”’; 2. Francesca Sassani (ASD Brafo Caffè) + 19’12”040”’; 3. Judith Gerber (Velo67 Racing Team) + 27’23”090”’.
Gran Giro maschile. 1. Luca Raggio (Team PiuSport Levante) 6h26’23”; 2. Roland Var del Sloot (Team Brabant 2000) + 4’32”660”’; 3. Massimiliano Lelli (ASD Max Lelli) + 6’42”960”’.
Gran Giro femminile. 1. Jutta Stienen (Velo67 Racing Team) in 6h49’15”; 2. Annalisa Prato (Officine Mattio); 2. 2’38”130”’; 3. Monica Trinca Colonel (ASD Grosio Ciclismo) + 12’01”39”’.