22 May, 2024
HomePosts Tagged "Anna Pina Buttiglieri"

Domenica 6 agosto alle ore 21.30, l’Arena Mirastelle ospiterà lo spettacolo “Senti chi parla”, organizzato da “La Clessidra Teatro” con il patrocinio del comune di Carbonia e la collaborazione artistica di Batuca Dance. La performance si inserisce nell’alveo della X edizione della rassegna “Tutti in scena”, con la regia di Anna Pina Buttiglieri.
L’evento rientra nell’ambito degli appuntamenti inseriti nel cartellone “Estiamoinsieme Carbonia 2023”.
“Senti chi parla”, commedia in due atti di Derek Benfield, vedrà la partecipazione di Denise Concas, Martina Garau, Davide Maringiò, Francesca Puddu, Omar Soddu.

Proseguono i saggi di danza che stanno caratterizzando l’estate nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro di piazza Marmilla. «Dopo il bellissimo spettacolo che venerdì scorso ha visto esibirsi le ballerine dell’ASD Tersicore, oggi si replica con il saggio dalla Batuca Dance del maestro professionista Omar Soddu. Assisteremo a performance di alto contenuto tecnico ed elevata spettacolarità», ha detto l’assessora della Cultura Giorgia Meli.
Lo spettacolo “Dancing Dream – Le mille e una notte”, organizzato dalla Batuca Dance con il patrocinio del comune di Carbonia, si inserisce nell’ambito del cartellone di eventi estivi denominato “Estiamoinsieme Carbonia 2023”. L’appuntamento è fissato per le ore 22.00.
Le coreografie sono curate da Omar Soddu, Alice Cardia & Benedetta Deriu, Nadia Gastaldi. L’adattamento dei testi è ad opera di Anna Pina Buttiglieri. È prevista la partecipazione straordinaria di Martina Garau nel ruolo di Shahrazad.

Lunedì 19 giugno, alle ore 21.00, al Teatro Centrale di Carbonia, si svolgerà lo spettacolo “Bertoldo a corte”, organizzato da “La Clessidra Teatro” con il patrocinio del comune di Carbonia e la collaborazione artistica di Batuca Dance. La performance si inserisce nell’alveo della X edizione della rassegna “Tutti in scena”, con la regia di Anna Pina Buttiglieri.

“Bertoldo a corte” racconta la storia di Bertoldo, che vive in campagna con Marcolfa, sua moglie, e Bertoldino, suo figlio, e tiene testa ai potenti e sopraffattori. Bertoldo è un uomo libero che, a difesa della sua libertà e dei suoi ideali, non cede alle provocazioni della corte.

[bing_translator]

Serata di grande teatro domani, martedì 25 agosto, alle ore 21.30, all’Arena Mirastelle, dove andrà in scena lo spettacolo “La Notte delle Fiaccole” di Enzo Giacobbe, a cura della Compagnia “La Clessidra Teatro”, in collaborazione con la Batuca Dance e con il patrocinio del comune di Carbonia.
Lo spettacolo avrà in cabina di regia Anna Pina Buttiglieri, con la supervisione del regista Orlando Forioso del TeatrEuropa di Corsica. Le musiche originali saranno a cura di Martina Garau e Gianluca Tozzi.
L’evento si inserisce nell’ambito delle manifestazioni inserite nel cartellone “E…State a Carbonia 2020”.

[bing_translator]

E’ stata presentata ieri mattina, a Carbonia, la stagione di prosa, musica e danza che si terrà al Teatro Centrale dal 18 gennaio al 4 aprile 2020. 9 appuntamenti organizzati dal CEDAC (Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo della Sardegna) con il patrocinio e il contributo economico del comune di Carbonia.

Il programma completo è stato presentato ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala riunioni della Torre Civica, alla presenza degli assessori comunali Sabrina Sabiu, Gian Luca Lai e Loredana La Barbera, e di Valeria Ciabattoni, in rappresentanza del Cedac.

Il primo evento in cartellone è previsto per il 18 gennaio, con la performance musicale “Il Lago dei Cigni” sotto il segno di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Si replica il 23 gennaio con “La Cena delle Belve” ed il 1° febbraio con “Quartet”.

L’8 febbraio sarà la volta della storia ispirata dal famoso romanzo di Cesare Pavese, “La luna e i falò”, mentre il 15 febbraio andrà in scena “Riccardo 3”, il dramma di William Shakespeare. Il 14 Marzo spazio a una “Serata romantica” a cura della Compagnia Balletto del Sud, mentre il 19 marzo ad occupare la scena saranno i protagonisti di “Un Tram che si chiama desiderio” di Tennessee Williams.
Di rilievo anche la pièce “Frammenti di tempo” in programma il 4 aprile, un omaggio a Giulio Angioni e Primo Levi, regia di Monica Porcedda.
Il gran finale della rassegna teatrale targata CEDAC sarà il 24 aprile 2020 con “Le Bugie hanno le gambe corte“, regia di Anna Pina Buttiglieri.

La campagna abbonamenti si svolgerà a partire da martedì 7 gennaio, al Teatro Centrale di Carbonia (I biglietti per il “Lago dei cigni” saranno in vendita da mercoledì 15 gennaio).

[bing_translator]

Nell’ambito delle iniziative di carattere civile della Festa patronale di Gesù Divino Operaio, sabato 19 ottobre, alle ore 21.00, al Teatro Centrale di Piazza Roma, andrà in scena “Una matassa imbrogliata”, a cura de “La Clessidra Teatro”, con il patrocinio del comune di Carbonia. Gli attori della compagnia teatrale cittadina, sotto la sapiente regia di Anna Pina Buttiglieri, saranno protagonisti di un’esilarante commedia scritta da Eduardo Scarpetta in napoletano. La vicenda racconta un intreccio vorticoso di situazioni e malintesi che partono da due giovani e libertini amici: Felice e Alfredo. Felice, il giorno prima delle nozze con Errichetta, si ritrova a dover fronteggiare un’ingarbugliata situazione per non svelare tale avvenimenti alla zia Crescenza, che gli ha vietato di sposarsi.
Una trama intricata, avvincente e ricca di gag che divertiranno il pubblico in sala.

L’ingresso al Teatro Centrale è gratuito.

[bing_translator]

Lo spettacolo “Orfeo sardo: bestiario, suoni e parole” ha chiuso ieri sera, nell’anfiteatro di Monte Sirai, la rassegna “Notti a Monte Sirai”, organizzata dall’Associazione Enti locali per le Attività culturali e di Spettacolo con il patrocinio ed il contributo economico del comune di Carbonia e il cofinanziamento della Fondazione di Sardegna e della Regione Autonoma della Sardegna.

I protagonisti della serata sono stati Gavino Murgia, Jarrod Cagwin, Andrea Tedde, Noemi Medas, Lea Antona ed Orlando Forioso, regista oltreché direttore artistico dell’intera rassegna. Lo spettacolo è riuscito a creare un’atmosfera magica, nella quale è stato sublimato il connubio tra la parola, l’oralità, il racconto ed il mito. In particolar modo, a librare nell’aria sono i molteplici suoni di due isole magiche come la Sardegna e la Corsica, regione dalla quale arriva la giovane cantante Lea Antona.

Il numeroso pubblico è stato letteralmente “rapito” dalle musiche e dalla storia interpretata da Orfeo, Aristeo ed Euridice.

La rassegna quest’anno aveva come tema conduttore il latte ed il formaggio e anche lo spettacolo di ieri sera ha avuto nella sua parte iniziale un passaggio dedicato alla realtà agropastorale dell’Isola e alle clamorose manifestazioni di protesta dei pastori dei mesi scorsi con lo sversamento del latte sulle strade.

Lo spettacolo “Orfeo sardo: bestiario, suoni e parole” è stato preceduto, come di consueto, alle ore 19.30, dall’esibizione dei bravissimi attori della Clessidra Teatro guidati da Anna Pina Buttiglieri, che hanno eseguito una rappresentazione dal titolo “Da Orfeo e Euridice: cucina paesana”, dedicata a grandi e piccini. A fine spettacolo, Orlando Forioso ha chiamato sul palco l’intera Compagnia La Clessidra, per un saluto al pubblico ed un arrivederci all’edizione 2020.

Vediamo l’intervista con il regista dello spettacolo e direttore artistico della rassegna “Notti a Monte Sirai”, Orlando Forioso.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10220023396243150/

                                 

    

           

[bing_translator]

L’esibizione degli attori della Clessidra Teatro, sotto la sapiente regia di Anna Pina Buttiglieri, ha fatto da anteprima ieri sera alla manifestazione “Notti a Monte Sirai 2019”. L’open air teatrale dal titolo “Da Orfeo e Euridice: cucina paesana”, dedicato a grandi e piccini, si snoda lungo il sito archeologico e sarà replicato per tutte le serate della stessa manifestazione domani, domenica 28 luglio, venerdì 2 e domenica 4 agosto.

[bing_translator]

Si avvia alla conclusione la nona edizione della fortunata rassegna teatrale “Tutti in scena”, organizzata da “La Clessidra Teatro”, con il patrocinio del comune di Carbonia.

Dopo il grande successo dei primi cinque appuntamenti (“Alice nel paese delle meraviglie”, “Molto rumore per nulla”, “Una matassa imbrogliata”, “Le bugie hanno le gambe corte” e “Mary Poppins”), sabato 6 luglio, alle ore 21.00, al Teatro Centrale si svolgerà la sesta ed ultima rappresentazione: gli attori della “Clessidra Teatro”, sotto la sapiente regia di Anna Pina Buttiglieri, porteranno in scena lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”. Protagonisti saranno i ragazzi delle scuole cittadine con le spettacolari coreografie a cura della Batuca Dance.

Si tratta di un divertente adattamento in chiave moderna di una delle più popolari commedie di William Shakespeare. In un bosco governato da fate e folletti si snodano le vicende amorose di Ermia e Lisandro, e di Elena e Demetrio, le cui avventure sentimentali sono complicate dall’entrata in scena di Oberon e Titania, re e regina delle fate che, servendosi di un folletto birichino di nome Puck, creano scompiglio ai sentimenti degli amanti.

[bing_translator]

Dopo il grande successo dei primi tre appuntamenti (“Alice nel paese delle meraviglie”, “Molto rumore per nulla” e “Una matassa imbrogliata”), domenica 23 giugno, alle ore 21.00, al Teatro Centrale si svolgerà il quarto appuntamento della rassegna “Tutti in scena”, organizzata da “La Clessidra Teatro” con il patrocinio del comune di Carbonia.

Gli attori della “Clessidra Teatro”, sotto la sapiente regia di Anna Pina Buttiglieri, porteranno in scena lo spettacolo “Le bugie hanno le gambe corte”. Protagonisti saranno i ragazzi delle scuole cittadine con le spettacolari coreografie a cura della Batuca Dance.

“Le bugie hanno le gambe corte”, spettacolo di Vittorio Barino e Martha Fraccaroli, racconta le manovre e gli intrighi di un industriale di medio cabotaggio che spera in una “presunta” fusione della sua traballante azienda con quella ben più solida e importante di un imprenditore emigrato ancora giovane in Germania. Amori segreti, amicizie “sfruttate” a copertura delle proprie magagne, tradimenti e ripicche, coinvolgono tutti i protagonisti in situazioni imbarazzanti, dalle quali ci si può districare solo con prontezza di spirito e furbesche bugie.