18 May, 2022
HomePosts Tagged "Beppe Dettori" (Page 3)

[bing_translator]

Questa sera, alle ore 20.00, nel Centro Culturale di via Cattaneo a Iglesias, si terrà la serata finale della prima edizione del festival internazionale dell’arpa Arpe del mondo. Per l’occasione si esibirà  il trio messicano del bambino prodigio Eduardo Viveros Colin in “Son de Veracruz”  con la partecipazione straordinaria del cantante Beppe Dettori accompagnato all’arpa per l’occasione dal Direttore Artistico del Festival Raoul Moretti.

“Arpe del Mondo”, è un festival internazionale dell’arpa ideato e diretto dal musicista maestro Raoul Moretti con l’organizzazione dell’Ente Concerti Città di Iglesias, dell’associazione Musix e il coordinamento musicale dal musicista compositore maestro Gianluca Erriu.

“Arpe del Mondo”, partner della rete internazionale di Festival di Arpa riFesta,nella sua prima edizione è stato dedicato alle arpe delle tradizioni dell’America Latina con la partecipazione di alcuni dei più importanti interpreti mondiali dello strumento provenienti da Cile, Argentina e Messico in un percorso ideale che unisce popoli e culture attraverso l’incontro tra innovazione e tradizione.

[bing_translator]

Domani, giovedì 24 settembre, a Decimonannu, prendono il via i 6 giorni di festeggiamenti in onore di Santa Greca.

Organizzati dall’Associazione Santa Greca, con il patrocinio del comune di Decimomannu, fino a martedì 29 nel centro dell’hinterland cagliaritano si alterneranno eventi religiosi e civili.

Si comincia, appunto, domani alle 18.30, al Centro Polifunzionale in Piazza De Gasperi, con il Convegno pubblico dal titolo “Santa Greca – Storia e devozione”; all’introduzione di Tiziana Molinu, seguiranno le relazioni di Mauro Dadea, con “Storicità del culto della martire Decimese Greca”, quella di Paolo Bullitta, che tratterà di “Antichi culti e devozioni a Cagliari e nel Campidano”, e di Andrea Tidili, con

“La vestizione del simulacro di Santa Greca”.

Il giorno dopo, venerdì 25, dalle 17.00 la vestizione del simulacro della Martire, l’intronizzazione e la Messa. La sera alle 20.30, la “Cantada campidanesa”.

Sabato 26, si inizia con le Messe dalle 8.00 alle 10.30. Dalle 18.30, l’incontro del simulacro di Santa Greca e la sua reliquia. A conclusione, la Messa solenne. La sera, ballo liscio con l’orchestra di Pino Aresti.

Domenica mattina, le Messe dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 10.30 la processione per le vie del paese con la partecipazione dei gruppi folk e l’accompagnamento della banda musicale e delle launeddas. Al termine la Messa celebrata dal parroco, Don Lanero. La sera, fuochi artificiali e il concerto di Beppe Dettori con Maurizio Di Cesare.

Nella mattinata di lunedì 28, le Messe dalle 7.30 e alle 10.30 processione per le vie del centro con messa conclusiva presieduta dall’arcivescovo di Cagliari, monsignor Arrigo Miglio. Nel pomeriggio, dalle 17.00 le Messe. La sera, varietà “Certe notti”.

Martedì 29, giornata conclusiva, si aprirà con la messa mattutina delle 9.30 e quella delle 17.30 dove avverrà la separazione del simulacro di Santa Greca dalla sua reliquia. La notte, commedia sardo campidanese “Maladia informatica” di Ottavio Altea a cura della Filodrammatica Guspinese.

Nasodoble - Cazz boh 02 (m)

La loro musica si potrebbe catalogare alla voce “rock d’autore”, me è in realtà una riuscita combinazione di generi differenti, arrangiati e interpretati con maestria, al servizio di testi densi di rime eccentriche, allitterazioni, assonanze, giochi di parole; una cifra stilistica non facile da etichettare, quella dei Nasodoble, poetica e visionaria con la giusta dose di humour e ironia, che trova la sua dimensione congeniale in concerto. Come quello organizzato dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz che li vedrà di scena domenica sera (26 luglio) a Cagliari, con inizio alle 21,30 al Lazzaretto (il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere Sant’Elia).

Nata nel 2004, la band sassarese approda nel capoluogo sardo reduce dalla pubblicazione, lo scorso marzo, del suo terzo album, “SeMiCerchi” (dopo “Bestiario”, del 2005, e “Perigolosi”, del 2010): undici brani dalle atmosfere e le sonorità variegate, com’è nel loro stile, compresi una cover di “Summer On A Solitary Beach” di Franco Battiato, e un omaggio a Patrizio Fariselli degli Area (anagrammato nel titolo del pezzo, “Hommage à Alfio Zarlisi Petri”) in perfetto stile progressive anni Settanta.

Un “disco discolo”, come l’hanno definito gli stessi Nasodoble, preceduto già l’estate scorsa dal grande successo nella rete del video dalla sua canzone più popolare, Cazz boh“, impreziosita dalla partecipazione di altre voci illustri della musica sarda di oggi: Ilaria Porceddu, Joe Perrino, Beppe Dettori, più la chitarra blues di Francesco Piu. Una ballata amara che parla di Sardegna e di crisi, di terre rubate e avvelenate, di limba, di incendi, di aziende all’asta, di debiti e suicidi. “Una canzone condita di riso sardonico che mette a fuoco il disastro politico, sociale, mafioso, militare e industriale della Sardegna degli anni zero”, come spiega Alessandro Carta, autore del brano e voce del gruppo di cui condivide da sempre le sorti con Peppino Anfossi (violino elettrico), Simone Sassu (piano e tastiere), Andrea Fanciulli (chitarre), Alessandro Zolo (basso fretless) e Carlo Sezzi (batteria).

Oltre a tre album (“Bestiario” del 2005, “Perigolosi” del 2010, e il recente “SeMiCerchi”) e alla partecipazione a varie compilation, nei loro undici anni di attività i Nasodoble contano esibizioni sui palchi di importanti festival sia in Sardegna che nella penisola.

Raoul Moretti

Per la stagione di musica da camera, organizzata da Il Crogiuolo, all’Arco Studio di via Portoscalas 17, a Cagliari, domenica 9 novembre, alle ore 19.00, andrà in scena il concerto Harpscapes, di Raoul Moretti.

Raoul Moretti è uno degli arpisti più versatili e sperimentali con un approccio molto originale allo strumento. Tale approccio, negli anni, lo ha condotto a sviluppare un percorso artistico alla ricerca di uno stile personale. I numerosi interessi lo hanno portato a confrontarsi con numerosi mondi musicale e altre forme di arte, dando vita spesso a progetti davvero unici nel panorama musicale.

Tra le collaborazioni lo showman Fiorello, il comico Leonardo Manera, il cantante Beppe Dettori, l’attrice Isabella Carloni, la scrittrice Michele Murgia, i videoartisti, Olo Creative Farm, il Teatro Piccolo, l’arpista Vincenzo Zitello, la band Vad Vuc.
Ha suonato nei più importanti festival internazionali di arpa in Italia ed in altri Paesi, quali Svizzera, Francia, Belgio, Cina, Paraguay, Cile, Brasile, Messico e Australia.

Presenta in un concerto originale e suggestivo in forma acustica alcuni brani del suo nuovo progetto e cd Harpscapes (originariamente per electroharp, live electronics e visuals) ed una selezione di musiche composte per arpa a levette, con brani di Einaudi, Henson-Conant, Andres, Garella, Zitello.

Sarà il sindaco di Bitti, Giuseppe Ciccolini, a ricevere in diretta sul palco del Teatro Dal Verme di Milano, domenica 19 gennaio, l’intero ricavato del concerto “Insieme per la Sardegna“.

«Un’iniziativa benefica – spiega Stefano Maullu, presidente dell’associazione “Ambasciata di Sardegna” che ha voluto e organizzato l’evento milanese – che ci fa cominciare il 2014 nel modo giusto, dando il nostro contributo a chi ha bisogno. In particolare guardiamo a Bitti, che è stata una delle zone della Barbagia maggiormente colpite dalle piogge torrenziali dello scorso novembre.»

Insieme a Stefano Maullu e Davide  De Sfroos, a presentare l’iniziativa ieri c’era anche Nicola Nite, cantante dei Tazenda, che nel concerto suoneranno insieme a Davide Van de Sfroos e a Beppe Dettori, mescolando timbri, ritmi e sonorità lombarde e sarde all’insegna della solidarietà.

«Quello che è successo a novembre non lo potremo dimenticare – ha detto Nicola Nite – per la tragicità degli eventi che hanno colpito la nostra terra: è un onore per noi essere stati chiamati a partecipare a questa iniziativa.»

Il concerto si avvia al tutto esaurito. La vendita dei biglietti avviene tramite il circuito TicketOne.it, al costo di 15 euro (più diritti di prevendita).

Stefano Maullu, Davide Van De Sfroos e Nicola Nite presentano al Dal Verme il concerto per la Sardegna.Locandina concerto Insieme per la Sardegna

Tazenda a Rosas 3 Tazenda a Rosas 20 luglio 2013 3 Tazenda 2013 1

Saranno interamente destinati alla gente di Bitti (provincia di Nuoro) i fondi raccolti con il concerto «Insieme per la Sardegna»: ad annunciarlo è Stefano Maullu, presidente dell’Associazione “Ambasciata di Sardegna” che da oltre dieci anni rappresenta un punto di riferimento per i sardi residenti lontano dall’isola e che organizza l’evento in calendario per domenica 19 gennaio, dalle 16.30.

Assieme a Maullu domani (Teatro Dal Verme ore 11.00) a presentare l’iniziativa ci saranno i protagonisti del concerto: Davide Van De Sfroos e Nicola Nite dei Tazenda – a cui domenica si aggiungerà Beppe Dettori. Tre nomi legati dalla stessa passione: l’amore per la propria terra, per le proprie radici e identità.

Un sentimento che bene si accompagna alla solidarietà, all’aiuto, alla mano tesa verso quanti hanno più bisogno. Come chi in Sardegna soffre ancora gli effetti dell’alluvione del novembre scorso.

La vendita dei biglietti avviene tramite il circuito TicketOne.it, al costo di 15 euro (più diritti di prevendita).

«Ci rivolgiamo in particolare al buon cuore di chi ama la Sardegna e di tutti i sardi, di nascita, di origine, di adozione, di chi vive nell’isola e di quanti, come noi, vivono lontani dalla loro terra d’origine – conclude Maullu – per stringerci insieme in un abbraccio alla Sardegna assistendo a questo straordinario concerto benefico. Non lasciamoli soli. Forza Paris, Avanti Insieme!»