18 April, 2021
HomePosts Tagged "Carlo Murru" (Page 3)

[bing_translator]

Le preferenze provvisorie dei candidati della lista civica “Progetto per Iglesias” al comune di Iglesias, candidato sindaco Carlo Murru:

Michela Evaristo 53

Sara Boi 45

Raimondo Manunza 39

Luca Floris 32

Marco Figus 30

Anna Maria Era 27

Carla Cossu 25

Mattia Porcu 25

Marco Sanniu 18

Francesco Ortu 16

Federico Cotza 15

Claudio Sanna 14

Elisabetta Locci 13

Laura Romani 12

Ivan Sarais 10

Antonangelo Murgia 10

Daniela Puddu 8

Federica Addari 6

Antonio Fadda 6

Monica Deias 4

Roberto Dentis 2

Stefano Bisio 2

Carlo Pisu 1

Claudio Farris 0.

[bing_translator]

Il nuovo sindaco di Iglesias scaturirà dal ballottaggio tra Mauro Usai, candidato della coalizione di quattro liste formata da Partito democratico, lista civica “Rinnova Iglesias con Mauro Usai”, lista civica “Piazza Sella” e lista civica “Il tuo segno per Iglesias”, che ha ottenuto 5.727 voti, il 41,75% e Valentina Pistis, candidata della coalizione di cinque liste formata da Fratelli d’Italia, lista civica “Cas@ Iglesias”, Riformatori Sardi, lista civica “Iglesias in Comune” e Forza Italia, che ha ottenuto 3.862 voti, il 28,15%, che si terrà tra due settimane, domenica 24 giugno.

Al terzo posto s’è classificato Federico Garau, candidato del Movimento 5 Stelle, con 2.792 voti, il 20,35%; al quarto posto Carlo Murru, candidato delle liste civiche “Progetto per Iglesias” e “Iglesias risorge” con 1.038 voti, il 7,57%; al quinto posto, e sicuramente fuori dal prossimo Consiglio comunale, Asmaa Oug, candidata della lista “Sinistra Sarda”, che s’è fermata a 299 voti, il 2,18%.

Questi i voti e le percentuali lista per lista (lo scrutinio non è ancora completo, è arrivato al 92,76%, mancano due sezioni per complessive 1.030 schede):

Partito democratico 2.138 voti, 17,67%

Lista civica “Piazza Sella” 1.412 voti, 11,67%

Lista civica “Rinnova Iglesias con Mauro Usai” 1.161 voti, 9,60%

Lista civica “Il tuo segno per Iglesias” 569 voti, 4,70%

Totale liste a sostegno di Mauro Usai 5.280 voti, 43,66%

Forza Italia 1.231 voti, 10,17%

Riformatori sardi 921 voti, 7,61%

Lista civica “Iglesias in Comune” 499 voti, 4,12%

Lista civica “Cas@ Iglesias” 497 voti, 4.10%

Fratelli d’Italia 198 voti, 1,63%

Totale liste a sostegno di Valentina Pistis 3.346 voti, 27,66%

Movimento 5 Stelle 2.319 voti, 19,17%

Lista civica “Iglesias risorge” 520 voti, 4,30%

Lista civica “Progetto per Iglesias” 394 voti, 3,25%

Totale liste a sostegno di Carlo Murru 914 voti, 7,55%

Sinistra Sarda 234 voti, 1,93%

 

 

[bing_translator]

Quasi certamente il nuovo sindaco di Iglesias scaturirà dal ballottaggio tra Mauro Usai e Valentina Pistis. Lo scrutinio delle schede procede molto lentamente ma, a questo punto, quando è arrivato al 61,13% dei voti validi, 8.558 sui 14.000 complessivi, Mauro Usai, 29 anni, candidato di quattro liste (Partito democratico, “Rinnova Iglesias con Mauro Usai”, Piazza Sella e “Il tuo segno per Iglesias”), ha ottenuto 3.596 voti, il 42,02%, e precede Valentina Pistis, 33 anni, candidata di cinque liste (Fratelli d’Italia, Cas@ Iglesias, Riformatori sardi, “Iglesias in Comune” e Forza Italia), con 2.374 voti, il 27,74%; più distanziato Federico Garau, candidato del Movimento 5 Stelle, con 1.749 voti, il 20,44%). Al quarto posto c’è Carlo Murru, candidato delle liste civiche “Progetto per Iglesias” e “Iglesias risorge”, con 649 voti, il 7,58%; al quinto posto Asmaa Oug, candidata della lista “Sinistra Sarda”, con 190 voti, il 2,22%.

[bing_translator]

Arrivano i primi dati parziali ufficiosi dallo spoglio delle schede al comune di Iglesias. Su 3.316 schede scrutinate, Mauro Usai è davanti con 1.408 voti, il 42%; al secondo posto c’è Valentina Pistis, con 861 voti, il 26%; al terzo posto Federico Garau con 673 voti, il 20%; al quarto posto Carlo Murru con 287 voti, il 9%; al quinto posto Asmaa Oug con 87 voti, il 3%.

[bing_translator]

Lo spoglio delle schede a Iglesias procede a rilento, finora è stato chiuso solo in un seggio per quanto riguarda i voti ai candidati alla carica di sindaco, quello più piccolo, nella frazione di San Benedetto, dove hanno votati 64 elettori, un dato chiaramente solo statistico.

Mauro Usai ha ottenuto 23 noti, il 35,93%; Carlo Murru 19 voti, il 29,68%; Valentina Pistis 16 voti, il 25,00%, Federico Garau 6 voti il 9,37%; Asmaa Oug nessun voto.

 

[bing_translator]

Affluenza ai seggi bassa a Iglesias, dove alle 19.00, aveva votato il 43,21% degli aventi diritto, contro il 31,50% del 2013, quando però, lo ricordiamo, si votava in due giorni, domenica 26 e lunedì 27 maggio.

A Iglesias, come riporta il fac simile della scheda elettorale allegato, i candidati alla carica di sindaco sono 5, le liste 13 per complessivi 287 candidati alla carica di consigliere comunale. I candidati sindaco sono: Federico Garau (Movimento 5 Stelle), Valentina Pistis (Fratelli d’Italia, Cas@ Iglesias, Riformatori Sardi, Iglesias in Comune, Forza Italia), Mauro Usai (Partito Democratico, Rinnova Iglesias con Mauro Usai, Piazza Sella, Il Tuo segno per Iglesias), Carlo Murru (Progetto per Iglesias, Iglesias Risorge), Asmaa Oug (Sinistra Sarda).

I seggi verranno chiusi alle 23.00, subito dopo inizierà lo spoglio delle schede e alle prime ore del mattino dovrebbero arrivare i primi risultati.

Ricordiamo che, nel caso in cui nessuno dei cinque candidati dovesse superare la soglia del 50% dei voti, i due più votati accederebbero al ballottaggio in programma il 24 giugno.

[bing_translator]

Alle 12.00, a Iglesias, hanno già votato il 21,43% degli aventi diritto, contro il 12,48% del 2013, quando però, lo ricordiamo, si votava in due giorni, domenica 26 e lunedì 27 maggio.

A Iglesias, come riporta il fac simile della scheda elettorale allegato, i candidati alla carica di sindaco sono 5, le liste 13 per complessivi 287 candidati alla carica di consigliere comunale. I candidati sindaco sono: Federico Garau (Movimento 5 Stelle), Valentina Pistis (Fratelli d’Italia, Cas@ Iglesias, Riformatori Sardi, Iglesias in Comune, Forza Italia), Mauro Usai (Partito Democratico, Rinnova Iglesias con Mauro Usai, Piazza Sella, Il Tuo segno per Iglesias), Carlo Murru (Progetto per Iglesias, Iglesias Risorge), Asmaa Oug (Sinistra Sarda).

 

[bing_translator]

Seggi aperti dalle 7.00 alle 23.00, in 38 Comuni sardi, per l’elezione dei Sindaci e dei Consigli comunali. Nel Sulcis Iglesiente i Comuni interessati al voto sono tre: Iglesias, Teulada e Fluminimaggiore. A Iglesias i candidati alla carica di sindaco sono 5, le liste 13 per complessivi 287 candidati alla carica di consigliere comunale. I candidati sindaco sono: Federico Garau (Movimento 5 Stelle), Valentina Pistis (Fratelli d’Italia, Cas@ Iglesias, Riformatori Sardi, Iglesias in Comune, Forza Italia), Mauro Usai (Partito Democratico, Rinnova Iglesias con Mauro Usai, Piazza Sella, Il Tuo segno per Iglesias), Carlo Murru (Progetto per Iglesias, Iglesias Risorge), Asmaa Oug (Sinistra Sarda); a Teulada sono due: Paolo Luigi Dessì (Teulada Adesso) e Daniele Serra (Teulada in Testa); due anche a Fluminimaggiore: Marco Corrias (RipensiAmo Flumini), Ferdinando Pellegrini (Tottus impari po Flumini).

Ricordiamo che gli elettori che dovessero aver smarrito la tessera elettorale o anche in caso di esaurimento sulla stessa dei diciotto spazi destinati all’attestazione dell’avvenuta votazione, per poter votare dovranno richiedere un duplicato presso i rispettivi uffici elettorali che resteranno aperti per tutta la giornata.

Alle 12.00 verrà resa nota la prima percentuale dei votanti, alle 19.00 la seconda.

A urne chiuse, alle 23.00, inizierà subito lo spoglio delle schede. A Teulada e Fluminimaggiore i risultati dovrebbero conoscersi rapidamente, nell’arco di un paio d’ore; più lungo lo spoglio a Iglesias, dove i risultati dovrebbero arrivare in piena notte. Nel capoluogo minerario, qualora nessuno dei cinque candidati dovesse superare la soglia del 50%, i due candidati più votati accederebbero al secondo turno di ballottaggio, già prefissato per domenica 24 giugno.

[bing_translator]

Ultime ore di campagna per le elezioni del sindaco e del Consiglio comunale di Iglesias.

Cinque candidati a sindaco e 287 alla carica di consigliere comunale, distribuiti in tredici liste, fino alla mezzanotte di oggi cercheranno di convincere gli elettori sulla bontà del loro progetto per la guida amministrativa di Iglesias nei prossimi cinque anni. A dire il vero, la caccia al voto continuerà fino alle 23.00 di domenica, quando verranno chiuse le urne (che verranno aperte alle 7.00), ma solo con il contatto diretto, perché dalla mezzanotte sarà vietata la propaganda libera con il tradizionale materiale elettorale.

Ricordiamo che l’elettore potrà esprimere due preferenze, una per un candidato di genere maschile, una per un candidato di genere femminile.

Qualora nessuno dei cinque candidati dovesse superare, anche di un solo voto, la soglia del 50%, i due candidati più votati si contenderebbero la poltrona di primo cittadino nel secondo turno di ballottaggio, già fissato per domenica 24 giugno.

Il primo candidato che gli elettori troveranno nella scheda elettorale è Federico Garau, 26 anni, scelto dal Movimento 5 Stelle per la prima partecipazione alla competizione elettorale amministrativa iglesiente.

Al secondo posto nella scheda c’è Valentina Pistis, 33 anni, che guida una coalizione di cinque liste: Fratelli d’Italia, “Cas@ Iglesias”, Riformatori Sardi, “Iglesias in Comune” e Forza Italia.

Al terzo posto Mauro Usai, 29 anni, candidato di una coalizione formata da quattro liste: Partito democratico, lista civica “Rinnova Iglesias con Mauro Usai”, Piazza Sella e lista civica “Il tuo segno per Iglesias”.

Al quarto posto Carlo Murru, 54 anni, che guida una coalizione denominata “Unico Polo Civico Cittadino”, formata da due liste: “Progetto per Iglesias” e “Iglesias Risorge”.

Al quinto posto, infine, Asmaa Oug, 46 anni, originaria di Casablanca, candidata della lista “Sinistra Sarda”, nata dall’alleanza tra il Partito Comunista Italiano e Rifondazione Comunista.

[bing_translator]

Sono stati presentati questa sera, a Iglesias, programma e liste della coalizione “Adesso Iglesias”.

Trenta uomini e diciotto donne «per far risorgere la città con un progetto per Iglesias». E’ la squadra scelta dal candidato sindaco Carlo Murru, che si presenta per la prossima tornata amministrativa con le due liste “Progetto per Iglesias” e “Iglesias Risorge”.

Unico polo civico della competizione elettorale in programma il 10 giugno prossimo, la coalizione che sostiene la candidatura del medico Carlo Murru, classe 1964, cagliaritano di nascita ma iglesiente di adozione, punta «a ricostruire Iglesias, città della storia, del commercio, del turismo e dello sport».

Sei le linee programmatiche principali proposte da Carlo Murru “per rinascere e ripartire insieme”, inserite in un ampio programma che prevede interventi e soluzioni per ogni settore della politica cittadina. «Credo che Iglesias – ha specificato nel suo intervento – abbia risorse e capacità per ripartire. Sono consapevole che non sarà facile, ma guardo al futuro con ottimismo. Iglesias ha grandi potenzialità e, insieme alla nostra determinazione e alle nostre idee, saremo in grado di risollevarla». Tra i problemi elencati, l’eccessiva burocrazia e gli scarsi servizi alla città, il mancato sostegno alle attività produttive, l’impiantistica sportiva carente, la zona industriale senza sottoservizi e fibra ottica, il centro storico fatiscente, la totale assenza di pianificazione territoriale, l’abbandono della frazioni e il degrado urbano.

L’obiettivo della coalizione è “l’unità dei cittadini”. «Iglesias – ha puntualizzato Carlo Murru, che è stato anche sindaco di Quartucciu – deve tornare ai fasti di un tempo. Dobbiamo rivedere la zona franca e i rapporti con Abbanoa; dobbiamo renderla moderna, tecnologica e punto di riferimento del territorio: una città faro per promuovere l’unità anche del Sulcis Iglesiente».

«Ciò che contraddistingue oggi  un vero Sindaco – ha concluso Carlo Murru – non è solo il saper incarnare il ruolo di primo cittadino, il saper risolvere i problemi, quanto anche la capacità di essere l’ultimo dei cittadini che conosce cosa vuole dire essere al servizio degli altri, altrimenti uno non potrà mai essere un buon comandante.»