14 April, 2021
HomePosts Tagged "Chicco Trogu"

[bing_translator]

E’ iniziato il conto alla rovescia per la finalissima della Coppa Italia di Eccellenza regionale, che vedrà di fronte sabato pomeriggio, alle 15.00, sul campo in erba sintetica del Centro Federale di Sa Rodia, ad Oristano, Carbonia ed Atletico Uri.

La partita verrà diretta da Alberto Enrico Argiolas di Cagliari, coadiuvato dagli assistenti di linea Riccardo Loi di Oristano e Matteo Laconi di Cagliari.

Le due squadre, protagoniste in campionato, il Carbonia di Andrea Marongiu capolista solitario con un punto di vantaggio sul Castiadas, 5 sull’Ossese e 6 sulla Nuorese, l’Atletico Uri di Massimiliano Paba risalito al sesto posto dopo un incerto avvio di stagione, puntano al successo in Coppa Italia che finora è sempre sfuggito loro in sfortunate finali.

Il capocannoniere della Coppa Italia è Samuele Curreli, autore di ben 10 goal in 6 partite (realizzati tutti nelle prime quattro), che come è noto non sarà protagonista della finale, perché alla vigilia di Natale, è tornato alla Monteponi, nel girone A del campionato di Promozione regionale.

Il Carbonia ha raggiunto la finalissima dieci anni fa, perdendola 5 a 4 ai calci di rigore, il 10 febbraio 2010, al Quadrivio di Nuoro, con il Porto Torres, dopo essere passato in vantaggio con Chicco Trogu; ha raggiunto e perso altre due finali nella Coppa Italia di Promozione, nel 2016 e 2018, contro Bosa e Dorgalese (sia ai tempi regolamentari sia a quelli supplementari, terminò in parità: 1 a 1 con il Bosa – goal di Stefano Demontis, 3 a 3 con la Dorgalese, dopo il 3 a 1 del primo tempo – goal di Claudio Cogotti, Lorenzo Loi e Simone Giovagnoli).

L’Atletico Uri è approdato in finale per la terza volta nelle ultime quattro stagioni. Ha perso le prime due di misura, rispettivamente 2 a 1 con il Tortolì e 1 a 0 con il Tonara.

La squadra che sabato pomeriggio riuscirà a sollevare la Coppa al cielo, affronterà i laziali del Real Monterotondo Scalo nel primo turno delle finali nazionali. La squadra laziale, ieri pomeriggio, ha conquistato la Coppa, superando di misura il Villalba Ocres Moca, per 2 a 1.

[bing_translator]

Si è conclusa con un’autentica beffa, per la Monteponi, la trasferta sul campo della capolista Idolo. Passata in vantaggio dopo soli 10′ con un goal del solito Samuele Curreli (sesto centro personale in cinque partite), la squadra di Fabio Piras ha controllato la reazione dell’Idolo per tutto il primo tempo e nella parte iniziale del secondo, fino a quando è rimasta in dieci uomini per l’espulsione di Sebastian Lamacchia. A quel punto, l’Idolo ha conquistato un calcio di punizione da posizione propizia ed ha pareggiato con Pietro Staffa. E a soli 4′ dalla fine, è arrivata la beffa del sorpasso arzanese, su calcio di rigore, trasformato da Lamin Jammeh. La Monteponi ha terminato la partita in 9 uomini per l’espulsione del portiere Mariano Atzeni.

La terza giornata di ritorno ha registrato le brillanti vittorie di Cortoghiana (ora quarta in classifica con Sant’Elena e Buddusò) e Villamassargia, su Tortolì ed Arborea. La squadra di Marco Farci ha compiuto una vera e propria impresa, rimontando un goal quando si trovava in 9 uomini contro 11 per le espulsioni di Giorgio Madeddu ed Andrea Bove. A metà ripresa Marco Foddi ha pareggiato su calcio di rigore e nelle battute finali è stato il bomber Devid Pinna a firmare il goal della clamorosa vittoria.

Il Villamassargia s’è imposto nettamente sull’Arboream una delle formazioni più in forma, con il punteggio di 3 a 1. La squadra di Titti Podda ha sbloccato il risultato in avvio con un calcio di rigore di Michel Milia. L’Arborea è rimasta in dieci uomini ad una manciata di minuti dal riposo, per l’espulsione di Luca Peddoni. Con l’uomo in più il Villamassargia è andato in goal altre due volte, con il 18enne Enrico Ardau e solo nel finale, a risultato ormai acquisito, l’Arborea ha realizzato il goal della bandiera con Paolo Atzeni, su calcio di rigore.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, le quattro squadre sulcitane hanno riscattato la giornata nera precedente che le aveva viste tutte sconfitte. Tre hanno vinto in casa, Atletico Narcao, Atletico Villaperuccio ed Antiochense, la quarta ha pareggiato in trasferta, la Fermassenti.

L’Atletico Narcao ha rifilato un rotondo 4 a 0 al Calcio Capoterra, nello scontro tra vicecapolista. Di Alessio Farci, Michele Foglia (doppietta) e Daniel Manca i 4 goal. L’Atletico Villaperuccio ha rifilato un pesante 5 a 2 alla Virtus Villamar, con le doppiette di Fabio Pinna e Chicco Trogu ed un goal di Miali. Di Emanuele Cotza ed Alessio Uras i goal della squadra ospite. L’Antiochense ha compiuto la vera impresa della giornata, conquistando la prima vittoria casalinga stagionale contro la capolista Tharros, con un autogoal ed un goal di Giuseppe Medda. Per la capolista ha segnato Alessandro Tocco. Nonostante i 3 punti, la classifica dell’Antiochense resta assai complicata.

La Fermassenti, infine, ha pareggiato 2 a 2 sul campo della Gioventù Sportiva Samassi, con goal di Diallo Alseny. Di Gabriele Concas (ex Carbonia) il goal della squadra campidanese

[bing_translator]

Se la Monteponi vuole continuare a coltivare il sogno di reinserirsi nella lotta al vertice, a 14 giornate dalla conclusione della stagione regolare, deve assolutamente vincere l’incontro che questo pomeriggio l’oppone allo stadio Monteponi alla vicecapolista Gonnosfanadiga. Le due squadre sono divise da  10 punti e se la squadra di Fabio Piras riuscisse a riportarsi a -7, considerato che il Sant’Elena Quartu (terzo a 8 punti dalla Monteponi) gioca sul difficile campo della Sigma De Amicis 1979, a Mulinu Becciu, potrebbe guardare al proseguo della stagione con rinnovate ambizioni. Per centrare l’obiettivo della vittoria, è quasi superfluo sottolinearlo, i rossoblu si affidano alla capacità realizzativa di Samuele Curreli, decisivo domenica scorsa nel derby di Cortoghiana.

Il Cortoghiana insegue il riscatto sul campo del Tonnara, squadra in crescita, con i goal del nuovo bomber Simone Stocchino. La squadra di Marco Farci è stata fin qui la rivelazione del campionato e vuole continuare ad esserlo. Il Villamassargia, da parte sua, reduce da un periodo opaco, gioca sul campo del Tortolì.

Completano il programma della seconda giornata di ritorno, le partite Seulo 2010-Idolo, Andromeda-Villacidrese, Arborea-Selargius e Buddusò-Orrolese.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, la capolista Tharros ha preso il largo e guida la classifica con 7 punti di vantaggio sull’Atletico Narcao, prima inseguitrice. Oggi è in programma lo scontro diretto, ad Oristano. Per la squadra di Fabio Tinti è la grande occasione per riaprire la corsa al primo posto, per la capolista una nuova vittoria varrebbe una grandissima ipoteca sulla promozione diretta.
La Fermassenti è chiamata a riscattare gli ultimi risultati deludenti nell’incontro casalingo con la Virtus San Sperate 2020, l’Antiochense insegue ancora la prima vittoria casalinga, contro il Santa Giusta Calcio, in una delle ultime occasioni per evitare la retrocessione diretta in Seconda Categoria.
Completano il programma della seconda giornata di ritorno, le partite Atletico San Marco-Libertas Barumini, Calcio Capoterra-Francesco Bellu Terralba, Freccia Parte Montis Mogoro-Gioventù Sportiva Samassi e Virtus Villamar-Gergei.
Nell’anticipo disputato ieri pomeriggio, l’Atletico Villaperuccio ha perso di misura a Sadali, 3 a 2. Alla squadra di Gian Marco Marco non è bastato il primo goal di Chicco Trogu, per evitare l’ottava sconfitta stagionale.

Fabio Tinti (Atletico Narcao).

[bing_translator]

Il Carloforte affronta questo pomeriggio, da neo-capolista, la trasferta sul campo del Quartu 2000 (dirige Luca Casula di Carbonia, assistenti di linea Fabrizio Murru e Valeria Spizuoco di Cagliari), fresco di cambio tecnico in panchina, con il ritorno di Nicola Puddu. Massimo Comparetti non potrà disporre degli squalificati Youssou Pape Diop e Giacomo Sanna, espulsi mercoledì nel recupero vinto con il Vecchio Borgo Sant’Elia e squalificati rispettivamente per 3 e 2 giornate.

L’altra capolista, la San Marco Assemini ’80 di Paolo Ledda, ospita il Siliqua, altra formazione con un nuovo tecnico in panchina, Vittorio Corsini, chiamato al posto di Marco Farci dopo gli ultimi risultati negativi. Per il tecnico iglesiente si tratta di un ritorno sulla panchina del Siliqua, dopo l’ottima stagione scorsa, quando chiamato dopo le prime quattro sconfitte consecutive con la squadra all’ultimo posto in classifica, riuscì a rigenerarla, fino al settimo posto finale.

Il Carbonia gioca sul campo di Villaperuccio, esilio forzato determinato dalle pessime condizioni in cui si trova il manto erboso del “Carlo Zoboli”, contro il Sant’Elena Quartu, prossimo avversario anche nella semifinale di Coppa Italia (dirige Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Stefano Siddi e Paolo Manca di Cagliari). La squadra di Andrea Marongiu vuole i 3 punti, per rafforzare il settimo posto in classifica e magari riavvicinarsi al sesto, attualmente occupato dal Seulo 2010 (con 5 punti di vantaggio), oggi impegnato nella difficile trasferta di Arborea (5°), considerato che deve recuperare una partita giovedì 1° febbraio sul campo del La Palma Monte Urpinu.

Sugli altri campi, si giocano le partite Bari Sardo-Selargius, Gonnosfanadiga-La Palma Monte Urpinu, Idolo-Andromeda e Vecchio Borgo Sant’Elia-Arbus.

Nel girone B del campionato di 1ª Categoria, la capolista Monteponi ha l’opportunità di mettere una grossa ipoteca sulla promozione, nel match casalingo con la Gioventù Sportiva Samassi, prima inseguitrice a 3 punti di distanza. Con una vittoria, la squadra di Walter Poncellini si porterebbe a +6, un margine importante da gestire nelle restanti 13 giornate di campionato, anche se va considerato che la Libertas Barumini, oggi terza a 7 punti dalla Monteponi e impegnata nel match casalingo con l’Atletico Villaperuccio del capocannoniere Chicco Trogu, deve recuperare l’11 febbraio la partita di Senorbì rinviata domenica scorsa a causa del forte vento di maestrale.
Sugli altri campi, derby a San Giovanni Suergiu tra Fermassenti ed Atletico Masainas, e a Cortoghiana, dove la squadra di casa ospita l’Atletico Narcao; il Villamassargia ospita il Senorbì; la Virtus Villamar ospita il Pula, il Villanovafranca la Villacidrese. Il Domusnovas Junior Santos, infine, dopo i recenti segnagli di risveglio, ospita la Gioventù Sarroch, con l’obbligo di vincere se vuole alimentare il sogno di una clamorosa rimonta in prospettiva salvezza.

[bing_translator]

Chicco Trogu (Atletico Villaperuccio).

L’Atletico Villaperuccio è tornato alla vittoria dopo due sconfitte consecutive (3 a 2 alla Gioventù Sportiva Samassi, con un goal del capocannoniere Chicco Trogu e una doppietta di Davide Lenzu)  ed ha riconquistato la vetta della classifica nel girone B del campionato di Prima categoria. La squadra di Roberto Concas ha approfittato del pareggio della Monteponi a Cortoghiana (3 a 3) e di quello tra Villamassargia e Libertas Barumini (1 a 1), le tre capolista della vigilia, scavalcate di un punto, oltre che dall’Atletico Villaperuccio, anche dalla Gioventù Sarroch, impostasi per 3 a 1 sul Pula. Il campionato si conferma molto equilibrato, con cinque squadre racchiuse in un solo punto dopo sei giornate e ben 11 in 4 punti.

L’Atletico Narcao è ritornato alla vittoria, interrompendo la serie di tre vittorie consecutive della Fermassenti, ferma a quota 9 punti (un punto dietro la Villacidrese che ha superato la Virtus Villamar per 3 a 1), raggiunta dal Cortoghiana che ha fermato la marcia della Monteponi. Impresa esterna dell’Atletico Masainas sul campo del Senorbì, 3 a 1, mentre il Domusnovas Junior Santos ha perso ancora, 2 a 0 a Villanovafranca, e resta ultimo in classifica con un solo punto.

 

[bing_translator]

Giuseppe Corona, vicecapocannoniere del campionato.

Giuseppe Corona, vicecapocannoniere del campionato.

Il Carbonia difende il ritrovato primato in classifica (potrebbe essere provvisorio visto che il Samassi deve recuperare la partita non disputata sette giorni fa per le condizioni meteorologiche avverse contro il Seulo 2010) sul campo del Barisardo, fanalino di coda della classifica del girone A del campionato di Promozione regionale, giunto al giro di boa di metà stagione. Il tecnico Andrea Marongiu ha ritrovato domenica scorsa Giuseppe Corona (tornato subito al goal e vicecapocannoniere del campionato, nonostante sia stato costretto a saltare quattro partite dopo l’infortunio rimediato alla nona giornata sul campo della San Marco, ad Assemini, dove la squadra biancoblu ha perso per 1 a 0) e Stefano Demontis ed affronta l’impegno con il morale a mille, pienamente cosciente dei propri mezzi. La squadra è cresciuta con l’inserimento dei tre nuovi acquisti Alessandro Cosa, Elia Carboni e Daniele Guberti, e gioca un ottimo calcio, sicuramente non comune nella categoria.

Il Samassi ritorna in campo a Siliqua, contro un avversario che fino a qualche settimana fa sarebbe stato probabilmente vittima predestinata ma che sotto la guida di Vittorio Corsini è cresciuto parecchio e non va sottovalutato.

Le altre due squadre di vertice, Guspini Terralba ed Arbus, reduci da un periodo poco brillante che le ha allontanate dalle prime due posizioni della classifica occupate da Carbonia e Samassi, si affrontano nello scontro diretto ad Arbus.

Il Carloforte di Tony Poma ospita la Frassinetti Elmas di Virgilio Perra con la ferma determinazione di tornare al successo dopo il ko di Quartu, per riprendere così la sua marcia verso la salvezza.

Chi sta decisamente peggio è la Monteponi che rischia grosso a Seulo, contro la squadra dell’ex bomber rossoblu Chicco Trogu.

Completano il programma della 15ª giornata le partite Sant’Elena Quartu – San Marco Assemini, Tharros – Quartu 2000 e Villacidrese – Selargius.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la 15ª giornate del girone d’andata propone le seguenti partite:

Cortoghiana- Fermassenti, Atletico Narcao – Libertas Barumini, Europa 2008 Domusnovas – Sadali, Gergei – Atletico Villaperuccio, Gonnosfanadiga – Senorbì, Seui Arcueri – Villamassargia e Virtus Villamar – Andromeda.

Nel girone C del campionato di Seconda categoria, giunto alla seconda giornata del girone di ritorno, alle 15.00 si giocano le seguenti partite: Perdaxius – Acquacadda Nuxis, Santa Barbara Bacu Abis – Antiochense 2013, Musei – Atletico Masainas, Isola di Sant’Antioco – Gonnesa Calcio, Is Urigus – Iglesias e, infine, Santadi Calcio – Teulada.

 

[bing_translator]

Il Carbonia vince a Quartu con tre goal negli ultimi 20 minuti e lancia la sfida-promozione alla capolista Samassi. Quello lanciato dalla squadra di Andrea Marongiu alle rivali nella lotta al vertice del girone A del campionato di Promozione regionale, è un messaggio forte, perché il Sant’Elena è un avversario di tutto rispetto, come testimoniamo i suoi 21 punti in classifica, è la squadra gioca ormai da un mese e mezzo senza i suoi bomber Giuseppe Corona e Stefano Demontis, ormai pronti al ritorno in campo (e ieri ha dovuto fare a meno anche degli influenzati Simone Giovagnoli, Fabrizio De gradi, Elia Carboni e Mirko Serra).

Non è stata una partita facile. Il Sant’Elena ha sbloccato il risultato dopo soli 3′, quando le due squadre stavano ancora cercando le giuste posizioni sul terreno di gioco, con un bellissimo goal di Alessio Cossu, ed ha amministrato con una certa disinvoltura il vantaggio fino al riposo.

Nella ripresa il Carbonia ha iniziato a premere alla ricerca del goal del pareggio ma la situazione nei primi 20 minuti non è cambiata. La svolta è arrivata con un cambio deciso da Andrea Marongiu: fuori Marco Foddi, dentro Momo Cosa.

L’esterno nuovo entrato si scatena e in 5 minuti cambia volto alla partita con una doppietta straordinaria: al 28′ Fabio Cuccheddu serve un assist delizioso a Momo Cosa che con preciso colpo di testa scavalca il portiere Fortuna e pareggia. Al 33′ Momo Cosa concede un fantastico bis, con un tiro dal limite che supera imparabilmente Fortuna e porta avanti la vicecapolista.

Il Sant’Elena ha accusato il colpo, il Carbonia non ha fermato la sua pressione e al 35′ ha chiuso la partita con uno splendido calcio di punizione di Claudio Cogotti (una delle più belle realtà del nuovo Carbonia) da circa 30 metri.

La vittoria di Quartu conferma il Carbonia al secondo posto della classifica, guidata dal Samassi che ha travolto la San Marco Assemini per 3 a 0 ed ha mantenuto due punti di vantaggio. Alle spalle del Carbonia invece la classifica si allunga, perché un goal di Chicco Trogu ha consentito al Seulo 2010 di piegare l’ambizioso Guspini Terralba di Sebastiano Pinna, scivolato al quarto posto in classifica, ora affiancato dallo stesso Seulo 2010, a ben 8 punti dalla vetta e a 6 dal Carbonia. Al terzo posto è salito l’Arbus (24 punti), impostosi di misura, 2 a 1, sul Quartu 2000.

Splendida conferma per il Carloforte che ha regolato la Villacidrese con il punteggio di 2 a 0, con un goal per tempo di Lai e Lazzaro, ed ha raggiunto il 9° posto con 16 punti, mentre è finito senza goal il derby tra Siliqua e Monteponi, due squadre assetate di punti nella zona calda della classifica.

Sorprendente vittoria per il Barisardo, non ancora rassegnato nonostante la precaria posizione all’ultimo posto in classifica, sulla Frassinetti Elmas di Virgilio Perra, sempre più in difficoltà.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, l’Europa Domusnovas ha superato di misura il Senorbì dell’ex Giorgio Valluzzi e si è isolata al comando della classifica, con due punti di vantaggio sull’Andromeda, bloccata sul 2 a 2 casalingo dal Villamassargia, e tre sul Gonnosfanadiga, che ha osservato il suo turno di riposo.

Vittoria casalinga per l’Atletico Narcao sul Guasila, 1 a 0, stesso punteggio con il quale la Virtus Villamar ha regolato la Fermassenti, sempre più in difficoltà in classifica, ora al quart’ultimo posto con 11 punti. Vittorie a suon di goal per il Cortoghiana sul Villaperuccio, 3 a 2; per il Gergei sul Sadali, 2 a 0 e, infine, impresa esterna per la Libertas Barumini sul campo del Seui Arcueri, 3 a 0.

Momo Cosa.

Momo Cosa.

[bing_translator]

Il Carbonia difende il primato, questo pomeriggio, al Comunale “Carlo Zoboli”, contro il Seulo 2010 degli ex Chicco Trogu e Riccardo Milia. L’avversario, nonostante sia una matricola, non è certamente dei più agevoli, forte del suo quinto posto in classifica, a quattro punti dalla vetta e, soprattutto, di un rendimento esterno straordinario: 3 vittorie e 1 pareggio, 15 reti segnate e 4 sole subite. Il Seulo 2010 è anche semifinalista in Coppa Italia, contro il Guspini Terralba che ha eliminato il Carbonia.

Due delle prime inseguitrici dei biancoblu, Guspini Terralba e Samassi si affrontano nel derby, dopo una settimana che le ha viste protagoniste sul mercato, con acquisti di peso. Entrambe puntano apertamente alla promozione in Eccellenza regionale. La terza squadra seconda in classifica, l’Arbus, gioca sul campo della Frassinetti Elmas, formazione in crisi di risultati e decisa a riprendere quota in classifica.

La Monteponi Iglesias, assetata di punti per smuovere una classifica fin qui assai deludente, gioca sul difficile campo della San Marco, ad Assemini, dove sette giorni fa ha perso di misura il Carbonia, mentre il Carloforte ospita il Siliqua, fortemente deciso a centrare una vittoria.

Completano il programma della giornata le partite Selargius – Barisardo, Villacidrese – Tharros e il derby quartese tra Quartu 2000 e Sant’Elena.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, si giocano le seguenti partite: Atletico Villaperuccio – Andromeda, Gonnosfanadiga – Europa 2008 Domusnovas, Guasila – Gergei, Libertas Barumini – AC Cortoghiana, Sadali – Seui Arcueri, Senorbì – Atletico Narcao, Tratalias – Virtus Villamar e, infine, Villamassargia – Fermassenti.

Federico Trogu, bomber del Seulo 2010, ex Carbonia.

Federico Trogu, bomber del Seulo 2010, ex Carbonia.

 

12

[bing_translator]

Il Carbonia fa 5 vittorie su 5 partite e si conferma in testa alla classifica, a punteggio pieno, nel girone A del campionato di Promozione regionale. Unico, piccolissimo, insignificante neo della partita di ieri pomeriggio, è stato il goal subito, il primo di questo straordinario avvio di campionato, con Daniele Bove che ha visto fermarsi a 390′ il suo record di imbattibilità.

L’uomo partita è stato ancora una volta Giuseppe Corona, autore della splendida doppietta decisiva, con la quale ha portato a 6 il bottino di reti personale negli ultimi 8 giorni (1 a Quartu, 3 a Siliqua in Coppa Italia, 2 ieri pomeriggio).

Giuseppe Corona ha sbloccato il risultato al 20′ del primo tempo, su lancio di Stefano Demontis, ma dopo il pari della Frassinetti, realizzato da Alessandro Nepitella e la situazione si è complicata a mezz’ora dalla fine, quando la squadra di Andrea Marongiu è rimasta in 10 uomini per l’espulsione di Nicola Serra. Ma il Carbonia in questo avvio di stagione è più forte anche di queste avversità e, come era già capitato in Coppa a Siliqua, subito dopo essere aver perso un uomo, è andato a segno con Giuseppe Corona, che al 23′ ha firmato la sua doppietta riportando la sua squadra in vantaggio. Al 29′ anche la Frassinetti ha perso un uomo per espulsione, Fabio Musio e il risultato non è più cambiato.

Il Carbonia ha ora 4 punti di vantaggio sul Samassi che ha liquidato la Tharros con il pesante punteggio di 3 a 0, e 5 sulla coppia Guspini Terralba (4 a 2 sul Selargius, prossimo avversario del Carbonia, domenica prossima al Comunale “Carlo Zoboli” – Arbus (bloccato sull’1 a 1 sul campo del Sant’Elena).

La Monteponi, con l’esordiente Franco Fiori in panchina (appena subentrato a Titti Podda), ha fatto suo il derby con il Carloforte, in rimonta. L’ex Giacomo Sanna era riuscito a portare in vantaggio la squadra di Tony Poma al 37′ del primo tempo, e la Monteponi ha ribaltato il risultato a metà ripresa, andando in rete due volte in 60″, prima con Claudio Di Meglio poi con Alessio Sireus, tra il 20′ e il 21′. I 3 punti danno respiro alla precaria classifica della Monteponi, mentre il Carloforte resta ultimo in classifica, insieme al Quartu 2000, con un solo punto.

Sugli altri campi, bella conferma del Seulo 2010, 2 a 0 sul Barisardo con goal di Chicco Trogu e Boi; prima vittoria e primi punti stagionali per il Siliqua, 1 a 0 sul Quartu 2000, dopo 4 sconfitte consecutive; pari senza goal, infine, tra San Marco Assemini ’80 – Villacidrese.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, imprese esterne della capolista Gonnosfanadiga a Villamassargia e dell’Atletico Narcao a Cortoghiana, e vittoria interna dell’Andromeda sul Domusnovas, con l’identico punteggio di 3 a 1; larghe vittorie della Libertas Barumini sul Guasila (4 a 2) e per il Sadali a Villamar (5 a 2); vittoria di misura per il Seui Arcueri sul Gergei (2 a 1) e pari con 4 goal tra Villaperuccio e Senorbì (2 a 2). La Fermassenti ha riposato.

Nel girone C del campionato di Seconda categoria, l’Atletico Masainas ha vinto la quinta partita consecutiva, 2 a 1 a Santadi, e si conferma capolista solitario a punteggio pieno, con 3 punti di vantaggio sul Musei che ha superato l’Is Urigus per 2 a 0. Larga vittoria dell’Iglesias a Perdaxius, 4 a 2, e belle vittorie per il Teulada sull’Isola di Sant’Antioco, 2 a 0, per l’Antiochense 2013 sull’Acquacadda Nuxis, 2 a 1, e per il Bacu Abis sul Gonnesa, 2 a 1.

Giuseppe Corona E

[bing_translator]

giuseppe-corona-calcia-una-punizione-goalgiuseppe-corona daniele-bove momo-cosa

Archiviata, almeno per due settimane, la pratica della Coppa Italia, con il 6 a 1 di Siliqua che l’ha qualificato per i quarti di finale, nei quali affronterà il Guspini Terralba (qualificatosi con due vittorie per 3 a 2 e 2 a 1 nel doppio confronto con il Samassi) il 16 e il 30 novembre, il Carbonia si rituffa nel clima del campionato di Promozione che domenica propone le partite della quinta giornata del girone d’andata. La squadra di Andrea Marongiu, capolista solitaria a punteggio pieno, con 12 punti, 10 reti segnate e nessuna subita, ospita al Comunale “Carlo Zoboli” la Frassinetti Elmas di Virgilio Perra, delusa per la cocente eliminazione dalla Coppa Italia, maturata mercoledì nel match di ritorno disputato in casa con il Quartu 2000 che ha rimontato lo 0 a 1 subito in casa, imponendosi con lo stesso risultato e qualificandosi per i quarti di finale ai calci di rigore.

Carbonia-Frassinetti sarà diretta dall’arbitro Giordano Secchi di Carbonia, coadiuvato dagli assistenti di linea Andrea Cornacchia di Cagliari e Luca Orrù di Carbonia.

Derby rossoblu a Iglesias, tra la Monteponi e il Carloforte (dirige Diego Massa di Carbonia, assistenti di linea Francesco Meloni e Federico Mulas di Cagliari). La Monteponi affronta questa partita con l’obbligo di vincere, per iniziare la risalita in classifica, dopo tre sconfitte consecutive, ma non sarà facile, perché proprio domenica scorsa la squadra tabarchina ha mostrato segni di ripresa, imponendo il pari al quotato Samassi. Il Seulo 2010 di Chicco Trogu (3 goal domenica scorsa nel 5 a 1 inflitto alla Tharros), dopo la qualificazione in Coppa Italia, non dovrebbe avere problemi contro il Barisardo. Completano il programma della quinta giornata le partite Sant’Elena-Arbus e Siliqua-Quartu 2000.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, sono in programma le seguenti partite. Cortoghiana-Atletico Narcao, Andromeda-Domusnovas, Atletico Villaperuccio-Senorbì, Fermassenti-Tratalias, Libertas Barumini-Guasila, Seui Arcueri-Gergei, Villamassargia-Gonnosfanadiga, Virtus Villamar-Sadali.

Anche nel girone C del campionato di Seconda categoria, si giovano le partite della quinta giornata del girone d’andata: Antiochense 2013-Acquacadda Nuxis, Musei-Is Urigus, Perdaxius-Iglesias, Santa Barbara Bacu Abis-Gonnesa, Santadi-Atletico Masainas, Teulada-Isola di Sant’Antioco.