28 May, 2022
HomePosts Tagged "Daniele Serra"

Considerata la grande richiesta e la necessità di agevolare il completamento del ciclo vaccinale il comune di Teulada ha concordato con l’ASL un’ulteriore giornata di vaccinazione anti Covid-19 presso il poliambulatorio ASL in vico Marconi a Teulada nella giornata di giovedì 3 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 relativamente a:
– terze dosi (dose booster) per i soggetti dai 12 anni in su, residenti a Teulada, dopo almeno quattro mesi dall’ultima dose.

È necessario prenotare la vaccinazione contattando i seguenti numeri attivi dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00:

– +39 339 2919935

– +39 070 9270029, poi digitare 0 e, infine, l’interno 209

Gli utenti dovranno presentarsi al punto vaccini il giorno stabilito nell’orario che gli verrà comunicato all’atto della prenotazione muniti di:
– tessera sanitaria;
– modulo di consenso informato già compilato scaricabile sul sito internet del comune di Teulada (in allegato);
– mascherina FFP2.

Il sindaco Daniele Serra ieri ha comunicato: «In questi giorni mi sono state comunicate dai diretti interessati diverse guarigioni e nuovi casi positivi che, al momento, sono in totale 53».

Due casi di positività al Covid-19, di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, sono stati accertati tra i residenti nel comune di Teulada. Lo ha comunicato poco fa il sindaco, Daniele Serra, che ha rimarcato di averne avuto notizia dai diretti interessati che stanno bene e si trovano in isolamento domiciliare. Il contagio dovrebbe essere avvenuto in contesti esterni al comune di Teulada.

Daniele Serra, nell’augurargli una pronta guarigione, li ha ringraziati per il senso di responsabilità dimostrato e invita tutti alla massima prudenza.

Si è tenuta tra il 26 ed il 27 ottobre la manifestazione sportivo-addestrativa denominata “Una staffetta per il Milite Ignoto”, una corsa non competitiva di 24 ore svoltasi in 25 città dell’area di competenza del Comando Forze Operative Sud, per celebrare il centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto nel sacello posto sull’Altare della Patria.
In ognuna delle città coinvolte, quarantotto tra militari, loro familiari ed appassionati si sono alternati su percorsi stabiliti all’interno delle città, passandosi il testimone per percorrere frazioni di 30 minuti ciascuna, davanti ad un pubblico composto principalmente da famiglie e scolaresche per un totale di circa 1.200 atleti coinvolti.
Alta la valenza simbolica della corsa che ha riportato alla memoria, attraverso la fatica e l’impegno fisico dei podisti, il significato profondo del “Milite Ignoto” che, nella coscienza collettiva nazionale, rappresenta le gesta eroiche di tutti coloro che sono caduti in guerra, sacrificando la propria vita per il bene comune.
Proprio su questo tema si è sviluppato il discorso del Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota, che, nel corso di una videoconferenza con tutti i reparti interessati, ha sottolineato come «“Il Milite Ignoto”, al di là dell’ambito e della simbologia militare, ci ricorda quanti, senza clamori, hanno fatto e fanno il proprio dovere, hanno donato e donano ancora oggi la propria vita per il bene della nostra Comunità».
A Teulada, sede del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata Sassari e del 1° Reggimento Corazzato, la manifestazione si è svolta tra la piazza ed il parco comunale e ha avuto inizio alla presenza del sindaco, Daniele Serra, del colonnello Nazario Onofrio Ruscitto, comandante del 3° Reggimento Bersaglieri e del colonnello Luca Rollo, comandante del 1° Reggimento Corazzato, alla quale hanno partecipato gli atleti e una rappresentanza degli alunni delle classi elementari e medie dell’Istituto Comprensivo “Taddeo Cossu” di Teulada.
Particolarmente entusiasti i giovani studenti presenti tra il pubblico che, incoraggiando ed applaudendo i corridori, hanno iniziato ad approfondire la conoscenza del simbolo del Milite Ignoto e a familiarizzare con gli elevatissimi valori di cui esso è foriero. Inoltre, in tutte le località coinvolte nell’evento sono stati allestiti esposizioni di mezzi e materiali di ogni reparto ed Infopoint per illustrare le opportunità professionali offerte dalla Forza Armata.
Durante la manifestazione c’è stata anche la possibilità di partecipare ad un progetto di beneficenza in favore di un ospedale per bambini.

 

Questa mattina, nella caserma dell’Esercito “Salvatore Pisano” di Teulada, il colonnello Carlo di Pinto ha ceduto il comando del 3° Reggimento Bersaglieri al colonnello Nazario Onofrio Ruscitto. La cerimonia di avvicendamento, svolta nel pieno rispetto delle limitazioni imposte per il contenimento della diffusione del Covid-19, è stata presieduta dal comandante della Brigata “Sassari”, generale di brigata Giuseppe Bossa, e dai sindaci di Teulada Daniele Serra e Sant’Anna Arresi Maria Teresa Diana, a testimonianza dello stretto legame esistente tra il territorio e l’unità più decorata dell’Esercito italiano.

Durante il suo discorso, il colonnello Carlo Di Pinto ha tracciato un breve bilancio dei circa due anni trascorsi al comando del 3° Reggimento, caratterizzati da numerose attività addestrative e dall’impiego di aliquote del reparto a Roma e Caserta, nell’ambito dell’operazione “Strade sicure”, e in Libano, dove i bersaglieri del reparto hanno operato come unità di manovra del contingente multinazionale a guida italiana nell’ambito della missione UNIFIL.

Il colonnello Carlo Di Pinto si è rivolto, infine, al personale del reggimento, al quale ha espresso gratitudine e soddisfazione per aver portato a termine, con successo, ogni compito assegnato «frutto delle grandi capacità professionali e morali evidenziate da ogni singolo bersagliere, soprattutto in un periodo storico caratterizzato da un’emergenza sanitaria senza precedenti».

Il colonnello Carlo Di Pinto andrà a ricoprire l’incarico di capo di Stato Maggiore della Brigata “Sassari”. Il colonnello Nazario Onofrio Ruscitto, originario di San Severo, in provincia di Foggia, proviene dal Nato Rapid Deployable Corps Italy di Solbiate Olona (Varese).

 

                                    

Il Servizio di Igiene Pubblica dell’ATS Sardegna ed il comune di Teulada hanno organizzato due giornate di vaccinazione anti Covid, per martedì 10 agosto e giovedì 12 agosto, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, presso il poliambulatorio ASL di vico Marconi, a Teulada.

“Al momento si hanno a disposizione 200 dosi giornaliere per un totale di 400, vaccini Pfizer ha detto il sindaco Daniele Serra -. Sarà data priorità a coloro i quali non abbiano già ricevuto la prima dose e, in particolare, ai cittadini ultraottantenni e soggetti fragili (persone estremamente vulnerabili o con disabilità grave) di tutte le età e, in subordine, ai cittadini dai 12 ai 60 anni.”

E’ necessario prenotare la vaccinazione al 339 291 9935, il lunedì, giovedì e venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 e il sabato dalle 10.00 alle 13.00.

Con successiva comunicazione pubblicata sul sito internet e sui profili social del Comune, saranno dati maggiori dettagli per l’accesso al punto vaccinale.

I cittadini che avessero contratto il Covid, possono prenotarsi solo se sono trascorsi almeno tre mesi dalla guarigione.

«Mai come ora, sarà necessario essere responsabili. La nostra economia, le nostre imprese e i sardi non possono permettersi alcun passo falso. Tutti abbiamo voglia, e necessità, di tornare alla vita normale ma, oggi più che mai, sono fondamentali il buonsenso e l’applicazione delle norme anticontagio.»
Lo dichiarano il presidente ed il segretario di Confartigianato Imprese Sardegna, Antonio Matzutzi e Daniele Serra, che hanno voluto lanciare un messaggio alle attività produttive isolane e ai cittadini in questa delicata fase di ripartenza.
«Con la zona bianca torniamo alla normalità e alla vita – aggiungono Antonio Matzutzi e Daniele Serra – ma vanno evitati inutili colli di bottiglia burocratici come quelli che si stanno profilando per l’ottenimento del pass vaccinale, che certifica di essere vaccinati o di essere guariti dal Covid o di essersi sottoposti a tampone con esito negativo. Auspichiamo che questo possa essere reso disponibile al più presto anche in considerazione del fatto che rappresenta condizione necessaria per partecipare a eventi di massa, come nozze e concerti, e, presto, anche per entrare in discoteca.»
«Al di là di tutto, dobbiamo abituarci a convivere con il virus mantenendo il rigore nel rispetto delle misure di protezione della saluteconcludono Antonio Matzutzi e Daniele Serraalmeno fino a quando la maggior parte della popolazione sarà vaccinata. Fino a quel momento, dobbiamo tutti essere più rigorosi nell’uso estensivo dei Dpi anche nell’ambito privato e familiare.»
Per l’associazione artigiana, infine, quello della ripartenza è un treno che le imprese della Sardegna devono agganciare.
Antonio Caria
 

Due nuovi casi di positività al Covid-19 sono stati accertati tra i cittadini di Teulada.
Lo ha comunicato stamane il sindaco, Daniele Serra, che ha spiegato di aver avuto modo di sentirli personalmente, stanno bene ed entrambi stanno seguendo l’isolamento domiciliare in un comune diverso dal nostro.
I casi di positività accertata sono al momento in totale 4 (di cui uno solo in isolamento a Teulada) e sono tutti riconducibili a contagi avvenuti in contesti esterni al paese.
Inoltre alcune persone, legate agli stessi casi, sottoposte a quarantena precauzionale, sono nel frattempo risultate negative al tampone e hanno già potuto riprendere le loro normali attività.
“Ciò significa – ha aggiunto Daniele Serra – che per loro la catena dei potenziali contagi è stata sicuramente interrotta. La situazione è, pertanto, sotto controllo, questo deve certamente incoraggiarci e, affinché rimanga tale, suggerirci ancora più prudenza e attenzione nel rispetto dei comportamenti quotidiani anticontagio.”
“A tutte le persone interessate – ha concluso il sindaco di Teulada – il nostro augurio di pronta guarigione.”

[bing_translator]

«Ho ricevuto direttamente dalla persona interessata comunicazione di un ulteriore caso di positività al Covid-19 a Teulada. Sta bene ed è in isolamento in casa. Sta bene anche la persona di cui ho dato comunicazione ieri 31 ottobre.»

Lo comunica il sindaco di Teulada, Daniele Serra, che aggiunge: «Ho avuto modo di parlarci personalmente e mi ha informato che sta seguendo l’isolamento domiciliare in un comune diverso dal nostro. A loro vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione».

Antonio Caria

[bing_translator]

Un nuovo caso di positività al Covid-19 è stato accertato a Teulada. Ne ha dato comunicazione, nella tarda mattinata, il sindaco Daniele Serra.

«Vi informo che ho ricevuto comunicazione di una persona a Teulada positiva al test Covid-19. La sitazione è sotto controllo ed è seguita dall’Autorità Sanitaria Regionale. Si coglie l’occasione per invitare tutti a non abbassare la guardia e continuare a rispettare rigorosamente le note regole per il contenimento del Covid-19: distanziamento sociale, uso della macherina e frequente igiene delle mani.»

«Come di consuetoha concluso Daniele Serrasi invita al massimo rispetto delle persone coinvolte.»

 

[bing_translator]

L’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, stamane ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione del Centro per l’Impiego di Teulada.

«L’apertura del Centro per l’Impiego di Teuladaha detto Alessandra Zedda è particolarmente importante sia per quanto concerne la posizione territoriale, che risulta decentrata rispetto alle principali città, sia perché gode di una forte vocazione imprenditoriale specialmente nel comparto dell’enogastronomia e del turismo.»

«La Regione conferma il proprio impegno, grazie alla stretta collaborazione di Aspal e delle istituzioni, verso un tema di fondamentale rilevanza che è quello delle politiche attive del lavoro. Un impegno ha aggiunto l’assessore regionale del Lavoroche si declina con interventi diretti mirati a salvaguardare l’occupazione dei sardi.»

Alla cerimonia di apertura della sede hanno partecipato anche il direttore generale dell’Agenzia sarda per le Politiche attive del Lavoro, Massimo Temussi ed il sindaco del paese, Daniele Serra, che hanno avvalorato l’importanza dei Centri per l’Impiego, specialmente nei territori con limiti logistici, come valido strumento del sistema regionale di orientamento, volto a favorire il successo scolastico, formativo e occupazionale dei cittadini.

«Una sinergia di intenti con l’amministrazione comunale e con il pieno coinvolgimento delle imprese locali, a sostegno di aziende e inoccupati, o lavoratori stagionali, al fine di accrescere la cultura imprenditoriale del territorio concentrando gli sforzi su formazione e riqualificazione occupazionale e sull’incentivazione all’accesso al mondo del lavoro per i cittadini del territorio. Questo l’obiettivo del Centro che mira a creare auto impresa anche attraverso i finanziamenti previsti nei bandi indetti dalla Regione, favorendo in questo modo il rilancio dello sviluppo economico e sociale», ha concluso Alessandra Zedda.