18 April, 2021
HomePosts Tagged "Enrico Balletto"

[bing_translator]

Andrea Frailis, 62 anni, giornalista e volto storico di Videolina da oltre 40 anni, candidato della lista della coalizione di centrosinistra denominata “Progressisti di Sardegna”, è il nuovo deputato del Collegio uninominale di Cagliari. E’ stato eletto ieri, nelle suppletive indette per la sostituzione di Andrea Mura, deputato dimessosi dopo l’espulsione dal Movimento 5 Stelle, a seguito delle note polemiche sulle assenze ai lavori di Montecitorio. Andrea Frailis è stato eletto con 15.581 voti, il 40,46%, davanti a Luca Caschili del Movimento 5 Stelle che ha ottenuto 11.139 voti, il 28,92%; al terzo posto s’è classificata Daniela Noli, candidata della coalizione di centrodestra (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia), con 10.707 voti, il 27,80%; al quarto posto Enrico Balletto, di CasaPound Italia, con 1.083 voti, il 2,81%.

Andrea Frailis ha sovvertito tutti i pronostici della vigilia che indicavano un probabile testa a testa tra il candidato del Movimento 5 Stelle, Luca Caschili, 46 anni, ingegnere, assessore dell’Urbanistica della Giunta Massidda al comune di Carbonia, e Daniela Noli, 42 anni, psicoterapeuta, candidata espressa da Forza Italia per la coalizione di centrodestra (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia).

La competizione elettorale, negli 8 Comuni del Collegio, ha registrato un’affluenza alle urne ai minimi storici, con 39.101 votanti su 251.649 aventi diritto al voto, il 15,54%.

Vediamo ora la suddivisione dei voti Comune per Comune.

CAGLIARI (Elettori 133.834, votanti 22.982, 17,17%).

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 10.257 voti (45,31%)

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 5.856 voti (25,87%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 5.825 voti (25,73%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 701 voti (3,10%).

MARACALAGONIS (Elettori 6.814, votanti 882, 12,94%).

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 377 voti (43,63%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 300 voti (34,72%)

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 168 voti (19,44%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 19 voti (2,20%)

MONSERRATO (Elettori 17.700, votanti 2.735, 15,45%).

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 1.003 voti (37,36%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 895 voti (33,33%)

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 727 voti (27,08%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 60 voti (2,23%)

QUARTUCCIU (Elettori 11.401, votanti 1.804, 15,82%).

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 626 voti (35,33%)

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 606 voti (34,20%)

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 484 voti (27,31%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 56 voti (3,16%)

QUARTU SANT’ELENA (Elettori 61.312, votanti 7.600, 12,40%).

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 2.588 voti (34,50%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 2.424 voti (32,32%)

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 2.305 voti (30,73%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 184 voti (2,45%)

SINNAI (Elettori 14.901, votanti 2.263, 15,19%).

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 894 voti (40,27%)

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 714 voti (32,16%)

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 574 voti (25,86%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 38 voti (1,71%)

BURCEI (Elettori 2.365, votanti 345, 14,59%).

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 201 voti (58,77%)

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 73 voti (21,35%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 60 voti (17,54%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 8 voti (2,34%)

VILLASIMIUS (Elettori 3.322, votanti 490, 14,75%).

Daniela Noli (Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia) 183 voti (37,58%)

Andrea Frailis (Progressisti di Sardegna) 172 voti (35,32%)

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle) 115 voti (23,61%)

Enrico Balletto (Casa Pound Italia) 17 voti (3,49%)

[bing_translator]

Ultime ore di campagna elettorale per le suppletive nel collegio uninominale di Cagliari, dove domenica si elegge il successore del dimissionario Andrea Mura, presentate dopo l’espulsione dal Movimento 5 Stelle, seguita alle polemiche sulle assenze ai lavori della Camera.

Sono quattro i candidati che si contendono il seggio rimasto vacante: Luca Caschili, 46 anni, ingegnere ambientale ed assessore dell’Urbanistica nella Giunta Massidda al comune di Carbonia, per il Movimento 5 Stelle; Andrea Frailis, 62 anni, giornalista volto storico di Videolina, per la coalizione di centrosinistra; Daniela Noli, 42 anni, psicoterapeuta, ex dipendente del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, per la coalizione di centrodestra; e, infine, Enrico Balletto, 45 anni, allenatore di pallavolo e già candidato nel collegio uninominale al Senato alle Politiche del 4 marzo 2018, per CasaPound.

Ricordiamo che la campagna elettorale si chiude oggi alle 24.00, domani è prevista la tradizionale giornata di riflessione e si voterà nella sola giornata di domenica, dalle 7.00 alle 23.00. Lo spoglio delle schede inizierà subito dopo la chiusura delle urne.

[bing_translator]

«L’inserimento del principio di insularità nella costituzione è una scelta decisiva nella costruzione di quelle pari opportunità ad oggi negate alla Sardegna. Nel 2019 si deve proseguire con fermezza la battaglia iniziata con un consenso popolare mai visto prima, affinché si consegua un esito atteso da troppo tempo. Solo in questo modo saranno definitivamente riconosciute alle cittadine e ai cittadini delle isole garanzie di dignità e non concessioni sull’onda di estemporanee emotività. Si tratta, come è di evidenza, della precondizione necessaria per godere dello sviluppo e della prosperità, finora negati alla Sardegna e alle altre isole, con l’obiettivo di avere all’interno dell’UE, superando svantaggi non più tollerabili, cittadine e cittadini non più discriminati.»

Lo scrivono, in una nota, Roberto Frongia e Maria Antonietta Mongiu, rispettivamente presidente e coordinatrice del comitato scientifico del Comitato per l’inserimento dell’insularità in Costituzione.

«Come dice il prof. Vanni Lobrano, a 70 anni dall’approvazione dello Statuto sardo e a 17 dalla riforma del Titolo V della Costituzione, le cittadine e i cittadini sardi chiedono di ricollocare la questione della insularità nella Costituzione italiana anche per denunciare un fallimento clamoroso – aggiungono Roberto Frongia e Maria Antonietta Mongiu -. Tale richiesta certifica, infatti, che gli strumenti offerti ai Sardi, con lo Statuto della Autonomia del 1948 e potenziati con la riforma del 2001, hanno “fallito” e hanno fallito rispetto non a un obiettivo marginale ma all’obiettivo centrale, che tutti gli altri riassume.

Il rimedio, però, non è denunziare la inefficienza/inefficacia della Autonomia; per affossarla ulteriormente e ri-lanciare il centralismo. Ciò che ha clamorosamente fallito è non la Autonomia ma un suo modo falsato di concepirla e di praticarla. Ciò che ha fallito è la falsa autonomia.

Dunque: NON dobbiamo rinunziare alla Autonomia, per regredire nella palude amniotica del centralismo; MA, in una sorta di applicazione della “legge di Grisham”, dobbiamo liberarci della falsa autonomia per recuperare quella vera.

Siamo, dunque, alla vigilia di una vera e propria rivoluzione per il progresso dell’Isola, delle Isole.»

Per tali ragioni il Comitato per l’Insularità ha chiesto un impegno ai candidati che parteciperanno alle suppletive del 20 gennaio. Tutti si sono dimostrati sensibili; consapevoli che sostenere la proposta di legge significa creare le condizioni per far ripartire quelle politiche finalizzate a promuovere una maggiore solidarietà e coesione sociale in Italia ed in Europa.

Daniele Noli (centrodestra):

«La questione sarda in tutte le sue sfaccettature, dalla continuità territoriale, alla fiscalità di vantaggio fino allo spopolamento, deve essere affrontata con determinazione e l’inserimento del principio di insularità nella Costituzione della Repubblica rappresenterebbe un primo passo importante in questa direzione. Vogliamo dare il segnale di una Sardegna che volta pagina, che recita un ruolo da protagonista sullo scenario nazionale, internazionale ed in particolare sull’area mediterranea. Vogliamo costruire un’isola che offra opportunità di studio, di lavoro, di vita per chi vuole mettere su casa e famiglia e fare impresa alla pari con i nostri connazionali italiani e i nostri concittadini europei. Questo obiettivo richiede tutto l’impegno, il coraggio, l’intelligenza di tutti i sardi di buona volontà.»

Luca Caschili (Movimento 5 Stelle):

«Allo stato attuale le norme presenti nello Statuto della Autonomia del 1948 non sono evidentemente sufficienti per garantire pari opportunità a chi si trovi in Sardegna, residente o ospite. Lo si vede nelle servitù della mobilità, nell’aumentato costo di merci e prodotti, nella diversa accessibilità a servizi tra cui quello dell’istruzione, della salute e, persino, del tempo libero. 

Sono fermamente convinto che sia necessario reintrodurre, quanto prima, all’interno della Costituzione il principio di insularità che consenta di superare le condizioni ostative che impediscono alla Sardegna e alle altre isole dell’Unione Europea di avere pari opportunità.

In altri termini, si traducono nella possibilità di godere dello stesso status degli altri territori al fine di non dover ricorrere alle trattative che i governi regionali sono costretti a intavolare, a seconda della prossimità o della distanza politica, per vedere riconosciuto un diritto che era fondante lo Statuto regionale e quindi presente in Costituzione.

Pertanto, se dovessi essere eletto e diventare Deputato della Repubblica, certamente, insieme alle colleghe e ai colleghi della Sardegna e delle altre Regioni direttamente interessate, mi impegnerò, da subito, perché si compia la volontà di migliaia di cittadine e di cittadini sardi affinché la Proposta di Legge  sull’inserimento del principio di insularità in Costituzione prosegua speditamente il suo iter.»

Enrico Balletto (CasaPound):

«Anche Casapound Italia sostiene senza riserve la battaglia per l’insularità in Costituzione, per la difesa dei diritti e degli interessi del popolo sardo. E’ indispensabile che tutte le forze politiche appoggino la proposta di modifica dell’art. 119 della Costituzione nel senso del riconoscimento di un impegno politico e finanziario dello Stato italiano per colmare lo svantaggio derivante alla Sardegna dalla propria condizione di insularità, sia per quanto riguarda i trasporti e la continuità territoriale, che per le reti energetiche e ogni altro aspetto della vita sociale ed economica. I Sardi non chiedono assistenzialismo, ma solo quella parità di diritti e di opportunità con tutti gli altri cittadini che deriva dalla comune appartenenza alla Patria italiana.»

Andrea Frailis (centrosinistra):

«Noi del Centrosinistra siamo stati in prima linea sui temi dell’insularità. Convinti come siamo che l’inserimento in Costituzione del principio possa contribuire ad accorciare la differenza di sviluppo rispetto al resto del Paese. Personalmente attendo di capire come si possa conciliare il tema del recupero di sviluppo con il sostegno al governo giallo-verde-nero che non solo ha varato una manovra che non contiene un solo provvedimento in favore dell‘ Isola, ma sostiene apertamente la specialità regionale di Lombardia e Veneto che di certo non hanno le stesse esigenze della Sardegna in quanto a bisogno di sviluppo.»

[bing_translator]

La Corte Suprema di Cassazione ha accolto il ricorso presentato ieri dal M5S contro l’esclusione di Luca Caschili dalle elezioni suppletive per il collegio uninominale della Camera di Cagliari, decisa per un errore formale nella presentazione del simbolo del Movimento.

I legali del Movimento 5 Stelle hanno presentato un meticoloso ricorso che è stato accolto. Tornano quindi ad essere quattro i candidati in corsa per le elezioni del 20 gennaio 2019: Daniela Noli (centrodestra), Andrea Frailis (centrosinistra), Enrico Balletto (CasaPound) e Luca Caschili (Movimento 5 Stelle).

[bing_translator]

Sono quattro i candidati per le suppletive alla Camera dei deputati del collegio di Cagliari in programma il 20 gennaio, che si sono rese necessarie per sostituire il velista Andrea Mura, dimessosi dal Parlamento dopo le polemiche sulle sue assenze e l’espulsione dal Movimento 5 Stelle.

CasaPound Italia ha candidato Enrico Balletto, allenatore di pallavolo del Sarroch e già candidato nell’uninominale al Senato lo scorso 4 marzo; la coalizione di centrosinistra ha scelto il giornalista Andrea Frailis, volto storico di Videolina; la coalizione di centrodestra ha candidato Daniela Noli (Forza Italia), psicoterapeuta, ex dipendente del partito a livello nazionale; il Movimento 5 Stelle, infine, ha scelto l’ingegnere ambientale Luca Caschili, 46 anni, assessore dell’Urbanistica del comune di Carbonia.

Ricordiamo che il 4 marzo Andrea Mura (M5S) venne eletto con 60.442 voti (38,43%); secondo si classificò Ugo Cappellacci (Centrodestra) con 51.318 voti (32,63%); terzo Luciano Uras (Centrosinistra) con 30.482 voti (19,38%); e, a seguire: Roberto Mirasola (Liberi e Uguali), 5.909 voti (3,76%); Valentina Sanna (Autodeterminatzione), 2.926 voti (1,86%); Matteo Contu (Potere al Popolo!), 1.852 (1,18%); Edoardo Lecis (CasaPound Italia), 1,664 (1,06%); Alberto Agus (Il Popolo della Famiglia), 1.564 voti (0,99%); Carola Troga (Partito Comunista), 802 voti (0,51%); Paola Farigu (Partito Valore Umano), 334 voti (0,21%).

[bing_translator]

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10215955217381221/

Strepitosa impresa della Vba/Olimpia Sant’Antioco sabato sera al PalaGiacomoCabras, nel derby della 4ª giornata del girone di ritorno con la capolista Pol. Sarroch, travolta per 3 set a 1! I parziali dei set sono chiarissimi: 25 a 17, 25 a 20, 22 a 25 e 25 a 20.
La squadra di Tony Bove ha disputato la partita perfetta. Trascinata da un PalaGiacomoCabras infuocato, ha aggredito la partita e la capolista con una carica straordinaria: grande difesa, attacco efficace e muro spesso invalicabile! Dopo i primi due set vinti senza storia (25 a 17 e 25 a 20), una sola leggera flessione in avvio di terzo set, poi ripreso e, infine, perso 25 a 22.
Ma la serata magica non poteva finire che con una netta e convincente vittoria biancoblu, maturata nel quarto set con un netto 25 a 20, tra il tripudio del PalaGiacomoCabras!

In evidenza l’opposto Matteo Rossetti e lo schiacciatore Edgardo Ceccoli, trascinatori della squadra e migliori realizzatori dell’incontro, ma ieri sera hanno brillato tutti pressoché indistintamente, andando probabilmente anche al di là delle stesse aspettative del coach Tony Bove e dell’appassionata tifoseria.

Con questi 3 punti la salvezza della Vba/Olimpia ora è molto più vicina, mentre il vantaggio della Pol. Sarroch sulle più immediate inseguitrici si è ridotto, con la Roma Volley seconda a 2 punti e la Fenice Pallavolo Roma terza a 4 punti di distanza, rendendo la lotta per la prima posizione assai incerta

VBA/Olimpia Sant’Antioco: Puggioni Luca, Pugliatti Marco 1, Meleddu Valentino 8, Hueller Andrea 5, Mocci Simone, Ceccoli Edgardo 18, Aversano Claudio, Di Franco Max, Rossetti Matteo 26, Pugliatti Francesco 12, Matta Federico 1, Cussotto Stefano 3. Coach: Tony Bove.

Polisportiva Sarroch: Grugnetti Fabrizio 4, Bizzotto Claudio 3, Genna Luca 11, Stara Simone, Romoli Marco 7, Grandi Amedeo, Skuodis Ridas 2, Lai Gabriele, Pentassuglia Pasquale, Pau Riccardo, Romoli Riccardo 21, Pintus Enrico, Donzella Salvatore 1, Pisu Gabriele 8. Coach: Enrico Balletto.

                   

 

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10215955217381221/

[bing_translator]

La VBA/Olimpia torna battuta dalla trasferta di Sarroch ma con un punto e confortanti segnali di crescita dopo la prima vittoria conquistata sette giorni fa contro il Volley Club Orte. La squadra di Tony Bove ha disputato un grande derby contro la lanciatissima squadra di Enrico Balletto, lottando per cinque set e arrendendosi solo alla lunga distanza al tie break. Luca Genna e compagni sono partiti bene ed hanno conquistato il primo set con il punteggio di 25 a 21, ma la reazione della VBA/Olimpia è stata immediata ed il secondo set è stato combattutissimo. Francesco Granara e compagni hanno retto il confronto con grande determinazione, riuscendo ad impattare con il punteggio di 26 a 24.

Polisportiva Sarroch ancora avanti nel terzo, vinto con un netto 25 a 16, ma quando i tifosi di casa si aspettavano una rapida conclusione del match, è venuto fuori l’orgoglio della VBA/Olimpia che ha riportato ancora una volta il, punteggio in parità, con un punteggio schiacciante: 25 a 13.

Nel tie break, come spesso accade, è iniziata un’altra partita, questa volta senza storia, con la Polisportiva Sarroch brava a farla sua con un perentorio 15 a 7.

La VBA/Olimpia torna a casa sconfitta, dunque, ha fiduciosa in vista dei prossimi impegni. Dopo il difficile avvio di stagione, contraddistinto da tre sconfitte consecutive, la crescita del gruppo ha portato 4 punti in due partite ed ora il futuro fa decisamente meno paura. L’obiettivo della VBA/Olimpia è la salvezza e la strada intrapresa sembra quella giusta per centrarlo.