18 May, 2022
HomePosts Tagged "Fabio Piras" (Page 3)

[bing_translator]

La Monteponi ospita l’Orrolese, il Cortoghiana ad Arborea, il Villamassargia a Selargius. Il girone A del campionato di Promozione regionale entra nella fase decisiva con le partite della quarta giornata di ritorno.

La squadra di Fabio Piras cerca il riscatto dopo l’immeriatata sconfitta subita in rimonta sul campo della capolista Idolo. Quella di Marco Farci una conferma, dopo la bella vittoria conquistata con una clamorosa rimonta, 9 contro 11, con il Tortolì; l’undici di Titti Podda un nuovo risultato positivo, dopo la bella e meritata vittoria sull’Arborea.

Completano il programma della giornata, le partite Sigma De Amicis 1979-Idolo, Sant’Elena Quartu-Gonnosfanadiga, Tortolì-Villacidrese, Selo 2010-Andromeda e, infine, Tonara-Buddusò.

Il girone B del campionato di Prima Categoria propone sfide molto interessanti. La vicecapolista Atletico Narcao gioca a Sadali che la segue ad un solo punto; la Fermassenti ospita la Libertas Barumini; l’Atletico Villaperuccio cerca una conferma sul campo della Nuova San Marco, dopo la netta vittoria conquistata contro la Virtus Villamar; l’Antiochense, reduce dalla clamoosa vittoria sulla capolista Tharros, gioca sul campo del Calcio Capoterra, squadra che vorrà sicuramente riscattare il pesante 0 a 4 subita stete giorni fa a Narcao.

Comopletano il programma della quarta giornata di ritorno, le seguenti partite: Freccia Parte Montis-Gergei, Virtus San Sperate 2002-Gioventù Sportiva Samassi, Virtus VIllamar-Francesco Bellu e, infine, Santa Giusta Calcio-Tharros.

 

[bing_translator]

Si è conclusa con un’autentica beffa, per la Monteponi, la trasferta sul campo della capolista Idolo. Passata in vantaggio dopo soli 10′ con un goal del solito Samuele Curreli (sesto centro personale in cinque partite), la squadra di Fabio Piras ha controllato la reazione dell’Idolo per tutto il primo tempo e nella parte iniziale del secondo, fino a quando è rimasta in dieci uomini per l’espulsione di Sebastian Lamacchia. A quel punto, l’Idolo ha conquistato un calcio di punizione da posizione propizia ed ha pareggiato con Pietro Staffa. E a soli 4′ dalla fine, è arrivata la beffa del sorpasso arzanese, su calcio di rigore, trasformato da Lamin Jammeh. La Monteponi ha terminato la partita in 9 uomini per l’espulsione del portiere Mariano Atzeni.

La terza giornata di ritorno ha registrato le brillanti vittorie di Cortoghiana (ora quarta in classifica con Sant’Elena e Buddusò) e Villamassargia, su Tortolì ed Arborea. La squadra di Marco Farci ha compiuto una vera e propria impresa, rimontando un goal quando si trovava in 9 uomini contro 11 per le espulsioni di Giorgio Madeddu ed Andrea Bove. A metà ripresa Marco Foddi ha pareggiato su calcio di rigore e nelle battute finali è stato il bomber Devid Pinna a firmare il goal della clamorosa vittoria.

Il Villamassargia s’è imposto nettamente sull’Arboream una delle formazioni più in forma, con il punteggio di 3 a 1. La squadra di Titti Podda ha sbloccato il risultato in avvio con un calcio di rigore di Michel Milia. L’Arborea è rimasta in dieci uomini ad una manciata di minuti dal riposo, per l’espulsione di Luca Peddoni. Con l’uomo in più il Villamassargia è andato in goal altre due volte, con il 18enne Enrico Ardau e solo nel finale, a risultato ormai acquisito, l’Arborea ha realizzato il goal della bandiera con Paolo Atzeni, su calcio di rigore.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, le quattro squadre sulcitane hanno riscattato la giornata nera precedente che le aveva viste tutte sconfitte. Tre hanno vinto in casa, Atletico Narcao, Atletico Villaperuccio ed Antiochense, la quarta ha pareggiato in trasferta, la Fermassenti.

L’Atletico Narcao ha rifilato un rotondo 4 a 0 al Calcio Capoterra, nello scontro tra vicecapolista. Di Alessio Farci, Michele Foglia (doppietta) e Daniel Manca i 4 goal. L’Atletico Villaperuccio ha rifilato un pesante 5 a 2 alla Virtus Villamar, con le doppiette di Fabio Pinna e Chicco Trogu ed un goal di Miali. Di Emanuele Cotza ed Alessio Uras i goal della squadra ospite. L’Antiochense ha compiuto la vera impresa della giornata, conquistando la prima vittoria casalinga stagionale contro la capolista Tharros, con un autogoal ed un goal di Giuseppe Medda. Per la capolista ha segnato Alessandro Tocco. Nonostante i 3 punti, la classifica dell’Antiochense resta assai complicata.

La Fermassenti, infine, ha pareggiato 2 a 2 sul campo della Gioventù Sportiva Samassi, con goal di Diallo Alseny. Di Gabriele Concas (ex Carbonia) il goal della squadra campidanese

[bing_translator]

La Monteponi lancia la sfida alla capolista Idolo. Rilanciata in classifica e nel morale dalle vittorie su Cortoghiana e Gonnosfanadiga, la squadra di Fabio Piras insegue questo pomeriggio il tris sul campo della squadra che ha fin qui dominato il campionato. L’ostacolo è arduo ma rappresenta anche l’occasione ideale per confermare il rilancio della squadra rossoblu e per legittimare le ambizioni di reinserimento nella lotta per le prime tre posizioni della classifica.

La punta di diamante della nuova Monteponi, come ampiamente prevedibile, è Samuele Curreli. Tornato alla corte del presidente Giorgio Ciccu dopo la breve e brillante esperienza con il Carbonia in Eccellenza, il bomber di Narcao ha subito lasciato intendere di essere l’uomo capace di fare la differenza e con 5 goal in 4 partite ha messo la sua firma sul rilancio della Monteponi, in particolare con il goal di Cortoghiana e la tripletta rifilata alla vicecapolista Gonnosfanadiga.

La terza giornata del girone di ritorno propone impegni casalinghi per il Cortoghiana ed il Villamassargia, rispettivamente contro il Tortolì e l’Arborea. Si tratta di ostacoli ricchi di insidie ma per entrambe i punti in palio sono importantissimi e cercheranno di fare bottino pieno, spinti dal sostegno dei loro tifosi.

Completano il programma della giornata, le partite Buddusò-Andromeda, Gonnosfanadiga-Sigma De Amicis 1979, Orrolese-Seulo 2010, Sant’Elena Quartu-Selargius e, infine, Villacidrese-Tonara.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, è in programma il testa coda tra Antiochense e Tharros, sfida quasi impossibile per la squadra isolana che in casa non ha ancora vinto una partita. Le prime inseguitrici, Atletico Narcao e Calcio Capoterra, si affrontano a Narcao, mentre la Fermassenti cerca il rilancio sul campo della Gioventù Sportiva Samassi. Impegno casalingo per l’Atletico Villaperuccio, con la Virtus Villamar.
Completano il programma della terza giornata del girone di ritorno, le partite Gergei-Atletico San Marco, Libertas Barumini-Freccia Parte Montis, Francesco Bellu Terralba-Sadali e, infine, Virtus San Sperate 2020-Santa Giusta.

Marco Farci, allenatore del Cortoghiana.

[bing_translator]

Nel girone A del campionato di Promozione scende in campo il fattore Samuele Curreli e la Monteponi torna a sognare la grande rimonta. Questo pomeriggio, contro la vicecapolista Gonnosfanadiga, la squadra di Fabio Piras, il nuovo tecnico che ha esordito domenica scorsa con la vittoria nel derby di Cortoghiana, era chiamata ad un appello decisivo: vincere per accorciare il ritardo dalla seconda posizione da 10 a 7 punti (una sconfitta avrebbe avuto effetti devastanti, forse definitivi), in attesa del recupero degli ultimi minuti della partita Sigma De Amicis 1979-Sant’Elena Quartu, sospesa ad una manciata di minuti dalla fine per un malore che ha colpito il medico sociale del Sant’Elena che in quel momento si trovava in vantaggio 2 a 1 e vincendo si porterebbe a quota 31 punti, + 8 sulla Monteponi. E la vittoria è arrivata, con una tripletta di Samuele Curreli!

Il bomber di Narcao un anno fa arrivò a Iglesias a dicembre, con la squadra ultima in classifica, e fu il principale protagonista, con il tecnico Andrea Marongiu, della clamorosa rimonta fino al quarto posto finale, con 19 goal realizzati in 17 partite giocate, che gli sono valsi anche il titolo di capocannoniere. A fine stagione, ha lasciato la Monteponi, per seguire Andrea Marongiu nella nuova avventura al Carbonia, nel campionato di Eccellenza.

L’impatto con la categoria superiore è stato devastante: 10 goal nelle prime quattro partite di Coppa Italia contro San Marco Assemini ’80 e Ferrini; 5 goal nelle prime nove giornate del campionato, quasi quattro delle quali saltate per un’espulsione e due squalifiche. Poi qualcosa nella convinzione di Samuele Curreli di continuare l’esperienza a Carbonia si è incrinato, non sono arrivati altri goal anche se in alcune partite ha inciso con dei preziosi assist per i compagni e, alla vigilia di Natale, allo scadere dei termini per i trasferimenti…ha lasciato Carbonia ed è tornato a Iglesias, per cercare di risollevare le sorti della Monteponi.

L’impatto con la maglia rossoblu, indossata per la terza volta in altrettanti campionati non consecutivi, è stato ancora una volta devastante: subito in goal nel derby con il Villamassargia, una domenica di pausa, poi goal decisivo su punizione a Cortoghiana e, infine, oggi, tripletta alla vicecapolista Gonnosfanadiga. Il bilancio è presto fatto, tra Carbonia e Monteponi, 20 goal, 10 nei due campionati, altrettanti in Coppa Italia!

Con i 3 punti conquistati oggi, la Monteponi è salita a quota 23 punti, la vetta resta lontanissima, visto che l’Idolo ha stravinto in trasferta con il Seulo 2010, 5 a 1, ed è salita a quota 35, ma alla fine mancano ancora 13 partite, con 39 punti a disposizione il Gonnosfanadiga è rimasto fermo a quota 30 punti e, con un Samuele Curreli così, la Monteponi può legittimamente riprendere a sognare quantomeno una delle posizioni (2ª e 3ª) che qualificano alla Coppa Primavera, attraverso la quale si può accedere alla categoria superiore.

La giornata, purtroppo, ha registrato la sconfitta di misura del Cortoghiana sul campo del Tonara, trascinato da Simone Stocchino, autore di una doppietta. Alla squadra di Marco Farci non è bastato il goal di Devid Pinna per portare a casa un risultato positivo. Chi è tornato a casa con un pareggio dalla difficile trasferta di Tortolì è il Villamassargia, in goal con Davide Piras.

Sugli altri campi, infine, la Villacidrese ha espugnato il campo dell’Andromeda, 2 a 0; il Buddusò ha battuto l’Orrolese, 2 a 0, terza vittoria consecutiva; l’Arborea ha battuto il Selargius, 2 a 1.

[bing_translator]

Se la Monteponi vuole continuare a coltivare il sogno di reinserirsi nella lotta al vertice, a 14 giornate dalla conclusione della stagione regolare, deve assolutamente vincere l’incontro che questo pomeriggio l’oppone allo stadio Monteponi alla vicecapolista Gonnosfanadiga. Le due squadre sono divise da  10 punti e se la squadra di Fabio Piras riuscisse a riportarsi a -7, considerato che il Sant’Elena Quartu (terzo a 8 punti dalla Monteponi) gioca sul difficile campo della Sigma De Amicis 1979, a Mulinu Becciu, potrebbe guardare al proseguo della stagione con rinnovate ambizioni. Per centrare l’obiettivo della vittoria, è quasi superfluo sottolinearlo, i rossoblu si affidano alla capacità realizzativa di Samuele Curreli, decisivo domenica scorsa nel derby di Cortoghiana.

Il Cortoghiana insegue il riscatto sul campo del Tonnara, squadra in crescita, con i goal del nuovo bomber Simone Stocchino. La squadra di Marco Farci è stata fin qui la rivelazione del campionato e vuole continuare ad esserlo. Il Villamassargia, da parte sua, reduce da un periodo opaco, gioca sul campo del Tortolì.

Completano il programma della seconda giornata di ritorno, le partite Seulo 2010-Idolo, Andromeda-Villacidrese, Arborea-Selargius e Buddusò-Orrolese.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, la capolista Tharros ha preso il largo e guida la classifica con 7 punti di vantaggio sull’Atletico Narcao, prima inseguitrice. Oggi è in programma lo scontro diretto, ad Oristano. Per la squadra di Fabio Tinti è la grande occasione per riaprire la corsa al primo posto, per la capolista una nuova vittoria varrebbe una grandissima ipoteca sulla promozione diretta.
La Fermassenti è chiamata a riscattare gli ultimi risultati deludenti nell’incontro casalingo con la Virtus San Sperate 2020, l’Antiochense insegue ancora la prima vittoria casalinga, contro il Santa Giusta Calcio, in una delle ultime occasioni per evitare la retrocessione diretta in Seconda Categoria.
Completano il programma della seconda giornata di ritorno, le partite Atletico San Marco-Libertas Barumini, Calcio Capoterra-Francesco Bellu Terralba, Freccia Parte Montis Mogoro-Gioventù Sportiva Samassi e Virtus Villamar-Gergei.
Nell’anticipo disputato ieri pomeriggio, l’Atletico Villaperuccio ha perso di misura a Sadali, 3 a 2. Alla squadra di Gian Marco Marco non è bastato il primo goal di Chicco Trogu, per evitare l’ottava sconfitta stagionale.

Fabio Tinti (Atletico Narcao).

[bing_translator]

Un goal su punizione di Samuele Curreli, il primo della sua terza esperienza con la maglia della Monteponi, ha dato i tre punti alla squadra di Fabio Piras, all’esordio in panchina, nel difficile derby di Cortoghiana. Il goal che ha deciso la partita, al 17′ del primo tempo, è stato fortemente contestato dai giocatori e dai tifosi del Cortoghiana, perché a loro parere il pallone respinto dal portiere Omar Galizia sul palo, non aveva superato completamente la linea di porta. Il direttore di gara è stato di diverso avviso ed ha convalidato il goal.

La partita è stata molto combattuta (9 gli ammoniti). La Monteponi ha fatto meglio nel primo tempo ed un minuto prima del goal decisivo, è stata pericolosissima con lo stesso Samuele Curreli, sempre su punizione, sulla quale Omar Galizia ha compiuto una prodezza togliendo il pallone dall’incrocio dei pali. Nella ripresa il Cortoghiana ha cercato più spesso la via del goal, trovando sempre l’opposizione dell’attenta difesa della squadra ospite. Le occasioni più propizie sono capitate sui piedi di Marteddu al 1′ minuto e dell’ex Stefano Demontis al 23′.
Cortoghiana: Galizia, Madeddu, Cro, Landis, Bove, Marteddu (dal 50′ Loddo), Carrus, Demontis (dall’85’ Melis), Foddi, Pinna, Loi (dal 74′ Lenzu). All. Marco Farci.
Monteponi: Atzeni, Fois, Bratzu, Silva, Garau, Mura (dal 65′ Musanti), Ariu, Congiu, Iesu, Curreli e Nonnis (dal 90′ Melis). All. Fabio Piras.

Il Villamassargia ha pareggiato 1 a 1 con la Sigma De Amicis 1979. Vantaggio iniziale per la squadra di Titti Podda con Nicola Farci, pareggio per la squadra di Antonio Madau con il centravanti Gianluca Ligas (classe 1979).

Una delle due capolista, l’Idolo, ha battuto il Tonara 3 a 2 ed è nuovamente sola in vetta, perché il Gonnosfanadiga è stato fermato sul pareggio, 1 a 1, dal Tortolì, mentre il Sant’Elena, terzo ad un punto, ha perso in casa 2 a 1 con l’Arborea ed è scivolato a quattro punti dalla vetta.

Nuova vittoria esterna per il Buddusò (impostosi sette giorni fa sul campo della capolista Idolo) a Selargius, 1 a 0, e largo successo della Villacidrese sul Seulo 2010, 4 a 2. Riscatto immediato per l’Andromeda, dopo la sconfitta di Cortoghiana, oggi vittoriosa sul campo dell’Orrolese, 2 a 0.

Con la sconfitta di oggi, il Cortoghiana perde due posizioni in classifica, ora è sesto con 25 punti; la Monteponi ha agganciato il Villamassargia al 9° posto, con 20 punti. La vetta è ancora molto lontana ma a Iglesias coltivano ancora l’ambizione di reinserirsi nella lotta per le prime posizioni. I punti a disposizione sono 42, tutto è ancora possibile.

 

[bing_translator]

Il girone di ritorno del campionato di Promozione regionale, nel girone A, propone subito un derby da forti emozioni: Cortoghiana-Monteponi. Da una parte la matricola “terribile” della prima parte della stagione, quarta in classifica in campionato e semifinalista di Coppa Italia (il 12 e 26 febbraio affronterà la Macomerese), rinforzatasi al mercato di dicembre con Lorenzo Loi (ex Carbonia e La Palma Monte Urpinu) e Stefano Demontis (arrivato dalla Monteponi ed anche lui ex Carbonia) e ben guidata dal tecnico Marco Farci; dall’altra la squadra più blasonata del girone, partita con l’ambizione di vincere il campionato ma finora protagonista di un percorso assai deludente che ha provocato due cambi in panchina e una vera e propria rivoluzione dell’organico. Oggi farà il suo esordio in panchina Fabio Piras, ex tecnico del Carbonia, chiamato in settimana al capezzale di una squadra malata dopo le dimissioni di Nicola Agus. Quella che l’attende è un compito assai arduo, perché la società continua a coltivare l’ambizione di rientrare in gioco per le primissime posizioni, ma indubbiamente l’organico è stato notevolmente migliorato (almeno sulla carta) ed ha nel trio d’attacco ex Carbonia Samuele Curreli-Nicola Lazzaro-Andrea Renzo Iesu il suo maggior punto di forza.

La prima giornata del girone di ritorno propone un impegno difficile per il Villamassargia, contro la Sigma De Amicis 1979. La squadra di Antonio Madau è in crescita, mentre quella di Titti Podda arriva a questa prima partita del girone di ritorno reduce da tre sconfitte consecutive che hanno parzialmente vanificato quanto di buono fatto nella parte centrale del girone.

Sugli altri campi, le due capolista Idolo e Gonnosfanadiga giocano entrambe in casa, rispettivamente con Tonara e Tortolì, mentre la prima inseguitrice, il Sant’Elena Quartu, ospita l’ARborea. Anche la Villacidrese, altra formazione ambiziosa, gioca in casa, contro il Suelo 2010; il Selargius ospita il Buddusò, formazione reduce dall’impresa sul campo della capolista Idolo, e l’Orrolese, infine, attende la visita dell’Andromeda, reduce dal pesante 0 a 3 subito a Cortoghiana.

Il girone B del campionato di Prima Categoria apre la seconda parte del campionato con un derby del Sulcis, tra Atletico Narcao ed Antiochense, mentre la Fermassenti è di scena sul campo del Santa Giusta. Gioca in casa l’Atletico Villaperuccio, contro il Calcio Capoterra (vicecapolista a pari merito con la Fermassenti), a caccia di punti per allontanarsi dai bassifondi della classifica.

Completano il programma della prima giornata di ritorno, le partite Gergei-Sadali, Libertas Barumini-Virtus Villamar, Francesco Bellu Terralba-Tharros e, infine, Virtus San Sperate 2002-Freccia Parte Montis Mogoro.

[bing_translator]

Gli arrivi di Graziano Mannu sulla panchina del La Palma Monte Urpinu (Eccellenza regionale), subito dopo Natale, e di Fabio Piras su quella della Monteponi (Promozione regionale), ufficializzata stamane, rafforzano la presenza di tecnici di Carbonia sulle panchine dei due principali campionati regionali. Graziano Mannu, uno dei tecnici di più lunga e brillante esperienza nel campionato di Eccellenza, è tornato sulla scena dopo un anno e mezzo, al capezzale di una squadra “malata”, con l’obiettivo di ripetere l’impresa compiuta nel campionato 2017/2018 alla guida della Kosmoto Monastir. In precedenza ha guidato per sette stagioni consecutive il Carbonia, tra Eccellenza e Promozione, il Sanluri, il Ghilarza (con il quale ha vinto Coppa Italia e Super Coppa) e Castiadas. Ha iniziato la nuova esperienza nel campionato che ha avuto fin qui grande protagonista, capolista con Castiadas ed Ossese in campionato e finalista con l’Atletico Uri in Coppa Italia, la sua ex squadra, il Carbonia, guidata brillantemente da Andrea Marongiu, tecnico originario di Gonnesa ma ormai veterano al Carbonia, alla quarta stagione non consecutiva in panchina, dopo l’esperienza avuta da calciatore. Fabio Piras è tornato in panchina oggi, dopo l’esperienza avuta nella passata stagione alla guida del Carbonia, conclusa con un terzo posto, ed alcuni mesi di pausa, i primi dopo i tanti anni vissuti prima da calciatore, poi da allenatore nel settore giovanile, con l’obiettivo di rilanciare un’altra squadra “malata”, la Monteponi, costruita per vincere in estate e ricostruita quasi interamente prima di Natale, oggi ancora lontana dal vertice della classifica.

Nel girone A del campionato di Promozione, allena un altro tecnico di Carbonia, Titti Podda, una lunga carriera alle spalle (le esperienze più lunghe le ha vissute con la Gialeto ed il Siliqua, brevi quelle con Carbonia e Monteponi), quest’anno alla guida del Villamassargia. Marco Farci, originario di Paringianu, è protagonista con il Cortoghiana dei miracoli, secondo un anno fa in Prima Categoria, ripescato a seguito della fusione del Carbonia con il Samassi ed ora quarto in classifica al termine del girone d’andata e semifinalista in Coppa Italia con la Macomerese.

La pattuglia dei tecnici di Carbonia è forte anche nel girone B del campionato di Prima Categoria. Due delle quattro squadre sulcitane, infatti, sono guidate da un paio di stagioni da tecnici della città mineraria: la Fermassenti da Roberto Concas, l’Atletico Villaperuccio da Gian Marco Manca.

Da diversi anni non si ricorda una presenza così numerosa e qualificata di tecnici di Carbonia nei campionati regionali, a conferma della crescita del movimento che sicuramente potrà avere un’ulteriore spinta dai risultati delle squadre più attrezzate, Carbonia in testa. E ad alimentare la fiducia è sicuramente l’età media ancora giovane dei tecnici oggi protagonisti.

Giampaolo Cirronis

[bing_translator]

Fabio Piras, 43 anni, è il nuovo allenatore della Monteponi. La nuova “rivoluzione” tecnica è maturata a seguito delle dimissioni di Nicola Agus, a sua volta subentrato ad inizio ottobre al dimissionario Alessandro Cuccu. Nicola Agus ha chiuso la sua breve esperienza alla guida della Monteponi con un bilancio di 16 punti, frutto di 4 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte.
Il nuovo tecnico della Monteponi nella passata stagione, dopo diverse esperienze significative nel settore giovanile, ha guidato il Carbonia, portandolo al terzo posto ed alla sfortunata partecipazione alla Coppa Primavera valida per i ripescaggi in promozione, conclusa con un pareggio senza goal a Li Punti (poi ripescato) ed una sconfitta di misura, 4 a 3, ai tempi supplementari, nell’ormai inutile finalina per il 3° e 4° posto con il Thiesi. Fabio Piras potrà avvalersi della collaborazione, in qualità di assistente, del 47enne Fabio Cau, una figura molto conosciuta ed apprezzata dagli sportivi di Iglesias.
Per Fabio Cau si tratta di un ritorno a casa dopo l’esperienza maturata alla guida tecnica della Juniores del Villamassargia e dopo quella, proprio insieme a Fabio Piras, di alcuni anni fa, alla guida della rappresentativa giovanile provinciale.

Fabio Piras trova a Iglesias una squadra rivoluzionata al mercato di dicembre, con tanti ex Carbonia, guidati dal bomber Samuele Curreli. Il compito che l’attende non è facile, perché la società guidata dal presidente Giorgio Ciccu e dal direttore sportivo Carlo Maramarco, conserva l’ambizione di rientrare in corsa per le prime posizioni, pur consapevole del forte ritardo accumulato nel girone d’andata. La Monteponi è 11ª con 17 punti, a 12 lunghezze dalle due capolista Idolo e Gonnosfanadiga e a 11 dal Sant’Elena, che occupa il terzo posto.
Dopo aver ingraziato Nicola Agus per il lavoro svolto nei tre mesi maturati alla guida della squadra, la società rossoblu ha augurato al nuovo tecnico ed al suo staff, un sereno e proficuo girone di ritorno che inizierà domenica prossima con il derby di Cortoghiana.

[bing_translator]

E’ in programma mercoledì prossimo, 22 maggio, a Masullas, la seconda gara di semifinale (ritorno) del 2° Trofeo “Mario Madau” per rappresentative provinciali Giovanissimi (nati dal 1° gennaio 2005 al 31 dicembre 20105), tra le rappresentative Oristano Medio Campidano e Cagliari Carbonia.

Il responsabile della selezione Cagliari Carbonia ha convocato i seguenti calciatori: Loris Pedricelli (AC Cortoghiana), Riccardo Brai e Nicolas Pilloni (Atletico Calcio 2014), Christian Fidanza (Atletico Narcao), Giovanni Aste (Carloforte), Giacomo Pirroni (Decimo ’07), Lorenzo Brogi e Matteo Floris (F.C. Academy FP14), Simone Pisano (Gioventù Assemini), Pietro Ceccatelli (Oratorio Poggio dei Pini), Mattia Loi ed Alessandro Serrau (Pol. Sestu), Fabio Celestini (Pula), Stefano Palimodde ed Alberto Mele (Sant’Elena Quartu), Fabio Piras e Pietro Vacca (Santos), Andrea Mura (Sinnai Calcio a 11), Riccardo Pulcrano (S.V. Capoterra), Stefano Piras (Su Planu Calcio).