2 August, 2021
HomePosts Tagged "Remo Branca"

[bing_translator]

Mercoledì 24 giugno, presso il giardino della Biblioteca Comunale “N. Canelles” in via Diana, a Iglesias, inizieranno gli incontri della XIII edizione della Scuola Civica di Storia, “Memoria, Identità, Futuro”, organizzata dalla professoressa Grazia Villani e da Fabio Manuel Serra, con il patrocinio dell’assessorato della Cultura del comune di Iglesias comunica che, da m

«La Scuola Civica di Storia riparte, inaugurando la stagione estiva delle manifestazioni culturali, nonostante le limitazioni rese necessarie dall’emergenza Covid-19 spiega l’assessore della Cultura, Claudia Sanna -. Con una rassegna di appuntamenti dedicati alla storia ed ai racconti della nostra Città e non solo, accolti per le prime sei lezioni in un salotto particolare come il giardino della nostra Biblioteca. Anche quest’anno la rassegna avrà un calendario ricco, con tanti nuovi argomenti, grazie all’apporto sia di giovani relatori che di veterani della manifestazione.»

Il calendario della rassegna:

– 24 giugno – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“La festa in onore di Sant’Antioco Sulcitano in alcuni documenti iglesienti
di Celestina Sanna

– 9 luglio – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“Piazza Sella tra il 1950 e il 1970: trasformazioni ed aneddoti”
di Laura Aru Pintus

– 23 luglio – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“Streghe ed eretici: il Tribunale della Santa Inquisizione a Iglesias”
di Alessandro Podda

– 6 agosto – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“Fra scudi e blasoni: stemmi di nobiles pisani nel Sigerro”
di Giampiero Vacca

– 27 agosto – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“La donna delinquente: infanticide e adultere nell’Ottocento iglesiente”
di Roberta Piras

– 10 settembre – ore 21.00 (Giardino Biblioteca “N. Canelles”)
“Siamo tutti Indiana Jones? Contenuti e metodi della storia”
Di Fabio Manuel Serra

– 24 settembre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Le epidemie ad Iglesias: aspetti medici e sociali”
di Nuccio Guaita, Fabio Manuel Serra, Grazia Villani

– 8 ottobre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Addio, Su Maimoni! L’emigrazione iglesiente nello scenario internazionale”
di Simone Cara

– 22 ottobre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Gli ultimi feudatari: i Gessa-Asquer di Fluminimaggiore”
di Ester Lai

– 12 novembre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Fra escudos e reales: la monetazione spagnola tra Cinquecento e Seicento”
di Andrea Murenu

– 26 novembre – ore 1.00 (Sala Remo Branca)
“Il patrimonio archeologico del Comune di Iglesias”
di Simone Ledda

– 3 dicembre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Testimonianze pisane nel sottosuolo di Iglesias”
di Luciano Ottelli

– 17 dicembre – ore 18.00 (Sala Remo Branca)
“Quando ad Iglesias si parlava con accento piemontese”
di Grazia Villani

«Insieme a Fabio Manuel Serra, come organizzatori, abbiamo pensato, a causa dell’emergenza epidemiologica, di utilizzare per gli incontri una modalità mista: le conferenze si terranno contemporaneamente in presenza contingentata (presso il giardino della Biblioteca Comunale in estate e presso la Sala Branca da fine settembre in poi) e in streaming sul canale YouTube della Scuola Civica di Storia di Iglesias. Verrà anche aperto un gruppo Facebook dedicato, per poter pubblicizzare ulteriormente il programma e riflettere sulle diverse tematiche proposte – spiega la professoressa Grazia Villani -. L’intento è, infatti, nonostante le difficoltà del momento, di continuare quella serie di incontri culturali che attesi, richiesti e partecipati, costituiscono per la città quasi una tradizione. Ci piace anche l’idea di rappresentare la dimostrazione reale, che, quando una comunità condivide ideali e valori, non esistono elementi esterni che possano ostacolarne gli obiettivi. Il calendario è molto ricco e vario nei contenuti, tutti incentrati sulla storia di Iglesias, ma con un respiro più vasto, proiettato verso l’intero distretto: si va dall’archeologia a problemi contemporanei quali l’emigrazione, cogliendo anche aspetti sanitari, sociali e religiosi della comunità iglesiente. Un programma a tutto tondo, presentato da relatori di diverse età e formazioni culturali, ma tutti di certificata competenza.»

«Questo sarà la prima rassegna senza il dottor Sebastiano Forteleoni, a cui va il nostro ricordo conclude l’assessore Claudia Sannale persone che sono state sue compagne di strada per tanto tempo nella Scuola Civica di Storia porteranno avanti anche quest’anno un lavoro ultradecennale, diventato una tradizione che in tanti ci invidiano, fatta di cultura, di passione, e di amore per la nostra città.»

[bing_translator]

In ottemperanza alle misure contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04/03/2020, tenendo conto dei recenti sviluppi dell’emergenza relativa alle infezioni causate da COVID-19 (Coronavirus), l’Amministrazione comunale di Iglesias ha provveduto alla convocazione permanente del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) al fine di valutare la situazione, coordinare le attività di Protezione Civile ed adottare le misure necessarie alla prevenzione e al contenimento del COVID-19.
Tra le misure assunte:
– L’ingresso contingentato in tutti gli Uffici Comunali e l’invito a recarsi presso i suddetti Uffici solamente per le pratiche urgenti e non differibili. Sarà potenziato il servizio di assistenza telefonica negli Uffici.
– La sospensione degli accessi ai siti di Porto Flavia e Grotta Santa Barbara, dal 7/03/2020 al 15/03/2020, fatte salve ulteriori proroghe.
– La sospensione dell’apertura al pubblico, dal 7 marzo al 15 marzo degli stabili che ospitano il Museo dell’Arte Mineraria, l’Esposizione Remo Branca, l’Esposizione del Costume, L’Esposizione del Pane presso il Chiostro di San Francesco, la Torre Guelfa e la Foresteria Monteponi, fatte salve ulteriori proroghe.
L’Amministrazione chiede agli esercizi commerciali, agli operatori di commercio ambulante ed a tutti i privati cittadini, di ottemperare rigidamente alle disposizioni previste nel decreto ministeriale.

[bing_translator]

Questa mattina, a Iglesias, alle ore 11.00, presso la sala Remo Branca del Palazzo Municipale, si terrà una conferenza stampa sulla prossima processione dell’Assunta con la Discesa dei Candelieri.
Saranno presenti il sindaco di Iglesias Mauro Usai, l’assessore della Cultura Claudia Sanna e gli Obrieri Comunali Federico Garau e Carlotta Scema.

[bing_translator]

È in programma giovedì 20 giugno, nella Sala Remo Branca di Piazza Municipio, “C’era una volta in Siria”, incontro organizzato dallo SPRAR del comune di Iglesias in occasione della Giornata mondiale del rifugiato.

Alle ore 11.00, si comincerà con i saluti istituzionali che vedranno la presenza dell’assessore delle Politiche sociali, giovanili e dell’inclusione sociale Angela Scarpa e del presidente dell’associazione di volontariato, impresa sociale, Casa Emmaus Fernando Nonnis.

Seguirà un monologo dell’attore, autore e regista teatrale Elio Turno Arthemalle, dal titolo “Storia della Siria”, che si fonda sulle testimonianze dei migranti siriani accolti dallo SPRAR di Iglesias. Storie di famiglie costrette dalla guerra civile a lasciare le loro case e gli affetti per trovare nuove speranze in un luogo di pace, e disposte ad affrontare ogni sorta di pericolo per riuscirci.

Lo SPRAR di Iglesias attualmente ospita quattordici migranti siriani, tre nigeriani, tre camerunensi e due algerini.

[bing_translator]


Proseguono gli incontri con gli studenti delle scuole cittadine, all’interno delle iniziative rivolte ad una promozione della cittadinanza attiva e dell’educazione civica tra i giovani.
Oggi tre classi quinte dell’IPIA “Galileo Ferraris” di Iglesias, hanno incontrato, nella Sala Remo Branca, il sindaco Mauro Usai e l’assessore delle Politiche sociali e giovanili Angela Scarpa.

Gli studenti delle classi 5ª A SC (Servizi Commerciali), 5ª A AT (Accoglienza turistica) e 5ª A MAT (Manutentori ed assistenti tecnici), accompagnati dai docenti Graziella Fanais, Eloisa Fanni e Salvatore Pilia, hanno avuto la possibilità di completare la propria formazione in materia di Cittadinanza e Costituzione, attraverso un incontro nel corso del quale si è discusso dell’ordinamento degli Enti locali, della pratica amministrativa e dell’esperienza politica come servizio verso la comunità.

«E’ di fondamentale importanza far acquisire agli studenti delle scuole le competenze in maniera attiva e partecipativa, attraverso un apprendimento non formale e per mezzo di incontri diretti con gli amministratori – ha spiegato l’assessore Angela Scarpa – nel corso dei quali approfondire le tematiche riguardanti l’educazione civica, con l’obiettivo di far avvicinare i giovani alla buona politica e di incentivare la loro partecipazione alla vita pubblica.»

 

[bing_translator]

Dopo il Museo di Mineralogia, l’Esposizione Multimediale del Breve di Villa di Chiesa e la mostra permanente Iglesias in miniatura, sarà inaugurato domani, 14 giugno, alle 18.00, il Museo Remo Branca, nei locali delle ex Scuole Maschili.
Parteciperà alla cerimonia il prof. Francesco Paolo Branca, cittadino onorario di Iglesias e figlio dell’artista che ha donato generosamente la collezione.
L’Amministrazione comunale ringrazia Paolo Branca, la Fondazione di Sardegna per aver finanziato il progetto e l’Associazione Remo Branca per aver creduto nel progetto iniziato sotto la Giunta guidata da Pierluigi Carta.

[bing_translator]

L’assemblea delle associazioni aderenti alla Consulta del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna si terrà questo pomeriggio, alle ore 17.00, presso la sala riunioni dell’associazione Remo Branca,  in Via Roma 68, ad Iglesias, per analizzare il problema del riutilizzo e della destinazione del patrimonio immobiliare ex minerario acquisito dalla SNAM a costo zero quasi 20 anni fa e diventando fattore di ostacolo e di freno e non di promozione dello sviluppo delle aree minerarie dismesse come originariamente auspicato.

In considerazione dell’esigenza di assumere una posizione ampiamente condivisa sull’importante problematica di interesse generale, l’assemblea è aperta alla partecipazione di tutti i cittadini e sono invitati a partecipare i Comuni della Comunità del Parco con particolare riferimento a quelli direttamente interessati, i consiglieri regionali ed i parlamentari sardi.

 

[bing_translator]

Giovedì 13 luglio, alle ore 19.00, presso il “Bar & Coworking I’m Space” di via Roma a Carbonia, l’artista Lorenzo Casula presenta la sua personale: “Lacerazioni”. La mostra rientra nella rassegna “itiner-ARTE-incittà”, aperitivo culturale organizzato dal Gruppo liberi pensatori, in collaborazione con gli imprenditori della città e con il patrocinio dell’assessorato della Cultura del comune di Carbonia.

«Si tratta del quinto appuntamento della rassegna. Siamo contenti perché, attraverso queste mostre, stanno emergendo a 360 gradi le doti artistiche, l’estro e la fantasia dei nostri concittadini. Da questo punto di vista, la città di Carbonia si conferma una fucina di talenti», ha affermato il sindaco di Carbonia, Paola Massidda.

Uno di questi è proprio Lorenzo Casula, pittore carboniense, classe 1967. Per affinare le proprie tecniche pittoriche, ha frequentato i corsi dell’insegnante d’arte Rita Atzori. Le sue prime esperienze espositive risalgono agli anni novanta: nel 2000 ha esposto a Cagliari alla galleria Man Ray. Nel 2004 si è presentato al pubblico della sua città  con una personale di pittura presso il Centro servizi turismo culturale di Piazza Roma. Nel mese di giugno 2005, è stato protagonista, con una personale di pittura, all’interno dell’evento “AVANTARTE”, svoltosi nel Parco di Villa Sulcis a Carbonia,  con madrina d’eccezione l’artista Maria Lai.

Lorenzo Casula, nel 2009, ha partecipato al concorso artistico promosso dal mensile “Arte”, arrivando tra i primi quattordici, ottenendo così la pubblicazione della sua opera in concorso sulla prestigiosa rivista.

Nel 2012  ha partecipato alla mostra collettiva d’arte organizzata dalla provincia di Carbonia Iglesias presso l’associazione culturale Remo Branca di Iglesias.

Infine, nel 2014 ha preso parte al progetto “12×12” con la sua personale di pittura nel Locale “La Saletta del Portico” di Piazza Roma a Carbonia.

[bing_translator]

Venerdì sera, alle 18.00, la biblioteca comunale di Iglesias “Nicolò Canelles” in collaborazione con Grazia Villani, presenta “Tuttigiorni8marzo”, incontro semiserio sulla parità – ma non equivalenza – dei generi. Sono previste letture a cura della biblioteca comunale e dell’archivio storico: Remo Branca; Tuttocambia; Fidapa; Io non ho paura. Interventi di Grazia Villani, Giampaolo Atzori, Christian Castangia e Nicoletta Pusceddu. Accompagnamento musicale a cura di Silvia Sinatra.

Gli organizzatori auspicano che ogni donna partecipante all’incontro porti con sé un uomo (figlio, marito/fidanzato/compagno, padre, amico o persino un passante casuale).

 

[bing_translator]

Sarà inaugurata giovedì 19 gennaio, alle ore 18.00, presso la Saletta del Portico in Piazza Roma a Carbonia, la Mostra collettiva del Liceo Artistico “Remo Branca” di Iglesias (Istituto di Istruzione Superiore G. Asproni).

La mostra sarà visitabile giovedì 19, venerdì 20 e sabato 21 gennaio, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

In occasione delle giornate dedicate all’orientamento scolastico, la Commissione “Arte e territorio” del Liceo Artistico “Remo Branca” di Iglesias  inaugura la Mostra collettiva dei lavori realizzati, negli ultimi anni scolastici, dagli alunni dei corsi di Arti Figurative, Architettura e Ambiente e Design. L’esposizione è stata organizzata con la collaborazione dell’assessorato della Cultura del comune di Carbonia.

L’esposizione propone circa trenta opere significative del percorso didattico degli allievi, realizzate, nei laboratori di grafica e pittura, con le tecniche ad olio, acrilico e tecniche miste, su tela e su tavola. A queste si aggiungono elaborati di vario genere, dal rilievo al tuttotondo, all’installazione, realizzati con le tecniche plastiche nel laboratorio di modellato. Sarà esposto anche un campionario di tavole progettuali di architettura e di design, realizzate nei rispettivi laboratori, oltre a bozzetti e modelli in scala.

Il repertorio di opere rappresenta una sintesi indicativa delle potenzialità creative che gli allievi dell’Istituto sono in grado di esprimere, compatibilmente con la loro età e con i mezzi e strumenti di cui la scuola dispone. Questa mostra offre una panoramica di ciò che gli allievi della scuola “Remo Branca”, con entusiasmo e metodico esercizio quotidiano, svolgono nelle ore dedicate alle attività laboratoriali, attraverso un’incessante ricerca – guidata dai docenti – di dialogo tra le diverse forme di espressione artistica.

Anche attraverso iniziative come questa, gli organizzatori intendono contribuire a creare un ponte tra scuola e territorio, avvicinando tutti, giovani e adulti, al mondo dell’arte e della scuola.