21 January, 2022
HomePosts Tagged "Simone Valleri"

Si è insediato ieri il nuovo Consiglio comunale di Narcao. Per favorire l’accesso del pubblico, la riunione di insediamento è stata convocata nel Palazzetto dello sport di via Enrico Berlinguer.
Il sindaco eletto il 10 e 11 ottobre, Antonello Cani, dopo le operazioni di convalida dei consiglieri eletti, ha prestato giuramento e ha poi presentato la squadra di Giunta, composta da quattro assessori.
Maurizio Portas, 38 anni, vicesindaco ed assessore con deleghe all’Urbanistica, Lavori pubblici e Pianificazione del territorio.
Paola Gambula, 57 anni, assessora con deleghe alle Attività produttive, Ambiente, Sviluppo del territorio e Turismo.
Simone Valleri, 24 anni, assessore con deleghe alle Politiche giovanili, Istruzione, Sport e Cultura.
Ilaria Crobeddu, 35 anni, assessora con delega alle Politiche sociali.
Il Consiglio ha poi proceduto all’elezione dei componenti della nuova commissione elettorale.
Giampaolo Cirronis
  

Sono due le liste presentate per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale di Narcao alle elezioni amministrative del 10 e 11 ottobre.

Lista “Insieme per il bene comune”.

Candidata alla carica di sindaco: Maria Rosaria Montisci.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Tommaso Abbate, Fabiana Anedda, Alessio Cani, Roberto Carta, Enrico Carta, Laura Collu, Ada Manai, Efisietto Manca, Anco Enrico Serra, Edoardo Steri, Andrea Tunis, Antonio Usai.

Lista UniAmo Narcao.

Candidato alla carica di sindaco: Antonello Cani.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Ilaria Crobeddu, Paola Gambula, Carolina Piliu, Roberta Pittau, Monica Porcu, Corrado Cherchi, Nicola Diana, Enrico Frongia, Giovanni Maria Lai, Enea Petzeu, Maurizio Portas, Simone Valleri.

 

[bing_translator]

Dura presa di posizione di due referenti di GN Sulcis, Simone Valleri e Valerio Lecca, sul nuovo sbarco di migranti avvenuto ieri a Porto Pino.
«Ieri abbiamo assistito nel Sulcis allo sbarco di circa 70 unità di persone provenienti dall’Algeria, paese in cui, il numero di casi covid è in costante crescita e conta circa 400 unità al giorno – scrivono in una nota Simone Valleri e Valerio Lecca -. Il problema principale è che non potremo usufruire di tutte le nostre spiagge come gli altri anni, vedi Tuerredda ridotta a 1.100 unità, però dobbiamo assistere, come ieri a queste scene. Lo sbarco è avvenuto senza precauzione alcuna nel bel mezzo di migliaia di bagnanti che affollavano la spiaggia di Porto Pino nell’ultima domenica di giugno. Le segnalazioni più importanti ci sono arrivate dai gestori di locali e stabilimenti che, quotidianamente compiono un grande sacrificio per far sì che vengano rispettate tutte le normative anticovid, per poi trovarsi davanti queste scene.»

[bing_translator]

Salvatore Deidda, deputato sardo capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Difesa, interviene dopo aver ricevuto la risposta positiva alla sua interrogazione dal sottosegretario di Stato della Difesa Giulio Calvisi, sul finanziamento di 800.000 euro per ulteriori interventi di riqualificazione delle palazzine della Caserma Trieste di Iglesias adibite a 1ª e 2 ª Compagnia.

«Ho ringraziato il sottosegretario Giulio Calvisi, sempre disponibile ed attento alle richieste dell’opposizione ma questa non è una vittoria di una sola parte ma è un grande risultato per Iglesias, il Sulcis e per i carabinieri, i suoi allievi e per il personale della Caserma, valido e professionale», spiega Salvatore Deidda che anche in passato aveva presentato diversi emendamenti, sempre respinti e bocciati.

«Non ci siamo dati per vinti e abbiamo continuato ad insistere perché è un intervento necessario e giusto. Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto e vigileremo perché tutto vada in porto», conclude Salvatore Deidda.

Anche i ragazzi di Gioventù Nazionale Sulcis, entusiasti per questo grande risultato ottenuto commentano: «Dopo anni di battaglia in cui si chiedevano a gran voce dei fondi per la riqualificazione della struttura finalmente abbiamo avuto delle risposte. Per il nostro territorio e per la città di Iglesias in particolare è una vittoria. Un ringraziamento speciale va al nostro deputato Salvatore Deidda e al gruppo di Fratelli d’Italia per non essersi dati per vinti ed aver ascoltato il territorio», dichiarano Simone Valleri e Valerio Lecca, rappresentanti del movimento giovanile.

Grande soddisfazione arriva anche dalle parole di Gianluigi Rubiu, ex consigliere regionale e comunale della città di Iglesias: «Grande risultato che premia l’intensa attività politica del deputato di FdI Salvatore Deidda, questo finanziamento consentirà alla Caserma Trieste di adeguare ed ammodernare le proprie strutture per poter competere con le altre 4 strutture che in Italia formano gli allievi carabinieri. Un grande risultato per la città di Iglesias e per tutto il territorio, una vittoria della buona politica, fatta di dialogo e mediazione al di fuori degli schemi di maggioranza ed opposizione, con l’unico obiettivo del bene comune e l’interesse dei sardi e della Sardegna».

[bing_translator]

«Ancora una volta ci troviamo davanti ad una situazione surreale, un altro schiaffo a quei giovani che hanno deciso di non lasciare la nostra terra e provare a costruirsi un futuro qui. Il Governo erroneamente ha negato a parecchi stagionali il bonus da 600 euro adducendo motivazioni del tutto fantasiose. La nostra indignazione va verso un Governo sempre più distante dai lavoratori, si pensi alle Partite IVA, le cassa integrazioni da fame, e nessuno sgravio fiscale sulle spese fisse delle attività.»

Lo scrivono, in una nota, tre dirigenti di Gioventù Nazionale, Simone Valleri, Valerio Lecca e Maurizio Amadori.

«Ci auguriamo che, come promesso, il Governo riveda le domande, dia un po’ di ossigeno ai giovani stagionali e capisca gli errori commessi, ma soprattutto sappia ascoltare i territori, specialmente quelli che, come il nostro, a mala pena riescono a sopravvivere ma hanno un grande potenziale per crescere e diventare autosufficiente. Intanto abbiamo raccolto alcune testimonianze che ci spiegano meglio la situazione – dice Simone Valleri -. La farsa del bonus stagionali è un qualcosa di surreale, e lo è ancora di più se si pensa all’economia della nostra provincia, nella quale noi giovani specialmente lavoriamo 4 mesi l’anno in estate proprio grazie al turismo.»

«Nel corso degli anni son state automatizzate sempre di più le pratiche di lavora, è possibile che ora non si riesca a trovare una correlazione tra il nostro lavoro e la stagionalità dello stesso? O la vera colpa è che ancora facciamo parte di quel gruppo di giovani che ha piacere di restare nella propria terra e contribuire a farla crescere e conoscere al mondo? – aggiunge Valerio Lecca, consigliere comunale di Sant’Anna Arresi -. Quest’anno molte strutture turistiche hanno previsto di restare chiuse per contenere i costi e tutelarsi dal tracollo finanziario, ma questo vuol dire molti lavoratori stagionali a casa propria, persone che contano su quei pochi mesi di stipendio per riuscire a sopravvivere tutto l’anno, mesi che purtroppo quest’anno non ci saranno per molti lavoratori.»

«Bisogna dare degli aiuti concreti alle imprese, metterle in condizioni di poter ripartire in sicurezza senza per questo rischiare di fallire – spiega Maurizio Amadori -. Così facendo si aiuteranno le piccole economie locali a ripartire in modo da dare una speranza a questo settore e a tutte le persone che sopravvivono grazie ad esso.»

[bing_translator]

Giovedì 26 marzo, è nata Gioventù Nazionale Sulcis Iglesiente, il movimento giovanile di Fratelli d’Italia pone le radici anche nel Sulcis Iglesiente e mira a crescere fortemente.

I promotori di questa iniziativa sono Simone Valleri (già dirigente regionale di Gioventù Nazionale), 22 anni di Narcao e Valerio Lecca, 26 anni di Sant’Anna Arresi (di cui è consigliere comunale, subentrato recentemente, come primo dei non eletti lo scorso 16 giugno, al dimissionario Antonio Costantino Granella, candidato sindaco non eletto della lista “Insieme per Sant’Anna Arresi”).

«Dopo 4 anni di militanza nel circolo di Cagliari, ho deciso insieme all’amico Valerio di far nascere Gioventù Nazionale anche nel nostro territorio – ha detto Simone Valleri -. Le risposte che abbiamo avuto sono state sorprendenti. Decine di richieste di adesioni e tantissimi ragazzi e ragazze incuriosite. Il nostro obiettivo è quello di portare all’interno del nostro territorio un movimento giovanile che sappia ascoltare le esigenze dei giovani del nostro territorio, che si sta pian piano spopolando ed è sfiduciato verso la classe politica. Vogliamo riportare chi ci segue a credere nei progetti che vogliamo portare avanti, che non sono esclusivamente quelli politici, ma riguardano le associazioni culturali, di volontariato, beneficenza, pulizia spiagge, ovvero tutto ciò che possa esser utile per il bene della nostra comunità: crediamo molto nel contatto diretto con le persone e non mancheranno anche gli eventi ricreativi e di divertimento che riteniamo di grande importanza per la conoscenza delle persone.»

«Per noi aver portato Gioventù Nazionale nel territorio e aver avuto tutte queste adesioni rappresenta un ottimo punto di partenza, perché crediamo in quello che facciamo e ci mettiamo tanta passione. Amiamo il nostro territorio e son sicuro potremo fare molto bene; questa è una nuova esperienza per tutti noi quindi invito tutti gli interessanti a contattarci se interessati nella nostra pagina Facebook. Son sicuro potrà nascere qualcosa di importante», ha aggiunto Simone Valleri.

«Vogliamo fare in modo di avvicinare quanti più giovani possibili alla vita politica e sociale del paese – ha detto Valerio Lecca -, stiamo avviando questo gruppo in uno dei momenti più difficili che la nostra nazione abbia mai affrontato, e ancora non sappiamo in quali condizione ne uscirà il nostro territorio e quali conseguenze ci saranno, il nostro gruppo si impegnerà senza dubbio a discutere ed offrire tanti spunti ai nostri politici, spesso, ma non per colpa, lontani da quella che è la realtà del Sulcis, ma specialmente si impegnerà nel sostenere, attraverso diverse iniziative, sociali, di aggregazione e beneficenza – ha concluso Valerio Lecca -, tutti coloro che hanno bisogno.»