14 April, 2021
Home2021Febbraio (Page 2)

[bing_translator]

Prenotazioni al completo per il trekking organizzato da Iglesias Turismo domenica 28 febbraio, lungo l’itinerario compreso tra le località di San Pietro e Genn’e Mustazzu.

Un appuntamento tra natura ed archeologia, nel corso del quale i partecipanti, accompagnati dalle guide ambientali escursionistiche e dall’archeologo Gianfranco Canino, potranno ripercorrere la storia millenaria del territorio, dai siti archeologici del periodo nuragico alle Chiese bizantine dei borghi medievali.
Di particolare interesse le visite alla Chiesa di San Pietro di Serrachei ed al pozzo sacro nuragico di Genn’e Mustazzu. Ha collaborato il CISSA – Centro Iglesiente di Studi Speleo Archeologici.

«Una nuova interessantissima iniziativa all’aperto, alla scoperta del nostro territorio, in piena sicurezza e nel rispetto delle prescrizioni anti Covidha spiegato il sindaco Mauro Usai con le prenotazioni completate in pochi giorni, a dimostrazione dell’interesse di tante persone per la nostra storia e per il nostro passato.»

[bing_translator]

«A seguito delle comunicazioni intercorse e degli aggiornamenti di ATS riguardanti la presenza della “variante inglese” nel nostro paese comunico che sto predisponendo l’ordinanza per la chiusura in via precauzionale della scuola media di via Dettori per le giornate di lunedì 1 e martedì 2 marzo.»
Lo ha annunciato alcuni minuti fa Hansel Cristian Cabiddu, sindaco del comune di Gonnesa.
«Nelle giornate medesime l’intero plesso sarà oggetto di un intervento di sanificazione straordinario al fine di garantire il rientro in piena sicurezza degli studenti e del personale docente e non docenteconclude Hansel Cristian Cabiddu. Invito nuovamente tutti i cittadini a mantenere comportamenti prudenti e di rispettare le principali norme anti contagio. Sarà mia cura comunicare ulteriori aggiornamenti.»

[bing_translator]

Il sindaco di Carloforte, Salvatore Puggioni, questa sera ha fatto un nuovo aggiornamento sulla situazione sanitaria, nella consueta diretta Facebook. Nonostante i numeri nell’Isola siano sempre assai contenuti, con 2 negativizzazioni, 1 guarigione clinica, 1 solo attualmente positivo e 14 persone in quarantena (alcune delle quali hanno già avuto l’esito del tampone molecolare, negativo, altre attendono di conoscerne l’esito), il primo cittadino ha denunciato il comportamento irresponsabile di alcune persone che hanno messo a repentaglio la loro sicurezza e quelle di tante altre persone, non rispettando le più elementari misure di contrasto e prevenzione del virus, ad iniziare dall’isolamento quando si è in attesa di conoscere l’esito di un tampone molecolare. Salvatore Puggioni ha evidenziato anche un secondo rischio di focolaio che ha coinvolto una famiglia di cinque persone attualmente in isolamento fiduciario ed ha annunciato che anche la figlia, attualmente a Padova per lavoro, è risultata positiva al Covid-19.

Salvatore Puggioni, infine, ha parlato del piano di vaccinazione ed ha annunciato, tra l’altro, che mercoledì 3 marzo, alle 15.00, verranno effettuati i vaccini nella casa di riposo.

[bing_translator]

«Il nuovo sistema regionale di comunicazione dei casi Covid-19 rileva ad oggi la presenza di 12 nuovi casi di positività nella nostra comunità su un totale di 55 casi. Rispetto alla precedente rilevazione, si registrano invece 16 concittadini negativizzati.»
Lo scrive, in un post pubblicato su Facebook, Paola Massidda, sindaco di Carbonia.
«Le notizie relative alla diffusione nell’Isola delle varianti Covid, invitano noi Primi Cittadini a proseguire l’impegno nella lotta alla pandemia e nella costante condivisione del monitoraggio dei dati, che grazie al sistema di comunicazione regionale si sta potenziando settimana dopo settimanaaggiunge Paola Massidda -. Invito inoltre voi concittadini al continuo rispetto delle norme anti Covid-19. Non mi stancherò mai di ripetere quanto dipenda anche da noi e dal nostro senso di responsabilità uscire al più presto dall’emergenza Covid. Da parte miaconclude Paola Massiddacontinuerò, infine, col potenziamento dei controlli per evitare occasioni di assembramento soprattutto nei giorni festivi.»

[bing_translator]

Sono 70 i nuovi casi di positività al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, 3.890 i test eseguiti. Salgono a 41.027 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 756.558 tamponi.  Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l’Isola un tasso di positività dello 1,7%.

Si registrano 5 decessi (1.147 in tutto). Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-5), 22 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.571. I guariti sono complessivamente 26.840 (+140), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 223.
Sul territorio, dei 41.027 casi positivi complessivamente accertati, 9.726 (+26) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.579 (+14) nel Sud Sardegna, 3.477 (+7) a Oristano, 8.161 (+13) a Nuoro, 13.084 (+10) a Sassari.

[bing_translator]

Nuovo tentativo di rapina in un negozio a Carbonia. E’ accaduto ieri sera, alle 20.33, quando un giovane con il volto travisato ed armato di una spranga di ferro, ha fatto irruzione all’interno dell’esercizio commerciale “Enkey Computers”, sito nella centralissima via Gramsci, intimando al 40enne titolare dell’esercizio pubblico di consegnargli i soldi presenti nel registratore di cassa. Non avendo ottenuto risposta, ha colpito violentemente la vetrina protettiva in plexiglass posta sul bancone. La vittima ha reagito prontamente, gli ha strappato la spranga dalle mani e ha messo in fuga il malvivente che ha tentato di dileguarsi per le vie limitrofe. Il rapinatore è stato però rintracciato pochi minuti dopo dai carabinieri della stazione di Sant’Antioco, coadiuvati dai colleghi della stazione di San Giovanni Suergiu e del Radiomobile della locale Compagnia, aiutati in tal senso da un loro collega in borghese che aveva provveduto a riprendere il video della colluttazione, registrato dal sistema interno di videosorveglianza e a trasmetterlo in tempo reale per wattsapp alle pattuglie operanti. Il rapinatore, un 19enne conosciuto dai militari nonostante la giovane età, già riconosciuto dal video, si trovava a casa della fidanzata, dove si era rifugiato nel momento di difficoltà. Indossava ancora gli abiti ripresi durante la rapina. E’ stato arrestato per tentata rapina aggravata.

[bing_translator]

Sono stati due giorni molto intensi in località Marganai, a Domusnovas, dove si è svolta un’attività di addestramento da parte dei vigili del fuoco in ambienti ipogei sommersi.
In azione 120 operatori tra il personale della Direzione Regionale ed i quattro Comandi della Regione. L’esercitazione, era finalizzata alle attività di addestramento periodico di 8 unità Speleo Sub dei Nuclei di Soccorso Acquatico e Subacqueo, dei Comandi di Cagliari e Sassari. L’occasione è stata utile per testare il sistema di coordinamento dei soccorsi e della struttura di comando dell’incidente, le tecniche di coordinamento dei soccorsi in ambienti impervi, quelle di soccorso in ambienti ipogei e su cavità sommerse, con attività coordinate tra Nucleo Speleo Sub dei sommozzatori e del Nucleo Speleo Alpino Fluviale.
Antonio Caria

[bing_translator]

Primi casi di contagio da “variante inglese” nel Sulcis Iglesiente. Il primo è stato annunciato dal sindaco di Gonnesa, Hansel Cristian Cabiddu.

«Da comunicazioni ATS di questa mattina nel nostro Comune, tra i casi positivi comunicati ad inizio settimana, è stato riscontrato un caso della comunemente chiamata “variante inglese”ha scritto in un post pubblicato nella pagina Facebook istituzionale del comune di Gonnesa, il sindaco Hansel Christian Cabiddu -. Sono state predisposte, dagli enti competenti, tutte le misure finalizzate al tracciamento e tutti i protocolli della ricerca e della gestione dei contatti previsti per le nuove varianti. La situazione è monitorata e sotto controllo.»
Il secondo caso è stato annunciato nel primo pomeriggio dal sindaco di Iglesias, Mauro Usai, ugualmente in un post pubblicato nella pagina Facebook istituzionale deo comune di Iglesias.
«ATS Sardegna, comunica l’individuazione nel comune di Iglesias, di una persona positiva alla cosiddetta “variante inglese” del Covid-19 ha scritto Mauro Usai -. Viene reso noto che si tratta di una persona non residente nel comune di Iglesias e proveniente dal Nord Italia. La positività è stata riscontrata all’arrivo in Sardegna, ed in attesa dei successivi accertamenti l’individuo, che non presenta sintomatologia, è stato immediatamente isolato.»
«Una volta avuta conferma della positività alla “variante inglese”, la tracciatura dei contatti ha permesso di appurare che non vi è stata nessuna interazione con i residenti nel comune di Iglesias. Stiamo costantemente monitorando la situazione in collaborazione con la Sanità territorialeha concluso il sindaco Mauro Usaied il fatto che la persona positiva non abbia avuto contatti con i residenti ad Iglesias, ci permette di circoscrivere il rischio.»

[bing_translator]

La notte scorsa, intorno all’1.30, a Carbonia, i carabinieri della stazione di Nuxis, durante un servizio finalizzato alla prevenzione dei reati predatori in città, hanno arrestato, in flagranza di reato, un 26enne disoccupato del luogo, già in passato destinatario di altre denunce, indiziato del reato di tentato furto aggravato. Circa un quarto d’ora prima, i carabinieri, transitando in via Gramsci, hanno sorpreso il giovane che, armato di spranga, stava battendo ripetutamente una macchinetta automatica per alimenti e bevande ubicata all’interno dell’esercizio commerciale “Ostro Tek Sas”, di proprietà di un 55enne di Portoscuso. 

Il giovane, immediatamente bloccato ed arrestato, è stato condotto in caserma e, al termine della redazione degli atti che documentano quanto accaduto, tradotto presso il proprio domicilio, in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo, presso il Tribunale di Cagliari.

[bing_translator]

Un 40enne di Carloforte, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, è stato arrestato dai carabinieri, in ottemperanza al decreto di sospensione della misura alternativa concessa a suo tempo all’interessato dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Cagliari, in seguito all’aggravamento della misura scaturita dalla denuncia in stato di libertà per essere indebitamente uscito dalla propria abitazione. 

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale “Ettore Scalas” di Uta.