18 October, 2021
HomePosts Tagged "Fabio Cau"

[bing_translator]

Il Carbonia ritorna in Serie D, ritrova il profumo del calcio nazionale ed una delle rivali più ricche di fascino della sua storia: la Torres! Carbonia-Torres sarà sicuramente una delle partite più attese del prossimo campionato di serie D, un derby che ha scritto pagine indelebili della storia del calcio sardo.
Ho ricordi vivissimi di tanti derby Carbonia-Torres, tra i più affascinanti sicuramente quelli dei tre campionati di serie D 1978/1979 (0 a 0 sia a Carbonia sia a Sassari), 1979/1980 (1 a 0 a Carbonia, con goal di Floriano Congiu; 2 a 0 per la Torres a Sassari, con goal di Antonello Coni e Giuseppe Canessa) e 1980/1981 (vittoria del Carbonia a Sassari con goal di Marco Congiu al culmine di uno strepitoso girone di andata, sotto la guida di Renzo Cappellaro; vittoria della Torres a Carbonia nel ritorno, 2 a 1, con doppietta di Ioris Gasbarra e goal di Luciano Gambula).
Arrivarono poi i derby in serie C2, molti dei quali sono rimasti indimenticabili: 1982/1983, un’altra impresa a Sassari, Checco Fele in panchina, con un goal di Alessandro Zaccolo, ed un pareggio a Carbonia, 1 a 1, con goal di Paolo Demarcus ed Aldo Scopa; 1983/1984, 1 a 0 per la Torres a Sassari con goal di Maurizio Dozzi e vittoria della Torres a Carbonia, 2 a 0, con goal di Antonio Trudu e Giuseppe Canessa; 1984/1985, vittoria del Carbonia in casa – ancora con Renzo Cappellaro in panchina (sostituto nelle ultime giornate da Ugo Corda), con goal di Giuseppe Innella e 0 a 0 a Sassari; 1985/1986, 1 a 1 a Carbonia con goal di Sandro Paolucci per la Torres e Fausto Belli per il Carbonia e 0 a 0 a Sassari; e, infine, stagione 1986/1987, 2 a 0 per la Torres a Sassari con goal di Amedeo Monaldo e Marco Piga; 0 a 0 al ritorno a Carbonia, davanti a 5.000 spettatori, con Elvio Salvori in panchina. Quest’ultimo, nonostante la mancanza di goal, con la sfida tra Gianfranco Zola e Fernando Bianchini, è il derby rimasto maggiormente impresso nella memoria di tanti tifosi del Carbonia.
Negli anni successivi, in Eccellenza, sempre con Graziano Mannu in panchina, sono arrivati altri 6 derby, in 3 stagioni consecutive, dal 2009 al 2012, quando la Torres venne promossa in serie D, con un bilancio in perfetto equilibrio: 1 vittoria per parte e 4 pareggi.
Nel campionato 2009/2010, a Carbonia, il primo derby terminò 1 a 1, con goal di Federico Trogu per il Carbonia e G. Spanu per la Torres, mentre il Carbonia si impose 2 a 0 all’Acquedotto, con goal di Federico Trogu e Gabriele Lebiu; nel campionato 2010/2011, maturarono due pareggi: 2 a 2 a Sassari, con goal di Paolo Tribuna e Ruiu per la Torres e Gabriele Sabiu ed Alessandro Ciccu per il Carbonia e 1 a 1 a Carbonia, con goal di Fabio Cau per il Carbonia ed Enrico Curcio per la Torres; nel campionato 2011/2012, infine, vittoria di misura 2 a 1 per la Torres a Sassari con goal di Luigi Lavecchia e Marco Sanna per la Torres e Marco Bullegas per il Carbonia e, infine, 0 a 0 a Carbonia.
Ora ritorna il derby Carbonia-Torres, in serie D, da qualche anno nuovamente 4ª serie. La grande attesa per il derbyssimo Carbonia-Torres è già iniziata…
Giampaolo Cirronis
 

[bing_translator]

E’ stato presentato questa sera, nella Sala Blu del Centro culturale di via Grazia Deledda, a Iglesias, il libro di Franco Reina che racchiude 80 anni di storia di calcio rossoblu Monteponi Iglesias, in 960 pagine, Giampaolo Cirronis Editore. Il calcio rossoblu dagli albori, metà degli anni Venti, al 2005, con gioie e delusioni, tra alti e bassi, attraverso la guerra, il periodo dorato gestito dall’azienda Monteponi e la fase successiva, nella quale solo la grande passione di dirigenti, tecnici e calciatori, ha permesso di continuare a coltivare la grande passione per il gioco del calcio, fenomeno sportivo ma anche sociale.

Franco Reina, già autore della storia della Carbosarda Carbonia calcio e della storia della Coppa Santa Barbara, ha condotto un lavoro di ricerca straordinario, grazie al quale è riuscito a ricostruire passo dopo passo, partita dopo partita, anno dopo anno, 80 anni di storia calcistica, con tabellini, classifiche, statistiche, aneddoti e tante, tantissime fotografie, che costituiscono una testimonianza preziosissima, il tutto racchiuso in un volume che non potrà mancare nelle librerie degli sportivi e, soprattutto, di chi quella storia ha contribuito a scriverla, da calciatore, allenatore, dirigente o anche semplice ma appassionato tifoso.

Alla presentazione erano presenti molti dei protagonisti della storia rossoblu, del passato più o meno recente. Dopo il saluto del presidente del Consiglio comunale, Daniele Reginali, e l’introduzione di Andrea Marras, il calciatore con il maggior numero di presenze, poi allenatore ed ora presidente dell’associazione Vecchie Glorie rossoblù, è intervenuto l’autore, Franco Reina. Si sono poi susseguiti numerosi interventi: da Piero Muscas, dirigente per tanti anni, che ha ripercorso il periodo della gestione di Alvaro Amarugi, a Nino Falchi, uno dei più amati, sia da calciatore sia da allenatore; da Giorgio Cuccu a Giampaolo Cau e Fulvio Cabiddu; da Rino Varsi a Francesco Massole; da Riccardo Illario a Bruno Corda.

Ma nella sala erano presenti tanti altri: da Adriano Novellini a Rino Pianta; da Mario Mureddu ad Antonello Carusi; da Pierpaolo Racugno a Paolo Atzori; da Ottavio Pisu a Ignazio Baldanza; da Franco Gallozzi a Piero Cadeddu; da Gianni Melis a Donnino Casteggio; da Aventino Cinus a Fabio Cau; da Alessandro Leone a Walter Poncellini, da Mario Cuccu a Carlo Cruccas, dirigente da circa mezzo secolo… E c’era anche la figlia maggiore del compianto Ugo Corda, scomparso recentemente.

Nel corso della serata sono stati ricordati anche i tanti protagonisti di questa storia, che purtroppo non ci sono più, dai più anziani a coloro che sono mancati negli ultimi anni: Mariano Dessì, Roberto Sequi, Gianni Giganti, Marco Congiu, Carlo Guzzetti, Chicco Rais ed il già citato Ugo Corda…

Nell’occasione, è stata presentata anche l’associazione Vecchie Glorie Iglesias Calcio, con un’esposizione di fotografie che ripercorrono la storia della gloriosa società rossoblu.

 

 

 

[bing_translator]

Giornata positiva per il basket sulcitano nel campionato di serie D. Sulcispes Sant’Antioco e Scuola Basket Miners Carbonia, reduci dal derby vinto dalla Sulcispes a Carbonia, entrambe impegnate in casa, si sono imposte con autorità ad avversari di prima fascia, rispettivamente la Coral Alghero (63 a 56) e Sinnai Basket (74 a 62).

La Sulcispes per tre quarti di gara ha letteralmente dominato la squadra catalana e, chiuso il terzo quarto avanti di ben 16 lunghezze (52 a 36), ha rallentato nell’ultimo quarto, che ha visto la Coral recuperare nove punti per il definitivo 63 a 56.

Sulcispes – Alghero 63-56 (primo tempo 52 a 36)

Punteggi parziali: 16 a 13, 19 a 14, 17 a 9, 11 a 20.

Sulcispes Sant’Antioco: Casula 18, Pistori, Rasset 18, Pintus 3, Quartu 4, Aralossi 2, Basciu, Ingrande, Cuccu 4, Cavassa 14, All. Paolo Massidda.

Coral Alghero: Monte, Serra 9, Ponziani 17, Di Mauro 3, Barracu 6, Pischedda 2, Del Rio 5, Baldino 14, All. Massimiliano Briscese.

Mercoledì sera, alle 20.30, la Sulcispes, finora a quota 10 punti, frutto di 5 vittorie e una sola sconfitta, ospita il Sinnai Basket nel recupero della partita rinviata alla quinta giornata.

Sul campo del pallone di via Deffenu, la Scuola Basket Miners Carbonia ha impiegato un tempo per prendere le misure al temuto avversario, arrivato a Carbonia a punteggio pieno dopo cinque giornate, chiudendo il primo quarto avanti di 3 punti e cedendo di 7 nel secondo, nel quale ha realizzato solo 9 punti, per il 31 a 35 di metà gara.

Nel secondo tempo s’è vista un’altra Scuola Basket Miners che, trascinata da Fabio Cau, miglior realizzatore del match con ben 27 punti, ha lasciato gli avversari solo 27 punti in 20′, con un +8 sia nel terzo quarto (22 a 14) sia nell’ultimo (21 a 13).

Scuola Basket Miners Carbonia – Sinnai Basket 74 a 62 (primo tempo 31 a 35).

Punteggi parziali: 22 a 19, 9 a 16, 22 a 14, 21 a 15.

Scuola Basket Miners Carbonia: Diana 6, Vargiolu 2, Fae, Cossu 4, Corvetto 2, Sanna 24, Cipollina, Angius 7, Cabras, Crobu 2, Cau 27, Ivaldi. All. Marco Dessì.

Sinnai Basket: Olla 2, Lai 12, Neri, Serreli, Melis 9, Piras 16, Carrucciu 10, Farci, Piludu 10, Riveccio, Paddeo, Mattana 3. All. Tony Atella.

Domenica 25 novembre, alle 16.00, la Sulcispes (10 punti) giocherà sul campo della Dinamo Basket (12 punti, reduce dalla prima sconfitta stagionale, subita ad Uri, per 63 a 55), a Sassari; la Scuola Basket Miners Carbonia (8 punti), alle 19.00, sul campo della Coral (8 punti), ad Alghero.

[bing_translator]

Il pubblico delle grandi occasioni che ha gremito la piccola tribuna del pallone di via Deffenu, rivelatasi assolutamente insufficiente, ha fatto da cornice questa sera al derby tra Scuola Basket Carbonia e Sulcispes Sant’Antioco, valido per la sesta giornata di andata del campionato di serie D di basket maschile, diretta da Fabio Carrus di Selargius e Claudia Seu di Quartucciu. Ha vinto meritatamente la squadra di Paolo Massidda con il largo punteggio di 81 a 68 (primo tempo 41 a 38), ma per larghi tratti è stata una partita equilibrata. I biancoblu di Marco Dessì hanno iniziato bene, guadagnando un vantaggio di 6 lunghezze grazie ad una buona percentuale al tiro, soprattutto dalla lunga distanza, ed hanno chiuso il primo quarto avanti di 4 punti, sul 21 a 17. L’avvio della seconda frazione è stato favorevole alla Sulcispes che ha ribaltato il punteggio a proprio favore, ma la Scuola Basket ha tenuto e le due squadre sono andate al riposo divise di soli tre punti: 41 a 38 per la Sulcispes.

La partita si è decisa praticamente nel terzo quarto, nettamente favorevole alla Sulcispes. La Scuola Basket ha perso solidità difensiva e, soprattutto, precisione al tiro, realizzando solo una manciata di punti nei primi 5′ che hanno visto la Sulcispes scappare via. Fabio Cau e compagni hanno avuto un sussulto ma al 30′ il punteggio segnava comunque +15 per la Sulcispes: 64 a 49.

L’ultimo quarto ha visto la Scuola Basket reagire generosamente nel disperato tentativo di riaprire la partita e, ad un certo punto, ha persino sperato di farcela, quando è arrivata a -7, 60 a 70, a 4’01” dalla fine, ma la speranza si è ben presto trasformata in illusione, perché la Sulcispes ha chiuso le maglie difensive, ha ritrovato precisione al tiro ed il vantaggio è tornato a d un margine di sicurezza, fino al definitivo 81 a 68.

Al termine della partita abbiamo intervistato il coach della Sulcispes Paolo Massidda ed il capitano della Scuola Basket Carbonia.

         

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217940490731814/

 

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217940613934894/

[bing_translator]

Giovedì 20 aprile, alle ore 17,00, allo Stadio Comunale di Sant’Antioco si disputerà la prima gara del Torneo regionale “Cenzo Soro”, riservato alle rappresentative delle delegazioni provinciali della Sardegna.

Scenderanno in campo la rappresentativa provinciale della FIGC Carbonia Iglesias e la rappresentativa provinciale di Cagliari, composte da atleti appartenenti alla categoria allievi nati nel 2001.

Su segnalazione dei tecnici Fabio Piras e Fabio Cau, per la rappresentativa provinciale della FIGC Carbonia Iglesias sono convocati i seguenti calciatori:

Antiochense 2013: Lorenzo Fois, Luca Maurandi, Marco Carrus

Bindua: Riccardo Sardu

Carbonia Calcio: Mattia Desogus, Lorenzo Melis, Pierpaolo Martini

Carloforte: Antonio D’Arco, Matteo Madeddu, Andrea Leccis

Fermassenti San Giovanni Suergiu: Francesco Locci, Simone Carboni

Gonnesa Calcio: Enrico Ardau

Iglesias: Riccardo Garau

Isola di Sant’Antioco: Nicola Sanna, Daniele Caddeo

Marco Cullurgioni Giba: Francesco Marreddu, Alessio Farci, Moreno Angius

Musei: Annibale Laurentiu

Tutti gli atleti dovranno necessariamente essere muniti del certificato medico attestante l’idoneità specifica alla pratica sportiva. Inoltre dovranno presentarsi con puntualità all’orario indicato, muniti dell’attrezzatura sportiva e di un documento di identità personale.

Staff tecnico:

Delegato provinciale: Renato Serra

Commissario tecnico regionale: Bernardo Mereu

Coordinatore Area tecnica regionale: Luigi Baranta

Tecnici: Fabio Cau e Fabio Piras

Fisioterapista/massaggiatore: Christian Lai

Collaboratore tecnico Simone Di Franco.

Assistente federale: Claudio Di Meglio.

 

[bing_translator]

In vista delle selezioni per la formazione della rappresentativa provinciale, quest’anno riservata ai Ragazzi Allievi 1° anno (nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2001), che parteciperà al 1° Trofeo “Cenzo Soro”, su segnalazione delle società e dei loro tecnici, sono stati convocati, a disposizione dei selezionatori Fabio Cau e Fabio Piras, per un raduno che si terrà mercoledì 1° marzo 2017, alle ore 14,30, presso lo stadio Comunale di Villamassargia (campo erboso), i seguenti calciatori:

ANTIOCHENSE 2013: FARINA Angelo, FOIS Lorenzo, MAURANDI Luca

ATLETICO NARCAO: MEDDA Piersilvio, MURONI Rafael

BINDUA: MURGIA Alessandro, PIRAS Gabriele, SARDU Riccardo

BUGGERRU: CONGIA Elia, PILI Michele, TIDDIA Alberto

CARBONIA CALCIO: DESOGUS Mattia, MELIS Lorenzo, ORGIANA Luca

CARLOFORTE: BOGGIO Andrea, D’ARCO Antonio, MADEDDU Matteo

DOMUSNOVAS J.S.E.: DIANA Lorenzo, PAU Francesco, SEU Davide

FERMASSENTI San Giovanni Suergiu: CADEDDU Niccolò, CARBONI Simone, LOCCI Francesco

GONNESA CALCIO: ARDAU Enrico, INCANI Lorenzo, VIRDIS Leonardo

IGLESIAS: BROI Paolo, GARAU Riccardo, SCEMA Enrico

ISOLA DI SANT’ANTIOCO: LOI Fabio, PUSCEDDU Manuel, SANNA Nicola

MARCO CULLURGIONI GIBA: ANGIUS Moreno, MARREDDU Francesco, ZUCCA Denis

MUSEI: ANNIBALE Laurentiu, CONCAS Federico, SALARIS Davide

PORTOSCUSO CALCIO: ALIMONDA Simone, PISANO Simone

SANTADI CALCIO: DEMONTIS Manuel, IMPERA Fabio, IMPERA Mirko

VILLAMASSARGIA: MELI Matteo, SABA Pietro, PINTUS Daniele.

Gli atleti dovranno necessariamente essere muniti del certificato medico attestante l’idoneità specifica alla pratica sportiva. Inoltre dovranno presentarsi con puntualità all’orario indicato, muniti dell’attrezzatura sportiva e di un documento di identità personale.

Il regolamento della F.I.G.C. (art. 76 comma 2 delle N.O.I.F.) dispone che i calciatori sono obbligati a rispondere alla presente convocazione. La mancata partecipazione, per eventuali motivi, dovrà essere assolutamente comunicata entro e non oltre martedì 30 febbraio 2017, ore 12.00 e motivata.