18 October, 2021
HomePosts Tagged "Agostino Cicalò" (Page 3)

[bing_translator]

Avere sotto controllo le informazioni sulla propria azienda in qualunque momento accedendo da smartphone e tablet in modo facile, sicuro e veloce. E’ questo lo scenario che si apre agli oltre 180 mila cittadini-imprenditori della Sardegna attraverso il servizio impresa.italia.it , una piattaforma online – realizzata da InfoCamere per conto delle Camere di Commercio – con cui ogni imprenditore potrà accedere senza oneri alle informazioni e ai documenti ufficiali della propria impresa.

Progettata secondo la logica mobile first e in linea con i paradigmi di design promossi dal Team Digitale e da AgID – la nuova piattaforma è nativamente integrata con SPID, il Sistema Pubblico di identità digitale. Offre un utilizzo delle informazioni veloce e di immediata comprensione e mette l’imprenditore in condizione di avere a disposizione – sempre e ovunque, sul suo smartphone o tablet – la carta d’identità digitale della propria impresa: visura, bilancio, pratiche in corso e molto altro ancora. Non solo: dal cassetto è possibile accedere direttamente ai company profile delle imprese più innovative su startup.registroimprese.it .

«Il cassetto digitale dell’impresa – dichiara il presidente di Unioncamere Sardegna e presidente della CCIAA di Nuoro, Agostino Cicalo’ – è una di quelle piccole rivoluzioni che però hanno la capacità di ricostruire la fiducia con la pubblica amministrazione. È un esempio di rapporto virtuoso con le imprese perché semplifica la loro vita, avvicinando gli imprenditori alla cittadinanza digitale e spingendoli ad utilizzare strumenti e tecnologie che possono renderli più competitivi, anche a livello internazionale. È una tappa del percorso di semplificazione e innovazione intrapreso dal sistema camerale da diversi anni, in linea ed a sostegno dell’Agenda Digitale italiana e di quella europea. Un’azione di servizio – conclude Agostino Cicalò – che opera in una prospettiva di alfabetizzazione digitale delle imprese e che verrà ulteriormente rafforzata attraverso la costituzione dei Punti Impresa Digitale per l’accesso al mercato, previsti dal Piano Nazionale Industria 4.0 ed affidati alle Camere di Commercio.»

[bing_translator]

Rete aeroportuale e Destination Management Organization (DMO), gestione organizzata di tutti gli elementi che compongono una destinazione, traffico aereo e interventi infrastrutturali, sono gli argomenti trattati nell’incontro tenuto a Villa Devoto stamattina tra il presidente Francesco Pigliaru, gli assessori del Turismo e dei Trasporti, Barbara Argiolas e Carlo Careddu, il capo di Gabinetto dell’assessorato dei Lavori pubblici, Mario Uras, e i vertici della società di gestione aeroportuale di Olbia Geasar, Marco Rigotti, Silvio Pippobello e Agostino Cicalò.
Il presidente e gli assessori hanno ribadito il grande interesse della Regione sulla realizzazione del sistema unico aeroportuale quale obiettivo fondamentale per garantire maggiore competitività ed efficienza dei tre scali isolani e sulle potenzialità della DMO per lo sviluppo del turismo. E’ stato affrontato anche il tema dell’allungamento della pista e della sua manutenzione.

[bing_translator]

Verrà presentato lunedì 13 novembre, a Nuoro, in una conferenza stampa che si terrà presso la sede dell’Agenzia Forestas in Via Attilio Deffenu 7,  il programma di attività dell’Anno Forestale 2017/18.

L’inaugurazione dell’Anno Forestale, manifestazione collocata alla vigilia della festa degli alberi, è l’occasione per fare il punto sul patrimonio boschivo della Sardegna sotto gli aspetti della tutela e della valorizzazione. Politica, istituzioni, ricerca, studenti e imprese del settore silvano porteranno un contributo al dibattito intorno ai temi forestali e ambientali della Sardegna. Il tema dell’evento è quello delle filiere legno e sughero, sia relativamente agli impieghi nell’industria e nell’artigianato anche artistico, sia per la destinazione ai fini energetici e della bio edilizia. Farà corredo alla cerimonia l’esposizione dei manufatti in legno e sughero di numerose imprese isolane e la xiloteca dell’Agenzia Forestas che resterà disponibile per le visite fino al giorno 24.

Saranno presenti il prof. Giuseppe Pulina, Agenzia Forestas; il dr. Fabrizio Mureddu, Consorzio Universitario UniNuoro; il prof. Antonello Pazzona, Direttore del Dipartimento di Agraria Uniss; il dr. Gavino Diana, Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale RAS: il dr. Agostino Cicalò, Unioncamere Sardegna; il dr. Graziano Nudda, Protezione Civile RAS.

Giuseppe Pulina.

[bing_translator]

Sono state presentate oggi a Nuoro le principali iniziative a supporto dell’Alternanza scuola-lavoro previste dal sistema camerale. Il presidente della Camera di commercio, Agostino Cicalò, dopo aver ricordato l’importanza del Registro nazionale per l’Alternanza scuola lavoro, ha illustrato il bando per “voucher alle imprese” e il Bando “Storie di Alternanza”, dedicato invece ai ragazzi che stanno svolgendo o hanno svolto attività di Alternanza.

Cos’è l’alternanza scuola lavoro?

L’Alternanza scuola-lavoro è stata introdotta dalla Legge 28 marzo 2003, n. 53 al fine di consentire la sperimentazione di percorsi didattico-formativi nuovi, che alternano la consueta esperienza educativa in aula alla concreta esperienza di lavoro in un’Impresa/Ente, favorendo l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.

Con successivi interventi normativi si è poi consolidata la metodologia dell’alternanza quale mezzo di collegamento scuola – mondo del lavoro. Da ultimo la legge di riforma del sistema di istruzione e formazione, Legge 13 luglio 2015 n. 107 “Buona scuola“, ha esteso il ruolo dell’alternanza rendendola obbligatoria per gli studenti di tutte le scuole secondarie di secondo grado, ribadendo nel contempo anche il coinvolgimento delle Camere di Commercio in tale ambito.

Il RASL – Registro nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro

La Legge sulla Buona Scuola ha istituito presso le Camere di Commercio il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro. Il registro assume grande rilievo in quanto facilita le istituzioni scolastiche nell’individuazione delle imprese e degli enti pubblici e privati disponibili per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro.

Bando per voucher alle imprese per percorsi di Alternanza scuola lavoro

Durante l’incontro di oggi è stato presentato il bando per contributi/voucher alle imprese, finalizzato ad accrescere la qualità e l’efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro promuovendo il coinvolgimento delle imprese nei percorsi di Alternanza scuola lavoro.

Si tratta di un bando a sportello rivolto alle imprese del nostro territorio che ospitano studenti in contesti di alternanza scuola-lavoro. Per poter accedere al bando è necessario essere iscritti al RASL ed aver stipulato una convenzione con un istituto scolastico.

Finalità e obiettivi:

•        Favorire la co-progettazione scuole – imprese per percorsi di Alternanza scuola lavoro di qualità;

•        Incentivare l’inserimento di giovani studenti;

•        Sostenere il coinvolgimento delle imprese;

•        Assicurare la formazione dei tutor aziendali che assistono gli studenti impegnati nei percorsi.

Le risorse per i voucher messe a disposizione del bando dalla Camera di commercio sono di circa € 80.000,00 per gli anni 2017/2018. Nel caso in cui dovessero pervenire molte domande tale fondo potrà essere incrementato. Questo tipo di agevolazione non si configura come un Aiuto di Stato poiché le imprese che lo percepiscono svolgono un ruolo sociale a favore degli studenti, ricevendo fondi pubblici per favorire il raccordo tra scuola e mondo del lavoro.

L’agevolazione prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dell’impresa ospitante, modulato come segue:

•        € 500,00 per la realizzazione di un percorso individuale di ASL;

•        € 700,00 per la realizzazione di almeno due percorsi di ASL.

Il Premio “Storie d’alternanza”

Il Premio “Storie d’alternanza” ha l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado. Saranno premiati i migliori racconti multimediali (video) realizzati dagli studenti riguardanti le esperienze di alternanza scuola-lavoro.

L’iniziativa mira ad accrescere la qualità e l’efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, facendone, con la collaborazione attiva delle imprese e degli Enti ospitanti, un’esperienza davvero significativa per gli studenti attraverso il “racconto” delle attività svolte e delle competenze maturate.

Il Premio prevede, due livelli di partecipazione: il primo locale, promosso e gestito dalla Camera di Commercio di Nuoro; il secondo nazionale, gestito da Unioncamere, cui si accede solo se si supera la selezione locale.

Sono previsti premi sia per il livello locale (il cui ammontare complessivo, per ciascuna sessione temporale, è pari a € 2.500,00 per un valore massimo di 250 euro a soggetto), sia per il livello nazionale (il cui ammontare complessivo per ciascuna sessione temporale è pari a € 5.000,00).

Il Premio è suddiviso in due categorie distinte per tipologia di Istituto scolastico partecipante:

•        Licei;

•        Istituti tecnici e professionali.

Sono previste, inoltre, due sessioni in cui è possibile presentare domanda di iscrizione:

– Sessione II semestre 2017: dal 1° settembre al 27 ottobre 2017

– Sessione I semestre 2018: dal 1° febbraio al 20 aprile 2018.

[bing_translator]

Si rinnova l’appuntamento con la manifestazione “Autunno in Barbagia”, mostra itinerante della tradizione barbaricina, divenuta ormai la bandiera dell’autunno in Sardegna.

Il circuito comprende 32 paesi della provincia di Nuoro, che si occuperanno di organizzare numerosi eventi dedicati ad arte, storia, folklore, artigianato ed enogastronomia, in vetrina nelle tipiche “corti” delle antiche dimore isolane. Gli eventi si articoleranno durante sedici week end da settembre a dicembre. Quattro i nuovi centri che da quest’anno arricchiranno il circuito: Ottana, Orotelli, Oniferi ed Ortueri.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta oggi presso la Camera di Commercio di Nuoro, hanno fatto gli onori di casa il presidente della Camera di Commercio di Nuoro, Agostino Cicalò, ed il presidente dell’Azienda Speciale Aspen, Vincenzo Cannas.

Anche quest’anno la manifestazione ha diversi partner ufficiali: Regione Autonoma della Sardegna, Banco di Sardegna, Tirrenia e Moby, Grimaldi Lines e Tiscali, che con il loro prezioso supporto contribuiscono alla creazione di un circuito sempre più solido e radicato nel territorio.

«L’ultima volta che ci siamo incontrati a Cagliari, ai primi di agosto – ha dichiarato il presidente della CCIAA di Nuoro, Agostino Cicalò – per parlare di Autunno in Barbagia, eravamo a un passo dal decreto attuativo del Governo sul riordino delle Camere di Commercio, e in quel momento avevamo quasi perso le speranze. Alla fine, con grande soddisfazione, l’abbiamo spuntata, raggiungendo un risultato di grande pregio. I numeri di questa struttura ci danno ragione, grazie al Segretario Generale e al personale della CCIAA che tutti i giorni si adoperano per svolgere un eccellente lavoro, e che hanno di fatto convinto il Governo nelle sue scelte. Un ringraziamento all’intensa attività del sen. Giuseppe Luigi Cucca che è stato promotore dell’emendamento e ha difeso fortemente il nostro territorio nelle sedi opportune. Grazie anche all’assessore Filippo Spanu che, nella Conferenza Stato-Regioni, ha costruito un percorso che ci ha permesso di vincere la partita, per niente facile, contro la Sicilia. Stiamo dimostrando di essere efficienti, così come lo sono i Comuni del nostro territorio, i veri protagonisti di Autunno in Barbagia sempre pronti a spendersi per un’ottima riuscita della manifestazione e per un’eccellente ricaduta economica.»

«Rispetto alle precedenti edizioni vanno registrate alcune novità – ha dichiarato il presidente dell’Azienda Speciale ASPEN, Vincenzo Cannas – come la crescita del numero dei paesi del circuito: sono ben 32 i Comuni che hanno aderito alla manifestazione, a differenza dei 28 degli anni scorsi, testimonianza del notevole sviluppo dell’evento. In alcuni paesi abbiamo riscontrato, con soddisfazione, un miglioramento tra le attività proposte: il cuore delle iniziative sono sempre gli antichi cortili, che per l’occasione ospitano le tradizioni secolari. Le amministrazioni comunali hanno sempre un occhio di riguardo verso la riscoperta dei valori e dei riti quotidiani di una volta: le massaie impastano il pane e i dolci per la famiglia, ricamano con maestria gli abiti tradizionali, mentre gli uomini pigiano le uve appena raccolte, gli artigiani lavorano con precisione e cura la ceramica, il ferro battuto e la filigrana, e i falegnami si dedicano all’intaglio del legno. Tutte queste attività rappresentano ciò che il pubblico ama di Autunno in Barbagia e, quando vediamo gli hobbisti diventare impresa, i viticoltori aprire delle cantine ecc., allora vuol dire che abbiamo raggiunto l’obiettivo».

«Da settembre a dicembre, in tutti i fine settimana, Autunno in Barbagia offre dei programmi interessanti, un’alternativa alla noiosa domenica sul divano. In questa edizione stimiamo di superare i 500.000 visitatori, di coinvolgere più di 2.000 imprese e raggiungere i 10 milioni di euro di vendite dirette.»

Giannina Balia, Capo Area Nuoro Banco di Sardegna: «La nostra è la banca del territorio e siamo ben felici di essere partner dell’iniziativa per il terzo anno consecutivo, sostenendo il circuito con una parte attiva all’interno degli eventi. Realizzeremo anche quest’anno la carta di credito ricaricabile con la grafica di Autunno in Barbagia, che l’anno scorso ha avuto molto successo. Inoltre saremo presenti in alcuni dei paesi con un nostro camper, dove si potranno ricevere informazioni sui prodotti bancari e sulle agevolazioni per le imprese. Anche quest’anno, inoltre, realizzeremo alcuni incontri incentrati sulle tematiche economiche e sociali care alla nostra Barbagia, come quelli del 2016 a Fonni e ad Austis».

Ivan Caddeo, Relazioni Esterne Moby e Tirrenia: «Moby e Tirrenia sono felici di proseguire la partnership con questa manifestazione, alla quale daremo massima visibilità tramite i nostri siti internet e i canali social. Il nostro intento è quello di continuare in futuro e, dove possibile, rendere ancora più performante questa collaborazione».

Elena Bilardi, in rappresentanza del partner Grimaldi Lines ha dichiarato: «Proseguiamo volentieri la partnership con il circuito di Autunno in Barbagia, ci piace l’idea di investire in un evento importante e amato come questo. La nostra compagnia sta crescendo, insieme al flusso di passeggeri, e speriamo che, anche in occasione degli appuntamenti di ottobre e novembre, si confermi un buon numero di presenze. Noi forniamo ai turisti informazioni dirette sulle navi, attraverso i canali social ed il sito web e, a bordo, consegniamo con piacere i pieghevoli informativi con i programmi delle manifestazioni. Abbiamo inoltre creato una convenzione grazie alla quale, acquistando il biglietto per venire in Sardegna, si può usufruire di uno sconto interessante».

L’intensa attività di comunicazione promossa dalla Camera di Commercio e dall’Aspen si suddivide tra strumenti tradizionali e strumenti innovativi, con una forte e costante presenza sul web, affiancando al sito ufficiale della manifestazione i vari canali social (Facebook, Twitter e Instagram) attraverso i quali coinvolgere in maniera diretta i visitatori e tutti coloro che abbiano interesse a scoprire questa importante manifestazione.

«La scorsa edizione – aggiunge il presidente Cicalò – abbiamo rilevato un’ottima risposta sui canali social della manifestazione: esiste una vera e propria community di appassionati che, attraverso fotografie e racconti real-time, è riuscita a rendere interessante Autunno in Barbagia anche per il target dei giovani-giovanissimi e raggiungibile con uno smartphone da tutto il mondo. Sempre più di frequente ci si da appuntamento nel web, magari scambiando qualche commento sulle foto pubblicate, e poi ci si incontra ad Austis o Belvì, per esempio, per passare insieme il weekend, scoprendo nuovi sapori e chiacchierando con gli artigiani dei nostri paesi. Abbiamo pubblicato su Facebook alcuni video che mostrano in diretta la realizzazione de ‘sos durchicheddos nugoresos’ (i dolci nuoresi) raggiungendo più di 100.000 visualizzazioni, oppure ‘is caschettes’ di Belvì, o la preparazione della ricotta, la vendemmia, l’artigiano al lavoro, il rito del matrimonio: insomma, la tradizione, nel senso più ampio del termine, è sempre una ricetta vincente.»

Autunno in Barbagia anche quest’anno parla in limba, con uno slogan che invita a conoscere il cuore della Sardegna: «A lu connosches su coro de sa Sardigna?». Andiamo a scoprirlo insieme, in autunno!

  

[bing_translator]

Domani, mercoledì 30 agosto, alle ore 10.30, presso la Camera di Commercio di Nuoro (via Papandrea 8), si terrà la conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Autunno in Barbagia 2017”, in programma dal 1 settembre al 17 dicembre 2017

Il presidente della CCIAA di Nuoro, Agostino Cicalò, ed il presidente dell’Aspen, Vincenzo Cannas, presenteranno la manifestazione che coinvolge quest’anno 32 paesi del territorio nuorese. 

[bing_translator]

IMG_8660   IMG_8665 IMG_8676   IMG_8687

Si rinnova l’appuntamento con la manifestazione Autunno in Barbagia, mostra itinerante della tradizione barbaricina, divenuta ormai la bandiera dell’autunno in Sardegna.

Il circuito comprende 32 paesi della provincia di Nuoro, che si occuperanno di organizzare tanti eventi dedicati ad arte, storia, folklore, artigianato ed enogastronomia, in vetrina nelle tipiche “corti” delle antiche dimore isolane. Gli eventi si articoleranno durante sedici week end da settembre a dicembre. Quattro i nuovi centri che da quest’anno arricchiranno il circuito: Ottana, Orotelli, Oniferi ed Ortueri.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta oggi presso gli uffici dell’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, hanno presenziato l’assessore Barbara Argiolas, il presidente della Camera di Commercio di Nuoro, Agostino Cicalò, ed il Presidente dell’Azienda Speciale Aspen, Vincenzo Cannas. Presenti anche gli altri partner ufficiali della manifestazione, che hanno confermato il proprio supporto a questa importante iniziativa: Banco di Sardegna, Tirrenia e Moby e Grimaldi Lines.

«Nonostante le difficoltà legate alle ipotesi di accorpamento del sistema camerale regionale, anche quest’anno siamo riusciti ad organizzare questa importante manifestazione, punto di riferimento per il turismo fuori stagione, e non solo nel territorio regionale» ha dichiarato il presidente della CCIAA di Nuoro, Agostino Cicalò.

«Autunno in Barbagia – dice l’assessore del Turismo, Artigianato e Commercio, Barbara Argiolas – nell’arco dei suoi quattro mesi, riesce a integrare l’offerta balneare per i mesi di settembre e ottobre, e lo fa creando un collegamento ormai strutturato tra coste e zone interne. Per novembre e dicembre invece si rivolge per lo più al mercato interno turistico sardo, soprattutto del sud Sardegna, ottenendo riscontri importanti. Autunno in Barbagia è soprattutto un progetto culturale, che mette in risalto l’identità e l’eccellenza dei territori, grazie all’apporto e al grande lavoro di tutti i Comuni coinvolti: le comunità aprono le porte di casa ai visitatori, in un progetto di autentica sussidiarietà che coinvolge un pezzo importante di Sardegna. La sfida, e siamo al lavoro per coglierla già dal prossimo anno, è quella di anticipare e riuscire a programmare per tempo perché prodotti come Autunno in Barbagia, grazie a tutte le forze coinvolte e all’esperienza di questi anni, hanno tutte le caratteristiche per essere attrattori.»

Rispetto alle precedenti edizioni vanno registrate alcune novità- ha dichiarato il Presidente dell’Azienda Speciale ASPEN, Vincenzo Cannas, come la crescita del numero dei paesi del circuito: sono ben 32 i Comuni che hanno aderito alla manifestazione, a differenza dei 28 degli anni scorsi, testimonianza del notevole sviluppo dell’evento.

«In alcuni paesi abbiamo riscontrato, con soddisfazione, un miglioramento tra le attività proposte, dove il cuore delle iniziative sono sempre gli antichi cortili, che per l’occasione ospitano le tradizioni secolari. Le amministrazioni comunali hanno sempre un occhio di riguardo alla riscoperta dei valori e dei riti quotidiani di una volta: le massaie impastano il pane e i dolci per la famiglia, ricamano con maestria gli abiti tradizionali, mentre gli uomini pigiano le uve appena raccolte, gli artigiani lavorano con precisione e cura la ceramica, il ferro battuto e la filigrana, e i falegnami si dedicano all’intaglio del legno. Tutte queste attività rappresentano ciò che il pubblico ama di Autunno in Barbagia».

«L’edizione 2016 ci ha regalato tante soddisfazioni – aggiunge Cicalò -. Siamo arrivati a circa 500mila visitatori, con oltre il 20% di visitatori nazionali ed esteri, con una crescita di quasi il 10% rispetto al 2015, il coinvolgimento di più di 1.750 imprese e circa 8,5 milioni di vendite dirette. L’obiettivo che ci siamo posti per questa nuova edizione, insieme alle amministrazioni comunali, è quello di attrarre un numero sempre maggiore di visitatori presentando prodotti di alta qualità, all’insegna della tradizione.»

Giannina Balia, Capo Area Nuoro Banco di Sardegna: «La nostra è la banca del territorio, e siamo ben felici di essere partner dell’iniziativa per il terzo anno consecutivo, sostenendo il circuito con una parte attiva all’interno degli eventi. Realizzeremo anche quest’anno la carta di credito ricaricabile con la grafica di Autunno in Barbagia, che l’anno scorso ha avuto molto successo. Inoltre saremo presenti in alcuni dei paesi con un nostro camper, dove si potranno ricevere informazioni sui prodotti bancari e sulle agevolazioni per le imprese. Anche quest’anno, inoltre, realizzeremo alcuni incontri incentrati sulle tematiche care ai nostri imprenditori».

Roberto Patrizi, direzione commerciale Onorato armatori (Moby e Tirrenia) ha dichiarato: «Continuiamo a sostenere il circuito di eventi barbaricini mettendo a disposizione sui siti web delle nostre compagnie le informazioni promozionali. Anche sulle nostre navi sono presenti dei servizi informativi a favore dei turisti che vogliano saperne di più su questa importante manifestazione, che consente di far conoscere ai visitatori anche le zone interne della Sardegna in mesi diversi da quelli dedicati al turismo balneare».

Elena Bilardi, in rappresentanza del partner Grimaldi Lines ha dichiarato: «Proseguiamo volentieri la partnership con il circuito di Autunno in Barbagia, ci piace l’idea di investire in un evento importante e amato come questo. La nostra compagnia sta crescendo, insieme al flusso di passeggeri, e speriamo che, anche in occasione degli appuntamenti di ottobre e novembre si confermi un buon numero di presenze. Noi forniamo ai turisti informazioni dirette sulle navi e attraverso i canali social e il sito web e a bordo consegniamo con piacere i pieghevoli informativi con i programmi delle manifestazioni».

L’intensa attività di comunicazione promossa dalla Camera di Commercio e dall’Aspen si suddivide tra strumenti tradizionali e strumenti innovativi, con una forte e costante presenza sul web, affiancando al sito ufficiale della manifestazione i vari canali social (Facebook, Twitter e Instagram) attraverso i quali coinvolgere in maniera diretta i visitatori e tutti coloro che abbiano interesse a scoprire questa importante manifestazione.

«La scorsa edizione – continua il presidente Cicalò – abbiamo rilevato un’ottima risposta sui canali social della manifestazione: esiste una vera e propria community di appassionati che, attraverso fotografie e racconti real-time, è riuscita a rendere interessante Autunno in Barbagia anche per il target dei giovani-giovanissimi e raggiungibile con uno smartphone da tutto il mondo. Sempre più di frequente ci si da appuntamento nel web, magari scambiando qualche commento sulle foto pubblicate, e poi ci si incontra ad Austis o Belvì, per esempio, per passare insieme il weekend, scoprendo nuovi sapori e chiacchierando con gli artigiani dei nostri paesi. Abbiamo pubblicato su Facebook alcuni video che mostrano in diretta la realizzazione de ‘sos durchicheddos nugoresos’ (i dolci nuoresi), per esempio, raggiungendo più di 100.000 visualizzazioni, oppure ‘is caschettes’ di Belvì, o la preparazione della ricotta, la vendemmia, l’artigiano al lavoro, il rito del matrimonio: insomma, la tradizione, nel senso più ampio del termine, è sempre una ricetta vincente.»

Autunno in Barbagia anche quest’anno parla in limba, con uno slogan che invita a conoscere il cuore della Sardegna: «A lu connosches su coro de sa Sardigna?». Andiamo a scoprirlo insieme, in autunno!

[bing_translator]

Tra le varie attività supportate dalla Camera di Commercio di Nuoro vi è il rinomato Festival Letterario “L’Isola delle Storie”, che si tiene a Gavoi tra la fine di giugno e i primi giorni di luglio ed è considerato uno dei più interessanti ed originali eventi nel panorama di approfondimento culturale a livello internazionale. Nato nel 2004 grazie all’idea di un gruppo di scrittori sardi tra cui il nuorese Marcello Fois, il Festival è uno tra i più suggestivi appuntamenti letterari della Penisola, con la costante presenza di autori ed artisti provenienti da tutta Europa. In veste di sponsor istituzionale della manifestazione la Camera di Commercio di Nuoro conferma il proprio contributo per l’edizione dell’anno 2017, nell’ottica di una continua e crescente promozione del territorio nuorese, delle sue risorse e del suo patrimonio artistico-culturale. La Camera di Commercio di Nuoro è il secondo sostenitore finanziario dell’iniziativa dopo la Regione Sardegna.

«Nonostante l’incertezza sul futuro del nostro Ente, confidiamo di poter conservare l’autonomia della Camera di Commercio di Nuoro – dichiara il presidente Agostino Cicalò -, autonomia che ci consente di poter continuare a sostenere economicamente un evento così importante come il Festival Letterario “L’Isola delle Storie” di Gavoi, non solo per la sua capacità di produrre ricadute economiche tangibili sul nostro territorio ma anche perché siamo profondamente convinti che nella nostra Provincia, lo sviluppo economico può e deve porre le sue basi sullo sviluppo culturale.»

Marcello Fois, presidente dell’Associazione culturale “L’Isola delle Storie” che da 14 anni organizza il Festival, sottolinea che «La Camera di Commercio di Nuoro non è un’Istituzione che possa subire accorpamenti. E’ uno dei punti focali di sopravvivenza di un’area che sta subendo uno spopolamento di persone e di senso. Quel territorio più che di una gomma da cancellare avrebbe bisogno di un evidenziatore istituzionale. Mi appello ai politici e intellettuali nuoresi, trasversalmente perché comprendano e amplifichino la portata storica, culturale ed economica del territorio che sono stati chiamati a rappresentare e da cui provengono. Se contribuiremo a ribadire il senso storico, economico, culturale di questa porzione sofferente di Sardegna, daremo ai suoi abitanti molti motivi per restarvi».

[bing_translator]

Il Piano di razionalizzazione del sistema camerale proposto da Unioncamere e trasmesso in questi giorni al ministero dello Sviluppo economico è finalizzato a ricondurre il numero complessivo delle Camere di Commercio entro il limite di n. 60.

Tale proposta prevede l’imposizione dell’accorpamento alle Camere di Commercio di Nuoro e Sassari, nonostante entrambe abbiano manifestato la volontà di conservare la loro autonomia e ricorrano tutte le condizioni per l’applicazione alla C.C.I.A.A. di Nuoro della deroga prevista dall’art. 10, comma 1, lett. b, della L. n. 124/2015 (ovvero la possibilità di mantenere […] le camere di commercio nei territori montani delle regioni insulari privi di adeguate infrastrutture e collegamenti pubblici stradali e ferroviari, nei soli casi di comprovata rispondenza a criteri di efficienza e di equilibrio economico).

La concessione dell’autonomia, negata a Nuoro, è invece proposta dall’Unioncamere per C.C.I.A.A. di Sondrio, per la quale si prevede di applicare un’analoga possibilità di deroga. Questo, nonostante le condizioni di rispondenza a criteri di efficienza e di equilibrio economico della C.C.I.A.A. di Nuoro, siano migliori rispetto a quelle dell’Ente camerale di Sondrio.

In merito al suddetto Piano, nella giornata di ieri, il presidente di questa Camera di commercio, Agostino Cicalò, ha inviato una comunicazione al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, chiedendo un incontro urgente per illustrare la posizione della nostra CCIAA e per poter individuare possibili interventi per la salvaguardia dell’autonomia della Camera di Commercio I.A.A. di Nuoro al servizio dell’economia del territorio di riferimento.

Sempre nella giornata di ieri, il presidente Cicalò ha trasmesso anche una comunicazione al presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, chiedendo un incontro urgente per illustrare la posizione delle CCIAA di Nuoro e Sassari, in vista della convocazione della Conferenza Stato Regioni, nella quale la Regione Sardegna sarà chiamata a pronunciarsi in merito alla proposta del Piano di razionalizzazione del sistema camerale.

[bing_translator]

Dal 22 aprile al 25 giugno 2017 ritornano i consueti appuntamenti che, nel corso dei dieci week end di questi mesi accompagneranno la stagione primaverile nell’Isola.

«Rispetto alle precedenti edizioni vanno registrate alcune importanti novità – ha dichiarato il presidente della CCIAA di Nuoro, Agostino Cicalò -. Cambia innanzitutto il nome della manifestazione, da quest’anno “Primavera nel Cuore della Sardegna”, in modo da rappresentare una realtà territoriale più ampia e completa all’interno del circuito. Un’altra importante novità è rappresentata dalla crescita del numero dei paesi che entrano a far parte del circuito stesso: sono ben 23 i Comuni che hanno aderito alla manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Nuoro e dalla sua azienda speciale ASPEN, a testimonianza del notevole sviluppo di un evento che ha oramai catalizzato su di sé le attenzioni di un panorama sempre maggiore. Nel calendario della Primavera si aggiungono quest’anno i centri di Orosei, Torpè, Gairo e Galtellì.»

«La Regione – ha detto l’assessore del Turismo, Artigianato e Commercio Barbara Argiolas – crede in questi progetti di comunità, che nascono dal basso, dai Comuni e dalle imprese col supporto della Camera di commercio, e trasmettono ai visitatori quello che è il valore più autentico dei nostri territori: cibo, cultura, accoglienza. I progetti integrati di destinazione sono la ricetta fondamentale per essere di supporto il turismo balneare e permettere a chi viene a visitare la Sardegna di vivere la nostra esperienza di comunità. Il passo successivo è mettere a sistema queste iniziative all’interno di una strategia regionale che dia continuità e prospettiva, avvii una collaborazione con la costa e con gli aeroporti in modo che progetti come Primavera nel Cuore della Sardegna e gli altri nati sul territorio possano diventare un motivo per venire in Sardegna anche fuori dai mesi estivi.»

«La Primavera nel Cuore della Sardegna sarà anche quest’anno un percorso nel quale i paesi partecipanti saranno pronti ad accogliere curiosi e visitatori con le loro bellezze naturali e paesaggistiche – ha proseguito Cicalò – con le loro antiche tradizioni, la loro cultura identitaria e con il ricco patrimonio enogastronomico che caratterizza il nostro territorio.»

Ancora una volta il viaggio nel Cuore della Sardegna, tra gli elementi di una natura che in Primavera si mostra in tutto il suo fascino, sarà un’esperienza indelebile, capace di attrarre turisti ai quali verranno svelati i segreti e i costumi di questa terra unica. L’evento sarà inoltre reso ancor più suggestivo dal concomitante Giro d’Italia che, nel week end del 6-7 maggio, attraverserà l’incontaminato territorio ogliastrino proprio nei giorni in cui la manifestazione andrà in scena nel centro di Urzulei.

L’attività di comunicazione promossa dall’Aspen e dalla Camera di Commercio si articola in strumenti tradizionali e strumenti innovativi, con una forte e costante presenza sul web, affiancando al sito ufficiale della manifestazione (www.cuoredellasardegna.it) i canali social (Facebook, Twitter, Instagram e Google Plus “Primavera nel Cuore della Sardegna”) attraverso i quali coinvolgere in maniera diretta i visitatori e tutti coloro che abbiano interesse a scoprire questa importante manifestazione.